RECENSIONE AL LIBRO “I SOTTILI PENSIERI DI CANTO” DI MARCO GALVAGNI, di Silvia De Angelis

sottili pensieri di canto

L’universo poetico di Marco Galvagni si esprime in una speciale e preziosa visione d’amore generata da un trasporto emotivo profondo, mai prefabbricato su usuali modelli o sovrastrutture di pensiero estetico.

Egli sviscera, sapientemente, tratti d’immenso universo, intinti in speciali e trascinanti parabole d’amore, sempre delicatissime, nel loro posarsi su raffinate vibrazioni della natura.

Emozionano i suoi magici scenari, che lasciano intravedere infinite pennellate di colori, miste ad ardenti miniature di dolce vissuto, in cui accordi di sonorità, e silenzi, rilasciano percezioni davvero esclusive. Vene costanti, queste ultime, che pervadono l’intera produzione, accentuandone quei toni trascendenti che ci fanno entrare in sintonia con lui, per quel processo logico che ha permesso la distillazione dell’essenziale, liricamente intenso.

Nella lettura dei versi s’avverte un crescendo marcato d’emozioni, nascente da un’epifania dell’anima, quasi sorpresa dalla rivelazione d’un sentimento che s’accresce, e diventa inesauribile, rendendo consona l’esistenza del prezioso dono ricevuto.

Ci si immerge, poi, poi un respirare all’unisono con la compagna prescelta, lasciandosi quasi imprigionare da  quel fascinoso e coinvolgente mondo, sublimato nelle plateali immagini e nel ritmo crescente dei versi.

Un diario completo d’una spiccata sensibilità emotiva, posata in un andirivieni incessante, dalla galassia mentale a quella cosmica, di stile apparentemente semplice, ma che riporta romantica memoria, con un linguaggio attuale, per alcuni versi quasi arcaico, ed innegabilmente moderno nel contempo.

Libro vivamente consigliato

@Silvia De Angelis

 

Terzo appuntamento con “Immersi nelle storie “, di Lia Tommi

“Immersi nelle storie”, la Summer School di Media Education per i giovani

Il progetto formativo Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione, in fase di realizzazione grazie al patrocinio e sostegno della Fondazione SociAL, con il patrocinio del Comune di Alessandria e dell’Università del Piemonte Orientale, propone – esperienza inedita per il territorio alessandrino – l’avvio di un campus estivo per la Media Education e i linguaggi cinematografici, visivi e digitali, rivolto agli studenti e, in generale, ai giovani dai 14 anni in poi.

La Summer School Immersi nelle storie. Tra mondi. Cinema, identità e narrazioni viene offerta gratuitamente ai giovani partecipanti, a cui verranno riconosciuti crediti formativi, nelle giornate di venerdì 14, sabato 15 e sabato 22 giugno, negli spazi dell’Associazione Cultura e Sviluppo. I due appuntamenti serali della Summer School saranno aperti alla partecipazione dell’intera cittadinanza.

La Summer School propone proiezioni cinematografiche a tema, mini rassegne di cortometraggi, laboratori e workshop (a iscrizione) sulla regia cinematografica, sul visual storytelling e l’utilizzo consapevole degli strumenti digitali, sul graphic journalism, condotti da registi, media educator, disegnatori, fumettisti e creativi in genere, con l’obiettivo dell’imparare in forma ludica anche attraverso la condivisione di spazi e momenti formativo-ricreativi comuni: un’iniziativa valida anche per i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (già percorsi di “alternanza scuola-lavoro”).

Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione è un progetto il cui ente capofila è l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna, in collaborazione con Istituto Saluzzo-Plana, AleComics, Associazione Amici del Vinci, Ascom-Confcommercio di Alessandria, Associazione Cultura e Sviluppo, Camera di Commercio di Alessandria e Asti, Cgil, Cia Alessandria, Fic-Federazione Italiana Cineforum, Gapp Alessandria, Libreria Mondadori Alessandria, Caffè Teatro

Sabato 22 giugno

ore 10-13 Raccontare un territorio. I film e i video per lo storytelling d’impresa: workshop a cura di Umberto Mosca

Mercoledì 26 giugno chiusura temporanea Ufficio Cittadinanza del Comune di Alessandria

Mercoledì 26 giugno chiusura temporanea Ufficio Cittadinanza del Comune di Alessandria

comune-al.jpg

Si comunica che, per motivi organizzativi, l’Ufficio Cittadinanza del Comune di Alessandria (Palazzo Comunale, piazza della Libertà 1) rimarrà chiuso al pubblico il giorno mercoledì 26 giugno 2019.

Riaprirà regolarmente al pubblico mercoledì 3 luglio 2019.

Butter paneer tikka masala

LIBARAH

Hi everyone!!!

Paneer tikka masala is an Indian dish of marinated paneer cheese served in a spiced gravy. It is a vegetarian alternative to chicken tikka masala.

Ingredients:

  • 200 to 250grams paneer
  • 1tbspOil
  • 1cuponionscubed
  • 1 Capsicum cubed
  • cupstomatoes chopped
  • saltas needed
  • 10 to 12cashew nuts
  • tbspButter
  • tsp ginger garlic paste
  • ½tspKasuri methi
  • Coriander leaves for garnish
  • Spices:
    • 1bay leaf
    • 1cinnamon
    • 2 to 3cloves
    • ¾ to 1tspgaram masala powder
    • 1tspcoriander powder
    • ½ tsp red chilli powder.
  • Directions:
    1. Mix the paneer into the spices mentioned above and fry till it turns into golden.

    2. Add onion,tomatoes & salt. Fry for 3 minutes. Cook covered till the mixture turns soft & mushy.

    3. Put in garam masala, coriander powder, cashews, red chili powder

    4. Fry till it leaves the sides of the…

    View original post 129 altre parole

    Fabio SEMINO: Garbagna inaugura la mostra di Cesare Saccaggi, un protagonista della pittura italiana tra Otto e Novecento

    Fabio SEMINO: Garbagna inaugura la mostra di Cesare Saccaggi, un protagonista della pittura italiana tra Otto e Novecento

    Si inaugura a Garbagna il prossimo 21 giugno una mostra dedicata a Cesare Saccaggi, tonese e protagonista della pittura italiana tra Otto e Novecento. Frutto della collaborazione tra il Comune di Garbagna e la Fondazione CR Tortona, la mostra nasce con l’auspicio di replicare il successo dell’esposizione Da Pellizza a Cuniolo. Visioni di paesaggio, che la scorsa estate aveva portato a Garbagna un migliaio di visitatori in tre fine settimana.

    Saccaggi-150+1-A4.jpg

    E con un duplice intento: esporre al pubblico opere non più visibili nella pinacoteca della Fondazione e fare memoria di un anniversario importante. Perché Saccaggi, nato nel 1868, l’anno scorso compiva 150 anni. Ma gli anniversari hanno eco lunga: quindi Cesare Saccaggi centocinquanta più uno, occasione felice per ritrovare opere di grande qualità come La vetta o Sansone alla macina, come i paesaggi e i ritratti.

    La Fondazione conserva un’antologia di dipinti che consente di ripercorrere, per esempi di qualità, l’iter pittorico di Saccaggi tra opere simboliste, ritratti dal vero, paesaggi e scene storiche.

    La vetta, 1912.jpg

    La mostra è curata da Manuela Bonadeo in collaborazione con Mauro Galli, è accompagnata da un piccolo e gustoso catalogo e sarà visitabile a Garbagna, presso la Sala Polifunzionale di piazza Doria, dal 21 giugno al 7 luglio (sabato e domenica 10.30 – 12.30; 16.00 – 19.00; per visite in altri orari o informazioni 0131 877645).

