Il caso Sea Watch continua: Carola Rackete querela il ministro Matteo Salvini!

Una denuncia per diffamazione portata avanti assieme all’avvocato Alessandro Gamberini

Non sembra avere fine il caso Sea Watch-3, che ha visto in pochi giorni l’arresto e il rilascio del comandante Carola Rackete. Dopo le dichiarazioni di Salvini, arrabbiato e deluso dalla decisione della magistratura, arriva anche “la beffa” per il vice primo-ministro. La comandante infatti, insieme all’avvocato Alessandro Gamberini, ha deciso di sporgere denuncia per diffamazione al ministro dell’interno.

Lo stesso avvocato ha parlato ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” su Radio Cusano Campus, emittente dell’università Niccolò Cusano, affermando che:

“Come Sea Watch-3 noi abbiamo già preparato la querela nei confronti del ministro Salvini. Non è facile raccogliere tutti gli insulti che Salvini ha fatto in queste settimane, assieme alle forme di istigazione a delinquere nei confronti di Carola, cosa che è ancora più grave se fatta da un ministro dell’Interno”

“Abbiamo vinto una battaglia…

View original post 274 altre parole

le ferite dell’anima

Io racconto

Il tempo passava inesorabile sul suo viso, erano
sempre più visibili le rughe di quella giovinezza che ormai stava scomparendo.

Era una
donna che aveva vissuto tante difficoltà, era dovuta crescere troppo in fretta
per i vari problemi che la vita gli aveva riservato, veniva da una famiglia
umile, la madre casalinga e il padre agricoltore, anche se la sua famiglia gli
dava quasi tutto, dentro di se portava
delle ferite che non scompariranno mai.

Ogni notte
prima di andare a dormire dai cassetti della memoria riemergevano quei ricordi
che avrebbe voluto dimenticare, le mani di quell’uomo che la toccavano, inizialmente
per accarezzarla, ai suoi occhi sembrava una gentilezza, ma trascorso il tempo il
tocco di quelle mani diventava sempre più insistente e pian piano cercava di
scendere sempre più giù.

Ogni volta
aveva paura a rimanere sola con lui, perché ogni volta ci provava, e una volta
gli scostava…

View original post 1.186 altre parole

ORIZZONTI – un’ode al Monferrato di Mirella Rossi

a cura di Marina Vicario _________________

La zona del Monferrato è una delle aeree più verdi e suggestive del territorio che si estende tra l’alessandrino e l’astigiano.
Il 1º giugno 2006 presentato ufficialmente a Parigi, dalla delegazione costituita dalla Provincia di Asti, Provincia di Alessandria e Provincia di Cuneo, il dossier di candidatura per includere il territorio del Monferrato degli Infernòt, del Barbera e dell’Asti spumante assieme a quello delle Langhe, del Roero e della Valtellina, nella lista del Patrimonio Mondiale dell’umanità dell’UNESCO.
Il giorno 22 giugno 2014, durante la 38ª sessione del comitato UNESCO a Doha, è stato ufficialmente incluso, assieme a Langhe e Roero, nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità. (fonte Wikipedia)

Mirella Rossi fa parte di un gruppo di Guide Unesco che raccontano la storia di Vignale Monferrato in alcuni eventi organizzati durante l’anno.

Mirella ama così tanto la sua terra che spesso ne scrive in racconti e poesie.
Quando ho letto “Orizzonti” ho pesnsato che fosse un’ode meravigliosa al Monferrato e sono lieta di condividerla con voi.

Buona lettura!

ORIZZONTI

Il mio Monferrato,
profuma di aria verde
di collina, di fiori di prato,
di fieno essicato,
di uve mature in autunno,
di grano ora tagliato.
Colora di oro, la paglia,
che il sole cocente, attanaglia,
nei boschi che han preso posto
alle vigne, odore di muffe e frescure,
sentore di funghi, di edere amare,
di terra bruna, di campi da arare.
In un azzurro di tinta marcata,
si stacca l’orizzonte dal cielo
con linea ondulata,
è dolce paesaggio, di terra incantata.

Mirella Rossi è una scrittrice, poetessa e pittrice che vive nella bellissima zona del Monferrato.
Mamma di un figlio – ormai grande – che ha cresciuto nei valori più importanti, è una donna dalle mille qualità.

È un’ottima cuoca ed è insuperabile nella preparazione di conserve e confetture – famosa è la sua gelatina alla rosa.

Ama la natura di cui ha conoscenza in tutte le sue sfaccettature.

