FRODI ALIMENTARI: COME DIFENDERCI, di Lia Tommi

FRODI ALIMENTARI : COME DIFENDERCI

La sezione di Alessandria di Italia Nostra, nell’ambito delle attività per la difesa della QUALITA’ della VITA, organizza una CONFERENZA

MARTEDI’ 23 LUGLIO h. 17,15 – 18,30

TEATRO PARVUM – sala giovani – Via Mazzini n.85/c

Presiede: FRANCESCA PETRALIA, Presidente di Italia Nostra sezione Alessandria

Relazione: dott. STEFANO MERIGGI

sul tema: VARI TIPI DI FRODI: LEGGI E DIFESA DEI CONSUMATORI

Conclusioni: ENZIO NOTTI, Presidente onorario di Italia Nostra
sezione Alessandria

Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura, di Lia Tommi

“PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA”

CONFAGRICOLTURA PREMIA GLI INNOVATORI:
TREDICI IMPRESE ED AGGREGAZIONI TESTIMONIAL
DEL PROGRESSO AGRICOLO

A Roma, a Palazzo della Valle, Confagricoltura ha premiato gli innovatori agricoli. Sul podio tredici imprese ed aggregazioni che si sono poste in evidenza per il proprio impegno nell’utilizzare le più avanzate soluzioni tecnologiche e digitali, nell’aggregarsi per raggiungere precisi obiettivi (l’unione fa la forza), nel combinare sostenibilità economica ed ambientale, nell’essere attenti al territorio, nel fare cultura e arte.

Sono intervenuti il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ed il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.
Il “Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura” di Confagricoltura è stato indirizzato a tutte le aziende agricole che hanno sviluppato o implementato negli ultimi tre anni soluzioni innovative. Si è articolato in tre categorie: Nuove frontiere (innovazioni tecnologiche relative a processi, prodotti e servizi, applicati a livello di impresa); Reti, Filiere (soluzioni innovative intraprese tra due o più attori); Smart land, Smart city (innovazioni che mettano in relazione le aree rurali con quelle urbane e progetti capaci di unire arte, turismo e cultura, creando sinergie fra la dimensione agricola e quella culturale nelle sue varie forme). Continua a leggere “Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura, di Lia Tommi”

Rintracciato con la refurtiva a bordo di un treno, di Lia Tommi

FURTO IN TABACCHERIA NELLA STAZIONE DI ROMA OSTIENSE RINTRACCIATO CON LA REFURTIVA A BORDO DI UN TRENO DIRETTO A TORINO DALLA POLIZIA DI STATO

E’ stato rintracciato ieri notte, a bordo di un treno diretto a Torino Porta Nuova, l’autore di un furto commesso nella tabaccheria della stazione di Roma Ostiense.
Dopo aver forzato la porta d’ingresso del negozio, il malvivente, un cittadino serbo senza fissa dimora, aveva asportato numerosi valori del Monopolio di Stato (pacchetti di sigarette, un centinaio di ricariche telefoniche di vari gestori, un centinaio di biglietti della metro di Roma, confezioni di tabacco e un centinaio di tagliandi gratta e vinci), cercando poi di far perdere le proprie tracce, utilizzando un treno notturno in partenza da quella stazione e diretto a Torino.
Non è sfuggito però ai controlli degli operatori della Polizia Ferroviaria di Alessandria, impegnati in un servizio di scorta a bordo del convoglio prescelto dal ladro per la fuga, venuti a conoscenza del furto avvenuto poco prima.
Giunti all’altezza di Civitavecchia, gli agenti hanno rintracciato un soggetto corrispondente alla descrizione fornita da alcuni testimoni. Alla vista dei poliziotti, lo straniero ha tentato di nascondersi all’interno del bagno del convoglio, dove è stato raggiunto e bloccato. Sottoposto a perquisizione, all’interno del suo bagaglio è stata rinvenuta la refurtiva proveniente dal colpo alla tabaccheria. Continua a leggere “Rintracciato con la refurtiva a bordo di un treno, di Lia Tommi”

Operazione “Manolesta”: ladri seriali di merce Outlet e autogrill, di Lia Tommi

OPERAZIONE “MANOLESTA”: LA POLIZIA STRADALE DI ALESSANDRIA OVEST DENUNCIA 2 LADRI SERIALI DI MERCE OUTLET E AUTOGRILL.

Partivano dall’Emilia per uno shopping itinerante tra autogrill autostradali e l’Outlet di Serravalle Scrivia, due marocchini E.H.D. di 29 anni e N.M. di 31 anni, entrambi residenti in provincia di Reggio Emilia che, anziché pagare, rubavano cospicue quantità di articoli alimentari, elettronici e di abbigliamento, occultandoli in borse schermate da fogli di carta stagnola al fine di eludere i sistemi antitaccheggio.
E’ quanto accertato dagli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Alessandria Ovest che, lo scorso aprile, lo hanno sottoposti a controllo sull’autostrada A/21, presso l’autogrill di Tortona.
Durante il controllo gli Agenti hanno notato un certo nervosismo da parte dei due e da un più approfondito controllo della vettura, la coppia risultava avere occultato nell’auto 32 tranci di parmigiano reggiano, 4 prosciutti, vari generi alimentari nonché capi di abbigliamento “lacoste”, varie polo “Ralph Lauren”, profumi e console gioco “Nintendo”, per un valore totale di circa 3000€.
La merce veniva tutta sequestrata e nel contempo, gli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Alessandria Ovest, coordinati dal Comandante Sost. Commissario Coord.re Luca COLUSSI, avviavano gli accertamenti per individuarne la provenienza, acquisendo le immagini di sorveglianza degli autogrill autostradali e dei negozi dell’Outlet di Serravalle. Continua a leggere “Operazione “Manolesta”: ladri seriali di merce Outlet e autogrill, di Lia Tommi”

CERCHI DI LUCE, di Silvia De Angelis

io e mamma

Si fan flebili i tuoi cerchi di luce

nel tempo che ghermisce l’essenza di donna.

Si assottiglia inesorabilmente il tuo slancio

privandoti di quella dolce recita

che intrattieni nelle attenzioni del giorno.

Mi immergo per lunghi istanti

nella chiarità del tuo sguardo

mi ricompensa di profondo ascolto

e d’empatie sottili che sento vibrare

nell’enfasi della tua iride sbiadita

ma sempre vogliosa attingere

nuove vernici per ossigenare

il tenore ormai recondito.

