Statistiche Raccolta Alimentare Animali, di Lia Tommi

RAA: STATISTICHE RACCOLTA ALIMENTARE ANIMALI DEL 6 LUGLIO a seguito della Raccolta Alimentare Animali tenutasi a Casale Monferrato sabato scorso presso L’Eurospin sono state raccolte le seguenti quantità di cibo, che risultano essere in linea con quanto raccolto durante l’anno precedente:

2019 Eurospin
Cane Gatto (kg)
Secco Umido Secco Umido Totale
142,5 205,9 156 103,23 607,63ad ottobre 2018 le quantità raccolte presso lo stesso supermercato risultano essere infatti le seguenti:

2018
Cane Gatto (kg)Secco Umido Secco Umido Totale
222,78 238,40 71,30 96,18 628,66

il cibo raccolto è stato ripartito tra le associazioni che vi hanno partecipato (Rifugio di Cascine Rossi, Associazione Nonsologatti, Rifugio del Gatto, Rifugio del Cane) in modo proporzionale al numero di animali da assistere.

Un ringraziamento anche all’Associazione Croce Verde Casale che, con i suoi volontari, ha contribuito all’attività di raccolta.

Sabato prossimo (il 13 luglio 2019) continuerà la staffetta della solidarietà per gli animali presso il supermercato Novacoop ed il Centro Commerciale “La Cittadella”, dove troverete i volontari che riconoscerete dalla pettorina distintiva.

Chi sarà disposto a partecipare alla raccolta potrà acquistare a proprio carico generi alimentari per cani e gatti e donarli presso le postazioni predisposte.

Non verranno accettate elargizioni in denaro.

Gli alimenti raccolti verranno poi ridistribuiti alle associazioni che hanno partecipato al progetto e che da anni svolgono attività territoriali per la tutela, il sostentamento e la salvaguardia degli animali.

Luca Servato, Resp. di RAA per Casale Monferrato: “La solidarietà di chi ha donato e l’attività dei nostri volontari hanno permesso, insieme, di portare carichi di felicità ai nostri amici pelosetti. Grazie a tutti. Sabato prossimo saremo di nuovo in prima linea per loro. L’ingresso nei rifugi con il cibo donato è stato davvero emozionante perché avevano capito che stava arrivando la “pappa” ed era tutta per loro”.

Parigi in valigia per viaggiatori “fai da te”: le mie guide preferite.

La Casetta del Merlo

Nel blog La Casetta del Merlo tra gli articoli con più visualizzazioni ce ne sono diversi che, sul mio desktop, ho salvato nella cartella “utili” (nel senso che li ho scritti con l’intenzione di fornire delle indicazioni utili a chi legge, sperando di essere riuscita nel mio intento) e Parigi in valigia rientra sicuramente tra questi.

Quante volte ti sei recato, prima di partire per una vacanza, nella tua libreria preferita per cercare un libro che ti permettesse di scoprire qualche dettaglio in più sulla meta del tuo viaggio … per evitare, magari, una volta arrivato sul posto, di vagare un po’ perso con la sensazione di non riuscire a cogliere la vera essenza del luogo? Io credo che questo sia un timore comune a tanti viaggiatori fai da te come me e oggi vorrei raccontarti quali sono le guide turistiche che preferisco, tra le tante che hanno come…

View original post 1.437 altre parole

Le note del bel canto, un dipinto da sogno e un fantasma: c’est l’Opéra Garnier!

La Casetta del Merlo

A Parigi c’è un luogo in cui elementi apparentemente in contrasto si incontrano, dando vita ad una scenografia tra le più sconcertanti e spettacolari, nel suo genere: oggi vado alla scoperta del palazzo dell’ Opéra Garnier.

La giornata non inizia nel migliore dei modi, mentre percorro l’Avenue de l’Opéra nell’ ora di punta di un giorno feriale, con il vento e gli ombrelli aperti che rendono ancora meno piacevole la mia passeggiata …

e mi ritrovo a pensare alle mattine in cui correvo anch’io, come queste persone che mi sfiorano frettolose, per Corso di Porta Venezia a Milano. Le similitudini non finiscono qui, perché proprio come Corso Porta Venezia anche questa grande arteria parigina … non ha neppure un albero, ad alleggerire le facciate austere e imponenti dei palazzi ottocenteschi!

Opéra Garnier, Teatro dell'Opera di Parigi.Esposizione di Palais Garnier, foto di Elena Palombo

Il motivo che ha spinto il barone Haussmann, in piena fregola…

View original post 1.105 altre parole

I tetti di Parigi, La Bohème, una giornata grigia ed io.

La Casetta del Merlo

Respirer Paris, cela conserve l’âme. (Victor Hugo)

Respirare, ma anche osservare, toccare, ascoltare … Hai mai ascoltato il suono della pioggia sui tetti di zinco all’alba di una giornata grigia, a Parigi?

Parigi deve i suoi tetti unici e seducenti, multiforme mosaico di zinco e di ardesia  che la luce del giorno arricchisce di cangianti sfumature, a due personaggi: Daniel Dony, chimico belga, e Georges Eugène Haussmann, il prefetto noto per aver stravolto i lineamenti dell’intera città secondo il volere di Napoleone III (1852 – 1870).

L’esigenza di un rinnovamento così radicale nasce perché a metà del 1800 l’antica città medioevale, un dedalo di viuzze sulle quali si stringevano case a graticcio quasi sempre fatiscenti e prive di rete idrica e servizi igienici, era un «perenne focolaio di epidemie e insurrezioni», ovvero quanto di meno adatto si potesse immaginare per accogliere le migliaia di contadini che in quel periodo, allettate…

View original post 692 altre parole

La notte.

Memorabilia

Sai la notte?

Quando le luci si spengono e il sipario cala

su questo banale commercio di giorni, di gesti, di amori?

Su questo teatro sfatto, indebitato e con le crepe nei muri?

Su queste guance col fard e sui costumi di scena?

Ecco, la notte

quando niente è commercio e tutto è sospeso

quando il fard è rigato da una lacrima timida

quando un velo ricopre la storia puttana,

si interpreta ancora la lontana grandezza

e il teatro risplende di violenta bellezza.

View original post

Nulla da perdere.