    L’inaugurazione sarà venerdì 21 giugno alle ore 18.ù

    Fabio Semino, Sindaco di Garbagna

    ESTATE, di Miriam Maria Santucci

    beautiful summer sunset on a wheat field with poppies and daisie

     

    ESTATE
    di Miriam Maria Santucci

    Spunta il sole dietro il monte
    come un fiore in mezzo al prato.
    Un gabbiano all’orizzonte
    e il suo nido sopra un ramo.
    Nella brezza del mattino
    si scompiglia il biondo grano.
    Si rallegra il contadino
    e lo sfiora con la mano.
    Rende lode alla natura
    per le folte spighe d’oro.
    Pronta è la mietitura,
    sacro frutto del lavoro.

    Poesia tratta dalla raccolta “Oltre l’orizzonte”
    © Copyright 2018 – Miriam Maria Santucci

    Giovanni Barosini sollecita i tecnici del Comune a controllare i ripristini degli interventi stradali di open fiber

    Giovanni Barosini sollecita i tecnici del Comune a controllare i ripristini degli interventi stradali di open fiber

    IMG_20190619_192548_resized_20190619_073654812IMG_20190619_192532_resized_20190619_073654287IMG_20190619_192559_1_resized_20190619_073653705

    Alessandria today, siamo lieti di apprendere che l’Assessore competente per delega solleciti i tecnici del Comune ad una maggiore attenzione a come vengono svolti i lavori pubblici da parte delle varie imprese operanti sulla città, in tal senso sarebbe però il caso di far controllare anche i lavori di ripristino, parziali e incompleti, rispettivamente a quanto avevamo segnalato, relativi al parco giochi di via Don Giovine al quartiere Borsalino.

    In tal senso occorre precisare quanto segue:

    Sono stati riverniciati i giochi – Messe a dimora tre piante, ma manca ancora la sistemazione della recinzione in legno, occorre rimettere gli assi mancanti, dove spuntano chiodi rugginosi e verniciarla tutta prima possibilmente che marcisca, inoltre non guasterebbe un taglio dell’erba …

    Grazie… Pier Carlo Lava

    barosini-copia

    Alessandria: Giovanni Barosini, Assessore Lavori pubblici (Patrimonio, Aree verdi, Cimiteri, Welfare animale) invita nuovamente e formalmente i tecnici del Comune a verificare di persona e scrupolosamente che TUTTI i lavori e ripristini a seguito degli interventi stradali per l’installazione della fibra da parte di Open Fiber vengano eseguiti a regola d’arte e ad attivare, immediatamente, l’Avvocatura del comune non appena si rilevino inadempienze contrattuali.

    Barosini chiede inoltre che gli venga comunicato con anticipo le date di ripristino delle vie elencate in convenzione da eseguire con asfaltatura completa o comunque non meno di Mt 3,5 di larghezza.

    Recensione al Romanzo “Il sole tra le mani” e intervista all’autore Roberto Ritondale

    il-sole-tra-le-mani-fronte-600x900.jpg

    A cura di Manuela Moschin

    Recensione: 

    Questo libro è un fiume in piena dopo un lungo acquazzone dal quale straripano e si liberano le emozioni. Quando iniziai a leggerlo sorridevo alle battute ironiche che rilevai in qualche passaggio, inconsapevole di ciò che avrei incontrato nelle pagine successive. Gradualmente, procedendo nella lettura, rimasi ammaliata dalla profondità dei messaggi intrinseci. Il romanzo narra la storia di un uomo privo di emozioni, che la vita gli ha sottratto, a seguito di alcune vicende drammatiche accadutegli sin dall’infanzia. Il protagonista si comporta in modo inconsueto, appare fuori di senno, ma ha le sue ragioni…. Una trama assolutamente originale, studiata nei minimi particolari, che stimola a procedere nella lettura. È un libro che mi ha fatto ridere, emozionare, riflettere, stupire e piangere. Non nascondo che mi è scappata anche una lacrima. Il mio entusiasmo per questo romanzo è dovuto anche agli argomenti trattati che mi hanno toccata personalmente e che si susseguono in un sincronismo perfetto. Di questo non ne posso parlare direttamente, poiché rischierei di anticipare i temi del racconto. Il romanzo si può sintetizzare in una parola soltanto: AMORE. Con questo sottolineo che non si tratta di un romanzo d’amore, si intende, ma che, a parer mio, l’obiettivo dell’autore è proprio quello di evidenziare l’importanza dell’amore in tutte le sue sfaccettature. Ho avuto modo di conoscere Roberto, una persona umile che mi ha sorpresa per la sua semplicità, per un singolare altruismo e questo libro ne è la conferma. Una scrittura fluida e ricca di dialoghi meditativi che si sedimentano nell’animo. Il libro mi ricorda, in qualche passo, un classico della letteratura intitolato “Il povero Piero” di Achille Campanile, il quale, attraverso una raffinata comicità, ironizza sul tema della morte. Ritondale tratta anche un episodio accaduto realmente qualche anno fa e che ha tenuto in ansia milioni di persone. L’autore racchiude in questa piccola frase un grande insegnamento che, in finale, rappresenta lo scopo della nostra vita e nella quale solo il dolore ne è il veicolo. Non può esistere la felicità senza la sofferenza e l’amore verso il prossimo. L’amore innanzitutto.

    Scrive Roberto:“Per essere felice dovevo solo riaprire le mie mani, tendere le braccia, amare e accogliere. E l’ho capito adesso, ora che c’è un disastro intorno a me. Non servono chiese se l’anima resta dentro un guscio. Il segreto, mi dico, sta tutto nell’aprirsi, donarsi agli altri. Nel farsi tempio riciclando il dolore”. 

    Continua a leggere “Recensione al Romanzo “Il sole tra le mani” e intervista all’autore Roberto Ritondale”

    Il silenzio.

    6448_1136565586988_1612817734_347730_3424673_n

     

    Il silenzio entra freddo in questa stanza

    come se fosse vuota, priva di vita

    senza amore ma neppure odio…

    Ti senti vuoto

    nessun suono emana il tuo cuore

    vie vuote dentro il tuo animo freddo

    come il primo gelo d’inverno.

    L’indifferenza è dentro te

    come se si fosse impadronita del tuo animo

    incatenandolo ad una fredda porta…

    Ma un giorno il sole dentro di te riappare

    l’indifferenza all’improvviso scompare

    dentro di te l’animo freddo si scalderà

    e l’amore tornera’.

    Risultati interventi della Compagnia Carabinieri di Novi Ligure a Arquata Scrivia, Serravalle Scrivia e Stazzano

    Risultati interventi della Compagnia Carabinieri di Novi Ligure a Arquata Scrivia,  Serravalle Scrivia e Stazzano

    Carb logo

    Arquata Scrivia, sorpreso con un’arma non denunciata.

    I militari della Stazione Carabinieri di Arquata Scrivia, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Alessandria un 64enne arquatese, per il reato di omessa denuncia di armi. In seguito a controlli di routine svolti a carico dei possessori di armi,  presso l’abitazione dell’uomo veniva rinvenuta una pistola marca “Flobert” cal. 6, della quale aveva omesso di denunciarne il possesso, pur avendo regolarmente effettuato un atto di cessione di armi fra privati. In seguito alla denuncia in stato di libertà, la pistola è stata posta sotto sequestro.

    Serravalle Scrivia, non viene trovato in casa, denunciato.

