Piccoli campioni crescono: dall’ASD SC Rosina alla FC Crotone: cosa prova una madre del distacco dal proprio figlio

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/07/20190723_153504.jpg
https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/07/img-20190723-wa0002.jpg
Giovanni Mollo, Francesco Pugliese, Mattia Formisano

 

Nella giornata del ventitre luglio 2019, tre giovani allievi della ASD SC Alessandro Rosina di Cittadella del Capo CS, sono stati convocati dalla FC Crotone per firmare il contratto con la società calcistica crotonese.

Giovanni Mollo, Francesco Pugliese e Mattia Formisano, dopo anni di preparazione da parte della scuola calcio del calciatore della Salernitana Alessandro Rosina, vedono coronare il loro sogno; certo, la strada sarà lunga e in salita, ma la passione e la caparbietà che ha distinto i tre ragazzi, sicuramente, li porterà al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Bene, fin qui tutto bene, i ragazzi sono felici del nuovo incarico e del futuro che si prospetta davanti a loro. Ma cosa prova una madre nel suo profondo? Continua a leggere “Piccoli campioni crescono: dall’ASD SC Rosina alla FC Crotone: cosa prova una madre del distacco dal proprio figlio”

Due nuovi allenatori per la Virtus Alessandria Pallavolo, di Lia Tommi

Alessandria: Due nuovi innesti nello staff tecnico della Virtus Alessandria Pallavolo per la stagione 2019/2020 GIANLUCA BECCA , giovane allenatore ma con esperienze molto importanti in serie B1 e MARCO FERRARIS , allenatore di grande esperienza e che può vantare grandi risultati che parlano per lui.
Il Presidente FABRIZIO PRIANO si dichiara molto soddisfatto perché il progetto Virtus va avanti, “siamo alla terza stagione e quello che ci eravamo prefissati al momento della fondazione della squadra lo abbiano ampiamente raggiunto.
Questi due nuovi allenatori vanno a completare lo staff tecnico del settore giovanile, integrandosi perfettamente con la confermatissima Responsabile del Mini Volley (che oggi si chiama Volley S3) NADIA SCOLARO che in questi primi anni ha fatto crescere sia nei numeri che nei risultati tutto il settore riuscendo a creare un bellissimo ambiente sia con le atlete e gli atleti che con le famiglie”

Gianluca BECCA
Stagione 2018/2019 secondo allenatore in B1 a Garlasco.
Dal 2014 al 2017 secondo allenatore per Adolesce e Rivanazzano Volley club in prima divisione in serie D Young e Serie C.

Marco FERRARIS
cresciuto nelle polisportive giovanili salesiane comincia già a 16 anni la carriera di allenatore presso il Pgs Vela.
-a 18 anni oltre al Pgs Vela nuove i primi passi in Monferrato presso le società di Borgo San Martino, Mirabello, Lu ed Occimiano.
-a 20 anni dopo varie finali nazionali Pgs consegue il massimo grado di allenatore Pgs e comincia l’avventura con le società Fipav della provincia di Al -prima col Gs Acqui dalla 1 divisione alla C e nel frattempo fonda la maschile ad Occimiano
-poi diventa responsabile del più importante settore giovanile del Piemonte a Casale alla corte del maresciallo Furione per 8 lunghi e proficui anni
Nel frattempo a 25 anni ,visti i risultati,ottiene anzitempo il massimo cartellino Fipav (attuale terzo grado).
-dopo l’esperienza casalese e un periodo di assenza per motivi famigliari viene chiamato da Angelo Minetto a dirigere come respondabile del settore giovanile il Novi legato all’Asystel di Novara.
-dopo tre anni è Vincenzo Barberis a richiamarlo nella sua città con il quattrovalli come responsabile del settore giovanile,vivaio della prima squadra di serie C-B.
-infine 2 anni a Casale presso le società casalesi Ardor e Junior e il ritorno in categoria regionale dopo un purgatorio dj prima divisione per la società blasonata nel suo cinquantesimo compleanno.

“In ogni società in cui ho allenato l’orgoglio è si stato vincere ma soprattutto portare al massimo livello tutte le giocatrici a disposizione secondo un principio fondamentale delle pgs e alla massima categoria nazionale quelld di maggior talento secondo una logica dettata dalla federazione italiana pallavolo”

Cittadella Music & Ballet Festival, di Lia Tommi

CITTADELLA MUSIC & BALLET FESTIVAL

Alessandria: Giovedì 25, venerdì 26 e sabato 27 luglio, avrà inizio la prima edizione del Festival dedicato alla musica e al balletto all’interno della Piazza d’Armi in Cittadella (Via Pavia 2).

L’evento è promosso dall’Amministrazione Comunale di Alessandria, grazie al diretto coinvolgimento dell’Assessorato alle Manifestazioni ed Eventi, in collaborazione con CulturAle-ASM Costruire Insieme e col prezioso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Gli eventi sono i seguenti:

– Giovedì 25 luglio Alberto Fortis in concerto
– Venerdì 26 luglio La compagnia Balletto di Siena in “Grand Soiree Classique”
– Sabato 27 luglio I solisti dell’Orchestra Classica di Alessandria in “Lirica sotto le stelle”

Inizio spettacoli ore 21.30.

Ingresso libero.

Nuova Stagione Teatrale al Municipale di Casale Monferrato, di Lia Tommi

Stagione Teatrale 2019/2020
del Teatro Municipale di Casale Monferrato (AL)

La nuova stagione del Teatro Municipale, organizzata dalla Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato, è un appuntamento ormai consolidato che ogni anno riesce a rinnovarsi e a proporre spettacoli di altissima qualità apprezzati dalla città e dal territorio. Il cartellone, che sarà annunciato a settembre con l’apertura delle vendite degli abbonamenti, rispecchia una proposta multidisciplinare, che abbraccia i diversi linguaggi dello spettacolo dal vivo: la prosa è protagonista, spaziando nei diversi generi della contemporaneità, ma non mancheranno incursioni di danza e teatro off.

Tra i nomi che rispecchiano e anticipano quella che sarà la stagione completa, Federico Buffa, noto giornalista sportivo e volto di Sky, riprende la sua avventura teatrale con un testo che parte da storie sportive per diventare poi un affresco storico, poetico, musicale. Il rigore che non c’era (24 ottobre 2019) è quell’evento, magari improvviso, che ha cambiato la storia di una partita, quella metafora, talvolta inaspettata, che ha trasformato la storia di una vita.

Nel ruolo di Mirandolina, Amanda Sandrelli è impegnata in una rilettura contemporanea della figura femminile del classico goldoniano, La Locandiera (27 e 28 novembre 2019), firmata da Paolo Valerio e Francesco Niccolini. Mirandolina (evoluzione d’autore della maschera fissa di Colombina) è una donna di mezza età, avvenente e consapevole. Gestisce una locanda a Firenze e la sua avvenenza attira gli interessi di molti clienti uomini, tra cui il Marchese di Forlipopoli e il Conte d’Albafiorita. La Locandiera è brava a non lasciarsi sedurre, a gestire le avances con la maestria dell’inaccessibilità; ma è il Cavaliere di Ripafratta che metterà fortemente in crisi la sua visione dei rapporti. Continua a leggere “Nuova Stagione Teatrale al Municipale di Casale Monferrato, di Lia Tommi”

Diario di una sposa, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

di Lia Tommi, Alessandria

Domenica 25 marzo, alle ore 16,30,  NadaNuovoHauteCouture presenta ” Il diario di una sposa” , presso RentAl M.G.M., in via Vochieri, 100 ad Alessandria.

Moda e non solo…

Come i salotti di una volta, durante la merenda ci si racconta…Raccontare e disegnare le proprie emozioni: sono come un viaggio… Adesso, fermati 5 minuti, chiudi gli occhi e ascolta il tuo cuore: quali emozioni provi quando pensi alla gioia più grande che vorresti vivere?

Raccontaci le tue emozioni da realizzare… Saremo lieti di ascoltarti e disegnare i tuoi sogni.

