Felicità raggiunta, si cammina… [di Eugenio Montale]

felicità vertigo-leon-spilliaert

da Seidicente

Vertigo – Leon Spilliaert

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO, di rebeccastories

l'eco-controra-rebecca-lena-book-trailer

di rebeccastories

Partecipa al primo book trailer che ha la voce dei lettori! 

COS’E’ UN BOOK TRAILER?

È un video di pochi minuti, esattamente come quello di un film, atto a presentare, pubblicizzare e soprattutto comunicare un libro.

E IL LIBRO?

È il mio, “Racconti della Controra” è inedito e puoi sfogliarlo liberamente a questo link
http://issuu.com/rebeccalena/docs/racconti_della_controra__rebecca_le
In particolare, puoi:
– leggerlo distrattamente, lasciandoti sfiorare dal flusso di parole, dalle atmosfere afose, odorose, malinconiche, violente, meravigliate, oniriche, ansiose, paradossali
– leggerlo con attenzione, spulciando le note in fondo e lasciandoti trasportare dalla narrazione
– scavare fra le righe, ricercando i significati più reconditi e impossibili che ho sepolto apposta per te
– non leggere e guardare solo le figure.
Continua a leggere “L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO, di rebeccastories”

ON EMOTION,di Silvia De Angelis

5286250c7601e878fc69c6faf4f3e50d

Predilige il sogno

mani indaffarate

nelle incorporee fantasie

Il pegno levigato

d’occhi semiaperti

plagia astrali sipari

mai banali

nel confine empireo

d’un altrove

silenziato

dalla caduta d’una lacrima

in sospeso

sul lievitare d’ un’emozione

@Silvia De Angelis 2019

Video della poesia “On emotion”

Performance teatrale ; di Lia Tommi

SOCIETY – HYPOCRISY
Performance di Teatro Fisico di Quizzy Teatro/Stella Nova
7 giugno 2019 – AcquiLimpiadi

Venerdì 7 giugno, in occasione di AcquiLimpiadi, manifestazione organizzata dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Acqui Terme e dal CSI Acqui Terme, debutterà Society – Hypocrisy, performance di Teatro Fisico, ideata e diretta da Monica Massone (Quizzy Teatro), con la supervisione coreografica di Tatiana Stepanenko (Entrée Danza), nell’ambito del Laboratorio Sintetico. In scena: Ivano Antonazzo, Paolo Caliego, Erika Ivaldi, Asia Monti, Andrea Montrucchio, Marco Oliveri, Ariel Paita, Raffaele Pecoraro, Natascia Poggio, Isabella Trinchero, Alice Vacca, Pierangelo Ventimiglia, Giorgia Zunino.
La performance ha uno sviluppo itinerante per cinque stazioni, corrispondenti a ciascun atto dello spettacolo; ogni tappa ha durata di 10 minuti.
Il percorso partirà alle ore 19 in Piazza Italia, per proseguire alle 19:30 in Corso Italia – Salita “Schiavia”, alle 20:00 in Corso Italia – Slargo “Procura”, poi alle 20:30 in Corso Italia – Portici di via “Saracco” e si conclude alle ore 21:00, sul palco, in Piazza della Bollente.

In caso di maltempo, tutte le performance saranno allestite sotto i portici di via Saracco, che collega Corso Italia a Piazza della Bollente.
Il lavoro indaga ciò che pensiamo e proviamo, ma non abbiamo il coraggio di mostrare, di agire, di dire, perché inibiti dalla morale comune, l’intenzione che solitamente viene repressa, censurata o deviata, nell’ambito delle relazioni affettive e professionali.

La performance è strutturata in quattro atti e un finale, stesi su una drammaturgia musicale.