LA PAPESSA, di Silvia De Angelis

la papessa

Protesa

verso mete espressive di saggezza

dove un azzardo

muta un’astrazione di suoni e sguardi

muove un supporto aulico

Giovanna

tramutato in sacra vocazione.

Nel concerto d’emotività pura

s’oppone un’ovvietà carnale d’amore

tardiva

nell’indugio del destino

volto a un supremo cielo d’incoronato.

E’ infiorescenza  e benessere per i fedeli

in quel regno armonico di pace.

Ma in  avversi chiaroscuri

si consuma un tranello

scalfente l’autorità della Papessa

caduta nel pallore d’un silenzio

ove l’accento d’un segreto

è inagile  placare insonni bocche…

@Silvia De Angelis 2019

Momenti di poesia. DI CHE COLORE HA GLI OCCHI QUESTA MIA FANTASIA ?, di Loredana Mariniello

Momenti di poesia. DI CHE COLORE HA GLI OCCHI QUESTA MIA FANTASIA ?, di Loredana Mariniello

di che colore.jpg

DI CHE COLORE HA GLI OCCHI QUESTA MIA FANTASIA ?

Annebbiato, mi sei caduto dentro lo schermo fumoso di un sogno
Dov’è che ti ho già visto? Tutt’oggi mi domando,
può darsi io ti abbia incontrato dietro un ricordo obliquo,
ma non ti ho mai vissuto o, forse, non ti ho riconosciuto
protagonista di un déjà vu obliato.
Ascolto la tua voce nel silenzio, presenzio all’avventato artifizio
cercando beneficio in quanto non è che la malia di un maleficio
Come un tattoo s’incollano i miei occhi sulla tua pelle,
costellazione di miriadi di scintille che prende forma
riunendo i punti di miliardi di stelle
Mi immergo in una assenza totale di parole,
mi hai già escruciato il cuore, senza lasciarti sentire,
raccolgo dall’asfalto un bel soffione
e in nuove scene dall’immaginazione mi faccio trasportare
Dov’ è che andrò a cascare ?
Dov’è che un giorno, non lontano,ti potrò rincontrare?
Forse in una poesia, nel testo di una canzone ?
Cos’ è che non voglio scordare ?
E ti ricamo nell’ordito di una sinfonia,
t’incastro in un mosaico di musica e follia ,
che mi trivella l’anima, titilla la mente mia,
che ti riporta a me tutte le volte che vai via.
Dimmi, provvidenziale bugia :
” Di che colore ha gli occhi questa mia fantasia ? “

Momenti di poesia. Silentio abituros minantur…di Anna Giancarlo

Momenti di poesia. Silentio abituros minantur…di  Anna Giancarlo

Silentio.jpg

Silentio abituros minantur…

Nel silenzio assordante,
nella rosata alba
che abiura al sole
sorgente
si compie il miracolo
di ogni giorno:
nasce l’astro,
“silentium est aurem”,
in quest’attimo tutto
si compie, tutto tace
la riva e’ solitaria,
lo sguardo si volge
all’infinito oltre
l’orizzonte,
cessa ogni pensiero,
soltanto l’emozione
sorge in quell’istante
sospende il respiro
turba l’equilibrio
sconvolge l’animo
il tutto si compie…

Anna Giancarlo

Momenti di poesia. Vorrei che la poesia… di Rosario Rosto

Momenti di poesia. Vorrei che la poesia… di Rosario Rosto

Vorrei che la poesia.jpg

Vorrei che la poesia fosse
una lingua universale

***

In arte e amore
un cuore può dare
solo quello
che ha dentro.
Ed io,
attraverso
le mie poesie,
non scelgo mai
dove mettere
un’emozione…
decido solo,
a chi donarla.

Rosario Rosto

Fotografia
Micky White

Momenti di poesia. OGNI COSA, di Sabry

Momenti di poesia. OGNI COSA, di Sabry

ogni cosa.png

La musa folle

OGNI COSA

Tu sei luce dai cieli,
il mare di dolore
dei giorni passati
si dissolve nel tuo sole.
Si prosciuga il rancore.
E la fiamma che rincuora
un ostinato ghiaccio
a sciogliersi senza timore,
effonde amorevole calore.
Si acquieta il mio essere.
Si rannicchia in un abbraccio,
protetto come nel ventre caldo
di una madre.
Poi si apre come un fiore,
Tu diventi campo e terra dolce
dove mettere radici,
Ti fai acqua alla mia sete
e pioggia buona.
Tenera brezza quando serve,
Morbida carezza.
Ti trasformi al tramonto
in necessaria luna
a veglia del mio sonno.
Anche quando non ti mostri.
Sei presente in ogni cosa.
anche nella paura maledetta
di un’assenza.
Canto e silenzio.
Sei ogni cosa.

