Patrizia Lombardo, un’autrice argentina e poetessa, by Izabella Teresa Kostka

Presentazione: Patrizia Lombardo, by Izabella Teresa Kostka

by, Izabella Teresa Kostka 

Carissimi Lettori, oggi desidero presentarvi un’autrice d’origine argentina, una poetessa di grande sensibilità e profondità, apprezzata ed amata dal suo fedele  pubblico e premiata in numerosi concorsi letterari.

Biografia

Patrizia Lombardo è nata a Buenos Aires il 5 maggio del 1961, ha frequentato le scuole Magistrali e, dopo aver conseguito il diploma di laurea I.S.E.F., ha ottenuto il brevetto di coach per diversamente abili, in modo da poter insegnare lo sport ai disabili intellettivi.

Madre di un ragazzo autistico, Patrizia ha sentito il desiderio di dedicarsi all’esternazione delle emozioni racchiuse nel profondo dell’animo.

Come autrice ha scritto cinque libri molto introspettivi, apprezzatissimi dalla critica, che si possono fregiare a buon diritto dei numerosi riconoscimenti ricevuti.

A proposito della sua scrittura:

Recensione dello scrittore Stefano Carnicelli 

“La voce del silenzio” è un libro che parla al cuore. È una storia vera in cui i fatti, la storia, i sentimenti si fondono così bene tra loro da creare un clima emotivo profondo e reale. Giuseppe è un bambino, un bel bambino che si affaccia al suo tempo. Con discrezione, appare come un burattino che vuole parlare anche se, in un tempo passato, il suo approccio era l’isolamento dal mondo per vivere il suo mondo esclusivo. Parliamo di autismo. Giuseppe vive di piccole cose pressoché costanti e ripetitive anche se da questi gesti traspare la capacità di dire e di fare. Nella parte iniziale del libro, con parole semplici e dirette, l’autrice descrive le caratteristiche di questa patologia spesso ingiustamente ignorata. Oggi, purtroppo, i genitori di bambini con problemi di autismo sono costretti ad affrontare quasi da soli un percorso terapeutico che può dare, comunque, buoni risultati. Sicuramente è richiesta tanta forza di volontà ed un impegno costante. Come dice l’autrice “io passo tanto tempo con mio figlio”; il segreto sta propria in questa semplice e grande verità.

Patrizia Lombardo

E tanti piccoli passi aiutano a cancellare una presunta disabilità per renderla, invece, come una originalità nell’universale diversità. Patrizia Lombardo nelle pagine di diario apre le porte della sua vita vissuta con Giuseppe e per Giuseppe. Sono pagine toccanti e profonde in cui si respira ottimismo ed apertura alla vita. Oggi Giuseppe riesce a parlare, frequenta la scuola e fa sport. Può ritenersi fortunato per tutto ciò e deve certamenteringraziare la costante presenza delle persone che lo amano. Purtroppo molti bambini, oggi, non hanno avuto la stessa fortuna. Patrizia Lombardo ha dedicato la sua vita al piccolo Giuseppe. Per lui (e non solo) diventa “coach” per atleti con disabilità intellettiva, chiedendo a Dio la forza (che poi ha di suo) per allenarlo. Nelle pagine di questo piccolo-grande libro ho letto l’amore, la disperazione, la forza, il coraggio, la voglia di andare avanti per affrontare la vita. In fondo il sorriso di un bambino, un suo gesto, possono dare, ogni giorno, la gioia ed il coraggio di vivere. A Patrizia, i miei complimenti. Continua a leggere “Patrizia Lombardo, un’autrice argentina e poetessa, by Izabella Teresa Kostka”

Se tu fossi Mia, di Franco Bonvini

Se tu fossi Mia.
intendo se tu ti chiamassi Mia
potrei dirlo a tutti, lei è Mia.

Potrei afferrarti ai fianchi, e alzarti contro il cielo blu notte
lanciarti in aria, nel tuo vestito color blu cielo di notte

__________/*questo in realtà non ce la farei,
__________che chissà quanto pesi con tutta quella bella carne addosso.
__________Ma Mia non è il tuo nome e questo è solo un sogno.*/

Quindi ti lancerei nel cielo, dicevo,
sagoma vuota tra le stelle
starei sulla riva a cercare i contorni
a guardare la musica che fanno le onde sulla ghiaia
a sentirle ridere giocando attorno allo spazio vuoto tra le stelle riflesse.

E devi sentire le foglie, intanto, come suonano
seguendo un’ idea.

Ti riprenderei l’ attimo dopo.
Ma non ti chiami Mia e passi via veloce in un abito rosso
si sentono i tacchi allontanarsi sulla ghiaia.

C’è, di Franco Bonvini

C’è
io l’ ho visto
l’ ho visto e non so che forma ha.
L’ ho visto su un letto, dolorante
in una forma a me cara,
e io ero il dolore.
L’ ho visto piccolino, appena nato
cercare a piene mani le forme
indifeso.
L’ ho visto su altri letti
come lingua che scorre sulle labbra
sui clitoridi e sui prepuzi,
l’ ho visto prendere soldi per questo,
per due mani indifese.

Ho visto quello che credevo la sua forma andarsene
alla fine del dolore,
alla fine del mondo,
e ero sempre io il dolore.
L’ ho visto nascosto
guardarmi dietro l’ argento degli specchi
o nelle nebbie del lago.
L’ ho visto in pieno sole
e era un profumo.
L’ ho visto scorrere come un fiume
rosso
gonfiare le vene e i corpi cavernosi.

L’ho visto e non so che forma ha,
so che passa volando sul tempo
dietro l’ argento degli specchi
tende le mani indifese
lascia sempre qualcosa, sul comodino.

Sogna di essere amato.

Corsa “salvasemine” primaverili, di Lia Tommi

Un ritardo causato dal maltempo che ha caratterizzato i mesi scorsi
Arriva il sole nelle campagne, è corsa “salvasemine” primaverili
Un cambio di stagione atteso per poter effettuare le necessarie operazioni colturali

“Con l’arrivo del sole nelle campagne è corsa alle semine primaverili di mais, soia, leguminose e patate, ma anche ai trapianti di pomodoro e melone, per recuperare il tempo perduto a causa del maltempo senza tregua nel mese di maggio”.
Il presidente provinciale Coldiretti Alessandria Mauro Bianco coglie l’occasione per sottolineare quanto il cambio di stagione sia atteso per poter entrare finalmente nei terreni per effettuare le necessarie operazioni colturali.
Un’opportunità anche per verificare le perdite e limitare i danni in una situazione in cui rischia di andare perso un frutto su quattro, dalle ciliegie alle pere, dalle albicocche alle pesche. Si punta inoltre alla raccolta del foraggio da destinare all’alimentazione degli animali ma la svolta meteo è importante anche per le api in sofferenza con la produzione di miele praticamente azzerata dal maltempo che ha compromesso molte fioriture e impedito la raccolta del nettare.
“L’anomalia climatica, che si è manifestata anche con temporali violenti e grandine, ha colpito la nostra provincia in un momento particolarmente delicato per l’agricoltura con le semine, le verdure e gli ortaggi in campo e le piante che iniziano a fare i primi frutti. – ha aggiunto il direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – L’ondata di maltempo fuori stagione è l’evidente conseguenza dei repentini cambiamenti climatici dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, tanto da aver condizionato nell’ultimo decennio la redditività del settore agricolo, con ingenti perdite di raccolti dovute a calamità naturali che hanno assunto un carattere ricorrente”.
Il caldo ora favorisce la maturazione della frutta e ne aumenta la concentrazione zuccherina rendendola più dolce e gustosa.

Al Castello terminano quattro mostre, di Lia Tommi

Al Castello terminano quattro mostre

Chiuderanno domenica 9 giugno alle ore 19 diverse esposizioni a ingresso gratuito al Castello del Monferrato.
Si tratta di “Uno scatto di Restanza” che si compone di due differenti parti (Folkermesse – 35 anni di Restanza e Obiettivo Monferrato – Percorso fotografico con IT.A.CÀ – La Restanza in pratica), “Lo sguardo sui Sacri Monti” con scatti di Marco Beck Peccoz, “Little Things. L’attenzione alle piccole cose” con fotografie di Edoardo Ferraro e dell’installazione ambientale “Francesco Negri, un fotografo fra ‘800 e ‘900”.
Le esposizioni, tutte nelle sale al secondo piano, sono visitabili ancora sabato 8 e domenica 9 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Il Comune ringrazia Cosmo Spa per il supporto dato all’organizzazione di “Folkermesse – 35 anni di Restanza.

Un Gol nel tuo Cuore, di Lia Tommi

“Un Gol nel tuo Cuore” a Novi Ligure per combattere la distrofia di Duchenne . Un evento con la Nazionale Italiana Artisti TV per Parent Project

Domenica 9 giugno 2019
Stadio “Costante Girardengo” – Via Francesco Crispi, 27 – Novi Ligure (AL), Ore 18
Ingresso a offerta libera

Parent Project, l’associazione di pazienti e genitori di bambini e ragazzi con distrofia muscolare di Duchenne e Becker, organizza la partita di calcio amichevole “Un Gol nel tuo Cuore”, finalizzata alla raccolta fondi, che si svolgerà domenica 9 giugno 2019, dalle ore 18, presso lo Stadio “Costante Girardengo” di Novi Ligure. L’evento nasce grazie alla collaborazione con l’Associazione Sportiva Novese Calcio, la Città di Novi Ligure e la Nazionale Italiana Artisti TV, in occasione del centenario della storica Società Novese.

