L’essere nulla.

262459_2248250253039_1451674653_2570083_5536051_nTi senti perso dentro quella buia stanza

vedi solo un muro, tristezza,

sensazione di vuoto dentro il cuore

di un arido gelido, come un campo incolto

e un buio tetro dentro il tuo animo

e gli occhi spenti come una sigaretta

nel portacenere appena posata…

Ma un giorno nel tuo cuore

il sole tornerà a splendere di nuovo

la vita in te tornerà a galla

e l’essere nulla, quella gelida sensazione

mai più tornerà

un sorriso largo come il cielo stellato

spunterà dal tuo viso

e vedrai nel tuo specchio riflesso

il tuo essere rinato…

 

Supergruppo con versione Web su Telegram

Informatica Ufficiale

Come saprete già, Telegram è un programma che permette di svolgere un vasto genere di azioni (chattare, creare gruppi, etc.), tra queste troviamo la possibilità di creare supergruppi. Per creare un supergruppo devi aprire Telegram dal tuo dispositivo, in questo casocon la versione Web, seleziona il gruppo da convertire per accedere alla relativa chat, fai clic sul suo nome presente in alto e scegli l’opzione AGGIORNA A SUPERGRUPPO. Pigia sul pulsante OK e il gruppo sarà convertito in supergruppo.

View original post

“SUL FIENILE”: grande successo a Volpedo per il capolavoro di Pellizza, di Bruno Volpi

Con più di 3000 visitatori, Sul Fienile, uno dei primissimi capolavori di Giuseppe Pellizza, si congeda da Volpedo, dove è stato esposto all’interno dello studio del pittore per tutto il mese di giugno. Anche l’ultimo giorno di mostra ha visto la presenza nel borgo tortonese di centinaia di visitatori, accolti e guidati nella comprensione del quadro dai curatori dell’Associazione Pellizza da Volpedo.

La tela di importanti dimensioni (133×243,5 cm) era tornata, infatti, dal 2 al 30 giugno nel luogo dove fu concepita e dipinta, a pochi metri dal fienile di casa, ancora esistente, servito da ispirazione per l’artista. Sul fienile fu eseguito nel corso del 1893 ed esposto a Milano nel 1894, senza incontrare troppo i favori della critica. Pelizza lo riprese poi tra 1895 e 1896 per attenuare un “cielo troppo bluastro”.

Insieme al quasi contemporaneo Processione, fu il primo quadro pienamente divisionista di Pellizza. Per l’autore fu l’inizio di una nuova fase pittorica, attenta ai temi sociali e capace di rappresentare adeguatamente il “vero” grazie all’utilizzo della nuova tecnica. La fiducia di Pellizza nel valore di questa sua opera fu, per altro, confermata dalla medaglia d’oro vinta alla mostra internazionale di Monaco di Baviera nel 1901.

I visitatori hanno potuto ammirare il dipinto riportato all’originario splendore, grazie a un attento intervento di restauro, e inserito nella splendida cornice dorata voluta appositamente dal pittore per far risaltare l’opera a lui cara; questa cornice, assente persino nell’ultima delle rare esposizioni dell’opera, avvenuta nel corso della monografica alla GAM di Torino nel 1999- 2000, è stata rimontata proprio in occasione dell’evento di Volpedo.

La mostra, curata da Aurora Scotti, da molti anni studiosa dell’opera di Pellizza e autrice del Catalogo generale del pittore alessandrino, e dall’Associazione Pellizza da Volpedo, è stata organizzata dalle Gallerie Maspes di Milano, col patrocinio del Comune di Volpedo.

Significativo anche il catalogo, Edizioni Gallerie Maspes, contenente un saggio introduttivo della curatrice e una serie di approfondimenti sulla fortuna critica dell’opera, rimasta in una collezione privata per oltre un secolo e quindi raramente visibile, e sui risultati delle indagini diagnostiche condotte per comprendere la genesi dell’opera e permetterne il restauro.

Mostra “AL FEMMINILE ” in Cittadella, di Lia Tommi

MOSTRA IN CITTADELLA

Alessandria: L’artista statunitense Louise Bougeois, di origine francese, nel 1993 scriveva parlando del suo passato artistico “Avevo la sensazione che la scena artistica appartenesse agli uomini e che io … ne invadessi il terreno. Perciò il mio lavoro era fatto ma tenuto nascosto. Ero più a mio agio tenerlo nascosto”.

Il tempo però ha cambiato le cose e le risapute differenze tra l’universo femminile e quello maschile sono state un arricchimento per l’arte.

Partendo proprio da questi concetti alla Cittadella di Alessandria presso la sede in uso al FAI le Associazioni MAC Monferrato Arte e Cultura di Montemagno(At) e Libera mente di Alessandria allestiranno la mostra “AL FEMMINILE” che prevede l’esposizione di opere pittoriche, fotografiche e scultoree di artisti e artiste del territorio monferrino; le proposte rappresentano generi e contenuti diversi strettamente legati alle caratteristiche dei singoli.