La parte iniziale esplora le dinamiche che tendono a scatenarsi quando il singolo è inserito in contesti di gruppo allargato e pubblico, come la massa, successivamente si espone il concetto di apparenza, le azioni socialmente accettate e approvate, ma che celano una realtà più profonda e individuale, sottomessa alle convenzioni,
realtà che sarà indagine del terzo atto e che condizionerà il ritorno consapevole e modificato alla vita comunitaria, espresso nel finale.
In simultanea alle repliche dislocate, è proiettata in Piazza della Bollente la diretta FaceBook di ogni singola performance e, durante il finale sul palcoscenico, immagini – video elaborate da Ivano Antonazzo.
Scopo della performance è riflettere gli attuali fenomeni sociali considerati più urgenti da parte del gruppo di lavoro Sintetico, nato a ottobre 2018, con l’obiettivo di costituire di un gruppo stabile di ricerca sull’Azione Fisica, per la creazione di spettacoli e performance che abbiano come fulcro l’urgenza di comunicare idee e considerazioni sulla società contemporanea e il sentire sociale.
Partendo dal lavoro che gli attori hanno svolto in sede di produzione della performance, il pomeriggio del 7 giugno, alle ore 16,30, viene proposto, al Centro Sportivo di Mombarone, un laboratorio integrato, dedicato alle tematiche corporee: un percorso immedesimativo sulla fisicità della persona diversamente abile, un modo per entrare in contatto con il suo mondo, attraverso l’esperienza motoria vissuta ogni giorno, e capire insieme ai partecipanti quale sia la visione che la realtà assume da questo punto di vista. Il laboratorio è condotto da Monica Massone – regista di Quizzy Teatro, laureata in Teatro Educativo e Sociale (D.A.M.S.) presso l’Università degli Studi di Torino, diplomata attrice presso l’International Acting School di Roma, specializzazione in Drammaturgia Performativa e Comunitaria presso il CRT di Milano – e Natascia Poggio – danzaterapeuta, diplomata a Genova presso la scuola di Cinzia Saccorotti, specializzata in Danza Movimento Terapia Espressiva, Psicodinamica ed Expression Primitive, con esperienza in diversi ambiti della disabilità mentale e fisica, dal 2010 in Italia e Gran Bretagna.

Per iscrizioni al laboratorio e info contattare: 348 4024894, info@quizzyteatro.it

Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon

Daily

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La lettura dello scoop giornalistico che fece la scorsa settimana il Daily Mirror (uno dei più venduti tabloid inglesi) sulle condizioni di lavoro delle maestranze Amazon a Tilbury nel Regno Unito ad alcuni di noi non lascia per nulla esterrefatti. Forse, qualche giovane rampante presente nell’ultima Leopolda penserà che si tratti di una delle solite fake news costruite artatamente dagli scherani di Putin o da qualche complottista grillo-leghista per insudiciare il generoso apporto del capitale d’oltreoceano in qualità di creatore di posti di lavoro nella vecchia Europa. Sinceramente, vorremmo anche noi che lo fosse. Purtroppo, il prestigio della stampa britannica, le doti “atletiche” di Alan Selby (l’inviato del Mirror), nonché la documentazione fotografica, complessivamente ci induce a pensare che il tutto corrisponda a verità.  Non ci sarebbe altro d’aggiungere se non una inquietante analogia con il passato.

A metà degli anni 30, George Orwell fu “ingaggiato” da un noto quotidiano britannico affinché svolgesse un’indagine sulle condizioni di vita dei minatori inglesi nella regione industriale delle Midlands. Ne sortì un libro “The Road to Wigan Pier” (La strada che porta al molo di Wigan), ove lo scrittore scozzese non si fece scrupolo di denunciare il degrado in cui viveva la classe operaia del tempo e lo sfruttamento a cui era sottoposta. Ma fu altrettanto severo con quella che lui ritenne “l’indifferenza” dei sindacati e la “spocchia” dei burocrati Labouristi. Il partito reagì in modo furente “censurando” l’opera e ostracizzando Orwell. Lo stesso accadde, sebbene in misura minore, non appena fu pubblicato 1984. Continua a leggere “Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon”

Dai campi alla tavola ; di Lia Tommi

Il convegno “Dai campi alla tavola: un percorso consapevole”, si terrà sabato 8 giugno alle ore 15.00 presso l’Auditorium Comunale di Alluvione Piovera, organizzato dai Giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria.

Interverranno il dott. Gabrio Secco con “La corretta alimentazione”, il dott. Giancarlo Nervi con “La sicurezza alimentare”, il dott. Stefano Bergaglio con “La valorizzazione del territorio” ed alcuni giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria con “Vantaggi nel sostenere un’economia locale”.

Il tutto moderato dal dott. Alessandro Calvi di Bergolo, presidente dei Giovani di Confagricoltura Anga di Alessandria e membro del Comitato di Presidenza Nazionale della stessa associazione.