    I Carabinieri della Stazione di Serravalle Scrivia hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Alessandria  N.S. 34enne cittadino marocchino,  per il reato di evasione. I militari, a seguito di un mirato controllo, non hanno trovato l’uomo presso la propria abitazione, ove lo stesso dallo scorso 6 giugno era sottoposto al regime degli arresti domiciliari come disposto dal Tribunale di Genova, per il reato di resistenza a P.U. commesso nel capoluogo ligure. Continua a leggere “Risultati interventi della Compagnia Carabinieri di Novi Ligure a Arquata Scrivia, Serravalle Scrivia e Stazzano”

    Caro Enrico, (Nascimbeni)

    Caro Enrico, ci mancherai ogni  volta che leggevo i tuoi post era una perla di saggezza, ogni volta che commentavo i tuoi post quasi sempre mi rispondevi anche quando non ero’ d’ accordo, ho avuto l ‘ onore di conoscerti per telefono eri pure una persona umile quando mi dissi al telefono che i veri poeti erano montale, ‘ ungaretti, lo eri pure tu.

    ci  eravamo sentiti perche’ ti erano piaciuti i miei testi e ‘ volevi pubblicarli poi non ho saputo piu’ niente ma fa nulla oramai. e ti ringraziero sempre quando mi difesi per due volte nella mia bacheca da degli attacchi .grazie enrico anche se non ti ho mai conosciuto ti sentivo vicino, grazie di tutto

    Momenti di poesia. Ciao fascinosa… di Ivan Pini

    Momenti di poesia. Ciao fascinosa… di Ivan Pini

    Ciao fascinosa…
    Hai fatto i soldi?
    Non mi saluti più!!!
    Lo sai..ho bisogno di te come le piante dell’acqua…
    Il cielo delle stelle…
    e il mare dei suoi tesori…
    Sono sicuro che se tu fossi accanto a me
    mi mancheresti lo stesso…
    1000 km ci separano
    e non credevo che un pensiero fosse così lungo…
    A presto mia musa
    ispiratrice..

    da: Poeti Contemporanei

    “Il maestro del silenzio”: in uscita l’ultimo romanzo di Giulio Massobrio, di Lia Tommi

    Il maestro del silenzio di Giulio Massobrio

    Trama
    Genova sta per ospitare la Conferenza Internazionale per il Mediterraneo, a cui parteciperanno gli esponenti politici di numerosi Paesi impegnati nello sviluppo e nella cooperazione. Ma sulla “Superba”, storico approdo e luogo di pacifici scambi, incombe la minaccia di un terribile attentato. A indagare è chiamata l’Unità Zero di “Mimo”, abile trasformista e agente scelto dalle mille identità. Tra spericolati rovesciamenti di fronte, infiltrazione delle organizzazioni integraliste e gestione di fonti altamente confidenziali, Mimo e la sua squadra dovranno fare i conti con un nemico tanto agguerrito quanto ingegnoso nel tessere inganni invisibili.

    Il libro uscirà a luglio e verrà presentato alla libreria Feltrinelli di Alessandria il 9 luglio, alle ore 17,30.

    Miss e Mr Moda… and the Voice, di Lia Tommi

    ISCRIZIONI APERTE PER “MISS & MR MODA ..AND THE VOICE”, IL CONTEST IDEATO DALL’AGENZIA DIAMOND DI ALESSANDRIA. LA PRIMA TAPPA SARA’ IL 27 GIUGNO AL VILLAGE DI SAN SALVATORE MONFERRATO. IL PREMIO PER CHI VINCERA’ NELLA SEZIONE CANTO: UNA SERIE DI LEZIONI CON DARIANA KOUMANOVA, VOCAL COACH E DIRETTRICE D’ORCHESTRA DEL FESTIVAL DI SANREMO.

    È questo l’invito rivolto dall’Agenzia Diamond di Alessandria ad aspiranti miss, mister e cantanti che, dal 27 giugno, avranno l’opportunità di esibirsi in un contest a tappe che porterà poi alla finalissima e all’assegnazione dei tre titoli per categoria. La prima data, a partire dalle 21.15, si terrà nella location del Village di San Salvatore Monferrato: alle candidate e ai candidati che parteciperanno alla competizione, che non richiede alcun costo di iscrizione, verrà chiesto di prepararsi in base al settore in cui gareggiano. Chi sfila avrà quattro differenti uscite con altrettanti temi per poter essere valutato al meglio, mentre i cantanti (cui è richiesto un minimo di esperienza) terranno la propria performance su delle cover scelte da loro. Continua a leggere “Miss e Mr Moda… and the Voice, di Lia Tommi”

    Amarti.

    309412_2030687575295_1487306805_31692060_1204370023_nAmarti è come stare sulle nuvole

    sognare ed essere felici e adoranti…

    Sei come un frutto maturo

    pronto da raccogliere e baciare.

    Il tuo viso così sognante e radioso

    si riflette dentro me

    come dentro un lago pieno d’ amore

    e felicità…

    Sei come un’alba dentro me

    che luccica tra i mie sensi…

    Il tuo sguardo amore mio

    farà sempre parte di me

    come il mio cuore vivrò

    solo del tuo amore.

     

    Momenti di poesia. LE TONALITA’ DEL CIELO, di Roberto Falconi

    Momenti di poesia. LE TONALITA’ DEL CIELO, di Roberto Falconi

    64469434_2445764778987965_7463840874758144000_n.jpg 

    LE TONALITA’ DEL CIELO

    M’aggrappo ogni sera al tramonto
    a quel che resta del giorno
    i miei occhi sono
    avidi di luce.
    Ricordo a Roma sul far della sera
    esplosioni arancio fuoco.
    E dopo tempeste di vento
    mi sorprendono ancora
    quieti e intensi azzurri cieli.
    L’anima si fa colore

    da: Poeti Contemporanei

    Federico Riboldi. CASALE MONFERRATO SI PREPARA A CELEBRARE IL WORLD REFRIGERATION DAY

    CASALE MONFERRATO SI PREPARA A CELEBRARE IL WORLD REFRIGERATION DAY

    Il 26 giugno, Giornata Mondiale della Refrigerazione istituita dalle Nazioni Unite, al Castello dei Paleologi si svolgerà l’evento per l’Italia: il seminario gratuito “Il ruolo della refrigerazione: il potenziale di oggi e le opportunità di domani”

    Riboldi

    Il World Refrigeration Day #WRefD19 si avvicina e anche l’Italia si prepara a celebrarlo. La Giornata Mondiale della Refrigerazione, che si terrà per la prima volta il 26 giugno, giorno in cui nel 1824 nacque Lord Kelvin, è stata ideata con uno scopo ben preciso: quello di accrescere la consapevolezza del ruolo chiave che giocano oggi le tecnologie legate alla refrigerazione, al condizionamento dell’aria e alle pompe di calore.

    Centro studi Galileo.png

    Centro Studi Galileo e Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo sono fra i promotori di questa iniziativa che coinvolgerà tutto il mondo, dall’Australia agli Stati Uniti passando per l’Africa. Per questa prima edizione, è stato organizzato il seminario gratuito dal titolo “Il ruolo della refrigerazione: il potenziale di oggi e le opportunità di domani”.

