Momenti di poesia. Ragni annidati, di Thomas Amadei

Momenti di poesia. Ragni annidati, di Thomas Amadei

Ragni annidati

al posto degli occhi,
tessono trame di parole,
dalla voce sorda di un verso
verticale.

Ci si colma di silenzi,
nel grembo materno
di una notte di pioggia,
lasciando naufragare
il vuoto che respira
tra il lampo e il tuono.

09/07/019
Thomas Amadei

Un pensiero riguardo “Momenti di poesia. Ragni annidati, di Thomas Amadei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...