snodo

Cipriano Gentilino

snodo cotone e corda

di lacrime trattenute

dall’erba della collina

dove scroscia il dirupo

delle esistenze incerte

odisseo di fantasmi

folli e ombre vuote

nel nulla del tempo

irrisolto dal dubbio

snodo fili di corda e

seta di amori finiti

odisseo di essenza sono

pioggia controvento

per il grano

della sacca di penelope

                         ⒸCipriano Gentilino

View original post

IL TRENO DEGLI INCAZZATI

Povertà e Ricchezza

Sono tutti incazzati. Preso il treno per Portogruaro della sera ho notato subito una cosa cui di solito non faccio caso. Gli utenti della carrozza sono tutti incazzati o almeno così sembra. Al 90 % minimo. A parte il solito, che tutti hanno il cell in mano con aria incazzata, io pure senza essere molto incazzato, hanno pure degli atteggiamenti incazzosi.

C’è un energumeno che pesta sulla tastiera bofonchiando parole senza senso, un tizio dandy fighetto che parla zuccheroso con qualche probabile morosa, una tipa che fissa il vuoto con aria inferocita, un’altra con gli occhi rivolti al soffitto con la mente forse su Marte.

Una parla di prova costume ma, agita le mani con aria di sconforto, impossibile sono una botte di lardo. Guardo anche io, oltre agli altri. Bella e in forma. Quindi? Perché si agita tanto? Piagnucola. Tra un po’ si va a Jesolo, sarebbe ora di…

View original post 81 altre parole

UNA QUESTIONE DI SMALTO

Povertà e Ricchezza

Niente aria condizionata per gli utenti di Trentalia, finestrini pure semi sigillati. Caldo boia. Daltronde chi ama farsi viaggi non deve discutere o avere diritto di scegliere come. Vai, parti e ritorni. C’è caldo fuori e dentro? Amen. C’è freddo fuori e dentro? Amen!

In un vagone sembra non esserci un gran problema per qualcuno. Un paio di tizi poco profumati hanno lasciato il vuoto attorno a loro. Una schierata di schizzinosi giovanili e meno, preferisce stare nello spazio accanto la toilette, pure quella emanante un aroma da cesso. Forse forse il non lavarsi oppure avere aromi fuori dalla norma è una strategia vincente per trovare sempre un posto a sedere…chissà…

Accanto la porta del cesso, dove sono pure io semi schiacciato, due ragazze discutono animatamente del colore rosso fuoco usato dalla S. negli ultimi giorni di scuola. Sembra sia una tipa molto appariscente. Quella zoccola, sibila una, l’ha fatto…

View original post 156 altre parole

L’OMBRA

Povertà e Ricchezza

Improvvisamente l’ombra e il vento. In spiaggia già si guardava con preoccupazione la brezza che da lieve e piacevolmente afosa si era fatta meravigliosamente più fresca finché si era fatta forte, quasi violenta.

La sfiga della domenica. L’unico giorno libero per andare al mare. Sempre di domenica, mai una gioia, la sfiga del lavoratore. Gli utenti della domenica al mare sfogano il loro malcontento, perfettamente giustificato.

L’ombra della tempesta estiva si fa reale, comincia a volare tutto. Bambini piangono, adulti imprecano. Tutti a casa, cazzarola, tutti a casa….ed è il fuggi fuggi, in città, in fila, in autostrada, in qualche rottura di scatole, verso una nuova settimana lavorativa, quando il sole impazza.

Il sole del lunedì mattina. Capita in tutti i mesi dell’anno.

E poi….

La mia “AMICA” piattola e pignola mi fa un cenno di saluto e chiacchiera con la barista, un mezzo di birra in mano. Il terzo?…

View original post 86 altre parole

Due messaggi alla Morte

Racconti della Controra

old photos rebecca lena

1) Camino, scaldo i piedi.

“Il cimitero è il luogo in cui si compie la dimensione ossimorica dell’assenza/presenza.

Mi sento sola e allo stesso tempo piena di assenza, che forse è la stessa cosa. Così come se dicessi che sono circondata dalla presenza di nessuno, perché tutti sono altrove. 

Nel cimitero non vi è nessuna emozione insulsa, nemmeno la paura, solamente immobilità e fiori di tessuto sbiadito. Non c’è nessun altro a parte il simulacro di ciascuno ed io mi sento parte integrante di quel vuoto se considero il mio corpo, all’interno di quello spazio, un simulacro di me stessa.

Io sono la mia stessa tomba, i miei capelli sono fiori finti posticci. Ma io sono lì, e non ci sono. Faccio parte di un nulla strapieno di aria e fuochi fatui.”

(Messaggio del 18 Gennaio 2017, bruciato)

2) Schiapparo, sul letto. Ore 20 circa.