Memorabilia

Non ho bisogno di sonno
ma di un sogno che mi tenga sveglia
ché se dormi non lo vivi
ché se lo dici non si avvera.
Vieni più vicino, parlami, mantieni viva
come il deserto la sete
come il piacere la carne
come la notte i poeti.
Stenditi qua, toccami, coglimi l’anima
conteremo le stelle
promettendo di raggiungerle
appena dopo il mare d’illusione.
Oppure dormiremo,
come non avessimo nulla da perdere.

View original post

Uno sfogo, quasi quasi vi direi di non leggerlo.

Memorabilia

Può sembrare strano il pensiero di affidare un momento di sconforto a chi non si conosce. E forse lo è nel mondo del visibile, ma non in quello dell’anima.

Ho capito quello che cercavi di dirmi, sai, anche se sono stata in disaccordo. Tentavo di difendermi dalla paura, ma la verità è che penso di credere nell’amore eterno tanto quanto so che non lo è quasi mai, quindi, al massimo, spero nell’eccezione.

Dovrei raccontare da cosa l’ho capito, ma basterà dire che non ho mai visto i miei genitori felici.

Vorrei sentirmi libera tanto quanto mi sento sicura ad avere tutto sotto controllo, ma quando ti capita di stare male a 19 anni (ovvero poco dopo averla conquistata la libertà), inizi a pensare che non sempre sono le catene a renderti schiava o le possibilità a renderti libera. A volte si tratta solo di non avere scelta.

A 24 anni…

View original post 186 altre parole

Dentro una stanza.

Memorabilia

Un insetto attraversa la stanza

come una fobia attraverso la pelle,

s’infiltra fin dove mi credevo a riparo

da ogni terrore allevato là dentro.

E una paura è come una coperta:

mi scalda nelle notti più fredde,

scatena l’inferno in quelle più calde.

Muore un sorriso

la pace si arrende

a un tarlo che scava dentro i segreti,

si nutre di angosce ma lui non lo sa

credo che presto ne morirà.

La luce filtra dalle persiane

vela i silenzi di tutte le morti

scopre i terrori di chi sa che è vivo.

Io che avevo spruzzato l’insetticida.

View original post

Pace.

Memorabilia

È solo un momento la pacificazione

di tutta una vita si nutre la tensione

se è un istinto la guerra,

è un istinto l’amore.

Tutto nasce e ritorna nel caos indistinto

di un seme, di un bacio,

di una carezza svogliata.

Ci tornerò anch’io, anche tu

persino gli avanzi di noi,

in pasto ai cani del tempo

alla memoria dei luoghi.

Ho un foglio bianco e un rancore

un rigurgito amaro,

vomito disordini seminando affetti

chissà che un giorno non raccolga

soltanto la pace.

View original post

Opinioni Librose blog #storie #libri #romanzi #scrivere #scrittura #self #autoriself

marcoscrive: Scrittura Per Passione

Buongiorno a tutti!

Oggi voglio ringraziare gli amici del Blog  OPINIONI LIBROSE   per lo spazio che mi hanno voluto dedicare segnalando il mio romanzo: In equilibrio sopra la follia002.PNG  Ecco la Segnalazione:

001.PNG

Consiglio a tutti voi di dare un’occhiata a questo interessante blog!

Marco

SE NON LO AVETE ANCORA FATTO, ASCOLTATE ORA LA CANZONE TRATTA DAL MIO RACCONTO “QUEL GIORNO IN CUI FARO’ RITORNO”:

 Finchè ho fiato

 Scritta da Luca Gatti

Ispirata al racconto “Quel giorno in cui farò ritorno”

di Marco Conti

Musiche di Beppe Bornaghi

Video di Marco Conti

In equilibrio sopra la follia

Cover.jpg

Aspettando l’alba

NEW-COVER.jpg

L’anima non si arrende

Copertina

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SU marcoscrive…IN UN CLICK

View original post

“Il conquistatore di Hispaniola” #storie #libri #romanzi #scrivere #scrittura #self #autoriself

marcoscrive: Scrittura Per Passione

Scrivere un romanzo è cosa assai complicata. Una storia qualunque, anche se inventata di sana pianta, deve avere una base di credibilità; chi scrive deve fare in modo che ciò che accade abbia un senso, una pertinenza. Se si scrive un romanzo storico, la difficoltà è doppia. Questa è una delle ragioni per cui ho davvero apprezzato il romanzo di cui vi parlo oggi.

Giovanni Mandruzzato, oltre ad avere una grande passione e innegabili doti di scrittura, ha anche ottime conoscenze storiche e geografiche. Questa combinazione, come una sorta di alchimia, proietta il romanzo a livelli davvero alti. La storia del Duca Francisco de Mendoza, ambientata agli inizi del 500, nasconde fra le sue pieghe mille spunti di riflessione sulla vita, sulle amicizie e perché no anche sul valore della scoperta di nuovi mondi e sull’esperienza dell’esplorazione.

Capture.PNG

Francisco protagonista e trascinatore della storia, è molto ben caratterizzato, come del resto…

View original post 359 altre parole

Semplicemente Dislessia: Storia di una ragazza come me #storie #libri #romanzi #scrivere #scrittura #video #racconti

marcoscrive: Scrittura Per Passione

copertina .jpgNel titolo di questo bel romanzo di Sara Tricoli, c’è il senso del messaggio che questa scrittrice vuole trasmettere. Semplicementedislessia quasi a voler dire che non è da considerarsi una cosa complicata da accettare e la seconda parte: storia di una ragazza come me perché proprio di questo stiamo parlando, di ragazzi normali che vanno solo capiti e incoraggiati. In questo romanzo Sara è riuscita a far emergere attraverso i dialoghi molto frequenti e ben strutturati, le emozioni, le difficoltà e soprattutto le frustrazioni di Clara la protagonista, ma anche degli altri personaggi che con lei condividono un tratto del cammino della vita, quello più difficile: l’adolescenza. Ed è proprio durante un’escursione che Clara tende la mano all’amico Morris che la vuole aiutare nel tratto più difficile, così come deve essere anche nella vita. Senza farne colpa ai genitori che non capiscono e che non sanno come aiutare i figli di fronte alla diagnosi di…

View original post 483 altre parole

Un tuffo nell’anima #storie #libri #romanzi #scrivere #scrittura #video #racconti

marcoscrive: Scrittura Per Passione

“Non è una cosa che accade molto spesso, bisogna ammetterlo, in questo Conti è bravissimo, scrive storie emozionanti che profumano di realtà…”

“Questa storia mi ha lasciato qualcosa dentro”

Queste parole sono tratte dalla recensione de  IN EQUILIBRIO SOPRA LA FOLLIA che il blog IL MONDO DI CRY ha pubblicato. Sono parole che mi danno coraggio, che mi fanno capire che devo andare avanti, che posso scrivere storie appassionanti, interessanti ma soprattutto che lascino qualcosa in chi legge una volta che anche l’ultimo capitolo è terminato.