Un appuntamento speciale che si inserisce nel calendario del Centenario della nascita di Fausto Coppi curato dalla Città di Novi Ligure.

La Nazionale Italiana Artisti TV si confronterà in campo in un incontro triangolare con una formazione mista della Novese Calcio e con la formazione “Amici di Parent Project”, composta da volontari e sostenitori di Parent Project.

L’obiettivo di questa grande giornata sportiva all’insegna del divertimento e della solidarietà sarà quello di raccogliere fondi a sostegno di Parent Project. Nello specifico, le donazioni raccolte andranno a contribuire al progetto “Programma di fisioterapia motoria e respiratoria a domicilio rivolto ai pazienti affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker residenti in Piemonte”. Continua a leggere “Un Gol nel tuo Cuore, di Lia Tommi”

ANNO 2060 VIAGGIO SU MARTE, di Silvia De Angelis

marte12

Siamo nell’ anno solare 2060 e ormai, da diverso tempo, varie navicelle spaziali sorvolano il suolo del pianeta Marte, per studiarne, a fondo, le caratteristiche e comprendere se, in un lontano futuro, il globo rosso, potrebbe, eventualmente diventare, una stabile dimora per gli abitanti della terra.

Mike ed Antony, i due astronauti, prescelti dalla Nasa sono in continuo fermento per conoscere alla perfezione i vari strumenti tecnici,  molto innovativi, e affrontare l’ impegnativo viaggio che li vedrà atterrare nello spazio.

Naturalmente una certa preoccupazione si fa strada nei due uomini, sebbene, avessero già affrontato, precedentemente, altri viaggi sperimentali nel cosmo.

Mancano ormai pochissimi giorni al lancio, e Mike, nella notte, sogna di sprofondare nel cratere di Korolev, in cui si è aperto un varco, al di fuori del grande spessore di ghiaccio che ne  ricopre la cavità. Continua a leggere “ANNO 2060 VIAGGIO SU MARTE, di Silvia De Angelis”

La lunga notte delle Chiese, di Lia Tommi

Associazione SpazioIdea organizza per venerdì 7 giugno 2019 dalle ore 21:00, nella Chiesa di San Giacomo della Vittoria – Alessandria : la Lunga notte delle chiese “Sia la luce, e la luce fu”.La Lunga notte delle chiese è la prima notte bianca dei luoghi di culto in cui si fondono musica, arte, cultura, in chiave di riflessione e spiritualità.

Il Tema sarà quello della LUCE.“Da quale Luce mi lascio illuminare?” Nella bella chiesa di San Giacomo della Vittoria, arte , canto, preghiera dei salmi e storia illumineranno la sera dalle ore 21 di Venerdì 7 giugno. Ogni “luce” durerà circa 20 minuti durante i quali si alterneranno brani musicali, momenti di spiritualità e spiegazioni storico artistiche relative alla Chiesa di San Giacomo.Associazione SpazioIdea con il coro Cappella Alexandrina ed il Dott. Piercarlo Antonioletti ci immergeranno nella luce della fede che attraversa i secoli. Coinvolgenti canti saranno alternati a lettura di salmi biblici, essenza unica del Testo Sacro e momento di stimolo per una meditazione spirituale.Una serata di bellezza artistica e di raccoglimento spirituale con il tema della Luce come metafora della presenza di Dio. Ingresso libero.

facebook_155975723050995365644.jpg

Tirocinio formativo, di Lia Tommi

Avviso per presentare candidature in vista dell’attivazione
di n. 1 tirocinio formativo e di orientamento per neolaureati e per titolari diDottorato di ricerca e Master da meno di 12 mesi

Il prossimo 9 giugno scadrà il termine per la presentazione delle candidature di giovani laureati interessati ai tirocini formativi e di orientamento, attivati grazie alla sinergia tra l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alessandria e l’Università degli Studi di Torino.
La domanda può essere presentata per 1 tirocinio formativo e di orientamento per l’organizzazione e realizzazione di attività ed eventi di Politiche Giovanili presso il Comune di Alessandria nel periodo da giugno ad agosto 2019. Il bando è aperto anche per i titolari di dottorato di ricerca e master da meno di 12 mesi.
Di seguito l’Avviso e le modalità di partecipazione.

AVVISO RELATIVO ALL’ATTIVAZIONE DI N. 1 TIROCINIO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO RIVOLTO A LAUREATI PRESSO L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO PER L’ORGANIZZAZIONE E REALIZZAZIONE DI ATTIVITA’ ED EVENTI EDUCATIVI, SOCIALI E DI POLITICHE GIOVANILI IN PROGRAMMA PRESSO IL COMUNE DI ALESSANDRIA NEL PERIODO DA GIUGNO AD AGOSTO 2019

Il Comune di Alessandria – come iniziativa di placement al fine di consentire di effettuare un’esperienza formativa presso il Servizio Giovani e Minori e Ludoteca c’è Sole e Luna ai neolaureati dell’Università degli Studi di Torino in possesso di laurea o laurea magistrale – intende essere soggetto ospitante di n. 1 tirocinio formativo e di orientamento al lavoro. Scopo dell’iniziativa è quella di consentire al tirocinante di sviluppare competenze teoriche e pratiche orientate a favorire l’accesso al mondo lavorativo e a comprenderne i meccanismi di funzionamento.
In particolare il tirocinante si occuperà delle seguenti attività: Continua a leggere “Tirocinio formativo, di Lia Tommi”

Progetto TiLLiT, di Lia Tommi

XV VOLTA PER TiLLiT, IL TEATRO APPLICATO ALLO STUDIO DELLE LINGUE
Il palco del Teatro Civico di Vercelli ospita, il 5 e 6 giugno, lo spettacolo conclusivo del Progetto.

Il progetto TiLLiT dell’Università del Piemonte Orientale (teatro universitario in lingua straniera) giunge quest’anno alla quindicesima edizione, con lo spettacolo conclusivo ospitato nuovamente al Teatro Civico di Vercelli, in via Monte di Pietà 15, il 5 e 6 giugno 2019 (ore 14-18).
Seguendo la formula ormai sperimentata che coniuga apprendimento delle lingue straniere e teatro, TiLLiT conferma la sua vocazione internazionale presentando, oltre agli spettacoli dei quattro gruppi in lingua straniera del Dipartimento di Studi umanistici dell’UPO e del coro di francese, lo spettacolo degli studenti dell’Université Bordeaux-Montaigne. Novità dell’edizione 2019 è la collaborazione e la partecipazione di una classe quarta dell’Istituto di Istruzione Superiore C.I Giulio di Torino, che nell’ambito di un progetto PON per il potenziamento delle conoscenze di lingua inglese presenterà una propria performance teatrale.
Il progetto TiLLiT (Teatro in Lingua – Lingua in Teatro) – la prima edizione è datata 2004 – promuove l’utilizzo delle pratiche teatrali nell’insegnamento delle lingue straniere a livello universitario. Coinvolge tutte e quattro le lingue insegnate in UPO (Inglese, Tedesco, Francese e Spagnolo) ed è da molti anni attività didattica a pieno titolo: riconosce crediti per le sue attività di laboratorio, aperte non solo agli specialisti del corso di laurea in Lingue straniera moderne, ma a tutti gli studenti interessati a questa esperienza di didattica innovativa.
«Le lingue straniere – spiegano ii responsabili di TiLLiT, Michaela Reinhardt e Marco Pustianaz – vengono fatte proprie dagli studenti attraverso la pratica teatrale, che prevede in egual misura memorizzazione, gioco, motivazione espressiva e comunicativa. Frequente nei laboratori è l’uso dell’improvvisazione, dalla quale spesso sono nati gli spettacoli dei gruppi. Aldilà dei testi rappresentati, il fulcro comunque resta lo studente-attore. Questo approccio si rivolge ai bisogni dello studente di essere coinvolto in prima persona nell’apprendimento linguistico grazie alla metodologia integrativa di TiLLiT; inoltre, risponde all’esigenza di socializzazione non solo tra studenti ma anche tra docenti e discenti, in un rapporto pedagogico più informale.»
Sin dal 2006 il progetto TiLLiT ha allargato la partecipazione agli spettacoli finali ospitando gruppi studenteschi universitari sia italiani che stranieri, sviluppando così le potenzialità di internazionalizzazione insite nel teatro in lingua straniera. Il festival TiLLiT è diventato, così, un evento unico nel panorama europeo, ed è stato riconosciuto nel 2014 come progetto di innovazione didattica, meritevole del premio Label Europeo delle Lingue.
Gli spettacoli sono aperti a tutti con ingresso libero e sono rivolti a tutti coloro che studiano e amano le lingue straniere e il teatro, con un invito particolare agli studenti universitari, agli studenti e ai docenti delle scuole del territorio.

Momenti di poesia. DOLCE MADRE di Ilaria Biondi

Momenti di poesia. DOLCE MADRE di Ilaria Biondi

Rodolfo Lettore

#MAMMA

DOLCE MADRE di Ilaria Biondi

Madre,
le tue mani benedette
a sorreggere pazienti
le ferite rauche
delle nostre geografie sghembe.
Si increspano quiete
nella sera
le tue ciglia di rugiada
tepore fedele alle nebbie dell’anima.
La tua veste di canapa
insegue filari taciti di pioggia
e ardita sazia
le assenze spaesate
nell’ordito inquieto
di un novilunio silente.

