Frammenti di un discorso amoroso, di Lia Tommi

Frammenti di un discorso amoroso
Evento · di Alessandria Pride e Tessere le Identità

Giovedì 23 maggio 2019,  in  collaborazione con il Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria, vi invitiamo ad un momento di musica e riflessioni all’interno di Scatola Sonora, festival internazionale di opera e teatro musicale di piccole dimensioni.Il giorno 23 maggio presso l’Auditorium Pittaluga del Conservatorio Vivaldi vi aspettiamo per 2 appuntamenti:

Alle ore 17.00 avremo lo SpazioTesi: la classe di canto Jazz porta le tesi dei suoi studenti alternati a momenti di riflessione sulle tematiche del Pride.
Verrano presentate le tesi di:
Francesca Ragno
Giada Bassino
Nicola Delle Foglie
Cecilia De Lazzaro

Seguirà alle 21.00 la lettura-concerto per voce recitante, soprano, violino, violoncello “Frammenti di un discorso amoroso”.
Basato sui testi di Barthes, è un soliloquio ossessivo dell’innamoramento alternato ad arie che parlano di desiderio, dipendenza, rabbia, delusione, attesa, abbandono
Testi recitanti di Roland Barthes.
Musiche di Marco Emanuele
Testi delle musiche di Garcia Lorca, Linares, Metastasio, Salinas e Testori.
Voce recitante: Simona Gandini
Soprano Nana Onishi
Violino Nicolò Vara
Violoncello Stefano Beltrami

Regia di Luca Valentino

GORA, romanzo autobiografico,di Miriam Maria Santucci

def. 800 x 1135 per post

GORA, romanzo autobiografico
di Miriam Maria Santucci

«1944 – 1956: uno spicchio di Storia realmente vissuta. Storia spesso relegata in secondo piano o quasi dimenticata. La voce narrante presenta la dura infanzia di Gora, con gli occhi e la mente della piccola, che nasce e vive in quel difficile periodo di transizione. Il Paese era stato raso al suolo e il disagio regnava in ogni categoria sociale e in ogni settore produttivo, soprattutto nel mondo rurale, estremamente povero. Ma la forza di volontà spingeva tutti verso la ricostruzione, che avrebbe risollevato il Paese e aperto le strade al progresso. La speranza di un mondo migliore illuminava ogni animo, soprattutto quello della piccola Gora.»

GATTO PERSIANO, di Silvia De Angelis

gatto persiano3

Persiano gatto

ammantato morbido pelo

nomina sua specie

pregiate razze

Sua atavica

asiatica origine

d’angora gatto

perfeziona nel tempo

accentuando

attuale

tranquilla personalità

Portamento aristocratico

flemmatico

dona al felino

notevole eleganza

delineando

bombata

larga fronte

evidenti zigomi

arguti e coloratissimi occhi

Stupenda

setosa pelliccia al tatto

ha grande spessore sul petto

Ottima compagnia

affettività offre

come domestico animale

@Silvia De Angelis

Un gruppo industriale al servizio della comunità, di Lia Tommi

Al via la seconda edizione della conferenza “AMAG. Un Gruppo industriale al servizio della comunità”, in programma mercoledì 22 maggio, ore 10.30-13.00, a Palatium Vetus, Alessandria.

La conferenza avrà come filo conduttore la responsabilità sociale e il
ruolo della multiutility AMAG nello sviluppo e nel benessere della
comunità.

Moderatrice della conferenza sarà Anna Marino, giornalista di Radio 24
Il Sole 24 Ore. Interverranno Paolo Arrobbio Presidente AMAG, Mauro
Bressan AD AMAG, Simonetta Zaccara Risorse umane AMAG, Sandro Baraggioli
Presidente Confservizi Piemonte-Valle d’Aosta.

serendipitous haiku by my love II

errinspelling

~

“it was predicted
news would become sillier
in the seventies

the three presented
with their perfect little beards
perfect little suits

(van gogh experts on bbc)

we’re all going to die
not very helpful is it
in a hurricane

frankly some of the
only normal people i’ve
seen here are drunks

what are you doing
sneaking around behind my
view,blindsided me

all you have to do
is rally someone to hate
and they’ll vote for you

(trump)

I answer this guy
when you say look at the sky
you say don’t pun me

Brighton used to be
the liberal capital
country of england

tell me more of your
mosquito and purell tales
wait with baited breath

(mosquitoes like perfume & in purell)

blind leading the blind
paragraph about the beer
no percent content

is your dress dry yet
are you finished with it now
just use my hanger

don’t…

View original post 79 altre parole

every tern a season haiku

errinspelling

`

9/18/15

standing by egret
we have egret on standby
sneaky baby bird

the terns are watching
to every tern a season
we are all waiting

a golf announcer
egret has sneaking long legs
beak has missed twice now

stand by for lift up
these are very tiny fish
fourth try and no dice

you might want to think
about becoming a nice
vegetarian

because two dozen
would only be a light snack
can’t even catch one

minnows are swimming
happily away from bird
walking by their side

`

View original post

siberian husky loves jazz too II haiku

errinspelling

`

fly me to the moon
somewhere over the rainbow
also behind you

if someone asks you
to repopulate the moon
the least you can do

fly me to the moon
vegas for belgian waffles
margarittavile

siberian dog
here again for the live jazz
just like last friday

parked on your golf cart
watching the sun in the clouds
three ladies photos

husky is husky
enjoying the atmosphere
loves rubbing his ears

day trader by day
sax maniac by evening
moon shines high above

we’re in a new york
state of mind even though we’re
south carolina

never before heard
ipanema of jobim
last sinatra notes

suddenly a dream
chlorine affect’s ones hearing
answer lies on moon

`
9/25/15

View original post

Momenti di poesia. Un Piccolo Infinito Addio, di Emily Pigozzi

Momenti di poesia. Un Piccolo Infinito Addio , di Emily Pigozzi

da Roberto Baldini

Addio è una parola relativa.

Il dolore passa?

L’amore è bello se non è litigarello.

Chi disprezza ama.

Ok, basta luoghi comuni, parliamo d’amore.

Trovare l’amore è l’obiettivo della vita di tutti noi, e raramente accade.

Ma quando accade…

Lara è dottoressa, trentenne, alla ricerca del sentimento di cui abbiamo parlato un paio di righe fa.

Inutile dire che la sua ricerca, fino a questo momento, è stata vana.

