Momenti di poesia: “Cercare una cosa” di Roberto Juarroz

andrea kowch4

Cercare una cosa
è sempre incontrarne un’altra.
Così, per trovare qualcosa,

bisogna cercare quello che non è.
Cercare l’uccello per incontrare la rosa,
cercare l’amore per trovare l’esilio,
cercare il nulla per scoprire un uomo,
tornare indietro per andare avanti.
La chiave del cammino,
più che nelle sue biforcazioni,
il suo incerto inizio
o il suo dubbio finale,
è nel caustico umore
del suo doppio senso.
Si arriva sempre,
ma da un’altra parte.
Tutto passa.
Però al contrario.
Roberto Juarroz – 12ma poesia verticale – ‘Buscar una cosa’

Contro gli autoritarismi

elena gozzer

Gli autoritari non ascoltano, impartiscono… e pensano di poter “gestire”, e intanto perdono credibilità e ad ogni nuovo passo si rendono sempre un po’ più ridicoli; ma finché le menti spente non se ne accorgono, gli autoritari mantengono il potere. Una mente spenta può confondere un “uomo ridicolo” definendolo “originale e di carattere… uno che sa il fatto suo!”.

1341570306-720x0-c-defaultImmagine presa dal web tratta dal film “Il Dittatore”.

Gli autoritari li riconosci subito: hanno il pessimo vizio di impartire ordini e pretendono di avere sempre le verità in tasca, ostentano certezze e raramente hanno dubbi; non sanno chiedere, discutere, non conoscono confronto, empatia e ignorano il concetto di “visione dell’altro”; la comunicazione avviene attraverso un monologo: l’autoritario parla e impartisce ordini e gli altri, tutti e sempre, ascoltano.

Pyongyang, Kim Jong Un dirige il primo congresso del Partito dei LavoratoriImmagine del dittatore nord coreano Pyongyang presa dal web da un articolo de “Il fatto Quotidiano”.

Gli autoritari a lungo andare (purtroppo…

View original post 1.349 altre parole

Momenti di poesia. APPARTENERSI, di Grazia Bologna

Momenti di poesia. APPARTENERSI, di Grazia Bologna

67354017_635400810295067_1036291156582858752_n.jpg

APPARTENERSI

Sentire i brividi
Sotto la pelle
Godere di te
Respirarti
Da mancarmi il fiato

Abbracciarti
Per annusare
L’odore
Della tua pelle
Che inebria
I miei sensi

Soffiare verso di te
Con un sospiro
Per farti assaporare
Le forti emozioni
Che mi provochi

@Grazia Bologna (18.07.2019)

Quando impazziscono le stelle

elena gozzer

A volte ho la sensazione che i punti di riferimento, quelli che fungono da faro o da stella polare nei momenti di tempesta non esistano più; mi capita… mi prende questo dubbio atroce che forse le stelle si muovano in vortici confusi stravolgendo le galassie, e i fari in riva al mare siano tutti spenti, le bussole impazzite.

eso1012a

Una sensazione di smarrimento totale che ti toglie la terra da sotto i piedi, la percezione dello spazio svanisce, le dimensioni e le forme delle cose cambiano in continuazione… è terribile!!

Un po’ come quando in una giornata limpida esplori sentieri in alta montagna che non hai mai percorso, di quelli che perlopiù son ricavati fra la vegetazione dal passaggio frequente degli animali selvatici, quelli che si inoltrano invisibili fra i rododendri e aggirano con labirinti contorti le mughete.

4723A

Non sono percorsi segnati sulle mappe ufficiali, non ci sono segnaletiche, non…

View original post 458 altre parole

Giro vagando

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/07/17/giro-vagando/

 

È solo un piccolo paesino sulle sponde
di un piccolo lago
quattro case e un solo sentiero
che va sulla riva.
E non è l’ uomo non è il ragazzo
che va girovagando
non è la ragazza carina
che si affaccia al balcone a guardare.
Forse le assomiglia solo un poco
forse non è neanche lei,
forse è solo vestita degli stessi colori.
Si affaccia una signora al balcone
dentro ha gli stessi colori
ti guarda passare vagando
ma sì forse non è neanche lui
così rientra nelle sue stanze
ha un baule che le racconta di lei.

