Le Città Romane della Provincia di Alessandria, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Le Città Romane della Provincia di Alessandria: conferenza del Dr Caputi

Appuntamento oggi, 8 maggio, alle ore 21:15
Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina, Alessandria

Quando la nostra provincia faceva parte della IX regio Romana con i suoi gioielli, alla luce delle ultime scoperte e della valorizzazione dei siti archeologici del territorio Alessandrino.

View original post

Eventi del Comune per la Notte Bianca di Casale Monferrato, di Lia Tommi

Anche il Comune di Casale Monferrato organizza una serie di iniziative in occasione della prossima Notte Bianca di sabato 6 luglio 2019.

L’Assessorato alle Manifestazioni, in collaborazione e con il contributo di Energica srl, presenterà, al numeroso pubblico che vorrà festeggiare l’inizio dei saldi estivi in città, una serie di eventi per animare il centro cittadino dalle ore 19.00 alle ore 21.30.

Come ha spiegato il vice sindaco, con la delega alle Manifestazioni, Emanuele Capra: «Nonostante il poco tempo a disposizione abbiamo voluto dare immediatamente un piccolo segnale di cambiamento alla Notte Bianca, partecipando in parte alla sua organizzazione. Sabato sera a partire dalle 19,00, per poi lascaire il giusto spazio agli eventi organizzati dagli esercenti, il centro storico sarà animato da micro spettacoli, anche itineranti, che daranno colore e intrattenimento alle vie della città, invogliando le gente a passeggiare e a gustare un po’ di musica. È solo l’inizio di un percorso da proseguire con gli esercenti e i commercianti per dare alla manifestazione la connotazione turistica che merita. Ringraziamo di cuore l’Accademia Le Muse e l’Istituto Soliva – Amici della Musica per la collaborazione e la disponibilità dimostrata». Continua a leggere “Eventi del Comune per la Notte Bianca di Casale Monferrato, di Lia Tommi”

Free Voices Gospel Choir in concerto per AIDO , di Lia Tommi

FREE VOICES GOSPEL CHOIR IN CONCERTO PER AIDO IN PISTERNA

AIDO, associazione Italiana per la Donazione Organi, Tessuti e Cellule ha infranto da tempo ogni barriera nei confronti di un tema che erroneamente qualcuno associa alla morte, ma che significa a tutti gli effetti VITA.
Per festeggiare i 40 anni di impegno in provincia a favore della salute pubblica, con il patrocinio della Città di Acqui Terme e il sostegno del Gruppo AMAG, il Gruppo AIDO Acqui Terme “Sergio Piccinin” ha organizzato un evento a favore della Sezione Provinciale proponend, un grande concerto per infrangere un altro paradosso: il gospel solo a Natale. Gospel significa “buona novella” e di buone notizie si sente il bisogno tutto l’anno. Quando una vita viene salvata grazie ad un trapianto inizia una nuova, buona vita. “Con il cuore” è il leit motive del 40ennale, e “con il cuore” il concerto sarà dedicato a tutte quelle persone – 9.000 circa – in attesa di un trapianto, oggi in Italia.
AIDO ha chiamato il più grande coro gospel italiano, il Free Voices Gospel Choir di Beinasco che vanta ben 100 coristi, tra cui una decina di solisti ed una band di cinque musicisti che accompagna dal vivo ogni performance.
Domenica 7 luglio alle ore 21,00 al teatro all’aperto di Acqui Terme, il Free Voices Gospel Choir si esibirà in un’iniziativa a favore della cultura della donazione che ogni anno salva migliaia di persone in Italia. In questi primi 22 anni di attività il coro si è esibito in più di settecento spettacoli, sempre a favore di associazioni di volontariato: l’ingresso al Teatro Verdi sarà ad offerta e il ricavato servirà a sostenere i progetti di educazione alla salute che AIDO conduce nelle scuole della provincia di Alessandria.

Domenica AIDO festeggia i suoi 40 anni e sarà grande festa, con uno spettacolo emozionante in cui nessuno sarà spettatore. Per il Free Voices, la musica, le voci, la danza, persino gli abiti e le luci, sono strumenti per il raggiungimento di un unico obiettivo: trasmettere l’emozione di “fare Gospel”, sentito come canto di gioia che vive nella continua sinergia tra coro, musicisti e platea.
La direzione del coro e artistica è affidata a Laura Robuschi, coreagrofo è Ignazio Giunta e ad accompagnare ci saranno i musicisti Davide Giugno al pianoforte, Antonio Di Mauro e Giampaolo Aprile alla chitarra, Andrea Calvagna al basso e Michele Cocciardo alla batteria. Il repertorio del Free Voices comprende più di trenta brani che spaziano dai cosiddetti “Traditional” fino a composizioni recentissime e di forte impatto ritmico, in continuo rinnovamento. Non mancano, ovviamente, brani considerati simbolo del Gospel come “Oh happy day” e “Precious Lord”. Il coro ha all’attivo ben otto cd e collaborazioni nazionali e internazionali, con i maggiori esponenti europei ed americani della musica Gospel, da Daniel Stenbaek a Bazil Meade, da Karen Gibson a Cheryl Porter fino a Bob Singleton e Ernest Vaughan.
Nel 2000 ha vinto il Gospel Jubilee Award come migliore formazione nazionale e partecipa alle principali rassegne di musica gospel nazionali in qualità di ospite.

Controllo piazze cittadine da parte della Polizia Municipale, di Lia Tommi

CITTA DI NOVI LIGURE
Settore VII
Corpo Polizia Municipale

CONTROLLO PIAZZE CITTADINE.

In data odierna la Polizia Municipale, nell’ambito dei controlli quotidiani delle Piazze, disponeva l’accompagnamento in Comando, per i relativi accertamenti, di persona extracomunitaria intenta a svolgere attività non autorizzata in Piazza XX Settembre.
Il soggetto, sprovvisto di documenti, è stato poi accompagnato per l’attività di fotosegnalamento presso la locale Compagnia Carabinieri e gli è stato quindi notificato ordine di allontanamento.
Il fatto sarà segnalato alle competenti autorità giudiziaria e di Polizia.
Tali controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.

Dalla sede del Comando P.M., 03/07/2019

Amici e nemici a quattro zampe

La guerra tra amici e nemici dei quattrozampe, dopo il giro di vite da parte del Comune di Alessandria, non si placa. C’è chi addita i proprietari degli animali di essere responsabili della sporcizia di parchi gioco e marciapiedi, dove i bambini, giocando, e i cittadini, camminando, finiscono spesso su qualche escremento. Ma gli accusati si difendono. Tra questi anche Paola Ferrari, dirigente politica di Demos-Democrazia Solidale, proprietaria di una femmina di pastore tedesco:«Paghiamo per pochi incivili. La maggior parte di noi pulisce dove il cane sporca. E al parco ci sono mozziconi di sigarette, carte e scarti di merendine che non sono nostre».
Chi conduce il cane al guinzaglio è spesso bersaglio di insulti o recriminazioni di passanti e residenti:«Passeggiando in qualsiasi area verde c’è sempre qualcuno che ti manda via – aggiunge Ferrari –. Cerco di rispettare le aree di gioco e di prendere il giro largo, ma l’invito è sempre quello di andar via. Il cane è concepito come elemento di disturbo e che sporca, ma invece accompagna l’uomo dalla notte dei tempi. Sono anche stata inseguita da persone che mi hanno ricordato di pulire, nel caso il cane avesse sporcato. Ripeto: c’è sempre un sentimento a metà tra il timore e la stizza quando ti vedono arrivare, e non capiscono che il cane è un compagno non un oggetto».
Ed ancora: «Purtroppo paghiamo il ritardo culturale e di cura dell’ambiente di pochi che ancora sono fissi su pratiche errate. C’è chi ha la tendenza di un tempo di far uscire il cane da solo, perché faccia un giretto. Ma oggi non si deve fare: è un pericolo per le persone e per le auto. E c’è anche chi non ha cura degli spazi pubblici: di norma si deve uscire con guinzaglio e sacchetto. I proprietari reclamano, però, anche strumenti in loro aiuto: servono più cestini perché non possiamo entrare in un bar o in un negozio con il sacchetto con gli escrementi del nostro cane in mano. Talvolta, siamo costretti a portarcelo a casa. Servono anche distributori di borsine per le strade: sono un incentivo all’utilizzo».
C’è poi il capitolo aree verdi e pulizia della città. Città e società sono cambiate: c’è meno campagna e ci sono più case e auto: «Servono più zone per i nostri animali. Occorre prendere atto che ad Alessandria ci sono molte famiglie che hanno un cane, che ha bisogno di correre. Se siamo costretti a utilizzare zone non idonee poi si accendono i contrasti, ma non è colpa nostra. I cittadini pagano le tasse anche per avere una città pulita. E se non lo è la colpa non è solo perchè c’è qualche proprietario di cane maleducato, ma piuttosto perché i servizi di pulizia e di garanzia del decoro non funzionano come dovrebbero! Ditemi: è forse colpa dei proprietari dei cani se continuano ad esistere micro discariche abusive dove viene addirittura abbandonato l’amianto che fa male alla salute? » .
Ad Alessandria, secondo Paola Ferrari, non c’è una popolazione di incivili, ma ci sono persone molto sensibili e rispettose dell’altro: non si può fare, insomma, di tutta l’erba un fascio.«Bisognerebbe– conclude – promuovere nelle scuole, programmi didattici e di educazione, sicuramente molto più utili e meno costosi della raccolta del dna dei cani per risalire a chi sporca».

