i nostri sentimenti

61382108_1094948274039755_7894150551472963584_n

I nostri sentimenti

sono come boccioli

trascinati dal tempo

che si posano

su una terra incolta

e crescono piano piano…

Col loro profumo trasmettono

felicità e amore…

Questi fiori

portati dal vento

si posano nelle nostre mani

profumano d’amore

e appartengono solo

al nostro cuore…

Felicità raggiunta, si cammina… [di Eugenio Montale]

felicità vertigo-leon-spilliaert

da Seidicente

Vertigo – Leon Spilliaert

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO, di rebeccastories

l'eco-controra-rebecca-lena-book-trailer

di rebeccastories

Partecipa al primo book trailer che ha la voce dei lettori! 

COS’E’ UN BOOK TRAILER?

È un video di pochi minuti, esattamente come quello di un film, atto a presentare, pubblicizzare e soprattutto comunicare un libro.

E IL LIBRO?

È il mio, “Racconti della Controra” è inedito e puoi sfogliarlo liberamente a questo link
http://issuu.com/rebeccalena/docs/racconti_della_controra__rebecca_le
In particolare, puoi:
– leggerlo distrattamente, lasciandoti sfiorare dal flusso di parole, dalle atmosfere afose, odorose, malinconiche, violente, meravigliate, oniriche, ansiose, paradossali
– leggerlo con attenzione, spulciando le note in fondo e lasciandoti trasportare dalla narrazione
– scavare fra le righe, ricercando i significati più reconditi e impossibili che ho sepolto apposta per te
– non leggere e guardare solo le figure.
Continua a leggere “L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO, di rebeccastories”

Performance teatrale ; di Lia Tommi

SOCIETY – HYPOCRISY
Performance di Teatro Fisico di Quizzy Teatro/Stella Nova
7 giugno 2019 – AcquiLimpiadi

Venerdì 7 giugno, in occasione di AcquiLimpiadi, manifestazione organizzata dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Acqui Terme e dal CSI Acqui Terme, debutterà Society – Hypocrisy, performance di Teatro Fisico, ideata e diretta da Monica Massone (Quizzy Teatro), con la supervisione coreografica di Tatiana Stepanenko (Entrée Danza), nell’ambito del Laboratorio Sintetico. In scena: Ivano Antonazzo, Paolo Caliego, Erika Ivaldi, Asia Monti, Andrea Montrucchio, Marco Oliveri, Ariel Paita, Raffaele Pecoraro, Natascia Poggio, Isabella Trinchero, Alice Vacca, Pierangelo Ventimiglia, Giorgia Zunino.
La performance ha uno sviluppo itinerante per cinque stazioni, corrispondenti a ciascun atto dello spettacolo; ogni tappa ha durata di 10 minuti.
Il percorso partirà alle ore 19 in Piazza Italia, per proseguire alle 19:30 in Corso Italia – Salita “Schiavia”, alle 20:00 in Corso Italia – Slargo “Procura”, poi alle 20:30 in Corso Italia – Portici di via “Saracco” e si conclude alle ore 21:00, sul palco, in Piazza della Bollente.

In caso di maltempo, tutte le performance saranno allestite sotto i portici di via Saracco, che collega Corso Italia a Piazza della Bollente.
Il lavoro indaga ciò che pensiamo e proviamo, ma non abbiamo il coraggio di mostrare, di agire, di dire, perché inibiti dalla morale comune, l’intenzione che solitamente viene repressa, censurata o deviata, nell’ambito delle relazioni affettive e professionali.

La performance è strutturata in quattro atti e un finale, stesi su una drammaturgia musicale.

La parte iniziale esplora le dinamiche che tendono a scatenarsi quando il singolo è inserito in contesti di gruppo allargato e pubblico, come la massa, successivamente si espone il concetto di apparenza, le azioni socialmente accettate e approvate, ma che celano una realtà più profonda e individuale, sottomessa alle convenzioni,
realtà che sarà indagine del terzo atto e che condizionerà il ritorno consapevole e modificato alla vita comunitaria, espresso nel finale.
In simultanea alle repliche dislocate, è proiettata in Piazza della Bollente la diretta FaceBook di ogni singola performance e, durante il finale sul palcoscenico, immagini – video elaborate da Ivano Antonazzo.
Scopo della performance è riflettere gli attuali fenomeni sociali considerati più urgenti da parte del gruppo di lavoro Sintetico, nato a ottobre 2018, con l’obiettivo di costituire di un gruppo stabile di ricerca sull’Azione Fisica, per la creazione di spettacoli e performance che abbiano come fulcro l’urgenza di comunicare idee e considerazioni sulla società contemporanea e il sentire sociale.
Partendo dal lavoro che gli attori hanno svolto in sede di produzione della performance, il pomeriggio del 7 giugno, alle ore 16,30, viene proposto, al Centro Sportivo di Mombarone, un laboratorio integrato, dedicato alle tematiche corporee: un percorso immedesimativo sulla fisicità della persona diversamente abile, un modo per entrare in contatto con il suo mondo, attraverso l’esperienza motoria vissuta ogni giorno, e capire insieme ai partecipanti quale sia la visione che la realtà assume da questo punto di vista. Il laboratorio è condotto da Monica Massone – regista di Quizzy Teatro, laureata in Teatro Educativo e Sociale (D.A.M.S.) presso l’Università degli Studi di Torino, diplomata attrice presso l’International Acting School di Roma, specializzazione in Drammaturgia Performativa e Comunitaria presso il CRT di Milano – e Natascia Poggio – danzaterapeuta, diplomata a Genova presso la scuola di Cinzia Saccorotti, specializzata in Danza Movimento Terapia Espressiva, Psicodinamica ed Expression Primitive, con esperienza in diversi ambiti della disabilità mentale e fisica, dal 2010 in Italia e Gran Bretagna.