Dietro ogni foto una data
sopra ogni data un foto,
e un vestitino leggero.

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=54203

In punta di spillo

Il mio cuore nudo

In punta di spillo

danzando su gocce spaiate

di torrenti rinsecchiti,

balbettando al vuoto le parole

raggomitolate e stropicciate,

ma che ne può sapere

un poeta moderno dal passo

di incantatore di serpenti.

Nel segreto di inchiostro

rappreso dal dolore, ondeggia la beatitudine

dei numeri primi.

Oscilla greve l’inganno del vento,

affoga l’incertezza degli eventi, che

non si limitano alla cornice

dal perpetuo moto della rosa.

Non lasciarti piovere addosso

nel labirinto di legge e giustizia

dove la prima ti fotte e la seconda è

latitante di comodo.

07/07/019

Thomas Amadei

View original post

Presenze

Il mio cuore nudo

Presenze

di braccia tese come un violino

stringevano la pelle

come se fosse un lenzuolo,

i muscoli erano evaporati e

la voce strozzata.

Efori mostruosi erano

venuti a riscuotere il dovuto

per il quieto riposo.

Brividi camminavano sulla schiena

non c’era nulla che potessi fare,

se non sognare una preghiera

che da bambino rimandavo a memoria

quando in silenzio avevo paura.

19/07/019

Thomas Amadei

View original post

Colesterolo, le proteine della soia aiutano a ridurlo

Antonella Lallo

https://dilei.it/benessere/proteine-soia-riduzione-colesterolo/615497/

Leproteine della soiaaiutano aridurre i valori del colesterolo: questa è la conclusione di un lungo lavoro di revisione clinica portato avanti dagli studiosi dell’American Heart Association.

Il risultato dell’analisi di quasi 50 studi clinici è stato pubblicato sulle pagine della rivistaJournal of the American HeartAssociation.

L’indagine in questione ha messo in primo piano l’associazione tra ilconsumo di proteine della soiae lariduzionesia delcolesterolo LDL– ossia quello cattivo – sia di quellototale.

L’efficacia dell’assunzione diproteine provenienti dalla soiaaumenta nei casi in cui questo principio nutritivo viene assunto assieme ad altri alimenti noti per la loro efficacia anti colesterolo.

Stiamo parlando soprattutto di cibi come le noci, ma anche di altri alimenti caratterizzati dalla presenza di steroli vegetali(p.e. olio di semi di sesamo, germe di grano, semi di girasole etc.).

Associando il consumo di…

View original post 225 altre parole

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60474

67341630_801461803583603_1939102116949786624_o.jpg

Ti ricordi luna?

Quanti anni sono trascorsi

dai giorni

dei miei desideri.

In silenzio

ascoltavi i segreti

svelandomi i tuoi

e schiarivi le tenebre.

Ti specchiavi sul mare

insieme alle stelle

facendo delle onde

un ricamo di luce.

Son tornato a cercarti

e con te

l’uomo che ero

e forse non riconosci.

A chiederti perché

non sento più

intorno e nel cuore

le note della tua voce.

Sai,

non amo più la notte

e i suoi misteri

mi fanno paura.

Il silenzio

che mi faceva librare

è solo un involucro

di vuota malinconia.

Ho provato a guardarti

con gli occhi

di un tempo

ma anche tu sei diversa.

Così distante

nel tuo candido velo

seppur maestosa

e ancora più bella.

Su di me più non posi

il gentile chiarore

la tua splendida luce

oramai irraggiungibile

Dario Menicucci

UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli

UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli

Metti una studentessa universitaria che decide di realizzare una tesi su Luciano De Crescenzo. Metti lo scrittore partenopeo che si offre di accompagnare la giovane laureanda nei luoghi in cui ha vissuto. Il risultato è un viaggio nella terra del sole come lo fu per Dante nella Divina commedia. 

Il paragone forse è eccessivo ma ha dalla sua il sapore della reminiscenza, la riscoperta di quel passato che ci ha visto crescere, patire e gioire in tutti gli aspetti emozionali della nostra vita. Perché noi siamo ciò che siamo stati. 

