Momenti di poesia. Al belvedere dei ricordi, di Stefania Pellegrini

60693484_340043083374684_8217152214053945344_n.jpg

Parole nomadi

Al belvedere dei ricordi

Affondavano creste
di onde mentre la prora
s’abbatteva alla foce
dei giorni.
La tua voce evaporò
tra la calura marina
dei solleoni.
Nel blu sconfinato
cercai quel porto sicuro
dove cullavano
docili le parole,
cercai l’ancora
per i miei pensieri.
Ma non ci fu approdo
che la strada trovasse
nella galassia spenta
dei nostri incontri.
Affranta cedetti
le messi degli sguardi
alle pietose ombre d’ali
della sera.
Mancano quei passi
al cuore,
pane, sale del tempo,
i vivaci occhi
che regalavano
certezze alle incertezze
giovanili.
E il giorno ancora
s’arrampica sui terrazzi
di sogni
al belvedere dei ricordi.

Stefania Pellegrini ©
Ogni diritto riservato