“Un viaggio verso il grande giorno in cui raccontarsi attraverso un diario… emozionarsi… far parlare l’anima, sognare ad occhi aperti come vorremmo che fosse il percorso della nostra vita… scegliere e scegliersi… amare e amarsi… Raccontiamo e disegniamo le emozioni delle spose… dall’idea alla realizzazione…”La vita sceglie la musica, noi scegliamo come ballarla. J.G.”.

View original post 185 altre parole

Leonarda Nada Nuovo tra i premiati come manager e stilista al “Dea Ebe “, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Il premio “Dea Ebe” e “La maschera Banfi” : come sempre si parlerà di sociale e in particolare di prevenzione del tumore al seno, lotta contro la violenza sulle donne e bullismo con l’Avv. Grazia Di Bari, promotrice della legge regionale.

Sarà la Corte di Don Gioacchino a ospitare il capitano di questo Gran Galà del Sud Francesca Rodolfo, giornalista di Telenorba, che condurrà con la sua professionalità la serata dedicata all’“Apulian Elite Award” il prossimo 24 luglio, alle ore 20:00, con ingresso a invito e consegna premi realizzati dalla maestra d’arte Valentina De marco, pezzi unici fatti a mano.

Il Premio “Dea Ebe”, alla sua dodicesima edizione, e il premio “La maschera Banfi”, alla sua sesta edizione, ideati e realizzati da Saverio Luisi, anche quest’anno hanno rispettato l’idea di fondo che è quella di pubblicizzare il territorio e creare , da sempre, eventi itineranti.

Premi, premianti e dee con…

View original post 194 altre parole

Annaratone tra i 40 giovani amministratori locali ammessi al ForsAm di ANCI, di Lia Tommi

Alessandria Comune: Simone Annaratone, consigliere comunale di Alessandria, è tra i 40 giovani amministratori locali ammessi, a seguito di una selezione su scala nazionale, all’ottava edizione del ForsAm, il corso di Formazione specialistica in Amministrazione municipale organizzato a Roma dalla Scuola ANCI e co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Grazie a un buon punteggio ottenuto al termine del percorso di selezione (suddiviso in tre fasi: valutazione dei titoli di studio e dell’incarico istituzionale, prova scritta e colloquio), Annaratone si è classificato tra i migliori, conquistando l’ammissione al corso.

“Sono onorato di poter rappresentare Alessandria e il Piemonte in uno degli eventi formativi più prestigiosi a livello nazionale” dichiara il consigliere Simone Annaratone. “L’eccezionale qualità degli argomenti trattati e gli assidui confronti con esperti di settore e colleghi amministratori di altri Comuni italiani saranno un’opportunità straordinaria per arricchire il mio bagaglio di conoscenze sul governo locale e offrire un servizio migliore alla mia comunità. In un contesto normativo molto complesso e in rapida evoluzione come quello italiano, ritengo che una formazione continua e di alto profilo sia un investimento imprescindibile per ogni amministratore pubblico chiamato dai propri cittadini a fornire risposte concrete e prospettive di sviluppo”.

Il ForsAm è un corso di alta formazione politico-amministrativa strutturato in 300 ore complessive tra attività d’aula, project work e studio individuale. L’obiettivo è dotare gli amministratori locali under 36 degli strumenti teorici e pratici per affrontare al meglio il proprio mandato e sviluppare una visione di futuro per la propria comunità. Il percorso formativo si focalizza su sette aree tematiche, analizzate in logica interdisciplinare: finanza locale, diritto amministrativo, sviluppo e innovazione delle città, fonti e strumenti di finanziamento, servizi pubblici locali, gestione e valorizzazione delle risorse e welfare. Le lezioni sono tenute da docenti universitari ed esperti, con un approccio metodologico basato su incontri frontali e strumenti interattivi (studi di caso, simulazioni e role playing). La partenza del corso è programmata per il 12 settembre con una summer school (un corso di inserimento residenziale) di 4 giorni, a cui faranno seguito 11 appuntamenti (di due giorni ciascuno) da settembre 2019 a marzo 2020.

E CHIUDO QUESTA SERA

E chiudo questa sera
che pare non inizi e non finisca,
la chiudo con un pensiero
quello solo e quello di sempre,
una fissa nella mente
e chiodo ben piantato
dentro un cuore appannato,
la chiudo dicendo che 
non esiste amore senza vita
perché da esso nasce
la speranza del domani,
e che non esiste vita senza amore
perché da esso trova 
il respirare.
E chiudo questa sera 
che viene ancora a imbrunire,
con un ti voglio bene adesso
e pure tra un minuto
ovvero oltre il mio stesso vivere 
adesso e dopo, 
anche dovesse sparire 
l’ombra del mio corpo,
sarò sempre sensazione
nel tuo caldo cuore.
E chiudo questa sera
che già diventa notte.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

Esternalizzazione della gestione dei cimiteri, di Lia Tommi

Alessandria. La decisione di esternalizzare la gestione dei 14 cimiteri del Comune di Alessandria preoccupa e suscita le reazioni della UIL FPL e della RSU UIL. La preoccupazione è tutta per i dipendenti comunali che da anni sono impegnati a svolgere i servizi cimiteriali. La nuova ditta appaltataria potrebbe assorbire il personale ora in forze, ma ancora non c’è nessuna certezza e anche se questa ipotesi si verificasse i dipendenti vedrebbero cambiare il proprio contratto, passando dal contratto del pubblico impiego a un contratto privato.

La Segreteria UIL FPL di Alessandria, insieme ai segretati della Funzione Pubblica di CGIL e CISL, contesta all’Amministrazione comunale di Alessandria di non aver convocato né informato i rappresentanti sindacali, impedendo così un legittimo confronto, comportamento antisindacale, chiedendo quindi di aprire il confronto tra le parti come contrattualmente previsto. In merito al nuovo indirizzo programmatico per la gestione dei cimiteri alessandrini la UIL FPL ribadisce l’interesse per i lavoratori e spera di poter raggiungere un accordo a tutela della loro professionalità.
Ancora una volta i dipendenti della Pubblica Amministrazione sono vittima di una gestione poco attenta e oculata e si trovano in attesa di risposte e garanzie.
Per questa ragione oggi i Segretari della Funzione Pubblica invieranno unitariamente all’Amministrazione Comunale, tramite l’avvocato Volante, una richiesta di ritiro in autotutela delle D.G.C. del 15/11/2018 n.290 e DGC del 14/03/2019 n. 61 DCC del 16/05/2019 n.71

Momenti di poesia. Ipocriti, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Ipocriti, di Amos Grilli

ipocriti.jpg

Ipocriti.

Non versate false lacrime
sul bimbo squarciato dalla
bomba.
Se avete armato l’assassino.

Non mostrate dispiacenza
al migrante che cerca nouva terra
Se poi gli negate asilo.

Non dite di dar valore all’amicizia.
Se poi la tradite.

Non fate la carezza al cane.
Se poi l’abbandonate.

Non dite di rispettare le donne.
Se poi le umiliate.

Non dite di compatire il povero.
Se poi vi schifa
la miseria.

Non dite di voler tendere una mano.
Se poi la ritirate.

Non indossate panni che a voi
non si addicono.
Nudatevi e mostratevi con i vostri
panni veri.
Quelli fatti con la stoffa
dell’ipocrisia.


Amos

Carabiniere salva una bambina in piscina, di Lia Tommi

Compagnia Carabinieri di Alessandria:

Carabiniere salva una bambina in piscina.
È successo nel caldo pomeriggio di domenica 21 luglio, nell’affollata piscina del Family Park di Felizzano, dove numerosi genitori e bambini stavano cercando un po’ di refrigerio dalle alte temperature estive.
Il militare, libero dal servizio, accortosi di una bimba adagiata sul fondo della piscina, con il volto rivolto verso il basso, si è precipitato a recuperarla, adagiandola poi sul bordo della vasca e allertando i soccorsi. Momenti concitati in cui ogni istante è stato importante. La bambina, di 7 anni, non cosciente, è stata prontamente soccorsa anche da un bagnino e da un medico presente nella struttura. Trasportata d’urgenza all’ospedale infantile di Alessandria per il principio di annegamento per crisi convulsive, non è in pericolo di vita.
Descrive così il suo intervento il Vice Brigadiere Germanà Salvatore, effettivo alla Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alessandria: “Ero in piscina con mio figlio e mia moglie, dopo il mio turno di servizio, quando mi sono accorto del corpicino immobile sul fondo della piscina e sono intervenuto senza pensarci due volte. Tutto qui. Chiunque avrebbe agito come ho fatto io”.