Agevolazioni per ingiunzioni di pagamento

Definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento ex D.L. n. 34 del 30/04/2019: approvato all’unanimità
il Regolamento dal Consiglio Comunale di Alessandria

Durante il Consiglio Comunale del 20 giugno 2019, è stata approvata all’unanimità una proposta relativa al Regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento riferite alle entrate del Comune di Alessandria anche tributari.
In base all’art. 15 del Decreto-Legge n. 34/2019 (convertito in Legge n. 58/2019 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 151 del 29/06/2019) “Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali” viene prevista la possibilità per i Comuni di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione di pagamento, di cui al Regio Decreto n. 639 del 1910, notificati negli anni dal 2000 al 2017.

«La proposta della Giunta Comunale che il Consiglio ha validato — sottolinea l’Assessore Cinzia Lumiera — presenta degli evidenti vantaggi sia per i cittadini contribuenti, che per lo stesso Comune di Alessandria. Si tratta, infatti, di una vera e propria opportunità anche per l’Amministrazione Comunale che consente ai cittadini e le imprese esposti ad attività di accertamento fiscale e/o a procedure di recupero coattivo di sanare le loro posizioni debitorie. Questo provvedimento ristabilisce uniformità di trattamento tra i contribuenti nei confronti dei quali sia stata attivata la riscossione coattiva mediante ruolo e quelli per i quali sia stata utilizzata la procedura dell’ingiunzione di pagamento».

L’adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni applicate nell’atto portato a riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento; sono escluse le sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie e che, con riferimento alle sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, la definizione agevolata comporta l’esclusione degli interessi moratori e della maggiorazione di un decimo per ogni semestre prevista dall’art. 27 della legge n. 689 del 1981.
La specifica istanza deve essere presentata entro il 15 settembre 2019.
Il Comune (o il concessionario) entro il 15 ottobre 2019 comunica ai debitori che hanno presentato la comunicazione l’ammontare complessivo delle somme dovute, le modalità di pagamento, nonché l’importo delle singole rate, il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse, attendendosi ai seguenti criteri:

a) versamento unico: entro il 15 novembre 2019;
b) versamento in un massimo 8 (otto) rate bimestrali di pari importo che non può essere inferiore a € 100,00: a partire dal mese di novembre 2019. Nel caso di versamento dilazionato in rate si applicano gli interessi previsti nel regolamento generale sulle entrate.

L’Ufficio Tributi del Comune di Alessandria è a disposizione per informazioni dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 in Piazza Giovanni XXIII n. 6, Alessandria.
Telefono 0131.515545 – Centralino tel. 0131-316511 – fax 0131-515532
e-mail: tributi@comune.alessandria.it – PEC: comunedialessandria@legalmail.it

Percorso Benessere con Passodopopasso, di Lia Tommi

Per la prossima uscita di “6 dei nostri” 2019 si va a Lunassi nel tortonese sul Percorso Benessere Carluccio Tambornini: 3 h / 7 km (300 mt D+).
Partenza dal parcheggio di fronte a Via Rettoria (zona aeroporto) alle ore 8:00.
Ritrovo nella piazza della Fontana di Lunassi alle ore 9.30.

DARE CORTESEMENTE CONFERMA DELLA PROPRIA PARTECIPAZIONE ALLA MAIL info@passodopopasso.eu.
Partecipazione gratuita. Pranzo al sacco personale.

Momenti di poesia. Ho appena aperto gli occhi, di Ela Gentile

Momenti di poesia. Ho appena aperto gli occhi, di Ela Gentile

Buonasera a tutti …

66438356_10215013219669017_2796453932275073024_n

Ho appena aperto gli occhi
e sto pensando che tutto va bene
tutto scorre se tu sei con me
se ti vedo e ti sento
se ci sei e ci sarai sempre
nella mia vita, nei miei giorni
nel bene e nel male
nei momenti “no”
nell’emozione
nel lampo di fuoco che lambisce
di giorno e di notte
nella mente e d’intorno
nella carezza, nella stretta al cuore
nelle lacrime,
spesso asciutte che affogano dentro,
nell’ansia dell’attesa
nella sapida arsura
e nell’esplosione dell’anima
che canta l’amore … panacea per sempre.
Non lasciarmi la mano
che non inciampi nel dolore
quello assoluto che uccide,
ma accompagnami nell’azzurro,
che oggi esplode,
cavalchiamo quel raggio di sole
che ci contamini il cuore.
eg

Momenti di poesia. NUDA CERTEZZA, di Marinella Brandinali

Momenti di poesia. NUDA CERTEZZA, di Marinella Brandinali

65668791_1692428124235142_1020819503266660352_n.jpg

NUDA CERTEZZA
Sassi preziosi caduti nello stagno..si perdono
dentro le acque profonde,
affondano con grazia sollevati dal morbido
movimento dell’acqua,
vi è una forma di leggerezza
in quel pesante fardello
che trascina…e porta giù,
a toccare quel fondo che comprime,
ed è pronto
a riaffiorare più lieve e senza peso,
con solo una nuda certezza.
L’anima racchiusa in quel sasso,
che sa di nuovo rinascere dal più intimo dolore,
riappare più lucida e lunare, di un bianco candore.
Galleggia sulle acque e si fa portare.
Marinella Brandinali foto mia

Momenti di poesia. Amaro, di Thomas Amadei

Momenti di poesia. Amaro, di Thomas Amadei

35629418_872093826334652_7951740646958563328_n.jpg

Amaro

lo specchio del tempo
dilata le percezioni dello spazio,
ogni sussulto si trasforma e
prende il profilo smarrito
di ogni battito di ciglia
nascosto dallo scorrere dei secondi.

Anestetizzo questa vita
con le parole di una canzone
che ogni tanto lascio tuonare
nel silenzio lunare.

Croci e spade sul cammino
apocrifo che si beffa della fede,
un sussulto del vento
accarezza gli occhi stropicciati ed
arrossati dal sale e dal miele.

Si sgretola il suono dell’ultima campana
che della sera ne porta i colori,
si colmano i sogni di parole velate che
della muta morte ne
porta il sigillo di follia.

01/07/019
Thomas Amadei

Momenti di poesia. Le stelle, di Rosario Di Modica

Momenti di poesia. Le stelle, di Rosario Di Modica

le stelle

Dalla finestra aperta sul giardino
le stelle, tutte sole in apparenza,
rischiarano la notte, lumicino
nell’irta ed insondabile esistenza.

Le stelle, sì. Legate a doppio filo
da leggi ed armonie imponderabili
trafiggono ogni cuore con lo stilo,
rischiarano sentieri impraticabili

nel firmamento, perse nella danza
volteggiano e si cercano, ma invano;
dannate alla ricerca e alla distanza,
riflettono l’amore, da lontano.

ma sappi amore mio, che mi sconsola
saperti a me vicina triste e sola.

Momenti di poesia. Lungo il Po, di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Lungo il Po, di Stefania Pellegrini

Parole nomadi

64984538_354622655250060_2476825708807061504_n.jpg

Lungo il Po

Attorno a tanta quiete…
Di silenzio in silenzio il pensiero
s’invola.
Alba familiare soggioga
e ricorda in un fischio di treno:
la stazione lontano… nebulosa
la prima sera tutta nostra.
Goccia a goccia
riempe la mia coppa
nostalgico sapore di nettare dolce
senso che vita reale accese
e colorò d’azzurro i giorni.
Ancora un fiume m’accoglieva
a pieni sorsi dissetava la mia sete
pagine e pagine scriveva
sui passi dell’amore.
In quel suo lento trascorrere
mi sono trovata donna.
Gioia colma nei riflessi l’anima
specchiava la sposa,
scopriva la madre.
Stefania Pellegrini©
(da Isole-END Edizioni)

Momenti di poesia. La forza di un sogno, di Rosario Rosto

Momenti di poesia. La forza di un sogno, di Rosario Rosto

65712974_10215880552635714_6860135809161363456_n

La forza di un sogno

Tra queste parole
dimora e vive
un cuore e un’anima
a volte errante
a volte invisibile.