Sabyr

Foto Pixabay

Momenti di poesia. SI VIVE, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. SI VIVE, di Vittorio Zingone

logo-alessandria-today-ok-copia copia

SI VIVE

Si vive a contatto strettissimo
con esseri innumeri,
ci si fastidia a vicenda,
ci si compenetra a volte,
ci si soccorre
e s’ignora il miracolo.

Il tempo d’un batter di ciglia,
d’un frullo d’ali di rondine,
d’un fuoco fatuo si vive in esilio
su questa magica, magnifica terra;
ci si materializza qual candida nube
nelle azzurrità in un giorno di luglio;
si svanisce in un attimo
oltre il limite dell’infinità.

Momenti di poesia. IL CIELO È SEMPRE BLU, di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. IL CIELO È SEMPRE BLU, di Mirella Ester Pennone Masi

IL CIELO È SEMPRE BLU.jpg

IL CIELO È SEMPRE BLU

Passano gli anni
e quella strada di sassi
non mi appare più così grande
La vecchia fontanella
è ancora là, sulla piazzetta
e il numero di casa è lo stesso,
Il fiume Ticino è sempre azzurro;
blu blu… il cielo di sera è sempre blu!

Ricordi amica mia?

Uno… due… e tre…

Fai come me, con la fantasia
si può tornare bambini
e guardare la luna stupiti,
possiamo fare le corse e i giochi,
attardarsi nella sera d’estate
per catturare le lucciole,
poi… lasciarle andare

Uno… due… e tre…

Saltare alla corda tocca a te!
Bacio lettera o testamento?
Ma se ci penso, è strano:
a baciare toccava sempre a me!

Mirella Ester Pennone Masi

foto web

Operazioni dei Carabinieri, di Lia Tommi

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme:

Carpeneto: un denunciato in stato di libertà per omissione di soccorso
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Carpeneto, al termine di una immediata attività investigativa hanno deferito in stato di libertà, con l’accusa di omissione di soccorso e lesioni personali stradali D.B. 48enne della Provincia di Savona.
L’attività investigativa ha avuto inizio nella scorsa settimana quando i carabinieri di Carpeneto erano intervenuti nei pressi della Frazione Retorto di Predosa per un incidente stradale. Intervenuti sul posto avevano trovato un giovane motociclista a terra che, prima di essere condotto in ospedale per le numerose lesioni, aveva riferito di essere stato investito da un’autovettura che, ad un incrocio, non aveva rispettato la precedenza.
L’urto aveva comportato lo sbalzo del motociclista dal suo mezzo e una serie di traumi e lesioni poi refertate con una prognosi di 30 giorni.
Gli immediati rilievi effettuati dai carabinieri sul posto permettevano di rinvenire parti di uno specchietto retrovisore esterno evidentemente staccatosi dall’autovettura coinvolta nello scontro. Un’immediata analisi merceologica, corroborata dalle dichiarazioni della parte offesa (che parlava di un generico monovolume) permettevano di identificare l’autovettura in una Volkswagen Touran. Venivano pertanto richieste le telecamere di videosorveglianza che, seppur a distanza dal luogo dell’impatto, potevano essere state utilizzate come via di fuga.
Ed effettivamente, in orario compatibile con l’incidente, veniva identificata una Volkswagen Touran in uso al 48enne del savonese.
Un controllo effettuato all’autovettura permetteva di verificare la presenza, ancora a distanza di giorni, di numerosi segni sulla fiancata nonché l’assenza dello specchietto retrovisore, segnali chiari di un incidente stradale.
D.B., messo di fronte alle proprie responsabilità, ha immediatamente ammesso di essere stato lui a condurre l’autovettura e, effettivamente, di aver avuto l’incidente con il motociclista.
Pertanto è stato deferito in stato di libertà con l’accusa di omissione di soccorso e lesioni personali stradali.
L’autovettura e la motocicletta coinvolte nel fatto sono state poste sotto sequestro. Continua a leggere “Operazioni dei Carabinieri, di Lia Tommi”

Protocollo di legalità per la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi, di Lia Tommi

Sottoscritto il 4 luglio, presso il Palazzo del Governo di Genova, il Protocollo di Legalità per la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi, che aggiorna e rafforza l’articolato impianto di misure volte a garantire che i lavori di realizzazione della linea ferroviaria possano essere condotti in una solida cornice di sicurezza, mitigando i rischi di interferenze criminali.

