Calendario Lega Pro

url

GIRONE A 2019-2020
1ª Giornata
25 Ago 2019 22 Dic 2019
ALESSANDRIA – GOZZANO
AREZZO – LECCO
COMO – PERGOLETTESE
GIANA ERMINIO – RENATE
NOVARA – JUVENTUS U23
PISTOIESE – ALBINOLEFFE
PONTEDERA – CARRARESE
PRO PATRIA – MONZA
PRO VERCELLI – PIANESE
ROBUR SIENA – OLBIA

2ª Giornata
1 Set 2019 12 Gen 2020
ALBINOLEFFE – PRO PATRIA
CARRARESE – ALESSANDRIA
GOZZANO – COMO
JUVENTUS U23 – ROBUR SIENA
LECCO – PRO VERCELLI
MONZA – NOVARA
OLBIA – GIANA ERMINIO
PERGOLETTESE – PISTOIESE
PIANESE – AREZZO
RENATE – PONTEDERA Continua a leggere “Calendario Lega Pro”

Il Duomo di Messina, di Grazia Denaro

Duomo_di_Messina

Il Duomo di Messina risale al 1120.

Fu costruito per volere del re Ruggero II, dopo varie distruzioni e terremoti  fu ricostruito sempre attinente all’arte normanna.

La facciata esterna della cattedrale contenente tre portali esterni: una centrale e due laterali, conserva nella parte inferiore fasce marmoree policrome che in origine la ricoprivano interamente.

Cattedrale_Silv

Il Campanile costruito dopo il terremoto  del 1908 su progetto dell’architetto Valenti, ha un’altezza di 60 m. e poggia su base quadrata di m. 9,60 di lato.

Prospet1

Il Campanile  della Cattedrale di Messina racchiude al suo interno il complesso meccanico del più grande orologio che esiste al mondo. Sull’altra facciata del campanile prospicente la piazza del Duomo si osserva un globo dorato che rappresenta le fasi della luna, sotto di esso vi è il planetari col sistema solare ed i segni dello zodiaco.

Col suo movimento l’orologio meccanico aziona le grandi figure in bronzo doratoche rappresentano momenti di fede e fatti storici della città. Continua a leggere “Il Duomo di Messina, di Grazia Denaro”

Il battito del mio cuore.

36589_3800860267319_1451674653_3342208_1060722701_n

lo sento come una carezza
che mi sfiora il viso
che mi entra dentro il cuore
ed è pieno d’ amore e calore
il tuo sguardo mi penetra

dentro l’animo
e lo innalza fino al cielo
dove uno stormo di gabbiani
lo porta fino al sole
che ride di fronte a tanta
felicità e dolcezza
il battito del cuore vola nei
miei pensieri

e brinda con me
per una favola eterna

chiamata amore.

Momenti di poesia. Click 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Click 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

67222474_941099866221517_397784847159918592_n-1.jpg

Click 2019

Una notte intera e poi…
Oscura chiaritá
mordo i ricordi
mescolo nel quadro
impasto con i colori
la mia vita…
Sbaciucchiami tanto
Com’era …a grappoli
c’inseguivano stelle…
Corpo d’amore
siamo sole, luna,
brevità d’eterno…

Daniela Cobaich Mascaretti

SP2019
Grafica D.C.M

MARCO PEROSINO (FI): CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI. DOPO LA PRONUNCIA DEL CONSIGLIO DI STATO TROVARE UNA SOLUZIONE DEFINITIVA

MARCO PEROSINO (FI): CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI. DOPO LA PRONUNCIA DEL CONSIGLIO DI STATO TROVARE UNA SOLUZIONE DEFINITIVA

Marco Perosino

Oggi a Roma presso la Sala Nassiriya del Senato della Repubblica si è tenuta una conferenza stampa avente ad oggetto l’annullamento del concorso per dirigenti scolastici dopo la recente pronuncia del Consiglio di Stato.

Alla conferenza stampa organizzata dal Sen. Marco Perosino di Forza Italia, sono intervenuti il Presidente del Gruppo di Forza Italia al Senato, Anna Maria Bernini, e altri senatori del Gruppo.

“La sospensiva del Consiglio di Stato in questa fase cautelare, ha premiato l’interesse pubblico, ma non ha pronunciato una parola sui motivi di merito.”  ha esordito il sen. Perosino.

“Il Ministro ha deciso di stipulare il contratto con i dirigenti vincitori a partire dall’ 1 settembre immettendoli in servizio gradualmente e ciò è una saggia decisione”

“Teniamo conto che i vincitori sono circa 3500 e le sedi vacanti sono circa 2900” precisa Perosino.

“I dirigenti scolastici vincitori del concorso, che al primo settembre saranno immessi in ruolo, rischiano però di vedersi privati dell’incarico qualora il Consiglio di Stato nell’udienza del 17 ottobre prossimo confermasse l’annullamento delle prove come stabilito dal Tar del Lazio.”

“E’ necessario quindi che il Ministro intervenga in via definitiva al fine di salvaguardare la procedura concorsuale e garantire tutela ai docenti che hanno superato le prove selettive maturando un legittimo diritto soggettivo” conclude il senatore.

Momenti di poesia. Vivo la vanità… di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Vivo la vanità… di Cesare Moceo

67288315_2148445225281379_4342864861479305216_n.jpg

Vivo la vanità di un anziano viziato

Improvvise esaltazioni

senza padri

mi trafiggono l’anima ammantata di solitudine

culmini d’emozioni fiammeggianti

in attimi

a volte senza sapore né colore
nella puerile debolezza del mio Essere

artifizi del pensiero

a acuire i dolori e sollecitare gli occhi alle lacrime nella coscienza della vita

E vado avanti per la mia strada

predicando a me stesso l’etica del silenzio

l’arte di chi tace quando c’è da tacere
e parla solo se c’è da parlare
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. La mia strada, di Eva Muti

Momenti di poesia. La mia strada, di Eva Muti

35193543_600420183659319_7571858125431504896_n

La mia strada

Cammino tra
i Salici
in appesa ombra
di Verdi ramaglie.
Dolce…
Sentirle
sulla pelle
sudata
ed accaldata,
accompagnata
dal profondo respiro
di profumi
e musica
che si fa
sempre più
lontana.
E cammino
tra i salici
stanchi
che si bagnano
di fresca brina
Al calar del sole.
Intenta la sera
che scende
ad assopirsi
e a comprendermi…!