L’inaugurazione della mostra avverrà il 06 luglio alle ore 16,00 e sarà possibile visitarla tutti i pomeriggi dalle 15,00 alle 18,30 e terminerà il 21 luglio.

facebook_1562241961907-1150553902.jpg

Un modesto poeta…

 

374751_2665442598112_1317424657_33104560_1552917743_n

Sono un modesto poeta

mercante di parole

che mi escono dal cuore…

Sono magie incomprensibili

un dono di cui

mai chiederei perdono

sgorgano come scintille dal cielo

mistero gaudente di cui

mi sento fiero

parlo d’ amore e di speranza

e non ne avrò mai abbastanza

di scrivere dalla mia stanza

un mare di parole che

fuoriescono dal cuore

un mare di versi che nell’aria

non sono dispersi…

MIO CARO SERIAL KILLER, di Alicia Giménez Bartlett, recensione di Cristina Saracano

20190625_2106215485293517914192725.jpg

Un altro caso per l’ispettrice Petra Delicado , il suo vice, Fermin, coadiuvati da un giovane della Polizia autonoma di Catalogna: un serial killer si accanisce su donne sole e dalla vita, in apparenza tranquilla e metodica, pugnalandole senza ritegno e sfigurando i loro volti.

La collaborazione tra i tre va avanti tra alti e bassi, ironia, complicità, segreti e piccole scaramucce, perché il caso è davvero complesso e li obbligherà a trascorrere nottate e a vedere più volte l’alba in commissariato, nonché a conoscere il mondo delle agenzie matrimoniali, a loro poco noto.

Come sempre l’autrice sa catturare la nostra attenzione con una scrittura accattivante, densa di particolari visivi, dialoghi mai banali, riesce a farci entrare nelle vite private dei protagonisti, che, oltre a essere  poliziotti, hanno una famiglia più o meno segreta, allargata, o impicciona, che dà un tono colorito alla storia.

Il fantomatico serial killer, sarà poi veramente un serial killer?

Oltre quattrocento pagine di colpi di scena, dove la parte poliziesca lascia molto spesso posto a un’analisi attenta della psiche umana: di una Barcellona ricca di solitudine, di donne poco considerate, di uomini forti solo in apparenza, di amicizie sleali, di speranze per una vita migliore che, molto spesso si rivelano cocenti delusioni. Continua a leggere “MIO CARO SERIAL KILLER, di Alicia Giménez Bartlett, recensione di Cristina Saracano”

Eleganza suggestiva e applausi alla sfilata di NADANUOVO, di Lia Tommi

Alessandria

Grande successo ieri sera per la sfilata di NADANUOVO, che si è svolta nell’ambito della Notte Bianca di Corso Acqui, organizzata  da RP EVENT di Roberta Pelizer,  sotto la direzione artistica di Fabrizio Capra.

Una sfilata di grande bellezza ed eleganza delicata e suggestiva, ricca di tessuti pregiati, di idee di grande creatività e originalità nelle forme e nei colori .

La collezione presentata si ispira a “JACKIE KENNEDY ” e in essa il tocco classico si mescola con accenti moderni , fatta di sensuali trasparenze, ma anche romantici pizzi e vezzose ruches, con pizzi, chiffon, tulle.

Ne consegue una donna che può esprimere se stessa, uno stile unico e personale.

Il colore di spicco è il bianco, di grande impatto e raffinato allo stesso tempo, usato nei costumi da bagno e moda mare, negli abiti da sera e da sposa.

La sfilata è  stata impreziosita  dalle musiche scelte da Agostino  Poggio.

Le splendide modelle in passerella : Monica O., Valeria N., Elisabetta M., Asia R., Ivana D., Olga R., Dragana G. , hanno saputo valorizzare costumi e abiti con gran classe .

Il pubblico numeroso ha dimostrato ottimo apprezzamento attraverso l’attenzione verso i modelli e calorosi applausi.

Foto di Vittorio Destro

Corso di Fumetto. Con Theo Szczepanski.

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

iqui-e-ora-logo--sito-su-documenti

Qui e Ora Associazione Culturale Pedagogica

organizza

CORSO DI FUMETTO

con Theo Szczepanski

A partire dal 27 settembre 2019 ogni venerdi per 7 incontri dalle 19.00 alle 21.00.

Il corso si terrà in via Pasubio 27 Cagliari.

🔵Obiettivo: Acquisire le tecniche basiche di disegno e creazione di personaggi; uso e potenzialità narrative del disegno.

🔵Destinatari: il corso è rivolto a ragazzi e adulti I partecipanti possono essere principianti o avere già nozioni di disegno.
(è prevista la costituzione di un nuovo gruppo dagli 8 ai 14 anni in altra data e orario qualora arrivassero richieste per questa fascia di età).

🔵Programma:
• Presentazione dei diversi tipi e stili di fumetti, con un confronto tra i partecipanti.

• Attività pratica con tecniche basiche di disegno, come costruire un personaggio e disegnarlo in diversi angoli e situazioni. Ogni partecipante creerà il proprio
personaggio.

• Come raccontar(si)…

View original post 358 altre parole

Erminia Fuà Fusinato. Venezia alla Polonia. 1863

VOCI DAI BORGHI

Qual, se un sonno agitato alfin succeda
A veglia increscïosa,
E perigliar nel sogno ansio si veda
Una diletta cosa,
Si slancia l’alma dal disio compresa
Di porgerle difesa,
Ma invan ché ad essa il vieta
Il grave incarco dell’inerte creta,

Tal io, dal giorno che le geste prime
Del tuo valore appresi,
A te, d’incliti eroi madre sublime
Il cor tratto m’intesi;
E mentre il sangue mio darti vorrei,
Quello de’ figli miei,
Immota ahi! qui mi tiene
L’immane pondo delle mie catene!

Fur distrutte le mie splendide navi
Maraviglia alle genti;
Fin la gloria scontar mi fan degli avi
Quest’invidi potenti!
Or volgono quattr’anni, e le ritorte
Una benigna sorte
Infranse alla mia suora,
E me obblian terra e cielo, e servo ancora!

De’ miei figli la parte ahimè! più eletta
O soccombeva in guerra,
O nel carcere langue, o fu costretta
Migrar da questa terra.
I vetusti…

View original post 189 altre parole

L’eresia catara

"La casa nel bosco"

LAMIS-catara

Bernardino Lamis, professore ordinario di storia delle religioni, […] quel giorno, appena rincasato, si mise al lavoro febbilmente.
Aveva davanti a sé due giorni per finir di stendere quella lezione che gli stava tanto a cuore. Voleva che fosse formidabile. […]
Quando fu alla mattina del terzo giorno, che doveva dettar lezione, Bernardino Lamis si trovò davanti, sulla scrivania, ben quindici facciate fitte fitte, invece di sei.
Si smarrì.

Bisognava dunque, assolutamente, nelle poche ore che gli restavano, ridurre a otto, a nove facciate al massimo, le quindici che aeva scritte.
Questa riduzione gli costò un così inteso sforzo intellettuale, che non avvertì nemmeno alla grandine, ai lampi, ai tuoni d’un violentissimo uragano che s’era improvvisamente rovesciato su Roma.
Si avviò sotto quell’acqua, riparando alla meglio il rotoletto di carta, la su <<formidabile>> lezione.

Giunse all’università in uno stato compassionevole: zuppo da capo a piedi.
Lasciò l’ombrello nella bacheca del…

View original post 458 altre parole

Paul Valéry

EPOCHE' (fotoblog di francesco)

… I miei versi hanno il significato che gli si attribuisce. Quello che io gli ho dato va bene solo a me, e non è vincolante per nessuno …

… Mes vers ont le sens qu’on leur prête. Celui que je leur donne ne s’ajuste qu’à moi, et n’est opposable à personne …

Commentaires de Charmes – Paul Valéry

L'immobilità del nulla - Bellaria 25-12-2017 Il Cimitero Marino – Paul Valéry
1) L’immobilità del nulla nel paesaggio marino
Bellaria 25-12-2017

Questo tetto tranquillo, ove colombe ... Rimini 01-06-2015 Questo tetto tranquillo, ove vagano colombe …
Rimini 01-06-2015

… il lettore gode di una grandissima libertà quanto alle idee, libertà analoga a quella che si riconosce all’ascoltatore della musica, anche se meno estesa …

… le lecteur jouit d’une très grande liberté quant aux idées, liberté analogue à celle que l’on reconnait à l’auditeur de musique, quoique moins ètendue …

Variété – Paul Valéry

Vivere e Morire - Rimini 08-10-2014 Il Cimitero Marino – Paul Valéry
2) La…

View original post 187 altre parole

L’angolo della Poesia

Napoli ieri oggi e domani

Umberto Saba – La capra

Ho parlato a una capra.

Era sola, sul prato, era
legata.

Sazia d’erba, bagnata

dalla pioggia, belava.

Quell’uguale belato era
fraterno

al mio dolore. E io
risposi, prima

per celia, poi perché il
dolore è eterno,

ha una voce e non varia;

questa voce sentiva

gemere in una capra
solitaria.

In una capra dal viso
semita

Sentivo querelarsi ogni
altro male,

ogni altra vita.

da Il Canzoniere

La fratellanza degli
uomini, degli animali e delle cose che Saba sente come essenza dell’universo
intero, trova in questa poesia compiuta espressione: il belato di una capra può
senz’altro, ove ci sia qualcuno capace d’intenderlo, diventare la voce dell’universale
dolore e dell’universale fraternità.

