Momenti di poesia. LA TRINCEA NEL CUORE, di Bruno Volpi

Momenti di poesia. LA TRINCEA NEL CUORE, di Bruno Volpi

La trincea Lettera dal fronte.jpg

LA TRINCEA NEL CUORE (Fronte italiano, gennaio 1918)

Tracce di matita annebbiate dal tempo,

tempo che ingiallisce i ricordi,

tempo che setaccia i sentimenti.

Una lettera dal fronte italiano,

testimone silenziosa di un amore,

testimone urlante di una lontananza.

Poche le parole, incerta la grafia:

“Sto bene. Qui fa tanto freddo. Presto tornerò.

Aspettami, Amore mio!”

Nascosta tra i ricami della vita,

lei l’aveva conservata in un cassetto,

lei l’aveva sigillata nel suo cuore.

Giovane alpino, scriveva, il nonno,

nell’abbraccio mortale dell’inverno.

Scriveva e tremava.

Scriveva dal fronte, le mani dure di freddo.

Scriveva dal fronte, gli occhi bagnati di lacrime.

Scriveva dal fronte, una trincea nel cuore.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

One thought on “Momenti di poesia. LA TRINCEA NEL CUORE, di Bruno Volpi”

  1. Una dimensione di vita che sembra lontanissima, in questi bei versi, ma che rispecchia la grandezza d’un amore sempre ardente, al gelo della trincea di guerra…
    Versi molto apprezzati

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...