Per iscrizioni al laboratorio e info contattare: 348 4024894, info@quizzyteatro.it

Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon

Daily

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La lettura dello scoop giornalistico che fece la scorsa settimana il Daily Mirror (uno dei più venduti tabloid inglesi) sulle condizioni di lavoro delle maestranze Amazon a Tilbury nel Regno Unito ad alcuni di noi non lascia per nulla esterrefatti. Forse, qualche giovane rampante presente nell’ultima Leopolda penserà che si tratti di una delle solite fake news costruite artatamente dagli scherani di Putin o da qualche complottista grillo-leghista per insudiciare il generoso apporto del capitale d’oltreoceano in qualità di creatore di posti di lavoro nella vecchia Europa. Sinceramente, vorremmo anche noi che lo fosse. Purtroppo, il prestigio della stampa britannica, le doti “atletiche” di Alan Selby (l’inviato del Mirror), nonché la documentazione fotografica, complessivamente ci induce a pensare che il tutto corrisponda a verità.  Non ci sarebbe altro d’aggiungere se non una inquietante analogia con il passato.

A metà degli anni 30, George Orwell fu “ingaggiato” da un noto quotidiano britannico affinché svolgesse un’indagine sulle condizioni di vita dei minatori inglesi nella regione industriale delle Midlands. Ne sortì un libro “The Road to Wigan Pier” (La strada che porta al molo di Wigan), ove lo scrittore scozzese non si fece scrupolo di denunciare il degrado in cui viveva la classe operaia del tempo e lo sfruttamento a cui era sottoposta. Ma fu altrettanto severo con quella che lui ritenne “l’indifferenza” dei sindacati e la “spocchia” dei burocrati Labouristi. Il partito reagì in modo furente “censurando” l’opera e ostracizzando Orwell. Lo stesso accadde, sebbene in misura minore, non appena fu pubblicato 1984. Continua a leggere “Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon”

Dai campi alla tavola ; di Lia Tommi

Il convegno “Dai campi alla tavola: un percorso consapevole”, si terrà sabato 8 giugno alle ore 15.00 presso l’Auditorium Comunale di Alluvione Piovera, organizzato dai Giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria.

Interverranno il dott. Gabrio Secco con “La corretta alimentazione”, il dott. Giancarlo Nervi con “La sicurezza alimentare”, il dott. Stefano Bergaglio con “La valorizzazione del territorio” ed alcuni giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria con “Vantaggi nel sostenere un’economia locale”.

Il tutto moderato dal dott. Alessandro Calvi di Bergolo, presidente dei Giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria e membro del Comitato di Presidenza Nazionale della stessa associazione.

Non è questo l’amore, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione

“In Italia, in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, una compagna, una figlia, un’amante, una sorella, una ex.

Magari in famiglia, perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore.

La uccide perché la considera una sua proprietà, perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, e sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.

E noi che siamo ingenue, spesso, scambiamo tutto per amore.

Ma l’amore, con la violenza e le botte non c’entrano un tubo.

L’amore, con gli schiaffi e i pugni c’entra come la libertà con la prigione.

Noi, a Torino, che risentiamo della nobiltà reale diciamo che è come passare dal risotto alla merda.

Un uomo che ci mena non ci ama, mettiamocelo in testa, salviamolo nell’hard disk.

Vogliamo credere che ci ami, bene, allora ci ama male.

Non è questo l’amore.

Un uomo che ci picchia è uno stronzo, sempre, e dobbiamo capirlo subito, al primo schiaffo, perché tanto arriverà anche un secondo, e un terzo, e un quarto.

L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe le costole, non lascia lividi sulla faccia.

Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti. No, ne abbiamo una sola.

Non buttiamola via.”

Dal monologo di Luciana Littizzetto sul palco del Festival di Sanremo 2013.

https://hashtagcomunicazione.com

Capire e cambiare la politica; di Lia Tommi

Un atteso e gradito ritorno nel prossimo appuntamento dei Giovedì culturali: il professor Gianfranco Pasquino, tra i politologi più autorevoli e apprezzati del nostro Paese, presenterà un suo importante volume, uscito a inizio anno, e dialogherà con il pubblico riflettendo sugli ultimi decenni della vita politica italiana, fino ad arrivare al nostro presente particolarmente inquieto.

Il libro, intitolato Bobbio e Sartori. Capire e cambiare la politica [EGEA Università Bocconi Editore, 2019] è dedicato ai due giganti della Scienza Politica, che hanno dato contributi scientifici inestimabili e sono stati per decenni “intellettuali pubblici” ascoltati e apprezzati in ambito nazionale e internazionale. Due “classici” che continuano a comunicare con tutti noi, cittadini d’Italia e d’Europa, con parole che non perdono certo di significato e di rilevanza. Molto possiamo e anzi dobbiamo ancora trarre dai loro insegnamenti.La riflessione si concentrerà poi sull’attualità politica, dalla fine della cosiddetta Prima Repubblica (a venticinque anni dalla “discesa in campo” di Silvio Berlusconi) fino alle vicende degli ultimi mesi e alle prospettive future del Paese.

Appuntamento dunque GIOVEDI 6 GIUGNO 2019, ore 19.00- 22,30 (con pausa buffet alle 20,30) per la conferenza dal titolo CAPIRE E CAMBIARE LA POLITICA. La riflessione di Bobbio e Sartori e la storia politica italiana degli ultimi venticinque anni.