S’ accresce di quelle dolci carezze

evolute in un percorso senza eguali

in quei soffi di vento aperti

a un sogno indelebile di te

@Silvia De Angelis

Momenti di poesia: “Cercare una cosa” di Roberto Juarroz

andrea kowch4

Cercare una cosa
è sempre incontrarne un’altra.
Così, per trovare qualcosa,

bisogna cercare quello che non è.
Cercare l’uccello per incontrare la rosa,
cercare l’amore per trovare l’esilio,
cercare il nulla per scoprire un uomo,
tornare indietro per andare avanti.
La chiave del cammino,
più che nelle sue biforcazioni,
il suo incerto inizio
o il suo dubbio finale,
è nel caustico umore
del suo doppio senso.
Si arriva sempre,
ma da un’altra parte.
Tutto passa.
Però al contrario.
Roberto Juarroz – 12ma poesia verticale – ‘Buscar una cosa’

Contro gli autoritarismi

elena gozzer

Gli autoritari non ascoltano, impartiscono… e pensano di poter “gestire”, e intanto perdono credibilità e ad ogni nuovo passo si rendono sempre un po’ più ridicoli; ma finché le menti spente non se ne accorgono, gli autoritari mantengono il potere. Una mente spenta può confondere un “uomo ridicolo” definendolo “originale e di carattere… uno che sa il fatto suo!”.

1341570306-720x0-c-defaultImmagine presa dal web tratta dal film “Il Dittatore”.

Gli autoritari li riconosci subito: hanno il pessimo vizio di impartire ordini e pretendono di avere sempre le verità in tasca, ostentano certezze e raramente hanno dubbi; non sanno chiedere, discutere, non conoscono confronto, empatia e ignorano il concetto di “visione dell’altro”; la comunicazione avviene attraverso un monologo: l’autoritario parla e impartisce ordini e gli altri, tutti e sempre, ascoltano.

Pyongyang, Kim Jong Un dirige il primo congresso del Partito dei LavoratoriImmagine del dittatore nord coreano Pyongyang presa dal web da un articolo de “Il fatto Quotidiano”.

Gli autoritari a lungo andare (purtroppo…

View original post 1.349 altre parole

Quando impazziscono le stelle

elena gozzer

A volte ho la sensazione che i punti di riferimento, quelli che fungono da faro o da stella polare nei momenti di tempesta non esistano più; mi capita… mi prende questo dubbio atroce che forse le stelle si muovano in vortici confusi stravolgendo le galassie, e i fari in riva al mare siano tutti spenti, le bussole impazzite.

eso1012a

Una sensazione di smarrimento totale che ti toglie la terra da sotto i piedi, la percezione dello spazio svanisce, le dimensioni e le forme delle cose cambiano in continuazione… è terribile!!

Un po’ come quando in una giornata limpida esplori sentieri in alta montagna che non hai mai percorso, di quelli che perlopiù son ricavati fra la vegetazione dal passaggio frequente degli animali selvatici, quelli che si inoltrano invisibili fra i rododendri e aggirano con labirinti contorti le mughete.

4723A

Non sono percorsi segnati sulle mappe ufficiali, non ci sono segnaletiche, non…

View original post 458 altre parole

Giro vagando, di Franco Bonvini

Giro vagando, di Franco Bonvini

È solo un piccolo paesino sulle sponde
di un piccolo lago
quattro case e un solo sentiero
che va sulla riva.
E non è l’ uomo non è il ragazzo
che va girovagando
non è la ragazza carina
che si affaccia al balcone a guardare.
Forse le assomiglia solo un poco
forse non è neanche lei,
forse è solo vestita degli stessi colori.
Si affaccia una signora al balcone
dentro ha gli stessi colori
ti guarda passare vagando
ma sì forse non è neanche lui
così rientra nelle sue stanze
ha un baule che le racconta di lei.

Dietro ogni foto una data
sopra ogni data un foto,
e un vestitino leggero.

https://bonvinifranco.wordpress.com/2019/07/17/giro-vagando/

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=54203

In punta di spillo

Il mio cuore nudo

In punta di spillo

danzando su gocce spaiate

di torrenti rinsecchiti,

balbettando al vuoto le parole

raggomitolate e stropicciate,

ma che ne può sapere

un poeta moderno dal passo

di incantatore di serpenti.

Nel segreto di inchiostro

rappreso dal dolore, ondeggia la beatitudine

dei numeri primi.

Oscilla greve l’inganno del vento,

affoga l’incertezza degli eventi, che

non si limitano alla cornice

dal perpetuo moto della rosa.

Non lasciarti piovere addosso

nel labirinto di legge e giustizia

dove la prima ti fotte e la seconda è

latitante di comodo.

07/07/019

Thomas Amadei

View original post

Presenze

Il mio cuore nudo

Presenze

di braccia tese come un violino

stringevano la pelle

come se fosse un lenzuolo,

i muscoli erano evaporati e

la voce strozzata.

Efori mostruosi erano

venuti a riscuotere il dovuto

per il quieto riposo.

Brividi camminavano sulla schiena

non c’era nulla che potessi fare,

se non sognare una preghiera

che da bambino rimandavo a memoria

quando in silenzio avevo paura.

19/07/019

Thomas Amadei

View original post

Colesterolo, le proteine della soia aiutano a ridurlo

Antonella Lallo

https://dilei.it/benessere/proteine-soia-riduzione-colesterolo/615497/

Leproteine della soiaaiutano aridurre i valori del colesterolo: questa è la conclusione di un lungo lavoro di revisione clinica portato avanti dagli studiosi dell’American Heart Association.

Il risultato dell’analisi di quasi 50 studi clinici è stato pubblicato sulle pagine della rivistaJournal of the American HeartAssociation.

L’indagine in questione ha messo in primo piano l’associazione tra ilconsumo di proteine della soiae lariduzionesia delcolesterolo LDL– ossia quello cattivo – sia di quellototale.

L’efficacia dell’assunzione diproteine provenienti dalla soiaaumenta nei casi in cui questo principio nutritivo viene assunto assieme ad altri alimenti noti per la loro efficacia anti colesterolo.

Stiamo parlando soprattutto di cibi come le noci, ma anche di altri alimenti caratterizzati dalla presenza di steroli vegetali(p.e. olio di semi di sesamo, germe di grano, semi di girasole etc.).

Associando il consumo di…

View original post 225 altre parole

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60474

67341630_801461803583603_1939102116949786624_o.jpg

Ti ricordi luna?

Quanti anni sono trascorsi

dai giorni

dei miei desideri.

In silenzio

ascoltavi i segreti

svelandomi i tuoi

e schiarivi le tenebre.

Ti specchiavi sul mare

insieme alle stelle

facendo delle onde

un ricamo di luce.

Son tornato a cercarti

e con te

l’uomo che ero

e forse non riconosci.

A chiederti perché

non sento più

intorno e nel cuore

le note della tua voce.

Sai,

non amo più la notte

e i suoi misteri

mi fanno paura.

Il silenzio

che mi faceva librare

è solo un involucro

di vuota malinconia.

Ho provato a guardarti

con gli occhi

di un tempo

ma anche tu sei diversa.

Così distante

nel tuo candido velo

seppur maestosa

e ancora più bella.

Su di me più non posi

il gentile chiarore

la tua splendida luce

oramai irraggiungibile

Dario Menicucci

UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli

UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli

Metti una studentessa universitaria che decide di realizzare una tesi su Luciano De Crescenzo. Metti lo scrittore partenopeo che si offre di accompagnare la giovane laureanda nei luoghi in cui ha vissuto. Il risultato è un viaggio nella terra del sole come lo fu per Dante nella Divina commedia. 