View original post

Non tutto può essere capito 💙

Anime di Passaggio

《 Imparare a osservare lo stesso evento con occhi diversi è arduo e impegnativo, perché occorre un allenamento che ci conduca ad accogliere nuove idee svincolandoci dagli ordinari pregiudizi… 》

È bello parlare con persone che ci fanno intendere che oltre al nostro punto di vista ne esistono tanti altri e altrettanto validi quanto il nostro.
Parlare con questo tipo di persone ci fa percepire la variabilità e l’instabilità della realtà, in base da chi essa venga osservata, evolvendo il nostro grado di comprensione e aprendoci alla consapevolezza dell’esistenza di molteplici verità.
Se ognuno di noi meditasse su questo principio non sentirebbe più la necessità di giudicare l’operato altrui perché comprenderebbe che a volte…
…non tutto può essere capito.

View original post

La donna della domenica: i luoghi del romanzo di Fruttero & Lucentini

- Radical Ging -

Come già vi avevamo anticipato negli scorsi articoli, considerata la futura pubblicazione dei volumi di Opere di bottega dedicati a Carlo Fruttero & Franco Lucentini nella collana I Meridiani di Mondadori, sotto la curatela di Domenico Scarpa, ci siamo dedicati alla riscoperta de “La Ditta“, dando il via a una nuova challenge di lettura, che ha visto come prima tappa il romanzo più conosciuto della coppia, La donna della domenica.

La storia attraversa tutta Torino, vero e proprio palcoscenico della commedia umana. Abbiamo così deciso di portare la città anche a chi non l’ha mai vista e a chi, magari, il libro non l’ha letto. Un pellegrinaggio per le vie di Torino per osservare da vicino i luoghi raccontati da Fruttero & Lucentini, per questo ci siamo presi una giornata e l’abbiamo dedicata alle vie e ai corsi della città.

Come abbiamo fatto…

View original post 4.736 altre parole

Love, Amore, Je t´aime – Liebe ❤️❤️❤️

Abenteuer 50

Frauen sind dazu da, um geliebt,

nicht um verstanden zu werden.

Oskar Wilde

Liebe in den schönsten Sprachen – sinnlich, erotisch und wundervoll.

Wenn uns Amore, Je t´aime ganz zart ins Ohr geflüstert wird, strahlen wir. Ein I Love you ist prickelnd und verführerisch.

Diese herrlich warmen Sommernächte sind wie geschaffen dafür, ein Hauch des Südens und der Leichtigkeit schwingt mit.

Abends gemeinsam eng umschlungen Sterne schauen, Träume haben und Erotik genießen.

Das Alter hat uns entspannt gemacht, wir wissen das alles vergänglich ist und trauen uns innige Momente zu leben und zu zulassen. Keine Zweifel, kein Gedankenkarusell. Weshalb?

Wir haben den Mut zur Liebe – wollen Zweisamkeit erleben, uns fühlen wie mit 20, Wünsche aussprechen, Nähe spüren, uns fallen lassen, Liebe empfangen und geben, Augenblicke festhalten….

Begeistern und erfreuen wir uns, an diesen wundervollen Momenten im Leben, sie bleiben in unseren Gedanken und werden immer ein Lächeln hervorrufen.

View original post 258 altre parole

Momenti di poesia. Certi momenti, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Certi momenti, di Cesare Moceo

65853705_2106176119508290_5786570529792065536_n.jpg

Certi momenti

Scrivo per me stesso

felice di sporcarmi d’inchiostro

dentro questa forma d’arte
che mi prende e mi soffoca

E scrivo convinto

restando a guardarmi le dita

fisso a parlare con loro
della mia anima

dove giacciono
d’espressioni dolcissime

le mie impronte

vestite di pigiami poetici
e pantofole

logore di parole soffrenti
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Non è la rosa, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Non è la rosa, di Vittorio Zingone

Non è la rosa

Non é la rosa
Che cresce nel tuo giardino
Ad avermi preso il cuore.

Altri splendidi giardini
Intanto che percorri
La strada della meta
Sempre ammiri;
Alcuni hanno aiuole
E prati rasati che t’incantano,
T’inducono a fermarti ad ammirarli,
Ti aprono i cancelli,
Ti lascian passeggiare per viali
Ricchi di fragranze.
Ma tu, amata mia,
Hai più che profumi, più che bellezze
Palesi e celate che mi attraggono;
Tu hai un feeling con la mia vita
Che mi fa toccare cieli inusitati,
Mari senza fondo, stelle
Con luminosità senza confronti
Verso le mie notti, i giorni miei;
È dispiacere grande, quasi un trauma,
Rivarcare i cancelli
Per proseguire verso altri elisi,
Se altri ne furono approntati per me
in questo sistema di cose contingente.

Quante volte, quante,
Assalgono il cuore nostalgie,
Rimpianti vani,
perché ” non si può tornar
Sui propri passi
Per rivivere unici momenti!

Quante volte
Il cuore è lacerato
Per dovere andare
Verso mete
aride di gioia duratura!

Ma infine é solo quella rosa
Che ti dà certezza per l’intera vita
E non altre rose che profumano
L’aria che respiri, ma sol
per un magico momento aleatorio.