    Si svolgerà dalle ore 17 alle 19.30 di mercoledì 26 giugno a Casale Monferrato, storica capitale del Freddo, presso il Castello dei Paleologi. L’evento, patrocinato dal Comune di Casale Monferrato, verrà aperto dal nuovo Sindaco Federico Riboldi e da Marco Buoni, Presidente delle 26 Associazioni Nazionali Europee del Freddo – AREA e Segretario Generale dell’Associazione dei Tecnici del Freddo. Continua a leggere “Federico Riboldi. CASALE MONFERRATO SI PREPARA A CELEBRARE IL WORLD REFRIGERATION DAY”

    PRIMO APPROCCIO ALL’ANALISI FONEMATICA, di Elvio Bombonato

    PRIMO APPROCCIO ALL’ANALISI FONEMATICA, di Elvio Bombonato

    Si richiedono pazienza e stomaco forte.

    La fonematica è una disciplina della linguistica, che studia i fonemi (vocali, consonanti, nessi) di una parola, per analizzare gli effetti che la loro combinazione produce sul suono di essa.

    bombonato-elvio.jpg

    L’Accademia della Crusca ha dichiarato che la lingua italiana è quella che maggiormente avvicina la pronuncia delle vocali e delle consonanti agli organi fonatori utilizzati. Gli organi fonatori delle diverse lingue sono gli stessi, ma la dizione no.

    Prendiamo le  labiali B e P consonanti sonora e sorda: ebbene per pronunciarle, effettivamente battiamo le labbra, l’apertura della bocca dipende dalla vocale consorte. Il sistema fonetico italiano è affascinante e complicatissimo: uno straniero impazzisce.

    Le vocali in teoria sarebbero 7, la doppia E e la doppia O, aperte e chiuse: ma ormai questa distinzione di pura dizione è scomparsa anche in Toscana, si studia solo nelle scuole di recitazione. Mia figlia infatti mi corregge sempre. Continua a leggere “PRIMO APPROCCIO ALL’ANALISI FONEMATICA, di Elvio Bombonato”

    Aperte le candidature a Rappresentante dell’Amministrazione Comunale in ASMT e CISA

    Aperte le candidature a Rappresentante dell’Amministrazione Comunale in ASMT e CISA

    Tortona: Sono stati pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Tortona gli avvisi per la presentazione delle candidature per la designazione dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale nel Consiglio di Amministrazione della Società ASMT Tortona Spa e nel Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale – CISA Tortona.

    Tortona Comune

    I soggetti interessati a svolgere tali incarichi, dovranno far pervenire la propria candidatura, corredata da curriculum vitae, al Servizio Segreteria e Controllo Interno del Comune di Tortona entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 28 giugno 2019.

    La designazione dei Rappresentanti avverrà nel rispetto dei principi stabiliti dalla deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 in data 17.06.2019 con la quale sono stati, appunto, approvati gli indirizzi per la nomina, designazione o revoca dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale presso Enti, Aziende ed Istituzioni.

    L’avviso integrale ed il relativo modello da utilizzare per la presentazione delle canditure sono reperibili all’indirizzo www.comune.tortona.al.it

    Risultati interventi dei Carabinieri di Alessandria

    Risultati interventi dei Carabinieri di Alessandria

    Carabinieri stazione Alessandria

    Denuncia in stato di libertà di un cittadino straniero per danneggiamento aggravato.

    È stato deferito in stato di libertà per danneggiamento aggravato un tunisino classe 85 residente a Milano. Lo straniero, nullafacente, nelle prime ore di oggi 18 giugno, è stato fermato dai Carabinieri del Radiomobile di Alessandria subito dopo aver completamente divelto le serrature ed i maniglioni di due porte a vetri della Stazione Ferroviaria che consentono l’accesso alla sala d’attesa.

    Carbinieri foto

    Frugarolo e Casal Cermelli, denuncia di due persone e conseguente ritiro delle patenti  per guida in stato di ebrezza alcolica.

    Sono stati deferiti in stato di libertà con il conseguente ritiro delle patenti, un 40enne di Fresonara ed un 38 enne di Alessandria per guida in stato di ebrezza. I Carabinieri della Stazione di Bosco Marengo durante uno specifico servizio di prevenzione e controllo hanno sottoposto ad accertamenti un pregiudicato classe 59 mentre percorreva in auto le strade di Frugarolo risultando positivo all’etilometro con tassi ben superiori al limite consentito. Per la stessa violazione, ma con l’aggravante di aver provocato un sinistro stradale è stato deferito in stato di libertà un 38enne di Alessandria il quale, appena passata la mezzanotte in Casal Cermelli, dopo aver invaso la corsia opposta causava un sinistro stradale fortunatamente senza feriti. Anche lui sottoposto ad accertamenti con l’etilometro risultava positivo al test.

    Quattordio, arresto di un giovane in esecuzione di misura cautelare in carcere.

    I Carabinieri della Stazione di Felizzano hanno tratto in arresto un ragazzo classe 2001, già affidato ad una comunità di Quattordio in ottemperanza al provvedimento di aggravamento della misura cautelare emesso dal Tribunale per i Minorenni di Torino. Il giovane doveva infatti espiare una pena di 1 mese per il reato di estorsione e maltrattamenti in famiglia. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso l’istituto di pena minorile “Ferrante Aporti” di Torino.

    Che cos’è il Progetto SociAl – Immersi nelle storie?

    Che cos’è il Progetto SociAl -Immersi nelle storie?

    Progetto.jpg

    Alessandria today: Il progetto “Immersi nelle storie” prevede percorsi di Media Education con l’alfabetizzazione al linguaggio e alla storia del cinema, l’apprendimento e l’uso delle tecnologie multimediali. Il focus del progetto è la riflessione sull’identità dei giovani nel territorio locale, con le sue trasformazioni indotte dalla globalizzazione e dalle migrazioni.

    Il percorso formativo si concentra sulla narrazione, sulle persone, i luoghi, le collettività, le imprese, per l’affrontamento del disagio, il senso critico, l’autonomia creativa nell’uso degli strumenti mediatici, la cittadinanza attiva, la relazione positiva con l’Altro. Nell’ambito del progetto vengono avviati percorsi di Alternanza scuola-lavoro per gli studenti degli istituti superiori. Continua a leggere “Che cos’è il Progetto SociAl – Immersi nelle storie?”

    Raccontare un territorio – workshop di visual story telling

    Raccontare un territorio – workshop di visual story telling

    Organizzato da Progetto SociAl -Immersi nelle storie

    Raccontare un territorio

    Alessandria today, sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria Piazza F. De André, 76, Alessandria si terrà,

    SUMMER SCHOOL 2019: Immersi nelle storie

    Sabato 22 Giugno dalle ore 10.00 alle ore 13.00: Workshop “Raccontare un territorio: i film e i video per lo storytelling d’impresa” a cura di Umberto Mosca.

    Come realizzare contenuti audiovisivi originali che valorizzino e mettano a fuoco le attività artistiche, commerciali e ambientali di una città, focalizzando l’attenzione su alcuni format innovativi che raccontano e valorizzano le culture e i valori tipici di una città e di una provincia, mettendo al centro la loro funzione di attrattori narrativi per una comunicazione creativa ed originale.

    Per iscriversi al workshop “”Raccontare un territorio: i film e i video per lo storytelling d’impresa” inviare una mail a: lavoce.dellaluna@virgilio.it, specificando il titolo del workshop, i propri dati e contatti. Continua a leggere “Raccontare un territorio – workshop di visual story telling”

    GARDELLA visto da Gardella – p. 4° B

    JacopIgna 150

    Memoria sulla Conferenza “Architettura di Ignazio Gardella in Alessandria prima e dopo il secondo conflitto mondiale” tenuta dal prof. Jacopo Gardella per l’inaugurazione della Sede dell’Ordine Ingegneri “Casa Ex Impiegati Borsalino”

    ing. Gregorio Marafioti presidente dell’Ordine (2005-2009)

    LINK introduttivo GARDELLA visto da Gardella

    Parte Terza B: Casa degli impiegati Borsalino – Ristrutturazione e restauro filologico eseguiti dall’Ordine Ingegneri

    GARDELLA ingegnere          visto dagli          INGEGNERI di Alessandria

    Sono entrato a far parte del Consigliere dell’Ordine nel 1988, quando il numero di consiglieri è passato da sette a nove.