Il paragone forse è eccessivo ma ha dalla sua il sapore della reminiscenza, la riscoperta di quel passato che ci ha visto crescere, patire e gioire in tutti gli aspetti emozionali della nostra vita. Perché noi siamo ciò che siamo stati. 

UN CICERONE NAPOLETANO.jpg

Si potrebbe racchiudere così il senso del libro di De Crescenzo pubblicato nel 2014, “Ti porterà fortuna” con il sottotitolo “Guida insolita di Napoli”. L’inferno e il Purgatorio, per riprendere l’opera di Dante, altro non sono che quelle turbolenze giovanili del celebre scrittore-filosofo riemerse nell’itinerario dei ricordi. In verità c’è un passaggio del libro che ricorda proprio la Divina Commedia: quando l’autore e la studentessa Carla si ritrovano nel Cimitero delle Fontanelle, per i napoletani “O campusant’ d’e Funtanelle”, situato in alcune grotte tra i rioni Sanità e Vergine. Una specie di ossario comune davanti al quale un tempo si pregava affinché coloro che vi erano sepolti potessero veder ridotto il tempo da trascorrere in Purgatorio. Qui il Cicerone-De Crescenzo commenta: “Piuttosto che passare l’eternità a bruciare tra le fiamme dell’Inferno o in compagnia di un qualche santo in Paradiso intento a raccontarmi in ogni singolo dettaglio il proprio martirio, di sicuro preferirei trascorrere il più tempo possibile in Purgatorio.”  Continua a leggere “UN CICERONE NAPOLETANO, di vittoriano borrelli”

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

maurizio-miglietta

Alessandria: Le previsioni degli imprenditori alessandrini per i prossimi tre mesi mescolano segni positivi e negativi, preoccupazione e ottimismo, volontà di investire e incertezze sul futuro del paese. Il periodo estivo coincide peraltro sempre con un calo delle attività e quindi un rallentamento è fisiologico, benché l’estate 2019 stia facendo i conti con segnali particolarmente contrastanti sui mercati.

In ogni caso gli imprenditori alessandrini sono intenzionati a «reagire e mantenere il ruolo sociale», perché in fondo la provincia di Alessandria, «non è messa troppo male rispetto ad altre». È all’insegna della «reazione» a una fase di frenata, anche se non forte, e di profonda incertezza, l’edizione numero 179 dell’indagine congiunturale trimestrale di Confindustria Alessandria cui ha collaborato un campione di 106 aziende associate su 450. Maurizio Miglietta, presidente di Confindustria (nella foto), Renzo Gatti, direttore, e Giuseppe Monighini, responsabile dell’Ufficio Studi, snocciolano dati, analisi e commenti con un solo comune denominatore: se l’economia rallenta, gli imprenditori investono.

E se i numeri di produzione, occupazione ed esportazione nei settori metalmeccanico, chimico, gomma-plastica e alimentare vedono prevalere più segni negativi che positivi, è anche vero che complessivamente l’indicatore dell’occupazione registra un più 4, il totale degli ordini un più 1 e gli ordini export un più 2 (ma un meno 5 di produzione). Il terzo trimestre del 2019 è lontano dallo stesso periodo del 2018 quando l’occupazione era a più 6, la produzione a più 13, il totale ordini a più 7 e gli ordini export più 12. Continua a leggere “Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico”

Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse

Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse 

Fiaip Torino: Visura catastale da un agente immobiliare per riconoscere un imbroglio. Oggi i truffatori copiano annunci esistenti e chiedono caparre basse

 fiaip.png

Inserzioni fasulle, immagini finte, richieste di caparra su carte ricaricabili: sono diversi i segnali che ci permettono di capire se dietro un annuncio per una casa vacanza si nasconde una truffa. Fiaip Torino (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) stila un decalogo di consigli per accorgersi in tempo se stiamo cadendo vittime di un raggiro e se l’affare che stiamo per concludere in realtà sia una sonora truffa.

Dieci mosse da incrociare perché nessuna da sola è a garanzia della veridicità dell’annuncio. Nell’insieme però rappresentano uno strumento per stare tranquilli o per allarmarci.

1- EFFETTUARE LA VISURA CATASTALE. “L’unica verifica che può rivelarci se dietro un annuncio c’è il vero proprietario o un imbroglione è la visura catastale”, spiega Aurelio Amerio, presidente di Fiaip Torino. “Un controllo semplice e poco costoso, che un agente immobiliare può fare in pochi minuti attraverso il programma “Sister” dell’Agenzia delle Entrate, per il quale occorre il codice fiscale del proprietario”.  Continua a leggere “Case-vacanze, lontani dalle truffe in 10 mosse”

EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda

EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda

Effettua interventi senza l’utilizzo di ponteggi o piattaforme aeree utilizzando la tecnica innovativa e all’avanguardia della doppia fune di sicurezza che consente di offrire al cliente finale non solo servizi di qualità con standard di eccellenza e l’ovvio abbattimento del costo del ponteggio ma soprattutto una serie di vantaggi intangibili che non hanno prezzo: nessun ostacolo alla vista, totale libertà, luce, pulizia e totale sicurezza, anche durante i lavori.

DSC_0015.jpg

Nella foto interventi in corso in via Don Giovine Alessandria – Quartiere Borsalino

Una vera rivoluzione nel mondo dell’edilizia e una formula vincente che si traduce nei numeri: nell’ultimo anno EdiliziAcrobatica® ha registrato un aumento del fatturato del +50% e aumentato il numero di dipendenti e collaboratori arrivando oggi ad un organico di più di 650 persone.

E la crescita continua: EdiliziAcrobatica® oggi ha una Direzione Generale a Genova e 71 Sedi operative sul territorio, tra dirette e franchising. Un’azienda in continua espansione che crea nuove opportunità di lavoro in tutta Italia.

Tutti gli interventi esterni di ristrutturazione, ripristino, pulizia, installazione e manutenzione sono svolti da operai acrobatici senza l’utilizzo di costosi e fastidiosi ponteggi o di altre attrezzature per il sollevamento del personale addetto. Grazie alla tecnica dei lavori su corda i muratori acrobatici arrivano ovunque, non avendo limiti di altezza operativa. Inoltre, la tecnologia del lavoro su corda permette di intervenire in tempi record. Continua a leggere “EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda”

Momenti di poesia. Gocce di rugiada, di Rosetta Amoroso

Momenti di poesia. Gocce di rugiada, di Rosetta Amoroso

20246330_464777350546898_1162751682849626591_n.jpg

Gocce di rugiada

Quante volte mi è stata rubata
Questa frase mia ,la ritrovo dappertutto ,manin fa nulla ,anzi mi piace che piace ,
Una goccia di rugiada racchiude ,riflessi del luogo dove destinata e breve e la sua esistenza la sua resistenza è breve,i primi raggi solari Mattutini faranno si che evaporiscivoli giù a goccia sulla terra assetata
Su una tana di formiche o su un lombrico che
Lento sta passando ,sarà doccia fresca per una coccinella ,che si crogiola ,aprendo le alucce
delicate ,e simpaticamente colorate a PUA
Quante cose belle la natura ci dà.