In compenso la nemesi dell’amore, l’odio, alberga in lei da tempo immemore. Il motivo?

Innanzitutto partiamo dalla vittima designata, vale a dire Cesare, un ragazzo che definire poco affidabile è un eufemismo.

Ma non è questo il punto.

Il fatto è che lui è il responsabile della morte dell’adorata sorella Susanna, una tragedia consumata nell’età più bella per amare.

Gli anni passano e di Cesare non si è saputo più nulla.

Fino a oggi…

Cesare è soltanto l’ombra di ciò che era in passato, la vita lo ha cambiato a furia di calci nei denti e ora è pronto ad amare.

Forse proprio lei, la nostra Lara…

Emily Pigozzisa parlare d’amore, questo è fuori discussione.

Qui però l’amore sarà accompagnato dal dolore, una parola che fa rima ma che spiazza i cuori di chi legge.

Un libro che non è da scambiare per una storia banale e stucchevole, un libro che dirà molto di più.

Basta ascoltarlo.

Titolo: Un Piccolo Infinito Addio

Autore: Emily Pigozzi

Pagine: 188

Lega: Dal Piemonte stamattina 50 pullman della Lega diretti a Milano.

Lega: Dal Piemonte stamattina 50 pullman della Lega diretti a Milano. Giovedì prossimo per le Regionali comizio conclusivo di Matteo Salvini a Novi Ligure

matteo-salvini-1026x640-1

50 pullman da tutta la Regione in partenza per Milano, senza contare treni e auto. 

Iscritti e simpatizzanti della Lega Piemonte hanno risposto presente, nonostante la pioggia, e non faranno mancare il loro sostegno, oggi pomeriggio a partire dalle ore 15, alla manifestazione di Piazza Duomo.

Ad attenderli ci sarà il Segretario Federale della Lega Matteo Salvini, Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’Interno, insieme a tutto il gruppo parlamentare del Carroccio, a partire dal capogruppo alla Camera Riccardo Molinari, segretario della Lega Piemonte.

Sul palco, per chiedere con forza un cambiamento radicale in Europa, ci saranno anche i principali leader del fronte Sovranista europeo, con almeno 11 delegazioni.

Il partito della speranza e dei popoli, contrapposto all’Europa dei burocrati e della finanza.

Su fronte Elezioni Regionali in Piemonte, ormai è ufficiale: Matteo Salvini terrà il comizio finale della campagna elettorale giovedì 23 maggio alle ore 21 a Novi Ligure.

Anche in questo caso, migliaia di militanti da tutta la Regione raggiungeranno il Comune di Novi, in provincia di Alessandria, con pullman e auto, in arrivo da tutte le province piemontesi.

Ufficio Stampa Lega Piemonte

Vivere alla Grangia – domenica 19 maggio 2019. Annullamento dell’evento

Vivere alla Grangia – domenica 19 maggio 2019. Annullamento dell’evento

Sul Piemonte sono previste precipitazioni da oggi pomeriggio a tutta la giornata di domenica, anche se via via in diminuzione, per cui si è deciso di annullare la manifestazione Vivere alla Grangia.

La decisione è maturata a seguito della costante consultazione di numerosi siti meteo che, in gran parte, concordano su previsioni di pioggia.

L’Ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino terrà comunque aperta la propria Sede operativa, presso la Grangia di Pobietto, in cui sono allestite le due mostre: una fotografica con le splendide immagini della rivista OASIS e l’altra con i pannelli (foto e tavole botaniche di Lorenzo Dotti) per imparare a riconoscere le oltre 20 specie di orchidee selvatiche che si possono ammirare nelle nostre Aree protette.

I guardiaparco saranno lieti di accogliere quanti avranno desiderio di visitare la Grangia.

Con preghiera di divulgare quanto possibile la presente comunicazione, gli organizzatori rimangono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento:

Aree protette del Po vercellese-alessandrino – tel. 0142.85076

Per tutti gli altri appuntamenti vi invitiamo a scaricare il calendario con gli eventi della primavera e dei primi mesi estivi all’indirizzo web: http://parcodelpoalessandriavercelli.it/wp-content/uploads/2019/03/primavera_unico-compresso-1.pdf

Momenti di poesia. Un uomo in giacca e cravatta, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Un uomo in giacca e cravatta, di Dario Menicucci

Avvolto
nella camicia ben stirata
mi soffermo in penombra
a sistemare i bottoni
della giacca elegante.

Qualche goccia
di gel sui capelli
e sono pronto ad andare
nel mio mondo plastificato
di strade chiassose e affollate.

Nelle tasche però
porto il peso del mio dolore,
nella borsa di lucida pelle
la mia vita di falsi sorrisi
e di malinconica solitudine.

Indugio
e ritorno di nuovo allo specchio;
la cravatta che scende sul petto
sembra adesso ancora più triste,
un’immensa lacrima blu

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Bello quell’ autunno, di Caterina Moscini

Momenti di poesia. Bello quell’ autunno, di Caterina Moscini

Bello l’autunno quando aspetti
che si spenga il fuoco ardente dell’estate.
Bello l’autunno che riporti gli odori
delle caldarroste, dei funghi,
delle tue corse tra le foglie secche
degli alberi spogli nel bosco,
del muschio calpestato,
delle belle favole raccontate intorno al fuoco,
della tua voce calda e piena d’amore
che non dimentico ancora…
Bello il mio autunno,
vicino ad una vecchia stufa di ferro arroventato
che mi accoglieva bambina
nella casa dei nonni.
Belle le loro voci che sapevano di vita,
di vita vissuta.
Bello quell’autunno di sera, nel mio lettino
mentre la mamma mi toglie il vestitino.
E io stanca ma soddisfatta
mi infilo tra le coperte.
Bello quell’autunno dell’ultimo bacio di mia madre
che scalda il mio universo di donna e sola per sempre vivrò.
Bello quell’autunno!

Caterina Moscini
29 novembre 2017
da “Le mie perle”

“Buono nidi”, il buono servizi prima infanzia

“Buono nidi”, il buono servizi prima infanzia

NUOVA INIZIATIVA PER LE FAMIGLIE, ANNO SCOLASTICO 2019-20

Novi Ligure: Il Buono servizi prima infanzia, detto anche “buono nidi”, è un contributo economico assegnato alle famiglie, tramite i Comuni, per sostenere le spese legate alle rette degli asili nido. Potrà essere a totale o parziale copertura dei costi della retta, stabilita dal Comune per l’iscrizione e la frequenza del minore a un servizio educativo 0/3 anni a titolarità comunale.