    Quando mi sono iscritto all’Ordine era presidente Luigi Pattarelli, che ha mantenuto la carica per 21 anni (1958-1978); prima di Pattarelli è stato presidente per 12 anni (1946 al 1957) Giuseppe Bigatti; dopo Pattarelli ha presieduto l’Ordine per 10 anni (1978-1987) Vincenzo Rossi.
    Fino al 1987, dunque, la carica di presidente dell’Ordine era di fatto una “carica a vita”.

    Il 1988 si può considerare, sotto questo aspetto, un anno di svolta per l’Ordine Ingegneri di Alessandria, perché il nuovo Consiglio ha dato inizio ad un “nuovo corso” impegnandosi a rispettare una regola non scritta: la permanenza in carica del presidente (eletto dal Consiglio dell’Ordine) non poteva superare i quattro anni.

    Per questo motivo, quando nel 2008 è stata inaugurata la nuova sede nella “Casa ex impiegati Borsalino”, negli ultimi 20 anni si erano succeduti ben cinque presidenti dell’Ordine.

    L’inaugurazione della sede dell’Ordine è stata anche l’occasione per vedere assieme gli ultimi sei presidenti. Continua a leggere “GARDELLA visto da Gardella – p. 4° B”

    Arte in galleria, di Cristina Saracano

    Domenica 30 giugno, dalle ore 15 alle ore 20, un gruppo di artisti esporrà le sue opere in Galleria Guerci, ad Alessandria. Ciò sarà reso possibile grazie alla gentile concessione del Comune e della signora Carla Montanaro.

    Gli autori sono:

    Marina Wulf, pittrice autodidatta di origine russa, in Italia dal 2010, dal 2015 si specializza negli acquerelli ed è molto attenta all’architettura. Lele Gastini, alessandrino, illistratore, laureato allo IED, lavora a Milano come grafico, e fa parte del collettivo GASA (giovani alessandrini si attivano)

    Renato Luparia, pittore e fotografo vive a Conzano, ha al suo attivo diverse mostre ed è esperto in fotografia digitale, soprattutto immortalando i luoghi del Monferrato.

    Nadia Presotto, anche lei di Conzano, pittrice e giornalista, ha esposto in diversi luoghi d’Italia, ha seguito un corso di xilografia presso le Belle Arti di Vercelli,

    William Dal pittore autodidatta esperto in arti figurative, ritrae volti dai tratti stanchi ed emblematici, questa è una delle sue prime esperienze ad Alessandria.

    Tutte le opere esposte rimarranno visibili in via Piacenza 6 presso il negozio Cresta & Rolando

    Solo un minuto.

    66267_436115259770181_994103586_nSolo un minuto per darti il mio cuore

    solo un minuto per dirti ti amo

    e guardarti negli occhi amore…

    solo un minuto per farti volare

    lontano nel cielo…

    Dammi un minuto per baciarti

    dolcemente

    solo un attimo per adorare il tuo viso

    che sembra un dipinto eterno…

    Voglio un minuto per stare con te

    nei tuoi occhi per sempre amore…

    Solo un minuto…

     

     

    Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

    Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

    Alessandria today: Come tutti dovremmo sapere le piante fanno ombra, riducono la temperature nei periodi estivi, combattono lo smog e sappiamo bene quanto ne ha bisogno Alessandria, che come inquinamento da PM10 è da anni nei primi cinque posti fra i 104 capoluoghi di provincia in Italia e infine migliorano l’immagine della città e la qualità della vita.

    IMG_20190531_191859_resized_20190607_084410134IMG_20190605_114700_resized_20190607_084408519

    Pertanto alla luce di quanto sopra è indispensabile che in città si incrementi il numero delle piante e nel caso di qualche abbattimento di quelle esistenti si provveda tempestivamente a sostituirle.

    Poco tempo fa in via Moccagatta ne sono state abbattute due che sono morte in quanto ammalate, a causa del fatto che a partire dalla calda estate del 2012, allora erano ancora giovani, non sono state mai più bagnate, i ceppi e i tronchi tagliati sono ancora al suolo.

    Invitiamo perciò l’Amministrazione comunale e nelle specifico l’Assessore al verde urbano Giovanni Barosini a dare le relative disposizioni per sostituirle

    Il sole al mattino.

    36589_3800860267319_1451674653_3342208_1060722701_n

    Sei come il sole al mattino
    ogni volta che mi alzo
    il mio primo pensiero sei tu
    ogni volta che guardo dalla finestra
    il mio sguardo volge a te
    sei una cosa intramontabile

    dentro il mio cuore
    un vento che agita i miei pensieri
    di oggi di ieri di tutti i giorni.
    Mi infiammi il cuore mio dolce amore
    i tuoi occhi penetrano

    dentro il mio animo
    come dei raggi di sole
    che scaldano i miei sensi e i miei sogni.
    Amore mio sei come una stella
    che col suo luccicare illumina
    la nostra strada diretta verso l’ amore
    sei la mia stessa ombra

    che con suo dolce viso
    mi accompagna verso la felicità.

    ANIMUSIC, di Silvia De Angelis

    Non sono un’amante delle cose scontate, direi anzi, che ogni contesto che sappia racchiudere originalità e creatività, attira la mia attenzione, affascinandomi.

    Sono anni che osservo, con molto piacere, i video di Animusic, che rappresentano una spettacolare forma d’arte grafico/musicale.

    Animusic è un progetto video musicale che si basa sulla creatività digitale della grafica 3D, nel quale si muovono e suonano “personaggi” e “ strumenti”. Lo fanno in una forma totalmente fantasiosa e mai vista.

    I video sono ricchi di dettagli e sottigliezze, che non tutti riescono a cogliere a pieno. I musicisti, “veri tecnici del suono” riescono a comprenderne il valore.

    Animusic si compone di brillanti musicisti che compongono i brani, tramutati in una speciale avventura grafica da altrettanti artisti.

    L’opera da comporre è complicatissima, infatti il team Animusic impiega circa 4 o 5 anni per la realizzazione di un singolo dvd con 7 videobrani.

    Quando rivedo i video di Animusic rimango davvero stupita dinanzi alla creatività di questo gruppo che in America ha riscosso un notevole successo

     

    Emozioni d’arte : dal colore al bianco e nero, di Lia Tommi

    Venerdì 21 giugno alle ore 17,30 , vernissage della mostra ” Dal colore al bianco e nero ” , emozioni d’arte di Niki Taverna e Sergio Maranzana. L’esposizione si tiene in Corso Roma, 140, ad Alessandria, e sarà aperta fino a mercoledì 26 giugno.