Amoroso Rosetta luglio
Di,,R,,,@#

La vita è oggi viviamola intensamente, di Pier Carlo Lava

La vita è oggi viviamola intensamente, di Pier Carlo Lava

“Vivere intensamente l’attimo, assaporandone a pieno l’essenza, mi sembra un’ottima soluzione, per ampliare la visuale d’esistenza, aumentando la propria consapevolezza.” Silvia De Angelis

Alessandria today: Non importa come siamo, la vita è oggi perciò viviamola intensamente, trasformiamo i nostri sogni in obiettivi, perseguiamoli con entusiasmo, impegno e costanza sino a raggiungerli, sarà questa la cifra del nostro successo e il messaggio che lasceremo di noi stessi agi altri.

La vita è bella nicoletta-braschi-roberto-benigni.jpg

Molte persone vivono nel passato, rammentano quando erano giovani, forti e felici e al pensiero nostalgia e tristezza diventano scomodi compagni di viaggio.

Ovviamente non dobbiamo dimenticare il nostro passato, la nostra storia, da dove siamo partiti e cosa abbiamo fatto sino ad oggi, perchè chi dimentica il proprio passato non ha un futuro.

Ricordiamoci però che la vita è oggi, siamo come siamo non importa, perciòviviamo intensamente dobbiamo essere felici di esserci e di potere ricordare il nostro percorso terreno.

Viviamo ogni giorno come se fosse l’ultimo, cogliamo pienamente ogni attimo senza lasciarci sfuggire nessuna occasione per creare nuovi ricordi che domani si aggiungeranno a quelli che abbiamo già vissuto.

Poniamoci degli obiettivi e con impegno e costanza cerchiamo di raggiungerli in modo che un giorno quando finirà il nostro tempo le persone ci ricordino per quello che di positivo abbiamo fatto.

foto: https://movieplayer.it

DA NON PERDERE: “BLASFEMIE” di ENRICO RATTI (Gilgamesh Edizioni, 2019)

(by I.T.Kostka)

~

Sono sempre alla ricerca dello spessore e dell’originalità letteraria. Questo libro non può passare inosservato perché include tra i suoi versi il nucleo di un artista completo, poliedrico e ricco di variegate sfumature come un inestimabile caleidoscopio. Enrico Ratti: poeta, scrittore, pittore, personaggio teatrale e performer, un animo inquieto ancorato nelle profondità abissali delle cime tempestose chiamate “Arte”.
“Blasfemie”, il suo ultimo libro edito dalla casa editrice Gilgamesh Edizioni è imprevedibile come il carattere dell’autore stesso: riflessivo e rabbioso, diretto e surreale, personale e universale, sorprendente e familiare. È una valanga di pensieri conditi col talento, quello mai banale, a volte discutibile ma prezioso come un ruscello abbondante di acqua sorgente pura e instancabile. Sprofondo nelle pagine impregnate di saggezza, d’un fascino mistico e, spesso, ribelle.
Non leggo ma divoro con gusto ogni verso, ogni immagine dipinta sulla carta perché non è soltanto un libro ma un vero cortometraggio intrappolato con maestria in uno sconvolgente volume poetico di 119 pagine. Privo di prefazione travolge e porta via, non chiede ma pretende la nostra attenzione, non tenta ma entra con prepotenza nelle coscienze e… ci rimarrà per sempre!
Consiglio, fidatevi!

Izabella Teresa Kostka, Milano 2019

• Alcune poesie scelte:

• CENNI BIOGRAFICI

Festa nella Chiesa di San Giacomo della Vittoria, di Lia Tommi

Festa di San Giacomo Maggiore nella Chiesa di San Giacomo della Vittoria: Santa Messa Giovedì 25 luglio, ore 19:00. Celebrante Don Mauro Bruscaini.

In occasione della Festa di San Giacomo, sono state invitate le cariche istituzionali della Città di Alessandria alla Messa in onore del titolare della Chiesa di San Giacomo della Vittoria, celebrata dal Rettore del Seminario Vescovile di Alessandria Don Mauro Bruscaini.

Questo luogo, Tempio di Dio, patrimonio artistico ma soprattutto spirituale torna a vivere un momento altissimo con la celebrazione della Liturgia in onore del Santo a lui dedicato che ha visto la prima messa, dopo decenni, nel 2017.La comunità alessandrina è invitata a partecipare attivamente per vivere insieme la messa e a seguire subito dopo un momento di convivialità con un piccolo rinfresco offerto a tutti per ritrovarci insieme nella festa di San Giacomo.

La chiesa di S. Giacomo della Vittoria è un gioiello storico-artistico, simbolo architettonico per la città di Alessandria dell’epoca rinascimentale.La costruzione della chiesa di S. Giacomo della Vittoria ricorda un fatto d’arme glorioso, la vittoria riportata alle porte di Alessandria il 25 luglio 1391, giorno di San Giacomo, dagli Alessandrini con le truppe viscontee agli ordini del condottiero veronese Jacopo Dal Verme, che sconfissero l’esercito francese guidato da Giovanni III d’Armagnac che aveva assalito la città. Il bottino fu utilizzato, in parte, per la costruzione della chiesa, che fu chiamata, appunto, della Vittoria.

Racconti. L’ ULTIMO DESIDERIO, di Tiziana Valori

Racconti. L’ ULTIMO DESIDERIO, di Tiziana Valori

31287736_201437007330341_8937633394569773056_n.jpg

L’ ULTIMO DESIDERIO (racconto breve)

L’ultima sigaretta e anche la prima.

Non ho mai fumato ma il capitano kartofen che sta per comandare la mia kartofen esecuzione è ben fermo nel ripetere:

“Fuole fumare l’ultima sikaretta?”

“Non c’è qualcos’altro?” ho chiesto. “Un caffè, magari. Una limonata.”

No. Ha ripetuto l’offerta dell’ultima sigaretta prima di fucilarmi.

Guardo quella faccia baffuta e austriaca sotto quell’elmetto austriaco cui avrò mirato chissà quante volte dalla mia postazione mancandolo sempre.

Mi hanno catturato e, solo perché stavo nella zona di nessuno fra le due trincee, sono considerato una spia. Niente prigionia di guerra. Immediato passaggio per le armi.

“Ma no” ho cercato di farmi capire. “Che spia? Io obbedisco agli ordini. È il tenente che mi ha detto ‘mettiti lì e spara tu che hai una buona mira’.

Tutto inutile. Se mi capiscono fanno finta di non capire.

Il mangiacrauti mi porge la sigaretta senza neanche chiedermelo più. Che ho da perdere? Guadagno qualche minuto di vita. Me l’accende quel kartofen tanto gentile che vuole far presto a fucilarmi.