Scrivo del mio tempo
in un antico e forse
dimenticato orgoglio
e della forza di un sogno.

A volte vivo nei miei silenzi
o fra quei dardi di luce
che attraversano
i miei pensieri in
un mondo, forse, incompreso
dove foggiano antiche dimore.

Dove un’ emozione trova il pensiero
e il pensiero trova le parole.

Rosario Rosto

Fotografia
Paolo Lotto

Carotidi ostruite: quando è necessario intervenire?

Carotidi ostruite: quando è necessario intervenire?

https://www.fondazioneveronesi.it

L’ostruzione delle carotidi (trasportano sangue e ossigeno al cervello) può essere curata con i farmaci o ricorrendo alla chirurgia. I consigli per «pulire» i vasi e prevenire l’ictus cerebrale

Dall’ecodoppler dei tronchi sovraortici risulta una ostruzione della carotide destra del 60 per cento e di quella sinistra pari al 55 per cento. Sono in ansia perché mio fratello é deceduto a causa di un ictus. Sarebbe utile intervenire chirurgicamente? Ho 61 anni: dovrò assumere la cardioaspirina per tutta la vita?

Francesco

Carotidi


Risponde Federico Romani, direttore della struttura complessa di chirurgia vascolare dell’ospedale Niguarda di Milano

La malattia aterosclerotica è la principale causa della formazione distenosi a livello delle carotidi, importanti arterie che veicolano il sangue al cervello. Si tratta di placche che possono causare sintomi perlopiù dovuti al distacco di piccoli frammenti (emboli) che, seguendo il flusso del sangue, arrivano al cervello e ne determinano un danno (ischemia cerebrale). Si va da eventi di breve durata a ictus conclamati: una quota compresa tra il 10 e il 20 per cento di questi ultimi è dovuta alla presenza di una stenosi carotidea.

Quando il disturbo non si è ancora manifestato, la stenosi carotidea si definisce asintomatica ed è importante affrontare il problema prima che si manifesti il danno cerebrale (prevenzione primaria). Occorre innanzitutto definire qual è l’entità della stenosi. Sappiamo infatti che stenosi lievi (0-50 per cento) o moderate (50-70 per cento) raramente danno sintomi rispetto alle stenosi severe (superiori al 70 per cento). L’esame diagnostico fondamentale per fare chiarezza è però l’ecocolordoppler delle carotidi.


Si tratta di un’indagine non invasiva, ripetibile e altamente accurata nel definire l’entità della stenosi e alcune caratteristiche della placca aterosclerotica (placca ecolucente, placca ulcerata). Queste, se presenti, aumentano il rischio di embolizzazione e quindi di danno cerebrale. L’ecocolordoppler è un esame il cui esito dipende dall’operatore. Motivo per cui, in caso di positività, il consiglio è quello di eseguirne un secondo, rivolgendosi a un centro con affidabilità certificata. In caso di riscontro di stenosi severa, è appropriato eseguire anche una angioTac o un’angio-risonanza magnetica per avere ulteriori informazioni sulla condizione del cervello, sulle caratteristiche della placca e sul potenziale rischio di embolizzazione.

A questo punto occorre correggere i fattori di rischio correlati alla condizione: ipertensione, dislipidemia, fumo, obesità, diabete. Ciò vale a maggior ragione se si ha una familiarità per l’ictus (anche se non tutti i casi hanno alla base l’aterosclerosi). Si tratta di assumere corrette abitudini di vita (sospensione fumo, esercizio fisico, appropriate norme nutrizionali) e aderire a uno schema farmacologico che prevedeantipertensivi, antiaggreganti, una statina per ridurre il livello di colesterolo Ldl (al di sotto di 100 milligrammi per decilitro) e il controllo glicemico (nei diabetici). Queste misure rappresentano il primo approccio sia per la riduzione del rischio di ictus sia per la prevenzione di altre complicazioni della malattia aterosclerotica, quali l’infarto miocardico. Sono valide per qualsiasi percentuale di stenosi e vanno proseguite nel tempo. 


Nel caso di stenosi severa (superiore al 70 per cento) e con una placca con precise caratteristiche, in aggiunta al trattamento medico, è indicata lacorrezione chirurgica della lesione carotidea (endoarterectomia). Attraverso una breve incisione sul collo, anche in anestesia locale, la placca aterosclerotica viene rimossa. Se il paziente presenta delle controindicazioni alla chirurgia, è invece indicata la soluzione alternativa endovascolare (stenting carotideo), che prevede il posizionamento di unostent all’interno della carotide. In questo modo si copre la placca e si ripristina il diametro dell’arteria, in modo da prevenire il rischio di ictus.


Rispetto al suo quesito, il consiglio è quello di ripetere lo studio ecodoppler e sottoporsi a una valutazione clinica specialistica del chirurgo vascolare per l’approfondimento della sua storia clinica e dell’estensione della malattia aterosclerotica in altri distretti, dal momento che la stenosi carotidea è sempre l’espressione di una malattia diffusa in tutto il corpo. 

Momenti di poesia. Voglio un sogno, di Pellegrini Stefania

Momenti di poesia. Voglio un sogno, di Pellegrini Stefania

Voglio un sogno

Voglio andare aldilà di questo
cielo ambiguo
che semina bave amorfe
di fastidiosi afrori, ristagni
di lande desolate
dove il canto è suono raro.

Voglio gocce di pioggia
che lavino via lo spessore
del tempo, tregua senza
fradicio suono.

Voglio esser vento, liberarmi
dalla morsa che stringe
il momento
sconfinare, andare oltre
dove nessuna mappa
pregiudichi sul cammino
l’intensità della luce.

Voglio un sogno
che mi faccia trovare
l’onda lunga del mare,
la parentesi quadra
entro cui restare.
Stefania Pellegrini ©

Ogni diritto riservato all’autrice

Normale o alta? La tabella dei valori pressori

Normale o alta? La tabella dei valori pressori

Come interpretare i valori della pressione arteriosa? La classificazione dell’ipertensione secondo l’OMS/IISH

x_5oZYqoWiBUcOW_hdtoN_thumb_720_480.jpg.pagespeed.ic.7UN5zzYZpt.jpg

https://www.fondazioneveronesi.it

Il valore della pressione arteriosa andrebbe sempre interpretato con l’aiuto del proprio medico e alla luce del profilo individuale.

In ogni caso gli esperti suggeriscono anche di imparare a tenerla sotto controllo regolarmente, a casa.

Per sapere come si misura la pressione arteriosa è bene seguire alcunisemplici consigli che possono aiutare a non commettere errori, scegliendo gli strumenti e le tempistiche migliori nell’arco della giornata.

Come leggere i valori? L’esposizione a una delle patologie legate all’ipertensione aumenta con l’aumentare dei valori pressori.

In generale, gli esperti concordano nel definire ipertensione la situazione in cui i valori della pressione sistolica (la “massima”) siano superiori a 140 mm Hg e quelli della pressione diastolica (la “minima”) siano superiori a90 mm Hg.

Ipertensione: conta di più la massima o la minima?

Qui di seguito ecco una classificazione dei valori di pressione arteriosa e della loro portata di rischio.

La classificazione è suggerita dall’OMS/ISH, basata sui livelli della pressione arteriosa nei soggetti adulti di età uguale o superiore a 18 anni (dal sito della SIIA – Società Italia dell’Ipertensione Arteriosa). Continua a leggere “Normale o alta? La tabella dei valori pressori”

La carta igienica rivela la tua personalità. Ecco come

Alessandria today: Gli studi e le ricerche di mercato solitamente sono effettuate per scopi commerciali e finanziate dalla multinazionali, nel caso in questione troviamo che lo studio sia decisamente curioso e non sappiamo quanto attendibile e tantomeno l’obiettivo preciso per il quale è stato fatto, ma pensiamo comunque che un operazione per profilare le abitudini dei cittadini sia sempre esclusivamente finalizzata a conoscere meglio i potenziali consumatori e quindi a fini commerciali.

Pier Carlo Lava

La carta igienica rivela la tua personalità. Ecco come

https://www.diregiovani.it/

Andare in bagno non sarà mai più come prima…

1 Schermata 2019-07-03 a 13.07.41

Un nuovo studio – VERO – ha stabilito che posizionare la carta igienica in un modo piuttosto che in un altro rivela il nostro carattere.

La Dr. Gilda Carle ha spiegato sul sito indy100 che il test è destinato a essere un modo divertente per valutare i comportamenti quotidiani delle persone, che spesso compiamo senza pensare.
Ma ogni abitudine, anche la più automatica nasconde in realtà molto su di noi, così anche il modo in cui strappiamo la carta igienica.

