Leonardo Da Vinci e L’Annunciazione

Figura 2, Leonardo da Vinci 1452-1519 Annunciazione1 tempera su tavola, 98x217 cm Firenze, Galleria degli Uffizi

Figura 3, vista prospettica da destra.jpg

A cura di Manuela Moschin
Quest’anno Leonardo Da Vinci a seguito del cinquecentenario dalla sua morte, avvenuta il 2 maggio 1519, è diventato l’artista più citato in assoluto. Le sue abilità ci conquistano ogni giorno e non ci stanchiamo mai di parlarne. Quest’opera è stata eseguita in età giovanile. Si tratta della celeberrima “Annunciazione”. Inizialmente fino al 1867, ovverosia quando il dipinto si trovava nella sagrestia della chiesa di San Bartolomeo, veniva attribuito a Domenico Ghirlandaio, successivamente dal momento in cui venne trasferito nella Galleria degli Uffizi fu riconosciuta come un’opera di Leonardo. Essa si contraddistingue per alcune particolarità:
se si osserva il dipinto dal punto di vista frontale si può notare che lo sguardo si rivolge verso la montagna che paradossalmente diventa la protagonista del quadro, offuscando l’immagine di Maria. Ebbene c’è una spiegazione in tutto ciò.
I pittori di quel periodo si rifacevano a dei simboli ripresi da testi fondanti.
In particolare, questa immagine si basa sugli scritti di Bernardo di Chiaravalle, abate e teologo francese dell’ordine cistercense che scrisse quattro omelie sul vangelo di Luca (l’unico evangelista a descrivere l’annunciazione). In una di esse fa riferimento al Monte dei monti “Mons Montium” asserendo che il Cristo è il Monte perché è il Santo dei santi. Il mare su cui si trova la montagna rappresenta il mondo degli umani, dei pagani, quindi il Cristo che domina sul Mondo. Il simbolo del “Monte sul mare” rappresenta il Cristo. Altri simboli nel quadro sono rappresentati dagli abeti, olmi e cipressi che fanno riferimento ai legni del santuario del Signore presenti nel ventre di Maria. Inoltre, se si osserva il quadro posizionandosi al centro si percepiscono certe discrepanze, delle difficoltà prospettiche. Si nota, ad esempio, che il braccio di Maria e le bugne sono stati rappresentati troppo lunghi. Queste discrasie non sono altro che degli espedienti compositivi per consentire l’acquisizione di giochi anamorfici. Se si esamina il dipinto disponendosi nella parte destra si potrà constatare che tutto si ricompone, il braccio di Maria si accorcia e l’edificio si allunga. Ne conviene che queste difficoltà non sono di Leonardo, ma della critica dell’interpretazione perché non ha tenuto conto della posizione che sarebbe stato situato il quadro.

UNO SPIRITO DECISO, di Silvia De Angelis

egiziana7

Nella piana di Amarna   il faraone Onuris ama stabilire la sua elegante residenza, indiscussa, naturalmente per solidità ed eleganza. Infatti è immersa in ampi e verdi cortili rettangolari, ravvivati dal turchino d’ una piscina in cui sguazzano pesci  variopinti, alla mercè di vistose piante acquatiche.

L’ atmosfera vivacissima nelle ore del giorno, si tinge di mistero, nelle ore del buio, velato di sussulti  e aliti arcani, che rendono ancora più intriganti i  respiri di quegli ambienti.

E’ Nefret   la ragazza enigmatica, che da qualche giorno s’ addentra fra le stanze della suntuosa dimora e Onuris, che  ne ha notato la presenza, per l’ indicibile bellezza, cerca di sondare il terreno, circa notizie che la riguardano, rimanendo il più possibile nell’ anonimato.

L’ entourage del sommo, rende noto allo stesso, che la donna è una delle ancelle addette al controllo delle stanze e al riordino dei papiri, riguardanti  trame ataviche e tracce di mappe astronomiche, in corso di aggiornamento. Continua a leggere “UNO SPIRITO DECISO, di Silvia De Angelis”

Spettacolo “Ritmi quotidiani”

Spettacolo “Ritmi quotidiani”

Spettacolo fine anno alla scuola media di Sale

Martedì 4 giugno scorso, nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Maria e San Siro i ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Sale si sono esibiti nello spettacolo “Ritmi quotidiani” guidati dal Prof. di Musica Marco Campese e dalla Prof.ssa di Scienze Motorie Roberta Chiappini. Alla serata era presente la Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Bassa Valle Scrivia, a cui appartengono le scuole di Sale, Lorenza Daglia.

Durante l’anno scolastico gli alunni sono stati esploratori del territorio dei suoni utilizzando la voce, parlata o cantata, il flauto, suonando il proprio corpo tramite la body percussion oppure ricercando nuove sonorità attraverso oggetti e materiali di uso comune.