Tiro e quel fumaccio maligno mi entra nei polmoni, nei muscoli, nelle ossa. Non respiro più. Gli occhi mi escono lacrimando e l’aria dov’è mentre tossendo e sputando mi sembra di cacciare l’anima?

Quando riesco a dir qualcosa ansimo:

“Che aspettiamo? Vi prego, fucilatemi…”

Tiziana Valori

Momenti di poesia. La libertà, di Antonella Lallo

Momenti di poesia. La libertà, di Antonella Lallo

la libertà.jpg

I dolci capelli

son colorati e belli

Di un colore brillante

di tonalità spumeggiante

Vengono toccati armoniosamente

da un serpente

invadente

Che ti circonda

come se fosse un’onda

Ma arriverà la libertà

quando il serpente fuggirà.

Tanta gioia nel cuore porterà

questa grandiosa libertà

By AntonellaLallo

Racconti. LA RANA E IL BUE, ERREBI da una favola di Fedro del secolo I

Racconti. LA RANA E IL BUE , ERREBI da una favola di Fedro del secolo I

Fabulae e Fiabe

67200990_454865465090990_5431312511766888448_n

LA RANA E IL BUE

Una piccola rana, un poco spocchiosa e vanitosa, si specchiava sul bordo di un ruscello, nelle prossimità di un pantano, quando alzando la testa verso il prato lontano, vide un bellissimo e grande bue, che indifferente e tranquillo pascolava con assoluta disinvoltura.
In lei scattò subito l’invidia e subito ebbe ad atteggiarsi con petto in fuori per imitarlo e nel farlo si rivolse alle sue amiche vicine:
“ Sarà anche bello e grosso quel bue, ma anche io se voglio posso essere più di lui”
E preso fiato si gonfiò a dovere.
“ Guardatemi, sono già più grossa di lui”
Ma le altre rane in coro gli dissero sinceramente di no.
Allora raddoppiò lo sforzo e mise quasi tutto il fiato che aveva in corpo per gonfiarsi ancora di più e poi…
“ Che ne dite? Ora si che sono più grossa!”
“ Il bue! Il bue!” Risposero in coro
La rana non resisteva più a quell’ignobile affronto e sconfitta, allora in ultimo sforzo, tese talmente la sua pelle e tutto il suo corpo che….schiantò e morì sul colpo.

MORALE: Ognuno è fatto come è fatto e ognuno ha la sua dote, chi la bellezza, chi la forza del corpo, chi le ricchezze, chi gli amici potenti, chi l’intelligenza, e ognuno deve essere contento del suo. Non ci si deve sforzare, con l’invidia, di imitare chi si crede sia superiore, è soltanto una misera e ignobile pazzia.

ERREBI da una favola di Fedro del secolo I

Immagine: Grandville – La rana e il bue, illustrazione per il libro ” Fiabe di La Fontaine” (1621- 1695) pubblicato da H. Fournier Aine nel 1838

Culturaidentità di Cristina Saracano

Venerdì 19 luglio 2019 alle ore 18,00 presso
Il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria
si terrà la presentazione del Progetto
CULTURAIDENTITÀ
Interviene Edoardo SYLOS LABINI

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta: “Esprimo grande soddisfazione nel presentare ad Alessandria il progetto di con Edoardo Sylos Labini.
Un’iniziativa intellettuale molto interessante di difesa e di valorizzazione della nostra cultura e delle nostre tradizioni.
Cultura e bellezza di cui l’Italia è ricchissima e di cui mai come oggi si avverte la necessità, per cui sono convinto che un progetto come questo debba essere divulgato ed incentivato”.

CulturaIdentità è un’associazione che ha come scopo la difesa, la promozione e la diffusione dell’Identità italiana e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e artistico. Siamo operatori culturali, artisti, giornalisti, intellettuali e imprenditori che in un mondo globalizzato vogliono riscoprire il valore della nostra italianità.

“Difendere l’Identità e, conseguentemente, la Cultura di un popolo, corrisponde alla certezza che quel popolo veda il futuro. Non c’è avvenire, infatti, se non si rispettano le proprie origini, se non si difendono le proprie tradizioni. Essere Italiani vuol dire essere figli di culture distanti geograficamente ma che, intrecciate tra loro, formano il DNA di una sola Cultura, quella italiana, amata in tutto il mondo”.

“Attraverso la rete di CulturaIdentità aggreghiamo associazioni, fondazioni, onlus promuovendo incontri ed iniziative culturali su tutto il territorio italiano, rilanciando una battaglia per un settore troppo spesso dimenticato dai nostri governi. Il nostro gruppo sviluppa e approfondisce alcuni dei temi di attualità più urgenti e in primis la battaglia per la valorizzazione e la crescita di quello che dovrebbe essere, ma purtroppo non è, il nostro marchio di fabbrica: il nostro patrimonio artistico – culturale. CulturaIdentità crede nell’italianità come valore identitario, ponendo le basi per un modello nuovo, propositivo, lontano dal “politicamente corretto” che dietro all’omologazione del pensiero unico ha creato solo sacche di potere e di interessi economici.
Da febbraio 2019 è nato il mensile di 32 pagine #CulturaIdentità, distribuito in tutt’Italia in allegato gratuito a Il Giornale. Il mensile raccoglie alcune tra le firme più interessanti del panorama culturale italiano: Vittorio Sgarbi, Giordano Bruno Guerri, Giampaolo Rossi, Pietrangelo Buttafuoco, Diego Fusaro, Angelo Mellone, Alessandro Meluzzi, Nino Spirlì, Laura Tecce, Marcello de Angelis e tanti altri. Fondato da Edoardo Sylos Labini e diretto da Alessandro Sansoni”.

EDOARDO SYLOS LABINI
Presidente – Direttivo Nazionale
Attore, autore, regista, editore, nasce a Pomezia (Roma), il 4 dicembre 1971. Attualmente consulente artistico del Teatro Manzoni di Milano e organizzatore della rassegna Mondadori OFF per Mondadori Store. Nel 2013 fonda e dirige il web magazine IlGiornaleOff.it, approfondimento dell’inserto OFF cartaceo del sabato del quotidiano Il Giornale. Uno spazio dedicato agli artisti emergenti che gli è valso il Premio Margutta per l’Editoria 2017. Il suo debutto sulle scene avviene nel 1995, al fianco di Alida Valli, in Questa sera si recita a soggetto di L. Pirandello, regia di Giuseppe Patroni Griffi. Nel 1998 è stato segnalato come autore al Premio Riccione con la sua opera prima Scritti metropolitani per violino. È stato protagonista di numerose fiction e ha calcato i palcoscenici dei più importanti teatri italiani diretto, tra gli altri, da G. Sepe, A. Pugliese, R. Guicciardini, S. Marconi, A. D’Alatri. Avvia poi un percorso autoriale interpretando i grandi personaggi della storia e della letteratura italiana, da F. T. Marinetti a Italo Balbo, da Giuseppe Mazzini a Gabriele D’Annunzio passando per l’imperatore Nerone. Nel marzo 2011 ha ricevuto la medaglia dalla Presidenza della Repubblica in occasione del 150° dell’Unità d’Italia per lo spettacolo Disco Risorgimento, una storia romantica, di F. Gili, regia di A. D’Alatri. Dal 2015 è direttore artistico del Teatro Civico di Norcia. Nel 2016 riceve il Premio Penisola Sorrentina per lo spettacolo D’Annunzio Segreto di A. Crespi, regia di F.Sala. Nel febbraio del 2018 ha fondato e lanciato sul palco del teatro Manzoni di Milano il movimento CULTURAIDENTITÀ.