UN CICERONE NAPOLETANO.jpg

Si potrebbe racchiudere così il senso del libro di De Crescenzo pubblicato nel 2014, “Ti porterà fortuna” con il sottotitolo “Guida insolita di Napoli”. L’inferno e il Purgatorio, per riprendere l’opera di Dante, altro non sono che quelle turbolenze giovanili del celebre scrittore-filosofo riemerse nell’itinerario dei ricordi. In verità c’è un passaggio del libro che ricorda proprio la Divina Commedia: quando l’autore e la studentessa Carla si ritrovano nel Cimitero delle Fontanelle, per i napoletani “O campusant’ d’e Funtanelle”, situato in alcune grotte tra i rioni Sanità e Vergine. Una specie di ossario comune davanti al quale un tempo si pregava affinché coloro che vi erano sepolti potessero veder ridotto il tempo da trascorrere in Purgatorio. Qui il Cicerone-De Crescenzo commenta: “Piuttosto che passare l’eternità a bruciare tra le fiamme dell’Inferno o in compagnia di un qualche santo in Paradiso intento a raccontarmi in ogni singolo dettaglio il proprio martirio, di sicuro preferirei trascorrere il più tempo possibile in Purgatorio.”  Continua a leggere “UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli”

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

maurizio-miglietta

Alessandria: Le previsioni degli imprenditori alessandrini per i prossimi tre mesi mescolano segni positivi e negativi, preoccupazione e ottimismo, volontà di investire e incertezze sul futuro del paese. Il periodo estivo coincide peraltro sempre con un calo delle attività e quindi un rallentamento è fisiologico, benché l’estate 2019 stia facendo i conti con segnali particolarmente contrastanti sui mercati.

In ogni caso gli imprenditori alessandrini sono intenzionati a «reagire e mantenere il ruolo sociale», perché in fondo la provincia di Alessandria, «non è messa troppo male rispetto ad altre». È all’insegna della «reazione» a una fase di frenata, anche se non forte, e di profonda incertezza, l’edizione numero 179 dell’indagine congiunturale trimestrale di Confindustria Alessandria cui ha collaborato un campione di 106 aziende associate su 450. Maurizio Miglietta, presidente di Confindustria (nella foto), Renzo Gatti, direttore, e Giuseppe Monighini, responsabile dell’Ufficio Studi, snocciolano dati, analisi e commenti con un solo comune denominatore: se l’economia rallenta, gli imprenditori investono.

E se i numeri di produzione, occupazione ed esportazione nei settori metalmeccanico, chimico, gomma-plastica e alimentare vedono prevalere più segni negativi che positivi, è anche vero che complessivamente l’indicatore dell’occupazione registra un più 4, il totale degli ordini un più 1 e gli ordini export un più 2 (ma un meno 5 di produzione). Il terzo trimestre del 2019 è lontano dallo stesso periodo del 2018 quando l’occupazione era a più 6, la produzione a più 13, il totale ordini a più 7 e gli ordini export più 12. Continua a leggere “Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico”

Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse

Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse 

Fiaip Torino: Visura catastale da un agente immobiliare per riconoscere un imbroglio. Oggi i truffatori copiano annunci esistenti e chiedono caparre basse

 fiaip.png

Inserzioni fasulle, immagini finte, richieste di caparra su carte ricaricabili: sono diversi i segnali che ci permettono di capire se dietro un annuncio per una casa vacanza si nasconde una truffa. Fiaip Torino (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) stila un decalogo di consigli per accorgersi in tempo se stiamo cadendo vittime di un raggiro e se l’affare che stiamo per concludere in realtà sia una sonora truffa.

Dieci mosse da incrociare perché nessuna da sola è a garanzia della veridicità dell’annuncio. Nell’insieme però rappresentano uno strumento per stare tranquilli o per allarmarci.

1- EFFETTUARE LA VISURA CATASTALE. “L’unica verifica che può rivelarci se dietro un annuncio c’è il vero proprietario o un imbroglione è la visura catastale”, spiega Aurelio Amerio, presidente di Fiaip Torino. “Un controllo semplice e poco costoso, che un agente immobiliare può fare in pochi minuti attraverso il programma “Sister” dell’Agenzia delle Entrate, per il quale occorre il codice fiscale del proprietario”.  Continua a leggere “Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse”