Il cantiere, di Juan Carlos Onetti

tumblr_pumhoq0vM91y7pcg0o1_1280.jpg

Sospettò, all’improvviso, ciò che tutti riescono a capire, prima o poi: che era l’unico uomo vivo in un mondo popolato di fantasmi, che la comunicazione era impossibile e perfino indesiderabile, che faceva lo stesso, tanto l’odio quanto la pietà, che una nausea tollerante, una partecipazione condivisa tra il rispetto e la sensualità era tutto ciò che poteva essere richiesto e che conveniva dare.

Juan Carlos Onetti – Il cantiere

da: https://love-nessuno.tumblr.com/