    Niki TAVERNA è nata ad Alessandria, dove risiede. Ha frequentato
    l’Accademia d’Arte Ligustica di Genova , poi si è dedicata alla progettazione
    d’interni avviando un proprio studio professionale ,realizzando il foyer del
    Teatro Comunale e la progettazione interna del Centro Agorà di Alessandria
    oltre a negozi e abitazioni private. E’ sempre stata una creativa sperimentando
    negli anni tecniche artistiche differenti : ceramica, restauro , modellato in creta;
    la pittura però ha sempre occupato un posto importante e da molti anni è la
    sua attivita’ e interesse principale. Ha ricevuto le prime nozioni artistiche dallo
    scomparso pittore alessandrino Pietro Villa ,è stata allieva del Maestro Fontana a Milano , attraverso il quale si è accostata alla tecnica dell’acquerello figurativo , ma è poi passata all’informale elaborando una tecnica mista carta /acquerello, plasmando la materia cartacea con i toni trasparenti e solari dell’acquerello, utilizzando qualche volta acrilico e stoffa realizzando opere allusive della realtà quasi tridimensionali. Ha partecipato a molte collettive e personali in Piemonte , Liguria , Lombardia , Toscana , Emilia-Romagna.

    SERGIO MARANZANA Fotoamatore per passione dal 1987, si è avvicinato alla fotografia iscrivendosi al Fotoclub Gamondio di Castellazzo Bormida, dove è nato e risiede, partecipando da subito a numerosi concorsi fotografici e ottenendo nel 1993 l’onoreficenza A.F.I.(artista fotografo italiano), grazie alle tante ammissioni e premi F.I.A.F. conseguiti.
    Presidente del Fotoclub Gamondio dal 1996 al 2013, ha organizzato con l’associazione numerose mostre e proiezioni con temi di attualità, nonché l’annuale Calendario fotografico realizzato continuativamente fin dal 1993. Dai primi anni 2000 collabora con alcune Cantine Vinicole ed Associazioni varie, fornendo fotografie per la realizzazione di calendari e pubblicazioni.
    Dal 2006, presso l’UNITRE di Castellazzo tiene il Corso di fotografia con tecnica sia analogica che digitale, mentre dal 2012 collabora col F.A.I. (Gruppo di Castellazzo) per la realizzazione e gestione mostre nelle varie manifestazioni; infine dal 2013 è iscritto al circolo culturale FERRARI di Acqui Terme dove partecipa a mostre collettive.
    Ultimamente ho esposto con “personali” ad Acqui Terme, Cogoleto e Champoluc.
    Nel corso della sua ultra trentennale passione ha trattato pressochè tutte le tematiche spaziando dalla paesaggistica all’architettura, alla ritrattistica, ed ultimamente è affascinato dalla Street ph. e fotografia minimalista .

    Momenti di poesia. Veder scorrer via, di Rosetta Amoroso

    Momenti di poesia. Veder scorrer via, di Rosetta Amoroso

    Veder.jpg

    Veder scorrer via
    La terra mia
    E doloroso
    ma so che tornerò
    E mai più partirò
    Se non per viaggiare
    E ritornare
    Al mio orizzonte
    Al mio sole
    Che sorge
    e tramonta
    Al mio cielo
    Alle mie abitudini
    Alla brezza marina
    Che mi carezza
    Mi inonda i sensi
    La zaghera e i gelsomini.
    Gli occhi i colori che tu
    Sicilia mia possiedi .
    Amoroso Rosa
    🌹 “@

    Un gracidare di rane

    Non di questo mondo

    Sono andato a sentire le rane gracidare ieri

    e neanche sapevo che ci sarei andato.

    Il sole era alto, subito dopo pranzo, e le ho sentite al fosso,

    mi son restato un po’, mentre tutti passavano veloci.

    Mi son restato un po’, e per quel po’ non c’è stato altro

    neanche tu

    solo il fosso, e un affluente antico,

    strani pesci che camminano sul fondo e gamberi di fiume

    e ci si può entrare fino alle ginocchia nude.

    Sono stato a sentire le rane

    e niente,

    chi si ricordava il gracidare delle rane.

    View original post

    Come corolla alla luce (Katiee)

    Non di questo mondo

    Come fiore s’ apre, la corolla alla luce.

    La ragazza sulla metro lo sa

    dove nasce la gioia

    ripiega un lembo della gonna per farla vedere bene.

    Ha capelli neri e folti e ben pettinati

    di sicuro qualcuno l’ ama o l’ ha amata.

    Questo pensava Luisa, dal sedile di fronte,

    e qualcuno era un altro

    e forse era ieri, forse non sa,

    che il tempo non cancella niente,

    neanche se non guardi,

    mentre si guarda seduta.

    Ma non è sotto la gonna che si deve guardare,

    E’ la ragazza la gioia, e te la vuole regalare,

    pensa che così non la potrai più scordare

    ma forse non è negli occhi e nemmeno nel cuore

    o in una fila di giorni uguali da contare.

    Luisa sa bene dov’è

    che si è scoperta a gioire

    dove un giorno ha alzato il suo lembo

    proprio di fronte al sole.

    La sedia di…

    View original post 12 altre parole

    SEZIONE POLACCA: Z ziemi polskiej do włoskiej – baśniowość i polskość w twórczości URSZULI JOANNY WINTROWICZ

    Urszula Joanna Wintrowicz

    (by I.T.Kostka)

    Me powikłane włosko – polskie ścieżki literackie skrzyżowały się pewnego popołudnia z jedną z Rodaczek, którą jak i mnie los zawiódł na włoską ziemię. Urszula Joanna Wintrowicz żyje i tworzy od dwudziestu lat w Neapolu, ale jej serce, a przede wszystkim dusza, zakotwiczone są głęboko w nadbałtyckim kraju. Twórczość Urszuli to połączenie wielkiej miłości do Polski wraz z wyrafinowaną wyobraźnią i wrażliwością artystyczną. Na dużą uwagę zasługuje charakterystyczny język i stylistyka wierszy: starodawna średniowieczna polszczyzna, klasyczna forma utworów (sonety, ballady, strofa saficka, jedenastozgłoskowce, zamiłowanie do rymów, wyraźne wpływy wielkich autorów przeszłości jak Shakespeare, Dante, Mickiewicz, Saffo / Safona i inni) połączone z oryginalnymi, czasami surrealnymi metaforami i figurami retorycznymi. Mimo wyraźnego upodobania do klasycyzmu i wielokrotnego używania rymów, wiersze Wintrowicz nie należą do tak często spotykanych “banalnych produktów komercyjnych”, lecz odznaczają się dużym bogactwem lingwistycznym, głębią przekazu i znaczną dojrzałością emocjonalną. To świat ludowych baśni, mitologicznych bogów, onirycznych wizji o gotyckim, często mrocznym charakterze (wiersz “Pan cmentarnych nut”) i osobistych, intymnych kobiecych refleksji (“Pocałuj klamkę z drugiej strony”). Teksty Urszuli Joanny Wintrowicz są wielopłaszczyznowe i zasługują na wielokrotną lekturę, gdyż za każdym razem odkryć można nowe znaczenie każdej strofy i zinterpretować całość w odmienny, rewolucyjny sposób. Z pewnością twórczość ta nie należy do prostej i łatwej w odbiorze literatury, wymaga od czytelnika dużej wrażliwości i koncentracji oraz znajomości różnych kultur. Talent Urszuli Joanny Wintrowicz jest na pewno niezaprzeczalny, eklektyczny i potrafi zaskoczyć, potrzebuje z pewnością życzliwości serc i umiejętności słuchania nawet ciszy, w której to rozwija skrzydła niepohamowana inspiracja twórcza autorki. Życzę wszystkim miłej lektury!

    Izabella Teresa Kostka Mediolan, czerwiec 2019.

