Ulcerante

l’aculeo nel boccio vermiglio

d’infioritura

Nella parabola gelida d’inverno

s’è espanso

un motivo devastante

S’affievolisce

il cantico di voce

reso ancor più fragile

da una lacerazione imprendibile

risoluta

nell’efflorescenza d’addio

@Silvia De Angelis