“È impressionante il cambio di…

View original post 251 altre parole

Lettera a G

Racconti della Controra

rebecca lena racconti controra (7)

Marzo 2019

Caro G, finalmente ti scrivo, tu non mi conosci perché sei morto ormai da due anni, al contrario io ti conosco da sempre, senza aver mai scambiato con te neanche una parola. Questa lettera comincia con la fine di Gennaio 2017, il giorno in cui posasti il fucile sulla fronte. 

Tu non mi hai mai nemmeno immaginata, ma questo non mi impedisce adesso di legarti dolcemente questa lettera, come una corda, intorno alla vita. Ti ho preso.

Un giorno ci andrò in quel cimitero a B., a controllare quale brutta foto ti abbiano inchiodato, giuro che ci vado. Non che abbia davvero bisogno di trovarmi a due metri dalle tue ceneri per scavarmi la buca nell’impronta che hai lasciato in questa dimensione. 

Guardo il tuo viso nelle foto o nei video-reliquie del Web e ho come l’intuizione che debba essere accaduto qualcosa fra noi, non so bene dove…

View original post 1.296 altre parole

Diario del pellegrino

Racconti della Controra

rebecca lena old pic

A pochi giorni dalla partenza per il cammino di Santiago de Compostela ho deciso di pubblicare il mio diario di viaggio dell’anno scorso in cui, partita dalla Toscana, ho percorso circa 730 km a piedi fino in Puglia, con una deviazione finale improvvisa.

17 Luglio 2018

29 Km, San Miniato-Gambassi Terme. Primo giorno di cammino.

Ogni percezione del corpo è amplificata del triplo. Il masticare, l’assaporare il gusto dei cibi diventa più lento e più intenso. L’acqua della doccia sul corpo è piacere ed è come se fosse la prima volta.

Stendersi sul letto è dolcezza calda che sprofonda nel miele.

19 Luglio 2018

Fiume Elsa.

L’estasi del pellegrino

che una glauca

arteria

conduce a divinità.

Io credo che in questo fiume migliaia di pellegrini, immergendovisi, abbiano sentito all’improvviso l’avvicinarsi del corpo a Dio.

20 Luglio 2018

Essere pellegrini sporchi e adoranti è come vivere in una dimensione parallela…

View original post 2.222 altre parole

¿Cómo se las arreglarán

Poesía de Lucio Data

¿Cómo se las arreglarán los relojes     xx+ para detener.../ contener el tiempo? ¿Sabes qué...? ¡Qué me da igual! ¿Qué más da la hora que sea? Nada importa... ayer/hoy, mañana; ni siquiera son fechas.../ aquí/ahora/antes/después... ¿Qué más da? Nosotros, lo demás/nadie... ¿Qué supone eso para el inabarcable océano de las cosas? Ese mar inmenso lleno de estrellas en expansión donde el ojo de nácar de una caracola -en su interminable espiral- alberga nuestro ínfimo grano de arena/ en el paladar de la respiración del cosmos/Universo ...que nos atrona/ensordece con su rugir-zumbido hasta que por fin nos esconden bajo tierra. Si existe algo además de lo que vemos/ es porque lo pensamos/y creemos así. Sólo eso. ¡Qué sepas... que el tiempo nunca muere, -por muchos relojes que te compres o rompas o pongas en la pared de la torre/del sol-! Esa sensación de matar el tiempo que tenemos no es más que…

View original post 289 altre parole

Carrugi, poesia di Lia Tommi

Striscia di cielo

azzurro

se alzi lo sguardo

sopra i muri

delle case

alti e scrostati.

Odore di muffa

umido

mischiato a quello

del cibo

fino a stordire.

Panni stesi

alle corde di finestre

sventolano leggeri.

Voci rauche

di vecchi

Voci sonore

di bimbi.

Urla e pianti

in lingue diverse

risuonano

insieme ai passi

sul selciato polveroso.

Intreccio di vicoli.

Brividi di freddo

sulla pelle,

tanta umanità

tante emozioni

un grande cuore.

Segnalazione del Romanzo “Come Sopra non è sotto” di Laura Intino

 

Blog Libri:Lettori Scrittori Editori

A cura di Manuela Moschin

Buongiorno carissimi! Vi presento Laura Intino e il suo libro intitolato “Come sopra non è sotto”. 

Congratulazioni Laura!