    BIOGRAM

    Urszula Joanna Wintrowicz urodziła się 11 marca 1964 r. w Niemczy na Pogórzu Sudeckim i pochodzi z patriotycznej rodziny. Jej dziadkowie uczestniczyli aktywnie w powstaniach o wyzwolenie Polski, sama też brała czynny udział w Solidarności.
    Urszula od dziecka przejawiała zdolności do tworzenia wierszy.
    W wieku czterech lat próbowała uczyć się je pisać, ale dopiero jako pięciolatka poznała arkany alfabetu i powstały jej pierwsze wierszyki. Po śmierci ukochanej babci Urszula porzuca poezję. Continua a leggere “SEZIONE POLACCA: Z ziemi polskiej do włoskiej – baśniowość i polskość w twórczości URSZULI JOANNY WINTROWICZ”

    Momenti di poesia. Addio anime candide, di Cesare Moceo

    Momenti di poesia. Addio anime candide, di Cesare Moceo

    addio.jpg

    Addio anime candide

    “…allor
    che tu reggevi
    gli aurei tempi
    del mondo in pace
    lieta d’entrare
    sotto i tetti degli uomini…”

    Addio

    anime candide di questo mondo
    a cui nessuno ha voluto donare amore

    Voi

    che siete nate stelle di un firmamento

    dove ognuna è sorta
    secondo la propria luce

    trovando in questa triste vita
    il momento errato per nascere

    e l’attimo giusto per il tramonto

    Possibile che non riusciamo a comprendere

    noi uomini stolti

    che dobbiamo portar rispetto

    alla volontà del Dio di tutti
    che in tutti abita e vi ricerca se stesso ?

    E anch’io mi chiedo: Chi potrebbe conoscere Il suo Dio se non é parte Lui stesso del Dio che venera?

    …e se ognuno fa parte del suo Dio,che lui stesso ritiene colmo di bontà,perché non ha quella stessa dote ?

    Il brav’uomo insegna al suo simile a far del bene con la grandezza del suo esempio
    .
    Cesare Moceo poeta di Cefalù
    Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

    La storia della moneta, di Franco Galliani

    La storia della moneta, di Franco Galliani

    Franco Gallliani

    La storia della moneta

    Vado alla cassa<un chinotto grazie> allungo 5 euro, batte lo scontrino e me lo da. Guardo lo scontrino e penso: ma l’ho pagato 3 euro mezzora fa, Alzo lo sguardo verso la cassiera che con gli occhi e il sorriso , me lo rimbalza sul palmo della sua mano: ci sono due euro. Allungo la mano, ma è ancora sul dorso quando lascia andare la moneta.

    Un oh e.. mi guarda come Dente Duro guardò Capitan Uncino quando disse:Capitano, niente puff. Nessun rumore, e riguarda il tavolino, niente moneta. Controllo la mia mano, si è li tra il mignolo e l’anulare.

    Con un gesto di naturale e sofisticata eleganza, come quelli dei play boys nelle commedie sofisticate americane degli anni 30/40 le mostro la moneta nella mia mano. Ride sorpresa e divertita e con un gesto sempre da commedia sofisticata, tolgo la moneta dalla mano e la metto nel mio palmo.

    Il riflettore del suo sorriso illumina il mio compiaciuto da Detective Privato anni 50, alla cassiera del Night. Ci manca poco che dica <Visto, baby?!> Poi faccio un passo indietro e ripiombo nell’anonimato. <un chinotto, grazie> < Ghiaccio e limone?> mi fa la barista.<Si, grazie>.
    Era meglio con l’arancia, ma non volevo esagerare.

    Visite guidate al dipinto dell’antico ponte coperto sul Tanaro

    Visite guidate al dipinto dell’antico ponte coperto sul Tanaro

    Sabato 22 e sabato 29 giugno le visite guidate al dipinto dell’antico ponte coperto sul Tanaro

    Visite antico Ponte coperto su Tanaro_Alessandria

    Alessandria: In occasione dell’esposizione del dipinto recentemente restaurato intitolato “L’antico ponte coperto sul Tanaro” esposto alle Sale d’Arte di via Machiavelli 13 di Alessandria, i Volontari del Servizio Civile Internazionale, che collaborano presso l’Ufficio Cultura del Comune di Alessandria, proporranno due visite guidate gratuite ai visitatori del museo.

    La prima visita si terrà sabato 22 giugno, la seconda sabato 29, entrambe alle ore 18:00.

    Il dipinto mostra una delle più interessanti immagini del ponte coperto sul Tanaro che nei secoli ha rivestito un ruolo di primo piano nel contesto economico e nell’assetto strategico-difensivo di Alessandria, garantendo i collegamenti con la rete dei percorsi urbani e territoriali.

    Le visite guidate sono incluse nel costo del biglietto di ingresso.

    Momenti di poesia. L’ESTATE CHE SI SCUOTE, di Gianfranco Isetta

    Momenti di poesia. L’ESTATE CHE SI SCUOTE, di Gianfranco Isetta

    Gianfranco Isetta

    L’ESTATE CHE SI SCUOTE

    L’estate che si scuote partorisce
    nuvole. Il selciato si cosparge
    delle gocce consuete già promesse
    Bisogna ammetterlo la pioggia scesa
    si mimetizza. Non può risalire.

    Sono vicini di casa i miei tigli
    per un po’ la trattengono tra i rami
    foglianti, centellinano i rilasci.
    Mi piace starci lì sotto ad.attenderla
    come d’inverno la neve che arriva e,
    con la breve lentezza della noia,
    cela la solitudine del fiore.

    Gianfranco Isetta 13 giugno 2019

    Carabinieri. Acqui Terme – Individuato e denunciato l’autore del raid vandalico in Via Nizza

    Carabinieri. Acqui Terme – Individuato e denunciato l’autore del raid vandalico in Via Nizza

    Carb logo

    Sono stati necessari meno di quindici giorni ai Carabinieri di Acqui Terme per individuare l’autore del raid vandalico che, la notte tra il 2 e il 3 giugno scorsi aveva creato non poco clamore ad Acqui Terme. Nel corso della notte erano state danneggiate, lungo la principale via Nizza, ben due autovetture, una vw Golf ed una Citroen C3, uno scooter Yamaha 300 ed una fioriera di un noto negozio di mobili presente nella via.

    Le indagini, che dato il clamore causato dagli eventi, erano state affidate ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia CC, sono state caratterizzate sia dall’acquisizione dei filmati realizzati dagli impianti di videosorveglianza presenti in zona, sia pubblici che di privati, rivelatisi comunque preziosi, sia dalla raccolta di numerose testimonianze dei residenti nella via che, svegliati dai rumori, hanno fornito indicazioni anch’esse preziose, risultate utili a riscontro delle immagini. Continua a leggere “Carabinieri. Acqui Terme – Individuato e denunciato l’autore del raid vandalico in Via Nizza”

    Momenti di poesia. NACCHERE, di Gianfranco Isetta

    Momenti di poesia. NACCHERE, di Gianfranco Isetta

    Gianfranco Isetta

    NACCHERE

    Uso le nacchere per rafforzare
    lo schiocco delle dita e cerco il ritmo.

    Seguo il tamburo del mio picchio verde
    quando si fa sentire nel giardino
    per lavorare col suo becco il legno
    lasciando tracce di linguaggio antico.

    Servono umori nuovi a questa estate
    ed il silenzio umbratile e appartato
    delle sere lascerà il posto a nuvole
    tuonanti e prosperose con i lampi

    per il futuro delle nostre storie
    dei nostri rami sopra l’avventura
    cresciuti sottovento senza foglie
    all’ombra cauta dei fiori giganti

    in questo prato verde sulla soglia
    dei nostri sogni densi di memorie.