Anche se questo test è certamente leggero, alla base ci sono considerazioni reali sulla comprensione del comportamento umano.

E’ interessante pensare a ciò che i nostri comportamenti di routine e le scelte che compiamo quotidianamente dicano di noi come persone, e il consumo di carta igienica non fa eccezione.

2 Schermata 2019-07-03 a 13.08.19.png

ROTOLO VERSO L’ESTERNO

Se posizioni il rotolo di carta igienica rivolto verso l’esterno, sei una persona dal carattere dominante.

Chi possiede una forte personalità sono spesso caratterizzati dalla grinta, sicurezza, la natura assertiva.

Queste persone hanno ruoli di leadership.

Chi predilige questa opzione, tende a cambiare la posizione del rotolo anche quando non si trova a casa sua. Continua a leggere “La carta igienica rivela la tua personalità. Ecco come”

Napoli vs Francia a tavola: i monzù, di Marie Morel

Il_cuoco_galante_3Devo ammettere di averci messo un po’ a digerire la storia del babà, ma tutta la faccenda della regina Maria Carolina d’Austria e la sua passione per la cucina francese mi ha incuriosita.

La consorte di re Ferdinando IV di Borbone, detto re Nasone, giunse a Napoli giovanissima, nel 1768.

Il suo matrimonio non fu certo d’amore, ma nonostante ciò la fanciulla seppe costruire una buona intesa con il marito e gli diede ben 18 figli, dei quali ne sopravvissero fino all’età adulta solo 7.

Maria Carolina era forte e volitiva e ben presto divenne la principale consigliera del re che, invece, mancava di attitudine al comando.

Aveva idee illuministiche e progressiste, grazie alle quali fu benvoluta da letterati ed intellettuali.

Si interessò in maniera particolare alla Francia, probabilmente perché nutriva un grande amore per la sorella Maria Antonietta.

Le sue idee nei confronti della Francia e degli illuministi, tuttavia, cambiarono radicalmente dopo l’esecuzione della sorella minore.

In seguito alla decapitazione di Maria Antonietta, assunse una posizione apertamente conservatrice e antifrancese, tanto da rifiutarsi di continuare a parlare francese.

Molto prima di questi tragici eventi, durante i primi anni del suo matrimonio, la giovane regina decise di importare a Napoli la cucina francese.

Così mandò i cuochi reali a Parigi, perché imparassero i segreti della cucina d’oltralpe dai maestri francesi ed il suo esempio fu seguito da molti nobili napoletani.

Tornati a Napoli, i cuochi che avevano studiato in Francia, venivano chiamati Monzù (da monsieur) ed erano considerati al pari dei nostri chef stellati.

Il più famoso monzù dell’epoca fu Vincenzo Corrado, il quale scrisse un libro di cucina nel 1773, “Il cuoco galante”, che divenne famoso in tutta Europa.

I monzù portarono a Napoli dalla Francia, oltre al babà, anche altri piatti, che noi crediamo essere tipicamente partenopei.

I crocché di patate, quelli che a Napoli chiamiamo panzarotti, derivano dalle croquettes. Il gattò di patate, quel delizioso tortino di patate farcito di salumi e formaggi, è figlio del gateaux francese. Persino il ragù napoletano, celebre in tutto il mondo, deriva dal ragout, uno stufato di carne e verdure. La besciamella e la maionese ( da Bechamel e Mayonnaise) sono le uniche due salse tipicamente francesi che hanno avuto successo anche da noi e, ormai, sono di casa.

Qual è stato il merito dei napoletani? Quello di rivisitare e fare propri questi piatti, arricchendoli in gusto e colore, grazie alla loro fantasia.

Seguimi su http://www.storiedivitaeamore.com

Quali sono le cure più efficaci per la distimia?

Quali sono le cure più efficaci per la distimia?

https://www.fondazioneveronesi.it

Un giovane di 28 anni scrive, chiedendo quali terapie funzionano per trattare la distimia, il disturbo mentale più frequente dopo la depressione

Quali.png

Sono un ragazzo di 28 anni e da 10 anni soffro di distimia. Ho provato varie terapie farmacologiche e sono da 2 anni in psicoterapia: nonostante ciò i sintomi persistono; sono sempre stanco, ho difficoltà di concentrazione/memoria, non provo nulla se non indifferenza. Scrivo per chiedervi quali terapie sono più efficaci in caso di distimia di cosi lunga durata (sia farmacologiche che psicoterapie) e a chi posso rivolgermi.

M. M. (Milano 

Risponde Andrea Fiorillo, docente di psichiatria all’Università della Campania Luigi Vanvitelli e presidente della Società Italiana di Psichiatria Sociale 

La distimia è un disturbo caratterizzato da deflessione del tono dell’umore che persiste da almeno due anni e si associa alla presenza di altri sintomi tra cui insonnia o ipersonnia, disturbi dell’alimentazione, difficoltà di concentrazione, facile faticabilità e stanchezza.

La distimia si caratterizza per un esordio precoce, generalmente nellatarda adolescenza o nella prima età adulta, con una modalità di comparsa tipicamente insidiosa. Inoltre, è spesso associata a disturbi di personalità e disturbi da uso di sostanze. Secondo il National Institute of Mental Health (NIMH), negli Stati Uniti la distimia colpisce circa l’1.5 per cento della popolazione adulta, con un’età media di insorgenza intorno ai 31 anni. Quanto all’Europa, secondo lo studio Europeo ESEMED, la distimia ha un’incidenza del 4.1 per cento. Ciò vuol dire che rappresenta il disturbo mentale più frequente dopo la depressione maggiore.
Continua a leggere “Quali sono le cure più efficaci per la distimia?”

“E mi sovvien l’eterno ” : prima tappa di Alessandria Barocca e non solo…, di Lia Tommi

L’Archicembalo al X Festival Internazionale di Musica “Alessandria Barocca e non solo…”

ALESSANDRIA – Mercoledì 10 Luglio, alle ore 21, presso la Corte del settecentesco Palazzo Ghilini, sede della Prefettura e della Provincia di Alessandria, l’ensemble Barocco L’Archicembalo sarà protagonista del concerto che segna la prima tappa cittadina del X Festival Internazionale di Musica “Alessandria Barocca e non solo…”.

Il decennale del Festival – che ha preso il via lo scorso 22 giugno con il concerto tenuto dall’ensemble vocale/strumentale “I Musici del Gran Principe” presso il seicentesco Duomo di Santa Maria Maggiore di Valenza – prosegue la ricca e coinvolgente stagione concertistica che ,anno dopo anno, ha visto crescere il suo pubblico e l’apprezzamento della critica di settore, con l’appuntamento dedicato dai Maestri de L’Archicembalo all’emblema della musica barocca, Johann Sebastian Bach.

“E mi sovvien l’eterno”: questo il suggestivo titolo del concerto, tratto dall’ idillio leopardiano “L’Infinito” che – spiega il direttore artistico del Festival, Daniela Demicheli – racconta come la musica di Bach, in maniera assolutamente unica ed irripetibile, stimoli i sensi, catturi le emozioni e spinga così avanti l’immaginazione da permettere a chi la ascolta di arrivare a scoprire e contemplare l’immenso che ciascuno di noi ha dentro di sé.

Il Festival, promosso dall’Associazione Pantheon, gode dei Patrocini del Ministero per i beni e le attività culturali, della Regione Piemonte, della Provincia e del Comune di Alessandria, dei Comuni di Valenza ed Oviglio, delle Diocesi di Alessandria e Tortona, è sostenuto dalle Fondazioni CRT, CRA, SociAL, dal Comune di Valenza e da alcuni sponsor privati e si svolge in collaborazione con il Conservatorio di Alessandria, l’Azienda Speciale Multiservizi “Costruire Insieme” e le Associazioni Anthitesis, OviglioArte, Cultura e Sviluppo, Cultura viva.

L’ingresso ai concerti è libero

Mountains by Magnum Photographer al Forte di Bard, di Maura Mantellino

Werner Bischof, Robert Capa, George Rodger, Inge Morath, Herbert List, Ferdinando Scianna, Martin Parr, Steve McCurry. Sono solo alcuni dei fotografi protagonisti dell’inedito progetto espositivo Mountains, by Magnum Photographer, promosso dal Forte di Bard e da Magnum Photos. La mostra presenta al Forte di Bard, in Valle d’Aosta dal 17 luglio 2019 al 6 gennaio 2020 , un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso oltre 130 immagini, esposte in una prospettiva di sviluppo storico della rappresentazione dell’ambiente montano, declinata in base ai diversi temi affrontata da ciascun autore.