Comne Novi Ligure

È finanziato attraverso l’impiego del Fondo Sociale Europeo 2014/2020 per 5,5 milioni di euro per l’anno scolastico 2019/2020 (con eventuale estensione anche al successivo 2020/2021). Il buono è complementare al buono asilo nido nazionale (corrisposto direttamente dall’Inps su domanda del genitore), ma la somma tra il “bonus asilo nido nazionale” e il “buono servizi prima infanzia regionale” non può comunque mai superare la retta totale del servizio praticata da ciascun Comune per quel specifico utente.

Sono destinatari del “Buono Servizi Prima Infanzia” i minori e i relativi nuclei familiari di appartenenza con i seguenti requisiti: residenti in Piemonte; con Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) fino a € 15.000; di età compresa fra i 3 e i 36 mesi, iscritti per l’anno scolastico 2019/2020 (con avvenuta accettazione del posto) ad un servizio educativo per la prima infanzia a titolarità comunale; con iscrizione ad un servizio prima infanzia con tariffa mensile di valore uguale o superiore a 50 €. Continua a leggere ““Buono nidi”, il buono servizi prima infanzia”

Iscrizioni servizio mensa scolastica

Iscrizioni servizio mensa scolastica

Novi Ligure: DAL 3 GIUGNO AL 14 GIUGNO 2019

Comne Novi Ligure.png

Il rinnovo dell’iscrizione al servizio di mensa scolastica e l’iscrizione per i nuovi utenti per l’anno 2019/2020 si effettueranno presso l’ufficio Pubblica Istruzione del Comune di Novi Ligure, Via Gramsci 11, dal 3 giugno al 14 giugno 2019 con il seguente orario:

lunedì – mercoledì: 8.30/12.00 – 14.30/16.30

martedì – giovedì – venerdì: 8.30/12.00

Per la determinazione delle tariffe, invariate rispetto allo scorso anno, le famiglie dovranno presentare la D.S.U. (calcolo ISEE) rilasciata nell’anno 2019.

Per la compilazione della stessa è possibile rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale che forniscono gratuitamente questo servizio oppure acquisire direttamente l’attestazione con il servizio Online disponibile sul sito dell’INPS.

Alle famiglie che non presenteranno la D.S.U. o per le quali risulterà un reddito ISEE superiore a € 24.000,00 si applicherà la tariffa massima. La tariffa massima si applicherà altresì alle famiglie non residenti nel Comune di Novi Ligure, indipendentemente dal reddito.

Per il servizio mensa è attivo un sistema informatizzato di pagamento e prenotazione pasti che prevede il versamento anticipato di un credito presso l’ufficio Pubblica Istruzione, presso i punti di ricarica convenzionati oppure on line (secondo le modalità comunicate al momento dell’iscrizione); tale credito viene decurtato automaticamente ad ogni pasto consumato.

L’iscrizione è indispensabile per poter utilizzare la mensa scolastica a settembre 2019, in quanto gli alunni non iscritti, o per i quali non è stata rinnovata l’iscrizione, non avranno il codice personale attivo e non verranno riconosciuti come utenti del servizio per la prenotazione del pasto.

Per informazioni:

Ufficio Pubblica Istruzione, Via Gramsci 11

Telefono: 0143 772234 – 0143 772249 

Cam girl

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/05/18/cam-girl/

Parte così
col motorino d’ accensione del motore
poi imbocchi la strada familiare
tutti i pensieri nel taschino
all’ autoradio, in sottofondo
-Io sono un gigolò-
e penso a lei
-soltanto un gigolò-
e penso ancora a lei
sotto questa pioggia sottile di sabato mattina.

Perchè lei è una cam girl
si muove sinuosa
erotica e maliziosa
nel mondo che ha inventato.
E’ come piace a te
proprio perchè l’ hai scelta te
alla vetrina delle anteprime.
Ha l’ età che vuoi
ti mostra quel che vuoi
accende la tua voglia
anche se non ne ha voglia
e questo è quel che vedi.
Ma lei è una cam girl
con tutti i suoi problemi
e quelli non li vedi
vedi seni affascinanti
che muove con maestria
e allo specchio il suo sedere
nel palcoscenico allestito
basta che muova un dito
e il resto è fuori campo.

Poi vorrai veder di più
magari quello che ha nel cuore
lei non risponderà
e il sistema scriverà
—**CAM CHIUSA**..

..come la scena di un film, che volge al finale.

Zibob, Zibab!

Caffè Scienza con Leonardo, di Lia Tommi

Caffè Scienza

LEONARDO DA VINCI, ARTISTA O SCIENZIATO?

MARTEDI 21 MAGGIO, ORE 17,30-19, all’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, Piazza De Andrè.

Leonardo è considerato il più grande artista di tutti i tempi, eppure ha realizzato pochissimi dipinti. Per decenni sono state ricostruite ed esposte le sue “macchine” più famose, il carro armato, la catapulta, un paracadute e addirittura una bicicletta. Al Caffè Scienza organizzato in occasione del cinquecentesimo anniversario della sua morte, si potrà scoprire come questo non solo sia sbagliato ma fuorviante. Il vero Leonardo è nascosto in oltre seimila manoscritti dove scopriremo colui che è considerato forse il primo scienziato della storia. Relatore: Mario Taddei, direttore tecnico e capo ricercatore presso il Centro studi Leonardo3 a Milano. Socio fondatore di Leonardo3 srl e direttore del settore ricerca e sviluppo. Ha progettato e realizzato sistemi complessi multimediali e di divulgazione scientifica per musei, studioso di Leonardo da Vinci, esperto di codici e macchine rinascimentali. Esperto di storia della scienza. Da tempo studia e ricerca i manoscritti di Leonardo da Vinci e ha firmato alcune scoperte e ricerche di risonanza mondiale sulle macchine di Leonardo.Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo grazie a Nova Coop.

you make every day of my life valentine’s day , not only february

errinspelling

~

february 2 2017
you were made for me
most wonderful kindest man
the entire world

sweet and wonderful
how you remember things
you don’t make mistakes

you wash the dishes
the kitchen is beautiful
i couldn’t do that

you can feel my pain
and you make it go away
the love of my life

we went to beach cove and you also carried heavy chairs and you spoke in poetry unintentionally, constantly for 10 minutes . one of the nine haiku ,i wrote down before i could forget was

once i made that move
indicating the dog’s lead
i had to take her

you said you would help me go back and read the writing and figure out what i wrote. you help me every day, with everything, and i love you dearly. you are my life. i have never had anyone help me with anything, except my mother…

View original post 879 altre parole

Momenti di poesia. VORREI… di Giampaolo Angius

Momenti di poesia. VORREI… di Giampaolo Angius

Il sonno che si stava avvicinando di soppiatto
si ritrasse come un ladro colto con le mani nel sacco.