    Gianfranco ISETTA 31 maggio 2019

    Momenti di poesia. IL TEMPO DELLE CAPINERE.. di Rita Frasca Odorizzi

    Momenti di poesia. IL TEMPO DELLE CAPINERE.. di Rita Frasca Odorizzi

    IL TEMPO DELLE CAPINERE..

    Passa il tempo
    delle capinere..
    e gli alberi,
    sono diventati blu,
    nella notte stellata.
    Mi avvolgono
    in un manto di quiete,
    mesta solitudine e
    profonda melanconia.
    Poso un fiore di cardenia
    sul petto del mio amore
    che il profumo lo inondi
    di ricordi,
    e memorie condivise,
    nella bellezza sensuale
    degli orgasmi,
    vissuti assieme ,
    pelle a pelle , cuore a cuore..
    con le mani intrecciate
    nei capelli e sui nostri corpi,
    in un arcano, leggendario,
    rituale d’,amore,
    che ci ha tramortito
    da ragazzi,
    nelle stagioni della vita..
    per posarci nell’ultima,
    in un petalo di cosmo..

    Momenti di poesia. SONETTO per Aldo Civelli partigiano, di Gianfranco Isetta

    Momenti di poesia. SONETTO per Aldo Civelli partigiano, di Gianfranco Isetta

    Gianfranco Isetta

    SONETTO per Aldo Civelli partigiano
    (a quasi quarant’anni dalla scomparsa)

    Aldo, vorrei parlarti. Inutilmente,
    perchè non ho il dolore che risolve.
    Lo so. Perchè tu taci eternamente,
    pur se non è la morte che dissolve.

    Io mi rivolgo a te nella finzione
    di chi, genuflettendosi, riponga
    la sua speranza, senza una ragione,
    chè il nostro tempo ora si ricomponga.

    Quel che mi muove è una commozione,
    che non richiama in vita il tuo pallore,
    non manifesta alcuna presunzione

    sorta da un’ambizione troppo ardita
    che si rivolga a te senza pudore
    come memoria che si fa infinita.

    Nella ricorrenza del 25 aprile, Festa della Liberazione, ho proposto questo sonetto, peraltro già pubblicato in un mio precedente libro, dedicato a ALDO CIVELLI, partigiano che dopo la guerra si dedicò all’arte dell’ imbianchino e che è stato per me un punto di riferimento e un esempio di vita.

    Gianfranco Isetta aprile 2019

    Carabinieri. Molare – Un deferimento per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento

    Carabinieri. Molare – Un deferimento per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento

    I Carabinieri di Molare hanno deferito in stato di libertà S.S. una 27enne di Carpeneto, con l’accusa di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo.

    Carb logo

    L’attività dei Carabinieri è iniziata a seguito di un approfondimento informativo sull’apertura di un nuovo locale aperto al pubblico sito in Molare che da poche settimane aveva iniziato a svolgere alcuni eventi musicali.

    Al fine di verificare, pertanto, la presenza di tutte le autorizzazioni di legge, i Carabinieri lo scorso 2 giugno si sono recati nel posto rendendosi conto che era in corso un vero e proprio evento musicale con contestuale mescita e somministrazione di bevande. Continua a leggere “Carabinieri. Molare – Un deferimento per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento”

    Momenti di poesia. Dolce è il ricordo, di Ela Gentile

    Momenti di poesia. Dolce è il ricordo, di Ela Gentile

    Dolce

    Dolce è il ricordo

    Dalla piazza arriva una melodia,
    chiara nel silenzio della notte,
    quando il ricordo rimescola
    segni, sguardi, parole, desideri.

    E il cuore stringe il petto,
    una morsa che a ondate
    ansima e dolcemente duole
    dà la misura della nostalgia.

    Voglia di starti ancora vicino
    sentire quasi il tuo respiro
    come un soffio qui sul collo
    al nascere di un battito più forte.

    E’ dolce il ricordo
    di fuoco la lacrima
    al bordo delle ciglia.

    eg

    Carabinieri Tortona. Alluvioni Piovera (AL) – Un arresto dei Carabinieri di Sale per furto.

    Carabinieri Tortona. Alluvioni Piovera (AL) – Un arresto dei Carabinieri di Sale per furto.

    Il 15 giugno 2019, verso le ore 11,00 circa, i Carabinieri della Stazione CC di Sale (AL), nel corso di un predisposto servizio di osservazione traevano in arresto MASSA Marco, 26 enne disoccupato da Carbonara Scrivia (AL), con precedenti di polizia.

    Carb logo

    Il giovane, dopo essere fraudolentemente entrato in possesso del codice di apertura della cassaforte posta nell’abitazione di Alluvioni Piovera (AL) di C. B. R. S. N. G. 81 enne, asportava dal suo interno la somma contante € 1680,00.

    Immediati accertamenti da parte dei Carabinieri di Sale permettevano di acclarare la precedente ed identica violazione di furto in abitazione nel corso della quale l’arrestato aveva sottratto una considerevole somma contante di € 2600,00.

    La refurtiva di € 1.680 veniva restituita all’avente diritto mentre l’arrestato veniva posto dall’A.G. competente di Alessandria agli arresti domiciliari in attesa della direttissima.

    Carabinieri. Tortona (AL) – Guida in stato di ebrezza alcolica e provoca un incidente con feriti. Denunciato in stato di libertà

    Carabinieri Tortona (AL) – Guida in stato di ebrezza alcolica e provoca un incidente con feriti. Denunciato in stato di libertà

    Il giorno 17 giugno 2019, i Carabinieri della Stazione di Villalvernia (AL), a conclusione di una mirata attività di indagine, denunciavano in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, BATTAIOLA Simone, classe 1993, nato a Broni (PV) ma residente a Viguzzolo (AL), celibe, artigiano, incensurato.

    Carb logo

    Il giovane in stato di ebrezza alcolica, alle ore 18.00 circa del 15 giugno u.s, alla guida di una Renault Clio di sua proprietà transitava in Tortona, lungo la ex SS 35 dei Giovi e in prossimità del supermercato LIDL causava un sinistro stradale cagionando a terzi lesioni lievi per un totale di una trentina di giorni di prognosi, coinvolgendo nell’occorso altre due autovetture, in quel momento transitanti sulla stessa via.

    L’esito degli accertamenti eseguiti sul posto con l’etilometro, evidenziava nel sangue di BATTAIOLA Simone, un tasso alcolico pari a 0,98 g/l.. Al conducente è stata immediatamente ritirata la patente di guida e l’autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo per 30 giorni.

    Momenti di poesia. Trascorrono giorni, di Vittorio Zingone

    Momenti di poesia. Trascorrono giorni, di Vittorio Zingone

    Trascorrono giorni

    Trascorrono giorni
    In dormiveglia da incubo;
    Ignori se in uno
    Son sommati più giorni;
    Ignori se sabato ancora
    O domenica
    Ha già piantato le tende.

    Ascendi le scale
    E avverti le gambe pesanti;
    Vorresti fermarti, lasciarti cadere
    Laddove sei al momento,
    restarvi per sempre.

    Chiudere gli occhi,
    Non piu riaprirli.

    Sei stanco a momenti
    Come avessi spostato macigni
    Su per versanti d’asperrimi monti;
    Come se in speciali momenti
    Avessi cent’anni,
    Fosser le ossa ammasso in disordine,
    La mente Aggredita da morse potenti,
    Ridotte in poltiglia.

    Le nuvole in cielo
    Una cappa di piombo che pesa
    Più dell’intero universo.
    Non sono felice,
    Non so perché vivo,
    Non so perché vado,
    Non so perché vengo
    Come uno zompi
    Per le strade arcane del mondo…