I fotografi Magnum hanno costruito e reinventato l’iconografia montana. Nelle loro fotografie le montagne sono osservate, sfruttate e attraversate. Vediamo persone che trascorrono tutta la loro vita ad alta quota, ma anche persone di passaggio che cercano una guida spirituale, il piacere, un rifugio dalla guerra o semplice sopravvivenza. L’esposizione è un viaggio attraverso gli archivi Magnum, un’esplorazione fotografica di come gli uomini hanno fatto proprie le montagne, che in questi scatti hanno poco in comune con quelle che vediamo nelle cartoline. Il tema della montagna, inoltre, permette di avere un’idea dei viaggi dei fotografi Magnum attraverso tutti i continenti e fa comprendere meglio che cosa di volta in volta cattura la loro attenzione.

La mostra comprende una sezione dedicata a un importante progetto su commissione dedicato al territorio della Valle d’Aosta, firmato da Paolo Pellegrin, fotografo di fama internazionale e vincitore di prestigiosi riconoscimenti, frutto di uno shooting realizzato nella primavera 2019. Per realizzare le immagini presenti in mostra Pellegrin ha dovuto recarsi più e più volte, alla ricerca di quelle luci che lui, amante del bianco e nero, predilige. Sono le luci filtrate dalle nubi sfilacciate dal vento, i violenti controluce sulla superficie della neve, le buie increspature dei crepacci, le scure torri delle creste rocciose, gli arabeschi disegnati sulla superficie dei laghi ghiacciati. L’esposizione è accompagnata da un volume edito da Prestel Publishing/Random House, New York.

Mountains by Magnum Photographer al Forte di Bard, di Maura Mantellino

Werner Bischof, Robert Capa, George Rodger, Inge Morath, Herbert List, Ferdinando Scianna, Martin Parr, Steve McCurry. Sono solo alcuni dei fotografi protagonisti dell’inedito progetto espositivo Mountains, by Magnum Photographer, promosso dal Forte di Bard e da Magnum Photos. La mostra presenta al Forte di Bard, in Valle d’Aosta dal 17 luglio 2019 al 6 gennaio 2020 , un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso oltre 130 immagini, esposte in una prospettiva di sviluppo storico della rappresentazione dell’ambiente montano, declinata in base ai diversi temi affrontata da ciascun autore.
I fotografi Magnum hanno costruito e reinventato l’iconografia montana. Nelle loro fotografie le montagne sono osservate, sfruttate e attraversate. Vediamo persone che trascorrono tutta la loro vita ad alta quota, ma anche persone di passaggio che cercano una guida spirituale, il piacere, un rifugio dalla guerra o semplice sopravvivenza. L’esposizione è un viaggio attraverso gli archivi Magnum, un’esplorazione fotografica di come gli uomini hanno fatto proprie le montagne, che in questi scatti hanno poco in comune con quelle che vediamo nelle cartoline. Il tema della montagna, inoltre, permette di avere un’idea dei viaggi dei fotografi Magnum attraverso tutti i continenti e fa comprendere meglio che cosa di volta in volta cattura la loro attenzione.
La mostra comprende una sezione dedicata a un importante progetto su commissione dedicato al territorio della Valle d’Aosta, firmato da Paolo Pellegrin, fotografo di fama internazionale e vincitore di prestigiosi riconoscimenti, frutto di uno shooting realizzato nella primavera 2019. Per realizzare le immagini presenti in mostra Pellegrin ha dovuto recarsi più e più volte, alla ricerca di quelle luci che lui, amante del bianco e nero, predilige. Sono le luci filtrate dalle nubi sfilacciate dal vento, i violenti controluce sulla superficie della neve, le buie increspature dei crepacci, le scure torri delle creste rocciose, gli arabeschi disegnati sulla superficie dei laghi ghiacciati. L’esposizione è accompagnata da un volume edito da Prestel Publishing/Random House, New York.

Momenti di poesia: e.e.cummings

Blade Runner

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Così piccole mani

l tuo più tenue sguardo
facilmente mi aprirà

benché abbia chiuso me stessa
come dita
sempre mi apri petalo per petalo
come la primavera fa
toccando accortamente
misteriosamente la sua
prima rosa

e io non so quello che c’è
in te che chiude e apre
solo qualcosa in me
comprende che è più
profonda la luce dei tuoi
occhi di tutte le rose.

Nessuno
neanche
la pioggia ha
così piccole mani.

Edward Estlin e. e. cummings

 

AraFashion: un evento di RP Event, di Lia Tommi

Casalnoceto: venerdì 5 luglio è “AraFashion in casa Massa Saluzzo”.

Iniziativa organizzata da RP Event e dal circolo Aramali. Sfilano gli abiti di Nada Nuovo. Cena sotto le stelle a favore del comitato tortonese della Croce Rossa

Venerdì 5 luglio ritorna, per il quarto anno, quello che è divenuto un tradizionale appuntamento estivo a Casalnoceto, suggestivo paese della provincia di Alessandria.
AraFashion è l’evento organizzato dall’agenzia alessandrina RP Event di Roberta Pelizer con la direzione artistica di Fabrizio Capra e il prezioso supporto del Circolo Aramali.

Quest’anno la manifestazione cambia sede, non più nella piazza che ha ospitato le prime edizioni ma nella prospiciente casa dei Massa Saluzzo (piazza Martiri della Libertà 14 – ingresso libero).
L’evento avrà inizio alle ore 20 con la Cena sotto le stelle (costo 20,00 euro) il cui ricavato verrà devoluto al Comitato di Tortona della Croce Rossa Italiana.
Dalle 21, 45 avrà inizio il programma di “AraFashion in casa Massa Saluzzo” che abbraccerà vari momenti: dalla moda al canto, dalla danza all’arte.
La sfilata, tradizionale momento clou di AraFashion, vedrà le modelle RP Event proporra in passerella la collezione della stilista Nada Nuovo della maison “NadaNuovoHauteCouture”.
Le uscite saranno intervallate da esibizioni canore con la partecipazione di Betty Conti, una delle vincitrici del Premio Immagine al concorso “Music! Vinci il tuo sogno” e, ospiti, il duo dei Lilium Clef ovvero Elisabetta Stango e Giorgio Pagnotta anime (insieme a Giorgio Mengato) di “Music”.
Serena e Roberto, invece, proporranno una esibizione di Kizomba dal titolo “Like a dream” (perché a volte i sogni cambiano la vita), una coreografia particolare e suggestiva.
Infine, arricchirà la serata una esposizione di quadri: i partecipanti all’evento potranno ammirare le opere di Alex Arasta.

Presenta l’evento Roberta Pelizer, titolare dell’agenzia RP Event, direttore artistico Fabrizio Capra e musiche a cura di Simone Camussi, dj di Radio Vertigo One.
I servizi fotografici saranno a cura dei fotografi ufficiali RP Event Sergio Di e Giuseppe Momentè.

Sponsor della manifestazione: Jamaica Coffee Corporation di Alessandria, RP Infissi e la rivista online RP Fashion & Glamour News.
Appuntamento, quindi, venerdì a Casalnoceto per “AraFashion in casa Massa Saluzzo”.

Un angelo accanto, di Loredana Berardi

Un angelo accanto, di Loredana Berardi

Un Angelo

Descrizione

Ci sono emozioni difficili da descrivere che puoi solo sentire. Provo a raccontarle in questo libro, chiudendo gli occhi ed ascoltando la voce del mio cuore.

Era da tanto tempo che pensavo di scrivere un libro dedicato a loro, ma non avevo avuto la prodezza per farlo: poi all’improvviso qualcosa cambiò, come se qualcuno mi avesse incoraggiata ad avere più fiducia in me stessa e così alla fine, ho iniziato a raccontare.

“Un angelo accanto”, narra la magica esperienza che ho vissuto con gli angeli. Un sogno quasi surreale diviso tra amore e percezione, sensazioni che scorrono talmente forti da lasciar poco spazio alle parole.

Un soffio di vento che avvolge il mio corpo, un soave profumo che aleggia intorno a me; alzare gli occhi verso il cielo per sentirmi meno sola. È iniziato tutto con uno strano sogno, una luce e poi… quella mano tesa dal cielo, pronta ad afferrare la mia. Mi sono fidata lasciando che loro mi guidassero verso la luce.

Li ho ascoltati con la voce del mio cuore e, sono rimasta meravigliata di quanto amore avessero per me. Sono invisibili, ma io avverto la loro presenza sempre al mio fianco; essi mi parlano attraverso le dolci note dell’anima.

La Feltrinelli

ANGOLO DI POESIA CIVILE: INFIBULAZIONE di Izabella Teresa Kostka

INFIBULAZIONE

Perdonatemi perché ho peccato.

