Il Parco Nazionale del Vesuvio – 8

Napoli ieri oggi e domani

Sul Vesuvio, però, non salgono solamente i curiosi di
un giorno. Allarmato dal continuo succedersi di eruzioni, Ferdinando II di
Borbone fa erigere nel 1841, ai piedi del cono del Vesuvio, il primo
Osservatorio vulcanico del mondo. Diretto da Macedonio Melloni e poi da Luigi
Palmieri, Eugenio Semmola, Raffaele Matteucci e Giuseppe Mercalli (cui si deve
la scala dell’intensità dei terremoti), l’Osservatorio dà un contributo
importante alle nascenti scienze della Terra.

Se si considera che tra il Settecento e l’Ottocento,
negli scavi di Ercolano e Pompei, si forma un’archeologia via via più
scientifica, non è esagerato sostenere che il Vesuvio vede nascere due
importanti discipline come l’archeologia e la vulcanologia. Tra i direttori
degli scavi di Pompei meritano una citazione lo spagnolo Francisco La Vega, il
còrso Cristoforo Saliceti, poi gli italiani Giuseppe Fiorelli, Michele
Ruggiero, Giulio de Petra, Vittorio Spinazzola e Amedeo Maiuri.

Alla fine dell’Ottocento, i pochi e…

View original post 394 altre parole

L’angolo della Poesia

Napoli ieri oggi e domani

Da “Il
Canzoniere” di Francesco Petrarca

Voi
ch’ascoltate in rime sparse il suono

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

di quei sospiri ond’io nudriva ‘l core

in su ‘l mio primo giovenile errore,

quand’era in parte altr’uomo da quel ch’ i’ sono;

del vario stile, in ch’io piango e ragiono

fra le vane speranze e ‘l van dolore,

ove sia chi per prova intenda amore,

spero trovar pietà non che perdono.

Ma ben veggio or sì come al popol tutto

favola fui gran tempo, onde sovente

di me medesmo meco mi vergogno;

e del mio vaneggiar vergogna è ‘l frutto,

e ‘l pentersi, e ‘l conoscer chiaramente

che quanto piace al mondo è breve sogno.

Francesco
Petrarca

Questo primo sonetto fa da introduzione all’intera
raccolta. Il Petrarca chiede perdono ai lettori della mutevolezza di sentimenti
e del dissidio spirituale di cui la sua poesia è espressione. L’amore con le

View original post 70 altre parole

Arte – Cultura – Personaggi

Napoli ieri oggi e domani

Francesco
Petrarca

La posizione
storica

Francesco Petrarca nacque nel 1304, trentanove anni
dopo Dante Alighieri, ma uno spazio di tempo assai maggiore pare dividere i due
uomini, perché i fatti di storia e di cultura che condizionarono l’opera del
Petrarca erano ormai assai diversi.

Il materiale dell’opera dantesca è tutto medievale o,
al più, di una classicità rivissuta con schemi intellettuali e mentali propri
del medioevo; il materiale del Petrarca, anche là dove è attinto dalla cultura
e dalla civiltà medievali, è rivissuto se non con uno spirito classico, con una
volontà almeno di classicità. Dietro Dante è il Comune, ancora dominante;
dietro Petrarca vi è la Signoria, anche se in tante città persistevano ancora
regimi comunali. Dante, a esprimere la sua insoddisfazione del presente,
ricorre a un’utopia tramata di elementi medievali; Petrarca si rinchiude in se
stesso o risogna l’antico mondo romano. Per tutto questo Petrarca appartiene
ancora all’età…

View original post 166 altre parole

Curiosando qui e là

Napoli ieri oggi e domani

Come mai non
ci sono state più missioni lunari.

La serie delle missioni lunari Apollo si è fermata
alla numero 17, nonostante ne fossero state previste 18 o 19.

Le successive vennero cancellate dai progetti dell’ente
spaziale americano per vari motivi: budget ridotto, scarso interesse da parte
dell’opinione pubblica e assenza di obbiettivi chiari sul futuro dell’esplorazione
pioneristica.

Burocrazia e
burocrati

La burocrazia è solo il formalismo di un contenuto che
è fuori di essa. Karl Marx (1818-1883),
filosofo ed economista tedesco.

La burocrazia è tra le strutture sociali più difficili
da distruggere. Max Weber (1864-1920),
sociologo tedesco.

La burocrazia è l’incapacità addestrata. Thorstein Veblen (1857-1929),
economista statunitense.

Gli presentano il progetto per lo snellimento della burocrazia.
Ringrazia vivamente. Deplora l’assenza del modulo H. Conclude che passerà il
progetto, per un sollecito esame, all’ufficio competente, che sta creando. Ennio Flaiano (1910-1963), scrittore.

Non c’è niente che faccia tanto prestigio in…

View original post 106 altre parole

La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Lo strano
violinista

C’era una volta uno strano violinista, che se ne
andava solo solo per un bosco, e pensava a questo e a quello; e quando la sua
mente non ebbe ove posarsi, disse fra sé: “Mi annoio molto qui nel bosco,
voglio cercarmi un buon compagno”. Si tolse di dosso il violino e si mise a
sonore, sicché il suono si diffuse fra gli alberi. Poco dopo, ecco venire un
lupo, trottando per la boscaglia. – Ah, viene un lupo! quello non lo desidero
proprio, – disse il violinista. Ma il lupo si avvicinò e gli disse: – Oh, caro
violinista! come suoni bene! vorrei imparare anch’io. – E’ presto fatto, – gli
rispose il violinista, – devi soltanto fare tutto quello che ti ordino. – O violinista,
– disse il lupo, – ti obbedirò come uno scolaro il suo maestro. Il violinista
gli ordinò di seguirlo, e…

View original post 824 altre parole

Manuela Moschin intervista lo scrittore Andrea Del Castello

9788831973250_0_0_637_75.jpg

Intervista:

Ciao Andrea, ti ringrazio di cuore per aver accolto la mia richiesta. E’ un grande onore per me poterti intervistare. “La voce della morte” non è un semplice thriller, ma è molto di più. È un libro che intitolerei “Lezioni di vita” perché lancia dei messaggi profondi nei confronti dei peggiori mali che stanno imperversando il mondo.
Ma prima di parlare del tuo libro ti pongo alcune domande per scoprire in quale modo hai raggiunto la tua carriera di scrittore:
– Quando hai cominciato a scrivere? Cosa scrivevi all’inizio? 

Per diletto e per passione la scrittura ha accompagnato da sempre le varie fasi della mia vita. Una svolta importante è arrivata con gli studi universitari, perché ho cominciato a scrivere con un fine professionale. La laurea in Conservazione dei beni culturali con indirizzo musicologico mi ha portato ad approfondire gli studi umanistici, poi confluiti nella pubblicazione di due libri interdisciplinari e vari articoli. Invece da qualche anno a questa parte mi sono concentrato sugli studi letterari e le tecniche narrative. Così nel 2017 ho pubblicato “Come si scrive un thriller di successo” e l’anno scorso ho esordito come autore di thriller.

– A quale genere letterario appartengono i libri che leggi o che hai letto in passato? 

Leggo di tutto. Il modo migliore per essere uno scrittore preparato è conoscere quanti più generi e autori sia umanamente possibile. Nelle mie pubblicazioni di saggistica puoi trovare riferimenti a Flaiano, Apollinaire, Shakespeare, Manzoni, Stoker, Amis, come pure a Raymond Chandler e ad Agatha Christie. Insomma, spazio dai grandi classici alla poesia fino alla narrativa contemporanea. Per fare un esempio recente, ho curato una raccolta di racconti di tredici autori diversi con cui abbiamo rivisitato in chiave moderna i miti delle “Metamorfosi” del poeta latino Ovidio. Uscirà a luglio con il titolo “Miti e delitti”. Sembra strano per un autore di thriller, ma amo perfino la letteratura latina e la contaminazione tra generi anche all’apparenza disparati. Il problema è trovare il tempo necessario per leggere quanto vorrei.

Continua a leggere “Manuela Moschin intervista lo scrittore Andrea Del Castello”

Alessandria 61 (argini), di Lia Tommi

Alessandria – Giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 giugno 2019, alle ore 21.30, nell’ambito della rassegna “Borgo del Teatro – collezione estate – autunno” organizzata dall’Associazione BlogAL con il contributo di Fondazione SociAL, presso il cortile del Chiostro di Santa Maria di Castello in Piazza Santa Maria di Castello 14, la Compagnia Gli Illegali presenta lo spettacolo “Alessandria 61 (argini)“.

Tra il 1958 e il 1962 l’Italia ha una crescita media del Pil di più del 6%. Il 1961 è l’anno record: 8,3%. Dal 1958 al 1963 arrivano dal sud, verso il triangolo industriale, più di 1.500.000 persone. Negli stessi anni circa 300.000 veneti emigrano nelle regioni del nord ovest. Fino al 1961 gli emigranti senza lavoro sono considerati clandestini. Fino al 1965 le donne che hanno un rapporto fuori dal matrimonio possono essere condannate per ‘adulterio’. Nel 1961 c’è il primo sciopero alla Borsalino. Ad Alessandria in quegli anni ci si diverte con la goliardia, il cui luogo di ritrovo principale è il Baleta.

Le acconciature dello spettacolo saranno curate dalle allieve del percorso Operatore del benessere – Acconciatura, 2^ annualità dell’ente di formazione professionale Enaip – Alessandria.

Prima dello spettacolo (ore 21.20) per la pubblicità a teatro, iniziativa di presentazione delle attività commerciali e associazionistiche del quartiere di Borgo Rovereto, si terrà la presentazione di Fuga di Sapori e SocialWood. La
presentazione durerà 10 minuti.

Ingresso unico 8 euro. Per maggiori informazioni contattate il telefono 3351340361 o la email info@illegali.it.

La mia adolescenza


59588547_633394163792966_1874743183070461952_nFredde stanze  nella mia vita
frustate di vita…

Nel mio animo
solo grigio e paure insonni…
La mia adolescenza scorreva
come un fiume di acque stagnanti
il mio cuore era impietrito dai timori
il mio viso sembrava fatto di marmo
come bloccato da un fotofinish
il mio cuore pulsava come se fosse
un treno in partenza senza meta
la mia adolescenza
era un mare impervio
dove il mare era inquieto
pieno di vento portando via
il mio passato
dando nuova vita a me stesso…
l’uomo che sono adesso.

 

 

Ordinanza dirigenziale, comune di Novi Ligure

ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 132 del 24/06/2019
Oggetto: MODALITÀ ED ORARI PER NUOVI INTERVENTI DI SPAZZAMENTO E PULIZIA STRADE.
IL DIRIGENTE TENUTO CONTO che i Comuni nei centri abitati, a sensi dell’art. 7 del C.d.S., possono adottare,
con ordinanza del Dirigente provvedimenti atti a regolamentare la circolazione stradale;
DATO ATTO che il Servizio Ecologia ed Ambiente del II° Settore Lavori Pubblici in collaborazione con Gestione Ambiente, Società incaricata della raccolta rifiuti e pulizia strade, ha elaborato un nuovo sistema di spazzamento meccanizzato e pulizia strade anche in considerazione dei nuovi insediamenti abitativi ed arterie viabili;
DATO ATTO che l’Amministrazione Comunale ha preso atto della proposta presentata nella
seduta del 10.04.2019;
DATO ATTO che lo svolgimento del nuovo servizio prevede modifiche rispetto al precedente calendario negli orari e nei giorni in alcune vie e zone cittadine, come riportato nell’elenco
prodotto da Gestione Ambiente, per cui occorre emanare una nuovo provvedimento viabile istituente i nuovi giorni ed orari dei divieti di sosta per tutte le categorie di veicoli durante gli interventi di pulizia meccanizzata e spazzamento strade;
VISTO il D.lgs. 267/2000;
VISTO l’art. 29 del Regolamento del Corpo di Polizia Municipale;
VISTO lo Statuto Comunale;
VISTO il Codice della Strada;
VISTO il Regolamento di esecuzione ed attuazione del C.d.S.;
VISTA la normativa che regola la materia;
ORDINA
Per le motivazioni espresse in premessa a far data dal 1° Luglio 2019 gli orari di pulizia meccanizzata e spazzamento strade sono calendarizzati come riportato nell’allegato tecnico
predisposto da Gestione Ambiente contenente altresì gli orari ed i giorni degli interventi, che forma
parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. Durante tali orari e giorni indicati lungo
le vie, strade e piazze del territorio del comune di Novi Ligure è istituito il divieto di sosta per tutte
le categorie di veicoli.
I trasgressori saranno sanzionati come previsto dalle vigenti norme.

Provvedimenti viabili

comune-al copia

27 giugno 2019
Manifestazione associazione AIDO
via Cavour – Alessandria
Per permettere lo svolgimento della manifestazione a cura dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule – A.I.D.O. in collaborazione con l’Hotel Buoi Rossi in programma in via Cavour ad Alessandria in data 27 giugno 2019 dalle ore 17:00 alle ore 24:00, dalle ore 17:00 alle ore 24:00 del giorno 27 giugno 2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito
in via Cavour, nel tratto compreso tra via XXIV Maggio e via Faà di Bruno.
Da tali divieti sono esclusi i mezzi atti all’allestimento e alla successiva rimozione delle strutture mobili necessarie per lo svolgimento della manifestazione di cui all’oggetto.
È consentito da via Faà di Bruno, il transito in entrata e uscita ai residenti che accedono ai carrai presenti nella via e non occupati dagli allestimenti.
———————————————-

29 giugno 2019
“NotteBianca in corso Acqui”
Quartiere Cristo – Alessandria
Per permettere lo svolgimento della manifestazione denominata “Notte Bianca In Corso Acqui” in programma al quartiere Cristo in data 29 giugno 2019, sono stati adottati i seguenti provvedimenti viabili:

 dalle ore 00:00 del 29/06/2019 alle ore 06:00 del 30/06/2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito nelle seguenti vie:
– sede rialzata Piazza Ceriana
– piazza Zanzi

 dalle ore 16:00 del 29/06/2019 alle ore 03:00 del 30/06/2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito nelle seguenti vie:
– Anello di piazza Ceriana, nel tratto compreso tra via Parini e corso Acqui (tra i numeri civci 1 e 8)
– Via Parini, nel tratto compreso tra corso Acqui e il numero civico 19
– Corso Acqui, nel tratto compreso tra corso Carlo Alberto e corso Carlo Marx (rotatoria)
– Via Canova

Nelle traverse di corso Acqui, nel tratto compreso tra via Maggioli e corso Carlo Marx e di corso Carlo Alberto, nel tratto compreso tra via Verneri e via Maggioli e non occupate dagli allestimenti delle manifestazioni, è autorizzato esclusivamente il transito ai residenti per i quali è consentito il doppio senso di marcia. Continua a leggere “Provvedimenti viabili”

Alessandria 850. Bassorilievo che ricorda il passaggio di San Francesco ad Alessandria

Alessandria 850. Bassorilievo che ricorda il passaggio di San Francesco ad Alessandria

#alessandria850

#alessandriadascoprire

60438658_2224085380971768_5902687036518694912_o.jpg

Bassorilievo che proviene dalla lunetta del portale della Torre Civica: sotto sono presenti alcuni distici che ricordano il passaggio di San Francesco ad Alessandria e il miracolo che avrebbe compito, secondo il racconto di Gerolamo Ghilini nel 1210:

“La feroce lupa ebbe tanto timore della mano del Santo di Assisi da lasciarsi cavalcare, ammansire, dai bambini che aveva rapito per poterli divorare impunemente, lasciandoli di nuovo liberi di aggirarsi per le vie intorno al Tanaro”

Alessandria 850 1Alessandria 850

In modo intermittente – Momenti di poesia – di Paola Cingolani

Non scompare
solo le si aggroviglia di nuovo la bocca dello stomaco

a biascicarle cattiverie insensate è sempre la madre
e _ da chi ti ha messa al mondo _ non puoi divorziare

presto si salverà per qualche istante _ nel nulla viola _
quasi le spiace duri poco

vorrebbe trovare il modo di sorridere
almeno alla sua prole _ a quella sì _
e piange d’un pianto beffardo
muto ma ininterrotto

si chiede che ne è stato della sua esistenza
giusto la collezione d’asteroidi color porpora

e _ alla fine della fiera _ gli alligatori valgono
quasi fossero pure loro una cosa a dirsi bella

non tutti arrivano a domarli _ è presto detto _
non tutti muoiono da morti _ è il dato di fatto _

continua ad apparire
tenta d’apparirsi in modo intermittente
vuole qualcosa fortemente _ riprendere il suo _
è stanca d’attendere notizie di sé sapendosi vissuta

ma io _ osservandola attentamente _ sono certa
ricomincerà _ probabilmente da adesso _

 

donna coccodrillo

 

H. Newton Photography – Paola Cingolani @lementelettriche Versi 25/07/2019

BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato

BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato

Buonanotte, buonanotte amore mio,
buonanotte tra il telefono e il cielo.
Ti ringrazio per avermi stupito,
per avermi giurato che è vero.
Il granturco nei campi è maturo,
ed ho tanto bisogno di te.
La coperta è gelata e l’estate è finita,
buonanotte, questa notte è per te.