Eva Muti
Diritti riservati ©

Legge: 22/4/41 n.633
Foto presa dal web

Intervista di Alessia Mocci a Claudio Alvigini: vi presentiamo il saggio L’inconcepibile esercizio

claudio-alvigini_-200x300

L’attaccamento alla legge del padre Platone o del padre Aristotele o del padre Tolomeo degli intellettuali di allora divenne sempre più forte. Essi, infatti, temevano che, perdendo ciò in cui loro, la chiesa e tutti, credevano, avrebbero perso il loro potere e quindi… anche la loro privilegiata posizione di assistiti e beneficiati dal signore di turno. Forse un pensiero sul perché ci sia voluto tanto tempo per scardinare il mondo di Tolomeo, può condurci a qualche considerazione su Colombo e sulla scoperta delle Americhe.– Claudio Alvigini

Nel mese di luglio 2019 la casa editrice Macabor Editore ha pubblicato, per la collana Noisette, il saggio “L’inconcepibile esercizio” di Claudio Alvigini.

L’autore è nato in Svizzera ma ha vissuto a Palermo, Pozzuoli e Roma. Giovanissimo ha iniziato la sua carriera aeronautica come pilota civile dell’Alitalia e per svariati anni è stato comandante di Boeing 747.

L’adolescenza in Sicilia ha fortemente segnato le prime prove letterarie di Claudio e si può constatare l’ininterrotta attività che ha visto i primi frutti nel 1997 proprio con il saggio “L’inconcepibile esercizio” edito nella rivista di psicoterapia e psichiatria “Il sogno della farfalla”.

Successiva di un anno, nel 1998, è uscita la sua prima silloge poetica “Visita in città” con Nuove Edizioni Romane, nel 2002 per Edizioni La camera verde è uscita “La casa sol terrazzo”, nel 2005 “Ulàn Batòr” per Edizioni Helicon, nel 2007 “Trafficante di colori” per Edizioni LietoColle, nel 2012 “Il principio di non contraddizione” per Manni Editore, e nel 2018 con Macabor Editore il romanzo “Il Capitano di Bastur”.

A.M.: Salve Claudio, sono lieta di questo nuovo incontro. Nel 2018, in una nostra intervista, hai parlato di un possibile ritorno alla poesia ed invece ti ritrovo con una pubblicazione di un saggio filosofico. “L’inconcepibile esercizio” è stato, infatti, pubblicato per la prima volta nel 1997, perché hai deciso di riprendere in mano il lavoro?

Claudio Alvigini: Cara Alessia, intanto permettimi di ricambiare, anch’io sono lieto di questo nuovo incontro, il ricordo delle tue belle domande su “Il capitano di Bastur” edito da Macabor, è ancora vivissimo. Mi chiedi perché ho deciso di riprendere in mano un lavoro di più di 20 anni fa. Era uscito, infatti, nel 1997, nobilitato dall’accoglienza nelle belle pagine della raffinata rivista di psicoterapia e psichiatria “Il sogno della farfalla” che si avvaleva allora come oggi dell’elaborazione teorica di Massimo Fagioli. Mi chiedi come venne quel titolo che, anche a distanza di anni, continua a piacermi assai.

Fu un giorno lontano, un decollo assai mattutino da Addis Abeba; ricordo uno strato compatto e uniforme di nubi che si stendeva a perdita d’occhio. Una smisurata coperta immobile e sospesa a poche decine di metri da terra, pronta a posarvisi da un momento all’altro, non so se per difenderla così dal freddo del mattino o per… soffocarla. C’era quel tanto di visibilità orizzontale che consentiva il decollo. Iniziammo così la nostra corsa sulla pista, con, sulla testa quel tappeto volante e senza fine di nubi che schiacciava la terra… a terra. Continua a leggere “Intervista di Alessia Mocci a Claudio Alvigini: vi presentiamo il saggio L’inconcepibile esercizio”

I miei sogni da bambino

6448_1136565586988_1612817734_347730_3424673_n


I miei sogni da bambino
erano di mille colori fugaci
il mio cuore appena nato
sognava un mondo colorato
pieno di aquiloni che volavano
su nel cielo…
Sognavo un mondo
di arcobaleni di tutti i colori
dove erano dipinti i nostri pensieri
di tutti i giorni
pieni di amore, non distorti…
Questi sogni si perdevano
nel blu dell’ingenuità
dove tutti i bambini come me
sognavano un mondo di felicità.
Ora non sono più piccino
ma dentro di me
è rimasto quel bambino..

Aldo Ascolese in concerto per Soleluna, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Venerdi 26 luglio , alle 21, Aldo Ascolese e Domenico Berta con “Da Faber al cielo”, saranno ospiti con un concerto per ricordare De Andrè al Circolo Ortincontra, in via Santorre di Santarosa, Alessandria.

Dalle 19,30 possibilità di cenare con menù speciale.

La serata, organizzata da Circolo Ortincontra e dal club Amici dei Grigi, con il contributo delle ditte Alessandria Auto e Termoclima, prevede l ‘ ingresso al costo di 5 euro, con incasso devoluto in beneficenza all’Associazione Soleluna, centro terapeutico per disabili.

Il   Centro   SoleLuna   è   la   sede   del   Centro    Diurno   socioterapeutico   per   persone   con disabilità    psico -fisica.   I   ragazzi   sono   inseriti   con   un   progetto   della   Commissione   UVMD,   commissione multidisciplinare   composta   da   operatori Cissaca   e   da   operatori   ASL…

View original post 630 altre parole

Fotografia sotto le stelle, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

3 GRANDI FOTOGRAFI VS TUTTI
tre incontri con tre maestri della fotografia a cura di Daniele Robotti, fotografo professionista.

Tre incontri in orario 21.00 – 22.30 nello studio di Daniele Robotti al 2 piano di Via San Lorenzo 107, in Alessandria.
Tre incontri dove Daniele Robotti ci porta all’interno della visione fotografica di tre maestri della fotografia contemporanea, in confronto con lo stile, l’approccio e la tecnica di altrettanti maestri della scena fotografica mondiale.
Scopri come tre classici generi della fotografia vengono interpretati utilizzando il colore o il bianco e nero, un approccio scientifico o emotivo, inquadrature pulite in contrapposizione a punti di vista non convenzionali.
Il perchè di una scelta, della creazione di uno stile, di una specifica narrazione in tre serate sotto le stelle per una approfondita comprensione di quello che è “fare fotografia”. Tre appuntamenti in tre serate informali, discorsive e aperte alle domande e alle curiosità di…

View original post 234 altre parole

Festa nella Chiesa di San Giacomo della Vittoria, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Festa di San Giacomo Maggiore nella Chiesa di San Giacomo della Vittoria: Santa Messa Giovedì 25 luglio, ore 19:00. Celebrante Don Mauro Bruscaini.

In occasione della Festa di San Giacomo, sono state invitate le cariche istituzionali della Città di Alessandria alla Messa in onore del titolare della Chiesa di San Giacomo della Vittoria, celebrata dal Rettore del Seminario Vescovile di Alessandria Don Mauro Bruscaini.

Questo luogo, Tempio di Dio, patrimonio artistico ma soprattutto spirituale torna a vivere un momento altissimo con la celebrazione della Liturgia in onore del Santo a lui dedicato che ha visto la prima messa, dopo decenni, nel 2017.La comunità alessandrina è invitata a partecipare attivamente per vivere insieme la messa e a seguire subito dopo un momento di convivialità con un piccolo rinfresco offerto a tutti per ritrovarci insieme nella festa di San Giacomo.

La chiesa di S. Giacomo della Vittoria è un gioiello storico-artistico, simbolo…

View original post 81 altre parole

“Sin Nombre “: mostra fotografica dedicata al Perù di Fulvio FERRUA, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Giovedi 25 luglio 2019 alle ore 18,00 verrà inaugurata presso il CAFFÈ ALESSANDRINO, Piazza Garibaldi, 39 – Alessandria Tel. 0131-441903-
la MOSTRA FOTOGRAFICA dal titolo “SIN NOMBRE”, di Fulvio FERRUA
Realizzazione e stampe a cura di PPS
PricePerformanceSolution srl

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:
“Con la mostra fotografica dedicata a Fulvio FERRUA proseguono gli appuntamenti del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’Arte presso alcuni locali della nostra Città. Fulvio FERRUA è un fotografo che stupisce ed emoziona con la sua sensibilità nel catturare la bellezza sia di paesaggi a noi vicini come quelli del Monferrato sia di luoghi più lontani come il Perù, in questo caso argomento della mostra, dando una forte connotazione poetica alle immagini della quotidianità ”.

Fulvio FERRUA

Leva 1960, alessandrino, ho iniziato ad occuparmi di fotografia appena guadagnate le prime lire per acquistare una fotocamera, una gloriosa Nikon FM.
Era il…

View original post 600 altre parole

Carabiniere salva una bambina in piscina, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Compagnia Carabinieri di Alessandria:

Carabiniere salva una bambina in piscina.
È successo nel caldo pomeriggio di domenica 21 luglio, nell’affollata piscina del Family Park di Felizzano, dove numerosi genitori e bambini stavano cercando un po’ di refrigerio dalle alte temperature estive.
Il militare, libero dal servizio, accortosi di una bimba adagiata sul fondo della piscina, con il volto rivolto verso il basso, si è precipitato a recuperarla, adagiandola poi sul bordo della vasca e allertando i soccorsi. Momenti concitati in cui ogni istante è stato importante. La bambina, di 7 anni, non cosciente, è stata prontamente soccorsa anche da un bagnino e da un medico presente nella struttura. Trasportata d’urgenza all’ospedale infantile di Alessandria per il principio di annegamento per crisi convulsive, non è in pericolo di vita.
Descrive così il suo intervento il Vice Brigadiere Germanà Salvatore, effettivo alla Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alessandria: “Ero in piscina…

View original post 669 altre parole

“Le Mille e una notte” ai Centri Estivi Comunali, di Lia Tommi

Centri Estivi comunali:
dall’Isola che non c’è alle Mille e una notte

Sono terminati nella scorsa settimana, con alcuni momenti di festa, e dopo quasi due mesi di attività, i Centri Estivi organizzati dal Comune di Casale Monferrato. L’iniziativa, che proseguirà anche a settembre prima dell’inizio delle scuole, è stata affidata alla Cooperativa Punto Service e ha coinvolto complessivamente circa 200 bambini delle scuole primarie e dell’infanzia.
I bambini della primaria sono stati coinvolti dal tema de Le Mille e una notte, ispirato alla raccolta di novelle anonime orientali. I bambini, come i protagonisti dell’opera letteraria, sono stati coinvolti in un emozionante “viaggio” nel Mar Meditteraneo per fare conoscere e apprezzare le ricchezze degli altri popoli (la loro cultura, storia, tradizioni,..), sperimentando un nuovo modo di vivere e di conoscere in modo positivo le differenze di altre etnie.
I bimbi dell’infanzia, invece, hanno viaggiato verso L’isola che non c’è con Peter Pan, seguendo le avventure raccontate nei romanzi di James Matthew Barrie. Attraverso le attività proposte hanno provato a capire che la “fantasia” può essere davvero il migliore dei giochi.
Durante tutto il periodo i bimbi hanno potuto partecipare a diverse gite: all’Agrigelateria di Poirino, all’Azienda Agricola Barbalando di Casale Monferrato, alla piscina Acquasmile di Tricerro, al parco a tema Cowboyland di Voghera, allo Zoo Zoom di Torino, oltre a giornate alla piscina cittadina Montecarlo.
Le feste finali si stanno svolgendo in questi giorni direttamente nelle scuole sedi del servizio: ieri, mercoledì 24 luglio, di scena i bimbi dell’infanzia (alla scuola Peter Pan) e oggi, giovedì 25 luglio ore 16,00, i bambini della primaria (alla scuola Bistolfi). Protagonisti canti, balli e spettacoli di funanmboli che hanno coinvolto anche i genitori presenti, oltra a Sindaco e Assessori.
«Anche quest’anno – ha sottolineato l’Assessore all’Istruzione Gigliola Fracchia – i Centri Estivi hanno coinvolto molti bambini che, con le loro famiglie, hanno potuto divertirsi con giochi, attività didattiche ed escursioni. I piccoli protagonisti dimostrano, attraverso grandi sorrisi e voglia di partecipare, il successo dell’esperienza. Auguro a tutti una buona continuazione di vacanza!».

Raccolta sangue presso il Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria, di Lia Tommi

Alessandria, 26 luglio 2019: raccolta sangue presso il Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria, “aperta” anche alla cittadinanza.

Anche quest’anno, come consuetudine in virtù del Protocollo d’Intesa siglato il 30 ottobre 2017 tra il Comitato della Croce Rossa di Cassine e il Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria, venerdì 26 luglio 2019, dalle ore 08.00 alle ore 12.00, in Piazza Vittorio Veneto n. 2, presso la caserma “Scapaccino”, sede del Comando Provinciale Carabinieri, i cittadini alessandrini avranno la possibilità di unirsi ai Carabinieri in servizio, a quelli in congedo ed ai loro familiari in possesso dei necessari requisiti, per donare il proprio sangue.
L’iniziativa solidaristica vede ancora una volta protagonisti, da un lato, il Comitato della Croce Rossa di Cassine, che dal mese di maggio del 2017 ha in dotazione uno dei quattro automezzi attrezzati quali unità mobili di raccolta sangue (c.d. autoemoteche), attivi sul territorio nazionale, dall’altro, l’Arma alessandrina, impegnati nella campagna volta a sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla necessità e all’importanza di donare il proprio sangue.
Quest’ultima, anche attraverso il contributo diretto dei suoi appartenenti e dei loro familiari, con l’auspicio che ad essi si unisca anche la cittadinanza.
Come noto, donare è uno degli atti più belli e donare il sangue lo è ancora di più, perché il sangue non si può comprare.
Ad assistere i volontari donatori, a bordo dell’autoemoteca, saranno presenti operatori della Croce Rossa e personale medico ed infermieristico specializzato che, al termine della raccolta, consegnerà direttamente le sacche negli ospedali dell’Asl alessandrina.
Giova infine ricordare come il protocollo d’intesa de quo sia finalizzato, oltre che all’attività di promozione e donazione di sangue, anche alla realizzazione di corsi formativi teorico-pratici: relativi a nozioni di base di Diritto Internazionale, Diritto Internazionale Umanitario e Diritto dei Conflitti Armati; di primo e pronto soccorso per il conseguimento di qualifiche di operatore addetto all’uso del defibrillatore semi automatico (Blsd); di addetto di primo soccorso aziendale previsto dalla normativa sulla sicurezza sui posti di lavoro; di esecutore di manovre salvavita in età pediatrica e corsi di primo e pronto soccorso generale.