Il documento, siglato dai Prefetti di Genova e di Alessandria, da RFI, in qualità di soggetto aggiudicatore, da Italferr, direttore dei lavori e titolare delle funzioni di alta sorveglianza, e dal Consorzio Cociv, contraente generale per la progettazione e la costruzione, sostituisce il precedente accordo, siglato nel 2012, che viene arricchito e integrato con nuove previsioni, in conformità al nuovo schema di protocollo di legalità relativo all’affidamento dei lavori di realizzazione di infrastrutture strategiche, approvato con delibera CIPE del 6 agosto 2015.

Tra le novità del nuovo protocollo si segnala la più precisa individuazione della filiera di imprese soggetta alle disposizioni pattizie, nonché l’obbligo di comunicazione a Cociv, da parte delle stesse, dell’eventuale variazione dei rispettivi assetti societari.
E’ inoltre prevista l’istituzione, presso le Prefetture, di una “cabina di regia”, allo scopo di effettuare, mediante incontri periodici, un monitoraggio congiunto ed una valutazione complessiva della situazione ovvero di specifiche problematiche ritenute di rilievo. Continua a leggere “Protocollo di legalità per la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi, di Lia Tommi”

Modifiche viabilità da lunedì 8 luglio, di Lia Tommi

Il Comando di Polizia Locale del Comune di Casale Monferrato informa che nei prossimi giorni ci saranno alcune variazioni alla viabilità per consentire lo svolgimento di lavori nel centro.

Casale comune

Il primo intervento riguarda il Pqu (Piano di Qualificazione Urbana) denominato Percorsi del Commercio: riqualificazione urbana di via del Duomo, via Volpi, piazza Coppa e parte di via Lanza: da lunedì 8 a mercoledì 31 luglio 2019 (salvo necessità derivanto dall’attività di cantiere) saranno chiusi al traffico un tratto di via Lanza, tra piazza Coppa e via Paleologi, e quello di via Paleologi compreso tra via Alerami e via Lanza.

Queste le modifiche alla viabilità conseguenti: i veicoli provenienti da via Paleologi, e diretti in via Lanza, dovranno svoltare in Via Fratelli Caire, mentre sarà consentito proseguire fino al cantiere solo ai residenti ( quindi nel tratto compreso tra via Caire e via Alerami). Continua a leggere “Modifiche viabilità da lunedì 8 luglio, di Lia Tommi”

La mostra ‘Under Water’ al Filatoio di Caraglio (Cn), di Maura Mantellino

Il 28 giugno si è inaugurata negli spazi del Filatoio di Caraglio in provincia di Cuneo  la mostra ‘Under Water’ a cura  di Daniela Berta e Andrea Lerda. L’evento è stato organizzato dal Museo della Montagna di Torino ed è la prosecuzione del progetto ‘Post Water’, presentato al Museo Montagna nei mesi passati. Si possono ammiare i lavori di trenta artisti:Andreco, Georges-Louis Arlaud, Pablo Balbontin, Olivo Barbieri, Walter Bonatti, Calori&Maillard, Mircea Cantor, Carolina Caycedo, Nuno da Luz, Marjolijn Dijkman & Toril Johannessen, Simon Faithfull, Mario Fantin, Bepi Ghiotti, Cesare Giulio, Jeppe Hein, Frank Hurley, Invernomuto, William Henry Jackson, Adam Jeppesen, Peter Matthews, Elena Mazzi, Arno Rafael Minkkinen, Ryts Monet, Pennacchio Argentato, Laura Pugno, Ernesto Samaritani, Studio Negri, Silvano Tessarollo, Helen Mayer Harrison & Newton Harrison, Gaston Tissandier, Julius von Bismarck, Thomas Wrede.

Si possono ammirare video, fotografia, pittura, disegno, installazione e scultura.

Come ha spiegato Andrea Lerda,  il percorso espositivo «decide di non soffermarsi unicamente sulle problematiche idriche legate all’Antropocene e a quelli che possono essere gli scenari di un futuro “post-water”. Piuttosto, di compiere una riflessione sul concetto di “under water”, da intendersi come capacità dell’uomo di risintonizzarsi con i ritmi naturali e di agevolare un processo di mitigazione del cambiamento climatico».

La mostra è dal 29 giugno fino al 29 settembre 2019 presso il Filatorio di Caraglio in via Giacomo Matteotti 40 (Caraglio. CN)