the red writer

A causa di alcuni fatti personali che mi sono successi qualche giorno fa, mi sono ritrovato a pensare al passato, agli errori che ho commesso e a come oggi, se ritornassi indietro non commetterei. Ho perso tempo e tranquillità presente per preoccuparmi di ciò che avevo pensato, fatto, non fatto tempo indietro. Ho perso tempo e tranquillità presente per azioni che sono immutabili, che non potrò mai cambiare. Ho perso tempo per pensare al passato.

Quanto-fa-male-il-tempo-passato.jpg Immagine presa dal web

Ho perso tempo.

Tempo che non verrà mai recuperato. Tempo che avrei potuto usare per pensare a qualcos’altro, per pensare a un nuovo racconto da scrivere, a una nuova idea per questo blog, per leggere o chissà che altro.

Però sono arrivato a una “illuminazione” (passatemi il termine) e cioè che è inutile pensare al passato.

Lo so’, sembra una frase fatta, di quelle che si leggono alle riunioni degli alcolisti…

View original post 487 altre parole