Non lasciare sola
Una rosa scelta nel giardino,
Specie di notte
Al lume della luna, delle stelle,
Nel buio delle nubi, delle nebbie,
Nel groviglio della pioggia
Abbondante ed insistente
A maggior ragione
se hai con lei seminato intorno
Boccioli di rose che hanno necessità
Di essere accuditi, amati,
Difesi finché non saranno sbocciati
Al calore del sole, al tocco delle brezze,
Alla furia di elementi avversi !

-Cara amica dell’anima, del cuore,
Non ti escludero’ mai
Dall’abbraccio caldo e stretto
D’ogni mia innamorata vital cellula
In questo sistema di cose contingente.

Che tu mi sia – Momenti di poesia – di Paola Cingolani

Che tu mi sia adesso
stormo in festa
cielo infiammato di tramonti
mare di azzurra grandezza

che tu mi sia adesso
infinità di desiderio ardente
traslato in emozioni intense
onda che ritorna instancabile
e si riversa indomita sulla mia riva.

E che tu mi sia _ ancora _
fotogrammi innumerevoli
giochi e voli di fantasia
passaggi sulla sabbia
d’immagini
evocative
accese
vive.

Una rocca secolare _ tu _
che si erge altera
su tutta questa bellezza
talmente desiderata
auspicata
agognata
voluta
da potercisi solo infinitare

così

il fluire della mia mente
vola
e tende
alla tua misura sconfinata.

14034819_10208315052406415_680701052720541588_n
Photography Paolo Capitini – Poetry Paola Cingolani – @lementelettriche 30/06/2019

 

Programmazione Cinema Macallè dal 27 giugno al 3 luglio, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Programmazione Cinema Macallè da Giovedì 27 Giugno a Mercoledi 03 Luglio
389 422 61 72

SIR – CENERENTOLA A MUMBAI / Repliche
Regia di Rohena Gera. Genere Drammatico – India, Francia, 2018, durata 99 minuti
Trailer https://youtu.be/XIKJDA3ef7g
Proiezioni
Giovedì 27 Giugno h 21.00
Venerdì 28 Goigno h 21.00
Sabato 29 Giugno h 18.30, h 21.00
Domenica 30 Giugno h 16.30, h 18.30, h 21.00
Lunedì 01 Luglio h 21.00
Martedì 02 Luglio h 21.00
Mercoledi 03 Luglio RIPOSO

Cinema Macallè, Via Marsala 1/A – Alessandria, Castelceriolo
Ingresso Proiezioni 5 € Info 0131 585001 / 334 9488905

View original post

Un giorno e una notte – 157 Favole di Comunità, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

PROGETTO “LETTURE IN BIBLIOTECA”

Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

image12494164633

Martedì 2 luglio 2019 alle ore 17,00 nuovo appuntamento del progetto “Letture in Biblioteca “ con la presentazione del libro di Pietro TARTAMELLA dal titolo “UN GIORNO E UNA NOTTE – 157 Favole di Comunità ” e con letture a cura dei Narratori di Macondo,
presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.

Fabrizio PRIANO commenta “Pietro TARTAMELLA, scrittore e poeta sperimentale, presenta il suo ultimo…

View original post 914 altre parole

Momenti di poesia. LE ROVINE DI UN SOGNO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

Momenti di poesia. LE ROVINE DI UN SOGNO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

65682483_644804346025607_1914341175221813248_o.jpg

LE ROVINE DI UN SOGNO

Ecco cosa farò:

indosserò il mio sorriso migliore

e uscirò tra la gente,

ma dentro il cuore

ho un cimitero pieno di croci,

un lago di dolore.

Dentro di me c’è la rabbia

di un sogno che nasce e muore,

l’impotenza di non poterlo

tenere in vita.

Fuori c’è il mondo,

i passi, le voci, i rumori,

ma nel profondo

c’è un tremore di lacrime,

un amaro silenzio che avvelena

lentamente il mio sangue.

Sono crollate ormai

le certezze immutabili.

Cammino ferendomi

sulle macerie della vita:

le rovine di un sogno.

Mariangela Ottonello

Maura Mantellino, ‘Il dono più bello’ di Fiorella Fiorenzoni

Maura Mantellino, ‘Il dono più bello’ di Fiorella Fiorenzoni

E’ in uscita tempo fa il racconto ‘Il  dono più bello’ dell’autrice Fiorella Fiorenzoni edito da La collina dei ciliegi. 

Il dono più bello di Fiorella Fiorenzoni.jpg

Recensione di Maura Mantellino

Una tenerissima, dolcissima e poetica storia che ci porta a vivere le atmosfere gioiose del Natale con i colori, le musiche, i profumi  e i sapori di un tempo. 

E’ un racconto delicato, a tratti divertente, che narra il desiderio e il sogno di Giacomo, il fratello più grande.  

È la vigilia di Natale: Giacomo e i suoi tre fratellini si preparano a vivere in letizia questo giorno insieme con i genitori. Quest’anno però non potranno andare a trascorrere la festa dalla nonna in quanto la lontananza e il fatto che in famiglia è da poco arrivato un bebè impediscono loro di partire. 