Non mollare mai !!! (Never give up) di Pier Carlo Lava

Non mollare mai !!! (Never give up)

“Non mollare mai!, la sconfitta arriva quando smetti di lottare, mentre la vittoria più bella arriva quando tutto sembrava perduto”.

di Pier Carlo Lava

“A volte sembra la fine della strada ma spesso è solo una curva sul tuo cammino”… anonimo.

non mollare mai.jpg

Quante volte ci siamo trovati in determinate situazioni e abbiamo cercato in tutti i modi di evitare che accadesse il peggio, ma purtroppo se deve succedere nessuno di noi può impedire che accada l’inevitabile.

Il ciclo della vita fa in suo corso, le cose accadono e molte volte proprio quando non ce lo aspettiamo e questo ci fa ancora più male.

Questo però non significa che alle prime avversità si devono tirare i remi in barca, non ci dobbiamo arrendere, “non dobbiamo mollare mai” sino alla fine, perchè come ben sappiamo la speranza è l’ultima a morire.

Le battaglie nella vita così come nel lavoro e nella società si possono perdere, ma a volte anche se all’ultimo minuto si possono vincere, proprio quando ci sembra di avere ormai perso ogni barlume di speranza, perciò occorre combattere sempre, non mollare mai!!!.

Non mollare mai.

Non importa cosa sta accadendo,

Non mollare mai.

Sviluppa il cuore.

Nel tuo paese troppa energia

Viene spesa sviluppando la mente invece del cuore.

Sii compassionevole,

non solo con i tuoi amici

Ma con ognuno.

Sii compassionevole,

lavora per la pace,

Nel tuo cuore e nel mondo.

E io dico ancora:

Non mollare mai.

Non importa cosa sta succedendo.

Non importa cosa sta accadendo attorno a te

Non mollare mai

Dalai Lama

foto: https://www.lettore.org

Rue sur les murs

Monty guidon

15676455_719119988246306_6110722941666004195_o

Rue sur les murs

a la poésie des mots

répond

la grâce païenne  du haut lieu

Rue sur les murs

rempart

résistance sereine  où l’on vint

au chemin résilience où l’on va

Rue sur les murs

hausse et en élève

de sa craie granitée

des eaux tumultueuses protège cité

Rue sur les murs

chaîne et lanterne

sous leurs plus beaux atours

où ne ternit point le pas sourd

15591375_719119984912973_8854760311428561191_o

View original post

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai, di Pier Carlo Lava

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

di Pier Carlo Lava

La libertà è solo un illusione

Alessandria today: “La libertà come la vita, non ha prezzo, forse è per questo che solo pochi possono permettersi di averla…”

Abbiamo una sola libertà… quella di vivere in una società teleguidata dai poteri forti, dalle lobby, dalle multinazionali e dai grandi gruppi finanziari, che hanno un costante e completo controllo della nostra vita e muovono le fila di tutto quello che succede nel mondo. Siamo come tante marionetta in mano a pochi burattinai.

Libertà, ecco cosa recita la Costituzione della Repubblica italiana all’Art. 13

“La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altre restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all’autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto. È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà. La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva”

Ma se la Costituzione della Repubblica italiana per taluni aspetti ci garantisce la liberà, per altri invece purtroppo non ci protegge, anche per il fatto che quando è stata stilata e sottoscritta, il 27 dicembre del 1947 dopo 18 mesi di lavoro dell’Assemblea Costituente, dall’allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, non sussisteva e nemmeno era pensabile che un giorno ci potessimo trovare nella situazione attuale.

Quando un paese è dominato dalla dittatura nessuno è libero e la storia passata del nostro paese purtroppo insegna. Continua a leggere “La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai, di Pier Carlo Lava”

LA RANA E IL BUE, di Roberto Busembai

Una piccola rana, un poco spocchiosa e vanitosa, si specchiava sul bordo di un ruscello, nelle prossimità di un pantano, quando alzando la testa verso il prato lontano, vide un bellissimo e grande bue, che indifferente e tranquillo pascolava con assoluta disinvoltura. 
In lei scattò subito l’invidia e subito ebbe ad atteggiarsi con petto in fuori per imitarlo e nel farlo si rivolse alle sue amiche vicine:
“ Sarà anche bello e grosso quel bue, ma anche io se voglio posso essere più di lui”
E preso fiato si gonfiò a dovere.
“ Guardatemi, sono già più grossa di lui”
Ma le altre rane in coro gli dissero sinceramente di no.
Allora raddoppiò lo sforzo e mise quasi tutto il fiato che aveva in corpo per gonfiarsi ancora di più e poi…
“ Che ne dite? Ora si che sono più grossa!”
“ Il bue! Il bue!” Risposero in coro 
La rana non resisteva più a quell’ignobile affronto e sconfitta, allora in ultimo sforzo, tese talmente la sua pelle e tutto il suo corpo che….schiantò e morì sul colpo.

MORALE: Ognuno è fatto come è fatto e ognuno ha la sua dote, chi la bellezza, chi la forza del corpo, chi le ricchezze, chi gli amici potenti, chi l’intelligenza, e ognuno deve essere contento del suo. Non ci si deve sforzare, con l’invidia, di imitare chi si crede sia superiore, è soltanto una misera e ignobile pazzia.

ERREBI da una favola di Fedro del secolo I

Immagine: Grandville – La rana e il bue, illustrazione per il libro ” Fiabe di La Fontaine” (1621- 1695) pubblicato da H. Fournier Aine nel 1838

Il nostro Paese per una poltrona

Il nostro Paese per una poltrona

MoVimento 5 Stelle https://www.ilblogdellestelle.it/

Giocare sporco e su più tavoli, per una poltrona: ecco cosa c’è dietro la decisione presa dalla Lega sul voto al nuovo Presidente della Commissione UE von der Leyen.

Il nostro paese.png

Ora ci attaccano, come spesso fanno per sviare l’attenzione e accendere i riflettori su qualcosa di meno imbarazzante. Ma sono stati proprio loro ad ammettere questa “strategia”; una mossa che però non fa certo gli interessi degli italiani. Detto altrimenti, hanno sostenuto la volontà italiana di pesare in Europa per cambiare le regole, salvo poi fare marcia indietro quando non hanno ottenuto garanzie sulla poltrona di Commissario a cui guardavano dal giorno dopo il voto di maggio.