Ho guardato oltre la mia ritrosia,
la mia simulata banalità,
attraverso la mia maschera scialba.

Vorrei cancellare ciò che non voglio
quando sto li come un gomitolo in un angolo.

Ma il rabbioso martellare del mio cuore
frantuma le parole della preghiera,
la mia bocca è arida come polvere.

(1974)

Momenti di poesia. Autunno, di Rosetta Amoroso

Momenti di poesia. Autunno, di Rosetta Amoroso

Arrivi a passi felpati, mescoli colori caldi ai colori estivi, miscuglio di profumi di frutti maturi e grappoli tra filari pronti per la vendemmia, grappoli obesi e zuccherini, la festa dei moscerini, api mosche che fan banchetti tra i filari vermigli e affollati di gente con veste e bigonce piene di ricchi chicchi, andranno pigiati e poi in tono a fermentare che come ogni anno per San Martino ogni mosto diventa vino.

Il cielo ci regala nuvole che firmano paesaggi o belve dalle forme più svariate, mentre i tramonti sono bellissimi, pennellati di colori rubati alle castagne e ai melograni e sprazzi di azzurro si insinuano prepotenti per dirci che ancora sembra estate, le spiagge un po’ tristi gli ombrelloni chiusi e le maree li raggiungono a consolare, però c’è un’atmosfera che sa di magia, un vocio di giovani scolari di bimbi a primo volo come uccelletti impauriti o vogliosi di conoscere il mondo nuovo che li aspetta sode ancora il grillo e la cicala, nelle serate sotto il pergolato alita un venticello che rinfresca la pelle bruna baciata dal caldo sole estivo, ora la luna illumina la notte, prima notte di Autunno.

Amoroso Rosetta@”D R”

Momenti di cultura. La violinista di Piero Milanese. Recensione di Maurizio Coscia.

“Ciò che può compiere un partigiano, indipendentemente da valutazioni di valore personale, è differente da ciò che può compiere un soldato di un reparto regolare. Chi crea è diverso da chi esegue, chi fa volontariamente una cosa è differente da chi vi è costretto, chi persegue un ideale costruttivo non è eguale a chi soddisfa un precetto legale. Nel secondo potrà esistere volontà e determinazione, ma difficilmente entusiasmo.”
(Giorgio Bocca, scrittore e giornalista italiano)

Recensione libro

La violinista: un libro, un romanzo d’amore e sulla Resistenza italiana, da leggere e su cui riflettere. Perché no? Ci sono pagine di questo movimento di liberazione del territorio italiano, dall’occupazione nazifascista, che sono ancora poco conosciute. Piero Milanese, già autore di interessanti opere letterarie quali “Parola Sospesa”, “Amami Alfredo” e “La scappatella”, ha voluto indagare, anche ispirato da un precedente lavoro del giornalista Giorgio Bocca, incentrato sulle repubbliche partigiane, la realtà e lo sviluppo di un’importante esperienza politica e militare: la Repubblica ossolana del 1944. Lo scrittore non si è fermato a questo: sulla base di tale retroterra storico ha raccontato una bellissima, quanto travagliata, storia d’amore tra due giovani, Nevio Ottonelli e Orsola De Luca. Questo romanzo è, quindi, la vicenda di un partigiano torinese, Nevio, ostacolato nel suo proposito di ricongiungersi con Orsola, una musicista che adora suonare il suo violino e che il giovane ama con trasporto. Tra i due sboccia l’amore grazie a quello strumento musicale che la ragazza suona in casa sua, durante l’estate in cui si frequentano prima di essere divisi dalla guerra, mentre Nevio l’ascolta con grande interesse, voltando le pagine del suo spartito musicale. La storia d’amore ha come sfondo il periodo difficile e ricco di eventi drammatici delle azioni di guerriglia partigiana per la costituzione nel Nord d’Italia della libera Repubblica dell’Ossola. Quest’ultima vide, nei suoi 44 giorni di durata, dal 9 settembre al 23 ottobre 1944, la nomina di una Giunta Provvisoria di Governo che assunse un indirizzo civile ed istituzionale che ispirò alcuni principi contenuti nella successiva Costituzione italiana del 1948. All’inizio del racconto, Nevio, gravemente ferito in uno scontro a fuoco, è portato a spalle presso le suore di Falmenta, comune montano della valle cannobina. Due sorelle sono impegnate nella recita delle preghiere, mentre da lontano si odono provenire i colpi di mortaio e di una cruenta battaglia sul lago Maggiore per la riconquista nazifascista di Cannobio. Le religiose sentono bussare pesantemente alla porta della loro residenza e accolgono Nevio Ottonelli, nome di battaglia Toro, in fin di vita, accompagnato da altri due partigiani e che ha bisogno di cure immediate. Presso le suore, si reca, poi, il dottore che lo cura. L’ospitalità delle religiose è ottima e puntuale, tuttavia, Nevio non può rimanere ed è prossimo il suo trasferimento presso la struttura ospedaliera di Domo. Nel frattempo, oltre alla visita del medico, il partigiano riceve quella del parroco della zona a cui confida che ha desiderio di rincontrarsi con Orsola De Luca, figlia di un impiegato pubblico iscritto al partito fascista e di cui non ha saputo più nulla. Nevio non è riuscito a trovarla a casa quando i partigiani della sua divisione hanno liberato Cannobio, dove la violinista viveva con la sua famiglia. Durante la visita del parroco, il giovane partigiano gli chiede se sia in grado di procurargli notizie della ragazza ed il sacerdote si impegna ad informarsi presso un altro religioso. Da questo drammatico inizio si sviluppa tutta la vicenda che è ricca di fatti ben documentati dal punto di vista storico e di molti riferimenti geografici che è un piacere leggere, soprattutto, per gli appassionati di escursioni in montagna. In un libro che fa riferimento alle lotte di liberazione non poteva, infatti, mancare la descrizione di incantevoli luoghi montani attraversati dai partigiani, utilizzati come nascondiglio, sia in difesa, sia all’attacco nella guerriglia contro le forze nazifasciste. Senza volere anticipare altro sulla vicenda che, oltre ad essere stata raccontata in modo brillante ed esaustivo, grazie alle ottime capacità espressive e di narrazione dell’autore Piero Milanese, mi sento di citare, in particolare, due episodi che ho trovato molto interessanti. Si tratta del racconto del ricongiungimento tra Orsola e Nevio e dell’inutile “sacrificio” del partigiano Gabriele Fiorini, nome di battaglia Lele. Nel primo caso si legge di quanto avrebbe dovuto svolgersi nel migliore dei modi e con attesa felicità da parte di entrambi i giovani e che, tuttavia, da un lato, a causa dei patimenti sofferti da Nevio per la militanza partigiana e, dall’altro, a causa delle vessazioni subite da Orsola, compresa la rasatura dei bellissimi capelli e la sottrazione dell’amato violino, diviene un incontro drammatico e molto sofferto. Le vicende della guerra hanno messo a dura prova i due giovani e quanto risulta di positivo risiede nella loro volontà di non sentirsi degli sconfitti e di essere anche disposti a perdonare i torti subiti, dimostrando inoltre di essere umanamente migliori, rispetto a quando, in precedenza, si erano conosciuti. Nel secondo caso si legge di quanto avrebbe potuto finire, diversamente, con un allontanamento senza vittime da parte di Nevio e dei due compagni che sono rimasti con lui a presidio di una zona che sta per essere raggiunta dai fascisti, mentre coprono la ritirata di altri compagni e che, tuttavia, si conclude con la morte di Lele. Quando oramai gli assalitori stanno retrocedendo e sono stati respinti, il partigiano Gabriele Fiorini in un impeto di follia omicida, sguscia dal suo nascondiglio e si getta allo scoperto, imbracciando il suo mitra ed al loro inseguimento, con l’evidente volontà di fare più vittime possibili. Nevio ed il compagno rimangono indietro ed al sicuro. Avendo visto gli assalitori retrocedere, non appena, qualche istante più tardi, odono alcuni colpi di mitraglia, pensano che Lele abbia raggiunto il suo scopo. Dietro di lui, si avventurano con prudenza fuori dal nascondiglio e, trovando il suo corpo senza vita, steso a terra, saggiano con occhi sgomenti la realtà che, per quanto possa essere stata un’ottima persona e di supporto per i suoi compagni, uno come Lele, in guerra, chi vuole solo uccidere e vede solo nemici, muore.