La pochezza del nulla

lementelettriche

Certo
_ la pochezza del nulla è stata fatta tacere _
ma controlla bene
_ sia mai che avresti potuto capire
come sarebbe andata a finire _
senza bacchette
né magie

però l’hai fatto
_ fatto e detto sono un binomio per te _
non lo scindi
né mai vorresti
_ neanche con la sfera di cristallo _
ché a darsi per la poesia è spesa buona
tanto ti basta
nonostante tutto
nonostante tutti

_ te ne stai affacciata con quell’aria
osservando dall’ermo colle tuo _
potresti contenere moltitudini
e vastità infinite
spazi che diventano inutili
solo per chi non li ha capiti.

View original post

“Echi Del Mare”

Per gli amanti della poesia, soprattutto per chi ha già conosciuto la scrittrice Antonia Flavio con il libro “La Mia Vita I Miei Amori Racchiusi In Una Poesia”, l’attesa è finalmente terminata. Infatti dal primo di giugno è disponibile su Amazon o sul sito Edizioni Virgilio il suo nuovo libro “Echi Del Mare”.

Una raccolta di oltre 50 poesie dove il protagonista assoluto è il mare. I temi toccati sono l’amicizia, l’amore e la natura.

Il mare per la scrittrice, nata a Cosenza dove tutt’ora vive, è forza disarmante, bellezza assoluta fatta di mistero e grandezza.

Sono poesie dalle sensazioni fresche, alcune fanno sognare, altre spingono a riflessioni profonde.

È un libro fortemente voluto perché ispirato e dedicato alla sua più cara amica Raimonda scomparsa precocemente.

Ringraziamenti speciali sono stati fatti a chi l’ha aiutata e sostenuta nel precedente libro “La Mia Vita I Miei Amori Racchiusi In Una Poesia”.

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

Piero Castellano (FdI): “Presto una Commissione Politiche Sociali al Don Soria per vedere in loco i problemi della Polizia Penitenziaria”

image1.jpeg

Piero Castellano.jpg

Si è tenuta questa mattina in Comune in Alessandria la Commissione Politiche Sociali e Sanitarie presieduta da Piero Castellano (FdI). Argomento della discussione era il “passato, presente e futuro degli istituti penitenziari alessandrini nel tessuto sociale”.

I sindacati di Polizia Penitenziaria hanno fatto notare il degrado delle strutture ed i carichi di lavoro eccessivi dei dipendenti che devono anche attenzionare in maniera più elevata i detenuti di provenienza islamica. Inoltre i sindacati lamentano i pochi parcheggi per i dipendenti e gli scarsi collegamenti con i mezzi pubblici. Infine rimane il problema delle aggressioni ai dipendenti da parte dei detenuti.

Nel corso della Commissione è intervenuto anche l’Assessore Ciccaglioni che ha detto che bisogna impegnarsi per evitare che si aggravino le condizioni lavorative della Polizia Penitenziaria. Stesso parere è stato espresso da tutti gli altri consiglieri.

“Oggi ho dato voce ai problemi della Polizia Penitenziaria inascoltati da anni – dichiara Piero Castellano al termine della Commissione odierna -. Come Presidente della Commissione Politiche Sociali e Salute garantisco il massimo impegno. Convocherò a breve una Commissione in loco al Don Soria e con tutte le altre forze politiche scriverò una mozione da presentare a Roma”.

Momenti di poesia. Accarezzami, di Renato Papaccio

Momenti di poesia. Accarezzami, di Renato Papaccio

34483028_846347395566512_3038145215333400576_n.jpg

Accarezzami

Un tiepido vento sento tra i capelli
Sono attimi di sensazioni
sono dolci sospiri di volerti ancora

Voglio spogliarti per sentire
più vivo il profumo della tua pelle
per assaporare con più avidità le tue labbra

Sento la stessa passione questo vento
tiepido che accarezza il viso , la pelle
con i capelli che nascondono il tuo sorriso

Accarezzami ,questo ti cerco ancora
non lasciarmi così,forte è rimasto in me
il piacerti di volerti con tutto il cuore.

Renato Papaccio

Momenti di poesia. L’ ANNUNCIO, di Sabrina Ferri

Momenti di poesia. L’ ANNUNCIO, di Sabrina Ferri

L’ ANNUNCIO

Quei che si sente dire: “Io sono incinta”

non resta indifferente, e questo è certo,

reagendo variamente alla notizia.

C’è chi fa il dubbio in faccia: “Ma chi è stato?”,

ben pronto ad asserir su cento Bibbie

che non ha mai commesso quel fattaccio,

e chi sapendo ben d’essere il padre

si vuol cavar d’impaccio: “Non potevi

resistermi un pochino? E che miseria!

O impormi, con criterio, qualche schermo?

Tu l’hai voluto e a te le conseguenze!”

C’è pur chi gioia sprizza da ogni poro,

coccole prodigando ai suoi amorucci:

la donna sua con quello ch’ha là dentro.

Forse, così soltanto lei fa centro.

Sabrina Ferri

Momenti di poesia. Giorni sempre uguali, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Giorni sempre uguali, di Cesare Moceo

05 giugno 2013

61791024_2064001557059080_6411685444718690304_n.jpg

Giorni sempre uguali

Con le sirene dell’apatia
a fischiarmi nelle orecchie

nutro i sentimenti con azioni
senza inclinazioni compromissorie

Cerco faticosamente sbocchi
vivendo alla giornata

inseguendo sogni
in una gara di mani protese al Cielo

a innaffiarmi il cuore

cercare quello
che non riesco mai a trovare

a finire per essere
in ciò che non ho cercato

ma capace di risvegliare
le radici lasciate seccare

dall’impudica insolenza
di pensare al presente

senza mai darsi un futuro

rischiarato dalla volontà
di non precipitare nell’abisso
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. LUCE DELLA NOTTE, di Maria Savatteri

Momenti di poesia. LUCE DELLA NOTTE, di Maria Savatteri

61863745_602952046869176_2016587381418754048_n.jpg

Quando ti lasciai
credetti d impazzire e
forse lo sono stata
mi avevano portata via
annullato i miei sogni
il mio cuore
agli occhi miei
apparivi lontano anni luce
non t avrei più rivisto
un ombra celava
il mio amore
il nostro amore
per sempre
chissà quale il mio destino
chi avrebbe
accompagnato i miei giorni
la mia esistenza
senza un senso
senza luce
senza più
il vero amore
solo il mio cuore
a farmi compagnia
solo mia

Mary❤

Caravaggio Napoli, la mostra

di Marie Morel

 

Caravaggio, pseudonimo di Michelangelo Merisi, è uno dei più noti artisti italiani di tutti i tempi.

Di origini milanesi, trascorse l’ultimo periodo della sua vita a Napoli, 18 mesi complessivi durante due soggiorni, tra l’ottobre del 1606 e il luglio del 1610, quando morì durante il viaggio di ritorno a Roma.

Caravaggio ebbe una vita piuttosto difficile, in particolare gli ultimi anni, in cui visse in fuga per sottrarsi alla pena di morte per decapitazione, che gli era stata inflitta a Roma per aver assassinato Ranuccio Tomassoni,durante una rissa.

Ricercato e tormentato dai sensi di colpa, le sue opere del periodo napoletano testimoniano un cambiamento. rispetto al contesto romano. Sono infatti caratterizzate da un’alta drammaticità, dalla tensione emotiva, dalla passione e compare il tema ricorrente delle teste mozzate.

Dei molti dipinti eseguiti durante il primo periodo e il secondo periodo napoletano, solo tre sono sono ancora in città.

Il primo è il suggestivo Sette opere di Misericordia , uno dei lavori più importanti del Caravaggio e che attualmente si trova presso il Pio Monte della Misericordia.

L’altro dipinto rimasto a Napoli fu eseguito per la chiesa di San Domenico Maggiore e spostato in seguito al museo di Capodimonte, ovvero la seconda versione della Flagellazione di Cristo.

Il terzo è il Martirio di sant’Orsola , considerato l’ultimo dipinto di Cravaggio oggi conservato nel palazzoZevallos-Stigliano.

L’incontro di Caravaggio con la città partenopea ha segnato profondamente la Scuola napoletana nello sviluppo del naturalismo, influenzando molti pittori locali.

In questi giorni, fino al 14 luglio, presso il Museo e il Real Bosco di Capodimonte è possibile visitare la mostra, curata da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger, “Caravaggio Napoli”, che approfondisce il soggiorno dell’artista in città

Continua sul blog Storie di vita e amore

Game over

Game over

Però io ve l’avevo detto che non c’era più tempo.

Ci avevano provato in mille modi a farcelo capire, anche scendendo a compromessi discutibili.

E noi niente, a tagliare per il gusto di tagliare, a piantarli dove non volevano, ad avvelenarli per un po’ di mele in più, ad ammazzare quelli che pretendevano di spostarsi troppo.

Non dite che non lo sapevamo …

Lo sapevamo da quando abbiamo deciso di tagliare più alberi di quelli che crescevano.

Ne abbiamo uccisi milioni per far spazio alla soia ogm, alle piste da sci, alla palma da olio e a quell’autostrada inutile.

Lo sapevamo da quando abbiamo iniziato a violare le tombe dei loro antenati per farne gomme invernali, scarpe da tennis, moplen e bambole gonfiabili.

A comprare zucchine avvolte nel domopak e a sprecare la carta perché “tanto, si ricicla”.