Vogliamo fermare la serie di menzogne che leggiamo in questi giorni e vogliamo fare chiarezza perché, come spesso accade, la verità è una cosa semplice: e i cittadini hanno il diritto di conoscerla.

Il MoVimento 5 Stelle ha lavorato per l’interesse del Paese, tutelando il lavoro portato avanti dal Presidente Conte in sede europea; un mandato sostenuto da tutte e due le forze di maggioranza, anche dalla Lega. Ma questo stesso partito, evidentemente, ha poi scelto di trattare privatamente, per il proprio interesse. Per una poltrona. L’europarlamentare leghista Donato, infatti, riprendendo uno scambio di battute di Claudio Borghi su Twitter conferma e rivendica la strategia: dissimulare un sostegno alla von der Leyen per poi sfilarsi e fare lo scaricabarile sul MoVimento.

Ma perché sfilarsi? Semplice, la trattativa non è andata a buon fine. Lo spiega bene Fabio Martini oggi su La Stampa: la priorità leghista era blindarsi la poltrona, non ottenere impegni dall’Europa su migranti, lavoro e ambiente. Continua a leggere “Il nostro Paese per una poltrona”

Intervento dei Carabinieri al Pronto Soccorso, di Lia Tommi

A conclusione degli accertamenti, i Carabinieri della Stazione di Pontestura hanno denunciato in stato di libertà per minaccia aggravata, interruzione di pubblico servizio e porto ingiustificato di armi od oggetti atti a offendere M.C., 40enne residente in Coniolo, pregiudicato.
Nel corso della serata del 16 luglio, intorno alle ore 23:30 circa, l’uomo entrava all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Casale Monferrato, si avvicinava alla reception e minacciava l’infermiera di turno addetta al triage con un coltello a serramanico di 18 centimetri, urlando frasi minacciose all’indirizzo di un dottore e di una guardia giurata. Immediatamente venivano allertati il personale di sicurezza dell’Ospedale e la Centrale Operativa dei Carabinieri di Casale Monferrato. In pochi minuti, giungevano sul posto le pattuglie delle Stazioni di Ozzano Monferrato, di Pontestura e del NOR. Il soggetto veniva calmato e, dopo aver consegnato il coltello, veniva accompagnato presso il Comando Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato per gli atti del caso.

Café Society

laulilla film blog

schermata-2016-10-02-alle-13-59-47

 

recensione del film:
CAFE’ SOCIETY

Regia:
Woody Allen

Principali interpreti:
Jeannie Berlin, Steve Carell, Jesse Eisenberg, Blake Lively, Parker Posey, Kristen Stewart, Corey Stoll, Ken Stott, Anna Camp, Stephen Kunken, Sari Lennick, Paul Schneider
– 96 min. – USA 2016″

Siamo negli anni ’30 del secolo scorso. Il giovane Bobby Dorfman (Jesse Eisenberg), aspirante scrittore, vive a NewYork in una famiglia che rassomiglia molto a quelle soffocanti e anche un po’ buffe famiglie ebraiche che il grande Woody aveva descritto  così bene nei suoi film giovanili: un padre autoritario e alquanto rozzo, titolare di una piccola bottega da gioielliere al Bronx, una madre apparentemente sottomessa e i figli in giro a farsi la loro vita, salvo ritrovarsi quasi sempre, con un po’ di altri parenti, durante le feste comandate, tutti intorno alla tavola per ricordare, discutere e litigare. Un fratello di quella madre, Phil (Steve Carell), era un boss della cinematografia hollywoodiana, agente di noti attori dell’epoca, stimato e influente, con conoscenze non…

View original post 565 altre parole

Irrational Man

laulilla film blog

Schermata 2015-12-27 alle 15.04.56recensione del film:
IRRATIONAL MAN

Regia:
Woody Allen

Principali interpreti:
Jamie Blackley, Joaquin Phoenix,Parker Posey, Emma Stone, Meredith Hagner, Ethan Phillips, Ben Rosenfield, Julie Ann Dawson, Allie Marshall, David Aaron Baker, Pamela Figueiredo Wilcox, J.P., Valenti, Susan Pourfar, David Pittu, Nancy Ellen Shore – 96 min. – USA 2015.

Anche quest’anno è arrivato il cinepanettone di Woody Allen, puntualissimo e abbastanza ovvio, come i suoi più recenti film da qualche tempo (solo il finale di cui non dirò nulla, ovviamente, mi è sembrato un po’ insolito). In una cittadina dell’East Coast è arrivato per insegnare filosofia nella locale università il professor Abe (Joaquin Phoenix). E’ un uomo non più giovanissimo, belloccio, che si porta addosso (oltre a qualche chilo di troppo) la fama del gran seduttore: in ogni caso le donne lo notano da subito, forse perché ha l’aspetto del bel tenebroso, che, a quanto pare, piace sempre. In realtà Abe è davvero un po’…

View original post 318 altre parole

In guerra

laulilla film blog

recensione del film:

IN GUERRA

Titolo originale:

En guerre

Regia:

Stéphane Brizé

Principali interpreti:

Vincent Lindon, Mélanie Rover, Jacques Borderie, David Rey, Olivier LemaireIsabelle Rufin, Bruno Bourthol, Sébastien Vamelle, Valérie Lamond, Guillaume Daret, Jean Grosset, Frédéric Lacomare, Anthony Pitalier, Séverine Charrie – 105 min. – Francia 2018.

Presentato a novembre nelle nostre sale e dalle medesime assai presto uscito, l’ho miracolosamente ripreso al volo e in lingua originale, grazie  alla breve riproposizione del cinema Massimo di Torino (Museo del Cinema).

La vicenda in breve e il film

Nel cuore della Francia di oggi (Nuova Aquitania) più di mille lavoratori della Perrin, fabbrica dell’indotto automobilistico ad alto contenuto tecnologico, sono impegnati a difendere il posto di lavoro, messo in forse dalla direzione dell’azienda che ha sede in Germania, di cui lo stabilimento francese è parte organica. Dalle parole del sindacalista Laurent (Vincent Lindon, magnifico) apprendiamo subito che i motivi dello scontro…

View original post 399 altre parole

La La Land

laulilla film blog

schermata-2017-01-29-alle-14-45-51

recensione del film:
LA LA LAND

Regia:
Damien Chazelle

Principali interpreti:
Ryan Gosling, Emma Stone, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sandra Rosko
– 126 min. – USA 2016.

Come il precedente Whiplash del giovane regista Damien Chazelle, anche questo è un film musicale, in modo diverso, ma neppure troppo. In entrambi, infatti, il tema di fondo è quello del lavoro duro necessario per ottenere quel successo che i protagonisti si propongono. In questo film, però, non si vedono né sangue né croste sulle dita del musicista (la batteria era infatti lo strumento di Andrew Neyman, il protagonista del film precedente), e neppure la compiaciuta severità di un maestro che, oltre a insegnare la musica, vorrebbe insegnare a vivere: ci pensa la vita stessa a spiegare come vanno le cose in quell’universo molto particolare che ruota intorno allo star system hollywoodiano e a dirci che, se il sangue del cuore è…

View original post 525 altre parole

Cléo dalle 5 alle 7

laulilla film blog

recensione del film:
CLEO DALLE 5 ALLE 7

Titolo originale:
Cléo de 5 à 7

Regia:
Agnès Varda

Principali interpreti

Corinne Marchand, Antoine Bourseiller, Dominique Davray, Dorotée Blanck, Michel Legrand, José Louis de Villalonga. – 85 min. – Francia 1962.