Bellissimo libro.

Biografia dell’autore (dal web)

Autore

Piero Milanese nasce ad Alessandria nel 1947. Lavora come tecnico elettronico in aziende del Gruppo FIAT su sistemi di automazione varia e su progetti di componentistica per auto. Da sempre appassionato di letteratura, nel 1975 pubblica il racconto “Il posto alla Fiat”. Nel 1998 esce una sua raccolta di poesie dialettali “El cor an Piasa” (Il cuore in piazza) cui seguono due importanti premi letterari, il “Cesare Pavese” nel 2000 e il “Guido Gozzano” nel 2001, attribuiti ad altre sue raccolte inedite di versi. Nel 2012 collabora con l’Istituto per la Storia della Resistenza di Alessandria alla stesura dell’antologia “El len-ni an Tani” (Le lune in Tanaro) del poeta Giovanni Rapetti. Nel 2013 ritorna al romanzo con “Parola sospesa” cui seguono nel 2014 “Amamialfredo” e nel 2015 “La Scappatella” pubblicati dalle Edizioni Araba Fenice di Boves (CN). Pensionato dal 2002, vive con la moglie a Fubine, nel Monferrato alessandrino.

 

 

Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today

Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di annunciare una nuova entrata nella redazione del blog, lo scrittore alessandrino Maurizio Coscia.

Maurizio scrive racconti, poesie e articoli per le testate giornalistiche locali e ora avremo il piacere di leggere i suoi post anche su Alessandria today, questa che segue è la sua biografia…

Maurizio Coscia.jpg

Maurizio Coscia (Sargon)

Sono uno scrittore alessandrino, amante della lettura di libri, riviste e articoli di giornale. Ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui “Parole in corsa” (Alessandria),”Dietro… oltre… dentro… lo specchio” (Biella), “Abbracci-Alessandria” (Valenza (AL)), “Dal tramonto all’alba” (Novi Ligure (AL)) e da anni mi cimento nello scrivere racconti e poesie o comunicati stampa inviati alle principali testate giornalistiche locali.

Ho in progetto la realizzazione di un romanzo per il quale mi sto documentando. Ho uno spiccato interesse per le arti figurative e l’espressione creativa in genere anche di tipo musicale. Amo la fotografia.

Mi piacciono teatro e cinema e seguo con vivo interesse tutto quanto riguarda il progresso scientifico e l’innovazione tecnologica. Sono uno sportivo, interessato alla tutela ambientale e alla valorizzazione del contesto naturale, delle tradizioni, degli usi e dei costumi che afferiscono al territorio alessandrino in cui vivo e lavoro.

Nel mio tempo libero, partecipo volentieri a eventi e manifestazioni che sono organizzati in Alessandria o nella sua provincia e che contribuiscono a rendere il suo territorio locale più attrattivo e turistico, migliorandone l’immagine d’arte e di cultura. Continua a leggere “Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today”

Momenti di poesia. Ho conosciuto il dolore, di Giuseppe Scolese

Ho conosciuto il dolore, di Giuseppe Scolese

60353033_2326508987409625_786553325309919232_n.jpg

Ho conosciuto il dolore, era nella mia carne intatta.

Allora sono andato a domandare al mio cuore,

in una notte di sola malinconia

gli ho detto  “ cuore dimmi perché non trovo pace “ ?

Sei forse come il bambino che domanda il perché

di ogni cosa? Questo mi ha risposto il cuore mio.

Sono entrato nei libri del sapere con l’avidità di un amante.

Ho acquistato tutto il sapere del mondo e non ho trovato niente.

Ho camminato a lungo cercando strade impervie, indagando

fra i rovi, in cerca di qualche rimedio miracoloso,

ma ho visto solo il retaggio di una natura sofferente.