Relatore, come detto, sarà GIANFRANCO PASQUINO, Professore Emerito di Scienza politica nell’Università di Bologna.

Introdurrà la conferenza e modererà il dibattito Giorgio Barberis, professore di Storia del Pensiero Politico presso l’Università del Piemonte Orientale.

L’ incontro si terrà all’ Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria, Piazza Fabrizio De André, 76 – 15121 Alessandria T +39.0131.222474 – http://www.culturaesviluppo.it

Theophilus North: l’arlecchino di Newport

dsc02031

Ah, i ruggenti anni venti, l’età del jazz, delle flapper girls e del proibizionismo. L’epoca in cui giovani avventurieri si mettevano in viaggio con l’arrivo della bella stagione, per conquistare cuori e ori. Lo scrittore Thornton Wilder trasporta il lettore nella Newport di quel tempo, invitandolo ad esplorarla in compagnia dell’esplosivo e arguto Theophilus North.
Theophilus è una sorta di prodigioso arlecchino, capace di cavarsela in ogni situazione e di risolvere intrecci apparentemente insolvibili. Avrebbe voluto intraprendere almeno nove professioni, tra cui quella di mago e di detective, ma ha finito con l’accontentarsi del ruolo di educatore. Almeno fino al momento in cui, un’estate, ha deciso di partire all’avventura e di scoprire tutte le meraviglie di Newport. Secondo North, questo vivace centro è diviso in più cittadelle, tutte da scoprire per incontrare diverse classi sociali e personaggi interessanti.

Il nostro eroe, sfruttando la sua erudizione, ma anche la sua faccia tosta, si offre come lettore e insegnante di diverse discipline: i suoi svariati incarichi, danno vita ad altrettante vicissitudini. Theophilus riesce sempre a far buon viso a cattivo gioco, vestendo, di la in volta, i panni dell’investigatore, dello psicologo o, più spesso, della simpatica canaglia. Come arlecchino, cambia più di un costume, per aiutare chi ha bisogno di lui o per farsi beffe degli antagonisti che incontra lungo il cammino. Continua a leggere “Theophilus North: l’arlecchino di Newport”

I Clown e la pioggia, di Lorenzo Cusimano

I Clown

di Lorenzo Cusimano

Forza Tintura! Forza Ossigeno!

Su! É ora di toglier via questo vecchio tendone!

È oramai mal ridotto, ci piove dentro, è tutto buchi e non ci bastano più le toppe! Dopo tutti questi anni… ne ha passate tante: il freddo, la pioggia battente, il sole cocente, la neve, la calca della gente fuori per assistere allo spettacolo… quante ne ha passate!

Mah… chissà perché questa decisione di toglier tutto!

Il nostro è uno sporco destino: clown! Inoltre ci tocca anche lavorar duro! Come se non fosse già una faticaccia dover far ridere tutti quei bambini che tanto lieti salgono sugli spalti per vedere noi! E noi? Siamo solo clown, o buffoni, capaci di far ridere e regalare un sorriso, regalare un fiore uscito da una manica di una giacca sgualcita e mal concia o da una scarpa. Siamo noi a cadere per rialzarci tra le risate del pubblico; siamo noi a bagnarci, a correre, a ruotare intorno, a saltare. Continua a leggere “I Clown e la pioggia, di Lorenzo Cusimano”

In viaggio con te.

a mia madre

In viaggio con te

partiamo all’ improvviso

quando arriviamo sembra il paradiso…

Quando leggono i miei testi

dal tuo viso scendono lacrime a fiumi…

Le tue lacrime entrano dentro di me

e mi travolgono il cuore

mio dolce amore…

Una valle di lacrime densa che nel mio animo

crea una dolce tempesta…

Una valle di felicita’

dove dopo questo lungo viaggio i nostri cuori

vanno a riposare felici e gaudenti

le lacrime dal tuo cuore

sgorgano e catturano i miei occhi

in un mare vasto.

.

Cucinare è bello, ma attenzione ai rischi di mangiare l’impasto crudo

medicina-online-cucinare-dolci-zucchero-cucina-ricetta-dieta-light-impasto-pasticceria-donna-fornelli-ingredienti-farcitura-nutella-biscotti-torta

di Staff. di Medicina OnLine

Cucinare dolci, pasta e biscotti in casa è una bellissima passione in cui confluiscono il buon gusto e la creatività tipica degli italiani, ma attenzione allacattiva abitudine di mangiare l’impasto crudo prima di metterlo in forno: può essere dannoso per la salute, dal momento che la farina può ospitare un tipo di batterio, l’Escherichia Coli, in agguato in ambienti umidi come la carne per hamburger e le verdure a foglia verde ma che può anche prosperare in contesti aridi, secchi, come quello di un impasto per dolci. Questo batterio vive normalmente nel nostro intestino, ma in alcuni casi si rende responsabile di malattie intestinali ed extra-intestinali, come infezioni del tratto urinario, meningite, peritonite, setticemia e polmonite. Ad evidenziare il pericolo del cibo crudo è una ricerca diretta dal dott. Samuel J. Crowe, dei Centers for Disease Control and Prevention Usa, pubblicata il 23 novembre sul New England Journal of Medicine. Continua a leggere “Cucinare è bello, ma attenzione ai rischi di mangiare l’impasto crudo”

Amante del mio cuore.

la ferita

 