Abbiamo riempito di diserbante i fossi, le tartarughe e l’acqua del rubinetto. Avvelenato le farfalle e le api. Le api!

E così, il bosco ha chiamato questa interminabile pioggia per un fuoco di copertura, per impedirci di accendere decespugliatori e motoseghe.

Eccoli qui, li ho fotografati di nascosto: sono Aceri, fanteria d’assalto. Un Battaglione San Marco perfettamente mimetizzato fra l’erba.

Tutti su col periscopio ad osservare le nostre debolezze, ad aspettare il momento buono per dare il via a una guerra chimica globale, epocale.

Sarà un’enorme nuvola trasparente, un prolungato rigùrgito di anidride carbonica. Peggio del fosgene sul San Michele.

Lo sentite già questo pizzicore al naso?

Ammazziamoli tutti, subito, o sarà troppo tardi !!!

Gino, vai col glifosate!

Lucio Montecchio

da: https://alberi.blog/

CROCIATA CONTRO LA PLASTICA, di Silvia De Angelis

plastica4

E’ fondamentale tenere alto l’allarme, e far crescere la sensibilità di tutti in relazione al problema della plastica in mare. Infatti non è semplice trovare soluzioni per limitare, in modo definitivo, l’uso di materiali non smaltibili e ancora più complicato progettare sistemi funzionanti al cento per cento per liberare oceani, ma anche mari eco-sensibili come il Mediterraneo.

L’Associazione Federagenti è stata una delle prime a lanciare l’emergenza “plastiche in mare” proprio dal Forum di Porto Cervo.

E’stata presentata una Onlus Internazionale “A sea to live”, ma anche un insieme di progetti virtuosi, per poter eliminare una quota crescente di plastica.

Da meccanismi che ruotano, da sistemare lungo il corso dei fiumi, responsabili delle maggior quantità di versamenti di materiali non smaltibili in mare, a navi sperimentali; sino a un sistema da applicare alle carene di una quota percentuale significativa delle navi, che si muovono sulle rotte commerciali del globo.

Purtroppo, per le plastiche, esiste anche un problema di sostituzione e quindi di disponibilità di prodotti biodegradabili ad hoc, che sono commercializzati da un ristretto numero di multinazionali che non sono, al momento, disponibili a garantire una vera e propria sostituzione della plastica, nelle abnormi quantità richieste da una domanda destinata a esplodere.

Inoltre si parla di un progetto innovativo di bicchieri dotati di un chip in grado di assicurare una notevole sostituzione di bicchieri di plastica monouso nel corso di grandi eventi.

plastica10

 

Carabinieri, raporto sul crimine: Meno furti e rapine, ma più reati e truffe informatiche

LEGIONE CARABINIERI “PIEMONTE E VALLE D’AOSTA” Comando Provinciale di Alessandria  
Alessandria, 4 giugno 2019 Alle 18 di domani, 5 giugno 2019, presso la sede del Comando Provinciale di Alessandria, piazza Vittorio Veneto 2, si terrà la commemorazione del 205° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Tale occasione costituisce, come di consueto, un momento di riflessione sull’operato dell’Arma alessandrina e, come testimoniano i dati di seguito sintetizzati, si può certamente affermare come quello appena trascorso sia stato un anno denso di impegni ma anche di risultati.

Le quotidiane ed ininterrotte attività preventive e repressive – circa 35mila le pattuglie/perlustrazioni eseguite, 1328 i servizi di ordine pubblico; 2.298 le persone deferite all’A.G., di cui 310 in stato di arresto – svolte attraverso le diverse sue articolazioni, costituite dal Reparto Operativo, con funzioni prettamente info-investigative, dalle 5 Compagnie e dalle 56 Stazioni Carabinieri che da esse dipendono, capillari presidi di legalità sul territorio insieme al Comando Gruppo ed alle Stazioni Carabinieri Forestali, hanno visto i militari dell’Arma impegnati a perseguire, in analogia a quanto avviene nel resto del Paese, la stragrande maggioranza dei delitti denunciati in provincia di Alessandria.

In tale contesto, il raffronto tra i dati operativi Arma dell’anno appena trascorso e quelli dell’anno precedente, riferiti all’andamento della delittuosità in provincia di Alessandria, evidenzia, in analogia al trend complessivo, un sensibile e generalizzato calo dei delitti consumati [passati[1] da 12.358 a 11.663 (-5,8%)] a fronte di una sostanziale invarianza percentuale di quelli scoperti (21,6%).

Parimenti in diminuzione risultano le seguenti e più diffuse tipologie di reato[2]: i furti, che ancorché in complessiva diminuzione [da 6.357 a 5.699 (-10,3%)] a fronte di una sostanziale invarianza di quelli scoperti (7,2%), rappresentano il delitto maggiormente consumato (48,9%, rispetto al 51,4% dell’anno precedente) e, tra questi, in particolare, quelli:in abitazione, da 1.636 a 1.473 (-9,9%);con destrezza, da 599 a 551 (-8%);in esercizi commerciali, da 665 a 569 (-14,4);quelli con strappo, c.d. “scippi”, da 60 a 42 (-30%) ad eccezione di quelli su auto in sosta, da 568 a 618 (+8,8%); i danneggiamenti, spesso messi in relazione ai c.d. atti vandalici, da 1.669 a 1.567 (-6,12%), con un incremento percentuale, seppur contenuto, di quelli scoperti;le rapine, da 88 a 78 (-11,3%), con un decremento generalizzato delle principali tipologie [in abitazione (-6,2%), in esercizi commerciali (-45%), in banca e/o in uffici postali (-75%)].

Unico dato in controtendenza, quello relativo alle truffe e frodi informatiche, da 771 a 938 (+21,6%), seppure con un contenuto aumento della percentuale di quelle scoperte. Significativa anche l’azione condotta al fine di contrastare il traffico e lo spaccio di droghe, con 99 persone deferite all’Autorità Giudiziaria, 30 delle quali in stato di arresto.

Circa 900 kg di stupefacente sequestrato (882 kg di hashish; 2,1 kg di cocaina; 2 Kg di eroina e 14 Kg di marijuana). Rilevante, altresì, il numero dei controlli antiterrorismo, in particolare nei confronti di quello di matrice confessionale, anche attraverso l’impiego delle S.O.S. (Squadre di Supporto Operativo), che espletano, con discrezione, attività di costante monitoraggio dei luoghi e degli obiettivi ritenuti maggiormente a rischio di attentati, affiancando in tale attività gli altri reparti già presenti sul territorio. Ciò, in un clima di costante osmosi informativa con le altre FF.PP., anche per quanto concerne l’attività di monitoraggio info-operativo tesa ad accertare l’eventuale sussistenza di tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel tessuto socio-economico alessandrino.  

Numerose le operazioni di servizio, tra le quali, in data: 14 giugno 2018, l’operazione “SMOKE CHRISTMAS” condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Tortona. Nel corso dell’intera operazione, finalizzata a reprime l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e comunicata, per le sue peculiarità e i suoi risvolti, alla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Ministero dell’Interno, venivano arrestati in flagrante 14 soggetti (tra cui 6 residenti nel tortonese, 2 nell’alessandrino, 1 a Voghera, 3 a Genova e 2 a Milano) e denunciati in stato di libertà altri 15 individui, tra cui le vedette, che avevano svolto attività anche di tipo logistico, avvisando gli spacciatori della presenza delle forze dell’ordine in cambio di un trattamento di favore in occasione degli acquisti. Ingente la quantità di droga sequestrata: quasi 5 chilogrammi di hashish, 70 grammi circa di marijuana, 100 grammi di eroina, 55 grammi di cocaina e una decina di flaconi di metadone;18 giugno 2018, l’operazione “CAPORALATO BLACK AND WHITE”, condotta dai militari del Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria e dagli Ispettori dell’Arma e quelli civili dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Asti – Alessandria, nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto dei fenomeni del “caporalato” e del “lavoro nero”.

L’operazione: consentiva di far emergere complessivamente 42 lavoratori in “nero” sui 52 controllati, di cui 2 clandestini, nonché 10 richiedenti asilo e 22 profughi a loro volta ospiti sul territorio nazionale di cooperative sociali alessandrine;determinava:il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale della cooperativa gestita da una donna macedone ai sensi ex articolo 14 comma 1 del D. Lgs. 81/2008, che potrà riprendere l’attività solo a seguito della regolarizzazione del personale trovato “in nero” e del pagamento delle sanzioni comminate;il sequestro di ben 6 automezzi utilizzati per il trasporto dei lavoratori;il riscontro di violazioni amministrative pari a 120.000 euro e l’accertamento di omessi contributi per circa 20.000 euro, e, ovviamente, la denuncia in stato di libertà della stessa macedone ai sensi dell’art. 603 bis del codice penale (Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro), articolo introdotto dal D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito poi dalla l. 14 settembre 2011, n. 148, da ultimo modificato dalla legge 199/2016, in vigore dal 4 novembre 2016, con il quale il legislatore ha voluto colpire il fenomeno c.d. del “caporalato”; 6 luglio 2018, l’arresto del presunto responsabile della morte di Igina FABBRI, rinvenuta morente il 6 febbraio 2018 in Borgata Pessino di Arquata Scrivia (AL), ad opera dei militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria.

Le indagini, rese particolarmente difficili dalle circostanze di tempo e luogo e dalle cause che avevano determinato il decesso della vittima, consentivano di raccogliere, anche attraverso complesse attività tecniche e la certosina raccolta ed analisi dei filmati effettuati dalle telecamere presenti nell’area di interesse, molteplici, univoci e concordanti elementi di responsabilità a carico del foglio della donna, Mauro TRAVERSO, 46enne, già noto alle FF.OO..