Allora mi sono detto  “ anche oltre la carne è sofferenza?

Soffre il ginepro, soffrono le tamerici e l’erica selvatica, soffre

l’artiglio del diavolo, e i minuscoli occhi di Maria, e pure l’acqua

che cade goccia a goccia dalle sfatte grondaie, dai tetti morti.

Soffre non vuol soffrir di meno.

Mi sono avviato in altri sentieri, con una bianca e ubriaca

Bicicletta. Lei non domanda, a lei non posso rispondere,

gli ho detto  “ portami dove c’è un solo libro, e se lo passano

di mano in mano affinché io possa udire una cantilena

lieve di voci respirate.    Ho udito allora una catena di voci

con un fare suadente, erano donne!

Mi dissero “ cosa vieni a cercare da noi, o prediletto

del Dio, non sai che noi siamo zolle di terra gonfie

di dolore?

Vengo a cercare l’unica cosa che a noi uomini non avete

Lasciato “  Vengo a cercarvi il coraggio di vivere “

Giuseppe Scolese

17-8-2016

Letture animate

Letture animate per bambini nel Salone conferenze della UIL di
Alessandria
Martedì 21 maggio, dalle 14.30 alle 16.30, nel Salone conferenze della
UIL si terrà un appuntamento fortemente voluto e organizzato dalla UIL di Alessandria per parlare, ricorrendo agli adeguati strumenti e linguaggi, anche ai bambini di diversità.
Questo evento vuole essere un appuntamento destinato ai bambini che avranno modo di trascorrere un paio d’ore tra letture animate tratte da
libri per l’infanzia proposti e scelti con l’aiuto di Giada Incardona, libraria
de La bottega del Sanconiglio di Novi Ligure.
L’attrice Debora Zuin leggerà a due classi della Scuola Primaria Villaggio Europa accompagnate dalle loro insegnanti brevi racconti, importanti
ciascuno a modo suo per il messaggio contenuto e la delicatezza nel racconto. La psicologa Daniela Leo accompagnerà i ragazzi nella
comprensione, utilizzando il gioco come strumento e proponendo piccoli
lavoretti manuali sul tema.
In vista del primo PRIDE organizzato dall’Associazione Tessere Le Identità
che si terrà ad Alessandria il prossimo 1°giugno, abbiamo pensato di coinvolgere anche i cittadini più giovani sul tema della diversità e il valore
dell’accettazione e dell’inclusione. Siamo tutti unici per questo speciali:
questo il valore delle letture animate.
Le storie scelte parlano di famiglie non tradizionali, disabilità e accoglienza.
L’incontro è aperto a tutti gli interessati e ad ingresso libero.

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili
Svolgimento dei lavori di taglio piante in via Savona e spalto Marengo – 20 maggio 2019.
Per consentire lo svolgimento dei lavori di taglio piante in via Savona e spalto Marengo dalle ore 8.30 alle ore 18 del giorno 20 maggio 2019, vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata con contestuale restringimento della carreggiata nelle seguenti vie:
– VIA SAVONA, lato sinistro della carreggiata, senso di marcia;
– SPALTO MARENGO, tratto stradale antistante l’Azienda Ospedaliera, semicarreggiata nord fronte Parcheggio Berlinguer.
Svolgimento dei lavori di posa pozzetti, scavo tradizionale e minitrincea per realizzazione rete fibra ottica FTTH a cura della ditta Elecnor sa per conto Open iber –
20 maggio 2019
Per la necessità di consentire lo svolgimento dei lavori di scavo per manomissione suolo pubblico per posa pozzetti di realizzazione rete fibra ottica FTTH, dalle ore 8 alle ore 18, dal lunedì al sabato esclusi festivi, del periodo compreso fra il giorno 20/05/2019 e il giorno 20/07/2019 sarà vietata la sosta con rimozione forzata ambo i lati nelle seguenti vie:
– VIALE MASSOBRIO/SPALTO MARENGO, da via Pisacane a via Di Vittorio
– VIA MONTEVERDE, da viale Massobrio al civ.37
– VIA GALIMBERTI, da via Boves a via Di Vittorio
– VIA DI VITTORIO, dal civ.1 a via Galimberti
– VIA SALVEMINI/PIAZZA TORRIANI, da via Galimberti a via Croce
– VIA CROCE, da via Galimberti al civ.7
– VIA PASINO
– VIA SCLAVO, da via Galimberti al civ.98
– VIA BOVES, da via Sclavo al civ. 5R
– VIA BOVES, da via Galimberti al civ. 5H
Durante i lavori di scavo potranno essere poste in atto temporanee chiusure per garantire la
movimentazione dei mezzi in sicurezza, oppure parziali restringimenti delle carreggiate di transito e/o
istituiti sensi unici alternati ma dovranno essere adottate, con l’ausilio dei movieri, le necessarie ed
opportune deviazioni al fine di garantire la circolazione veicolare in sicurezza, assicurando una sezione
di carreggiata non inferiore a mt.2.70/3.00 per il transito dei veicoli.

“Casa della salute – Piano locale della cronicità”

“Casa della salute – Piano locale della cronicità”

Martedì 21 maggio 2019, dalle ore 15 presso la sede Cisl Alessandria (Via Parma 36)

Il dibattito, promosso da Cisl-Fnp- Anteas territoriali, si aprirà con i saluti di Marco CIANI, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti, a seguire l’introduzione di Francesco PORCELLI, Segretario generale Fnp Cisl AL-AT, e la relazione del Dott. Guglielmo PACILEO, dirigente ASL AL. I lavori, coordinati da Bruno PAGANO, dipartimento politiche sociali Fnp territoriale, e Carmen SOFFRANIO, Segretaria FNP AL-AT, si chiuderanno con l’intervento di Francescantonio GUIDOTTI, Segretario FNP Piemonte.

Casa della Salute FNP.jpg

Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo.

Le Case della Salute rappresentano un nuovo modello di assistenza sanitaria integrativa rispetto al Servizio Sanitario Nazionale, una realtà pensata per il paziente che trova, in un unico luogo, il suo riferimento per le cure primarie.

La riorganizzazione dei servizi sanitari costituisce oggi la più importante sfida che il Ministero della Salute e le Regioni in Italia devono fronteggiare, data la riduzione di finanziamenti pubblici e la crescita di bisogni complessi, soprattutto quelli legati all’invecchiamento della popolazione e alle problematiche della non autosufficienza.