Capture.PNG

Voglio ringraziare Cristina per questa bellissima recensione e farle i complimenti per il suo BLOG  che vi consiglio di visitare e che già aveva pubblicato la RECENSIONE di ASPETTANDO L’ALBA (che appare ancora con la vecchia copertina) e la RECENSIONE per L’ANIMA NON SI ARRENDE

Ecco la RECENSIONE de IN EQUILIBRIO SOPRA LA FOLLIA

Marco

Il blog marcoscrive ha recentemente iniziato una nuova collaborazione  Capture.PNGcol…

View original post 158 altre parole

Gli effetti chimici della musica nel nostro corpo

Musica e Anima - Lo sconfinato mondo musicale

Nelle nostre conferenze abbiamo spesso parlato dei legami chimici e neurologici che la musica sviluppa dentro di noi

Un articolo approfondisce il rapporto chimico tra la musica, la ricompensa e i meccanismi fisici.

brai

Di seguito ecco un estratto di un articolo che apparve in Trends in Cognitive Science.

Abbiamo trovato prove convincenti che gli interventi musicali possono svolgere un ruolo di assistenza sanitaria in situazioni che vanno dalle sale operatorie alle cliniche familiari “, dice il prof Levitin del Dipartimento di Psicologia della McGill University. “Ma ancora in modo più importante, siamo stati in grado di documentare i meccanismi neurochimici con cui la musica ha un effetto in quattro settori: gestione dell’umore, dello stress, dell’immunità e come aiuto per il legame sociale”.

Prima di quest’articolo, nessuno aveva davvero avuto il tempo di considerare ciò che tutti i nuovi elementi di prova suggerissero.

In effetti, la musica…

View original post 901 altre parole

Momenti di poesia. Passeggio solitaria, di Anna Giancarlo

Momenti di poesia. Passeggio solitaria, di Anna Giancarlo

66496958_506838120055721_1572682303556026368_n

Passeggio solitaria
sulla riva del mare
aspettando l’alba.
Dietro di me lascio
le mie orme che
presto dall’acqua
verranno dissolte.
Sola con i miei
pensieri tutti
rivolti al Cielo…
Una muta preghiera,
un nuovo giorno,
una nuova promessa
di vita, quella vita
non da tutti apprezzata,
un dono che non ha pari…

Anna Giancarlo

Momenti di poesia. La mia  Stella, di Eva Muti

Momenti di poesia. La mia  Stella, di Eva Muti

66353074_892015091166492_6916193305696927744_n.jpg

La mia  Stella

I cieli narrano
una storia infinita
Ammiro la mia stella…
Guardo
indietro nel tempo.
Le stelle non hanno
suono
ma ci parlano dell’eternità.
Me ne resto
nel mio angolino sicuro
di un Universo
turbolento.
La mia stella
ecco
sta esplodendo
Emette un suono…
Ascolto,
stridule urla disperate
e scie luminose
che vengono
a schiarirmi l’anima.
Lacrime di Leonidi
si riversano
sulla terra
che accoglie sciami
di comete…
E passano mesi, anni…
Ed io qui
ad aspettarti,
mentre mi fanno compagnia,
Geminidi di luci
che il mio sguardo
cattura…!

Eva Muti
Diritti riservati ©

Legge: 22/4/41 n.633
Foto presa dal Web

Momenti di poesia. AMMIRO IL CREPUSCOLO, di Gregorio Asero

Momenti di poesia. AMMIRO IL CREPUSCOLO, di Gregorio Asero

51807979_2568697083160370_5115982528359956480_n.jpg

AMMIRO IL CREPUSCOLO

Ammiro il crepuscolo

assisto all’ultimo raggio di sole

La mente mi porta al passato

vedo commosso

i campi inondati di grano

il vecchio che getta a manate

le semi per la messe futura

La sua china figura si perde

nel solco d’aratro

bagnato di lacrime d’amore

Si perde nell’immensa pianura

e lancia le semi lontano

rituffa le mani nel sacco

continua a spargere l’oro

è un gesto continuo

che porta la mano

a sfiorare le stelle lontane

da “LAGGIÙ NELLA TERRA DEL SOLE”

Gregorio Asero

copyright legge 22 aprile 1941 n 633

Momenti di poesia. Cani, di Vittorio Zingone

Momenti di poesia. Cani, di Vittorio Zingone

17800114_1895611307352014_7007718095942973110_n.jpg

Cani

Cani che abbaiano
E talvolta per scherzo
Pure mordono
Sono i giornalisti, i poeti,
Gli scrittori.

Ognuno azzanna l’altro,
Poi sorride come a voler dir
Che ha celiato;
Ognuno dice che così
Si fa la storia,
S’arricchisce il progresso,
Si dà una mano
Al trionfo della civiltà,
Si costruisce la pace,
La giustizia,
Ci si libera
Dalla schiavitù dell’ignoranza,
S’aspira a divenire figli
Dell’eccelso Dio d’Amore
E di gratuito perdono.

Racconti: GUSTAVE FLAUBERT – MADAME BOVARY

Racconti: GUSTAVE FLAUBERT – MADAME BOVARY

dalla pagina faebook di Roberto Busembai

Rileggendo

GUSTAVE FLAUBERT – MADAME BOVARY

66475965_420422181894079_4523698725696045056_n.jpg

Non si possono sempre lodare i libri solo perchè hanno nomia di essere speciali, o eccezionali, o solo perchè chi li ha scritti è un famoso e bravo scrittore e tutto gli si deve riconoscere, o anche perchè essendo ormai ritenuto un “classico” della letteratura non può essere intaccato e soprattutto deve per forza rientrare nel rango delle letture importanti e perciò osannato.