Cara amante del mio cuore

sei tu il mio splendore

ti amo a tutte le ore

mi appari come le nuvole

su nel cielo…

Il tuo amore è senza velo

chiaro e limpido come l’ acqua

di un ruscello di montagna…

Con te il mio cuore ci guadagna

con te il mio viso si bagna d’ amore

e da quelle gocce bagnate

esce il tuo nome

che è inciso nel mio cuore…

RICOMINCIARE, E’ LA PRIMAVERA A NOVEMBRE, di Lorella Ronconi

ric 1a img-20171021-wa0003793813577-e1510427678464

di Lorella Ronconi

“Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita.
Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta.
Che uno dice: è finita.
No, non è mai finita per una donna.
Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.
Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia.
Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l’esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola.
Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare.
Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai.
E sei tu che lo fai durare.
Continua a leggere “RICOMINCIARE, E’ LA PRIMAVERA A NOVEMBRE, di Lorella Ronconi”

THE PLACE. TRA SCELTE E DESIDERI

The Place1 dicembre 2017

Il posto: sempre quello, l’ultimo tavolo di un caffè in città. I personaggi: un via vai di gente che entra ed esce nel locale, per parlare con lui. Lui pronto ad esaudire i desideri di otto personaggi, chiedendo loro di svolgere dei compiti. É così che si apre il nuovo film di Paolo GenoveseThe Place” tratto dalla serie “The book at the end”.

Ma cosa sono disposti a fare gli otto protagonisti pur di ottenere quello che vogliono? Il filmcerca di dare una risposta proprio a questo interrogativo, fino a trascendere il concetto di giusto e sbagliato, in un vortice che trascina verso il relativismo, ribaltando il classico concetto di morale. A volte ciò che sembra deplorevolmente sbagliato è presentato in un’ottica tale da sembrare quasi giustificabile.

I personaggi si trovano a fare i conti con loro stessi, con i loro dubbi; si interrogano sulle loro convinzioni, sono chiamati ad un’autoanalisi che non si aspettavano di dover compiere ma che sono costretti a fare. Un film che fa riflettere e che ti porta a chiedere “cosa avrei fatto io per essere felice?”. Continua a leggere “THE PLACE. TRA SCELTE E DESIDERI”

Il coraggio di saper perdere

ingersoll-sconfitta

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Nella vita un po per tutti, anche se chi più e chi meno, ci possono essere alti e bassi, accadimenti e situazione diverse, nelle quali ci si demoralizza, oppure ci si esalta facilmente come del resto è nel carattere degli italiani.

A ben vedere però, “ci vuole più coraggio sapere accettare una sconfitta, che gioire per una vittoria”.

I popoli imparano più da una sconfitta, che non i re dal trionfo.

Giuseppe Mazzini.

Essere capaci di sorridere dopo una sconfitta è la migliore vittoria.

Anonimo.

foto: aforismario.net

Tipi di frutta secca: nomi, quali scegliere, quanta al giorno, calorie e proprietà

tipi di frutta medicina-online-nocciole-noci-prugne-mandorle-castagne-frutta-secca-dieta-quale-scegliere-marche-biologica-calorie-proprieta-fa-bene-fa-ingrassare-dieta-dimagrire-cibo-mer

di Staff. di Medicina OnLine

La frutta secca è oggi molto diffusa, e specialmente nei mesi autunnali ed invernali viene consumata in quantità elevate. Ricca di sali minerali, di vitamine e di grassi “buoni”, la frutta secca è la soluzione perfetta per integrare la colazione e grazie alle sostanze nutritive che essa contiene crea quel mix di salute e benessere essenziale specialmente quando la giornata si prevede molto impegnativa.

Come consumare la frutta secca?

La frutta secca può essere consumata da sola, oppure assieme ad un panino con la marmellata, con una spremuta per integrare la vitamina C, con uno yogurt (ed in quest’ultimo caso è anche perfetta da aggiungere direttamente nello yogurt). I Italia molti tipi di frutta secca vengono comunemente usati per molte gustose ricette culinarie o di pasticceria. Continua a leggere “Tipi di frutta secca: nomi, quali scegliere, quanta al giorno, calorie e proprietà”

GARDELLA visto da Gardella – p.1° Introduzione

JacopIgna 150.jpg

Memoria sulla Conferenza “Architettura di Ignazio Gardella in Alessandria prima e dopo il secondo conflitto mondiale” tenuta dal prof. arch. Jacopo Gardella per l’inaugurazione della Sede dell’Ordine Ingegneri “Casa Ex Impiegati Borsalino”

ing. Gregorio Marafioti presidente dell’Ordine (2005-2009)

        Ho conosciuto Jacopo Gardella nell’aprile 2007 durante la giornata celebrativa del centenario dello “Scolastico” di Tortona, edificio progettato dal nonno ing. Arnaldo Gardella che, con l’ing. Martini, aveva vinto, nei primi anni del 1900, il concorso di progettazione bandito dal Comune di Tortona.

In quella occasione l’ho informato che l’Ordine degli Ingegneri di Alessandria aveva in corso di esecuzione i lavori di ristrutturazione interna e restauro filologico – necessari per trasformare i locali in sede dell’Ordine – di due unità immobiliari contigue poste al Piano Rialzato lato Est della “Ex Casa di abitazione per Impiegati Borsalino” – progettata dal padre Ignazio Gardella. Gli ho quindi chiesto la disponibilità a presenziare all’inaugurazione della sede, che si sarebbe svolta all’inizio dell’anno successivo.

Jacopo Gardella, uomo di squisita cortesia e signorilità, ha immediatamente accettato e si è reso anche disponibile a fornire “un piccolo contributo mediante un commento storico-critico sulle opere di mio padre presenti in città, avvalendomi anche di proiezioni”. Ha inoltre consentito all’Ordine di visionare le tavole originali del progetto dell’Edificio (complete di schizzi e note), conservate presso lo CSAC Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma.