Tragedia in stazione: una persona si getta sotto un treno

Tragedia in stazione: una persona si getta sotto un treno

FRUGAROLO. Linea tra Novi Ligure e Alessandria interrotta

19 Luglio 2019 ore 12:33

GN4_DAT_1639248.jpg--tragedia_in_stazione__una_persona_si_getta_sotto_un_treno_.jpg

Gente in coda alla stazione di Novi per prendere i bus sostitutivi

FRUGAROLO – Tragedia alla stazione ferroviaria di Frugarolo, dove una persona si è gettata sotto il treno 2508 in transito.

Il corpo, trascinato per centinaia di metri, è stato orrendamente mutilato, tanto che al momento non è stato ancora possibile individuare il sesso della persona deceduta sotto il convoglio e nemmeno le sue generalità.

In seguito all’incidente, per permettere i rilievi degli agenti della polizia ferroviaria e dei magistrati, la linea ferroviaria riservata ai treni in transito verso Torino è interrotta e il servizio di trasporto effettuato con autobus sostitutivi.

Lunghe code di persone alla stazione ferroviaria di Novi Ligure in attesa degli autobus che devono trasportare i viaggiatori da Novi ad Alessandria.

La tragedia alla stazione di Frugarolo si è verificata poco prima delle 10.30 e, secondo persone che erano sul posto, si tratta di un palese atto anticonservativo di una persona che si è lanciata tra i binari mentre attivava il treno 2508, partito da Genova Brignole e diretto a Torino Porta Nuova. Il convoglio non prevede la fermata a Frugarolo, quindi stava viaggiando alla normale velocità di transito consentita in stazione.

da: http://www.ilpiccolo.net/

Finalmente si asfalta via Moccagatta

Finalmente si asfalta via Moccagatta

di Pier Carlo Lava

DSC_0001 copiaDSC_0002 copia

Alessandria today: La prima segnalazione in merito all’asfalto rotto di via Moccagatta risale a oltre un anno fa.

Nella strada in questione ad alto traffico veicolare )normalmente ben oltre ben oltre il limite dei 50 km ora) si erano formate rotture del manto stradale e cedimenti che nei giorni di pioggia si riempivano di acqua sporca che le migliaia d’auto, transitando velocemente, schizzavano sul marciapiede bagnando pedoni e le vetrine della pizzeria “Grande Fratello”. Una situazione spiacevole che andava risolta sia per i problemi sopra citati che per il rischio di danni alle sospensioni e alle gomme delle auto.

DSC_0003 copiaDSC_0004 copia

Finalmente oggi giovedì 18 luglio 2019 grazie all’intervento dell’Assessore ai lavori pubblici Giovanni Barosini sono iniziate tramite l’impresa Nizzo vincitrice del relativo appalto le operazioni di asfaltatura.

vedi il video: https://www.youtube.com/watch?v=AT523LP-nrc

DSC_0009 copia.jpg

Un problema risolto per il quale ringraziamo l’Assessore ma, con l’occasione, ricordiamo che nel quartiere Borsalino ne sussistono ancora altri, già segnalati, che ci auguriamo vengano presi in considerazione, quantomeno a partire da quelli risolvibili a costi contenuti, come ad esempio le panchine rotte.

Inoltre nella strada in questione dovrebbero essere fatte delle nuove strisce pedonali, che oltre ad essere molto utili per la sicurezza dei pedoni quando attraversano la strada hanno anche la funzione di rallentare il traffico, le stesse dovrebbero essere realizzate anche nel tratto antistante a diverse attività commerciali, la pizzeria Grande Fratello, il magazzino Giesse scampoli e tessuti e il discount Eurospin.

Emiliana Conti nuova Presidente de “Il Circolo I Marchesi del Monferrato”, di Lia Tommi

Nel suggestivo chiostro di Santa Maria di Castello, in Alessandria, che richiama con forza le origini della Città, vi è un mix di storia, cultura ed antagonismi mai sopiti, che costituiscono le basi irrinunciabili della nostra identità.
Qui, da qualche tempo, il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, associazione nata ad Alessandria nel 2004, ha il compito bidirezionale di trasportare la Città nel Monferrato ed il Monferrato in Città. A guidare questo percorso evidentemente difficile, ma che si è dimostrato possibile – non a caso anche un Palazzo Esposizioni in Alessandria porta il nome del Monferrato, un brand riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità – il memorabile Presidente Roberto Maestri, storico e divulgatore instancabile delle gesta dei Marchesi del Monferrato, recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.
In tanti hanno pensato che “I Marchesi” non potessero avere un futuro invece, nei giorni scorsi, proprio per onorare la forza di volontà di Roberto Maestri, l’Assemblea dei Soci ha deciso di ridare spinta alle attività del Circolo Culturale, rinnovando il Consiglio Direttivo che a sua volta ha eletto il neo presidente.
Il Direttivo è dunque composto da Emiliana Conti (presidente), Angelo Soave (Vice presidente), Nadia Ghizzi (segretaria), Alice Raviola (ricercatrice), Fabrizio di Salvo (responsabile area tecnica).
Emiliana Conti interpreterà la dimensione organizzativa del Circolo Culturale, tendendo ad una coralità più accentuata ed ovviamente meno ancorata ad una figura di grande attrazione com’era quella di Roberto Maestri.
“La proposta di presiedere il Circolo Culturale mi è giunta graditissima, pur consapevole del grande impegno che andrà profuso per divulgare la cultura del Monferrato, ma in ciò sono sicura che troverò validi e competenti interlocutori in Associazioni, ricercatori ed Enti che certamente collaboreranno per far proseguire il cammino di un’associazione che ormai è un consolidato interprete delle nostre realtà territoriali”.
L’invito ad avvicinarsi alle attività del Circolo Culturale è esteso a tutti gli affezionati al nostro Territorio.

Piscina comunale, ora nuotano le rane…

Piscina comunale, ora nuotano le rane…

Segnalazione dei residenti: la vasca sarà svuotata

23 Luglio 2019 ore 08:05

Piscina comunale.jpg

ALESSANDRIA – Chi l’ha detto che alla piscina comunale non nuota più nessuno da anni? Provate a chiederlo ai residenti del lungo Tanaro, che da qualche giorno faticano a dormire per il gracidare di un gran numero di rane che, proprio nelle vasche dove fino a qualche anno fa sguazzavano adulti e bambini, ha deciso di ‘traslocare’.

«Il problema è stato evidenziato da alcune persone che abitano in zona – ammette l’assessore all’Ambiente, Paolo Borasio – Purtroppo, l’acqua putrida che riempie la piscina e che nessuno in tutto questo tempo ha svuotato, ha finito per provocare pure questo problema. Non bastava il proliferare dei topi, che da più tempo infestano la struttura ormai dismessa».

Come si pensa di intervenire? «I tempi della burocrazia sono quelli che sono… Ad ogni modo, finalmente, siamo in dirittura d’arrivo e proprio nei prossimi giorni dovrebbe essere affidato l’incarico dal settore Lavori pubblici per svuotare la vasca. A quel punto, i miei uffici provvederanno a posizionare le trappole per cattura i topi e debellare, una volta per tutte, questo guaio».

da: http://www.ilpiccolo.net/

Estate e anziani soli e ammalati, di Lia Tommi

Alessandria: Estate, tempo di mare e di vacanza. Non per tutti, però. Per gli anziani soli e ammalati l’estate è sinonimo di tanta solitudine. Talvolta drammatica.

Paola Ferrari, coordinatrice di DemoS – Democrazia Solidale lancia un appello per intensificare il contrasto all’isolamento sociale, attraverso la creazione di reti che si collocano accanto alle risposte tradizionali (assistenza domiciliare, servizi residenziali, sociali etc.) e raggiungono ampie fasce di popolazione fragile esposte a rischi.

“Ricordando che secondo l’Istat, al 1° gennaio 2019, nel nostro paese ci sono circa 13 milioni di anziani, e di questi 4 milioni vivono da soli – spiega Ferrari – Siamo uno dei paesi più longevi al mondo e per far fronte all’invecchiamento della popolazione, c’è bisogno di unire le forze. Bisogna lavorare al contrasto dell’isolamento degli anziani, cercando di creare quelle reti che mancano o che si sono assottigliate, nella famiglia e nella società”.

La rete auspicata da DemoS è quella che deve vedere coinvolti i Comuni, con iniziative specifiche, e le associazioni di volontariato, per monitorare tutti gli anziani, partendo dai più anziani e più soli, per verificarne le condizioni di salute ed intervenire al di là delle emergenze.

“Sono i piccoli gesti, che diventano subito grandi quando li compi, a rendere felice un anziano solo: qualche ora di compagnia, essere accompagnato dal medico o a fare la spesa, o ancora venire aiutato nelle piccole riparazioni oppure a sincerarsi se abbia mangiato e bevuto a sufficienza oppure se abbia assunto le medicine prescritte dal medico” conclude Ferrari.

cuore caldo

Cuore caldo come il sole d’ estate
poggiato sulla sabbia il tuo viso
riflette su questo sole che mi scalda il cuore
come in un sogno pieno di ricordi e sorrisi,
i tuo occhi mi tengono caldo come un vento
di scirocco che entra dentro il mio animo
e mi scalda viso che mi si era ghiacciato
come un alba piena di calore sei comparsa
nella mia vita e hai catturato per sempre
il mio cuore tra le tue dita.12 luglio 2013 apericena canile e presentazione lbri

Schianto sull’A21, muore 19enne salvi i suoi amici

Schianto sull’A21, muore 19enne salvi i suoi amici

L’auto sulla quale viaggiavano si ribalta nella scarpata. Carambola a Spinetta, tre i feriti

23 Luglio 2019 ore 08:21

di MONICA GASPARINI

1563823266480.jpg--schianto_sull_a21__muore_19enne_salvi_i_suoi_amici

Lo scontro a Spinetta: tre i feriti

ALESSANDRIA – Ancora sangue sulle strade dell’Alessandrino. Nella notte tra sabato e domenica un ragazzo ha perso la vita lungo l’autostrada A21, poco dopo il casello di Alessandria Est. Sull’auto, guidata da una 18enne, viaggiavano, oltre alla vittima, anche altri due amici.

La vettura, dopo una sbandata, è finita nella scarpata, ribaltandosi.Per Lorenzo Calò, che abitava a Casale con la famiglia, non c’è stato nulla da fare. I medici del 118 non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. La dinamica dell’incidente è al vaglio degli agenti della Polstrada di San Michele e la Procura potrebbe decidere di eseguire l’esame autoptico per stabilire con certezza la causa della morte.

Gli altri ragazzi sono stati trasportati all’ospedale: non sono in pericolo di vita.

Schianto anche a Spinetta Marengo, poco prima del cavalcavia: due coniugi sono rimasti feriti in modo serio.

da: http://www.ilpiccolo.net/

Momenti di poesia. Tu solo, di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Tu solo, di Stefania Pellegrini

Tu solo

Da un cielo di smalto il sole
occhieggia malizioso
tu mi appari
miraggio della mente.
La scoperta apre al cuore
la strada del desiderio.
Tu realtà o sogno,  luminoso astro
che calamita l’attenzione
energia che incarna la passione.
Come la forza dell’acqua
rompe argini, straripa
e travolge impetuosa.
Tu realtà o sogno,
tra magnolie odorose
di arancio e vene di giglio,
tra fragranze misteriose
che inebriano e seducono i sensi.
Tu solo luce di cometa
istante che abbaglia
e si perde lontano. 

Stefania Pellegrini© 

(dalla raccolta “Tra le ali dei sogni”)

Ampie schiarite 8. Obiezione, basta armi e tablet, otto per mille, di Carlo Baviera

Ampie schiarite 8. Obiezione, basta armi e tablet, otto per mille, di Carlo Baviera

Il bene da scoprire e diffondere. Buone notizie che aprano alla speranza e alla fiducia

https://appuntialessandrini.wordpress.com/

 protetto.jpg

Preti ‘obiettori’ – Due giovani parroci bolognesi, don Stefano Culiersi e don Paolo Dall’Olio hanno risposto al progetto ‘Pro-tetto: rifugiato a casa mia’ delle Caritas diocesane, accogliendo e ospitando alcuni richiedenti protezione internazionale in canonica; quindi letteralmente in casa loro, rispondendo concretamente anche a coloro che provocano  «i preti che predicano l’accoglienza, se li prendano a casa loro».  

Don Paolo ha addirittura lasciato la canonica a un gruppo di richiedenti asilo. Per lui – ha affermato – era sufficiente anche uno spazio più ridotto, all’interno delle opere parrocchiali. Ora c’è la preoccupazione per il venir meno del sistema di accoglienza previsto dai nuovi provvedimenti. «Sono preoccupato dopo questi stravolgimenti del sistema di accoglienza, perché qui a Bologna funzionava bene.