Il pesante quadro indiziario veniva pienamente condiviso dall’A.G. alessandrina che emetteva nei confronti dell’uomo ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di sequestro di persona e omicidio, entrambi aggravati dall’aver commesso il fatto nei confronti di un ascendente;3 dicembre 2018, l’arresto di un pericoloso piromane, ad opera dei militari del Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria congiuntamente ai colleghi del Gruppo Forestale.

Al termine di una complessa attività di indagine, avviata a seguito di una serie di incendi, alcuni dei quali boschivi – ben 23 gli incendi “censiti”, che avevano interessato in particolar modo il territorio del Novese, i militari riescono a trarre in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Alessandria, M. F., nato ad Oliena (NU), di 68 anni, residente a Grondona (AL).

La meticolosa attività d’indagine, condotta anche mediante ausili tecnici, dai Carabinieri delle Stazioni Forestali competenti per territorio unitamente ai colleghi dell’Arma territoriale di Arquata Scrivia e dell’Aliquota Operativa della Compagnia CC di Novi Ligure, consentiva di ricostruire un articolato e ponderoso quadro di responsabilità a carico dell’uomo, pienamente condiviso dall’Autorità Giudiziaria;6 dicembre 2018, l’operazione “MONOPOLI”, condotta dai Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure, unitamente ai colleghi del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Alessandria. Intestazione fittizia di beni, estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti, i reati contestati.

Le indagini, coordinate dalla Procura alessandrina, consentivano di:trarre in arresto, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’A.G. alessandrina, Domenico DATTOLA, 49enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine;deferire in stato di libertà 12 persone e di sequestrare preventivamente le quote di 3 società, anche riconducibili a congiunti di Dattola e di una ditta individuale, tutte operanti attualmente o in passato nel settore della ristorazione, nonché rapporti bancari in essere presso 5 diversi istituti di credito a esse riconducibili e 2 autovetture;documentare il ricorso sistematico a metodi di intestazione fittizia di società e ditte individuali allo scopo di schermare l’origine del patrimonio accumulato, derivante da attività estorsive e di spaccio di sostanze stupefacenti, nel tentativo di eludere l’applicazione di misure patrimoniali, portando alla luce n’infiltrazione criminale nel tessuto economico locale tramite la gestione di numerose attività di ristorazione gestite, in via continuativa, mediante l’utilizzo di prestanome (in primis componenti del nucleo familiare ovvero di meri esecutori privi di qualsivoglia autonomia economica), ai quali venivano intestate quote o cariche societarie;

4 gennaio 2019, l’arresto dell’autrice dell’omicidio di GARITTA Massimo, rinvenuto in un campo sito nel comune di Ovada nel pomeriggio del 1° gennaio, ad opera dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Alessandria e della Compagnia di Acqui Terme.

Al termine di serrate indagini, i Carabinieri sottoponevano a fermo di indiziato di delitto A. P., una ragazza 24enne cittadina albanese da anni residente ad Ovada con la famiglia, quale presunta autrice dell’omicidio. La ragazza, posta di fronte al rilevante quadro probatorio raccolto a suo carico dagli investigatori, rendeva dichiarazioni confessorie nel corso dell’interrogatorio dinanzi al P.M.; 19 febbraio 2019, l’operazione “MONOPOLI bis”.

Nel prosieguo delle indagini inerenti l’operazione MONOPOLI, i Carabinieri della Compagnia CC di Novi Ligure unitamente ai colleghi del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Alessandria, eseguivano un’ulteriore ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due persone, un uomo e una donna. A finire in carcere, questa volta, Carmen Domenica SCAFFINI, 41enne, moglie di DATTOLA e Salvatore ROMANO, 43enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, mentre nei confronti di G.A.B., 21enne di Ovada, il G.I.P. del Tribunale di Alessandria riteneva di disporre l’obbligo di presentazione alla P.G..

I militari riuscivano a documentare il prosieguo delle condotte illecite poste in essere dagli indagati e caratterizzate dal ricorso sistematico all’intestazione fittizia di società e ditte individuali, allo scopo di schermare l’origine del patrimonio accumulato, derivante da attività estorsive e di spaccio di sostanze stupefacenti;7 marzo 2019, l’arresto dell’autore della rapina commessa a S. Valentino ai danni dell’ufficio postale di Via Ermenegildo Trucco ad Acqui Terme. Al termine di articolate indagini, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Acqui Terme riuscivano dapprima a identificarlo e, successivamente, a rintracciarlo a bordo di un treno che, dalla Stazione ferroviaria di Alessandria, lo avrebbe portato a Torino e da lì chissà dove. Pasquale TULLO, 41enne foggiano, residente a Torino ma di fatto senza una fissa dimora, noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi che lo hanno visto peraltro coinvolto in analoghi reati, veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto: molteplici gli indizi a suo carico; concreti il pericolo di fuga e di reiterazione del reato. A condurre i militari sulle sue tracce, il tentativo, all’interno di un bar, poco prima della rapina, di approccio galante nei confronti di una donna alla quale egli aveva lasciato nome e numero di telefono. La perquisizione della sua abitazione consentiva di rinvenire il coltello utilizzato per la rapina; 22 maggio 2019, l’operazione “ICE EYES”, condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato. Al termine di complesse, protratte e articolate indagini, coordinate dalla Procura di Vercelli, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato (AL) sottoponevano a fermo di indiziato di delitto quattro cittadini di nazionalità albanese, componenti di una pericolosa “banda” dedita alle c.d. rapine in villa, ritenuti responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine in abitazione; detenzione e porto illegale di armi, oggetti atti ad offendere ed arnesi atti allo scasso; ricettazione; lesioni personali aggravate. Le indagini, avviate a seguito di una brutale rapina in abitazione perpetrata ai danni di un imprenditore vitivinicolo di Cella Monte (AL), valorizzate da articolati servizi di osservazione e pedinamento, nonché da attività tecniche di captazione anche ambientali, consentivano ai militari di individuare nei quattro non solo gli autori della predetta rapina in abitazione, ma anche quelli di diverse altre commesse in diverse località di tutto il nord Italia, caratterizzate da particolare violenza ed anche dall’uso di armi. Ai malviventi venivano sequestrati: un revolver Smith & Wesson cal. 38 con 10 colpi dello stesso calibro – l’arma risultava rubata oltre due anni prima in occasione di un furto commesso ai danni di un’abitazione di Villarbasse (TO) – diversi telefoni cellulari e svariate sim-card; arnesi atti allo scasso; passamontagna e nastro adesivo da usare per immobilizzare le loro vittime; 23 maggio 2019, l’operazione “ALTA MODA”, condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Tortona (AL). Al termine di una complessa, protratta ed articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura alessandrina, i Carabinieri hanno sgominato una pericolosa organizzazione criminale transnazionale, dedita alla commissione di furti e rapine ai danni di centri commerciali di tutto il nord Italia ed anche di Paesi esteri, composta interamente da soggetti di nazionalità rumena. Le indagini nel corso delle quali sono state 22 le persone tratte in arresto in flagranza di reato o sottoposte a fermi di indiziato di delitto: 8, direttamente ad opera dei militari della Compagnia Carabinieri di Tortona; 14, in flagranza di reato, ad opera di altri comandi Arma e/o altre Forze di Polizia, hanno consentito di denunciare complessivamente 22 persone, tutte, come detto, di nazionalità rumena, ritenute responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, dei reati di: associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti, aggravata dalla transnazionalità; furto pluriaggravato; ricettazione e favoreggiamento personale;30 maggio 2019, l’arresto, ad opera dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, del rapinatore “seriale” autore di ben tre rapine in pochi giorni, consumate o tentate, ai danni di altrettante tabaccherie di Casale. Ad inchiodare l’uomo, KABASHI Lulzim, nato a Durazzo (ALBANIA) il 25 aprile 1973, in Italia senza fissa dimora, irregolare nel territorio nazionale, pluripregiudicato, il meticoloso lavoro degli investigatori ed i risultati degli esami del RIS CC di Parma, che sul grosso coltello utilizzato per commettere il reato rinvengono proprio il suo DNA. E’ lui il malvivente che la sera del 22 novembre 2018, poco dopo le 20.30, armato di un grosso coltello e con il volto coperto da un passamontagna, faveva fatto irruzione nella tabaccheria “Bar Jolly” di via Bertana, a Casale Monferrato, facendosi consegnare dalla 53enne, madre del titolare, l’incasso della giornata.   Per quanto riguarda la prevenzione ed il contrasto degli illeciti legati alla gestione dei rifiuti, va ricordato il lavoro di mappatura, condotto dalle Stazioni CC dipendenti, di tutti i capannoni ed i cascinali abbandonati quali possibili target di singoli imprenditori o di organizzazioni criminali più strutturate per lo stoccaggio occulto di rifiuti tossici o comunque il cui corretto smaltimento comporta costi sensibili. Tali obiettivi, individuati anche grazie alla collaborazione degli uffici tecnici di molti Comuni, continueranno ad essere oggetto di attenta vigilanza da parte delle pattuglie dell’Arma. Un cenno meritano anche le iniziative intraprese dall’Arma alessandrina, volte a: conseguire il miglior livello possibile di prossimità con la cittadinanza, specie nelle località più remote e meno densamente popolate della provincia;promuovere la c.d. cultura della legalità; cooperare con le altre Istituzioni ed Enti preposti alla prevenzione ed al contrasto della violenza sulle donne e, più in generale, della violenza di genere, aderendo alla c.d. “rete antiviolenza”; contrastare il fenomeno dei reati di riduzione in schiavitù e tratta, aderendo al programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore di stranieri vittime di tali reati; fornire il proprio contributo, nell’ambito dell’iniziativa denominata “I Volti della violenza a scuola”, promossa dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Alessandria, attraverso l’impiego di proprio personale qualificato, alla formazione di un team di esperti di violenza scolastica e bullismo/cyberbullismo, che ha realizzato distinti cicli ed incontri formativi dedicati sia a Dirigenti Scolastici e Docenti che a studenti e famiglie. In tale contesto, si ricordano: l’istituzione, in via sperimentale, dei cc.dd. punti di contatto presso molti Comuni, dove, con cadenza settimanale, è stata creata un’ulteriore occasione di interazione diretta tra l’Arma ed i cittadini, per il reciproco scambio di informazioni, in chiave sia preventiva, sia di protezione sociale;il 18 luglio 2018, la sottoscrizione ad Alessandria, dell’Accordo operativo per la formalizzazione degli interventi a favore delle donne vittima di violenza, da parte di: Prefettura, Provincia, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria, C.do Provinciale CC, C.do. Provinciale G.d.F., Comuni di Alessandria, Acqui Terme, Casale M.to, Novi Ligure, Ovada, Tortona e Valenza, Ufficio Scolastico Territoriale Provinciale, Azienda Sanitaria Locale, A.S.O. Azienda Sanitaria Ospedaliera SS. Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, Enti gestori dei servizi socio assistenziali della provincia, ordine degli Avvocati di Alessandria, Associazione Me.Dea – onlus – Centro Antiviolenza, che ha previsto l’adozione di un Vademecum condiviso per gli Operatori delle FF. PP. attuato uniformemente da tutti i Comandi Arma della provincia nei casi di violenze alle donne e violenze di genere;nel marzo 2019, ad Alessandria, il rinnovo dell’adesione del Comando Provinciale CC al progetto “L’anello forte II alla rete antitratta del Piemonte e Valle d’Aosta – bando 3/2018 della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per le Pari Opportunità”. Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore di stranieri vittime di reati di riduzione in schiavitù e tratta;sempre nel mese di marzo 2019, ad Alessandria, l’adesione alla citata iniziativa denominata ”I Volti della violenza a scuola” promossa dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Alessandria;il contributo fornito dall’Arma alessandrina, mediante proprio personale specializzato, impiegato con funzioni di docenza nel corso di formazione: “Interventi per gli autori di violenza di genere contro le donne” promosso dal Centro Antiviolenza “Me.Dea” di Alessandria;nel mese di maggio 2019, a Casale Monferrato (AL), la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa per la costituzione di una rete locale antiviolenza nell’ambito delle iniziative di prevenzione e di contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne, al quale hanno aderito: Comune di Casale Monferrato, Compagnia Carabinieri di Casale M.to, Commissariato di P.S. di Casale M.to, Ordine degli Avvocati, Associazione Medea Onlus, Associazione AVIS, Associazione L’albero di Valentina, il Soroptimist International Club , Croce Rossa Italiana – sez. di Casale M.to;la rinnovata adesione, da parte delle Compagnie CC di Acqui Terme (AL) e Casale M.to. al progetto Soroptimist International d’Italia “Una stanza tutta per sé”, con conseguente allestimento di una stanza appositamente predisposta ed arredata ai fini di ascolto protetto di minori e vittime di violenza;la consueta adesione, da parte di tutte le Compagnie Carabinieri della Provincia, al Progetto di supporto alle istituzioni scolastiche da parte delle Forze dell’Ordine a.s. 2018/2019, mediante periodici incontri nelle scuole afferenti al tema: ”Formazione alla Cultura della Legalità” con particolare riferimento alla prevenzione di comportamenti a rischio, violenza di genere, legalità ambientale, sicurezza stradale, sostanze stupefacenti, rischi da navigazione internet e la lotta al bullismo/cyberbullismo, caratterizzato dall’introduzione, rispetto agli anni precedenti, quale nuovo argomento di formazione, della ”la tutela del patrimonio culturale”, con il contributo formativo offerto anche da personale specializzato del Comando Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma.  