La body percussion è una tecnica che combina in maniera coordinata i vari timbri che si ottengono percuotendo il proprio corpo. Durante la serata sono stati proposti alcuni brani suonati con materiali alternativi, quali ad esempio la carta dei quotidiani. Sono inoltre stati presentati ritmi quotidiani che accompagnano e si propongono attraverso attività ginnico sportive e la danza. Continua a leggere “Spettacolo “Ritmi quotidiani””

Alessandria Sailing Team, i prossimi appuntamenti

Spirit of Nerina: settima alla 151 Miglia, regatando “all’antica”
L’Alessandria Sailing Team su Spirit of Nerina Rolandi Auto termina la Regata 151 Miglia (a Livorno durante lo scorso fine settimana) in settima posizione in classe ORC 3 tagliando il traguardo di Punta Ala dopo 31 h e 43 minuti di navigazione.
Le barche iscritte in totale di questa decima edizione erano 250, 37 quelle della classe di Spirit of Nerina-Rolandi Auto.
Commenta il timoniere Gianluca Viganò: “E’ stata una regata particolarmente bella con vento molto variabile lungo tutto il percorso sia in intensità (da zero a 20 nodi) sia in direzione; questo ha comportato grande impegno per l’equipaggio in continui cambi di vele e di strategia”. Racconta il presidente Paolo Ricaldone: “Siamo molto contenti della nostra prestazione soprattutto per la concentrazione che l’equipaggio ha avuto durante tutto il percorso, anche perché abbiamo dovuto regatare in modalità “antica”: un problema all’impianto elettrico della barca ci ha lasciato senza strumenti elettronici e senza corrente fin dalle prime miglia, perciò abbiamo potuto utilizzare solo la bussola magnetica e il segnavento in testa d’albero. Conquistato il settimo posto, ci riproveremo il prossimo anno, perché la 151 Miglia è veramente una bellissima regata disputata tra la Corsica, l’Elba e l’Argentario, un tratto di mare tra i più belli del Mediterraneo”.
Adesso Spirit of Nerina Rolandi Auto torna a Chiavari e il team si prepara per il prossimo importante appuntamento: il Campionato mondiale X-35 a Malmo, in Svezia, dal 8 al 13 luglio.
Buon vento!

Costituzione al Mulino di Basaluzzo

Costituzione al Mulino di Basaluzzo

L’incantata atmosfera dell’Antico Mulino di Basaluzzo ha fatto da corroborante alla lezione di Piercarlo Fabbio sui presupposti storico-politici e su alcuni contenuti della Costituzione Italiana. L’iniziativa, pensata dalla Pro Loco di Basaluzzo, dal Comune e dall’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) provinciale, si è svolta il 2 giugno 2019 ed è stata volutamente orientata ai giovani che proprio quest’anno hanno compiuto la maggiore età.

C’è disinteresse, soprattutto nei giovani, per fatti che sono successi oltre settant’anni fa e che certamente appartengono alla storia, ma che necessariamente vanno recuperati alla memoria di chi, ogni giorno, fa i conti con le conseguenze di quelle decisioni, di quei pensieri, di quelle riflessioni, di quelle scelte su cui si fonda la Repubblica Italiana. Questo il ragionamento condotto da Eleonora Norbiato, presidente della Pro-Loco di Basaluzzo e dal Sindaco Gianfranco Ludovici, da pochissimo rieletto, coadiuvati da Bruno Ragni, Presidente dell’UNPLI provinciale, che hanno invitato Piercarlo Fabbio a tenere la lezione. Continua a leggere “Costituzione al Mulino di Basaluzzo”

Carabinieri, denunciano una donna alessandrina per divieto di ritorno a Valenza

Carabinieri, denunciano una donna alessandrina per divieto di ritorno a Valenza

Carab 112 copia 2.jpg

I Carabinieri di Valenza hanno deferito in stato di libertà una donna alessandrina classe 74. I Carabinieri di servizio perlustrativo nel centro di Valenza l’hanno notata e sottoposta così a controllo. Gli accertamenti hanno permesso appurare come la stessa fosse inottemperante al provvedimento di divieto di ritorno in quel Comune, provvedimento in vigore per tre anni emesso nel marzo 2018.

Il quaderno blu, di Anna Maria Caligiuri

Il quaderno blu, di Anna Maria Caligiuri

Collana Le Impronte

23. Anna Maria Caligiuri, Il quaderno blu pp. 176, € 15,00 ISBN 978-88-6679-191- (febbraio 2019)

1 Schermata 2019-06-13 a 08.27.57

Anna Maria Caligiuri nasce a Novi Ligure, dove vive fino alla laurea, conseguita presso l’Università di Genova. Nel 1974 si sposa trasferendosi in Calabria, a Soveria Mannelli (CZ), terra dei suoi avi, dove vive tuttora. Ha insegnato materie giuridiche nelle Superiori di Soveria Mannelli e del territorio circostante fino alla pensione. Da ragazza ha fatto parte della filodrammati- ca Paolo Giacometti di Novi. A Soveria Mannelli è stata Consi- gliere comunale negli anni Novanta; è stata socia fondatrice di alcune associazioni culturali e oggi è socia FIDAPA della sezio- ne cittadina, di cui è stata Vice Presidente e Presidente; ha fatto parte del Coro Polifonico Parrocchia San Giovanni Battista della sua città.