Se non potremo più proseguire il progetto verrà meno il legittimo diritto di ospitare una persona in difficoltà, per chi voglia farlo» dice don Stefano; va detto infatti che a Bologna sono 23 le parrocchie che ospitano migranti. Gli adolescenti del gruppo giovani della Parrocchia di don Stefano gli hanno posto «la questione della ‘obiezione civile’», per aggirare una legge ingiusta.

Del resto dopo esperienza di accoglienza e condivisione, legate all’immigrazione, la questione non è più un concetto astratto, ma assume i connotati di persone reali, con un nome e un cognome. E dice che ogni questione va affrontata con umanità e non con spirito da leguleio. Continua a leggere “Ampie schiarite 8. Obiezione, basta armi e tablet, otto per mille, di Carlo Baviera”

Ciclista investito, è grave. Trasportato prima ad Acqui e poi trasferito all’ospedale di Alessandria

Ciclista investito, è graveTrasportato prima ad Acqui e poi trasferito all’ospedale di Alessandria

1563997016189.jpeg--ciclista_investito__e_grave_.jpeg

RIVALTA BORMIDA

24 Luglio 2019 ore 21:43 di M.GA.

RIVALTA BORMIDA – Un ciclista di 75 anni è stato investito verso le 19 a Rivalta Bormida. Subito soccorso dai medici del 118, l’uomo è stato trasportato prima all’ospedale di Acqui e poi trasferito ad Alessandria.

Le condizioni del 75enne sono gravi: dopo l’impatto ha perso conoscenza ed è stato intubato. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale. 

da: http://www.ilpiccolo.net/

Giovane aggredita dal branco: ferita. Parlano i genitori

Giovane aggredita dal branco: ferita. Parlano i genitori

La ragazzina attirata con l’inganno in piazza D’Azeglio

19 Luglio 2019 ore 08:18

logo_colored.png

di MONICA GASPARINI

ALESSANDRIA – Brutale aggressione del branco nei confronti di una ragazzina di 12 anni. È accaduto martedì sera, 16 luglio, ad Alessandria, in piazza Massimo D’Azeglio.

La giovane, che fortunatamente è riuscita a scappare, ha riportato lievi lesioni. Di certo, però, questi sono giorni della paura. I genitori hanno sporto denuncia ai Carabinieri, raccontando le fasi «dell’agguato messo in atto da un gruppetto di sette persone, praticamente coetanee della vittima».

È la mamma a raccontare quello che è successo alla figlia. «È un atto gravissimo, anche perché nel gruppetto c’erano anche alcuni ragazzini un po’ più grandi che non hanno fatto nulla per impedire quella spedizione punitiva». Sull’episodio sono in corso indagini da parte dei militari del Comando provinciale e della procura alessandrina.

da: http://www.ilpiccolo.net/

La scrittrice Manuela Stangoni si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Manuela Stangoni si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia della scrittrice Manuela Stangoni, della quale in seguito pubblicheremo anche un intervista in esclusiva per il blog a cura del poeta Marcello Comitini.

manuela-foto-mia-per-romanzo-copia-1.jpg

Note biografiche

Mi chiamo Manuela Stangoni, ho cinquant’anni e vivo con mio Marito, due figli e due gatti.

“Come per la luna il sole”  è il primo romanzo che redigo.

Per quanto la mia vita sia stata sempre accompagnata dalla lettura e il desiderio di scrivere, il tempo con me è sempre stato avaro.

A vent’anni ho intrapreso la mia professione, che procede tuttora, presso una struttura ospedaliera.

In seguito la famiglia e il suo ampliamento con l’arrivo dei figli.

Questa volta non ho resistito. Un’idea ha iniziato a ronzarmi nella testa e dopo aver terminato una notte di lavoro, non sono andata a dormire.

Ho portato i miei figli a scuola, e, appena mi sono trovata avvolta dal silenzio della casa, ho iniziato a scrivere.

Di giorno e di notte. Come una febbre, cessata al termine di questo romanzo.

Al momento ho terminato il mio secondo lavoro e ne ho già iniziato un terzo.

Buona lettura a chi si appresterà a leggermi.

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Date: 23 luglio 2019

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Le aziende a partecipazione pubblica possono coniugare qualità del servizio e attenzione ai clienti con la necessità di fare utili, essere competitivi, investire in ricerca, sviluppo e innovazione? La risposta è nella gestione industriale, nella qualità manageriale dei vertici e nel ruolo della politica. Che è l’anello più critico della catena.

amag-e1563908323754.jpg

La storia del gruppo Amag di Alessandria è esemplare, come ha dimostrato l’andamento dell’audizione del presidente, Paolo Arrobbio, e dell’amministratore delegato, Adelio Ferrari, da parte delle Commissioni consiliari Sviluppo del Territorio e Programmazione e Bilancio del Comune di Alessandria.

I numeri e i dati di bilancio snocciolati da Arrobbio, le precisazioni sul concorso, poi revocato, per l’assunzione di tre persone con una modalità che equiparava i titoli di studio al possesso della patente, gli obiettivi aziendali, non hanno rappresentato pressoché alcuna novità rispetto a quanto discusso e dibattuto, nelle scorse settimane, dalla politica e a quanto illustrato all’assemblea dei soci in occasione della presentazione del bilancio e del rinnovo delle cariche con l’arrivo di Ferrari al posto di Mauro Bressan.

Ma è dall’analisi dei conti, e dagli interventi in aula, che si capisce quanto la politica possa far compiere balzi in avanti a una azienda partecipata o rendere quasi insostenibile la gestione. Continua a leggere “Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led”

GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET

GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET

Rileggendo

GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET

Le inchieste 1a.jpg

Ci sono cose nella vita che difficilmente sappiamo spiegare, ma capitano e talvolta non sappiamo nemmeno darne un giusto significato, ma sono cose che ti appaiono e ti girano intorno, fatti, sensazioni, momenti quasi uguali o se non alro che si associano nel tempo per un solito e comune motivo e ragione.

Ero in seconda elementare, che il mio maestro, il mio caro e onesto maestro, fece una lezione nella classe di una città a lui familiare e ce la descrisse con tutto quell’amore e quella passione che un padre possa parlare di un figlio, come un amante parli della sua amante, e quella città era Parigi ed io, appena ne ebbi l’approssimativa cartina della città tra le mani, che lui ci fece vedere, me ne innamorai in un amore infinito che non ha mai smesso di crescere e di alimentarsi.


Ed è in questo amore interiore, che ritrovai nei racconti di Maigret, rappresentati come sceneggiato in quel lontano periodo, alla televisione, un blanche noir fumeè, un tuffo nella Parigi dei sottoborghi, delle quai della Senna, un personaggio che mi affascinava e del quale non ho più potuto togliermi dalla mente.