Il mio piacere è stigmatizzato
e Voi avete deciso di purificarmi.

Ha sapore di sangue
questa primavera
recisa,
incisa per la punizione.

Tutte le mie labbra non hanno più voce
sottomesse all’invasione
dell’arrugginita lama.

Anche il grido s’interrompe di colpo
sbattuto a terra
con femminilità perduta.

Perdonatemi
perché ho osato nascere donna.

La purificazione ha le suture
che mai guariranno,
avranno il peso di un Mondo intero
condannato a morte tra le mie cosce.

Perdonatemi
perché non ho invocato la misericordia
mentre il mio Fiore
sbranavano i cani.

~

Izabella Teresa Kostka

2019, “Lacerazioni”

Tutti i diritti riservati all’autrice

Foto: Umberto Barbera

Momenti di poesia… Fragilità, di Patrizia Benetti

Momenti di poesia… di Patrizia Benetti

patrizia-2-30-luglio-2017.jpg

Fragilità

Giovani esistenze
canne al vento
timorose
imparano
a diventare
adulte.
Teneri sorrisi
sui loro volti acerbi.

Le mie fragilità
nascondo
sotto il cuscino
non voleranno via
dormiranno insieme a me.

Libertà

Trasparente, impalpabile
leggera e impetuosa
come vento
magnifica chimera.

Haiku

Tempo tiranno

Sabbia nella clessidra

Fragili vite

La vecchia
scialle di ricordi
sulle spalle curve.
Mani tremanti
abitudine e amore
nei gesti quotidiani.
Volto avvizzito
sorriso di bambina.
Scalda la minestra
parla coi gatti
sbriciola il pane
per i passerotti.

«Fotografo» il sistema immunitario per battere i tumori del fegato

«Fotografo» il sistema immunitario per battere i tumori del fegato

https://www.fondazioneveronesi.it

Come si comportano i nostri linfociti T nella lotta contro i tumori al fegato? Francesco Andreata prova a fare luce sulla risposta immunitaria grazie a una nuova tecnica di microscopia

Fotografo.png

Il fegato è il più grande organo del corpo umano e svolge funzioni di vitale importanza per la salute, come lo smaltimento delle sostanze di scarto dal sangue e la produzione di bile e altri enzimi necessari alla digestione. Anche le cellule di quest’organo possono mutare e dare origine a una massa tumorale.

La forma più comune di cancro del fegato negli adulti è il carcinoma epatocellulare, ma il tumore epatico può essere la conseguenza di metastasi che originano in altri organi (come colon, pancreas emammella) per poi invadere questa sede successivamente.

Negli stadi iniziali il cancro al fegato non dà sintomi e la maggior parte delle diagnosi avviene in una fase tardiva della malattia. Anche per questo i tassi di sopravvivenza per questo tumore sono ancora inferiori rispetto ad altre neoplasie, rappresentando la quarta causa di morte per tumore nella popolazione maschile in Italia.  Continua a leggere “«Fotografo» il sistema immunitario per battere i tumori del fegato”

Autocandidature a Novi Ligure

AUTOCANDIDATURE ENTRO IL 2 AGOSTO 2019
Rinnovo della Commissione edilizia comunale

L’Amministrazione comunale di Novi Ligure, conformemente a quanto previsto dal Regolamento Edilizio redatto ai sensi del D.P.R. 380/2001 (T.U. dell’edilizia) e approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 dell’1/10/2018 in base al nuovo regolamento tipo regionale di cui alla D.C.R. 247-45856 del 28/11/2017, intende procedere al rinnovo della Commissione Edilizia per il quinquennio 2019-2024.
Il Regolamento prevede che la Commissione Edilizia, organo tecnico-consultivo comunale nel settore urbanistico ed edilizio si componga, tra gli altri, di tre membri nominati dall’Amministrazione Comunale sulla base di autocandidature accompagnate da appositi curricula finalizzati a valutare l’effettiva competenza e professionalità dei candidati.
La partecipazione alla Commissione è a titolo gratuito, sono esclusi anche i rimborsi spese di trasferta.
Si invitano pertanto gli interessati a presentare le proprie autocandidature (corredate da curricula) al protocollo generale del Comune di Novi Ligure entro e non oltre le ore 12 del giorno 2/08/2019.
Le candidature potranno altresì pervenire a mezzo posta indirizzata a:
COMUNE DI NOVI LIGURE – Sezione Urbanistica – Via Gramsci n. 11, 15067 Novi Ligure (AL), oppure a mezzo posta certificata al seguente indirizzo: protocollo@pec.comunenoviligure.it sempre nel rispetto dei termini sopra indicati.

Per eventuali informazioni rivolgersi al Settore Urbanistica – Ufficio Segreteria Amministrativa (tel. 0143.772319)

Autonomie e federalismo

“Sono d’accordo con chi sostiene che il tema delle autonomie possa essere una risposta, forse la principale, che si può dare all’attuale crisi della democrazia rappresentativa. Il rischio che la democrazia venga svuotata dall’indebolimento dei suoi organi di rappresentanza può essere bilanciato dalle autonomie”. È quanto sostienePaola Ferrari di Demos-Democrazia Solidale, commentando l’intervento del neo-presidente del Consiglio regionale del Piemonte Stefano Allasia, che nella seduta d’insediamento ha sottolineato la necessità di accelerare l’iter dell’autonomia “utilizzando ogni possibilità legislativa che la Costituzione ci concede. È necessario ottenere un adeguato trasferimento di risorse dallo Stato, superando le sperequazioni che hanno sempre penalizzato le regioni virtuose”.
“In una fase in cui sempre di più si avverte una democrazia rappresentativa che tende a rapportarsi direttamente con il cittadino per la crisi dei partiti politici e di altri organi di rappresentanza – aggiunge Ferrari -, crediamo che avere un sistema più diffuso di poteri sul territorio eletti democraticamente possa essere il modo per bilanciare i rischi che ci sono sempre quando la democrazia è priva di corpi intermedi o ha corpi intermedi non sufficientemente in grado di garantire la rappresentanza. Le autonomie sono in questa chiave anche un tema di rafforzamento sostanziale della democrazia”.
Ferrari ricorda come la Giunta-Chiamparino avesse una negoziazione riguardante otto materie: governo del territorio e beni paesaggistici e culturali; protezione civile e infrastrutture; tutela del lavoro, istruzione tecnica e professionale, istruzione e formazione professionale e istruzione universitaria; politiche sanitarie; coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario; ambiente; fondi sanitari integrativi; rapporti internazionali e con l’Unione Europea
“Chi dice che con il federalismo differenziato restano più risorse alle Regioni afferma il falso – concludeFerrari– . La questione del residuo fiscale, cioè la quantità di risorse in più o in meno che le Regioni verserebbero allo Stato, è totalmente estranea all’applicazione dell’autonomia differenziata. Se oggi una funzione, poniamo per esempio i beni culturali, viene esercitata dallo Stato con ‘x’ risorse, quella funzione verrebbe attribuita dallo Stato alla Regione con le stesse ‘x’ risorse. Dal punto di vista delle finanze per lo Stato non cambierebbe nulla, starebbe poi alla Regione vedere se è in grado di svolgere quella funzione con costi minori o con risultati maggiori”.

.

Dentro l’oscurità, di Loredana Berardi

Dentro l’oscurità, di Loredana Berardi

Dentro

Descrizione

“Cosa c’è dentro una lacrima? Una gioia ma talvolta può esserci anche un gran dolore. Questa è stata la mia vita, laceranti segni che non perdonano, che mi hanno massacrata, calpestata per riuscire a carpire fino a che punto potesse arrivare il mio coraggio ma soprattutto la mia forza, lasciandomi senza via di scampo”.

Inizia con queste parole il racconto autobiografico di Loredana Berardi. Una storia, con incredibili colpi di scena, piena di dolori e tristezze, ma pian piano illuminata dal grande amore di persone speciali grazie alle quali riuscirà a sconfiggere i suoi fantasmi.

La Feltrinelli

Reddito di cittadinanza, aspettative, risultati e considerazioni, di Pier Carlo Lava

Reddito di cittadinanza, aspettative, risultati e considerazioni, di Pier Carlo lava

Alessandria today: Il Reddito di Cittadinanza è una legge prevista dal contratto definito delle due forze di maggioranza e approvata dal Governo Giallo Verde, M5S e Lega, ma fortemente voluta dal Movimento di Luigi di Maio che ne aveva fatto uno dei cavalli di battaglia con cui ha vinto le elezioni politiche.

arton67210.jpg

Un provvedimento che secondo il Governo era finalizzato a perseguire i tre seguenti obiettivi:

– Un aiuto concreto per circa 2,5 milioni di famiglie, con circa 5 milioni di italiani in difficoltà

– Un incentivo per agevolare la ricerca di un posto lavoro e aumentare l’occupazione

  • Un rilancio per l’asfittica economia italiana

Ovviamente essendo ancora nella fase iniziale è difficile valutare gli effetti del Reddito di Cittadinanza ma una cosa è certa è la prima volta che un Governo vara una legge che aiuterà concretamente alcune milioni di italiani in stato di difficoltà.