Così il 23 febbraio 2008 Jacopo Gardella ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della sede dell’Ordine degli Ingegneri, nel corso della quale ha tenuto una conferenza sulle architetture di Ignazio Gardella in Alessandria, della quale ha successivamente inviato il testo scritto.

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA
23 FEBBRAIO 2008 – INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE
Jacopo Gardella: Architettura di Ignazio Gardella in Alessandria
prima e dopo il secondo conflitto mondiale

L’evento veniva così da me presentato: “Abbiamo voluto dare il massimo rilievo all’inaugurazione della sede dell’Ordine perché si tratta di una sede molto prestigiosa. Non nascondiamo di essere orgogliosi di poter svolgere il ruolo pubblico che ci compete nei locali di una delle più celebrate opere di Ignazio Gardella – La Casa per Impiegati della Borsalino – riconosciuta da critici e storici dell’arte, a livello internazionale, un capolavoro dell’architettura del ‘900. Questa è una buona occasione per ricordare e rendere omaggio ad un grande ingegnere-architetto, Ignazio Gardella, un ingegnere con una forte vocazione per l’architettura o, se si preferisce, un architetto con una formazione universitaria di tipo ingegneristico. A questo scopo abbiamo invitato il prof. Jacopo Gardella, certamente il più qualificato per presentare l’opera dell’illustre genitore.” Continua a leggere “GARDELLA visto da Gardella – p.1° Introduzione”

Fondazioneluigilongo Alessandria: L’anima della città è ormai dispersa

Fondazioneluigilongo Alessandria: L’anima della città è ormai dispersa

Nella ricerca dell’identità dei luoghi e della specificità delle singole aree in cui si articola il territorio cittadino, si discute della perdita dei confini urbani e dell’impossibilità di tracciare categorie spaziali e sociali definite entro le quali scomporre la realtà su cui poi occorre intervenire. [..]

Fondazione Luigi Longo

Certo, intorno alle zone storiche premono i territori senza specificità, i centri commerciali, i luoghi di cui sfugge il senso normativo e l’identità, segnati dalla pertinenzialità, dall’incompiutezza, dalle deprivazioni, ma il senso di smarrimento di chi percorre o abita tali spazi si confronta con la percezione del falso e dell’illusorio che attraversa ormai l’intero centro urbano.

Nel prendere atto di una realtà in cui non ha più senso contrapporre un nucleo principale nobile, cuore dell’arte, dello spirito e della bellezza, a una marginalità depauperata e minore, dal momento che i centri storici diventano sempre più inautentici, concentrati sull’apparenza e sul piacere più evanescente e superficiale, si incomincia a delineare un percorso di analisi che allenta la presa sulle schematizzazioni sia di natura sociologica sia urbanistica che si sono delineate. Continua a leggere “Fondazioneluigilongo Alessandria: L’anima della città è ormai dispersa”

High voltage, di Cristina Saracano

Martedì 4 giugno, alle ore 21, presso l’aula magna dell’Itis Volta di Alessandria, lo spettacolo teatrale a cura della Compagnia del Carciofo “High Voltage”, di Martina Lenti, autrice e regista, consulente alla regia Edgardo Rossi, fotografia Enrico Barbetti, riprese Fabio Lenti, grafica e disegno Daniele Giolito, assistenza e supporto alla regia Marcella Madaro e Graziella Sotgiu.

Non mancate!

Sergio Mattarella: “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”

Sergio Mattarella: “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella cerimonia di premiazione degli studenti vincitori del concorso dal titolo “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”

Palazzo del Quirinale, 29/05/2019

Un benvenuto a tutti al Palazzo del Quirinale. Complimenti ai premiati, ai bambini, ai ragazzi e ai loro docenti.

Ringrazio il Ministro dell’Istruzione e il Presidente onorario dell’ANPI.

Il tema scelto quest’anno è molto bello e significativo. Vi siete confrontati con un tema impegnativo. Conoscere, capire, amare e riflettere sui doveri della Costituzione – che la Costituzione stessa richiama – è un modo importante per ricordare la Liberazione.

Questo incontro si collega al 25 aprile. Quest’anno il calendario ha indotto lo spostamento in avanti dell’incontro che tradizionalmente avviene appena prima o appena dopo il 25 aprile, ma siamo comunque riusciti a farlo prima che l’anno scolastico si concludesse.

È un bel modo di sottolineare quell’evento: la liberazione da cui è nata la nostra Costituzione, la nostra democrazia.

Avete riflettuto sui doveri che la Costituzione richiama, in base ai suoi valori: la libertà, l’uguaglianza nei diritti fondamentali, la solidarietà che è stata già evocata bene questa mattina.

Nel passato recente, in quel 25 aprile del 1945, l’Italia ha visto il contrario di questi valori: dittatura, soppressione di alcuni diritti fondamentali, guerra, occupazione da parte degli eserciti stranieri. Una condizione di dolore e sofferenza. Continua a leggere “Sergio Mattarella: “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione””

Momenti di poesia. Tu, compagna dei miei giorni, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Tu, compagna dei miei giorni, di Cesare Moceo

Buongiorno a tutti…è buona domenica

aaa 61570588_2058645054261397_2274233102182121472_n-1.jpg

Tu, compagna dei miei giorni

“Se siete fortunati a trovare un amore, ricordatevi che é là,non buttatelo via”
(Stephen Hawking)

E tu

tu scivola sempre dolce sui fogli

mia penna

tu che rimani l’unica compagna
delle mie notti d’insonnia

e dividi ancora nei dì
gli attimi dei miei tormenti

raccontando al mondo
ogni mia emozione

nel ricordo dei giorni
vissuti tra le mie dita

quando insieme
finivamo inermi a pensare

tu consumata d’inchiostro
io consumato d’angosce

Noi due sognanti altre rime

a venirci incontro
nelle paure e nelle afflizioni
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. LA GIOIA DI UNA MAMMA, di Lucia Centofanti

Momenti di poesia. LA GIOIA DI UNA MAMMA, di Lucia Centofanti

Rodolfo Lettore

#MAMMA

LA GIOIA DI UNA MAMMA di Lucia Centofanti

Il cuore di una mamma
è un cuore che si ferma
quando ha una preoccupazione.
I figli sono pezzi o porzioni intere,
di cuore .
Le mamme
sono un legame speciale
un fatto naturale
un compito che la vita
fa assumere a donne
che spesso si sentono temerarie,
superano tante paure
per i propri figli ,
la felicità di averli
è un dono
ed è quello che basta.

Momenti di poesia. Sono un pensiero, di Loredana Mariniello

Momenti di poesia. Sono un pensiero, di Loredana Mariniello

61631772_2513065182058500_2532039574981443584_n.jpg

Sono un pensiero,

come un sensuale

brivido, dagli occhi

scivolo nudo

lungo le vertebre

della tua schiena.

Un insano desiderio

di possesso

di quel diamante

limpido e puro

effigie di un amore raro

Per te, io non sono

che veleno amaro

da mandar giù

in fretta, per lesto

toglier via

quel sapore cattivo

dalla tua bella

bocca bambina Continua a leggere “Momenti di poesia. Sono un pensiero, di Loredana Mariniello”

Mattarella: «Il 2 giugno è la Festa degli Italiani, è il simbolo del ritrovamento della libertà e della democrazia da parte del nostro popolo»

Mattarella: «Il 2 giugno è la Festa degli Italiani, è il simbolo del ritrovamento della libertà e della democrazia da parte del nostro popolo»

Presidente_Sergio_Mattarella.jpg

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rivolto il suo saluto a tutti gli italiani per la Festa della Repubblica in occasione del tradizionale concerto che il Capo dello Stato offre al corpo diplomatico accreditato in Italia. L’Orchestra Giovanile Italiana, diretta dal Maestro Marco Angius, si è esibita nell’esecuzione di Rendering, una delle opere del catalogo di Luciano Berio, composta tra il 1989 ed il 1990 partendo dagli appunti di Schubert per una mai realizzata Decima Sinfonia e dellaSinfonia n. 7 op. 92 di Ludwig van Beethoven.

Il concerto, che si è svolto nel Salone dei Corazzieri al Quirinale, è stato trasmesso in diretta da Rai Uno.

Presenti il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Presidente della Camera, Roberto Fico, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il Presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, il Nunzio Apostolico in Italia, Emil Paul Tscherrig, rappresentanti del Governo, il corpo diplomatico accreditato presso lo Stato Italiano.

Quirinale, 01/06/2019 https://www.quirinale.it

foto: it.wikipedia.org

 

Non sono una donna addomesticabile, di Cristina Saracano

L’associazione”PienamenteSconnessi” propone, martedì 4 giugno alle 15,30 presso il teatro Parvum di Alessandria, via Mazzini 85, una rappresentazione sulla vita di Alda Merini, “Non sono una donna facilmente addomesticabile”.

Come spiega il titolo, si affronteranno le problematiche delle persone che, causa esperienze traumatiche, sensibilità, incomprensioni, devono fare i conti con il malessere oscuro chiamato depressione e da cui, nel corso degli anni e dei cambiamenti, anche grazie alla legge Basaglia, risulta attualmente più facile da affrontare, anche se pur sempre con molti interrogativi e paure.

Il silenzio

Lajatico_teatro_del_silenzio

Il silenzio entra freddo in questa stanza

come se fosse vuota, priva di vita

senza amore ma neppure odio…

Ti senti vuoto

nessun suono emana il tuo cuore

vie vuote dentro il tuo animo freddo

come il primo gelo d’inverno.

L’indifferenza è dentro te

come se si fosse impadronita del tuo animo

incatenandolo ad una fredda porta…

Ma un giorno il sole dentro di te riappare

l’indifferenza all’improvviso scompare

dentro di te l’animo freddo si scalderà

e l’amore tornera’.

foto: Wikipedia

 

 

Momenti di poesia. FRECCE TRICOLORI, (2 giugno) di Roberto Busembai Errebi

Momenti di poesia. FRECCE TRICOLORI, di Roberto Busembai Errebi

Blog personale

Roberto Busembai Errebi

62134397_2474075342820892_2252870480312664064_n.jpg

FRECCE TRICOLORI (2 giugno)

Sono frecce tricolori
su un fondo azzurro,
sono fumi rossi, verdi, e bianchi
contorni colorati,
sono frecce dentro il cuore
ormai superate
senza più un colore vero
un tricolore sano,
sono frecce tricolori
i sogni evaporati
le libertà corrotte
le intolleranze,
le discriminazioni,
sono frecce tricolori
sopra noi milioni
di passanti sopra una nazione,
sensa più un colore
rosso, verde e soprattuto bianco.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

Fabio Avena: Istantanee di momenti in costante divenire

Aforismi, poesie, racconti di vario genere, umorismo, riflessioni, pensieri trascritti in topici momenti di introspezione e crescita interiore, dalla giovinezza all’età più matura (dal 2001 al 2019). Piccole perle di saggezza e profondità introspettiva si alternano ad improvvisazione stilistica in versi o prosa.

61758006_646515542442353_7443252961909669888_n

Tematiche di rilievo sociale, spiritualità, dinamiche interpersonali si intervallano a sano humour, sarcasmo, autoironia in genuina spontaneità.

Percezioni empatiche, emozioni profonde in istantanee dal quotidiano nella dinamicità di un ex ballerino di Street dance.

Animo sensibile, tempratosi nel tempo in una continua maturazione interiore attuata giorno per giorno; vera e propria metamorfosi evolutiva avvenuta nel corso degli anni e nella scrittura stessa. In graduale crescita, costante mutamento positivo.

Libro di 558 pagine, che è al contempo compendio e contenitore di peculiari scritti partoriti tra i sentieri della mia anima, della mia psiche, del mio cuore, in una profonda ricerca interiore attuata nella solitudine, nei silenzi, nei travagli evolutivi di un giovane uomo in cammino.
https://www.amazon.it/dp/1091672644/ref=la_B07KYT9BV8_1_3…
https://books.mondadoristore.it/Istantanee-Momenti-Cost…/…/…
#fabioavena

Cinema&Spettacolo. Il gioco delle coppie di Olivier Assayas. Recensione di Maurizio Coscia.

Scritto e diretto da Olivier Assayas, Il gioco delle coppie, è un film particolare, ma di una certa attualità che porta a fare alcune riflessioni sulla cosiddetta editoria digitale: vale la pena leggere e trarre esclusivamente informazioni sul e dal web, rinunciando al piacere della lettura sulla carta stampata? L’editoria digitale stravolgerà in futuro completamente i rapporti tra editore e scrittore e lettore? E si può considerare un fenomeno destinato a prendere sempre più piede con la completa sostituzione di ciò che è stampato su carta con la pubblicazione digitale? L’ebook di un romanzo, avente un costo decisamente inferiore alla sua versione cartacea, può essere considerato, solo sulla base di tale criterio economico, una sua valida alternativa? …
Potrei andare avanti, citando anche varie “preziosità” che ho notato nel lungometraggio legate al modo di vestire, atteggiarsi ed interagire dei vari personaggi che, a mio parere, sono da attribuirsi alla maestria dell’autore-regista nel caratterizzarli, ma preferisco non approfondire perché mi rendo conto che, comunque, rimangono qualcosa dipendente, nella loro significatività, dal mio punto di vista interpretativo. Ne cito solo la presenza, al fine di stimolare la visione del film.

Il gioco delle coppie

 

L’autore di questo articolo è Maurizio Coscia, scrittore del libro “Il Viaggio di Simone

Pagina facebook del libro: https://www.facebook.com/Evan-Jung

Alessandria Cerciello blogger entra nella redazione di Alessandria today

Alessandria Cerciello blogger entra nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia della blogger Alessandria Cerciello che da oggi entra a far parte della redazione del blog. Alessandra gestisce anche il blog  https://evagiasapeva.home.blog 

Alessandra Cerciello foto.jpeg

Biografia:

Sono Alessandra Cerciello, vivo nella provincia di Napoli.  Sono laureata in Scienze della Comunicazione e sto continuando a specializzarmi nel settore dei social media.

Lavoro, Bergesio (Lega), preoccupazione per esuberi Grancasa, salvaguardare lavoratori

Lavoro, Bergesio (Lega), preoccupazione per esuberi Grancasa, salvaguardare lavoratori

Bergessio

Cuneo, 31 mag – “Esprimo preoccupazione per le notizie relative alla situazione del gruppo Grancasa, azienda leader nella grande distribuzione in diversi settori, tra le più importanti realtà di Ceva, in provincia di Cuneo, e rilevante per l’economia di tutto il territorio, oggi alle prese con una procedura di licenziamento collettivo che riguarda 158 dipendenti del gruppo. Purtroppo, il tavolo ministeriale svoltosi alcuni mesi fa non ha portato risultati positivi nei confronti dei 158 dipendenti impattati dalle procedure di licenziamento, su un totale di circa 954, né per i dipendenti al momento non inclusi nella procedura, ma che accusano mancanza di prospettive lavorative sicure. Nella sola Ceva, sono previsti 7 esuberi su 31 dipendenti. Ho presentato un’interrogazione al Mise al fine di sapere quali iniziative siano previste per salvaguardare i livelli occupazionali del gruppo e tutelare il futuro dei dipendenti. Esprimo vicinanza alle persone coinvolte da questa vicenda: massimo impegno per difendere i lavoratori e i posti di lavoro”.

Lo dichiara Giorgio Maria Bergesio, senatore piemontese della Lega.

Ufficio Stampa Lega Senato

ROMA OGGI, di Silvia De Angelis

buche

Quanno cammini su li tacchi disinvorto

devi da guardà bbene n’do diriggi er piede

visto ch’oramai er zolo

d ‘a capitale è der tutto disconneso

e nun ciai più possibilità

d’ arivà a casa tua

co ‘  l’ossa sane

E’ inutile guardà per tera

perché er trabocchetto

è niscosto drento ‘na radice

che t’adesca come ‘na piovra

quanno nun te n’avvedi

oppure sur travaso

de ‘na buca  ch’è diventata

 ‘nforo ‘mmenzo

e nun aspetta artro

che ce caschi tutto ‘ntero Continua a leggere “ROMA OGGI, di Silvia De Angelis”

Provincia, aumentano i buoni pasto e poi c’è l’integrativo. Mentre i conti non sono ancora a posto…

Provincia, aumentano i buoni pasto e poi c’è l’integrativo. Mentre i conti non sono ancora a posto…

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

palazzo-ghilini.jpg

Aumento a sei euro del valore dei buoni pasto, dal mese di luglio, per i dipendenti della Provincia di Alessandria e firma della ipotesi di accordo integrativo che prevede «la ripartizione delle risorse disponibili per la contrattazione integrativa tra le diverse modalità di utilizzo».