Dopo questa lunga premessa, e dopo tantissimi anni trascorsi, e dopo aver digerito la sopra nominata metropoli nelle tantissime visite effettuate, rieccomi ancora una volta a parlarne, ma non tanto della città ma di un suo protagonista. Alcuni giorni fa, rovistando in un mercatino dell’usato, ho avuto tra le mani un anonimo volume, anonimo nella copertina perchè era un’antica rilegatura, senza immagini ne titoli, l’ho aperto e ne sono rimasto esterefatto, era una raccolta di alcuni racconti gialli di Georges Simenon ovvero le Inchieste del commissario Maigret.
Continua a leggere “GEORGES SIMENON – LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET”

E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.

E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.

Prefazione di NAZARIO PARDINI. GUIDO MIANO EDITORE – NOVITA’ EDITORIALE

Pubblicata la monografia QUANDO FINISCE LA LUCE. Un felice connubio tra la poesia di FRANCESCO TERRONE in abbinamento con dipinti di vari artisti tra cui il pittore STEFANO DONATI, edito GUIDO MIANO EDITORE, luglio 2019, nella prestigiosa Collana PARALLELISMO DELLE ARTI diretta da Michele Miano.

Terrone Francesco 2019 - Quando finisce la luce [fronte].png

Nella collana “Parallelismo delle Artil’intento è quello di accostare per somiglianza un gruppo di poeti con la scelta di loro testi più significativi- attraverso fonti di ispirazione parallele con altrettanto gruppo di artisti. La monografia “QUANDO FINISCE LA LUCE” è un felice connubio tra i testi poetici di FRANCESCO TERRONE con vari dipinti, e sculture di artisti significativi. In particolare, la copertina del volume e della collana riporta l’opera “Fiumi di colore” di STEFANO DONATI confermando la volontà di condividere il progetto editoriale di questa casa editrice in una visione più ampia. L’obiettivo è quello di rafforzare la tensione a comuni intenti tra autore e pittore, dove le

tematiche del poeta sono messe in parallelo alla fonte di ispirazione dell’artista: il tema dell’amore, della natura, della memoria, del dolore, della solitudine. Continua a leggere “E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.”

Emiliana Conti nuovo Presidente del Circolo Culturali “I Marchesi del Monferrato”

Emiliana Conti nuovo Presidente del Circolo Culturali “I Marchesi del Monferrato”

Alessandria: Nel suggestivo chiostro di Santa Maria di Castello, in Alessandria, che richiama con forza le origini della Città, vi è un mix di storia, cultura ed antagonismi mai sopiti, che costituiscono le basi irrinunciabili della nostra identità.

Schermata 2019-07-25 a 07.46.01

Qui, da qualche tempo, il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, associazione nata ad Alessandria nel 2004, ha il compito bidirezionale di trasportare la Città nel Monferrato ed il Monferrato in Città. A guidare questo percorso evidentemente difficile, ma che si è dimostrato possibile – non a caso anche un Palazzo Esposizioni in Alessandria porta il nome del Monferrato, un brand riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità – il memorabile Presidente Roberto Maestri, storico e divulgatore instancabile delle gesta dei Marchesi del Monferrato, recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.

In tanti hanno pensato che “I Marchesi” non potessero avere un futuro invece, nei giorni scorsi, proprio per onorare la forza di volontà di Roberto Maestri, l’Assemblea dei Soci ha deciso di ridare spinta alle attività del Circolo Culturale, rinnovando il Consiglio Direttivo che a sua volta ha eletto il neo presidente.

Schermata 2019-07-25 a 07.43.06

Il Direttivo è dunque composto da Emiliana Conti (presidente), Angelo Soave (Vice presidente), Nadia Ghizzi (segretaria), Alice Raviola (ricercatrice), Fabrizio di Salvo (responsabile area tecnica).

Emiliana Conti interpreterà la dimensione organizzativa del Circolo Culturale, tendendo ad una coralità più accentuata ed ovviamente meno ancorata ad una figura di grande attrazione com’era quella di Roberto Maestri.

“La proposta di presiedere il Circolo Culturale mi è giunta graditissima, pur consapevole del grande impegno che andrà profuso per divulgare la cultura del Monferrato, ma in ciò sono sicura che troverò validi e competenti interlocutori in Associazioni, ricercatori ed Enti che certamente collaboreranno per far proseguire il cammino di un’associazione che ormai è un consolidato interprete delle nostre realtà territoriali”.

L’invito ad avvicinarsi alle attività del Circolo Culturale è esteso a tutti gli affezionati al nostro Territorio.

Momenti di poesia, Una distesa di luce di Grazia Denaro

65655763_2219269831484320_3044929373875470336_n

Erano sospiri sottili

come il vento lieve

che si posa con leggerezza

sulla pelle

quando in quell’angolo di tempo

t’incontravo

ruscello d’acque vive

dove i gigli inebriavano

le ore amene dei sogni intatti.

 

Navigando tra le rive delle tue braccia

mi perdevo:

gli occhi fissi alle stelle del tuo petto

– rivivo il tempo fulgido che riemerge

nello splendore del tuo corpo –

 

 Quel contatto mi trascendeva

in una carezza d’ala d’angelo

portandomi

ad uno schiudersi della vita…

 

eri sorgente d’acqua

in uno scorrere

a volte impetuoso,

a volte lento e trasparente

che mi ha condotto

in questa distesa di luce

atta ad illuminarmi la vita.

 

@Grazia Denaro@

Novità dalla Virtus Alessandria pallavolo

Due nuovi innesti nello staff tecnico della Virtus Alessandria Pallavolo per la stagione 2019/2020 GIANLUCA BECCA , giovane allenatore ma con esperienze molto importanti in serie B1 e MARCO FERRARIS , allenatore di grande esperienza e che può vantare grandi risultati che parlano per lui.
Il Presidente FABRIZIO PRIANO si dichiara molto soddisfatto perché il progetto Virtus va avanti, “siamo alla terza stagione e quello che ci eravamo prefissati al momento della fondazione della squadra lo abbiano ampiamente raggiunto.
Questi due nuovi allenatori vanno a completare lo staff tecnico del settore giovanile, integrandosi perfettamente con la confermatissima Responsabile del Mini Volley (che oggi si chiama Volley S3) NADIA SCOLARO che in questi primi anni ha fatto crescere sia nei numeri che nei risultati tutto il settore riuscendo a creare un bellissimo ambiente sia con le atlete e gli atleti che con le famiglie”

Gianluca BECCA
Stagione 2018/2019 secondo allenatore in B1 a Garlasco.
Dal 2014 al 2017 secondo allenatore per Adolesce e Rivanazzano Volley club in prima divisione in serie D Young e Serie C.

Marco FERRARIS
cresciuto nelle polisportive giovanili salesiane comincia già a 16 anni la carriera di allenatore presso il Pgs Vela.
-a 18 anni oltre al Pgs Vela nuove i primi passi in Monferrato presso le società di Borgo San Martino, Mirabello, Lu ed Occimiano.
-a 20 anni dopo varie finali nazionali Pgs consegue il massimo grado di allenatore Pgs e comincia l’avventura con le società Fipav della provincia di Al -prima col Gs Acqui dalla 1 divisione alla C e nel frattempo fonda la maschile ad Occimiano
-poi diventa responsabile del più importante settore giovanile del Piemonte a Casale alla corte del maresciallo Furione per 8 lunghi e proficui anni
Nel frattempo a 25 anni ,visti i risultati,ottiene anzitempo il massimo cartellino Fipav (attuale terzo grado).
-dopo l’esperienza casalese e un periodo di assenza per motivi famigliari viene chiamato da Angelo Minetto a dirigere come respondabile del settore giovanile il Novi legato all’Asystel di Novara.
-dopo tre anni è Vincenzo Barberis a richiamarlo nella sua città con il quattrovalli come responsabile del settore giovanile,vivaio della prima squadra di serie C-B.
-infine 2 anni a Casale presso le società casalesi Ardor e Junior e il ritorno in categoria regionale dopo un purgatorio dj prima divisione per la società blasonata nel suo cinquantesimo compleanno.

“In ogni società in cui ho allenato l’orgoglio è si stato vincere ma soprattutto portare al massimo livello tutte le giocatrici a disposizione secondo un principio fondamentale delle pgs e alla massima categoria nazionale quelld di maggior talento secondo una logica dettata dalla federazione italiana pallavolo”

Il Presidente
Dott. Fabrizio PRIANO

Momenti di poesia. LI HAI MAI CONTATI?, di Roberto Busembai Errebi

Momenti di poesia. LI HAI MAI CONTATI?, di Roberto Busembai Errebi

67407781_2512306085664484_1851577868937592832_n

LI HAI MAI CONTATI?

Li hai mai contati
i cerchi nell’acqua
che si formano al cadere
di una goccia o di
un sasso gettato?
Sono infiniti e sempre
tendono a ingigantirsi,
un poco come il nostro amore,
che piccolo è nato
e cresciuto nel tempo
senza mai finire.
Li hai mai contati
i cerchi nel nostro cuore
che si formano al cadere
di una carezza o di
un bacio dato
con tutta la passione?

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

Momenti di poesia – Segua la prassi – di Paola Cingolani

cf21e43de34dbe27673ec981c7e22b49

 

Segua la prassi _ sei in piena tempesta _
e dovrai scrollarti di dosso sabbia
sudore
sale
da sola

è la prassi _ tutti i colori sono svaniti _
e dovrai procedere a tentoni nel buio
oscuro
cupo
a capo

è la prassi _ un altro ammutinamento _
e dovrai tessere trame nuove alla tela
Penelope
contesa
in attesa.

***

Ma non aspetterai più _ così è e così sia _
e dovranno pur capirlo anche gli altri
quanto costa
dopotutto
ti basta

è la prassi _ anche il tempo t’è lontano _
e dovrai pur fare i conti con lo spazio
ti struggi
distruggi
e fuggi

perché per prassi _ tu non vuoi più ricostruire _
e in rotta di collisione con l’altrui confusione
mai disintegrata
spaiata
sei animata.

***

Segua la prassi _ bisogna si tenga in disparte _
e si ricordi che verrà discostata ad arte
senza priorità
senza pietà
non conta
né canta.

***

Sarà la prassi _ ma Penelope ve l’ha promesso _
e sappiate che lei se lo ricorderà assai bene
ora di nuovo c’è che
voi non siete
non eravate
e non sarete.

@lementelettriche 25/07/2019

Momenti di poesia. Tutta quella forza… di Rosario Rosto

Momenti di poesia. Tutta quella forza… di Rosario Rosto

tutta

Tutta quella forza, e tu
che vorresti solo essere vento.

°°°

Siamo come antichi naviganti
quando solcano mari sconosciuti
alla ricerca di antichi porti.
A vele spiegate, arrivano ovunque.
Non conoscono ne’ ostacoli ne’ lontananze, affrontano mari in tempesta, si cullano in acque placide. Superano antiche paure,
assecondano i loro desideri cullandosi tra i ricordi del cuore
e le vive emozioni che il mare sa regalare.
Non c’è niente di più imperscrutabile
per un navigante, se non il mare stesso. Che è compagno della sua esistenza…
e misterioso come il suo destino.

Rosario Rosto

Fotografia
Maurizio Rossi

Momenti di poesia. RINUNCE, di Sabrina Ferri

Momenti di poesia. RINUNCE, di Sabrina Ferri

RINUNCE

Io vado per il corso e lancio un occhio

ad altre donne, tutte ben vestite,

e a tanta bella gente a fare crocchio,

ed io con l’acqua in bocca. Tutte in ozio

mentr’io m’affretto sempre tanto stanca

del mio lavoro. E vedo in un negozio

cose meravigliose, a prezzo caro,

su cui sospiro e sogno. Alle bollette

e affitto serve, e ad altro, il mio denaro

tanto sudato. A far quadrare i conti

devo ingegnarmi sempre mane e sera.

Desiderare il più con mari e monti

non fa per me che, mogia, vo e m’affretto

a rincasare e lì, per chi mi attende,

gustoso, appronterò un manicaretto.

Sabrina Ferri

Momenti di poesia. NONOSTANTE IL PASSARE DEL TEMPO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

Momenti di poesia. NONOSTANTE IL PASSARE DEL TEMPO, di Mariangela Ottonello Matteo Vigo

NONOSTANTE IL PASSARE DEL TEMPO

Fanno a gara le ore a ruzzolare

giù dal colle del tempo.

Franano senza ritegno,

provocando un senso di incertezza,

di sbigottita provvisorietà.

Che ne sarà di ciò

che è ormai passato,

e il futuro che cosa porterà?

Restano salde le pietre

e così anche i nostri traguardi

raggiunti nel tempo.

Non avremo timore del domani

se i nostri piedi poggeranno

su basi di immutabili valori.

Mariangela Ottonello

Momenti di poesia. Scrivere un libro, di Renato Papaccio

Momenti di poesia. Scrivere un libro, di  Renato Papaccio

Scrivere un libro

Vorrei scrivere un libro
dove fossero stampate
quanti capricci e voglie
ho preso per te.

Scrivendo , scrivendo
vorrei dire , ma mi viene
in mente quando scemo
sono stato fino adesso.

Leggi , impara e
ricorda senza voltare pagina
Questo libro che ho iniziato
a scrivere per te

Però mi sono dovuto
fermare e non sono stato
ingrado di continuare,
non so il perchè

Sotto la mia penna
c’è stato qualcosa che
mi ha impedito
di continuare.

Mi ha interrotto la scrittura
come se dicesse
ti voglio bene , ma tu mi
vuoi bene , piccola mia ?

Renato Papaccio