Per questi motivi, da diversi anni, è stato necessario avviare un percorso di trasformazione nelle scelte sanitarie, per far sì che il diritto costituzionale alla salute continui ad essere esigibile e garantito a tutti i cittadini, soprattutto ai più fragili. Il decollo delle Case della Salute sul territorio, tema centrale del dibattito del 21 maggio, rappresenta sicuramente un punto-chiave di questo processo.

Paola Toriggia

Ufficio stampa Cisl Alessandria-Asti

L’AMORE SENILE, di vittoriano borrelli

L’AMORE SENILE, di vittoriano borrelli

Non c’è più inibizione nell’amore senile anche se le relazioni adolescenziali dei nostri tempi hanno bruciato tutte le tappe. Il periodo dell’infanzia si è ormai ridotto notevolmente che si smette quasi subito di giocare per diventare adulti troppo presto. Ma dopo una maturità più o meno lunga si arriva alle porte della senilità con un’esplosione dei sentimenti che libera gli antichi retaggi.

L'AMORE SENILE

Cambia il modo di guardarsi, di sfiorarsi e di accarezzarsi, nell’amore senile prevale il disincanto ma anche la voglia di recuperare il tempo perduto specie se nel frattempo i sentimenti si sono appiattiti e non hanno più lo stesso slancio e la stessa energia della prima giovinezza.

Si cerca di indovinare nell’altro quello che si è stati un tempo, avidi ricordi che riaffiorano come quando si rispolvera un album di fotografie dai contorni confusi e sbiaditi. E se il respiro si fa affannoso per colpa di qualche acciacco, è solo un sospiro che un abbraccio caldo ed affettuoso saprà controllare. Continua a leggere “L’AMORE SENILE, di vittoriano borrelli”

Elezioni Europee, Regionali e Comunali del 26 maggio 2019 – Tessere Elettorali

Elezioni Europee, Regionali e Comunali del 26 maggio 2019 – Tessere Elettorali

L’Ufficio Elettorale del Comune di Tortona ricorda ai cittadini che per esercitare il diritto di voto occorre presentarsi al seggio di appartenenza muniti della tessera elettorale e di un documento di identità valido.

Tessera_elettorale_Italia

Si raccomanda agli elettori di verificare, fin da ora, di essere in possesso della tessera elettorale e che la stessa contenga ancora almeno uno spazio disponibile riservato all’apposizione del timbro in occasione delle consultazioni del prossimo 26 maggio. La tessera elettorale esaurita va restituita all’Ufficio Elettorale.

Per tutti coloro che devono richiedere il duplicato o ritirare la tessera, si consiglia di recarsi tempestivamente all’Ufficio Elettorale, al fine di evitare affollamenti il giorno stesso delle elezioni, tenendo conto dei seguenti orari di apertura:

da lunedì a giovedì dalle ore 8.30 alle 12.30 e giovedì pomeriggio dalle ore 14.30 alle 17.30. Continua a leggere “Elezioni Europee, Regionali e Comunali del 26 maggio 2019 – Tessere Elettorali”

Momenti di poesia. Come quando a teatro… di Olga Karasso

Come quando a teatro… di Olga Karasso

 

Spenti i riflettori all’improvviso

come quando a teatro…

ti sovreccitavi

scarpe fini eleganti

cravatta in tono

nel buio del loggione più critico

quello più erudito

il più spietato

l’occhio avvampato

di curiosità. Continua a leggere “Momenti di poesia. Come quando a teatro… di Olga Karasso”

Momenti di poesia. Imperfezione, di Rossana Angeli

Imperfezione, di Rossana Angeli

 

Non andare avanti,

se non sei convinto

dei miei pezzi rotti

lasciati dal tempo.

Nei  mille dubbi

ed insicurezze

c’é da far una cosa,

sola abbracciarmi

forte e farmi

sentire

che sono

per te il pendio

del tuo cuore.

Nel volo del tuo battito

io respiro.

Io capisco

se di punto

e bianco

mi abbandoni

per i miei peggior

difetti,

sono specchi

tetri di paura. Continua a leggere “Momenti di poesia. Imperfezione, di Rossana Angeli”

Momenti di poesia. Abbiamo speso tutte le parole, di Silvia Cozzi

Abbiamo speso tutte le parole, di Silvia Cozzi

 

Abbiamo speso tutte le parole,

le abbiamo scritte e sussurrate al vento,

si sono sciolte come neve al sole,

disperse nell’incanto di un momento.

Ora cogliamo il meritato frutto,

di fragola e mirtillo il suo sapore,

avide labbra suggeranno il succo,

tra un languido tremore e un batticuore.

E capirai quanto t’ho sempre amato,

le notti insonni ad inseguire un sogno,

che adesso finalmente s’è avverato,

perché di te soltanto io ho bisogno.

Trascorre il tempo inesorabilmente

noi due sospesi in questa dimensione

uniti i corpi e confusa la mente,

fluttuante tra realtà e immaginazione.

Non servono parole questa notte

solo silenzio aleggia tutt’intorno;

questa passione ci travolge forte,

insieme attenderemo il nuovo giorno.

S.C.

Master europeo in medicina dei disastri; di Lia Tommi

MASTER EUROPEO IN MEDICINA DEI DISASTRI EMDM.
AL VIA LA XVII EDIZIONE DEL PERCORSO DI ECCELLENZA DEL CRIMEDIM.
INAUGURAZIONE IL 17 MAGGIO CON LA KEYNOTE LECTURE DI MANUEL CARBALLO
I 31 masteristi provenienti da tutto il mondo. Esercitazione in scala reale il 29 maggio.