Ulteriori considerazioni in merito, saranno meno di quelli previsti dal Governo ad averne diritto, infatti in molti casi le domande presentate non sono state accettate in quanto mancanti dei requisiti di legge, oltre ai cittadini che non hanno ritenuto di presentare la richiesta e infine come sempre succede in Italia ci sarà anche chi lo  percepirà senza averne il diritto e che almeno per ora è sfuggito alle maglie di controllo dello Stato. Continua a leggere “Reddito di cittadinanza, aspettative, risultati e considerazioni, di Pier Carlo Lava”

#stocoicontadini

Da venerdì 5 a domenica 7 luglio a Milano da Piazza del Cannone a Piazza Castello

Anche Coldiretti Alessandria al Villaggio Coldiretti, #stocoicontadini

La campagna conquista la città: con i “Sigilli” di Campagna Amica verrà presentata la più grande opera di valorizzazione della biodiversità contadina mai realizzata in Italia

La grande bellezza delle mille campagne italiane conquista la città ed entra nel centro storico di Milano con il Villaggio degli agricoltori di Coldiretti che sarà inaugurato venerdì alle ore 9 da Piazza del Cannone a Piazza Castello, oltre 200mila metri quadri dove accorreranno migliaia di agricoltori dalle diverse regioni, assieme al presidente di Coldiretti Ettore Prandini, per far conoscere il lavoro, le produzioni e le ricette della tradizione Made in Italy.

Per tutto il week end si alterneranno esponentiistituzionali, rappresentanti della società civile, studiosi, sportivi e artisti che discuteranno su esclusivi studi e ricerche elaborate per l’occasione dalla Coldiretti sui temi dell’alimentazione, del turismo dell’ambiente, della scuola e della salute,ma non mancheranno spettacoli di animazione e concerti.

Una numerosa delegazione di Coldiretti Alessandria prenderà parte alla tre giorni insieme al presidente Mauro Bianco e al direttore Roberto Rampazzo per vivere un’occasione unica in cui, tra le varie attività, si potrà andare a scuola di olio extravergine italiano nell’Oil&wine bar del Villaggio, dove si potranno degustare cocktail all’extravergine, vini e birra agricola, o seguire le lezioni di agrocosmesi con i trucchi di bellezza della nonna.

Ci sarà una vera e propria Arca di Noè dove scoprire le piante e gli animali salvati dall’estinzione grazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto dai “Sigilli” di Campagna Amica che presenterà la più grande opera di valorizzazione della biodiversità contadina mai realizzata in Italia.

#STOCOICONTADINI è la concreta testimonianza di voler far conoscere ai consumatori la vera campagna italiana e le attività di cui si occupano quotidianamente gli imprenditori agricoli: dagli orti alle stalle, dai cibi antichi all’agricoltura sociale fino ai laboratori delle idee e a quelli per i più piccoli. – hanno affermato il presidente e il direttore di Coldiretti Mauro Bianco e il direttore Roberto Rampazzo – Verranno preparati e serviti menù con gli agrichef di Campagna Amica e sarà possibile fare la spesa, trovando le specialità del territorio nel mercato che dedica anche un apposito spazio alla solidarietà con le specialità delle aree terremotate e ai prodotti delle aziende di agricoltura sociale impegnate nel reinserimento socio lavorativo di soggetti disagiati, disabili o problematici ma anche nell’educazione ambientale e nei servizi alle comunità locali”.

Un intero settore è dedicato alla pet therapy e al ruolo degli animali nella cura del disagio.

Lite per problematiche di vicinato sedata dai Carabinieri

Compagnia Carabinieri di Tortona:

Nella mattinata del 1° luglio u.s., in Pontecurone (AL) i Carabinieri della locale Stazione unitamente ai colleghi di Castelnuovo Scrivia (AL), supportati da unità del Nucleo Operativo di Tortona (AL), con l’ausilio di personale della Polizia Locale, hanno svolto una serie di controlli presso alcune unità abitative del Condominio “Minella” sito in quella Via Ottaggi, al fine di accertare potenziali situazioni di illegalità, occupazione abusiva di alloggi ovvero “sub affitto”.
Sono stati identificati 21 soggetti extracomunitari risultati in possesso di permessi di soggiorno.
Nessuna violazione accertata.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona, al termine di articolata attività d’indagine, denunciavano alle competenti Autorità Giudiziarie, per rissa e lesioni personali, cinque cittadini stranieri O.A. di anni 39, B.N. di anni 31, S.R. di anni 59, S.W. di anni 23 e S.G. di anni 17, tutti residenti in Tortona, poiché nella serata del 29 giugno, in Via Legnano di Tortona, per futili motivi connessi con problematiche di vicinato, davano luogo a una colluttazione che veniva prontamente sedata dai Carabinieri intervenuti.

La Legge dell’ottava musicale

Musica e Anima - Lo sconfinato mondo musicale

La Creazione spirituale, psichica e materiale poggia sulle leggi delle Ottave o Scale musicali naturali

Conoscere la legge dell’Ottava cosmica e quindi di tutte le ottave è partecipare alla Vita della Creazione stessa

ocean1

Le ottave sono ascendenti e discendenti. Quando dobbiamo percorrerla dal basso verso l’alto l’ottava si può chiamare “Scala del Paradiso”, e si procede dal DO ascendente al SI, proseguendo di nota in nota cosmica.
Per i Pitagorici il mondo è stato creato secondo le leggi della musica, e la lira è stata formata dopo a imitazione del sistema planetario.
Lo studio dell’Ottava, cioè della gamma o estensione delle sette note DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI, più l’ottava nota ascendente che è il DO d’unisono o dell’ottava successiva, comporta la comprensione che tutto è vibrazione, sia nel fisico quanto nel metafisico, e che l’Uomo in quanto corpo, eros, anima patetica e…

View original post 352 altre parole

Ligabue e il flop del tour: comincia ad emergere la verità della musica italiana?

Musica e Anima - Lo sconfinato mondo musicale

Ligabue ammette il flop del tour: “Non sta andando come pensavamo”

Il numero di biglietti venduti è stato inferiore rispetto alle aspettative, ma il cantante si dice ugualmente entusiasta: “Dopo la paura di non poter più cantare del 2017, è fantastico sentire la mia voce a pieno regime anche se (fortunatamente) sommersa dalle vostre” cita un giornale italiano

liga2.jpg
Dopo le evidenti irregolarità di Sanremo, Striscia la notizia puntava il riflettore su Friends & Partners Group di Ferdinando Salzano, Vivo Concerti (dove lavora la moglie di Salzano, ndr), Vertigo e Di and Gi, controllate da CTS Eventim ovvero gli organizzatori dei concerti di Ligabue.
Le incredibili affermazioni fatte da imprenditori del settore, delineavamo una situazione coercitiva molto difficile al limite della legalità. Nello specifico, i costi esagerati dei biglietti “ufficiali” erano compensati da vendite ad un euro simbolico per riempire lo stadio.
Smascherato questo fatto, sta cominciando ad emergere la…

View original post 122 altre parole

Torino di carta: la guida letteraria di Alessandra Chiappori

- Radical Ging -

Che Torino sia una delle città più importanti per il panorama letterario italiano, con particolare riferimento a quello novecentesco, è un fatto noto. Tantissimi sono gli autori che sono nati o hanno vissuto anche solo per qualche tempo a Torino, e tutti hanno lasciato un segno sulla città così come la città, generosa in fatto di segni, ne ha lasciato uno su di loro. La Torino di carta di Alessandra Chiappori si prefigge di esplorare la città proprio attraverso le sue vie di carta, a partire da fine Ottocento, con Edmondo De Amicis, per poi arrivare ad autori contemporanei come MargheritaOggero e Alessandro Perissinotto, passando attraverso gli autori einaudiani, pilastro cittadino. Il volume fa parte della collana Le città di carta, della casa editrice palermitana Il Palindromo, e custodisce al momento cinque titoli, ciascuno dedicato a una diversa città italiana.