Un velo di malinconia si posa sul cuore della mamma mentre Giacomo si augura proprio che questa volta Babbo Natale esaudisca il suo più grande desiderio: rivedere la nonna. 

Improvvisamente giunge una misteriosa telefonata, solo il papà sa chi sta per arrivare e al sopraggiungere della sera qualcuno suona alla porta. Sarà Babbo Natale? Chissà se in questa notte di magia il desiderio del bambino sarà esaudito e se ognuno riceverà il suo dono più bello. 

Fiorella Fiorenzoni è nata Cortona (Ar) nel 1967, è docente di lingua e cultura italiana in Germania, dove vive con la sua famiglia. 

A voi l’incipit:

Era la mattina della vigilia di Natale. 

In città, durante la notte, era caduta la neve: case, tetti, palazzi e grattacieli, ponti, strade, parchi e giardini, tutto era ricoperto di un candido manto bianco.  Continua a leggere “Maura Mantellino, ‘Il dono più bello’ di Fiorella Fiorenzoni”

Morto il sindaco “eroe” di Rocca di Papa, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

È morto sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini.

“Il sindaco di Rocca di Papa – si legge in una nota della Asl Roma 2 – è deceduto. Nelle ultime ore le sue condizioni si erano aggravate a causa di una sopraggiunta crisi respiratoria e dal quadro derivante dalle infezioni delle lesioni riportate dovute alla lunga permanenza nel luogo dell’incendio. Si esprime un sentimento di profondo cordoglio ai famigliari e tutta la comunità di Rocca di Papa”.

Il sindaco Crestini era ricoverato da giorni al centro Grandi Ustioni dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma, dopo l’esplosione di dieci giorni fa che aveva coinvolto il palazzo del municipio. Crestini aveva riportato ustioni sul 35% del corpo. Con coraggio e vero senso del dovere era stato l’ultimo a lasciare l’edificio dopo l’incidente, preoccupandosi prima di aver fatto evacuare tutti i dipendenti, consiglieri e cittadini.

I pm della procura di Velletri indagano per disastro colposo…

View original post 50 altre parole

La nuova Giunta comunale di Novi Ligure, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Novi Ligure: la nuova Giunta comunale

GIAN PAOLO CABELLA – Sindaco
Mantiene la rappresentanza in seno all’A.S.L- AL, le competenze in materia di Bilancio, Finanze, Patrimonio, Economato, Trasparenza, Comunicazione, Partecipazione, Servizi informatici, nonché residue competenze non delegate espressamente
Nato a Valenza (AL) il 29.6.1944

DIEGO ACCILI – Vice Sindaco
Deleghe: Lavori Pubblici, Trasporti, Protezione Civile, Piano Energetico, Servizi Cimiteriali, Trattamenti Sanitari Obbligatori (TSO)
Nato A Roma l’11.1.1965

ROBERTA BRUNO
Deleghe: Gestione del Territorio, Urbanistica, Attività Produttive, Ambiente, Agricoltura, TSO
Nata ad Alessandria l’8.2.1967

COSTANZO CUCCURU
Deleghe: Cultura, Pubblica Istruzione, Formazione Professionale, Sport e Promozione Sportiva, Turismo, TSO
Nato a Bosco Marengo il 3.5.1943

GIUSEPPE DOLCINO
Deleghe: Commercio, Promozione Economica, Rapporti con i cittadini, TSO
Nato a Castelletto d’Orba il 10.10.1946

MARISA FRANCO
Deleghe: Sicurezza, Polizia Municipale, Viabilità, Personale e Organizzazione, Affari Sociali, Disabilità, TSO
Nata a Serravalle Scrivia il 5.4.1956

View original post

Zdunska Wola Days: delegazione tortonese in visita in Polonia, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

“Zdunska Wola Days”: delegazione tortonese in visita in Polonia

Dal 13 al 15 giugno scorsi, una delegazione dei Comuni di Tortona e Pontecurone ha fatto visita alla città di Zduńska Wola, in Polonia: è stata l’occasione per rinsaldare l’amicizia sancita col patto sottoscritto nel marzo 2016 dalle tre località, legate di fatto nel nome di San Luigi Orione, ponendo le basi di una futura cooperazione. I legami tra le città hanno radici storiche molto profonde e lo stesso inno nazionale polacco, scritto in Italia, celebra infatti le gesta del generale Dabrowski che ha combattuto nelle fila napoleoniche a fianco di soldati italiani e che si è distinto nella battaglia di Novi Ligure. Inoltre, ad accomunarle, le figure di San Luigi Orione e San Massimiliano Kolbe, che hanno operato negli stessi anni facendo della loro vita una missione di carità cristiana sempre a contatto con i più deboli, gli umili e…

View original post 356 altre parole

Premiazione dei ” Balconi Fioriti “, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Premiazione dei “Balconi Fioriti”
edizione 2019

L’evento si svolgerà

mercoledì 3 luglio 2019 alle ore 18.00
Giardino Botanico Comunale “Dina Bellotti” via Giulio Monteverde 24 – Alessandria

Il progetto è stato promosso dall’Amministrazione Comunale — in collaborazione con il Gruppo Amag, con il coinvolgimento operativo dell’Agenzia Florida Style e la sponsorizzazione di diversi Soggetti tra cui, come main sponsor, Grandiauto Alessandria — con l’obiettivo di migliorare il decoro e l’aspetto estetico della Città e di promuovere tra i cittadini la cura del verde e l’abbellimento dei balconi, delle vie, delle vetrine e dei giardini con fiori e piante ornamentali.
Le premiazioni riguarderanno le categorie balconi, vetrine, giardini e vie cittadine.