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

Vignole Borbera – Anziano 82enne denunciato per minaccia aggravata.
I Carabinieri di Serravalle Scrivia hanno deferito in stato di libertà C.G., 82enne di origini siciliane e domiciliato in Vignole Borbera, per il reato di minaccia aggravata nei confronti di una donna, che aveva prestato assistenza domiciliare presso la sua abitazione fino a gennaio. L’uomo aveva maturato del rancore nei confronti della donna, che su volere dei figli dell’uomo non era stata più chiamata per assistere il padre, al punto che, sabato pomeriggio, quando l’uomo l’ha vista sulla pubblica via, mentre stava facendo delle verifiche sulla propria auto insieme ad altre persone, l’ha aggredita. La donna, che si trovava lì in quanto abita sulla stessa via dell’82enne, lo ha notato uscire in strada brandendo un coltello. L’uomo è stato subito bloccato da due vicini che si trovavano con la donna, che lo hanno disarmato. I Carabinieri di Serravalle, giunti sul posto, lo hanno quindi sottoposto a ulteriore perquisizione, trovandolo in possesso di altri due coltelli. Le condizioni dell’uomo hanno poi portato i Carabinieri a chiedere che fosse sottoposto a consulto psichiatrico. Attualmente, l’uomo è ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’Ospedale di Novi Ligure e dovrà rispondere del reato di minaccia aggravata dall’uso dell’arma. Continua a leggere “Carabiniere salva una bambina in piscina, di Lia Tommi”

“Sin Nombre “: mostra fotografica dedicata al Perù di Fulvio FERRUA, di Lia Tommi

Giovedi 25 luglio 2019 alle ore 18,00 verrà inaugurata presso il CAFFÈ ALESSANDRINO, Piazza Garibaldi, 39 – Alessandria Tel. 0131-441903-
la MOSTRA FOTOGRAFICA dal titolo “SIN NOMBRE”, di Fulvio FERRUA
Realizzazione e stampe a cura di PPS
PricePerformanceSolution srl

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:
“Con la mostra fotografica dedicata a Fulvio FERRUA proseguono gli appuntamenti del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’Arte presso alcuni locali della nostra Città. Fulvio FERRUA è un fotografo che stupisce ed emoziona con la sua sensibilità nel catturare la bellezza sia di paesaggi a noi vicini come quelli del Monferrato sia di luoghi più lontani come il Perù, in questo caso argomento della mostra, dando una forte connotazione poetica alle immagini della quotidianità ”.

Fulvio FERRUA

Leva 1960, alessandrino, ho iniziato ad occuparmi di fotografia appena guadagnate le prime lire per acquistare una fotocamera, una gloriosa Nikon FM.
Era il 1983 e la mia esigenza primaria, dal punto di vista fotografico, era la semplice documentazione delle mie escursioni in Alpi, giacchè l’alpinismo è sempre stata la mia passione principale. Per diversi anni ho accumulato montagne di diapositive, sentieri, laghi, torrenti, nevai, ma non c’era sino a quel momento l’idea di quello che realmente poteva essere per me la fotografia. Continua a leggere ““Sin Nombre “: mostra fotografica dedicata al Perù di Fulvio FERRUA, di Lia Tommi”

Sicilia Terra del Sole: La leggenda del gigante Polifemo è narrata nell’Odissea di Omero

Sicilia. Terra del Sole: La leggenda del gigante Polifemo è narrata nell’Odissea di Omero.

da Rosetta Amoroso

La leggenda del gigante Polifemo è narrata nell’Odissea di Omero.

51026353_1876972329079498_7985506833731158016_n.jpg

Ulisse, dopo aver perduto la strada di ritorno ad Itaca, approda nella terra dei ciclopi, sproporzionati figure umane con un occhio solo.

Achille, a capo di 12 uomini decide di entrare nella grotta del ciclope, che nel frattempo teneva a bada il suo gregge nelle verdi vallate.

Gli achei iniziarono a divorare la gran quantità di cibo che trovarono all’interno della grotta, fino a quando il ciclope non tornò nella sua dimora. Trovati gli uomini seduti al suo banchetto, irato per il saccheggio, ne divorò due. Quindi chiuse gli altri nella caverna.

Ulisse, meditando vendetta, offrì in dono il vino che aveva portato con sé dalla nave: Polifemo accettò di buon grado la bevanda, gustandone in gran quantità. Ormai ubriaco, chiese ad Ulisse il suo nome, ed egli rispose: “il mio nome è Nessuno”. Quando il gigante si addormentò, Ulisse vendicò i suoi compagni accecandolo con una grande trave di legno incandescente. Continua a leggere “Sicilia Terra del Sole: La leggenda del gigante Polifemo è narrata nell’Odissea di Omero”

Parchi Nazionali

Napoli ieri oggi e domani

Il Parco Nazionale del Vesuvio – 4

Se paragonata alla flora, la fauna del Vesuvio è
decisamente più povera. Nel lontano passato, quando la montagna era circondata
da una ininterrotta successione di foreste e paludi, vivevano alle pendici del
vulcano orsi, cervi e lupi. Nell’Antiquarium di Boscoreale, il museo in buona
parte dedicato al paesaggio vesuviano alla vigilia dell’eruzione del 79 d.C.,
la presenza di ungulati, predatori e rapaci è ampiamente documentata. Poi le
cose sono cambiate per intervento dell’uomo.

Diboscata e sistematicamente coltivata già nei secoli
d’oro della Pax romana, la pianura che circonda la montagna ha rapidamente
perso le sue caratteristiche naturali, trasformandosi in un habitat sempre meno
adatto per la grande fauna. Anche le eruzioni, con le loro emissioni di gas,
lave e lapilli, hanno reso le cose più difficili – oltre che per le piante –
anche per mammiferi e uccelli.

L’isolamento del Vesuvio è diventato…

View original post 452 altre parole

Il Parco Nazionale del Vesuvio – 10

Napoli ieri oggi e domani

Visto da
Charles Dickens

Protagonista tra il 1845 e il 1846 di un lungo e
avventuroso viaggio in Italia, l’autore di David Copperfield è stato testimone
dell’eruzione del 1846 del Vesuvio: un fenomeno considerato “minore” dai
vulcanologi, ma che non ha mancato di impressionare chi, in quei momenti, si
inerpicava a piedi sul vulcano.

Il racconto di viaggio di Charles Dickens è stato
pubblicato in Gran Bretagna con il titolo di Pictures from Italy. I capitoli
dedicati a Napoli e al vulcano sono stati pubblicati in italiano nel 1985 con
il titolo Impressioni di Napoli.

“ Io e un altro non riusciamo a riposare per molto e
ci avviamo carponi, scortati dal capoguida. Vogliamo giungere all’orlo del
vasto pozzo fiammeggiante e cercare di spiarvi dentro un momento. Gli uomini
intanto gridano tutti a una voce avvertendoci che si tratta di impresa
arrischiata e invitandoci a desistere e a tornare sui…

View original post 511 altre parole

Sulla Luna con Buzz Lightyear

Pupazzovi

Il 20 luglio del 1969 il modulo lunare Eagle della missione Apollo 11 sbarca sulla luna. Cinquant’anni dopo per festeggiare questo importante avvenimento i pupazzovi hanno mandato sul nostro amato satellite un personaggio che è di casa nello spazio, un eroe capace di andare verso l’infinito e oltre: Buzz Lightyear !!!

20190719_152535

Il nostro nuovo amico, reduce dai grandi e recenti successi al cinema con “Toy Story 4”, dopo essersi tolto il casco si guarda intorno fiero ed impettito ma anche orgoglioso per essere stato scelto per commemorare un evento così importante.

