the red writer

Mi trovo sempre un po’ a disagio quando devo parlare di me. Preferisco sempre raccontare storie che nascono e prendono forma nella mia mente, raccontare quello che penso di determinate argomenti, raccontare le emozioni che provo quando leggo un bel libro o guardo un bel film. Preferisco raccontare dell’arte, delle emozioni umane, di tutto quello che ci identifica come essere umani.

Ma non amo raccontare di me.

Perché? Perché penso che al momento la mia storia sia poco interessante e spendere lettere per questa sarebbe uno spreco di tempo. Ma, siccome oggi compio la bellezza di 24 anni, vi racconterò qualcosa

Mi chiamo Pedro e sono un tecnico. Sì, nella vita di tutti i giorni faccio un lavoro che non ha niente a che vedere con l’arte. Lavoro nell’ambito della metalmeccanica e ho anche studiato per lavorare in quel settore. Quindi sono un perito tecnico a tutti gli effetti.

Ma…

View original post 425 altre parole