View original post

“L’egoismo sulla porta”, di Ely Chio

Cari lettori e lettrici,

molte persone dicono frasi del tipo:

“Non mi frega nulla del mondo, non è stata una mia creazione, io sono solo di passaggio.”

Tutti siamo di passaggio su questa terra e spesso mi chiedo se l’essere umano sia consapevole di quanto possa essere distruttivo il suo egoismo e la sua smania di potere. Se c’è un motivo costruttivo della sua permanenza terrena, creatore di tanto progresso ed innovazione in tutti i campi,dalla medicina, alle più grandi forme d’arte ,alla tecnologia, ma poi non è capace di comprensione, di sedersi accanto al dolore di un suo simile, di riconoscere le potenzialità di un altro individuo. Perché? Troppo semplice circoscrivere tutto al  seme dell’invidia e della gelosia? Forse troppo semplicistico?

Allora cosa c’è? Cosa ci fa essere tanto protagonisti? Cosa solletica il nostro ego a tal punto da scatenare la nostra reazione distruttiva? Ai tempi del medioevo ogni uomo si inchinava in funzione di un destino preordinato spesso legato alla fede religiosa e al Signore  che in qualche modo decideva per lui e ne dettava la  vita.Con l’arrivo dell’umanesimo e del rinascimento al centro non vi sono più stati concetti di tal tipo,ma l’uomo, lui il centro, lui l’artefice del suo destino, lui il tutto.

Forse questo ha scatenato in qualche modo una sorta di eccesso di protagonismo nel genere umano? Che vede in sé il potere unico ed unilaterale? In realtà quando poi la natura reagisce tramite terremoti e catastrofi naturali ,noi ci sentiamo piccoli ma poi? Torniamo a desiderare il dominio su tutto e su tutti. Perché? Che questo senso di essere padroni in realtà sia un grande senso di vuoto?

Il mondo, la terra, la nostra città, il nostro vicino, ci chiedono aiuto e noi che facciamo? Chiudiamo la porta e facciamo finta che non vi sia nessuno.

Ely Chio

Una mia poetica ed una mia foto, per farmi conoscere, non ho altri mezzi…

Ambra consulente borsaviaggi

Una Valigia Per Quattro-consulente di viaggi

59414580_10214543449115144_6043277280510214144_n.jpg

Buongiorno a tutti sono una mamma che ha sempre desiderato sin da piccola lavorare nel settore del turismo,amavo le lingue straniere e la geografia già alle scuole medie e nonostante abbia avuto due bambini in età giovane,questo non mi ha impedito di continuare a viaggiare nonostante le difficoltà,facilmente superabili, con tutta la famiglia.Sono entrata da poco a far parte della squadra di Borsa Viaggi,un’agenzia on line di Roma che promuove pacchetti turistici,viaggi di nozze e numerose offerte anche last minute .

IL MIO LAVORO

Il mio lavoro è definito Personal travel shopper,mi occupo di intermediare tra i clienti e l’agenzia quindi promuovendo i loro pacchetti turistici,ma ho anche la possibiltà di sbizzarrirmi per creare pacchetti su misura e dare consigli alle persone sui luoghi da visitare che io ho personalmente visto .Lavoro molto on line sia da casa e dal mio ufficio ,sempre disponibile per chiarire ogni dubbio e…

View original post 393 altre parole

E LA CHIAMANO ESTATE, di vittoriano borrelli

E LA CHIAMANO ESTATE, di vittoriano borrelli

Dopo un maggio “novembrino”, finalmente l’estate è arrivata in quel di giugno con tanto sole e caldo in ogni parte della penisola. Fuori dagli armadi gli abiti più leggeri e colorati, con qualche ricambio per stare al passo con la moda, e via a sfrecciare all’aria aperta, al mare o in montagna o a inzupparsi di sudore nelle ore vuote di città.

E LA CHIAMANO ESTATE

Con l’estate la spensieratezza è quasi d’obbligo, e con essa le canzoni che si ascoltano alla radio, nelle piazze, nelle sagre di paese, nelle balere, in ogni dove. Ci si chiede quale sarà la colonna sonora di quest’estate, quella che ci accompagnerà fino al prossimo autunno quando, con le foglie, cadranno anche le ultime illusioni rubate in riva al mare.

