Presenze

Il mio cuore nudo

Presenze

di braccia tese come un violino

stringevano la pelle

come se fosse un lenzuolo,

i muscoli erano evaporati e

la voce strozzata.

Efori mostruosi erano

venuti a riscuotere il dovuto

per il quieto riposo.

Brividi camminavano sulla schiena

non c’era nulla che potessi fare,

se non sognare una preghiera

che da bambino rimandavo a memoria

quando in silenzio avevo paura.

19/07/019

Thomas Amadei

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

One thought on “Presenze”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...