Non è questo l’amore, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione

“In Italia, in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, una compagna, una figlia, un’amante, una sorella, una ex.

Magari in famiglia, perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore.

La uccide perché la considera una sua proprietà, perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, e sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.

E noi che siamo ingenue, spesso, scambiamo tutto per amore.

Ma l’amore, con la violenza e le botte non c’entrano un tubo.

L’amore, con gli schiaffi e i pugni c’entra come la libertà con la prigione.

Noi, a Torino, che risentiamo della nobiltà reale diciamo che è come passare dal risotto alla merda.

Un uomo che ci mena non ci ama, mettiamocelo in testa, salviamolo nell’hard disk.

Vogliamo credere che ci ami, bene, allora ci ama male.

Non è questo l’amore.

Un uomo che ci picchia è uno stronzo, sempre, e dobbiamo capirlo subito, al primo schiaffo, perché tanto arriverà anche un secondo, e un terzo, e un quarto.

L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe le costole, non lascia lividi sulla faccia.

Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti. No, ne abbiamo una sola.

Non buttiamola via.”

Dal monologo di Luciana Littizzetto sul palco del Festival di Sanremo 2013.

https://hashtagcomunicazione.com

Capire e cambiare la politica; di Lia Tommi

Un atteso e gradito ritorno nel prossimo appuntamento dei Giovedì culturali: il professor Gianfranco Pasquino, tra i politologi più autorevoli e apprezzati del nostro Paese, presenterà un suo importante volume, uscito a inizio anno, e dialogherà con il pubblico riflettendo sugli ultimi decenni della vita politica italiana, fino ad arrivare al nostro presente particolarmente inquieto.

Il libro, intitolato Bobbio e Sartori. Capire e cambiare la politica [EGEA Università Bocconi Editore, 2019] è dedicato ai due giganti della Scienza Politica, che hanno dato contributi scientifici inestimabili e sono stati per decenni “intellettuali pubblici” ascoltati e apprezzati in ambito nazionale e internazionale. Due “classici” che continuano a comunicare con tutti noi, cittadini d’Italia e d’Europa, con parole che non perdono certo di significato e di rilevanza. Molto possiamo e anzi dobbiamo ancora trarre dai loro insegnamenti.La riflessione si concentrerà poi sull’attualità politica, dalla fine della cosiddetta Prima Repubblica (a venticinque anni dalla “discesa in campo” di Silvio Berlusconi) fino alle vicende degli ultimi mesi e alle prospettive future del Paese.

Appuntamento dunque GIOVEDI 6 GIUGNO 2019, ore 19.00- 22,30 (con pausa buffet alle 20,30) per la conferenza dal titolo CAPIRE E CAMBIARE LA POLITICA. La riflessione di Bobbio e Sartori e la storia politica italiana degli ultimi venticinque anni.

Relatore, come detto, sarà GIANFRANCO PASQUINO, Professore Emerito di Scienza politica nell’Università di Bologna.

Introdurrà la conferenza e modererà il dibattito Giorgio Barberis, professore di Storia del Pensiero Politico presso l’Università del Piemonte Orientale.

L’ incontro si terrà all’ Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria, Piazza Fabrizio De André, 76 – 15121 Alessandria T +39.0131.222474 – http://www.culturaesviluppo.it

Dell’Amore e di certe altre crudeltà.

La mensa della Carne.

Il peso lordo del giudizio

sul cappio di un verso di diaspro bruno

scende

Paraclito infiammato

radente le costole

rastrello decadente e fumogeno

Il Peccato

sulle croste sollevate,

macellate, tardive,

cucite, appuntate.

A passi, a spilli,

a orme inesistenti,

in Preghiera

come una Cerva lirica.

Avvistata.

© Deva Ferrari.

View original post

Theophilus North: l’arlecchino di Newport

dsc02031

Ah, i ruggenti anni venti, l’età del jazz, delle flapper girls e del proibizionismo. L’epoca in cui giovani avventurieri si mettevano in viaggio con l’arrivo della bella stagione, per conquistare cuori e ori. Lo scrittore Thornton Wilder trasporta il lettore nella Newport di quel tempo, invitandolo ad esplorarla in compagnia dell’esplosivo e arguto Theophilus North.
Theophilus è una sorta di prodigioso arlecchino, capace di cavarsela in ogni situazione e di risolvere intrecci apparentemente insolvibili. Avrebbe voluto intraprendere almeno nove professioni, tra cui quella di mago e di detective, ma ha finito con l’accontentarsi del ruolo di educatore. Almeno fino al momento in cui, un’estate, ha deciso di partire all’avventura e di scoprire tutte le meraviglie di Newport. Secondo North, questo vivace centro è diviso in più cittadelle, tutte da scoprire per incontrare diverse classi sociali e personaggi interessanti.