Alessandra Chiappori è giornalista, ha…

View original post 671 altre parole

#ReadChristie2019: Il mondo è in pericolo

- Radical Ging -

Con il caldo umido e soffocante è arrivata anche la tappa di giugno della #ReadChristie2019. Il compito, questa volta, era di leggere una storia scritta da AgathaChristie che fosse ambientata all’estero, dove per estero si intende al di fuori del Regno Unito. Di storie di questo tipo ne esiste una piccola e vivace schiera e il nostro occhio si è posato su Il mondo è in pericolo, un altro di quei preziosi volumi che non vede protagonisti né le celluline grigie di Poirot né il gomitolo di lana di Miss Marple.

In Inghilterra il romanzo viene pubblicato per la prima volta nel 1951 con il titolo They came to Baghdad, e nello stesso anno è già disponibile un’edizione italiana. Protagonista ed eroina della storia è Victoria Jones, una dattilografa di dubbie capacità che si ritrova bruscamente senza lavoro. La ragazza, proprio il…

View original post 803 altre parole

H. P. Lovecraft – Da altrove e altri racconti: l’omaggio di Erik Kriek

- Radical Ging -

Ancora nel mese di luglio, a distanza di quasi due mesi, il Salone del libro fa sentire la sua eco. Uno dei volumi che abbiamo arraffato agli stand di questa edizione è H.P. Lovecraft –Da altrove e altri racconti, scritto e disegnato da ErikKriek e pubblicato qui in Italia dai ragazzi di ErisEdizioni nella traduzione di Alexander Tegelaars.

Kriek, finora, era un terreno completamente inesplorato. L’artista è olandese e proprio nel paese in cui è nato, vive e lavora ha vinto nel 2008 il premio dell’associazione Stripschap, un traguardo importante che lo ha fatto entrare a buon diritto nel pantheon degli artisti olandesi più influenti. Kriek nutre un  fascino smisurato per le ambientazioni e la letteratura gotica, non a caso ha lavorato all’opera dedicata a Lovecraft e ha prodotto un altro fumetto che riecheggia proprio tali ambientazioni, In the Pines, pubblicato anche…

View original post 537 altre parole

The ease of Life 💫💫💫

Abenteuer 50

Begeistere dich für das Leben.

Das bloße Gefühl zu leben, ist Freude genug.

Emily Dickinson

Die Leichtigkeit des Lebens ist wie eine Meerjungfrau, die auf den Wellen des Meeres gleitet, mit einer Vertrautheit, Leichtigkeit, Ausstrahlung, Fröhlichkeit und dem inneren Glück und Ihr Dasein geniesst.

Sich anstecken zu lassen, von der Freude, dem Lachen, der Fröhlichkeit und dieser Unbeschwertheit. Es ermöglicht uns eine neue Perspektive, aus der man Situationen völlig neu erleben kann. Neue Ansätze und neue Wege fangen so ganz leicht an zu leuchten.

Es ist dieses Urvertrauen in uns selbst. Sich dem Leben hinzugeben, es anzunehmen und sich mitreissen zu lassen, ohne auf die Meinung anderer angewiesen zu sein.

Manchmal bedarf es eines Startschusses um genau in diese schönen Energien wieder zu kommen .

Auch als fröhlicher und optimistischer Mensch, brauche ichmanchmal diesen kleinen Anstoß, um mir dies öfters ins Bewusstsein zu holen.

Und den habe ich bekommen. Ein…

View original post 569 altre parole

a pleasure for the senses 👌😊😊

Abenteuer 50

Die größte SEHENSWÜRDIGKEIT

die es gibt,

ist die WELT – SIEH SIE DIR AN.

Kurt Tucholsky

Geben wir unseren Sinnen doch wiedermal das komplette Verwöhnprogramm. Angefangen von beeindruckenden Bildern bis hin zu traumhaft schöner Musik und einer Gefühlsexplosion durch feinste Zutaten und Speisen sowie die faszinierenden Momente der Liebe.

Ich hatte das große Glück meinen Sinnen mal wieder das Powerprogramm zu gönnen. Eine wunderbare Rundreise durch Südengland hat dies angeregt und es wirkt nach. 🙂

Beeindruckende Bauten, angefangen von der Kathedrale in Salisbury( die Romanvorlage von Ken Follett – die Säulen der Erde) mit diesem WOW Effekt beim eintreten und dem wundervollen Taufbecken mit stetig fliessendem Wasser . Man hat das Bedürfnis , immer weiter nach unten zu schauen, da es wie ein unendliches Labyrinth gestaltet ist.

Stonehengeeinmal in voller Größe zu erleben und diese magischen Energien zu spüren. und sie wirken …..:)

Lanhydrock, ein Herrenhaus der…

View original post 811 altre parole

Obstacles

Artist Versifier

Made by me


“Never get afraid of problems coming in the path of success. Since every path has many ups and downs.”

– Saumya


“Never get afraid of problems coming in the path of success. Since every path has many ups and downs.” Friends, like the road has many ups and downs means upland and pits or depression in its path, somewhere land is plain and somewhere high or down. But we keep going continuously as we wanna to reach our destination. Similarly in the path of success there are many ups and down here it means to problems and different obstacles coming in its path. Here also we should keep doing work on this to reach our goal which is to become success or to achieve success in life. Friends, as in our road journey we surely get tired for travelling a distance, and we obviously take a short…

View original post 95 altre parole

2 luglio

Astro Orientamenti

Oggi è martedì 2 luglio

La Lunadurante

la notte è passata

dal segno di Aria dei

Gemelli a quello di Acqua

del Cancro

photo-1498462440456-0dba182e775b

Questa permanenza Lunare

è adatta alla protezione

delle persone e delle cose

a cui teniamo

In questo giorno la Luna

simbolizza:

la trasformazione

photo-1542650507-17d51cecbbb5

il sentimento

photo-1523531099245-31a49f4527bb

Per stimolare energie positive

possiamo trarre beneficio:

dai luoghi della Terra

relativi al Nord geografico

Alcune immagini della Groenlandia

dagli stimoli che può

generare in noi

l’oro 

photo-1543699565-003b8adda5fc.jpegsimbolo di saggezza

Dal calendario di Barbanera di oggi:

La verdura è una pietanza che vuol olio

in abbondanza

Ciao, buona giornata 🙂

View original post

Nàzim Hikmet

Astro Orientamenti

Tu sei giovane

finché ami tanto

quanto puoi amare,

finché tu darai 

a chi ami

tanto quanto

puoi dare

Misura

Nazim Hikmet è stato un poeta, drammaturgo e scrittore turco naturalizzato polacco.

Hikmet nato a Salonicco, la prima e più importante città della regione greca della Macedonia, il 15 gennaio 1902 e morto a Mosca il 3 giugno 1963 fu definito “comunista romantico” o “rivoluzionario romantico” e considerato uno dei più importanti poeti turchi dell’epoca moderna.

View original post

Planina Zajamniki

friulimultietnico 🇮🇹 🇸🇮 🇦🇹 🇪🇺olgited

bty

Se siete in vacanza dalle parti del lago Bohinj, non perdetevi un villaggio di casette che sembra uscito dal cartone di Heidi!

Si chiama Zajamniki e si raggiunge con una passeggiata molto tranquilla (praticamente in piano) e si raggiunge dalla Koča na Uskovnici. Alla koča si può praticamente arrivare in auto, salendo dal paese di Studor, a un paio di chilometri dal lago.

La strada per la Koča non è asfaltata ma è larga e in buono stato.

Lasciata l’auto, si raggiunge una bella chiesetta in legno e da lì si diramano i sentieri. Seguendo le indicazioni si raggiunge prima il borgo Praprotnica e poi l’incantevole villaggio dove si trovano anche delle mucche ed è possibile mangiare e degustare il formaggio prodotto in loco.

La camminata è tutta su strada sterrata, adatta quindi anche ai passeggini con ruote larghe…

View original post

La ricetta del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Tagliata di
pollo al limone

Ingredienti: petto di pollo 800 gr, zucchini piccoli e
teneri con il fiore 500 gr, un cespo di scarola riccia, rucola 150 gr, 1
carota, 4 limoni, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Esecuzione: eliminare dai petti di pollo le
cartilagini e l’ossicino centrale, dividerli a metà ma lasciarli spessi,
salarli, peparli e rosolarli a fiamma vivace in una padellina antiaderente con
poco olio.

Bagnarli con il succo di tre limoni, diminuire il
fuoco e cuocerli per 15-20 minuti, aggiungendo un po’ d’acqua se necessario.

Alzare la carne e nella padella rosolare velocemente
gli zucchini a fette lunghe e i fiori tagliati a metà, salarli, peparli e
allontanare anche questi.

Sempre nella stessa padella rosolare il limone rimasto
tagliato a fette. Fare nel piatto uno strato di scarola lavata, sgocciolata e
asciugata, cospargervi sopra la carota grattugiata, gli zucchini, i fiori, le
fette di limone e…

View original post 25 altre parole