Napoli ieri oggi e domani

La leggenda
di Knockgrafton

C’era una volta un pover’uomo che viveva nella fertile
valle di Aherlow, ai piedi dei tenebrosi monti Galtee, e aveva una grossa gobba
sulla schiena: a guardarlo, pareva che gli avessero arrotolato il corpo e
glielo avessero sistemato sulle spalle; e la testa era così schiacciata dal
peso che, quando stava seduto, il mento trovava sostegno sulle ginocchia. Gli abitanti
delle campagne preferivano evitare di incontrarlo in luoghi solitari, perché,
anche se il poveretto era pacifico e inoffensivo come un bambino appena nato,
la sua deformità era tale che a stento lo si sarebbe detto un essere umano, e
delle malelingue avevano messo in giro strane storie sul suo conto. Si raccontava
che fosse un esperto conoscitore di erbe e di incantesimi, ma la cosa certa era
che aveva una grande abilità nell’intrecciare paglie e giunchi facendone
cappelli e ceste, e in questo modo si guadagnava…

View original post 798 altre parole