Sono sincero, e non posso mai non esserlo, soprattutto nei confronti di un libro, non mi sono mai interessato più di tanto nello scrutare l’autore al di la di una conoscenza biografica, (del resto importante per capire il suo curriculum vitae e il suo contesto storico e sociale), e non ho mai criticato o osannato solo per la firma (spesso nota) di colui che ha scritto, ma sono sincero per quello che leggo e quello che un libro mi può offrire, senza intaccare minimamente il suo modo di scrivere e la sua qualità e dote nel farlo (soprattutto quando si parla di un autore classico, io non sono professionalmente e culturalmente in grado di potermelo permettere) ma posso comunque e liberamente criticare, a mio insindacabile parere, se il libro e la storia mi sono piaciute o meno.

Continua a leggere “Racconti: GUSTAVE FLAUBERT – MADAME BOVARY”

Momenti di poesia. ANÈLITI, di Sabrina Ferri

Momenti di poesia. ANÈLITI, di Sabrina Ferri

26195850_118088462328064_1277727235001083443_n.jpg

ANÈLITI

Placherò questo bacio versato

con un semplice gesto.

È un plico decifrato

sullo sfiorar di labbra.

Stai sì racchiuso

com’astro di bocciolo

presto schiuso

agli albori d’un seme

che cerca forma e vita

e a luce freme.

Tu nulla dici

com’edera odorosa

che affonda le radici

in labirinti immensi.

Io prona al fianco tuo

dipano i sensi.

Sabrina Ferri

Momenti di poesia. Vivo di te, di Maria Cannatella

Momenti di poesia. Vivo di te, di Maria Cannatella

66270119_909629842742864_3561418247989362688_n.jpg

Vivo di te, ancora come allora,
aggrappata ai tuoi ricordi,
alle illusioni e gli stati d’animo.
Non è vero che con il tempo passa,
è solo una bugia.
I sentimenti si trasformano,
in brutti ricordi,
i ricordi in lacrime,
perché io vivo ancora di te.
A volte basta una semplice canzone,
per tornare a ricordare,
la stessa canzone,
che un giorno ci fece innamorare,
ed ancora oggi mi fa piangere,
perché risveglia emozioni,
che per anni, ho cercato di dimenticare.
Vivo di te, io,
continuamente,
ogni mio pensiero, ogni immagine,
mi ricordano te.
Ed io non so spiegarlo,
perché oggi, come allora,
Io continuo a vivere di te.

Dal libro ANIMA RIBELLE 2019
Maria Cannatella @
RISERVATI TUTTI I DIRITTI@
FOTO DAL WEB

Momenti di satira. Il mondo non rotondo, di Maria Cannatella

Momenti di satira. Il mondo non rotondo, di Maria Cannatella

66619930_910355632670285_8320047123521339392_n.jpg

Il mondo non rotondo ( satira )

Voglio fare a pugni con il mondo,
mi sono accorta che non è più rotondo.

Ma solo quadrato, squadrato,
volgare in modo esagerato.

Mondo triste, ribelle,
a volte vuoto ed imbecille.

Abitato da qualcuno,
che non è davvero nessuno.

Troppa indifferenza, indecenza,
molta strafottenza.

Mondo impazzito,
senza un lavoro un uomo è finito.

Mondo notturno,
dove qualcuno fa il capo turno.

Con i suoi spettatori,
che non son dei bravi signori,
ma solo comandanti e viandanti.

Mondo infame,
dove ognuno ha il suo reame.

Ma per noi semplici operai,
i nostri problemi sono solo guai.

Trascinati fino a fondo,
con un grande cappio al collo,
da questo mondo non rotondo.

Ed intanto ci fanno andare sempre più giù,
dove tutto intorno non è più blu.

In questo mondo non rotondo,
tutti noi ammassati ed abbandonati in un solo secondo.

Trascinati nei vicoli più bui e malfamati,
dopo essere stati anche licenziati.

Maria Cannatella @ 2018
Satira. Riservati tutti I diritti
Foto dal web

Momenti di poesia. Se tu sapessi, di Silvana Fulcini

Momenti di poesia. Se tu sapessi, di Silvana Fulcini

66633748_2148797778676006_2480707014917881856_n.jpg

Se tu sapessi

Se tu sapessi della mia vita…
Quante volte ho stretto mani…
Gli abbracci che ho dato…
I sorrisi che ho regalato…
Le carezze elargite…
Il coraggio che ho trasmesso…
… Ho consolato…
Un po’ di vita mia, donata…
Sapessi quanto mi è tornato!…
…Mille volte ciò che ho dato…

SIL. F. 10/07/2016
Diritti riservati
Immagine dal Web

Momenti di poesia. Finalmente l’alba, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Finalmente l’alba, di Dario Menicucci

66150043_795690310827419_1903560029919772672_o

Finalmente l’alba

Finalmente l’alba
dischiude la luce
accende le gocce
deposte sui prati

ricama le nuvole
coi suoi fili d’oro
libera il vento
sulle alte scogliere.

Lascia ai suoi rosa
dipingere il mare
alle ombre bisbiglia
di tornare a dormire

disperde nell’aria
il suo primo tepore
lo adagia sui viali
lo versa nei cuori

Dario Menicucci

50° Allunaggio, di Lia Tommi

50° Allunaggio

Sabato 20/07/19 (dalle ore 21.00)

Giardino Botanico “Dina Bellotti”, Alessandria

Dopo averne parlato a lungo, è arrivato infine questo appuntamento. Una serata in cui ripercorreremo insieme quel giorno di 50 anni fa in cui l’Uomo mise per la prima volta piede sulla Luna, cercheremo di capirne le ricadute e le prospettive future. Una doppia conferenza che unirà, oltre all’astronomia, anche la biologia e la botanica grazie all’intervento del Dott. Angelo Ranzenigo del Giardino Botanico.