[1] Dato riferito ai soli delitti perseguiti dall’Arma dei Carabinieri.-

[2] Dato complessi, riferito all’attività condotta da tutte le FF.PP. della provincia.

Momenti di Cultura. Destino di Raffaella Romagnolo. Breve recensione di Maurizio Coscia.

Destino di Raffaella Romagnolo è un romanzo storico alla cui presentazione ho assistito il 18-04-2019, presso ACSAL (Alessandria). Ritengo che sia bello ed originale, in quanto, pur essendo una storia con personaggi immaginari, Giulia Masca e Anita Leone, risulta essere verosimile e narrante una vicenda in parte ambientata nel nostro territorio provinciale, all’inizio del ‘900 e oltre, sulla base di una seria e documentata raccolta di testimonianze dell’epoca. Narra, infatti, la vicenda di una donna di nome Giulia che, lavorando come operaia tra sofferenze continue, insieme con l’amica Anita, inflitte a giovani ragazze quali erano, presso una filanda di Ovada, decide di aderire al primo sciopero mai organizzato in quella località per ottenere un aumento salariale. Lo sciopero non porta ad un reale risultato se non quello d’essere un esempio di lotta rivendicativa per i diritti, soprattutto, delle donne che, a quel tempo, non avevano neppure la facoltà di voto politico. Giulia, comunque, non ci sta a continuare a subire una vita fatta di privazioni e sofferenza e, quindi, decide di emigrare all’estero, in America. Qui, ottiene un successo insperato e fa ritorno nel 1946, dopo la guerra, in Italia da persona ricca e diversa, riallacciando i suoi legami d’affetto con l’amica Anita che, nel frattempo, ha continuato a vivere nell’ovadese e ad affrontare con grande coraggio anche gli avvenimenti bellici della seconda guerra mondiale che hanno interessato la nostra provincia, compreso il celebre “Eccidio della Benedicta”.

 

L’autore di questo articolo è Maurizio Coscia, scrittore del libro “Il Viaggio di Simone

Pagina facebook del libro: https://www.facebook.com/Evan-Jung

 

Intersezione pericolosa: Finalmente collocato uno specchio bifacciale, di Pier Carlo Lava

Intersezione pericolosa: Finalmente collocato uno specchio bifacciale, di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Negli ultimi sette anni anni nei quali si sono registrati diversi incidenti uno dei quali grave è stata segnalata più volte a due diverse amministrazioni comunali la necessità di intervenire per calmierare la velocità del traffico al quartiere Borsalino, ma purtroppo senza esito.

Specchio.png

Nelle segnalazioni in questione si precisava altresì che sarebbe stato quantomeno opportuno collocare nell’aiuola antistante un agenzia di pratiche auto e uno studio veterinario, uno specchio bifacciale per migliorare la visuale nell’intersezione pericolosa di via Don Giovine e via Piacentini.

Un provvedimento almeno questo, che costava pochissimo e poteva ridurre il rischio di incidenti e salvare delle vite, purtroppo e incredibilmente ci sono voluti sette anni, ma finalmente è stato collocato.

Certo che se questi sono i tempi delle amministrazioni comunali per prendere in considerazione le segnalazioni dei cittadini non possiamo certo dire di essere soddisfatti, anche se ora comunque vanno i nostri ringraziamenti all’Assessore competente per il lavoro finalmente svolto.

Resta però il problema principale da risolvere relativo alla velocità pericolosa delle auto che incuranti del limite 30 km ora transitano nel quartiere e specificatamente in via Don Giovine a velocità sostenuta ben oltre il limite di legge, persino in un tratto in curva nel quale la visuale è ridotta a poche decine di metri.

A quando la risoluzione anche di questo problema?, o dobbiamo attendere che ci scappi il morto… .

SEZIONE POLACCA: Ritratti / Portrety – URSZULA JOANNA WINTROWICZ czyli z ziemi polskiej do włoskiej

(by I.T.Kostka)

Z ZIEMI POLSKIEJ DO WŁOSKIEJ: baśniowość i polskość w twórczości URSZULI JOANNY WINTROWICZ

Me powikłane włosko – polskie ścieżki literackie skrzyżowały się pewnego popołudnia z jedną z Rodaczek, którą jak i mnie los zawiódł na włoską ziemię. Urszula Joanna Wintrowicz żyje i tworzy od dwudziestu lat w Neapolu, ale jej serce, a przede wszystkim dusza, zakotwiczone są głęboko w nadbałtyckim kraju. Twórczość Urszuli to połączenie wielkiej miłości do Polski wraz z wyrafinowaną wyobraźnią i wrażliwością artystyczną. Na dużą uwagę zasługuje charakterystyczny język i stylistyka wierszy: starodawna średniowieczna polszczyzna, klasyczna forma utworów (sonety, ballady, strofa saficka, jedenastozgłoskowce, zamiłowanie do rymów, wyraźne wpływy wielkich autorów przeszłości jak Shakespeare, Dante, Mickiewicz, Saffo / Safona i inni) połączone z oryginalnymi, czasami surrealnymi metaforami i figurami retorycznymi. Mimo wyraźnego upodobania do klasycyzmu i wielokrotnego używania rymów, wiersze Wintrowicz nie należą do tak często spotykanych “banalnych produktów komercyjnych”, lecz odznaczają się dużym bogactwem lingwistycznym, głębią przekazu i znaczną dojrzałością emocjonalną. To świat ludowych baśni, mitologicznych bogów, onirycznych wizji o gotyckim, często mrocznym charakterze (wiersz “Pan cmentarnych nut”) i osobistych, intymnych kobiecych refleksji (“Pocałuj klamkę z drugiej strony”). Teksty Urszuli Joanny Wintrowicz są wielopłaszczyznowe i zasługują na wielokrotną lekturę, gdyż za każdym razem odkryć można nowe znaczenie każdej strofy i zinterpretować całość w odmienny, rewolucyjny sposób. Z pewnością twórczość ta nie należy do prostej i łatwej w odbiorze literatury, wymaga od czytelnika dużej wrażliwości i koncentracji oraz znajomości różnych kultur. Talent Urszuli Joanny Wintrowicz jest na pewno niezaprzeczalny, eklektyczny i potrafi zaskoczyć, potrzebuje z pewnością życzliwości serc i umiejętności słuchania nawet ciszy, w której to rozwija skrzydła niepohamowana inspiracja twórcza autorki. Życzę wszystkim miłej lektury!