Ad Agnès Varda, la splendida novantenne signora del cinema francese, grande regista e grande fotografa, scomparsa qualche giorno fa, dedico la recensione di questo suo bellissimo film, il primo uscito in Italia, cui farò seguire quella dell’ultimo, uscito nelle nostre sale un anno fa: Visages-VIllages.
È un tributo modestissimo, ma molto affettuoso, alle sue opere, che sempre mi hanno comunicato emozionanti riflessioni sul tempo che inesorabile passa, sullo sgomento per l’ineluttabilità della fine, insieme alla gioia di vivere, “fino all’ultimo respiro”, il grande e misterioso dono che è la nostra vita.

Florence, in arte Cléo (Corinne Marchand), è una giovane e bella donna, cantante radiofonica di successo, che si…

View original post 450 altre parole

Pallottole in libertà

laulilla film blog

recensioni del film:
PALLOTTOLE IN LIBERTÅ

Titolo originale:
En Liberté

Regia:
Pierre Salvadori

Principali interpreti:
Adèle Haenel, Pio Marmaï, Vincent Elbaz, Audrey Tautou, Damien Bonnard – 108 min. – Francia 2018.

Questo è un film bizzarro e anche un po’ bislacco: attraversa, con grande disinvoltura, non solo i generi, ma anche i registri narrativi, senza perdere di interesse, forse perché nasce come intelligente e raffinato divertimento del regista, il franco-tunisino Pierre Salvadori, non nuovo a queste mescolanze, ma pochissimo noto da noi (a me, personalmente, era ignoto).
Pierre Salvadori ha alle spalle ottimi studi letterari e cinematografici a Parigi, nonchè un certo numero di film, molto apprezzati nel mondo ,ma pessimamente distribuiti da noi, e, ça va sans dire, peggio titolati dai nostri impagabili e fantasiosi addetti.*
Il titolo originale di quest’ultima sua opera, tanto per fare un esempio, era En liberté e alludeva  al contenuto del film e…

View original post 496 altre parole

The Reunion

laulilla film blog

recensione del film:
THE REUNION

Titolo originale:
Återträffen

Regia:
Anna Odell

Principali interpreti:
Anna Odell, Anders Berg, David Nordström [II], Erik Ehn, Fredrik Meyer – 90 min. – Svezia 2013.

Questa è un’opera “sperimentale”, girata, con intenti provocatori, dalla regista svedese Anna Odell, che ne è, oltre che l’interprete principale, la protagonista assoluta nel primo e nel secondo tempo.

Premessa
Il primo e il secondo tempo del film sono, in realtà, due film distinti. Il primo è un film di immaginazione: è la ricostruzione, tutta mentale, di una festa in cui si riuniscono vecchi compagni di classe di vent’anni prima; il secondo è il documentario che riporta fedelmente ciò che è avvenuto davvero, dopo l’uscita nelle sale svedesi di quel primo film.

Il primo tempo

C’erano tutti, meno lei, Anna Odell (nessuno l’aveva invitata), all’incontro dei compagni e delle compagne di classe, vent’anni dopo il diploma: un banchetto ben organizzato…

View original post 536 altre parole

Due amici

laulilla film blog

recensione del film.
DUE AMICI

Titolo originale:
Les deux amis

Regia:
Louis Garrel

Principali interpreti:
Golshifteh Farahani, Louis Garrel, Vincent Macaigne – 100 min. – Francia 2015.

lo scorso aprile, presentando L’uomo fedele, avevo scritto che il regista era al suo secondo lungometraggio. Ora, dopo quattro anni, i coraggiosi distributori di Movies Inspired ci permettono di vedere anche questa sua pregevole opera prima, davvero un bell’esordio di Louis Garrel come regista.

Rispetto al secondo film, questo primo maggiormente si ispira ai temi della fenomenologia d’amore, cara da secoli alla cultura francese, rinverdita dai grandi registi della nouvelle vague e dal cinema di Philip Garrel, il padre di Louis.
In modo particolare Les deux amis ha un riferimento teatrale dichiarato: la pièce del poeta romantico Alfred de Musset, dal titolo: Les caprices de Marianne.
Il tema è un difficile triangolo amoroso: due uomini, Clement (Vincent Macaigne) e Abel (Louis…

View original post 333 altre parole

La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore

La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore

Luigi Di Maio ( Capo Politico del MoVimento 5 Stelle ) Governo 5 Stelle

https://www.ilblogdellestelle.it

Di seguito la mia lettera pubblicata dal Sole 24 Ore. 

LuigiDiMaio-852x568.jpeg

Gentile direttore, intervengo dalle pagine del suo giornale per affrontare un tema che mi sta molto a cuore e che nei prossimi giorni interesserà l’azione di Governo: la nuova legge di bilancio. E’ molto importante a mio avviso che tutto il Governo, nella sue espressione più alta che sono i ministri, avvii un percorso di dialogo ampio e costante che ci consenta di poter interpretare al meglio le esigenze di un Paese, l’Italia, che nonostante tutte le difficoltà della congiuntura internazionale, sta dando prova del suo immenso valore.

I dati sull’occupazione che vedono il massimo storico dal 1977, le performance del nostro export e anche i livelli dello spread ci incoraggiano a imprimere una vigorosa sterzata all’economia italiana. In questi sette anni che ho vissuto nelle istituzioni, prima da Vice Presidente della Camera e poi da Ministro dello sviluppo economico e del lavoro, ho avuto modo di constatare che solo uno sforzo veramente ampio e collettivo, quando si è alla guida della seconda forza manifatturiera d’Europa, può garantire il raggiungimento degli obiettivi desiderati, mentre le iniziative individuali mostrano il passo corto, finendo per esporre a grave frustrazione i medesimi promotori. Continua a leggere “La priorità è il taglio del cuneo fiscale: la lettera di Luigi Di Maio al Sole 24 ore”

I 7 Diritti Emotivi di chi Ama

Il Blog per TE

1.Hai il diritto di non vergognarti mai di quello che sei, né di quello che provi

2.Hai il diritto di sentirti al sicuro con la persona amata

3.Hai il diritto di far valere i tuoi bisogni, mettendo dei paletti al comportamento di chi ti ama e senza perdere di vista i tuoi obbiettivi

4.Hai il diritto di avere una vita fuori dalla relazione

5.Hai il diritto di confrontarti con il tuo partner su cose serie e pretendere maturità e sostegno

6.Hai il diritto alla gelosia

7.Hai il diritto di essere confusa

View original post