Il Parco Nazionale del Vesuvio – 8

Napoli ieri oggi e domani

Sul Vesuvio, però, non salgono solamente i curiosi di
un giorno. Allarmato dal continuo succedersi di eruzioni, Ferdinando II di
Borbone fa erigere nel 1841, ai piedi del cono del Vesuvio, il primo
Osservatorio vulcanico del mondo. Diretto da Macedonio Melloni e poi da Luigi
Palmieri, Eugenio Semmola, Raffaele Matteucci e Giuseppe Mercalli (cui si deve
la scala dell’intensità dei terremoti), l’Osservatorio dà un contributo
importante alle nascenti scienze della Terra.

Se si considera che tra il Settecento e l’Ottocento,
negli scavi di Ercolano e Pompei, si forma un’archeologia via via più
scientifica, non è esagerato sostenere che il Vesuvio vede nascere due
importanti discipline come l’archeologia e la vulcanologia. Tra i direttori
degli scavi di Pompei meritano una citazione lo spagnolo Francisco La Vega, il
còrso Cristoforo Saliceti, poi gli italiani Giuseppe Fiorelli, Michele
Ruggiero, Giulio de Petra, Vittorio Spinazzola e Amedeo Maiuri.

Alla fine dell’Ottocento, i pochi e…

View original post 394 altre parole

L’angolo della Poesia

Napoli ieri oggi e domani

Da “Il
Canzoniere” di Francesco Petrarca

Voi
ch’ascoltate in rime sparse il suono

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

di quei sospiri ond’io nudriva ‘l core

in su ‘l mio primo giovenile errore,

quand’era in parte altr’uomo da quel ch’ i’ sono;

del vario stile, in ch’io piango e ragiono

fra le vane speranze e ‘l van dolore,

ove sia chi per prova intenda amore,

spero trovar pietà non che perdono.

Ma ben veggio or sì come al popol tutto

favola fui gran tempo, onde sovente

di me medesmo meco mi vergogno;

e del mio vaneggiar vergogna è ‘l frutto,

e ‘l pentersi, e ‘l conoscer chiaramente

che quanto piace al mondo è breve sogno.

Francesco
Petrarca

Questo primo sonetto fa da introduzione all’intera
raccolta. Il Petrarca chiede perdono ai lettori della mutevolezza di sentimenti
e del dissidio spirituale di cui la sua poesia è espressione. L’amore con le

View original post 70 altre parole

Arte – Cultura – Personaggi

Napoli ieri oggi e domani

Francesco
Petrarca

La posizione
storica

Francesco Petrarca nacque nel 1304, trentanove anni
dopo Dante Alighieri, ma uno spazio di tempo assai maggiore pare dividere i due
uomini, perché i fatti di storia e di cultura che condizionarono l’opera del
Petrarca erano ormai assai diversi.

Il materiale dell’opera dantesca è tutto medievale o,
al più, di una classicità rivissuta con schemi intellettuali e mentali propri
del medioevo; il materiale del Petrarca, anche là dove è attinto dalla cultura
e dalla civiltà medievali, è rivissuto se non con uno spirito classico, con una
volontà almeno di classicità. Dietro Dante è il Comune, ancora dominante;
dietro Petrarca vi è la Signoria, anche se in tante città persistevano ancora
regimi comunali. Dante, a esprimere la sua insoddisfazione del presente,
ricorre a un’utopia tramata di elementi medievali; Petrarca si rinchiude in se
stesso o risogna l’antico mondo romano. Per tutto questo Petrarca appartiene
ancora all’età…

View original post 166 altre parole

Curiosando qui e là

Napoli ieri oggi e domani

Come mai non
ci sono state più missioni lunari.

La serie delle missioni lunari Apollo si è fermata
alla numero 17, nonostante ne fossero state previste 18 o 19.

Le successive vennero cancellate dai progetti dell’ente
spaziale americano per vari motivi: budget ridotto, scarso interesse da parte
dell’opinione pubblica e assenza di obbiettivi chiari sul futuro dell’esplorazione
pioneristica.

Burocrazia e
burocrati

La burocrazia è solo il formalismo di un contenuto che
è fuori di essa. Karl Marx (1818-1883),
filosofo ed economista tedesco.

La burocrazia è tra le strutture sociali più difficili
da distruggere. Max Weber (1864-1920),
sociologo tedesco.

La burocrazia è l’incapacità addestrata. Thorstein Veblen (1857-1929),
economista statunitense.

Gli presentano il progetto per lo snellimento della burocrazia.
Ringrazia vivamente. Deplora l’assenza del modulo H. Conclude che passerà il
progetto, per un sollecito esame, all’ufficio competente, che sta creando. Ennio Flaiano (1910-1963), scrittore.

Non c’è niente che faccia tanto prestigio in…

View original post 106 altre parole

La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Lo strano
violinista

C’era una volta uno strano violinista, che se ne
andava solo solo per un bosco, e pensava a questo e a quello; e quando la sua
mente non ebbe ove posarsi, disse fra sé: “Mi annoio molto qui nel bosco,
voglio cercarmi un buon compagno”. Si tolse di dosso il violino e si mise a
sonore, sicché il suono si diffuse fra gli alberi. Poco dopo, ecco venire un
lupo, trottando per la boscaglia. – Ah, viene un lupo! quello non lo desidero
proprio, – disse il violinista. Ma il lupo si avvicinò e gli disse: – Oh, caro
violinista! come suoni bene! vorrei imparare anch’io. – E’ presto fatto, – gli
rispose il violinista, – devi soltanto fare tutto quello che ti ordino. – O violinista,
– disse il lupo, – ti obbedirò come uno scolaro il suo maestro. Il violinista
gli ordinò di seguirlo, e…

View original post 824 altre parole

Manuela Moschin intervista lo scrittore Andrea Del Castello

9788831973250_0_0_637_75.jpg

Intervista:

Ciao Andrea, ti ringrazio di cuore per aver accolto la mia richiesta. E’ un grande onore per me poterti intervistare. “La voce della morte” non è un semplice thriller, ma è molto di più. È un libro che intitolerei “Lezioni di vita” perché lancia dei messaggi profondi nei confronti dei peggiori mali che stanno imperversando il mondo.
Ma prima di parlare del tuo libro ti pongo alcune domande per scoprire in quale modo hai raggiunto la tua carriera di scrittore:
– Quando hai cominciato a scrivere? Cosa scrivevi all’inizio? 

Per diletto e per passione la scrittura ha accompagnato da sempre le varie fasi della mia vita. Una svolta importante è arrivata con gli studi universitari, perché ho cominciato a scrivere con un fine professionale. La laurea in Conservazione dei beni culturali con indirizzo musicologico mi ha portato ad approfondire gli studi umanistici, poi confluiti nella pubblicazione di due libri interdisciplinari e vari articoli. Invece da qualche anno a questa parte mi sono concentrato sugli studi letterari e le tecniche narrative. Così nel 2017 ho pubblicato “Come si scrive un thriller di successo” e l’anno scorso ho esordito come autore di thriller.

– A quale genere letterario appartengono i libri che leggi o che hai letto in passato? 

Leggo di tutto. Il modo migliore per essere uno scrittore preparato è conoscere quanti più generi e autori sia umanamente possibile. Nelle mie pubblicazioni di saggistica puoi trovare riferimenti a Flaiano, Apollinaire, Shakespeare, Manzoni, Stoker, Amis, come pure a Raymond Chandler e ad Agatha Christie. Insomma, spazio dai grandi classici alla poesia fino alla narrativa contemporanea. Per fare un esempio recente, ho curato una raccolta di racconti di tredici autori diversi con cui abbiamo rivisitato in chiave moderna i miti delle “Metamorfosi” del poeta latino Ovidio. Uscirà a luglio con il titolo “Miti e delitti”. Sembra strano per un autore di thriller, ma amo perfino la letteratura latina e la contaminazione tra generi anche all’apparenza disparati. Il problema è trovare il tempo necessario per leggere quanto vorrei.

Continua a leggere “Manuela Moschin intervista lo scrittore Andrea Del Castello”

Alessandria 61 (argini), di Lia Tommi

Alessandria – Giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 giugno 2019, alle ore 21.30, nell’ambito della rassegna “Borgo del Teatro – collezione estate – autunno” organizzata dall’Associazione BlogAL con il contributo di Fondazione SociAL, presso il cortile del Chiostro di Santa Maria di Castello in Piazza Santa Maria di Castello 14, la Compagnia Gli Illegali presenta lo spettacolo “Alessandria 61 (argini)“.

Tra il 1958 e il 1962 l’Italia ha una crescita media del Pil di più del 6%. Il 1961 è l’anno record: 8,3%. Dal 1958 al 1963 arrivano dal sud, verso il triangolo industriale, più di 1.500.000 persone. Negli stessi anni circa 300.000 veneti emigrano nelle regioni del nord ovest. Fino al 1961 gli emigranti senza lavoro sono considerati clandestini. Fino al 1965 le donne che hanno un rapporto fuori dal matrimonio possono essere condannate per ‘adulterio’. Nel 1961 c’è il primo sciopero alla Borsalino. Ad Alessandria in quegli anni ci si diverte con la goliardia, il cui luogo di ritrovo principale è il Baleta.

Le acconciature dello spettacolo saranno curate dalle allieve del percorso Operatore del benessere – Acconciatura, 2^ annualità dell’ente di formazione professionale Enaip – Alessandria.

Prima dello spettacolo (ore 21.20) per la pubblicità a teatro, iniziativa di presentazione delle attività commerciali e associazionistiche del quartiere di Borgo Rovereto, si terrà la presentazione di Fuga di Sapori e SocialWood. La
presentazione durerà 10 minuti.

Ingresso unico 8 euro. Per maggiori informazioni contattate il telefono 3351340361 o la email info@illegali.it.

La mia adolescenza


59588547_633394163792966_1874743183070461952_nFredde stanze  nella mia vita
frustate di vita…

Nel mio animo
solo grigio e paure insonni…
La mia adolescenza scorreva
come un fiume di acque stagnanti
il mio cuore era impietrito dai timori
il mio viso sembrava fatto di marmo
come bloccato da un fotofinish
il mio cuore pulsava come se fosse
un treno in partenza senza meta
la mia adolescenza
era un mare impervio
dove il mare era inquieto
pieno di vento portando via
il mio passato
dando nuova vita a me stesso…
l’uomo che sono adesso.

 

 

Ordinanza dirigenziale, comune di Novi Ligure

ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 132 del 24/06/2019
Oggetto: MODALITÀ ED ORARI PER NUOVI INTERVENTI DI SPAZZAMENTO E PULIZIA STRADE.
IL DIRIGENTE TENUTO CONTO che i Comuni nei centri abitati, a sensi dell’art. 7 del C.d.S., possono adottare,
con ordinanza del Dirigente provvedimenti atti a regolamentare la circolazione stradale;
DATO ATTO che il Servizio Ecologia ed Ambiente del II° Settore Lavori Pubblici in collaborazione con Gestione Ambiente, Società incaricata della raccolta rifiuti e pulizia strade, ha elaborato un nuovo sistema di spazzamento meccanizzato e pulizia strade anche in considerazione dei nuovi insediamenti abitativi ed arterie viabili;
DATO ATTO che l’Amministrazione Comunale ha preso atto della proposta presentata nella
seduta del 10.04.2019;
DATO ATTO che lo svolgimento del nuovo servizio prevede modifiche rispetto al precedente calendario negli orari e nei giorni in alcune vie e zone cittadine, come riportato nell’elenco
prodotto da Gestione Ambiente, per cui occorre emanare una nuovo provvedimento viabile istituente i nuovi giorni ed orari dei divieti di sosta per tutte le categorie di veicoli durante gli interventi di pulizia meccanizzata e spazzamento strade;
VISTO il D.lgs. 267/2000;
VISTO l’art. 29 del Regolamento del Corpo di Polizia Municipale;
VISTO lo Statuto Comunale;
VISTO il Codice della Strada;
VISTO il Regolamento di esecuzione ed attuazione del C.d.S.;
VISTA la normativa che regola la materia;
ORDINA
Per le motivazioni espresse in premessa a far data dal 1° Luglio 2019 gli orari di pulizia meccanizzata e spazzamento strade sono calendarizzati come riportato nell’allegato tecnico
predisposto da Gestione Ambiente contenente altresì gli orari ed i giorni degli interventi, che forma
parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. Durante tali orari e giorni indicati lungo
le vie, strade e piazze del territorio del comune di Novi Ligure è istituito il divieto di sosta per tutte
le categorie di veicoli.
I trasgressori saranno sanzionati come previsto dalle vigenti norme.

Provvedimenti viabili

comune-al copia

27 giugno 2019
Manifestazione associazione AIDO
via Cavour – Alessandria
Per permettere lo svolgimento della manifestazione a cura dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule – A.I.D.O. in collaborazione con l’Hotel Buoi Rossi in programma in via Cavour ad Alessandria in data 27 giugno 2019 dalle ore 17:00 alle ore 24:00, dalle ore 17:00 alle ore 24:00 del giorno 27 giugno 2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito
in via Cavour, nel tratto compreso tra via XXIV Maggio e via Faà di Bruno.
Da tali divieti sono esclusi i mezzi atti all’allestimento e alla successiva rimozione delle strutture mobili necessarie per lo svolgimento della manifestazione di cui all’oggetto.
È consentito da via Faà di Bruno, il transito in entrata e uscita ai residenti che accedono ai carrai presenti nella via e non occupati dagli allestimenti.
———————————————-

29 giugno 2019
“NotteBianca in corso Acqui”
Quartiere Cristo – Alessandria
Per permettere lo svolgimento della manifestazione denominata “Notte Bianca In Corso Acqui” in programma al quartiere Cristo in data 29 giugno 2019, sono stati adottati i seguenti provvedimenti viabili:

 dalle ore 00:00 del 29/06/2019 alle ore 06:00 del 30/06/2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito nelle seguenti vie:
– sede rialzata Piazza Ceriana
– piazza Zanzi

 dalle ore 16:00 del 29/06/2019 alle ore 03:00 del 30/06/2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito nelle seguenti vie:
– Anello di piazza Ceriana, nel tratto compreso tra via Parini e corso Acqui (tra i numeri civci 1 e 8)
– Via Parini, nel tratto compreso tra corso Acqui e il numero civico 19
– Corso Acqui, nel tratto compreso tra corso Carlo Alberto e corso Carlo Marx (rotatoria)
– Via Canova

Nelle traverse di corso Acqui, nel tratto compreso tra via Maggioli e corso Carlo Marx e di corso Carlo Alberto, nel tratto compreso tra via Verneri e via Maggioli e non occupate dagli allestimenti delle manifestazioni, è autorizzato esclusivamente il transito ai residenti per i quali è consentito il doppio senso di marcia. Continua a leggere “Provvedimenti viabili”

Alessandria 850. Bassorilievo che ricorda il passaggio di San Francesco ad Alessandria

Alessandria 850. Bassorilievo che ricorda il passaggio di San Francesco ad Alessandria

#alessandria850

#alessandriadascoprire

60438658_2224085380971768_5902687036518694912_o.jpg

Bassorilievo che proviene dalla lunetta del portale della Torre Civica: sotto sono presenti alcuni distici che ricordano il passaggio di San Francesco ad Alessandria e il miracolo che avrebbe compito, secondo il racconto di Gerolamo Ghilini nel 1210:

“La feroce lupa ebbe tanto timore della mano del Santo di Assisi da lasciarsi cavalcare, ammansire, dai bambini che aveva rapito per poterli divorare impunemente, lasciandoli di nuovo liberi di aggirarsi per le vie intorno al Tanaro”

Alessandria 850 1Alessandria 850

In modo intermittente – Momenti di poesia – di Paola Cingolani

Non scompare
solo le si aggroviglia di nuovo la bocca dello stomaco

a biascicarle cattiverie insensate è sempre la madre
e _ da chi ti ha messa al mondo _ non puoi divorziare

presto si salverà per qualche istante _ nel nulla viola _
quasi le spiace duri poco

vorrebbe trovare il modo di sorridere
almeno alla sua prole _ a quella sì _
e piange d’un pianto beffardo
muto ma ininterrotto

si chiede che ne è stato della sua esistenza
giusto la collezione d’asteroidi color porpora

e _ alla fine della fiera _ gli alligatori valgono
quasi fossero pure loro una cosa a dirsi bella

non tutti arrivano a domarli _ è presto detto _
non tutti muoiono da morti _ è il dato di fatto _

continua ad apparire
tenta d’apparirsi in modo intermittente
vuole qualcosa fortemente _ riprendere il suo _
è stanca d’attendere notizie di sé sapendosi vissuta

ma io _ osservandola attentamente _ sono certa
ricomincerà _ probabilmente da adesso _

 

donna coccodrillo

 

H. Newton Photography – Paola Cingolani @lementelettriche Versi 25/07/2019

BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato

BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato

Buonanotte, buonanotte amore mio,
buonanotte tra il telefono e il cielo.
Ti ringrazio per avermi stupito,
per avermi giurato che è vero.
Il granturco nei campi è maturo,
ed ho tanto bisogno di te.
La coperta è gelata e l’estate è finita,
buonanotte, questa notte è per te.

Buonanotte, buonanotte, fiorellino
buonanotte tra le stelle e la stanza.
Per sognarti devo averti vicino,
e vicino non è ancora abbastanza.
Ora un raggio di sole, si è fermato,
proprio sopra il mio biglietto scaduto.
Tra i tuoi fiocchi di neve e le tue foglie di tè.
Buonanotte, questa notte è per te.

Buonanotte, buonanotte monetina,
buonanotte tra il mare e la pioggia.
La tristezza passerà domattina,
e l’anello resterà sulla spiaggia.
Gli uccellini nel vento non si fanno mai male,
hanno ali più grandi di me.
E dall’alba al tramonto, sono soli nel sole,
buonanotte, questa notte è per te.

Francesco-De-Gregori-Web-site-Home-Page-001-258.jpg

La canzone è del 1975, album Rimmel, del 24enne De Gregori, laureato in lettere moderne a Roma. De Gregori è un autore metaforico, talvolta criptico, ma non surreale né visionario.  Le sue canzoni sono sempre ancorate alla realtà: es. supremo “La donna cannone”.  Dopo tanti anni, è inutile rivangare la tesi, smentita dall’autore (il quale è schivo sulla sua vita privata, ed è davvero dotato del pudore dei propri sentimenti), che il testo si riferisca alla sua compagna morta in incidente aereo. 

Anche se la storia fosse stata inventata (corretta e cambiata, forse – a mio parere – inventata no), sempre di una storia di Eros e Thanatos si tratta.  Oggi si può solo analizzare il testo, che contiene molti rimandi ellittici al non detto, che però resta l’unica chiave per aprirlo. Senza le ipotesi, testuali, che scrivo sotto, la canzone non ha senso alcuno. Al contrario tutte le canzoni di Francesco sono razionali, tendono alla lirica, ma vengono dal suo cervello. Continua a leggere “BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato”

Alessandria 850. Cesare Arrigo, primario chirurgo

Alessandria 850. Cesare Arrigo, primario chirurgo

#alessandria850

#alessandriadascoprire

Cesare Arrigo.jpg

Ad Alessandria Cesare Arrigo, primario chirurgo con un gruppo di azionisti privati fondò nel 1890 nell’Ospedale dei santi Antonio e Biagio una sezione autonoma di pediatria, denominata «ospedaletto infantile», la cui apertura fu autorizzata dalla Prefettura il 14 aprile 1890.

Con una convenzione stipulata il 31 maggio 1890 l’amministrazione dell’ospedale concesse all’ospedale infantile l’uso gratuito dei locali adattati allo scopo a pian terreno del fabbricato ospedaliero e si impegnò a sostenere le spese del mantenimento, della cura, dei medicinali e della biancheria dei bambini ricoverati». Il 15 giugno 1890 fu aperto al pubblico.

Alessandria 850 1Alessandria 850

Agricoltura, senatori Lega, ok Commissione Agricoltura a ddl per valorizzazione piccole produzioni locali, passo in avanti importante

Agricoltura, senatori Lega, ok Commissione Agricoltura a ddl per valorizzazione piccole produzioni locali, passo in avanti importante

Agricolt Commissione Agricoltura.jpeg.jpeg

Roma, 25 giu – “Un passo in avanti importante per la tutela delle produzioni locali e del Made in Italy. La Commissione Agricoltura del Senato ha dato oggi la propria approvazione agli emendamenti e al testo finale del disegno di legge 728, ideato dal sottosegretario Manzato, promosso dal senatore Vallardi come primo firmatario e condiviso da tutta la Lega, per la valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale. Questo provvedimento rappresenta un’integrazione al reddito degli agricoltori e istituisce requisiti per la tracciabilità dei prodotti. Esprimiamo grande soddisfazione: con il mandato al relatore senatore Bergesio, prosegue l’iter parlamentare di una nostra storica battaglia, nell’interesse unico della difesa dei nostri produttori e delle eccellenze italiane”.

Lo dichiarano i senatori della Lega componenti della Commissione Agricoltura del Senato, Gian Paolo Vallardi, presidente Commissione Agricoltura del Senato, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura al Senato, Rosellina Sbrana e Paolo Ripamonti, in una nota congiunta con Franco Manzato, Sottosegretario al Mipaaft.

Ufficio Stampa Lega Senato

LETTERA di GURDJIEFF alla FIGLIA

piapencil

Lettera Di Gurdjieff Alla Figlia

Fissa la tua attenzione su te stessa.
Sii cosciente in ogni istante di ciò che pensi, senti, desideri e fai.
Finisci sempre quello che hai iniziato.
Fai quello che stai facendo nel migliore dei modi possibili.
Non t’incatenare a niente che alla lunga ti distrugga.
Sviluppa la tua generosità senza testimoni.
Tratta ogni persona come se fosse un parente stretto.
Metti in ordine quello che hai disordinato.
Impara a ricevere, ringrazia per ogni dono.
Smetti di autodefinirti.
Non mentire né rubare, se lo fai, menti e rubi a te stessa.
Aiuta il tuo prossimo senza renderlo dipendente.
Non occupare troppo spazio.
Non fare rumore né gesti inutili.
Se non la possiedi, imita la fede.
Non lasciarti impressionare da personalità forti.
Non impossessarti di niente né di nessuno.
Distribuisci con equità.
Non sedurre.
Mangia e dormi lo stretto necessario.
Non parlare dei tuoi problemi personali.
Non…

View original post 622 altre parole

Non esiste l’anoressia, la bulimia o il binge eating. Esiste soltanto il disturbo alimentare — ORME SVELATE

piapencil

Forse non tutti sanno che chi soffre di Disturbi Alimentari è solito sperimentare nel corso della malattia tutte e tre le sfumature del disturbo; cioè, l’individuo tende a snodarsi in un increscioso viavai di segni e sintomi che appartengono ora all’Anoressia, ora alla Bulimia, ora al Binge Eating; e di nuovo alla Bulimia, poi all’Anoressia, e così via.

via Non esiste l’anoressia, la bulimia o il binge eating. Esiste soltanto il disturbo alimentare — ORME SVELATE

View original post

L’ANORESSIA VISTA DA “USCITI” PUO’ FAR RIDERE (AMARAMENTE). Tratto dal libro omonimo di Chiara D.

piapencil

Il mio è un racconto autobiografico del mio reale ,purtroppo, ma per fortuna superato periodo anoressico con tutte le sue manie alimentari e i suoi tragici risvolti fisici e “medici “,visto in una chiave ironica, perché per me l’ironia è il primo passo verso la libertà. E per me lo è stato.

Nel periodo bulimico avevo la cellulite da autostrada. In autogrill dicevo che ero una guida turistica e che dovevo prendere da mangiare per la comitiva del mio pullman. Quando avevo la “roba” nel baule erano tutti belli , buoni e amici. Nelle crisi di astinenza auguravo tumori anche ai miei cugini.

Nel periodo anoressico una volta pensando mi facesse bene allo spirito ho fatto la comunione in chiesa. Subito dopo mi sono sentita piena di carboidrati ingrassanti allora ho camminato per quattro ore per smaltire. Oh,il pane è pane, anche quello del Signore! Allora ho cercato di raccogliere…

View original post 1.196 altre parole

Alessandria 850, Rosa Borsalino e l’Ospedale Infantile

Alessandria 850, Rosa Borsalino e l’Ospedale Infantile

#alessandria850

#alessandriadascoprire

ospedale infantile.jpg

Rosa Borsalino, per favorire la costruzione dell’Ospedale Infantile, decide di donare all’ente ospedaliero un ampio sedime di circa ottomila metri quadrati in spalto Marengo.

Ne anticipa il capitale necessario per la costruzione e ne segue personalmente i lavori fino al 1940, continuando a contribuire con cospicui finanziamenti.

Alessandria 850 1Alessandria 850

Alessandria 850. Giuseppe Castelli architetto

Alessandria 850. Giuseppe Castelli architetto

#alessandria850

#alessandriadascoprire

62624264_2270448763002096_1593948997330927616_o.jpg

Giuseppe Caselli è architetto, nipote del capomastro Giuseppe, collaboratore nella prima metà del settecento di Benedetto Alfieri nel cantiere di Palazzo Ghilini.

Ricopre l’incarico di perito dell’amministrazione civica e in questa veste progetta l’edificio della nuova fiera, il nuovo palazzo comunale e il teatro municipale, le carceri e i macelli. Si dedica anche alla libera professione e progetta le chiese della confraternita Domus Magnae e di San Lorenzo.

Marco Pietro Pizzo: Progetta anche nel 1786 il nostro bellissimo arco trionfale di via Dante  corso Lamarmora

Alessandria 850 1Alessandria 850

Raduno di Tennis in carrozzina, di Lia Tommi

Raduno di Tennis in carrozzina
Alessandria, domenica 30 giugno 2019

Domenica 30 giugno 2019, dalle ore 9 alle ore 16, Alessandria ospiterà il Raduno di Tennis in carrozzina, un’iniziativa promossa dalla Società Sportiva Dilettantistica Volare di Alessandria e che vede coinvolti e sostenitori delle finalità sottese all’evento sia l’Amministrazione Comunale, sia il Gruppo Amag di Alessandria, senza dimenticare il Circolo Saves-Centro Sportivo Comunale Orti di via Giordano Bruno 96 dove si svolgerà la manifestazione.
Per presentare ufficialmente il programma e le peculiarità del Raduno è stata convocata la conferenza stampa odierna nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria, alla presenza dell’Assessore comunale allo Sport di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni, insieme all’Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi, Cherima Fteita, e all’Assessore comunale ai Lavori e Opere Pubbliche, Giovanni Barosini (presente anche come Presidente Provinciale F.A.N.D.), del Presidente di S.S.D. VOLARE non Profit, Paolo Bonino – con i rappresentanti della stessa S.S.D. VOLARE, Gianluca Cosentino e Giuseppe Bianchi e con Ettore Carozzo, Responsabile amministrativo di S.S.D. VOLARE – del Presidente del Gruppo Amag di Alessandria, Paolo Arrobbio, nonché del Presidente del Circolo Saves-Centro Sportivo Comunale Orti, Giampiero Lavezzari. Continua a leggere “Raduno di Tennis in carrozzina, di Lia Tommi”

Festival Identità e Territorio: doppio appuntamento, di Lia Tommi

FESTIVAL IDENTITA’ E TERRITORIO

Il Festival Identità e Territorio, progetto culturale di rete curato dal Comitato Matrice che coinvolge 60 comuni della Valle Bormida nell’organizzazione di oltre 350 eventi proposti a un pubblico di curiosi e appassionati, residenti e turisti, è giunto alla sua settima edizione e svela la sua continua crescita.

Il Festival infatti, forte anche della sessione “La Valle Bormida si Espone”, ha registrato lo scorso anno circa 70mila partecipanti ai 172 appuntamenti culturali (22 cinematografici in rassegne e festival, 54 espositivi e 96 musicali) e altrettanti enogastronomici e sportivi. Numeri importanti per un’area di margine che sta facendo conoscere o riscoprire il suo patrimonio paesaggistico, storico e architettonico di tutto pregio.
Il programma culturale, enogastronomico e naturalistico si sviluppa in sei mesi di iniziative da giugno a ottobre suggerendo un fiume di esperienze d’ arte, musica, danza, paesaggio, trekking, folklore locale e buon cibo nei comuni tra le provincie di Alessandria, Asti, Cuneo e Savona.
L’offerta culturale si inserisce nel più ampio piano di valorizzazione “Valle Bormida. Un’attività di pensiero”, una rete permanente di risorse attivata per dare nuovo impulso allo sviluppo locale in uno spirito di collaborazione e integrazione delle progettualità, percorso reso possibile negli anni grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, della Regione Piemonte, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e della Fondazione CRT.

Dopo l’inaugurazione della personale di Pietro Morando al Castello di Monastero Bormida, il secondo evento di punta di inizio estate sarà un doppio appuntamento culturale il 29 giugno a Cassine (AL): “Pensieri nella testa”, opere di Giovanni Saldì e Piergiorgio Camerano, mostra d’arte contemporanea a cura di Francesca Petralia nell’Oratorio San Bernardino, eletto come vera e propria Project Room di ricerca artistica, e “La Musica dell’Anima” concerto di violoncelli nell’adiacente Chiesa di San Francesco.

Saldì (1976) presenta le sue sculture di catrame. La conoscenza dei materiali, unitamente al valore storico e culturale delle tecniche danno origine alla sua ricerca. Mette in relazione il presente con il passato e sottolinea il legame concettuale e formale che si istituisce fra l’antico e il contemporaneo. Crea lavori che celano dietro una prima facile lettura, dualismi, messaggi positivi di cambiamento ed energia.
Il pittore Camerano, allievo dello stesso Saldì, mette invece in mostra una serie di disegni fatti a matita e carboncino su cartone, opere che sentono l’influenza di De Chirico e Morbelli e che diventano trasfigurazioni e interpretazioni bidimensionali del tema, le teste, del proprio maestro. Il dialogo tra i due diventa la concreta ricerca all’interno della Project Room fortemente voluta dalla curatrice: “l’idea è di sopperire alla completa assenza di spazi di ricerca sul tema del contemporaneo in aree dove questo linguaggio fa certamente più fatica ad essere compreso e fruito. La project room è, e sarà, principalmente destinata ad ospitare dialoghi fra artisti consolidati ed artisti emergenti creando così nuove opportunità di promozione e crescita”.

L’inaugurazione della mostra sarà alle ore 17 all’Oratorio di San Bernardino, piazza Vittorio Veneto. Alle ore 18, presso la chiesa di San Francesco, si terrà il concerto” La musica dell’anima”, ensemble DODECACELLOS di violoncelli, diretta al pianoforte dal Maestro Andrea Albertini e accompagnata dalla voce solista di Angelica De Paoli. Un piccolo rinfresco chiuderà la serata.

La mostra sarà aperta sabato e domenica dalle ore 16 alle ore 19 sino al 14 luglio 2019.
L’organizzazione è a cura di Comitato Promotore Matrice Fondazione di Partecipazione e Italia Nostra ONLUS Sezione di Alessandria; il patrocinio del Comune di Cassine e il sostegno di Regione Piemonte e Fondazione CRT.
Il calendario degli appuntamenti del festival è aggiornato su http://www.valbormidaexperience.eu (programma allegato)
Per info e approfondimenti: Chiara Giovinazzo territorio@fondazionematrice.org
Ufficio stampa: Liana Pastorin 348 2685295 uffstampa@fondazionematrice.org

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “VIVERE” per AIDO, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

AIDO organizza, con il Circolo Provinciale della Stampa, la presentazione del libro “VIVERE” di Ugo Bertotti.
Lunedì 19 Novembre alle ore 18 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo il grafic novel Bertotti presenterà il libro a fumetti con il quale racconta la storia vera di una donazione venuta da lontano ( Siria) che ha permesso a tre italiani di tornare a “vivere”.
Con l’autore dialoghera` Nadia Biancato, Presidente di AIDO Sezione Provinciale di Alessandria, insieme a Marco Caramagna, presidente del Circolo Provinciale della Stampa.
Alla presentazione interverranno anche Maurizio Distefano, tortonese, trapiantato di rene, e Roberta Amatelli, casalese, mamma di Viola, che ha subito un trapianto di fegato all’età di 8 mesi. Porteranno le loro significative testimonianze.

Di DONAZIONE, PRELIEVO e TRAPIANTO non si parla mai abbastanza: tante persone hanno idee confuse, talvolta pregiudizi su questi argomenti. In modo semplice, chiaccherando, si cercherà di fare informazione e chiarezza.

View original post

Amarti.

60651702_642937402838642_7662998113136672768_n

 

Amarti è come stare sulle nuvole

sognare ed essere felici e adoranti…

Sei come un frutto maturo

pronto da raccogliere e baciare.

Il tuo viso così sognante e radioso

si riflette dentro me

come dentro un lago pieno d’ amore

e felicità…

Sei come un’alba dentro me

che luccica tra i mie sensi…

Il tuo sguardo amore mio

farà sempre parte di me

come il mio cuore vivrò

solo del tuo amore.

Presentazione del Progetto area cardio protetta, di Lia Tommi

Presentazione del Progetto area cardio protetta

Giovedì 27 giugno 2019, ore 17.00

Comune di Tortona
Sala Romita
Corso Alessandria, 62

Programma
Saluti del Sindaco della Città di Tortona
prof. Federico Chiodi

Saluti del Presidente della Provincia di Alessandria
Gianfranco Baldi

Intervengono

dr. Marco Pappalardo, Infermiere specializzato in emergenza intra ed extraospedaliera S.E.S.T. 118 AL-AT – Presidente e Fondatore FormInLife

Francesco Ivaldi, Amministratore ADEMPA srl

modera Nadia Biancato

E’ gradito cenno di conferma al 3398512631 .

Coldiretti: Il Brachetto d’Acqui

Un prodotto di elevata qualità che identifica un territorio ricco di storia

Brachetto d’Acqui Docg, servono urgenti strategie per rilanciare il comparto

Alessandria: Basta spremere solo i viticoltori per finanziare la promozione, cosa ha fatto il Consorzio?

brachetto-uva.jpg

“Serve un progetto di rilancio e gestione dei fondi che dia nuovo impulso alla redditività delle imprese, per trovare soluzioni ad una situazione insostenibile che richiede un’immediata inversione di tendenza. L’Acquese è una terra ricca e generosa, lo sono soprattutto i suoi vigneti,  poter pensare ad una programmazione sulle rese è condizione primaria per uscire dalla crisi, soprattutto evitando di incappare in speculazioni che andrebbero a compromettere definitivamente il reddito di molte aziende».

Così il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco nel rilanciare la richiesta urgente di strategie chiare e concrete per il Brachetto d’Acqui che conta in provincia di Alessandria 403 aziende per 540,80 ettari.

Dal 2011 il numero di bottiglie vendute è passato da 5.300.000 a 3.800.000 con un picco negativo fatto registrare lo scorso anno di 460.000 bottiglie in meno. Continua a leggere “Coldiretti: Il Brachetto d’Acqui”

Bianco, Rosso e … con il cuore ,di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Cena sotto le Stelle per AIDO

Giovedì 27 giugno 2019 , ore 20,30
I Due Buoi
Via Cavour 32, 15121 Alessandria

Cena Benefica proposta dal ristorante stellato di Alessandria I Due Buoi a favore di AIDO per i suoi 40 anni di impegno in provincia.

“Bianco, Rosso e CON IL CUORE”! Una bella serata d’estate gustando i piatti dello chef Jumpei Koroda, in via Cavour, rigorosamente chiusa al traffico nel tratto dell’hotel, per permettere lo svolgimento della serata, durante la quale non mancheranno le sorprese per chi vorrà partecipare.

Costo euro 30,00. Prenotazioni solo al numero 3394297396

View original post

Collage delle opere di “Dal colore al bianco e nero. Emozioni d’arte”, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Inaugurata ieri, 21 giugno, la mostra che unisce l’estro e la creatività di due artisti che operano in ambiti differenti: pittura e fotografia, ma animati entrambi da quel sentimento creativo e non, che tutto travolge, in questo caso la passione per l’arte. Si tratta della pittrice Niki Taverna e del fotografo Sergio Maranzana.

La mostra rimarrà aperta fino al 26 giugno, in Corso Roma 140, ad Alessandria.

Collage delle opere esposte di Niki Taverna:

Collage delle opere di Sergio Maranzana. Bianco e nero e due a colori.

I collage sono stati realizzati da Caterina  Zavattaro.

View original post

Sfilata di moda di NADANUOVO alla Notte bianca del Cristo, di Lia Tommi

15614631148081815367151769445993.jpg

29 giugno 2019 – h. 21.00

FASHION NIGHT WHITE 2019 ALESSANDRIA

PRESENTA

Collection
“JACKIE KENNEDY”
La donna di NADANUOVO è un’ icona della modernità degli anni ’60 in cui il tocco classico si mescola con accenti moderni di oggi, in cui la sensualità delle trasparenze viene attutita da romantici pizzi e vezzose ruches. Pizzi, chiffon, tulle lasciano spazio a linee geometriche ed essenziali: affascinanti linee in cui il bianco è l’unico protagonista .

Ogni donna può dipingere il proprio stile unico e diverso, elegante, romantici, sensuale.
Al bianco è affidato il compito di vestire una donna dai mille volti.

La meravigliosa donna di NadaNuovoHauteCouture.

Milano-Cortina ospiteranno le Olimpiadi invernali 2026, di Maura Mantellino

Una bellissima notizia di poche ore fa: saranno Milano e Cortina a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. Thomas Bach, ieri, presso lo SwissTech Convention Center di Losanna l’ha annunciato davanti alla delegazione italiana e svedese. La candidatura del nostro paese l’ha spuntata per 47 voti a 34. La ventesima edizione si svolse a Torino nel 2006 mentre per questa edizione il sindaco Chiara Appendino che in una fase iniziale aveva sostenuto la candidatura di Torino andando contro i consiglieri del M5s tradizionalmente NO-OLIMPIADI, in un secondo momento, preferì defilarsi. Per l’Italia è una rivincita dopo la batosta di Roma ai giochi estivi del 2024.

Gli svedesi ci sono rimasti male in quanto la loro candidatura ha perso per la nona volta consecutiva il ballottaggio. L’Italia ha goduto dell’appoggio del presidente del Coni, Giovanni Malagò, del governatore del Veneto, Luca Zaia e del sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del premier Giuseppe Conte sono intervenuti in favore della nostra candidatura. Ricordiamo che la preparazione organizzativa di una Olimpiade invernale vuole un grande impegno sia dal punto di vista della comunicazione che da quello della logistica.

Quindi auguri a tutti per la riuscita e la realizzazione di un grande evento: sarà una grande scommessa!

Alessandria: Provvedimenti viabili vari

Alessandria: Provvedimenti viabili vari

comune-al copia

Provvedimenti viabili

26 giugno 2019

Transito e sosta autocarro per operazioni di scarico travi
per rifacimento tetto

via dei Martiri – Alessandria

Per permettere il transito e la sosta di un automezzo per operazioni di scarico travi presso il fabbricato in ristrutturazione sito in Via Dei Martiri 8/10 in programma il giorno 26/06/2019, dalle ore 06.00 alle ore 09.00 del giorno 26 giugno 2019, è vietato il transito nella via stessa.

———————————————-

dal 26 giugno 2019

Lavori di scavo per posa pozzetti a fibre ottiche Fatweb

via Chenna – Alessandria

Per procedere, data l’esigua dimensione della carreggiata, alla chiusura al transito veicolare di via Chenna al fine di consentire lo svolgimento dei lavori di scavo per manomissione suolo pubblico per posa pozzetti FASTWEB in condizioni di sicurezza,  ad integrazione dell’ordinanza temporanea nr. 356 del 17/06/2019, dalle ore 08.00 alle ore 18.00 dal giorno 26 giugno 2019 al giorno 28 giugno 2019, il divieto di transito in via Chenna, nel tratto stradale compreso fra Vicolo Don Benzi e Piazzetta Santa Lucia. Continua a leggere “Alessandria: Provvedimenti viabili vari”

Rsu nel Cantiere Terzo Valico

Venerdì scorso si sono svolte le elezioni per la nomina delle RSU nel cantiere Terzo Valico di Arquata Scrivia per l’azienda Radimero Scarl.

j8abRU00_400x400.jpg

La Feneal UIL Alessandria, che era riuscita ad ottenere consensi già negli altri tre cantieri (Novi Ligure Cociv, Castagnola a Fraconalto C.T.G. e in Val Lemme Seli Overseas), ha confermato la sua presenza in prima linea anche in quest’ultimo cantiere. La Feneal è quindi l’unica organizzazione sindacale presente indistintamente su tutti i quattro cantieri.
La Feneal ha visto, infatti, l’elezione di Salvatore Trabona e vanta così una RSU per ogni cantiere. Questo risultato è particolarmente importante per la categoria e per far sì che tutti i lavoratori abbiano una figura di riferimento che conosca bene la realtà del settore dei cantieri.
Paolo Tolu, Segretario. provinciale Fenal UIL: “Siamo molto soddisfatti per questo risultato che vede la nostra RSU accanto ai due eletti per la FILCA CISL. Questo ci conferma ancora una volta la fiducia da parte dei lavoratori per l’impegno assunto fino ad ora dall’intera squadra Feneal Uil Alessandria.”

Federico Chiodi Sindaco. Riunione Consulta Associazioni di Volontariato

Federico Chiodi Sindaco. Riunione Consulta Associazioni di Volontariato

Tortona: Si è svolta venerdì 21 giugno la prima riunione della Consulta delle Associazioni di Volontariato con la nuova Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Federico Chiodi.

consulta volontariato 1consulta volontariato 2

Presenti una ventina di associazioni tortonesi che si sono confrontate con il primo cittadino, il vice Sindaco Fabio Morreale e l’assessore ai Servizi sociali Marzia Damiani sulle problematiche del settore e sui progetti futuri: in particolare si è discusso della partecipazione alla “Notte Bianca”, che il Comune sta organizzando per il mese di settembre, ed in cui è previsto anche uno spazio riservato all’allestimento di stand per presentare le attività di volontariato in città.

Durante l’incontro è stata ammessa all’unanimità a far parte della Consulta la neocostituita associazione “Prassagora” impegnata ad aiutare le donne vittime di violenza di genere specialmente sul luogo di lavoro. Il prossimo incontro è stato fissato per giovedì 4 luglio.

Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: vi presentiamo Spinoza e la storia

cristina-zaltieri-1-1-300x225

Nietzsche coglie cinque motivi di consonanza tra il suo pensiero e quello del pensatore olandese: entrambi combattono l’illusione del libero arbitrio, confutano il finalismo di matrice aristotelica, distruggono la concezione di un ordine morale inerente al mondo, mostrano l’interesse come motore di ogni umano agire, negano il male ontologico, insito nelle cose stesse.” – Cristina Zaltieri

“Spinoza e la storia” edito nel maggio 2019 dalla casa editrice mantovana Negretto Editore è un saggio critico sul filosofo olandese Baruch Spinoza (Amsterdam, 24 novembre 1632 – L’Aia, 21 febbraio 1677) comprendente una ricca selezione di saggi curati da Cristina Zaltieri e Nicola Marcucci, pubblicato nella collana “Il corpo della filosofia”.

Il saggio si apre con l’introduzione “Spinoza. Come pensare altrimenti la storia” di Cristina Zaltieri nella quale sono illustrate le quattro parti che compongono l’ambizioso e ben riuscito progetto corale di nuova rilettura del filosofo olandese seguendo la moderna attenzione riservatagli dai filosofi Gilles Deleuze e François Zourabichvili.

La prima parte, “Alle radici di una storia spinoziana”, inizia con il saggio di Chiara Bottici e Miguel de Beistegui, seguono il saggio di Patrizia Pozzi, il saggio di Francesco Toto, con chiusura di Nicola Marcucci.

La seconda parte, “Una solitudine condivisa. Tra precursori e seguaci”, prende avvio con il saggio di Augusto Illuminati, seguono il saggio di Guillermo Sibilia, il saggio di Riccardo Caporali, con chiusura di Cristina Zaltieri.

La terza parte, “Contro la lettura astorica”, vede come primo saggio “Spinoza e la storia” di Vittorio Morfino, seguono il saggio di Thomas Hippler; il saggio di Andrea Cavazzini, con chiusura di Homero Santiago. Continua a leggere “Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: vi presentiamo Spinoza e la storia”

Ikigai: il principio giapponese della felicità

Il Blog per TE

Il 73% della popolazione giapponese secondo i sondaggi può affermare di essere soddisfatta della propria vita.

Ikigai deriva da Iki-vita e da Gai-ragione(ragione per vivere o ragione di vita)

4 sono le domande cruciali per trovare il tuo Ikigai:ti consiglio di prenderti del tempo per te, sederti e con calma riflettere e stilare queste liste

1.Che cosa ami?

2.In che cosa sei bravo?

3.Per cosa potresti essere pagato? (guarda entrambe le due liste precedenti create)

4.Di che cosa ha bisogno il mondo che tu puoi dargli? e cosa hai bisogno tu?

suggerimenti post-liste:

1.Sviluppa un rituale mattutino (aggiungi alla tua routine mattutina una o più delle attivitàda te trascritte nella lista 1 o 2) così rilascerai al tuo cervello una dose sana di dopamina (l’ormone della felicità)

2.Goditi ogni singolo momento: il tuo passato non può essere cambiato ed il tuo…

View original post 39 altre parole

Smettila di guardare il cellulare ed alza la testa!

Il Blog per TE

Oggi rischiamo di perderci all’interno di questo mondo virtuale,facendoci sfuggire le immense bellezze del mondo reale.

Pensi di essere realmente di essere in controllo di questetecnologie o sono loro a controllare te?

1.Isolamento lavorativo(metti il telefono in un posto lontano dalla tua visuale)

2.Prova a stare 2-3 ore senza guardare il telefono almeno 3 volte alla settimana (ferma la noia in un’altro modo)

View original post

Progetto Borgo del Teatro, Compagnia gli Illegali

Progetto Borgo del Teatro, Compagnia gli Illegali

Alessandria: Giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 giugno 2019. Ore 21.30
Cortile del Chiostro di Santa Maria di Castello, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria.
In caso di maltempo Sala dell’Affresco del Chiostro di Santa Maria di Castello.

com IMG-20190611-WA0015com IMG-20190612-WA0022

Borgo del Teatro, collezione estate – autunno

Alessandria 61 (argini)

Di: Massimo Brioschi.

Con: Beniamino Ariotti, Alberto Barolo, Antonio Coccimiglio, Luigi Mariano Di Carluccio, Monica Lombardi, Deborah Pinelli, Roberta Ponticello, Elisabetta Puppo, Marco Triches.

Tecnico luci: Gian Franco Cereda

Regia: Massimo Brioschi, Luigi Mariano Di Carluccio.

Compagnia Gli Illegali.

Le acconciature dello spettacolo saranno curate dalle allieve del percorso Operatore del benessere – Acconciatura, 2^ annualità dell’ente di formazione professionale Enaip – Alessandria.

Prima dello spettacolo (ore 21.20) per la pubblicità a teatro, iniziativa di presentazione delle attività commerciali e associazionistiche del quartiere di Borgo Rovereto, sarà con noi e si presenteranno gli amici di Fuga di Sapori e SocialWood  (Piazza Don Soria Tel. 0131264890. Email info@socialwood.it). La presentazione durerà 10 minuti. Continua a leggere “Progetto Borgo del Teatro, Compagnia gli Illegali”

Momenti di poesia. Voglio. di Valentina Emilia Cairo — blog

Momenti di poesia. Voglio. di Valentina Emilia Cairo

Voglio addormentarmi aggrappata al tuo braccio.

Voglio socchiudere gli occhi, senza la paura che ti dissolvi, riaprendoli.

Voglio respirare il tuo profumo, ubriacarmi con esso.

Voglio viverti.

Voglio amarti.

Voglio esserci.

Voglio.

@valentinaemiliacairo@

via Momenti di poesia. Voglio. di Valentina Emilia Cairo — blog

ANGOLO DI POESIA: Pensieri poetici di Maria Rosa Oneto

Foto: Pixabay

NON CI SARÀ

Non ci sarà che cielo
nei romanzi vergati
ad occhi bendati,
nel silenzio d’edera
di una giostra smontata,
all’odore di morte
al chiuso di un obitorio.
Ci sarà soltanto cielo
nella minestra riscaldata
dell’altro ieri,
in quel tugurio di casa
che il libeccio frenava
per non spaventare
i bambini.
Scarpe messe ad asciugare,
stracci sporchi di sugo
che le galline beccavano
al posto del grano.
Non ci sarà che cielo
sui davanzali anneriti
di fuliggine.
Corde stese
a richiamare il mare.
Lenzuola come vele
strappate e il senso del nulla
fissato ad un orologio
a pendolo che non batteva
più rintocchi da circa
trent’anni!

SE QUALCUNO

Se qualcuno mi portasse
a casa il mare
dentro una tinozza
color vermiglio
per immergervi le mani
e bere il sale della vita,
potrei giocare,
costruendo barchette
di carta di giornale
e vedere le parole liquefarsi
tra sangue, coltelli
e morte.
Se qualcuno raccogliesse
il vento, umido di rabbia e rugiada
dentro un fiasco di vetro
intrecciato alla paglia,
farei grandi feste
come per un addio
al nubilato.
Se qualcuno mi portasse
sulle vette dell’Himalaya
a respirare il Creato,
resterei seduta in eterno
senza più temere gli affanni.
Gli occhi attoniti d’amore,
l’Anima leggiadra di farfalla! Continua a leggere “ANGOLO DI POESIA: Pensieri poetici di Maria Rosa Oneto”

“A tu per tu con il campione”: giovedì a Novi Ligure Alegas e la palestra NowFit ospitano il talk show con il campione paralimpico Roberto La Barbera

“A tu per tu con il campione”: giovedì a Novi Ligure Alegas e la palestra NowFit ospitano il talk show con il campione paralimpico Roberto La Barbera

Una public utility all’avanguardia come Alegas, una palestra punto di riferimento sul suo territorio per il benessere psico-fisico come la NowFit di Novi Ligure, uno sportivo da record, simbolo di grinta e tenacia come il pluripremiato campione paralimpico Roberto La Barbera.

Schermata 2019-06-24 a 16.38.24

Un mix ‘esplosivo’, per il talk show “A tu per tu con il campione”, evento di sport, cultura e solidarietà che si terrà giovedì 27 giugno alla palestra NowFit di Novi Ligure (via Mameli 7, ore 18,30).

Roberto La Barbera, intervistato dal giornalista Ettore Grassano, racconterà la sua lunga storia di campione e di uomo, prendendo spunto dal libro biografia di Rolando Repossi “Roberto La Barbera, storia di un ragazzo in gamba” (Edizioni dell’Orso),  ma soprattutto guardando al futuro, e alle grandi sfide che ancora attendono il recordman alessandrino (di recente ha stabilito il record di salto in lungo per un over cinquanta, con 7 metri e 20 centimetri con vento,  6 metri e 99 centimetri senza vento), che punta ad essere un protagonista assoluto dei Mondiali Paralimpici del prossimo novembre a Dubai.

“Mi sento in grande forma – conferma La Barbera -, in questi mesi ho ottenuto una serie di successi che mi fanno ben sperare per l’evento clou dell’anno, che sono i Mondiali di Dubai. Appuntamento da preparare nei mesi estivi, in condizioni climatiche certamente di non particolare frescura. Ma questa è un’altra sfida nella sfida, come piace a me. Nelle prossime settimane avrò gare e meeting in diverse città italiane, anche con avversari normodati. Il modo migliore per entrare in condizione in maniera progressiva, ed essere al top per novembre. Il fisico risponde alla grande, all’orizzonte ci sono nuovi record da stabilire, parola di Roberto La Barbera”. Continua a leggere ““A tu per tu con il campione”: giovedì a Novi Ligure Alegas e la palestra NowFit ospitano il talk show con il campione paralimpico Roberto La Barbera”

GARDELLA visto da Gardella – p.5°

JacopIgna 150

Memoria sulla Conferenza “Architettura di Ignazio Gardella in Alessandria prima e dopo il secondo conflitto mondiale” tenuta dal prof. Jacopo Gardella per l’inaugurazione della Sede dell’Ordine Ingegneri “Casa Ex Impiegati Borsalino”

ing. Gregorio Marafioti presidente dell’Ordine (2005-2009)

Anni 50/60 – Ritorno alla tradizione e rivalutazione del sentimento e degli affetti popolari.
Parte Quarta – Anni ’50: Ex Taglieria del Pelo

LINK introduttivo GARDELLA visto da Gardella

Jacopo Gardella nel salone dell’ex Taglieria del Pelo davanti ad Autorità e pubblico intervenuti per l’inaugurazione della sede dell’ordine Ingegneri:
Un terzo mito, sovvertito dalla seconda guerra mondiale, era stato quello del progresso tecnico.

Conferenza Jacopo-Autorità 800DSC_0069.jpg

Le straordinarie conquiste tecniche, e le conseguenti e tangibili espansioni dell’industria, dei mezzi di trasporto, dei canali di comunicazione, avevano generato la convinzione che il progresso dei sistemi produttivi avrebbe risolto molti dei problemi vitali che fino ad allora avevano afflitto l’umanità (carestie, malattie, povertà di beni di consumo, scarsità di prodotti agricoli ed artigianali, insufficienza e arretratezza di strumenti di produzione). La guerra è stata una drammatica e spettrale negazione del mito tecnologico; non solo perché durante la guerra la tecnica ha prodotto quantità incommensurabili di armi, munizioni, bombe ed ordigni distruttori; ma anche e soprattutto perché la guerra si è conclusa con il pie terrificante ritrovato della scienza: la bomba atomica. Come era possibile credere ancora nelle bontà del progresso tecnico? A ben guardare tutti i miti sopra commentati derivano da una unica prioritaria fiducia, coltivata senza dubbi e senza riserve, da un unico mito più generale e di tutti comprensivo: il mito della ragione; la convinzione cioè che la ragione sia sufficiente a risolvere ogni problema del mondo. Non è infatti con la ragione che si facilita la comprensione e si promuove la conoscenza tra le varie nazioni (internazionalismo)? E si garantisce la convivenza pacifica di tutti i popoli (pacifismo)? E si promuove e si diffonde la perfezione tecnologica (tecnicismo)? Forse è anche questa fiducia nella ragione, e nelle sue opere, il motivo per cui è stato scelto, per l’architettura dell’epoca, il nome oltre che di Stile Internazionale anche di Movimento Razionalista.

Edifico industriale della ex-Fabbrica Borsalino: Taglieria del Pelo. Progetto arch. I. Gardella – anno 1950

Taglieria del Pelo 700

In questo edificio la ricomparsa di schemi compositivi appartenenti al passato è facilmente avvertibile nella partitura della facciata, composta da un ordine maggiore e da un sotto-ordine minore. L’ordine maggiore è rappresentato dai grandi pilastri alti due piani che terminano contro le mensole aggettanti della gronda; l’ordine minore è rappresentato dalle doppie finestre rinchiuse fra i grandi pilastri, e separate da un sottile pilastrino di colore bianco. Continua a leggere “GARDELLA visto da Gardella – p.5°”

La forza è donna. Marty e Kira sulla via Francigena per dire “no” alla violenza sulle donne.

La forza è donna.
Marty e Kira sulla via Francigena per dire “no” alla violenza sulle donne.

s conferenza stampa.jpg

L’Aps me.dea, che da dieci anni opera in provincia di Alessandria per prevenire e contrastare la violenza contro le donne, è pronta per una nuova sfida, che la porterà idealmente a Roma.
Le vere protagoniste di questa avventura sono Martina e Kira. Martina (Pastorino), ovadese, ha 29 anni e una grande passione, lo sport, che è anche diventato il suo lavoro. Si è laureata, infatti, in Scienze Motorie all’Università di Urbino ed è diventata insegnante di Educazione Fisica nonché istruttrice FIDAL e Personal Trainer. Dal suo desiderio di conciliare sport e beneficenza è nato il progetto “La forza è donna”, un viaggio a piedi lungo la Via Francigena, da Alessandria a Roma, che Martina compirà insieme alla sua cagnolina Kira. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Ovada e del sostegno di vari partner privati e di Lions Ovada.
Con questo viaggio Martina intende dimostrare che una donna può e deve sentirsi sicura di poter affrontare un viaggio in solitaria e porterà un messaggio forte contro la violenza sulle donne.

s immagines marti e kiras marty e kira

Con i miei passi mi piacerebbe creare un filo rosso sul territorio nazionale – dice Martina Pastorino e promuovere così azioni di prevenzione e sensibilizzazione sul tema. Visiterò alcuni Centri Antiviolenza e porterò alle donne di D.i.Re, Rete Nazionale dei Centri Antiviolenza, i messaggi di forza e speranza raccolti in queste settimane”.

La partenza avverrà, simbolicamente, il 5 luglio alle ore 18.30 dalla sede dell’Aps me.dea, in via Rivolta 34 ad Alessandria, con una piccola cerimonia di saluto.

Il viaggio di Martina e Kira durerà quasi un mese e farà percorrere alle nostre madrine 28 tappe per un totale di circa 680 km. Continua a leggere “La forza è donna. Marty e Kira sulla via Francigena per dire “no” alla violenza sulle donne.”

Recensione del Thriller “La Voce della Morte” di Andrea del Castello

9788831973250_0_0_637_75.jpg

A cura di Manuela Moschin

“La voce della morte” non è un semplice thriller, ma è molto di più. È un libro che intitolerei “Lezioni di vita” perché lancia dei messaggi profondi nei confronti dei peggiori mali che stanno imperversando il mondo.
Non vi parlerò della trama, ma al termine dell’intervista troverete la sinossi. Vorrei soltanto esprimere le emozioni e le sensazioni che ho provato durante la lettura.
In primo luogo sono rimasta affascinata dai dialoghi. Andrea è riuscito a commuovermi e a divertirmi. Credo che per uno scrittore non sia semplice ricercare le battute adatte a far rallegrare il lettore e nello stesso tempo indurlo alla riflessione profonda.
Incomprensioni familiari, vizi, disperazione, dolore, paura, rassegnazione, amore per il prossimo, amicizia, senso di giustizia, l’amore per la famiglia, tradimento, sono stati trattati con grande perizia.
La narrazione è chiara e precisa. Gesti e azioni dei personaggi mi hanno fatto vivere la scena riuscendo a farmi immedesimare nelle situazioni.
I personaggi sono talmente ben delineati che alla fine del racconto ne senti la mancanza. La figura che ho preferito è quella del commissario Cani, che apparentemente si presenta come una persona insensibile e scorbutica, ma che in realtà ha dimostrato di possedere doti preziose.
Le circostanze della vita hanno indurito il suo cuore, ma nel profondo della sua anima rimane una persona pacata che di fronte ai dilemmi da risolvere si sofferma a riflettere:

“Invece Giorgio Cani era fuori a fumare. E a riflettere. I raggi del sole tornati a splendere dopo la nebbia uggiosa dei giorni precedenti gli fecero fare una strana smorfia di sofferenza. Si mise spalle al sole e tirò forte dalla sigaretta che teneva tra indice e medio con il pugno semichiuso. Guardò il cielo azzurro, di un colore così intenso che solo la stagione fredda poteva colorare.”

Continua a leggere “Recensione del Thriller “La Voce della Morte” di Andrea del Castello”