Izabella Teresa Kostka Mediolan, czerwiec 2019. Continua a leggere “SEZIONE POLACCA: Ritratti / Portrety – URSZULA JOANNA WINTROWICZ czyli z ziemi polskiej do włoskiej”

Festa degli Atleti Azzurri 2019

Festa degli Atleti Azzurri 2019

Domenica 9 giugno 2019 alla Cittadella di Alessandria il 3° Raduno Regionale dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia

Festa Atleti Azzurri_Alessandria_2019

Con il Patrocinio della Comune di Alessandria e del Comitato Regionale C.O.N.I. Piemonte, domenica 9 giugno 2019, presso il Complesso monumentale della “Cittadella” di Alessandria, si terrà la “Festa degli Atleti Azzurri 2019” organizzata in occasione del 3° Raduno Regionale dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia – Associazione Benemerita riconosciuta dal C.O.N.I.

A seguito dell’incarico ricevuto dal Comitato Regionale A.N.A.O.A.I., la Sezione di Alessandria, presieduta dall’Azzurro Maurizio M° Massara, ha organizzato la manifestazione con la partecipazione degli Atleti Olimpici e Azzurri iscritti alle sezioni piemontesi dell’Associazione Benemerita. Continua a leggere “Festa degli Atleti Azzurri 2019”

La condizione acerba, di Roberta Borgia

La condizione acerba, di Roberta Borgia

“L’arte invecchia d’arte o di vendetta? Lo chiedo alla lancetta dei secondi, che minaccia di ferire il suo quadrante. Sembra stizzita dalla rinuncia al mio consueto, mentre contemplo il titanismo del suo giro”.

Raramente, (specialmente in questo periodo in cui la poesia sta diventando la “Cenerentola” della letteratura e i lettori del genere sono sempre più rari) ci si trova davanti a poesie di questo livello.

Un livello alto, molto alto.

Roberta Borgia emoziona, ed emoziona profondamente. Le sue immagini non sono mai banali, le sue parole rinuncia- no ad una ricercatezza forzata, artificia- le, per arrivare dirette all’obiettivo della poesia.

Che è (e lo dice la parola stessa, nelle sue radici più antiche), la “creazione”, ovvero la tensione allo svelare le radici dell’esistenza, a spiegare il dolore, la fatica, a tratti forse l’inutilità stessa del nostro essere.

In questo libro, finalmente, si ritorna ad una poesia che prende il lettore e lo por- ta, verso dopo verso, immagine dopo immagine a riflettere, profondamente. Prima su sé stesso, poi su quanto lo circonda.

ROBERTA BORGIA nasce a Messina nel 1982.

Ottiene una segnalazione al 7° Premio Nazionale Divo Bavona. Pubblica nel nu- mero “Speciale Violenza sulle Donne” del- la rivista Isola Nera, diretta dalla scrittrice, candidata al Premio Nobel per la Letteratu- ra, Giovanna Mulas. La poesia “Messina” è stata letta da Alessandro Quasimodo, atto- re e figlio del Premio Nobel Salvatore Qua- simodo,nell’ambito del progetto “Alessandro Quasimodo legge i Poeti Con- temporanei”.

Ha ricevuto una menzione di merito per la partecipazione al Premio Internazionale Salvatore Quasimodo. Vive con il marito e i figli in una casa immersa nella natura, sui colli Peloritani che si affacciano sullo Stret- to di Messina.

Pioggia.

 

Gocce nel mio animo

riflesse nel cielo

spariscono, si dissolvono

nelle nuvole

viaggiano nel tempo

come fosse un treno senza sosta

in cerca di una risposta

che solo il tempo saprà dare…

Gocce di pioggia vengono dal niente

mi accarezzano la testa

dolcemente

e spariscono nella mente.

 

 

 

Punto informativo ‘Separazioni e Divorzi’: Orario da giugno a settembre

Si comunica che nel periodo compreso tra giugno e settembre 2019, il punto informativo ‘Separazioni e Divorzi’ del servizio Stato Civile del Comune di Alessandria sarà aperto al pubblico, dalle ore 8.30 alle 12.45, nelle giornate di:

venerdì 7 e 21 giugno;

venerdì 5 e 19 luglio;

venerdì 2, 16 e 30 agosto

venerdì 13 e 27 settembre.

Francesca nel Cuore  Memorial Francesca Calvo

Francesca nel Cuore  Memorial Francesca Calvo

Alessandria: Il Comitato provinciale AICS in collaborazione con il GSD Lonardo organizza, mercoledì 19 giugno, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Alessandria, la manifestazione ‘Francesca nel cuore – Memorial Francesca Calvo’.

  memorial CALVO FRONTE2019.png

memorial CALVO RETRO 2019

La manifestazione podistica, a passo libero non competitiva, con partenza alle ore 20,30 dal Centro d’Incontro ‘Galimberti’ in via Pochettini, si snoderà su un percorso di circa cinque chilometri che da via Pochettini proseguirà su viale Michel, via Monteverde, via Galimberti; alla rotonda di via Boves si effettuerà una inversione di marcia per proseguire in  via Galimberti, via Monteverde, viale Michel, parco aeroporto, caserma artiglieria, zona pedonabile di viale Milite Ignoto, viale Michel per terminare nuovamente presso il Centro d’Incontro ‘Galimberti’. Continua a leggere “Francesca nel Cuore  Memorial Francesca Calvo”

ARENZANO IN DANZA 2019: SI TORNA A VILLA FIGOLI

Torna Arenzano in Danza 2019, il Festival della Danza della Liguria, ideato e diretto dall’alessandrina Patrizia Campassi, patrocinato dalla Regione Liguria, dal Comune di Arenzano e dal CSI Genova.

L’appuntamento è fissato dal 4 al 7 luglio prossimi e si torna a Villa Figoli ad Arenzano, dove la manifestazione è nata ventiquattro anni fa.

Dal 4 al 6 luglio si svolgeranno gli stage con professionisti del settore per le varie discipline (danza classica, danza di carattere, modern contemporanea, hip hop, breakdance, street dance, musical, swing), che assegneranno anche borse di studio ai partecipanti, mentre il CSI Genova assegnerà, come ogni anno, il premio “Giovani promesse”. 

Il 7 luglio alle ore 21 il festival chiuderà con il Gran Galà della Danza, con prestigiosi nomi del balletto e dello spettacolo a siglare la rassegna 2019. Saranno assegnati alcuni premi e riconoscimenti. Tra questi: Premio “DanzArenzano Arte” – 21^ Edizione a Micha Van Hoeche  (Maestro e Coreografo di fama internazionale – premio alla carriera) e a Martina Arduino (Prima Ballerina del Teatro Alla Scala, che per gentile concessione del Direttore del Corpo di Ballo del prestigioso Ente, il M° F.Olivieri, danzerà in coppia con Marco Agostino), Premio “DanzArenzano Media Show” – 12^ Edizione a Valentina Bonelli (giornalista, critico e storico di danza), Premio “Excellent Dancers Grand Prix” – 6^ Edizione assegnato a due giovani talenti Italiani, in forza al Teatro dell’Opera di Varsavia: Rosa Pierro e Rinaldo Venuti che per l’occasione danzeranno nella serata di Gala il Pas de Deux “Duo classico” del Maestro Evgenij Polyakov.

Commenta Patrizia Campassi: “Se ripenso all’inizio di questa manifestazione che ho tanto voluto e che in questi 24 anni di vita è stata sostenuta ed amata dal Comune di Arenzano, portando la bella città ligure a diventare la “Città della Danza della Liguria”, non posso non pensare a Villa Figoli, dove Arenzano in Danza è nato e dove tanti allievi, maestri, ed ospiti internazionali di grande prestigioso, hanno per lungo tempo soggiornato ed animato magnifiche giornate e serate di grande danza e spettacolo. Ritornare a “casa”, è una grande emozione, perché da lì tutto ha avuto inizio. Il nostro Festival è tuttora un importante mezzo per favorire educazione, arte, cultura e turismo”.

Info: Artes, Via Urbano Rattazzi 47, Alessandria, 0131/262142, www.arenzanoindanza.italessandriartes@gmail.com 

Torna Arenzano in Danza 2019, il Festival della Danza della Liguria, ideato e diretto dall'alessandrina Patrizia Campassi, patrocinato dalla Regione Liguria, dal Comune di Arenzano e dal CSI Genova.