Nel documento, sottoscritto dalle organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl (manca la firma della Uil) e Csa, sono definiti i campi di applicazione, i criteri di riparto del Fondo risorse decentrate (quantificato per il 2019 in oltre un milione e settecentomila euro), la progressione economica orizzontale (la somma destinata per quest’anno è di 21.500 euro).

Fin qui quello che è accaduto a Palazzo Ghilini è un ordinario atto interno. L’unica nota che a qualche dipendente è apparsa un po’ stonata è invece relativa alla tempistica. Tutto è accaduto il 20 maggio, a ridosso del consiglio provinciale che doveva approvare il Documento unico di programmazione (Dup) 2019 – 2021 insieme agli schemi del bilancio di previsione 2019 – 2021 e delle elezioni di domenica 26 maggio. Continua a leggere “Provincia, aumentano i buoni pasto e poi c’è l’integrativo. Mentre i conti non sono ancora a posto…”

Concerto alla Benedicta il 2 giugno

Concerto alla Benedicta il 2 giugno

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Bebedicta.jpg

Domenica 2 giugno 2019 ore 15:00

La 14a edizione del Concerto che celebra la Repubblica sui monti in cui essa nacque dal sacrificio di tanti giovani per un’Italia finalmente in pace, libera, indipendente, democratica e solidale, è affidata agli artisti e musicisti del Teatro alla Scala di Milano.

Quest’anno la domenica del Concerto cade esattamente il 2 giugno, come peraltro la domenica dell’anniversario è caduta esattamente il 7 aprile, giorno dell’eccidio: casualità del calendario.

Ai partecipanti abituali e fedeli facciamo notare che l’orario di inizio è anticipato rispetto alle precedenti edizioni: si comincia alle 15:00. Continua a leggere “Concerto alla Benedicta il 2 giugno”

Monastero B.da: sabato 1 giugno si inaugura la mostra dedicata a Pietro Morando

Monastero B.da: sabato 1 giugno si inaugura la mostra dedicata a Pietro Morando

da: https://www.settimanalelancora.it

1

Monastero Bormida. Sabato 1 giugno alle ore 17, presso il castello medioevale di Monastero Bormida, si terrà l’inaugurazione della antologica dedicata al grande pittore alessandrino Pietro Morando, nel quarantennale della scomparsa.

Sono oltre 100 le opere di Morando – a cui si aggiunge una selezione di disegni – esposte nei due grandi saloni al secondo piano del castello. Un percorso completo che ha come punto di partenza gli esordi divisionisti sulla scia dei maestri alessandrini Morbelli e Pellizza, a cui lo legavano l’interesse per gli umili e i diseredati, e prosegue con le drammatiche, talvolta tragiche, immagini dei suoi disegni di guerra combattuta in trincea e della sua detenzione nel campo di concentramento ungherese di Negimegier. La mostra presenta in seguito le opere del primo dopoguerra quan¬do, dopo una breve fase futurista, Morando aderì al clima del “ritorno all’ordine” entrando in dialettica con le opere dell’amico Carrà […]

Morando 2

La mostra resterà aperta fino all’11 agosto il sabato dalle ore 16 alle 20, la domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20, oltre a visite per gruppi durante la settimana, da prenotare alle mail: info@comunemonastero.at.it e museodelmonastero@gmail.com.

Il nulla d’ogni cosa fra le stelle, di Irene Rapelli

Il nulla d’ogni cosa fra le stelle, di Irene Rapelli

Schermata 2019-06-01 a 08.54.37

Il nulla d’ogni cosa fra le stelle
a poco a poco rinfocola braci
d’aironi cavalcati sotto pelle
beccando dove siano più rapaci

come nei più selvaggi, colmi baci
d’esperte muse, di fertili ancelle
i ciocchi che riattizzano fornaci
pungendomi le grate, somme celle

di parti moribonde, di note arse
guarite in coma, ombre naturali
di rimpatri all’azzurro la cui pace

come la guerra nell’eterno tace
truccata in bianco e nero, tra fanali
d’incomprensibili parole e farse.

https://ilcielostellatodentrodime.blog

Il capolavoro “Sul Fienile” di Giuseppe Pellizza torna in mostra nel suo studio di Volpedo

Il capolavoro “Sul Fienile” di Giuseppe Pellizza torna in mostra nel suo studio di Volpedo

Scritto da http://artemagazine.it/

Dal 2 al 30 giugno 2019, nello studio del pittore, donato dalle figlie al Comune di Volpedo e aperto al pubblico grazie alla Associazione Pellizza da Volpedo onlus, viene esposta una delle più importanti opere divisioniste in collezione privata dell’artista

Pellizza

Giuseppe Pellizza da Volpedo, “Sul fienile”, olio su tela, 133×243,5 cm. Collezione privata

ALESSANDRIA – Torna nel luogo dove fu concepita e dipinta da Giuseppe Pellizza la tela “Sul fienile”, dopo essere stata riportata al suo originale splendore grazie a un attento intervento di restauro e inserita nella sua  cornice originale. 

La mostra, curata da Aurora Scotti,  studiosa dell’opera di Pellizza e autrice del Catalogo generale del pittore alessandrino, e dall’Associazione Pellizza da Volpedo, è organizzata dalle Gallerie Maspes di Milano, col patrocinio del Comune di Volpedo.

Giuseppe Pellizza rimase semprelegato a Volpedo e alla natura circostante, punto di partenza per l’elaborazione della maggior parte delle sue opere.  Continua a leggere “Il capolavoro “Sul Fienile” di Giuseppe Pellizza torna in mostra nel suo studio di Volpedo”