Giovani, agricoltura e risorse pubbliche: le storie di Elisa, Greta e Carolina dimostrano che si può fare. Ma se non ci fosse l’aiuto della famiglia

Giovani, agricoltura e risorse pubbliche: le storie di Elisa, Greta e Carolina dimostrano che si può fare. Ma se non ci fosse l’aiuto della famiglia

Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

I contributi pubblici sono utilissimi, ma se non c’è un altro aiuto (per primo quello dellafamiglia) è difficile fare impresa in Italia. Anche quando le idee sono innovative, all’avanguardia, capaci davvero di guardare al futuro e di anticipare le evoluzioni di un mercato sempre più veloce e mutevole.

ferrario-caterinamascetti_elisapastorino-greta

Il fenomeno è trasversale, tocca tutti i comparti produttivi e conferma, in termini negativi, uno dei maggiori ostacoli alla crescita del paese: la difficoltà dell’accesso al credito e l’altrettanta complessità, frutto spesso di una burocrazia rigida e autoreferenziale, della gestione delle risorse pubbliche.

La storia di tre aziende dell’Ovadese, associate all’Agia (Associazione giovani imprenditori agricoli) della Confederazione italiana agricoltori (Cia) di Alessandria, è esemplare della creatività d’impresa, della volontà di innovare e riqualificare attività tradizionali, di crescere e di svilupparsi, ma anche di diffusi limiti del sistema.

Eppure gli strumenti non mancano, come il bando 6.1.1 del Psr (Programma di sviluppo rurale) della Regione Piemonte (scade il 15 luglio) dedicato all’insediamento di giovani agricoltori. Anche in provincia di Alessandria sono numerose le domande depositate alla Cia per ottenere i finanziamenti previsti «e il trend numerico si allinea ai livelli nazionali, di circa il dieci per cento di presenza giovane» precisano i responsabili dell’organizzazione guidata dal presidente Gian Piero Ameglio. Continua a leggere “Giovani, agricoltura e risorse pubbliche: le storie di Elisa, Greta e Carolina dimostrano che si può fare. Ma se non ci fosse l’aiuto della famiglia”

Utopia Live al Circolo Ortincontra, di Lia Tommi

Utopia Live al Circolo Ortincontra Alessandria

venerdì 12 luglio dalle ore 20:00 alle 00:30

Circolo Ortincontra
Via Santorre di Santarosa, Alessandria

La Notte Nomade al Circolo Ortincontra di Alessandria, dietro alla gradinata Nord dello stadio Moccagatta.
In collaborazione con il club AMICI DEI GRIGI
Dalle 19.30 si potrà cenare con un fantastico menù!!
Live degli Utopia dalle 21.30
INGRESSO APERTO A TUTTI (Costo 5 euro)
✅ Prenotazione OBBLIGATORIA al 393 0381816 (Paolo)

✅MENÙ A SCELTA
Crudo e melone
Bresaola rucola e grana
Pasta fredda
Agnolotti di stufato o nel vino
Picanha
Bistecche in carpione
Patatine, Insalata
Vino, birra

L’incasso sarà devoluto a favore dei ragazzi e bambini del centro Sole Luna di Alessandria

Agricoltura, Bergesio (Lega): misura per vigneti storici finanzia comparto e rilancia territori

Agricoltura, Bergesio (Lega): misura per vigneti storici finanzia comparto e rilancia territori

beregssio.jpeg

Roma, 10 lug – “La Commissione Agricoltura del Senato ha incardinato lo Schema di decreto ministeriale concernente la salvaguardia dei vigneti eroici o storici: un’importante occasione per individuare e sostenere, anche attraverso appositi finanziamenti, la viticoltura, settore rilevante della filiera agroalimentare nazionale. Massimo impegno per continuare a sostenere l’agricoltura, soprattutto in un periodo come questo, caratterizzato da eventi climatici sfavorevoli che, anche in queste ore, stanno arrecando danni ingenti al lavoro degli agricoltori italiani”.

Lo dichiara in una nota il senatore Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in Commissione Agricoltura e relatore per lo Schema di decreto ministeriale concernente la salvaguardia dei vigneti eroici o storici.

Ufficio Stampa Lega Senato

Rassegna cinematografica alla Gambarina, di Lia Tommi

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria
Museo etnografico “C’era una volta” –
Alessandria

“CINEMA ALLA GAMBARINA”

Mercoledì 10 luglio:
“Scarface” di Brian De Palma

Mercoledì 17 luglio:
“Scarface” di Howard Hawks

Mercoledì 24 luglio:
“Io sono leggenda” di Francis Lawrence

Mercoledì 31 luglio:
“L’ultimo uomo della terra” di Ubaldo Ragona

Le proiezioni iniziano alle 21,00.
Ingresso libero
Piazza della Gambarina, 1 –
Alessandria

“Scarface” alla Gambarina, di Lia Tommi

Scarface del 1984 – Film in GAMBArina

10 luglio alle ore 21:00

Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina 1, Alessandria

Valeria e Francesca, volontarie del Servizio Civile Universale presso il Museo della Gambarina, hanno attivato una collaborazione con il Circolo Adelio Ferrero per una serie di serate dedicate alla proiezione di film e successivo dibattito, un cineforum.
La tematica scelta per il mese di luglio è il confronto tra arti visive moderne e passate.

Presenta e conduce il dibattito: Roberto Lasagna.
L’iniziativa è completamente gratuita.

Di Guerra e d’Amore, di Lia Tommi

Di Guerra e d’Amore – Spettacolo
domenica 14 luglio, alle ore 17:00

Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina , Alessandria

I “Nuovi Trovieri” (Gianfranco Calorio, Gianni Ghé e Gian Carlo Monfredini) presentano il nuovo spettacolo “Di Guerra e d’Amore”, costituito per lo più da brani inediti, liriche internazionali (ballate, canti, lamenti, stornelli) che vengono ad articolarsi nel tempo e nello spazio con l’intento di creare emozioni nello spettatore con la varietà delle melodie, incuriosendolo con le diverse lingue utilizzate (d’Oc, d’Oil, tedesco, irlandese, francese, americano, Yiddish).

Fabrizio Caramagna. L’ottavo peccato capitale: L’indifferenza.

Limite infinito

Quattro chiacchiere tra di noi

Quando alla fine di un’intervista le parole che hai appena ascoltato continuano a risuonarti dentro e ti accompagnano per il resto della giornata, come ti accompagna la tua borsa, i tuoi occhiali da sole, le chiavi della macchina. Come quelle cose delle quali non puoi fare a meno quando esci nel mondo, allora capisci che non è stata la solita intervista e che quelle non erano solo parole.