Ti amo oltre la vita.

52038529_595982040867512_4348446025451569152_nRicambi il mio amore
senza aver paura di farlo
senza il timore
di guardarmi negli occhi
e dirmi ti amo…
Vedo nei tuoi occhi l’amore
che mi illumina gli occhi
come petali di primavera
all’ affacciarsi del sole.
Il mio viso è sollevato al cielo
quando ti vede
è come una rondine in volo
verso la luna…
Amore il mio cuore è tuo
posseduto come una gemma
nello scrigno
ti amo oltre la vita
il mio cuore lo stringi tra le dita…

 

Primo incontro.

59588547_633394163792966_1874743183070461952_n

 

Come posso dimenticare

il primo giorno che ti incontrai…

Il mio cuore palpitava

ero emozionato come un bambino

al primo giorno di scuola

mi sentivo smarrito nei tuoi occhi

così dolci

che hanno sciolto il ghiaccio nel tempo

Amore quando parlo con te

mi smarrisco nel tempo

hai spazzato via tutti i miei tremori

ora sono solo dolci rumori…

Il primo giorno che ti incontrai

Rimarrà impresso nel mio cuore

mio dolce amore

Il mio amore.

60651702_642937402838642_7662998113136672768_n

Il mio amore mi fa sognare
ridere, piangere…
E’ come un arcobaleno che sorride ai miei occhi
mai stanchi del suo viso
cosi splendente come un’aurora
al mattino
é come un battito del cuore all’infinito
che fa eco nel mio animo.
Il mio amore mi porta su nel sole
dove non esiste il buio
solo luce e dolci pensieri…
Il mio amore mi guarda
e penetra dentro me
e guarda il mio cuore mai
sazio di lei…
Il mio amore è come una rosa
che cresce dentro me
e mette delle radici
piene di sentimento e calore…
Il mio amore

è come un frutto maturo
che solo la mano dell’ amore

è pronta a cogliere.

Pee Gee Daniel a Nizza Monferrato di Cristina Saracano

Doppio appuntamento, per il 7 giugno alle ore 19 presso la libreria ” A piè di pagina” di Nizza Monferrato: lo scrittore alessandrino Pee Gee Daniel presenterà due dei suoi romanzi.

“Ego e Libido”, una storia ironica, grottesca e tragicomica ambientata in una cittadina di provincia, dove i protagonisti potrebbero essere le persone della porta accanto, con le loro ansie e i loro pregiudizi.

“Lo scommettitore”, che narra le vicende di un giovane che sta per diventare padre, ma non riesce a trovare un’occupazione, e finisce, tramite un’agenzia interinale, a occuparsi di un centro scommesse.

L’autore vi aspetta in via Carlo Alberto 97, Nizza Monferrato.

Seguirà rinfresco.

Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta

Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta

Domenicale ● Agostino Pietrasanta https://appuntialessandrini.wordpress.com/

alleanza zingaretti_dimaio_m5s_pd_lapresse_2019.jpg

Nel dibattito post/elettorale, anche in prospettiva di medio o lungo periodo, si inserisce qualche avveduto opinionista, che si qualifica pure come storico, il quale tenta di confrontare o addirittura omologare eventi di radicale difformità, sia per i tempi, sia per le condizioni complessive in cui vengono a porsi: succede così che si arrivi a parlare di possibili alleanze tra PD e Pentastellati.

Al netto dei maldestri tentativi altra volta sperimentati, a ben vedere si tratterebbe di un’alleanza innaturale (concubitus paene ferarum), di un’alleanza, meglio un’abbraccio mortale proprio per l’impatto che avrebbe sullo zoccolo duro e per ora fedele alle prospettive residue del centro/sinistra.

Il discorso proposto in soldoni, tanto semplicistici quanto rozzi è pressoché descritto in questi termini.

Udite! Dal momento che il PD non può sperare in una maggioranza capace di guidare l’esecutivo, l’unica prospettiva sta negli accordi programmatici o addirittura in convergenze politiche con altre compagini sulla scena nazionale. E dunque a certe condizioni, di tempo conveniente, di attenzione ai progetti e di trasparenza metodologica non si dovrebbe escludere una futura (?!) collaborazione PD/M5S. Continua a leggere “Alleanza mortale, di Agostino Pietrasanta”

Casale Città Aperta: sabato 8 e domenica 9 monumenti e musei aperti

Casale Città Aperta: sabato 8 e domenica 9 monumenti e musei aperti

Comune Casale Monferrato Comune

Casale Monferrato: Torna per questo fine settimana l’appuntamento con Casale Città Aperta, tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.

Sabato 8 e domenica 9 giugno saranno visitabili: il Castello del Monferrato con un ventaglio di mostre ad ingresso gratuito (orario 10-13/15-19), il Teatro Municipale,  la Torre Civica, la Chiesa di Santa Caterina, la Chiesa di San Michele, il Palazzo Vitta (sabato 15,30-18,30; domenica 10-12,30 / 15,30-18,30), la Cattedrale di Sant’Evasio e la chiesa di San Domenico (sabato e domenica 15 – 17,30). Continua a leggere “Casale Città Aperta: sabato 8 e domenica 9 monumenti e musei aperti”

Grafoplast di Predosa, impresa rinata nel nome della famiglia Piana

Grafoplast di Predosa, impresa rinata nel nome della famiglia Piana

di: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

grafoplast-sede-300x162.jpg

Alessandria: “Piccole, grandi storie di impresa”. Un nuovo spazio per raccontare l’economia e i protagonisti della provincia alessandrina, ma non solo. L’idea è nata dopo l’uscita del volume ‘Alessandria – Gli ultimi 50 anni una finestra sugli eventi socioeconomici’ (198 pagine, edizione Palazzo del Governatore, Alessandria) in cui ripercorro, da giornalista economico, la storia recente, cercando di individuare alcuni degli elementi di positività, che esistono, grazie ai quali Alessandria e la provincia sono davvero in grado di compiere il salto di qualità di cui ha bisogno il tessuto socioeconomico. Continua a leggere “Grafoplast di Predosa, impresa rinata nel nome della famiglia Piana”

Corso “Impariamo ad imparare”: APPRENDERE ad APPRENDERE ogni cosa 10 volte più velocemente

Corso “Impariamo ad imparare”: APPRENDERE ad APPRENDERE ogni cosa 10 volte più velocemente

Si organizzano DUE CAMPUS ESTIVI con 4 incontri live distribuiti  in 21 giorni ciascuno sul tema “APPs per cervelli umani”.

corso Italia-Nostra-impariamo ad imparare (1).png

ECCO I PUNTI CHE DEVI ASSOLUTAMENTE CONOSCERE PER CAMBIARE, PER SEMPRE E STRAORDINARIAMENTE IN MEGLIO, I RISULTATI NELLA SCUOLA, NELLO SPORT, SUI SOCIAL, NEL TEMPO LIBERO E NELLA VITA.

1 – Ti hanno insegnato che per ottenere risultati (a scuola, sui social, …) devi “consumare” molto tempo della tua vita (e quel tempo è una risorsa irrecuperabile) sottraendolo da altre attività.

2 – Hanno omesso di dirti che c’è sempre un modo più efficace, un modo diverso di fare le cose.

3 – C’è un modo diverso di studiare e di apprendere nuove conoscenze (competenza) e nuove capacità che ti fa risparmiare gran parte del tempo della vita che trascorri sui libri e nella attività di apprendimento. Continua a leggere “Corso “Impariamo ad imparare”: APPRENDERE ad APPRENDERE ogni cosa 10 volte più velocemente”

Visita dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati

Visita dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati

Casale Monferrato, visita al Parco Eternot di alcuni componenti dell’XIª Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati.

visita XI commissione.jpg

La visita al Parco è stata l’unico momento pubblico della giornata casalese (ancora in corso), dedicata alle tematiche dell’amianto, dei deputati Andrea Giaccone, Carmela Bucalo, Costantino Caffaratto, Jessica Costanzo, Chiara Gribaudo, Serse Soverini e Paolo Zangrillo (non in foto).

Il programma della giornata ha previsto (in forma riservata), incontri con il sindaco Federico Riboldi, con il presidente dell’Associazione dei Comuni del Monferrato Fabio Olivero, le visite all’ UFIM (Unità Funzionale Interaziendale Mesotelioma), alla sede cittadina di Arpa Piemonte e alla discarica amianto.

“Momenti di poesia” – E sei un ossimoro – di Paola Cingolani

Un’altra notte _ di quelle buie _
la riconosci mentre arriva
col suo fardello di pesantezza
e la senti perché ti schiaccia

Tu stai cadendo _ nessuna stella _
come in un pozzo senza fondo
t’ingoia ma  lasciati fagocitare
tanto lo sai che usurperà tutto

L’anima assente ingiustificata
sta giocando _ è evanescente _
non c’è nessuno
tu non ci sei
vuoto cosmico attorno _ e dentro _
tanto da annichilire
da annientare

E sei un ossimoro _ dolce ma dura _
senza speranze né alcuna paura
attraversi l’oscurità
consisti d’aria
vaghi libera
notte avara di lemmi e di parole
ché non vengono se nessuno le vuole

Rimel Neffati Work

– Photo Rimel Neffati Work
– Versi Paola Cingolani @lementelettriche – 05/06/2019