Buonanotte, buonanotte, fiorellino
buonanotte tra le stelle e la stanza.
Per sognarti devo averti vicino,
e vicino non è ancora abbastanza.
Ora un raggio di sole, si è fermato,
proprio sopra il mio biglietto scaduto.
Tra i tuoi fiocchi di neve e le tue foglie di tè.
Buonanotte, questa notte è per te.

Buonanotte, buonanotte monetina,
buonanotte tra il mare e la pioggia.
La tristezza passerà domattina,
e l’anello resterà sulla spiaggia.
Gli uccellini nel vento non si fanno mai male,
hanno ali più grandi di me.
E dall’alba al tramonto, sono soli nel sole,
buonanotte, questa notte è per te.

Francesco-De-Gregori-Web-site-Home-Page-001-258.jpg

La canzone è del 1975, album Rimmel, del 24enne De Gregori, laureato in lettere moderne a Roma. De Gregori è un autore metaforico, talvolta criptico, ma non surreale né visionario.  Le sue canzoni sono sempre ancorate alla realtà: es. supremo “La donna cannone”.  Dopo tanti anni, è inutile rivangare la tesi, smentita dall’autore (il quale è schivo sulla sua vita privata, ed è davvero dotato del pudore dei propri sentimenti), che il testo si riferisca alla sua compagna morta in incidente aereo. 

Anche se la storia fosse stata inventata (corretta e cambiata, forse – a mio parere – inventata no), sempre di una storia di Eros e Thanatos si tratta.  Oggi si può solo analizzare il testo, che contiene molti rimandi ellittici al non detto, che però resta l’unica chiave per aprirlo. Senza le ipotesi, testuali, che scrivo sotto, la canzone non ha senso alcuno. Al contrario tutte le canzoni di Francesco sono razionali, tendono alla lirica, ma vengono dal suo cervello. Continua a leggere “BUONANOTTE  FIORELLINO, di De Gregori,:  ANALISI di Elvio Bombonato”

Alessandria 850. Cesare Arrigo, primario chirurgo

Alessandria 850. Cesare Arrigo, primario chirurgo

#alessandria850

#alessandriadascoprire

Cesare Arrigo.jpg

Ad Alessandria Cesare Arrigo, primario chirurgo con un gruppo di azionisti privati fondò nel 1890 nell’Ospedale dei santi Antonio e Biagio una sezione autonoma di pediatria, denominata «ospedaletto infantile», la cui apertura fu autorizzata dalla Prefettura il 14 aprile 1890.

Con una convenzione stipulata il 31 maggio 1890 l’amministrazione dell’ospedale concesse all’ospedale infantile l’uso gratuito dei locali adattati allo scopo a pian terreno del fabbricato ospedaliero e si impegnò a sostenere le spese del mantenimento, della cura, dei medicinali e della biancheria dei bambini ricoverati». Il 15 giugno 1890 fu aperto al pubblico.

Alessandria 850 1Alessandria 850

Agricoltura, senatori Lega, ok Commissione Agricoltura a ddl per valorizzazione piccole produzioni locali, passo in avanti importante

Agricoltura, senatori Lega, ok Commissione Agricoltura a ddl per valorizzazione piccole produzioni locali, passo in avanti importante

Agricolt Commissione Agricoltura.jpeg.jpeg

Roma, 25 giu – “Un passo in avanti importante per la tutela delle produzioni locali e del Made in Italy. La Commissione Agricoltura del Senato ha dato oggi la propria approvazione agli emendamenti e al testo finale del disegno di legge 728, ideato dal sottosegretario Manzato, promosso dal senatore Vallardi come primo firmatario e condiviso da tutta la Lega, per la valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale. Questo provvedimento rappresenta un’integrazione al reddito degli agricoltori e istituisce requisiti per la tracciabilità dei prodotti. Esprimiamo grande soddisfazione: con il mandato al relatore senatore Bergesio, prosegue l’iter parlamentare di una nostra storica battaglia, nell’interesse unico della difesa dei nostri produttori e delle eccellenze italiane”.

Lo dichiarano i senatori della Lega componenti della Commissione Agricoltura del Senato, Gian Paolo Vallardi, presidente Commissione Agricoltura del Senato, Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura al Senato, Rosellina Sbrana e Paolo Ripamonti, in una nota congiunta con Franco Manzato, Sottosegretario al Mipaaft.

Ufficio Stampa Lega Senato