20190719_152547

L’allunaggio di cinquant’anni fa è stato sicuramente un gigantesco passo per l’umanità ma adesso è proprio il caso di continuare.  Sicuramente accadranno negli anni futuri tantissime cose che, ne sono certo, ci entusiasmeranno e quindi è proprio il caso, come dice il nostro Buzz, di andare….

20190719_152616

“Verso l’infinito e oltre!!!”

View original post

Il temporale (1981)

Compensazioni equoree

Stavamo passeggiando con un piglio che solo la gioventù riesce a sostenere, mostrando i nostri corpi nudi, fino all’ultimo respiro: un inesistente bikini lei, quasi a sottolineare le sue armoniose e precise curve per i miei occhi innamorati; uno slip anni Settanta il sottoscritto, succinto, stretto, che adesso non indosserei nemmeno per tutto l’oro del mondo. Ma allora i miei muscoli emergevano dall’epidermide ben visibili, pieni, densi, seppure impacciati e in cerca di abiti sotto cui nascondersi. Ma non quella mattina. Forse perché avevamo lasciato alle spalle la selva di ombrelloni e sdraio con relativi bagnanti. Ci eravamo allontanati dai luminosi spruzzi dei tuffi, dalle grida e dall’esultanza di un gruppo di ragazzi che giocavano a inseguirsi. La spiaggia si era fatta più stretta, un’esile lingua tra la serenità del mare e la falesia del Monte San Bartolo ornata con arbusteti di rovo, prugnolo, biancospino e caprifoglio. Affiorarono i sorrisi…

View original post 579 altre parole

Virtuale

Compensazioni equoree

Quello che vedo è reale reale reale
assorbo i nembi di pioggia odorosi
che si ampliano nei sogni nebulosi
nel mio dire che non vale non vale

Attendo irrequieto il pixel spettrale
dai nodi uscire dei cieli fumosi
dei campi dei berci di uomini irosi
per esibire un mondo digitale

Strilli di gioia negli appresi giochi
Il reale si nasconde nel falso uso
d’immagini rispecchiate negli occhi

Solleviamo lo sguardo oltre i balocchi
presto saremo dentro un mondo chiuso
e la luce fioco lume di pochi

View original post

La mia umile rosa

Compensazioni equoree

Attesi il giorno migliore pensando
al tuo trasparente sguardo verace
senza disegni o fiori come quando
giunse il mio atto nel lampo più audace

E tu m’offristi un sorriso salace
che mi lasciò totalmente allo sbando
dentro un incantato limbo di pace
e riuscii solo a reagire parlando

Statico, distante sulla panchina
senza il piacere, il coraggio di un bacio
alla vista di una sera sbocciata

all’ombra di una carezza non data
Smarrito non mi sentivo a mio agio
avvertivo di salire una china

Seppi in una terzina
nel talamo di una sera radiosa
che aspettasti la mia umile rosa

View original post

La velocità del freno (1969)

Compensazioni equoree

Quando ancora le estati profumavano di estate. L’aria della sera respirata da giovani polmoni odorava nelle efficaci narici emanando un sapore di ossigeno puro, come un aroma inebriante che restituisce nitido il senso di un tempo lontano, svanito come immagine, sbiadito come racconto ma terso, limpido come profumo, sapore, colore. Con le nostre biciclette stile Graziella, senza canna orizzontale, con cerniera centrale e manubrio e sella smontabili. Pedalavo sulla mia Susy blu dietro tre compagni di gioco tra i viottoli costeggiati da prati rettangolari cinti da siepi d’agazzino. Sterzata dopo sterzata veloci dietro tre ragazzine in bici: una mora dallo sguardo luminoso, l’avorio dei denti che rifletteva il sole illuminando l’aria circostante; un’altra bionda ma un po’ più scura, con lo sguardo distante, sorridente, perso a cercare qualcosa di insito nel vento; la terza: castana, la più emancipata, di quelle che mettono soggezione, fredda, distante, ma anche in grado di…

View original post 355 altre parole

Scossa

Compensazioni equoree

debole tragitto percorri avulso
in vaghe liti di nessun contegno
come una moda senza ritegno
ove lasciasti tracimare impulso

da mendace nel biasimo insulso
immaginando di tessere segno
per placare colpe in sereno pegno
tremasti spostando il corpo convulso

nei siti più bui in lordi rifugi
dove emersero fetori d’urine
tra forme fluttuanti in onde pressate

come nei vagoni merci accumulate
unte da schizzi d’inchiostri e aniline
perse nei gorghi di loschi pertugi

View original post

Lontano dagli occhi, di Patrizia Benetti – Mezzelane Casa Editrice

Lontano dagli occhi, di Patrizia Benetti – Mezzelane Casa Editrice

lontano-dagli-occhi

La Trama del libro

Elisabetta, giornalista di una famosa rivista femminile, è fidanzata con Emiliano fin da quando erano bambini. Diventato ingegnere, lui viene trasferito in Canada.

Nel corso della prolungata lontananza Elisabetta cresce emotivamente, fa nuove amicizie e riflette sul loro rapporto, anche perché Emiliano è cambiato, le telefona sempre più raramente, sembra essersi scordato di lei.

Col passare del tempo Elisabetta riesce a vedere il fidanzato per ciò che è: un seduttore, viziato ed egoista. Un giorno, per ragioni di lavoro, la ragazza intervista Lorenzo Strambelli, avvocato divorzista.

All’apparenza snob, l’uomo rivela una grande umanità e tra i due nasce una profonda attrazione. Elisabetta si trova così costretta a fare una scelta sofferta. Ama ancora Emiliano? E Lorenzo è solo una fugace apparizione oppure l’uomo della sua vita?

PENTAGRAMMI DI – VERSI, la nuova silloge di Silvia Cozzi

PENTAGRAMMI DI – VERSI, la nuova silloge di Silvia Cozzi

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori “PENTAGRAMMI DI – VERSI”, la nuova silloge della Poetessa Silvia Cozzi.

silvia-cozzi

BIOGRAFIA:

Silvia Cozzi è nata a Roma dove risiede e lavora, dal 2018 è segretaria del Circolo Culturale I.P.LA.C. Collabora al blog Alessandriatoday e fa parte di un coro. È autrice di aforismi, brevi racconti e poesie che hanno ottenuto importanti riconoscimenti come il Premio Voci 2017. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni tra cui ricordiamo Padrona di giochi di luce.

ESTRATTO

Non ha contorni il viso,

sbiadito ormai dal logorio del tempo.

Le mani … però, le ricordo bene;

dal tocco delicato, appassionato.

Le dita si muovevano sul piano

suonando tristi accordi. Ma che strano,

le note intrise di disperazione

scuotevano in singulti anche il mio cuore

in un’affinità che squarcia dentro e unisce

nell’incanto di un momento.

Il vento soffia forte questa notte,

sbatte le ante della mia finestra.

Solo le mani … questo è quel che resta.

DESCRIZIONE DELLA RACCOLTA

Giuseppe Cerbino afferma «La caratteristica principale che salta subito agli occhi della poesia “metrica” di Silvia Cozzi è l’assenza di “maniera”, ossia l’assenza di modi e stilemi obsoleti che spesso incancreniscono la versificazione. La scrittura di Silvia Cozzi mira, invece, alla naturalezza e alla spontaneità dell’espressione. I sentimenti cantati sono quelli di sempre; quelli di una quotidianità vitale e luminosa. Un inno alla vita senza enigmi».

KIT-STAMPA-COZZI-2 (1) (trascinato)    

Silvia Cozzi

PENTAGRAMMI DI-VERSI

A chi ha capito che la mia poesia poteva trovare armonie diverse e mi ha tenuto per mano e accompagnata nel mio percorso nel mondo della metrica

Dove la parola manca, là comincia la musica; dove le parole si arrestano, l’uomo non può cantare.

VLADIMIR JANKÉLÉVITCH

Prefazione

Una chiave di lettura affatto pertinente per questa silloge di Silvia Cozzi ci è fornita, già ad apertura di libro, dal titolo medesimo, che è più che esplicito nell’alludere alla musica – non solo, è ovvio, come tema esteriore (una lirica, del resto, è dedicata puntualmente al jazz), ma come elemento intrinseco e caratterizzante di questa poesia. Continua a leggere “PENTAGRAMMI DI – VERSI, la nuova silloge di Silvia Cozzi”

TAV, Berutti (FI): “conferma prosecuzione lavori doverosa. Toninelli ha sbagliato, si dimetta”

TAV, Berutti (FI): “conferma prosecuzione lavori doverosa. Toninelli ha sbagliato, si dimetta”

massmo-berutti-1-1-1.jpg

Roma, 24 luglio 2019 – “Il Presidente del Consiglio ha finalmente compreso che la TAV è un’opera che va conclusa al più presto. Prendo atto del fatto che per questo Governo c’è voluto più di un anno per rendersi conto dell’ovvio, per capire quello che Forza Italia afferma da sempre. Meglio di niente”.

Lo dichiara Massimo Berutti, senatore piemontese di Forza Italia, che prosegue: “la conferma della continuazione dei lavori era doverosa. Ora aspettiamo azioni e atti concreti. È però evidente che un ministro dei trasporti ideologicamente contrario alle grandi infrastrutture dovrebbe trarne le dovute conseguenze e dimettersi”.

La scrittrice Patrizia Benetti si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Patrizia Benetti si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori del blog la biografia della scrittrice Patrizia Benetti.

patrizia-2-30-luglio-2017.jpg

Biografia

Patrizia Benetti, classe 1961, è nata e risiede a Ferrara.

Educatrice professionale, ama il mare, la buona cucina, la scrittura creativa e la Spal, storica squadra di calcio estense. I suoi racconti sono presenti in varie antologie horror, thriller, di narrativa a tema.

Ha esordito nel 2012 con il libro “Racconti Neri”, secondo classificato al Premio Nazionale Oubliette 2013 di narrativa e poesia.

Nel 2014 ha pubblicato “Gli occhi della vendetta e altri racconti” e nel 2017 “Tenebre Padane”.

Alcuni suoi scritti sono presenti nelle Antologie del Premio Fogazzaro 2014-15-16; tra essi la poesia: “A mio padre”. Continua a leggere “La scrittrice Patrizia Benetti si presenta ai lettori di Alessandria today”

Pozzolo Formigaro – Rintracciato e tratto in arresto in esecuzione di mandato d’arresto internazionale domenicano, ex gestore di un ristorante brasiliano a Novi Ligure, ricercato per omicidio

Pozzolo Formigaro – Rintracciato e tratto in arresto in esecuzione di mandato d’arresto internazionale domenicano, ex gestore di un ristorante brasiliano a Novi Ligure, ricercato per omicidio

Compagnia carabinieri di Novi Lgure

Carb logo copia 2.jpg

I Carabinieri della Stazione di Novi Ligure, su segnalazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, hanno rintracciato presso il domicilio di Pozzolo Formigaro Christian AGESTA, nato nella Repubblica Domenicana, 40 anni, ex gestore di un ristorante brasiliano di Novi Ligure. Le Autorità Dominicane, il 9 Luglio 2019, tramite Interpol, hanno esteso le ricerche dell’uomo in ambito internazionale per la sua cattura, tramite apposito provvedimento, poiché nella Repubblica Dominicana si era reso responsabile dell’omicidio della sua compagna.

Nello specifico, l’uomo è accusato di avere ucciso la compagna con un’arma illegalmente detenuta nel 2010. Dopo avere scontato i primi due anni di carcere nella Repubblica Dominicana, avrebbe approfittato di un beneficio per far perdere le proprie tracce. Ma le Autorità Dominicane non hanno interrotto le ricerche, monitorando anche i suoi amici e conoscenti, fino a quando lo hanno localizzato in Italia.

Interessato il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia presso il Ministero dell’Interno, questo, dopo avere rintracciato l’uomo a Novi Ligure, ha contattato la locale Stazione per la sua cattura. I Carabinieri di Novi Ligure, a loro volta, hanno accertato che l’ultimo indirizzo conosciuto dell’uomo fosse quello di Pozzolo Formigaro e hanno proceduto alla materiale esecuzione dell’arresto, ai fini estradizionali. Continua a leggere “Pozzolo Formigaro – Rintracciato e tratto in arresto in esecuzione di mandato d’arresto internazionale domenicano, ex gestore di un ristorante brasiliano a Novi Ligure, ricercato per omicidio”

Sono dieci anni che ti cerco, di plce4myhead

Sono dieci anni che ti cerco, di plce4myhead

cropped-logo-banner-smussato.png

di plce4myhead
Sono dieci anni che non ti dimentico.
Sono dieci anni che avrei voluto passare con te quelli che sono passati invece nella solitudine più oscura dell’anima.

Caro Francesco,
Ciao. Da quanto tempo non ci si vede.
Come stai? Io così cosi,tu?
Vedi, Francesco,io non sono quel tipo di persona che mente e ti dice che sta bene anche quando bene non sta.
Io se sto di merda, me lo leggi in faccia. Lo leggi nel cappuccio calato in testa. C’è poco da fare, Francesco.
Ma tu non mi conosci,o almeno non mi conosci più.
Non sai quella che sono diventata in questi dieci anni,come sono cambiata da quella bambina con il ciuffo il testa e lo sguardo sempre attento sui tuoi gesti strambi.
Non sai quello che mi è successo, ed io…io avrei voluto che tu sapessi tutto, ogni cosa,ogni passo.

Continua a leggere “Sono dieci anni che ti cerco, di plce4myhead”

Sublimazione

A Ᵽłαȼε føя Mч Ħεαd

Il dottore ci disse:

«La sublimazione è la trasformazione dell’agitazione del cuore in qualcosa di bello».

Presi un foglietto e annotai questa definizione strabiliante.

Non avevo ben chiaro cosa fosse la sublimazione,me la ricordavo vagamente come qualcosa studiata in chimica alle medie.
Invece grazie al dottore scoprii che era anche qualcos’altro.
Quello che faccio io.

View original post 447 altre parole

Momenti di poesia. Nuda, di Alisa Milani

Momenti di poesia. Nuda, di Alisa Milani

67404356_2348283505413883_7009652807670169600_n.jpg

Nuda

Sei,
labbra
che si muovono,
occhi
che mi osservano,
mani
che mi accarezzano..
mentre
il tuo sospirato respiro
mi eccita la pelle,
i brividi che percepisco
son come
meravigliose stelle.

Tu sei
la follia che mi guida,
sei il desiderio
che mi strugge,
sei il profumo
che riempie le mie notti.
Sento il tuo richiamo;
di te m’inebrio,
di te mi sazio.
Con te vibro
all’apparir della luna,
mentre rubo
gli ultimi attimi
di cielo.

~A.E.Virgo & Alisa

LI HAI MAI CONTATI?, di Roberto Busembai

Li hai mai contati
i cerchi nell’acqua
che si formano al cadere
di una goccia o di 
un sasso gettato?
Sono infiniti e sempre
tendono a ingigantirsi,
un poco come il nostro amore,
che piccolo è nato
e cresciuto nel tempo
senza mai finire.
Li hai mai contati
i cerchi nel nostro cuore
che si formano al cadere
di una carezza o di 
un bacio dato
con tutta la passione?

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET

Ci sono cose nella vita che difficilmente sappiamo spiegare, ma capitano e talvolta non sappiamo nemmeno darne un giusto significato, ma sono cose che ti appaiono e ti girano intorno, fatti, sensazioni, momenti quasi uguali o se non alro che si associano nel tempo per un solito e comune motivo e ragione. Ero in seconda elementare, che il mio maestro, il mio caro e onesto maestro, fece una lezione nella classe di una città a lui familiare e ce la descrisse con tutto quell’amore e quella passione che un padre possa parlare di un figlio, come un amante parli della sua amante, e quella città era Parigi ed io, appena ne ebbi l’approssimativa cartina della città tra le mani, che lui ci fece vedere, me ne innamorai in un amore infinito che non ha mai smesso di crescere e di alimentarsi.


Ed è in questo amore interiore, che ritrovai nei racconti di Maigret, rappresentati come sceneggiato in quel lontano periodo, alla televisione, un blanche noir fumeè, un tuffo nella Parigi dei sottoborghi, delle quai della Senna, un personaggio che mi affascinava e del quale non ho più potuto togliermi dalla mente. 
Dopo questa lunga premessa, e dopo tantissimi anni trascorsi, e dopo aver digerito la sopra nominata metropoli nelle tantissime visite effettuate, rieccomi ancora una volta a parlarne, ma non tanto della città ma di un suo protagonista. Alcuni giorni fa, rovistando in un mercatino dell’usato, ho avuto tra le mani un anonimo volume, anonimo nella copertina perchè era un’antica rilegatura, senza immagini ne titoli, l’ho aperto e ne sono rimasto esterefatto, era una raccolta di alcuni racconti gialli di Georges Simenon ovvero le Inchieste del commissario Maigret. Continua a leggere “GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET”

Celati

Il mio giornale di bordo

Rapide e lente
sicure e insicure
istantanee e durature
sono le emozioni
trasformazione
degli eventi
in ricordi
in attimi da vivere
provengono
da luoghi
da sempre celati
ma pur sempre cercati.

Antonio De Simone

Eng_Concealed
Fast and slow
safe and unsafe
snapshots and durable
are the emotions
transformation
of events
in memories
in moments from live
originate
by places
always hidden
but still sought.

View original post

Panchine nuove e manutenzione area verde

Panchine nuove e manutenzione area verde

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Recentemente avevamo nuovamente segnalato un problema esistente nell’area verde esistente in via Don Giovine dove le persone anziane del Quartiere Borsalino e alcuni ospiti del residence Il Platano si recano nella bella stagione per un po di relax all’aperto.

Nei giardinetti in questione le uniche due panchine erano rotte e il verde maltenuto con residui di foglie marce e rami secchi abbandonati al suolo, al punto che era ridotto come un campo di patate incolto.

Leggi il link: https://alessandria.today/2019/06/23/campi-di-patate-e-panchine-rotte-e-per-disabili-e-anziani/

Panchine 1a IMG_20190722_102147_resized_20190723_113247843Panchine 1aa IMG_20190722_102155_resized_20190723_113248464

A seguito delle nostre segnalazioni all’Assessore del verde urbano, lavori pubblici e welfare animale Giovanni Barosini, si è provveduto a sostituire le panchine rotte con due nuove ed inoltre questa mattina gli addetti della Cooperativa La Ruota stavano provvedendo a tagliare l’erba nei tratti dove è rimasta e pulire l’intera area verde.

Come cittadini siamo lieti che la nostra segnalazione abbia finalmente trovato un positivo riscontro presso l’Amministrazione comunale e per questo ringraziamo l’Assessore, finalmente gli anziano del quartiere potranno ritrovarsi all’ombra delle piante esistenti per passare un po di tempo in compagnia in un ambiente decisamente migliore.

L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo

L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo

Author: Enrico Sozzetti

ortopedia.jpg

Alessandria: Interventi di chirurgia ortopedica su misura, mininvasivi, personalizzati e con impianti di protesi realizzati con materiali di avanguardia. Ma, soprattutto, interventi eseguiti solo quando è necessario. La struttura di Ortopedia e Traumatologia dell’azienda ospedaliera è da tempo un centro di riferimento per il quadrante sud orientale Alessandria – Asti e per tutto il Piemonte per la chirurgia protesica di primo impianto per l’anca e il ginocchio.

Una particolare eccellenza riguarda la chirurgia protesica di revisione, che viene svolta in pochi centri selezionati, in collaborazione con la Banca dell’osso regionale. Da circa un anno l’ospedale di Alessandria è l’unico in Italia a utilizzare una protesi di preservazione dei legamenti del ginocchio che permette di intervenire senza danneggiare il tessuto connettivo fibroso.

A settembre la tecnica e la casistica trattata finora dall’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ sarà al centro di un convegno specialistico che si svolgerà a Zurigo. «Questa metodica – spiega Marco Schiraldi, direttore della struttura complessa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale alessandrino – si utilizza per non sacrificare i legamenti e quando non presentano un danno importante e quindi possono essere preservati. In pazienti giovani è importante farlo per garantire un recupero più rapido ed efficace, mentre in quelli anziani l’operazione risulta di minore impatto, meno dolorosa e più rapida nella successiva fase di recupero». Continua a leggere “L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo”

Momenti di poesia. Morire e rinascere con l’onda, di Stefania Pellegrini

Momenti di Poesia. Morire e rinascere con l’onda, di Stefania Pellegrini

Morire e rinascere con l’onda

Voglio fuggire le voci del mondo
il clamore di parole inutili
forgiate su incudini di ferro
che affossano armonie
sui disegni dell’universo.

Voglio assaporare quel dorato raggio
che apre il mattino,
che veglia il miracolo
di una rosa che sboccia,
il flebile zirlare del tordo alla vita.

Mare sonoro nella conchiglia racchiuso:
una nenia frusciando mi culla
e pare arrivare l’onda delicata,
vaporosa, pietosa
che m’avviluppa nell’anelito mio
desiderio d’abbandono.

Nel silenzio dormire, sognare,
acquietare il disagio
abbandonarsi all’energia che m’inonda.
Morire e rinascere con l’onda.

Stefania Pellegrini ©

Presentazione dei nuovi corsi di laurea dell’Universitas Mercatorum

Presentazione dei nuovi corsi di laurea dell’Universitas Mercatorum

Invito 1 CS Corsi UnimercatorumInvito 2 CS Corsi Unimercatorum

Alessandria: Martedì 30 luglio 2019, alle ore 11, presso la sala Bobbio della Biblioteca Civica di Alessandria “Francesca Calvo”, verranno presentati i nuovi corsi di laurea dell’Universitas Mercatorum, l’Università digitale delle Camere di Commercio, che dal dicembre dello scorso anno ha individuato nel territorio alessandrino e nel polo di Marengo un punto di eccellenza e di collaborazione.

Saranno presenti alla conferenza stampa il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, il consigliere provinciale con delega a Bilancio, Finanze, Patrimonio e Sistema Informativo, Maurizio Sciaudone, la presidente dell’asm Costruire Insieme, Cristina Antoni e la responsabile della Biblioteca Civica, Patrizia Bigi. Interverranno inoltre come testimonial Danilo Rapetti, ex primo cittadino di Acqui Terme, e Giuseppina Cantone, responsabile delle risorse umane della Camera di Commercio di Alessandria.

Momenti di poesia, Quel soffio che si chiama vita di Grazia Denaro

64561278_2204101599667810_5249251450839629824_n

Ogni mattina:

tu luce, tu parole

emanate

con voce da zefiro brioso

che agita i germogli

 in un profumo prelibato.

 

Arriva al mio pensiero

il tuo messaggio aereo

come una luce

che nasce nel candore

primordiale

ora che da lontano

misuro la distanza

della tua voce

e della tua parola

che tanto ambisce udire

la mia anima sempre fluttuante

al seguito della tua orbita

 da cui respira quel soffio

che si chiama vita.

 

@Grazia Denaro@

Novi Ligure: Stanno per partire gli appuntamenti di “L’estate di Novi”: eventi, spettacoli, manifestazioni ed iniziative culturali

Novi Ligure: Stanno per partire gli appuntamenti di “L’estate di Novi”: eventi, spettacoli, manifestazioni ed iniziative culturali

Gli appuntamenti dell’estate novese 

Novi estate 2019 1aNovi estate 2019 1aa

L’ESTATE DI NOVI 2019

Venerdì 2 agosto (ore 21, ingresso a offerta) nell’Androne di Palazzo Dellepiane si terrà il concerto del Coro Novincanto diretto dal Maestro Cecilia Lee Hyo. La serata vedrà la partecipazione dei Maestri Lorenzo Caramagna (pianoforte), Maria Grazia Guerra (violino) e Luca Torciani (violino).

Come da tradizione, non può mancare la Fiera d’Agosto dal 3 al 5 agosto, con le bancarelle e il tradizionale concerto della Madonna della Neve del Corpo Musicale Romualdo Marenco diretto da Massimo Folli (sabato 3 agosto, alle ore 21, in piazza Dellepiane e in caso di maltempo presso il Teatro Giacometti).

Domenica 4 agosto si svolgerà la Notte Bianca, una grande festa che coinvolgerà tutta la città con spettacolo pirotecnico alle ore 22 nella nuova location in zona Museo dei Campionissimi – Parco Euronovi.  Si proseguirà in piazza Dellepiane dove, alle ore 22.30 (ingresso gratuito), si terrà lo spettacolo Imitamorfosi di Claudio Lauretta, con Sandro Picollo dove l’imitazione si fonde con la metamorfosi, l’attore, il cantante o il politico di turno viene riproposto in modo fantasioso, svelandone i tic e le manie, l’energia di Claudio Lauretta sempre al top, in modo leggero, amichevole, non banale. Continua a leggere “Novi Ligure: Stanno per partire gli appuntamenti di “L’estate di Novi”: eventi, spettacoli, manifestazioni ed iniziative culturali”

Recensione al Romanzo Storico “L’ultimo segreto di Botticelli” di Lisa Laffi e l’opera d’arte”La Primavera” di Botticelli a cura di Manuela Moschin

81N3vS7Pf4L.jpg

Botticelli-primavera.jpgSandro Botticelli “La Primavera” 1480 ca. Tempera grassa su tavola cm. 207×319 Firenze – Galleria degli Uffizi (Fig.1)

Botticelli-primavera copia.jpgSandro Botticelli “La Primavera” 1480 ca. Tempera grassa su tavola cm. 207×319 Firenze – Galleria degli Uffizi (Fig.2)

Blog Thrillernord Rubrica Speciale Libri e Arte

A Cura di Manuela Moschin

Ambientato principalmente a San Secondo Parmense, una signoria retta dalla marchesa Bianca Riario Sforza, figlia di Caterina Sforza, il romanzo di Lisa Laffi ha per protagonista il figlio di quest’ultima Giovanni dalle Bande Nere e “La Primavera” di Sandro Botticelli.

Il dipinto viene citato molto spesso nel libro, poiché la narrazione è legata a un segreto celato nell’opera. Vi sono, perciò, costanti richiami ai simboli e alle figure dipinte dall’artista. La storia è incentrata sulle vicende intercorse tra il celebre condottiero e Luce, una ragazza dolce e sensibile che conosce le proprietà delle erbe curative. Il loro amore si intreccia a una serie di avventure tra colpi di scena e intrighi familiari. Si nota nel romanzo una particolare preparazione storico-artistica da parte dell’autrice che, essendo laureata in Conservazione dei Beni Culturali, possiede dimestichezza nel trattare l’argomento. Il lettore ha la sensazione di essere accompagnato da una guida esperta al fine di riuscire a individuare i misteri nascosti nel dipinto. Lo stile narrativo si contraddistingue per il suo linguaggio semplice e fluido attraverso una scrittura dolce e delicata. Lisa ha avuto l’abilità di creare una trama travolgente, rispettando eventi realmente accaduti nella storia, dove non risulta soltanto lei la protagonista,  ma anche la filosofia e l’arte possiedono un ruolo fondamentale alle quali l’autrice ha dedicato un ampio spazio.

Senza svelarvi troppo la trama vi anticipo solo che Venere e Luce hanno qualcosa in comune:“Ma dal momento che si disinteressa a quella del dipinto di Botticelli, devo usare una Venere terrena…”. Una Luce, dunque, di speranza e di amore allo scopo di rischiarare un turbine di malvagità tra i signori assetati di potere.

Gli ideali del neoplatonismo di Marsilio Ficino, il quale fu il maggiore esponente assieme a Sandro Botticelli che ne fu un sostenitore,  vengono raccontati dall’autrice in modo chiaro e comprensibile.

Anche l’alchimia ha un ruolo fondamentale nel racconto:“Quella notte Pietro spiegò a Luce che gli  alchimisti, a differenza di quello che pensava la maggior parte delle persone, non erano avidi stregoni desiderosi di tramutare il piombo in oro, ma uomini illuminati che perseguivano ideali superiori”.  

Complimenti Lisa ho apprezzato molto il tuo romanzo!

 

Continua a leggere “Recensione al Romanzo Storico “L’ultimo segreto di Botticelli” di Lisa Laffi e l’opera d’arte”La Primavera” di Botticelli a cura di Manuela Moschin”

Un’importante opportunità per la tutela e la salvaguardia del Made in Italy

Un’importante opportunità per la tutela e la salvaguardia del Made in Italy

Coldiretti: Si è svolta domenica scorsa la terza Festa del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona

trebbiatura in piazza.jpg

Al mattino mercato straordinario di Campagna Amica in piazza Gavino Lugano  e in piazza Duomo la possibilità di acquistare il pane realizzato con il grano San Pastore

L’ondata di caldo africano ha “accompagnato” domenica scorsa la “Terza Festa del Ringraziamento del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona” dove, per l’occasione, in piazza Gavino Lugano è stato allestito un Agrimercato straordinario di Campagna Amica che ha visto la partecipazione dei produttori di Campagna Amica e del Consorzio Nazionale Produttori San Pastore per festeggiare il terzo compleanno del Pane Grosso di Tortona.

Foto di gruppo.jpg

Nei gazebo è stato possibile acquistare i prodotti 100% San Pastore mentre in Duomo è stata impartita la benedizione su questo “frutto della terra e del lavoro dell’uomo”: un momento di riflessione e di festa.

benedizione.jpg

Il Pane Grosso di Tortona è realizzato attraverso il recupero del frumento tenero San Pastore, il grano più diffuso in Italia e “ritrovato” dopo oltre sessant’anni, attraverso la panificazione con lievitazioni naturali, diventato una piacevole abitudine per i consumatori che possono trovare il pane non solo negli Agrimercati e nel Mercato Coperto di Campagna Amica ma anche in tante panetterie che hanno aderito al progetto

Continua a leggere “Un’importante opportunità per la tutela e la salvaguardia del Made in Italy”

Spettacolo di beneficienza del trio I Suroti per i restauri della Chiesa parrocchiale di Sarizzola

Spettacolo di beneficienza del trio I Suroti per i restauri della Chiesa parrocchiale di Sarizzola

SABATO 27 LUGLIO 2019 ore 21,15 presso la Chiesa di Sarizzola (AL)

image1SARIZZOLA 27 LUGLIO '19

La Parrocchia “SS. Fabiano e Sebastiano” di Sarizzola è stata costruita nel XVII secolo. Originariamente in sassi stuccati, è stata oggetto nel corso dei secoli di molti rimaneggiamenti. Alla fine degli anni ’40 fu decorata dal famoso pittore e stuccatore Clemente Salsa, novarese di nascita ma che ha sempre vissuto in Val Borbera. 

Proprio le decorazioni di Salsa saranno oggetto dei prossimi lavori di restauro, che non si possono più rimandare per una serie di problemi legati all’umidità presente nell’edificio da anni. Verranno fatte, in accordo con la Soprintendenza, opere murarie (che sono partite con il consolidamento della facciata esterna), rifatti gli impianti ed, infine, verrà restaurato l’apparato decorativo.

I costi di questo intervento sono elevati ma si confida nelle donazioni delle fondazioni e dei singoli. Si può donare tramite bonifico bancario sul conto IT17O0311148670000000004100 intestato a Parrocchia “SS. Fabiano e Sebastiano”.

Per raccogliere i fondi necessari, inoltre, è stato organizzato uno spettacolo teatrale di beneficienza del trio I Suroti. I biglietti disponibili sono solo 300 e sono in vendita all’indirizzo https://www.parrocchiasarizzola.it/2019/05/28/spettacolo-de-i-suroti-per-i-restauri-della-chiesa/ con donazioni a partire da € 10,00 oppure si potranno acquistare alla biglietteria all’ingresso aperta dalle ore 20:30 di sabato.

Coldiretti: Il 2019 è l’anno nero dell’apicoltura, i dati sono allarmanti a causa della tropicalizzazione

Il 2019 è l’anno nero dell’apicoltura, i dati sono allarmanti a causa della tropicalizzazione

Api stremate, non volano più con conseguenze devastanti: colpa del clima impazzito

In provincia di Alessandria si parla di raccolto dimezzato del 60%. Ora si teme l’allarme siccità

stefania tavarone.jpg

“Questa è un’annata disastrosa, ancora peggio del 2017 quando abbiamo chiesto alla Regione l’aiuto per mancato raccolto. Due dati per rendere l’idea: lo scorso anno ho realizzato 15 quintali di acacia quest’anno 6, per il tiglio sono passata da 3 quintali a 40 chilogrammi. Le api, che si presentavano bellissime in primavera, oggi sono stremate hanno smesso di volare e non svolgono più il prezioso lavoro di trasporto di nettare e polline”.

Così Stefania Tavarone dell’azienda “L’ape Ste”, una laurea in Scienze Politiche e un’esperienza in Olivetti durata dodici anni, oggi ha oltre 300 arnie sparse nel territorio acquese più una piccola parte che sconfina nell’Ovadese, diventata apicoltrice per passione, dopo aver messo “le mani nelle api” e aver sentito la sua vita cambiare.

“Si può parlare di un crollo di produzione che tocca il 60% e ora l’ondata di caldo africano rischia di dare il colpo di grazia agli alveari dove le api ventilatrici sono impegnate a rinfrescare l’interno agitando velocemente le ali in modo da ricambiare l’aria e quelle acquaiole portano invece acqua in forma di goccioline per raffreddare, a scapito della normale attività di impollinazione. Con le elevate temperature in pericolo ci sono anche le nuove covate con le operaie al lavoro per salvarle dalla disidratazione ed evitare che le temperature interne alle arnie superino i 33-36 gradi. Non siamo ancora in allarme siccità ma se continua così manca poco”, continua Stefania. Continua a leggere “Coldiretti: Il 2019 è l’anno nero dell’apicoltura, i dati sono allarmanti a causa della tropicalizzazione”

Museo Gambarina: Concerto di musica tradizionale “DALLAHAN, from Scotland”

Museo Gambarina: Concerto di musica tradizionale “DALLAHAN, from Scotland”

Alessandria: Sabato  27 luglio alle ore 21 al Museo  Etnografico di Alessandria si  terrà il concerto di musica tradizionale “DALLAHAN, from Scotland”.

Locandina concerto Gambarina.jpg

La band “DALLAHAN” è formata da giovani musicisti che hanno come base la città di Glasgow, e di cui fa parte anche David Lombardi, violinista alessandrino da anni attivo in Europa con svariate formazioni.

Il gruppo esegue musiche della tradizionale irlandese attingendo anche agli stili musicali tradizionali dei Balcani e del Nord America ed è formato da Jack Badcock alla chitarra e voce, Ciaran Ryan al banjo, mandolino e violino, Andrew Waite alla fisarmonica e David Lombardi al violino.

I Dallahan creano un’atmosfera musicale originale e dinamica, fondendo le loro influenze di musica folk contemporanea con jazz, funk e musica pop  portando i suoi ascoltatori in un viaggio che attraversa vari stili e paesi del mondo e che si traduce in uno spettacolo dal vivo coinvolgente e creando un proprio marchio unico di World-Folk trasmesso con incredibili virtuosismi Continua a leggere “Museo Gambarina: Concerto di musica tradizionale “DALLAHAN, from Scotland””

Demos: “L’autonomia che si deve perseguire con spirito moderno non è quella del più forte che trattiene per sé tutto quello che può”

Demos: “L’autonomia che si deve perseguire con spirito moderno non è quella del più forte che trattiene per sé tutto quello che può”

Facciamo un passo indietro, alle ultime elezioni regionali, dove DemoS ha concorso con la lista civica Sì Chiamparino.

unnamed.jpg

“La parola ‘Autonomia’, tra tutte le liste in campo, era scritta solo nel nostro simbolo. Una chiara e precisa volontà, dunque, di ribadire un concetto di cui molti si riempiono la bocca ma che poi nascondono quando si presentano e si impegnano con i cittadini nel momento elettorale” sottolinea Paola Ferrari, coordinatrice alessandrina di Democrazia Solidale e allora candidata nella circoscrizione elettorale di Alessandria.

“Autonomia in politica è la facoltà concessa da un organo superiore ad uno inferiore di avere funzioni proprie per specifiche esigenze inevitabilmente esercitabili attraverso l’erogazione di congrue risorse – spiega Michelino Davico, ex sottosegretario agli interni, uno dei registi dell’attività di DemoS – Per noi, quindi, autonomia è la giusta rivendicazione della nostra Regione nei confronti dello Stato centrale (e troppe volte ‘centralista’!), ma nel contempo vogliamo anche interpretare con questo concetto la possibilità di riscatto dei territori decentrati all’interno della Regione stessa, anche attraverso il trasferimento concreto di risorse ai piccoli Comuni virtuosi (da sempre penalizzati rispetto ai grandi centri urbani…) e la realizzazione di specifici e qualificanti piani di sviluppo locale che vadano a coniugarsi con quello snellimento burocratico che troppe volte impedisce e blocca invece di favorire le iniziative”. Continua a leggere “Demos: “L’autonomia che si deve perseguire con spirito moderno non è quella del più forte che trattiene per sé tutto quello che può””

Il videomaker Marco Cermelli in partenza per l’Islanda: 6 mila chilometri per portare il sorriso di Elena fra i geyser

Di Maria Luisa Pirrone

Può un sorriso avere la forza di sfidare migliaia di chilometri e arrivare intatto alla meta? Se è il sorriso dei bambini, quasi sicuramente. Se è il sorriso di Elena, poi, non ci sono dubbi.

Marco Cermelli, novese, videomaker, pilota di droni e titolare dell’agenzia Effetto Farfalla, lo sa bene e lo porterà con sé, giorno dopo giorno, nel suo prossimo viaggio in Islanda.

FB_IMG_1563808343221.jpg

Ormai da anni, sia dal suo canale Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCMO4v93v9hpEXfOgO0DIy5g) che dagli studi televisivi de “Il mondo insieme” di Licia Colò, ci ha abituati ai racconti per immagini delle sue avventure, storie che fissa con i colori del mondo sulla tela dei suoi documentari: dalla Norvegia alla Namibia, dalla Finlandia alla Tanzania.

Lo ripete prima di ogni partenza, ma questa volta si spingerà davvero “oltre ogni confine”, come dice quello che ormai è diventato il suo motto, oltre che il suo stile di vita.

Nome del prossimo progetto: Italy-Iceland. Partenza il 27 luglio, ritorno il 22 agosto. In mezzo quasi 6 mila chilometri on the road e 5 stati attraversati da Novi Ligure alla terra dei geyser, quasi tutti a bordo del suo eroico camper. L’oceano tra la Danimarca e l’Islanda lo solcherà in traghetto: 56 ore d’acqua, ultima, incredibile fatica prima dell’approdo.

Penso che il viaggio non sia soltanto la meta, ma ogni singolo
chilometro che la separa da casa mia, osservando come cambiano il paesaggio e le
persone”, confessa Marco, visibilmente emozionato. “Affronterò l’oceano e per me sarà come essere un antico esploratore che affronta le onde del mare per giungere in modo lento verso una meta sconosciuta”.

Continua a leggere “Il videomaker Marco Cermelli in partenza per l’Islanda: 6 mila chilometri per portare il sorriso di Elena fra i geyser”

Dal 6 al 17 agosto parcheggi gratuiti in città

Dal 6 al 17 agosto parcheggi gratuiti in città

parcheggi blu

Casale Monferrato: La Giunta Comunale ha deciso, come consuetudine, di rendere gratuiti i parcheggi del centro cittadino.

Nell’ordinanza firmata dalla Polizia Locale, tutti i parcheggi blu del centro città non saranno più a pagamento da martedì 6 a sabato 17 agosto, compresi.

La scelta di rendere gratuiti i parcheggi nasce dalla constatazione che il traffico casalese, in particolare nel mese di agosto, risulta essere decisamente meno consistente, poiché la maggior parte degli esercizi commerciali sono chiusi per le ferie estive.

I parcheggi torneranno a pagamento da lunedì 19 agosto.