36517051701d60e9622b3b01d3bb6bb7

Questa è un’estate dolorosa
di quelle che t’accoltellano
vigliacche
alle spalle
con veemenza
come si affetterebbe il pane
quello indurito
senza pietà

**

pensare che l’immaginavi
proprio in tutt’altro modo
tenera
onesta
con serenità
come si affronterebbe la gioia
quella semplice
non artefatta

**

queste sono meno che briciole
le rifiuterebbero pure i passeri
intirizziti
d’inverno
con il gelo
quando sentono tanta fame
sono miraggi
da cardellini ciechi.

 

 

 

 

Paola Cingolani 22/07/2017