Il CRIMEDIM (Centro di Ricerca in Medicina d’Emergenza e dei Disastri) dell’Università del Piemonte Orientale e il ReGEDiM della Vrije Universiteit di Bruxelles, organizzano dal 17 al 31 maggio 2019 la fase residenziale della XVII edizione dello European Master in Disaster Medicine (EMDM), percorso di eccellenza a livello internazionale nel campo della medicina delle emergenze e dei disastri.
Anche per l’edizione 2019, per la fase residenziale è stata scelta la cornice di Novarello (a Granozzo con Monticello), tuttavia il Master verrà inaugurato il 17 maggio, alle ore 17.30, presso l’aula magna della Scuola di Medicina, in Via Solaroli 17 a Novara; la lezione inaugurale verrà pronunciata da Manuel Carballo, Direttore dell’International Centre for Migration, Health and Development di Ginevra, e tratterà la European Migrant Crisis.
Lo European Master in Disaster Medicine è uno dei punti di riferimento accademici internazionali per quanto riguarda la ricerca, l’addestramento virtuale e pratico e la gestione delle emergenze nel campo della medicina dei disastri. I masterizzandi di questa edizione sono ben 31 (vedi elenco allegato) provengono da ogni angolo del globo (Turchia, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita, Danimarca, Palestina, Francia, Regno Unito, India, Hong Kong, Italia, Australia, Nuova Zelanda, Sudan, Paesi Bassi, Austria, Finlandia, Ucraina, Kenya, Stati Uniti d’America, Canada, Singapore, Egitto) e potranno contare su una faculty di prim’ordine nel campo dell’insegnamento in medicina d’emergenza.
Il programma didattico del corso impegnerà i masterizzandi attraverso conferenze e seminari affidati a docenti internazionali e a personale qualificato del CRIMEDIM. L’esercitazione in scala reale si terrà il 29 maggio in collaborazione con l’Esercito Italiano (Reggimento Gestione Aree di Transito-RSOM, 3° Reparto di Sanità “Milano”) e con le associazioni di volontariato: CRI Novara, Arona, Oleggio, Trecate, Galliate, Borgomanero, Vercelli, Pavia, Croce di Sant’Andrea, Coordinamento di Protezione Civile di Novara, Croce Bianca di Milano, As.Co.S.
L’edizione dell’EMDM 2019 verrà inaugurata a pochi giorni da due importanti riconoscimenti ottenuti dal CRIMEDIM conferiti al centro di ricerca dell’UPO dalla WADEM (World Association for Disaster and Emergency Medicine) al congresso mondiale tenutosi a Brisbane, in Australia, dal 7 al 10 maggio. La WADEM ha riconosciuto al Direttore del Crimedim, Francesco Della Corte, al suo coordinatore scientifico, Luca Ragazzoni, e ai colleghi belgi Herman Delooz e Michel Debacker la spinta ideale e ispiratrice nel campo della formazione sulla medicina dei disastri con riferimento proprio allo European Master in Disaster Medicine, che i due atenei hanno avviato insieme nel 2000.

Incontro con i cittadini del centro storico; di Lia Tommi

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI – CASALE MONFERRATO – 26 MAGGIO 2019
Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco
“La mia Casale, la nostra Casale è soprattutto nel cuore”
LUCA GIOANOLA – CANDIDATO SINDACO DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA E DELLE LISTE CIVICHE

Casale, i quartieri, le frazioni: Centro storico

Domenica 12 maggio e mercoledì 15 maggio, alle 21, Luca Gioanola con i candidati della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco”, ha incontrato i cittadini del Centro Storico, in via roma 148, nei locali della sede elettorale.

I temi trattati sono stati principalmente: la riqualificazione urbana, il decoro e la pulizia, il commercio, la rivalorizzazione di Via Lanza, la promozione delle relazioni e della socialità del quartiere; la mobilità.

Luca Gioanola ha presentato alcuni tra i più significativi punti programmatici dedicati in modo particolare al centro storico: il “Piano di calmierazione affitti per le attività commerciali”, il “Piano di incentivazione per le edicole”, la promozione della vitalità e collaborazione per la promozione di eventi culturali con ricadute commerciali come: le Domenica del Villaggio, “I cortili dei mestieri”, “arte, parole e musica in centro”. Inoltre un “Piano incentivi per le tinteggiature”, per il rinnovamento di “Antiche Insegne” e per azioni sulla riduzione degli imballaggi con i “Negozi Leggeri”.
Un nuovo paradigma di azione per risolvere il problema del decoro e della pulizia, mediante un piano intregrato e condiviso di rigenerazione urbana che passi dei lughi di nessuno ai luoghi di tutti.
Una programmazione che vedrà in prima fila il Comune ad attuare una serie di interventi educativi, di installazione, di verifica in modo partecipato con le scuole, le associazioni, i cittadini, le attività.
Si sono trattati due punti importanti di partecipazione, i progetti “Comitati Civivi” e “Adottiamo una Via” con il “Bilancio Partecipato” e dedicato per le iniziative e opere decise dai cittadini della frazione o del quartiere.
Due temi di importante riscontro riguardano la riqualificazione urbana, economica, sociale della direttrice lungo Po – Via Lanza – Centro, con un progetto di rilancio della mobilità, della vitalità e della fruizione. Un progetto che si lega all’opportunità determianta dalla ciclovia VENTO (Venezia – Torino) che passerà proprio da Casale e che potrà trovare immediatamente nell’area dell’argine un punto di accesso turistico alla città. Dal punto informazioni, a una mobilità in sicurezza e bella che lo accompagni i cittadini e i turisti fino in centro attraverso Via Lanza.
Un’altra diretttrice che sarà rivalorizzata sarà quella lungo Po – Castello – Via Saffi, per legare e valorizzare in modo più efficace e bello il lungo Po, i giardini della Difesa e il Castello fino al raccordo con il centro.

“Una programmazione basata su progetti di lungo termine, sulla partecipazione, e sulla piena consapevolezza che per cambiare davvero marcia non ci si dovrà buttare sui primi 100 giorni, ma si dovrà impostare fin da subito un rinnovamento nelle metodologie, nelle priorità, negli obiettivi. Creando valore, aumentando il bello nel nostro territorio, che chiamerà sempre più bello” Luca Gioanola, candidato Sindaco.

L’AURORA DI UN UOMO, Michele Vene

L’AURORA DI UN UOMO, Michele Vene

L’AURORA DI UN UOMO

La mano dell’aurora
si posa tiepida
sugli occhi miei socchiusi.
e mi risveglia.
Apro le imposte
e il fascino prorompe
nel mattino
e mi travolge
…si illumina la vita
nella stanza!…
Un passero smarrito
pigola insistente
dalle fronde di un platano
fiorito,
…vuole la madre…
e anela il suo richiamo…
Il rombo di un trattore
irrompe prepotente
nell’incanto del momento
e ne spezza l’armonia,
quando
il villano abbandona
le sue mura
…è tempo di raccolto…
di quel frutto maturo,
meritato premio
di un lavoro senza
tempo
e figlio di quel vento,
che inesorabile,
impasta nella polvere
lacrime e tormento.

Michele Vene