La produzione musicale del momento non ci aiuta molto nella scelta dei brani che saranno più ascoltati e ricordati. Un tempo c’erano manifestazioni canore come Il cantagiro, o Il disco per l’estate, o ilFestivalbar del compianto Vittorio Salvetti che sfornavano canzoni che sono rimaste nella memoria e che hanno contrassegnato il ricordo di un amore o di un momento felice. Continua a leggere “E LA CHIAMANO ESTATE, di vittoriano borrelli”

Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale

Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale

L’Alessandria Sailing Team è in partenza per Malmo (Svezia) dove si disputeranno i Mondiali di vela. La partenza dell’equipaggio è fissata per giovedì 4 luglio: alcuni di loro viaggeranno in aereo, altri via terra per portare le varie attrezzature.

mondiali-lancio.jpg

Il team alessandrino è l’unico rappresentante italiano in una flotta composta da circa quindici concorrenti provenienti principalmente da Svezia, Norvegia, Danimarca, Lituania, Canada, Germania.

L’equipaggio mondiale: Gabriele Spotorno, Gerardo Aliberti (prua), Paolo Ricaldone (centrale), Paolo Sena e Riccardo Quaranta (tailers), Fabio Ascoli (randa e tattica), Gianluca Viganò (timoniere), Giovanni Dagnino (strategia).

Dopo le giornate di domenica e lunedì per i controlli di stazza (le misurazioni varie previste dal regolamento), ci saranno tre giorni di prova, quindi il “practise race” di martedì 9 luglio che consiste in regate brevi di prova sul campo di regata ufficiale e le giornate di competizione (da martedì a sabato), con tre prove al massimo per giornata. Continua a leggere “Alessandria Sailing Team in partenza per il Mondiale”

Polizia: SERVIZI STRAORDINARI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO AD ALESSANDRIA

Polizia: SERVIZI STRAORDINARI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO AD ALESSANDRIA

questura-polizia-copia-1

Nell’ambito dell’intensificazione delle attività operative finalizzate alla tutela dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, la Questura di Alessandria, nella sera del 27 giugno, ha disposto un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato, inoltre, al contrasto del fenomeno dei reati predatori in località Valmadonna.

E’ stata effettuata attenta vigilanza nelle vie della Frazione cittadina e lungo le arterie stradali che conducono alla stessa in particolare la ex S.P.494.

Le attività sono state coordinate da personale della Questura di Alessandria, coadiuvato da n. 3 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Torino. Continua a leggere “Polizia: SERVIZI STRAORDINARI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO AD ALESSANDRIA”

Momenti di poesia. Ci sono giorni, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ci sono giorni, di Grazia Denaro

64499496_2196428287101808_453936214500704256_n.jpg

Ci sono giorni

Ci sono giorni
in cui le crepe
divengono dilaganti
laghi d’acqua scura limacciosa
in cui ci si sente imprigionati:
giorni che ci si augura
di non più rivivere.

Sono giorni
in cui l’aria è disadorna
e si è estraniati da ogni ardore,
solo il tarlo a corrodere fino in fondo
a ricordare di essere ancora vivi
e abbandonati
sulla tavola del mondo inospitale.

Si brama una parola gentile
e rassicurante,
una carezza, un abbraccio
che sciolga quel senso di gelo
e di malinconia
che corrode il petto
appesantendo come masso
l’io disorientato.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Infimo e pio amore, di Loredana Mariniello

Momenti di poesia. Infimo e pio amore, di Loredana Mariniello

65370961_2564152436949774_7594252767812648960_n.jpg

Infimo e pio amore

Mille rimedi, invan,

l’anima tenta,

per difendersi da chi

chiara luce d’amore

innanzi lei ostenta.

Crudele, acerbo e spietato,

mia fanciulla è il tuo cuore,

bellezza incontrastata,

ed io, stupido, ho già smarrito

il lume della ragione !

Troppo squisita l’armonia

di quel sublime insieme,

soccombere al richiamo dei sensi,

non è bene, non sempre conviene.

Nell’aria, un profumo d’anima,

pura alchimia ,un dolce palpitare,

chiudo gli occhi in estasi,

ne odo la melodia.

Ohi, la magia dell’incanto e della poesia ! Continua a leggere “Momenti di poesia. Infimo e pio amore, di Loredana Mariniello”

Momenti di poesia. Io, onda tra le onde, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Io, onda tra le onde, di Cesare Moceo

65874887_2105557679570134_3983673301951053824_n.jpg

Io, onda tra le onde

Questo mondo

pinacoteca dedicata
ai parassiti partoriti dentro i bordelli

antri abitati da lucciole a illuminare la nascita
di uomini diventati simulacri di fedi

a lungo andare monotoni

sempre uguali nel movimento
nel fine e nel senso

Individui crudeli

travestiti da brave persone

che scivolano felici sulle loro ceneri

verso cimiteri dove saranno sepolti
con i crimini disumani commessi

E Io resto nell’attesa che
il Dio a cui chiedo ascolto

riesca a comprendermi nei miei versi

in questi impeti
di commoventi irragionevolezze

di cui la mia non più acerba eta’ s’innamora

e m’assolva dalla dura condanna alla disperazione
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati