“TRAIANO – Il sogno immortale di Roma” Gianluca D’Aquino

“TRAIANO – il sogno immortale di Roma” Gianluca D’Aquino

(romanzo storico)

TORINO Mercoledì 22 aprile, alle ore 20.45, presso il Circolo ricreativo Comunale, Corso Sicilia 12 – Sala Martoccia – 1° piano (ingresso libero) sarà presentato l’ultimo romanzo dello scrittore alessandrino Gianluca D’Aquino: “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”, finalista al “Fiuggi Storia” 2018, uno dei premi letterari più importanti per la letteratura storica.

LocandinaTRAIANO (copertina) (3)TRAIANO + D'Aquino (3)

Il romanzo, che sta raccogliendo i favori del pubblico e della critica, sarà presentato dalla dottoressa Silvia Vigliotti (scrittrice) che dialogherà con l’autore.

Il volume è stato scelto per essere presentato fra le migliori novità italiane del 2018 all’importante fiera internazionale del libro di Francoforte (Germania) la celebre Frankfurter Buchmesse e, per il riconosciuto valore storico e letterario, sarà presentato a Firenze il prossimo 18 giugno come evento a latere e integrante della mostra/esposizione presso il Museo Galileo in Firenze (che si terrà dal mese di giugno al mese di novembre 2019) degli studi afferenti la Colonna Traiana e la sua edificazione realizzati dal maestro scultore Claudio Capotondi, ispiratore del libro e artista di fama mondiale. Il lavoro del maestro Capotondi sarà accolto nella prestigiosa Limonaia Medicea del Giardino di Boboli di Palazzo Pitti.

L’opera è una biografia romanzata che ripercorre la vita del grande imperatore romano attraverso intrighi, amori, amicizie e battaglie, rivolgendosi a ogni genere di lettore, e ne narra la storia dall’infanzia ai grandi successi militari, passando dalla Germania e dalla Dacia per giungere allo scontro con i Parthi, ai confini dell’impero, là dove nessuno era mai arrivato prima e oltre i quali nessuno fu più in grado di spingersi. Traiano restituì a Roma un senso di civiltà per molto tempo perduto e la portò in quella che sarà ricordata come l’età aurea, passando per le grandi riforme in ambito civile, amministrativo, economico e militare.

«Marco Ulpio Traiano è passato alla storia come l’Optimus princeps», spiega l’autore, «l’imperatore che interpretò il proprio ruolo come servitore di Roma, con l’umiltà dell’uomo del popolo, riuscendo a ottenere risultati innovativi in tutti i campi della pubblica amministrazione dell’epoca, facendo di Roma la Capitale del Mondo. Nonostante siano trascorsi 1900 anni dalla sua morte, la memoria di Traiano risplende ancora nel cuore di Roma, come ci ricorda la colonna coclide eretta in suo nome da Apollodoro di Damasco. Traiano fu il principe di Roma e dei romani, che sostenne anche impegnando il personale patrimonio, consegnando loro un benessere ampio e diffuso».

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...