Inge Morath a Palazzo Ducale, di Maura Mantellino

Oggi 21 giugno 2019, presso Palazzo Ducale verrà inaugurata la retrospettiva dedicata  a Inge Morath: la prima fotografa che riuscì ad entrare a far parte della agenzia fotografica Magnum Photos. Nacque a Graz, in Austria, nel 1923 e dopo gli studi di lingue a Berlino, la fotografa iniziò a lavorare come traduttrice e giornalista. Quando scoppiò la Seconda Guerra Mondiale La Morath scappò da Berlino e si rifugiò a Parigi iniziando a collaborare con Ernst Haas, Robert Capa e Henri Cartier-Bresson riuscendo a far parte della Magnum Photos. In quel periodo lei e Eve Arnold erano le uniche donne che lavoravano presso l’agenzia. Cominciò a viaggiare e a visitare il Nord Africa, il Medio Oriente, l’Unione Sovietica, l’Europa e infine l’Italia.

Furono anni in cui si cimentò nella fotografia reportage, di moda e soprattutto il ritratto. Nel 1952 la ritroviamo sul set di Moulin Rouge di John Huston (1952) e dopo qualche anno sul set de Gli spostati. Ed è qui che conobbe Arthur Miller che sposò nel 1962.  Famosi i suoi ritratti a Doris Lessing, Pablo Picasso, Henri Moore, Marilyn Moore e infine Fidel Castro. Il lavoro della Morath è la testimonianza di una passione, di un lavoro che divenne parte integrante della sua vita e riuscì con determinazione e un pizzico di follia ad affermarsi in una disciplina che in quegli anni era solo dominio maschile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...