Quelle parole sono la tastiera sulla quale sto scrivendo, il caffè che ho appena bevuto, i miei appunti sparsi qua e là. Sono i pensieri che trovano un ordine, le emozioni che fluiscono libere, sono le amiche con le quali parlo e il giornale che vorrei leggere la mattina appena sveglia. Sono le persone che incontro per strada, gli occhi che incrociando mi sfiorano, i sorrisi inaspettati in fila al supermercato. Sono un raggio di sole in…

View original post 216 altre parole

Ho sempre amato l’aforisma

Limite infinito

Fabrizio Caramagna

Bisognerebbe essere puri come i fiori. Hanno il cuore aperto al freddo, alla siccità e sono sempre pronti a farsi recidere per amore dell’uomo. Non scelgono ciò che arriva e offrono solo luce. E’ il loro modo di essere santi.

Fabrizio Caramagna

Ho sempre amato l’aforisma e non ho mai perso occasione per
pubblicare su facebook un aforisma che rappresentasse il mio umore del momento
o che fosse divenuto per me un motto di vita.

Ho sempre pensato che la sintesi è una grande capacità riservata a pochi , ma riuscire ad esprimere con poche parole un concetto di grande profondità, è sicuramente un enorme dono riservato solo a fortunati eletti.

Per cui, era inevitabile che prima o poi, io mi imbattessi in Fabrizio Caramagna. E così un giorno (nel lontano giugno 2016), decido di pubblicare un suo bellissimo aforisma.

Provate ad immaginare la mia gioia quando a…

View original post 127 altre parole

Il ricercatore di meraviglie

Limite infinito

Fabrizio Caramagna

Fabrizio Caramagna (ph Mirko Macari)

Il ricercatore di meraviglie

Seguo da anni Fabrizio
Caramagna ed amo tutto quello che scrive, con questi presupposti, capirete che
non è per me un’impresa semplice, presentarlo. Studioso, traduttore, scrittore,
i suoi aforismi sono apparsi su riviste
e antologie internazionali e sono stati tradotti in dodici lingue e altro
ancora, ma, queste sono notizie facilmente reperibili su google.

Quello che voglio proporvi oggi sono solo “Quattro chiacchiere tra di noi”.

Perché ti definisci un ricercatore di meraviglie?

Perché mi piace cercare sempre qualcosa di sorprendente e di imprevisto, qualcosa che, magari è in qualche angolo nascosto della nostra immaginazione e aspetta che noi lo portiamo alla luce. L’aforisma è un modo di guardare la realtà da un punto di vista completamente differente. Qualcuno dice che l’aforisma è un modo di guardare il mondo a testa in giù, perché ha…

View original post 1.524 altre parole

Fabrizio Caramagna. Il quinto punto cardinale: l’Empatia

Limite infinito

Dalla paura di amare… all’empatia: il quinto punto cardinale da seguire

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento di questa stagione con Fabrizio Caramagna (perché ancora a lui non l’ho detto ma spero che da settembre, ogni tanto torni a parlare con noi…)

Visto il successo dell’ultima volta abbiamo rifatto “Il gioco delle parole”. Il risultato è un bellissimo excursus sui sentimenti: dalla paura di amare all’empatia…

Se dico la parola tatto?Cosa ti viene in mente?

Questa è una parola che mi piace moltissimo. Tatto è “contatto, è sfiorare l’altro. Alla parola “tatto”penso ad un gesto bellissimo che noi non facciamo mai: prendere il palmo della nostra mano e poggiarlo sul cuore dell’altro, noi non sentiamo mai i battiti del cuore dell’altra persona ..stiamo insieme eppure non abbiamo mai messo la mano sul cuore dell’altro...

…L’empatia è una cosa che stiamo perdendo, siamo tutti empatici a parole ma…

View original post 67 altre parole

Le parole che non so dirti

Limite infinito

ph Kiyo Murakami

Le parole che non so dirti, parlano di te.

Solo dentro di me.

Zampillanti dal cuore, tacciono dalle labbra.

Bramanti di accarezzarti, ti sfiorano in silenzio.

Aspirano a straripare, ma si ritirano discrete.

Cariche di commozione, inondate di gioia.

Così colme d’amore,

 da invadere l’universo, intenerire le rocce, sommergere gli oceani.

Brillano nei miei occhi,

danzano nel mio cuore.

Silenziose, vibrano dentro di me.

Le parole che non so dirti

odorano di te.

 

Marilena Dattis

View original post

LA POESIA CHE NON HO SCRITTO

Limite infinito

Ecco la poesia che volevo scrivere
prima, ma non l’ho scritta
perché ti ho sentita muoverti.
Stavo ripensando
a quella prima mattina a Zurigo.
Quando ci siamo svegliati prima dell’alba.
Per un attimo disorientati. Ma poi siamo
usciti sul balcone che dominava
il fiume e la città vecchia.
E siamo rimasti lì senza parlare.
Nudi. A osservare il cielo schiarirsi.
Così felici ed emozionati. Come se
fossimo stati messi lì
proprio in quel momento.

RAYMOND CARVER

View original post

Dolce far nulla

Limite infinito

Un attimo fa ho dato un’occhiata nella stanza
ed ecco quel che ho visto:
la mia sedia al suo posto, accanto alla finestra,
il libro appoggiato faccia in giù sul tavolo.
E sul davanzale, la sigaretta
lasciata accesa nel posacenere.
Lavativo!, mi urlava sempre dietro mio zio,
tanto tempo fa. Aveva proprio ragione.
Anche oggi, come ogni giorno,
ho messo da parte un po’ di tempo
per fare un bel niente.
Raymond Carver

View original post

Paola Ferrari. Demos: Facciamo rete per chi soffre il caldo

Prati (Alexala): “Il ‘packaging del territorio’ è indispensabile per il turismo del terzo millennio”

Prati (Alexala): “Il ‘packaging del territorio’ è indispensabile per il turismo del terzo millennio”

Date: 9 luglio 2019 Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

«Quella di Riso & Rose è stata la prima sfida che abbiamo dovuto affrontare con questo nuovo assetto.

vigneti-monferrato-e1562682447577.jpg

Ci siamo entrati in corsa, confrontandoci in ogni momento, gestendo una manifestazione che ha subìto modifiche organizzative rispetto alle precedenti edizioni e che si è svolta sfidando un clima più autunnale che primaverile, ma oggi posso dire che la soddisfazione dei Comuni che hanno aderito è totale e soprattutto sono andati oltre ogni aspettativa i risultati delle presenze da fuori provincia e fuori regione, anche grazie a una comunicazione extra locale che è partita dalla presentazione a Milano ed è proseguita con decine e decine di articoli sulla stampa nazionale che ha parlato di Riso & Rose per raccontare del Monferrato».

Pierluigi Prati, presidente di Alexala, agenzia turistica della provincia di Alessandria, parla con l’entusiasmo e il pragmatismo dell’imprenditore (gestisce un’azienda vitivinicola a Strevi) della prima grande sfida che ha dovuto affrontare. Prati, partiamo proprio da Riso & Rose. È stata la prima manifestazione gestita dalla nuova Alexala, che ha assorbito il consorzio Mon.D.O che oggi è in liquidazione, e subito si è confrontata con il ‘sistema’ del Monferrato Casalese. I rapporti come sono? «Di piena collaborazione e ampia soddisfazione alla luce dei risultati di Riso & Rose».

Nella città di Casale non sono mancate critiche e riserve su alcuni aspetti organizzativi e comunicativi. «Ho avuto modo di confrontarmi, discutere e anche spiegare le ragioni di una comunicazione tutta rivolta all’esterno. Dalla prossima edizione prevederemo anche un momento riservato alla stampa locale, ma quello che conta, ed è quello che ci è stato subito chiesto, è che il messaggio sul ‘Monferrato life style’ sia arrivato a livello nazionale». Ha già avuto contatti con Federico Riboldi dopo l’insediamento a Palazzo San Giorgio? Continua a leggere “Prati (Alexala): “Il ‘packaging del territorio’ è indispensabile per il turismo del terzo millennio””

Shakespeare nel Chiostro, di Lia Tommi

“Come vi piace” di Shakespeare nel Chiostro di Santa Francesco

13 luglio alle ore 21:30 e 14 luglio alle ore 21:30

Teatro San Francesco
Via San Francesco 15, 15120 Alessandria

Una commedia romantica sull’amore e l’utopia di una vita fatta di canti, pastori e pastorelle.

Scambi di coppie, passioni, intrighi ed equivoci: la commedia è un gioco continuo e sapiente di contrasti che, partendo dalla deliberata ironia del titolo, giungono a capovolgere l’apparente, fiabesca “felicità” della trama.

Con Giusy Barone ,Assunta Floris ,Simona Gandini ,Claudio Vescovo ,Luca Bertolotti, Fausto Goggi ,Stefania Luce Cartasegna ,Febo Nicolucci ,Alice Orlando ,Gianfranco Granaglia, Andrea Mario Gastaldi ,Angelo De Damiani ,Francesca Neri ,Alessandra Parodi, Marco Skorpio Pedron ,Federico Bocchio.

Pastorelle cantanti Benedetta Zelig Pallavidino ,Lorenza Neri ,Francesca Mandara, Fabiana Torti ,Carlotta Mussano.
Musica Daniele Mignone
e i piccoli Stregattini
Allegra, Ilaria ,Alice Cice ,Leandro, Elia, Alda

Regia Ghnò Gianluca

BIGLIETTI PRENOTAZIONI 3314019616

Chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina, di Marie Morel

Chiesa_di_Santa_Maria_del_Parto_a_Mergellina_1-1

Alla fine del lungomare di Mergellina, salendo tre strette rampe di scale, si giunge ad un piazzale da cui si gode una vista spettacolare sul golfo di Napoli e su cui si affaccia il sagrato della chiesa di Santa Maria del Parto, dove riposano le spoglie di Jacopo Sannazaro.

Fu il poeta a volerne l’edificazione nel 1504, su un terreno che gli fu donato da re Federico d’Aragona e su cui sorgeva già una villa, nella quale il Sannazaro visse, mentre componeva il poema “De partus Virginis” e che ha dato il nome alla chiesa.

Nelle intenzioni del Sannazaro, sarebbe dovuta restare, probabilmente, una cappella privata, ma divenne ben presto un luogo di culto e di preghiera per le donne incinte o che desideravano un figlio. Ancora oggi, il 25 di ogni mese, si prega per le mamme in attesa e per le donne che vorrebbero diventarlo

Conoscevo il culto di Santa Maria Francesca delle cinque piaghe, ma non avevo mai sentito parlare di questa chiesa. Continua a leggere “Chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina, di Marie Morel”

I migranti per l’Italia oggi sono un problema, ma non usiamoli come “armi di distrazione di massa”

I migranti per l’Italia oggi sono un problema, ma non usiamoli come “armi di distrazione di massa”

di Pier Carlo Lava

Il calcio è sempre stato utilizzato come “arma di distrazione di massa”, una specie di oppio per i popoli, ad esempio in Brasile per fare dimenticare all’opinione pubblica la miseria delle favelas. La società italiana negli ultimi anni è decisamente cambiata e purtroppo non certo in meglio, dato che oggi più che mai pare sia diventato determinante individuare nemici da odiare e combattere, negli ultimi tempi sono i migranti e le persone di colore, etnie diverse dalla nostra per usi, costumi e religione.

Sea Watch

foto: Peschereccio Sea Watch da: https://www.valigiablu.it

Alessandria today: A  onor del vero occorre dire che sulla questione migranti l’Europa ci ha sempre lasciati soli e solo negli ultimi anni la politica di Minniti Ministro dell’ex Governo Renzi ha portato i sui frutti riducendo drasticamente gli arrivi, negli ultimi tempi Matteo Salvini della Lega ha continuato l’opera attuando il pugno di ferro con le Ong. 

veliero-mediterranea.jpg_1336774621

foto: veliero Mediterranea https://notizie.tiscali.it

Una decisione che vista la latitanza dell’Europa che non ha la capacità da un lato di imporre l’accettazione di una quota dei migranti anche a certi paesi dell’est, ad esempio tagliandogli i trasferimenti in denaro (diversamente dall’Italia gli stessi ricevono dalla UE più di quanto danno) e dall’altro di attuare una politica comune per gestire il problema.

In questo contesto la decisione di Salvini coerentemente con la sua campagna elettorale è un modo per tentare di arginare ulteriormente la situazione, la stessa da qualche frutto anche se considerando l’aspetto umano come dice Papa Francesco “sono persone e non problemi sociali”  non si possono superare certi limiti. 

Gommoni mare.jpg

foto: Gommoni in mare https://www.mediterraneanhope.com

Una politica insufficiente, visto che si chiudono i porti alle navi dell’Ong ma si lasciano aperte le finestre…, così barchini e gommoni di tutti i tipo arrivano tranquillamente ogni giorno e sbarcano con decine di migranti, anche questi arricchiscono la mafia libica degli scafisti  di più che sfruttando le Ong.

Sinora il problema è tutto sommato contenuto ma cosa succederà se la situazione politica in Libia si destabilizzerà ulteriormente?. Secondo quanto riportano i media avanza una nuova proposta targata Salvini (Meloni) navi della marina per fermare i migranti, ma le forze armate sono perplesse: queste operazioni in alto mare sono troppo rischiose… Continua a leggere “I migranti per l’Italia oggi sono un problema, ma non usiamoli come “armi di distrazione di massa””

Arti visive. Fabio Gagliardi, esponente artistico alessandrino. Articolo a cura di Maurizio Coscia (Sargon)

Per un’introduzione all’attività creativa di Fabio Gagliardi, possiamo prendere in considerazione una sintesi del percorso che lo ha portato ad affermarsi come esponente, insieme ad altri, degli ambienti artistici alessandrini di maggiore innovazione e rappresentanza della nostra città, contribuendo a rendere Alessandria un centro di cultura di rilievo nazionale.

Fabio Gagliardi

Fabio Gagliardi è nato nel 1962 e vive ad Alessandria. Dal 1987 ha iniziato ad interessarsi di Fotografia, Scrittura creativa, Poesia e Arte, partecipando a mostre personali e collettive, a concorsi con l’Associazione Fotografica Alessandrina e scrivendo articoli di cultura, musica e fotografia su giornali cittadini, IL PICCOLO  e  NOTES.

Fotografia

Tra il 1988 ed il 2012, ha partecipato negli anni alle edizioni ripetute dei seguenti concorsi fotografici:

ASS. FOTOGRAFICA BOSCHESE – Bosco M.go – AL

FOTOGRAFAMBIENTE Cral / AMMRRT Torino

ASS. FOTOAMATORI  REPORTER Castelletto M.to – AL

FIR TORTONA-AL, Conc. Gruppo Fot. NEGRI – Casale M.to – AL

Premio F.I.A.F. sez Foto di Scena – Firenze

Premio CITTA’ DI ALESSANDRIA , Concorso fotografico Sip – PPTT  – AL

Collaborazioni letterarie

Tra il 2009 e il 2010 ha collaborato alla realizzazione delle seguenti opere:

CON… FRATERNITÀ, SEMPRE IN CAMMINO Patrocinato dalla Confederazione Nazionale delle Confraternite delle Diocesi d’Italia – C.E.I. Editrice CDA DVD + libro

LEGGENDE A TAVOLA Raccolta di leggende, racconti e favole, sulla cucina italiana                                         

TUTTI I COLORI DEL MONDO Fiabe, favole, racconti, leggende e filastrocche per CROCE ROSSA

I PREMI NOBEL per AMBASCIATA del KOSOVO

 

Studio 102

Poesia

Tra il 2013 ed il 2015, Fabio Gagliardi si è dedicato alla poesia, realizzando raccolte antologiche:

IL SALTINO 2013

LA CASA DELLE FIABE, Vol II Filastroccando 2014

BIENNALE DI POESIA PROVINCIA DI ALESSANDRIA 2015

POETIKA 2015

VOCI CONTRO LA GUERRA ONIRICA EDIZIONI

ABBIATE IL CORAGGIO DI ESSERE FELICI

LIBERAVERSO

CLUB POETICO : signore e signori Poesia

Concorsi di Poesia

Fabio Gagliardi ha partecipato ai seguenti concorsi di poesia:

MENZIONE D’ONORE “Concorso internazionale di poesia Pablo Neruda”  Torino

Citta’ di Sarzana tema : FEMMINICIDIO ( NON ASCOLTARE IL CUORE )    

2° Concorso “POETANDO IN ROSA” SORA ( FR )              

Concorso Letterario “ DONARE E’ VITA “   AVIS   FIRENZE  

Tema fisso “ABBIATE IL CORAGGIO DI ESSERE FELICI ” Papa Francesco

30° Ed.Premio Letterario “Candia Il Gioiello” 2013 -2015 Romagnano MASSA Continua a leggere “Arti visive. Fabio Gagliardi, esponente artistico alessandrino. Articolo a cura di Maurizio Coscia (Sargon)”

Casale Città Aperta: sabato 13 e domenica 14, monumenti e musei aperti

Casale Città Aperta: sabato 13 e domenica 14 monumenti e musei aperti

Casale Monferrato: Torna per questo fine settimana l’appuntamento con Casale Città Aperta, tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.

casale bistolfi_gli amanti.jpg

Sabato 13 e domenica 14 luglio saranno visitabili: il Castello del Monferrato (orario 10-13/15-19), la Torre Civica, il Teatro Municipale, la Chiesa di Santa Caterina, la Chiesa di San Michele, il Palazzo Vitta (sabato 15,30-18,30; domenica 10-12,30 / 15,30-18,30), la Cattedrale di Sant’Evasio e la chiesa di San Domenico (sabato e domenica 15 – 17,30).

Domenica, alle ore 15,30 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, l’Associazione Orizzonte Casale accompagnerà visitatori e turisti in una passeggiata cittadina di un’ora circa alla scoperta dei principali monumenti.

Prosegue la gradita iniziativa voluta dall’Assessorato alla Cultura e sempre valida nel secondo fine settimana di ogni mese, con l’ingresso gratuito al Museo Civico (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30). Continua a leggere “Casale Città Aperta: sabato 13 e domenica 14, monumenti e musei aperti”