Il nostro eroe, sfruttando la sua erudizione, ma anche la sua faccia tosta, si offre come lettore e insegnante di diverse discipline: i suoi svariati incarichi, danno vita ad altrettante vicissitudini. Theophilus riesce sempre a far buon viso a cattivo gioco, vestendo, di la in volta, i panni dell’investigatore, dello psicologo o, più spesso, della simpatica canaglia. Come arlecchino, cambia più di un costume, per aiutare chi ha bisogno di lui o per farsi beffe degli antagonisti che incontra lungo il cammino. Continua a leggere “Theophilus North: l’arlecchino di Newport”

I Clown e la pioggia, di Lorenzo Cusimano

I Clown

di Lorenzo Cusimano

Forza Tintura! Forza Ossigeno!

Su! É ora di toglier via questo vecchio tendone!

È oramai mal ridotto, ci piove dentro, è tutto buchi e non ci bastano più le toppe! Dopo tutti questi anni… ne ha passate tante: il freddo, la pioggia battente, il sole cocente, la neve, la calca della gente fuori per assistere allo spettacolo… quante ne ha passate!

Mah… chissà perché questa decisione di toglier tutto!

Il nostro è uno sporco destino: clown! Inoltre ci tocca anche lavorar duro! Come se non fosse già una faticaccia dover far ridere tutti quei bambini che tanto lieti salgono sugli spalti per vedere noi! E noi? Siamo solo clown, o buffoni, capaci di far ridere e regalare un sorriso, regalare un fiore uscito da una manica di una giacca sgualcita e mal concia o da una scarpa. Siamo noi a cadere per rialzarci tra le risate del pubblico; siamo noi a bagnarci, a correre, a ruotare intorno, a saltare. Continua a leggere “I Clown e la pioggia, di Lorenzo Cusimano”

In viaggio con te.

a mia madre

In viaggio con te

partiamo all’ improvviso

quando arriviamo sembra il paradiso…

Quando leggono i miei testi

dal tuo viso scendono lacrime a fiumi…

Le tue lacrime entrano dentro di me

e mi travolgono il cuore

mio dolce amore…

Una valle di lacrime densa che nel mio animo

crea una dolce tempesta…

Una valle di felicita’

dove dopo questo lungo viaggio i nostri cuori

vanno a riposare felici e gaudenti

le lacrime dal tuo cuore

sgorgano e catturano i miei occhi

in un mare vasto.

.

Cucinare è bello, ma attenzione ai rischi di mangiare l’impasto crudo

medicina-online-cucinare-dolci-zucchero-cucina-ricetta-dieta-light-impasto-pasticceria-donna-fornelli-ingredienti-farcitura-nutella-biscotti-torta

di Staff. di Medicina OnLine

Cucinare dolci, pasta e biscotti in casa è una bellissima passione in cui confluiscono il buon gusto e la creatività tipica degli italiani, ma attenzione allacattiva abitudine di mangiare l’impasto crudo prima di metterlo in forno: può essere dannoso per la salute, dal momento che la farina può ospitare un tipo di batterio, l’Escherichia Coli, in agguato in ambienti umidi come la carne per hamburger e le verdure a foglia verde ma che può anche prosperare in contesti aridi, secchi, come quello di un impasto per dolci. Questo batterio vive normalmente nel nostro intestino, ma in alcuni casi si rende responsabile di malattie intestinali ed extra-intestinali, come infezioni del tratto urinario, meningite, peritonite, setticemia e polmonite. Ad evidenziare il pericolo del cibo crudo è una ricerca diretta dal dott. Samuel J. Crowe, dei Centers for Disease Control and Prevention Usa, pubblicata il 23 novembre sul New England Journal of Medicine. Continua a leggere “Cucinare è bello, ma attenzione ai rischi di mangiare l’impasto crudo”