Segnalazione: uscita Thriller Storico “L’ultimo Affresco” di Ugo Nasi

A cura di Manuela Moschin

L'ULTIMO AFFRESCO OMBREGGIATO.jpg

Sono lieta di annunciare che è appena uscito il thriller storico “L’ultimo affresco” di Ugo Nasi. In passato, avendo letto altri libri dell’autore, ho avuto modo di constatare la sua abilità narrativa. Sono certa che sarà un successo. Ugo, essendo appassionato di storia medievale e di misteri antichi,  dedica ai suoi romanzi uno studio  intenso e una ricerca approfondita.

Alla fine della sinossi troverete il video trailer.

Sinossi

Un bimbo, figlio di una principessa celtica ridotta in schiavitù sotto l’impero di Nerone incontra un profeta cartaginese che gli chiede di disegnare su di una tavoletta di argilla la raffigurazione di alcune stelle. Nel 1859 un Cardinale di Aosta viene chiamato a visionare una chiesa ove a causa di uno smottamento del terreno è emersa  quasi dal nulla una cripta sconosciuta. All’interno viene trovato un affresco enigmatico ed i resti di alcuni uomini medievali dai capelli rossi. Nello stesso luogo viene rinvenuta una lapide in pietra su cui è incisa una misteriosa iscrizione in latino: SATOR AREPO TENET OPERA NOSTRA. Qual è il significato di questa frase? E perché una principessa longobarda del VII secolo cercò di interpretarne il senso esoterico? Alcune morti sospette, le cui vittime sono legate tra loro dalla partecipazione ad una spedizione archeologica, spingono la protagonista ed uno storico americano ad indagare su questi fatti scoprendo un’inquietante verità.

Nel 1859 lo smottamento della parete di una chiesa sconsacrata diede alla luce un misterioso dipinto ed un’enigmatica frase incisa sulla pietra.

Ugo Nasi è un avvocato di Milano appassionato di storia medievale e di misteri antichi legati a quel periodo. Attualmente vive in Maremma. Prima de L’ultimo Affresco, ha scritto Le Pagine Perdute e Arcana Rubris appartenenti alla trilogia dei romanzi del mistero.

L’autore è presente su Facebook.

L’ULTIMO AFFRESCO è un Thriller Storico. Su AMAZON e La Feltrinelli. Anche in e-book

Qui il Video Trailer L’ultimo Affresco di Ugo Nasi

 

Autore: Manuela Moschin: L'Arte Raccontata nei Libri

Mi chiamo Manuela Moschin abito in provincia di Venezia. Lavoro in un’Azienda Ospedaliera nell’ambito dell’amministrazione pubblica e prima ancora sono stata per dieci anni educatrice in una scuola per l’infanzia. Mi sono laureata presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia dell’Arte – Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali. Dalla passione per l’arte sono nati il Blog e il gruppo Facebook “L’Arte Raccontata nei Libri” dove l’arte e la letteratura si fondono in un perfetto connubio. Un binomio, dunque, attinente alla coesistenza della cultura letteraria e di quella artistica. L’idea ha origine dalla lettura di qualsiasi testo (Romanzi storici, Saggi, Cataloghi di mostre, Biografie…) che contenga riferimenti al patrimonio artistico. Ne consegue un approfondimento delle opere d’arte menzionate dagli autori riportando una citazione dal loro libro. Lo scopo del blog è quello di avvicinare alla cultura artistica anche i meno esperti rendendo l’arte fruibile a tutti. Gli argomenti sono trattati con un linguaggio semplice e scorrevole, affinché, sia comprensibile a chiunque abbia il desiderio di ampliare la propria conoscenza in ambito artistico. Sono caratterialmente una persona pacifica, per quanto possibile, cerco sempre di mantenere un rapporto armonioso con gli altri. Mi piace dialogare ma non discutere. Ogni mattina all’alba pratico yoga e meditazione, un valido metodo per riuscire a mantenere la pace interiore e non solo… Mi ritengo fortunata perché ho imparato molto dalle esperienze, alcune di esse, apparentemente negative, si sono poi rivelate di grande importanza per la mia crescita personale. E’ proprio vero che nulla avviene per caso. E’ inutile preoccuparsi o affannarsi, poiché, tutto ciò che ci accade ha uno scopo. La vita è un disegno perfetto formato da un grande mosaico dove ogni giorno si aggiunge un piccolo tassello. C’è una bellissima riflessione del filosofo Seneca che mi colpisce e che quotidianamente metto in pratica: “Vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...