Dopo aver scritto novelle, poesie e articoli per giornali locali, ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2014, Mille Finestre (ed. Orizzonti Novi). Il quaderno blu è la sua seconda pubblicazione. Continua a leggere “Il quaderno blu, di Anna Maria Caligiuri”

Il volontario del canile.

13307234_10208362286567424_8363705169558275277_n

Sono un volontario del canile

dò il mio cuore senza chiedere

nulla in cambio.

Il mio amore è silenzioso

come un fruscio di farfalle

ma caldo come il sole d’ estate.

Un sorriso scioglie il gelo

di quelle gabbie…

Porto a passeggio il mio fedele amico

siamo una cosa sola

in simbiosi d’ amore ci scaldiamo

a vicenda il cuore

e ci scambiamo tanto calore…

Un modesto poeta…

306869_2248186251439_1451674653_2569965_2205353_n

Sono un modesto poeta

mercante di parole

che mi escono dal cuore…

Sono magie incomprensibili

un dono di cui

mai chiederei perdono

sgorgano come scintille dal cielo

mistero gaudente di cui

mi sento fiero

parlo d’ amore e di speranza

e non ne avrò mai abbastanza

di scrivere dalla mia stanza

un mare di parole che

fuoriescono dal cuore

un mare di versi che nell’aria

non sono dispersi…

 

 

Il giardino dei miei desideri.

6448_1136565586988_1612817734_347730_3424673_nIn questo giardino
c’è il tuo volto che scorre felice
davanti ai miei occhi ridenti.
In questo giardino passeggiano
i nostri cuori silenti e ardenti
d’amore…
Il tuo viso sembra un quadro nell’aria
leggero e sorridente
il mio cuore davanti a te è gioioso
i miei occhi fluttuano nell’aria
nel giardino in cerca
del tuo viso
che dalla felicità
emana una luce d’argento.
Il nostro amore in questo giardino
cresce come una pianta robusta
che nessuna difficoltà rovinerà.
Nè odio né paura scalfirà
questo giardino dei desideri
che per sempre ci proteggerà.

Carabinieri di Tortona denunciano I.P.G. perchè guidava ubriaco

Carabinieri di Tortona denunciano I.P.G. perchè guidava ubriaco

Carab 112 copia 2

Sale: L’8 giugno, i Carabinieri della Stazione di Sale, a conclusione degli accertamenti di rito, denunciavano in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica I.P.G.. 72enne residente in Sale, che il 7 giugno verso le 19,30, alla guida della sua autovettura Peugeot 307, causava sinistro stradale senza feriti in piazza Verdi. A seguito dell’accertamento con l’etilometro, l’uomo evidenziava un tasso alcolico pari 1,80 g/l.

La patente di guida veniva ritirata e il veicolo posto sotto sequestro amministrativo.

Arte contemporanea in giardino, di Lia Tommi

ARTE CONTEMPORANEA IN GIARDINO – CONFERENZA AD ARONA CON I CONIUGI LUPARIA

Arona (NO) – Nadia Presotto e Renato Luparia, di Conzano (AL), venerdì 14 giugno 2019 alle ore 21.00 presso il Centro Incontri di via San Carlo 32 ad Arona, sul Lago Maggiore, presentano una proiezione-conferenza su “L’ arte contemporanea in giardino” ai soci del Garden Club della cittadina lacustre.
Saranno proiettate le immagini realizzate in alcuni giardini privati e non, italiani e stranieri che vedono la presenza di opere d’ arte del Novecento.
Le immagini sono di Renato Luparia, fotografo che si interessa di fotografia fin dai primi anni settanta. Collabora con giornali e riviste e le sue fotografie sono comparse su libri e calendari.
Oltre a lavorare con pellicole diapositive, di cui dispone di un fornito archivio di immagini, da alcuni anni utilizza anche il bianco/nero, la tecnica digitale e il collage.
I suoi soggetti preferiti sono i paesaggi, la natura, fiori e giardini e le foto di viaggi scattate in varie parti del mondo.
Ha partecipato a concorsi fotografici nazionali e internazionali ottenendo lusinghieri successi e le sue immagini sono state esposte a mostre di fotografia e d’arte contemporanea.
Sue fotografie fanno parte della collezione AFI – Archivio Fotografico Italiano.
A Nadia Presotto il compito di illustrare le immagini. Giornalista, e grande appassionata d’ arte (è anche pittrice), di fiori, giardini e viaggi, inizia a scrivere nel 2000, collaborando con alcune testate con articoli culturali. Ha collaborato con riviste quali Garden e In Giardino con reportage di giardini privati.
Per maggiori informazioni tel. 338.3354590.

Amore universale, di Antonietta Fragnito

 

se

Ognuno di noi ha in sé minuscole parti del Creato

Il cuore poi è un vero e proprio campo di semina

Grazie a chi con l’ aratro mi ha attraversato

Siamo tutti un po’ deserto senza colpa

È per questo che anche l’uomo piu’ arido sento mio fratello

Che abbia egli prima di morire il ristoro che aspetta.