Sinossi

“Sei disposto a darti sul serio la possibilità di capire che ci sono altre opzioni oltre a quella che hanno dato per buona e a cui tu hai creduto?” ” In quel crocevia di nulla e tutto, di ogni cosa e di vuoto tutto esiste solo nel potenziale, ma esiste tutto assieme, in un caos inafferrabile. E pur essendo stato lì, immobile per giorni… O per secoli… Lì il tempo non è nulla… Mi era impossibile fare mio tutto quel sapere” Un libro che si districa con “guizzo” e fervore nelle intricate maglie delle relazioni umane, degli incastri di molteplici tempi e spazi, nei quali le leggi che regolano i legami interpersonali fanno da filo conduttore in questo incredibile, quasi onirico, viaggio. Un libro da imprimere a fondo nelle reti della memoria, di quelli da CONsumare, CONservare e CONsigliare… Il libro da amare! Buon viaggio a voi. “Come sopra non è sotto” offre la possibilità a molte persone di identificarsi, per la varietà di personaggi e situazioni che presenta. E’ un viaggio di crescita personale in un’avventura che si svolge oltre i confini di spazi inimmaginabili. Sarete trasportati in dimensioni di cui non conoscevate l’esistenza. Laura Intino è una scrittrice visionaria, che si sposta nella realtà da un luogo all’altro del mondo, insieme alla sua amata famiglia, con una fervida speranza che vi rapirà, trasportandovi inesorabilmente laddove il vostro spirito può rendere conosciuto lo sconosciuto.

Continua a leggere “Segnalazione del Romanzo “Come Sopra non è sotto” di Laura Intino”

Temperature record: mai tanta frutta in tavola, di Lia Tommi

Alessandria: Temperature record: per contrastare la grande afa mai così tanta frutta in tavola
Nonostante l’aumento dei consumi stanno crollando le quotazioni al di sotto
dei costi di produzione con fenomeni speculativi e importazioni dall’estero

Il #tintarelladay organizzato sabato scorso al Mercato Coperto di Campagna Amica di via Guasco ad Alessandria è stata la conferma che le temperature bollenti hanno cambiato i consumi registrando un record della frutta e verdura portata in tavola assieme a gelati, birra e acqua che aiutano a combattere la grande afa.
La svolta meteo ha cambiato il menù e spinto a scegliere cibi freschi genuini e dietetici che dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore e riforniscono di vitamine come la frutta.
Peraltro le condizioni climatiche favorevoli del mese di giugno e luglio hanno favorito la produzione di frutta dolcissima con un elevato grado zuccherino e di sostanze antiossidanti.
Sul podio del “cibo che abbronza”, secondo la speciale classifica stilata dalla Coldiretti, salgono carote, radicchi e albicocche, ma sono d’aiuto anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, pesche e ciliegie.
Nonostante l’aumento dei consumi, però, stanno crollando le quotazioni al di sotto dei costi di produzione con fenomeni speculativi e importazioni dall’estero.
“I frutticoltori devono vendere 3 chili di frutta per potersi pagare un caffè: dalle albicocche alle pesche, la situazione prezzi è insostenibile – affermano il Presidente e il Direttore di Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo -. Grazie al pressing di Coldiretti Piemonte e all’impegno del presidente della Regione, Alberto Cirio, si sta andando verso la creazione dell’Osservatorio regionale sui prezzi e sulle dinamiche della filiera. Sarà un primo passo al fine di controllare che tutti gli attori facciano il loro lavoro con serietà e trasparenza, oltre a garantire la giusta remunerazione delle produzioni alle nostre imprese. Un progetto pilota che potrà estendersi anche ad altri comparti. Per ottimizzare la spesa, ottenere il miglior rapporto prezzi-qualità e aiutare il proprio territorio e l’occupazione, il consiglio è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori nei mercati di Campagna Amica”.
“Non dobbiamo però dimenticare – concludono Bianco e Rampazzo – che con le elevate temperature gli agricoltori sono costretti a ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare i raccolti in sofferenza per le alte temperature, dagli ortaggi al mais, dalla soia al pomodoro poiché con le temperature superiori ai 35 gradi anche le piante sono a rischio colpi di calore e stress idrico che compromettono la crescita della frutta sugli alberi, bruciano gli ortaggi e danneggiano i cereali”.

Liguria, di Cristina Saracano

Scendono gli scalini verso il mare,

Salgono gli scalini verso il cielo.

In questa striscia di terra

C’è tutta la bellezza:

case color pastello coi segreti tra le persiane,

Monti dai verdi boschi che s’appoggiano al mare,

Nelle strette strade di terra, una pianta, un aroma, una virtù da dosare, un profumo per insaporire.

Dondola l’onda bianca di schiuma

Sugli scogli scuri.

Mentre una brezza lieve

Mi pettina.

Intervenire per lo sviluppo del territorio, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Luca Brondelli: prioritario intervenire per lo sviluppo del territorio
Confagricoltura incontra i candidati alla Regione Piemonte

In vista dell’appuntamento elettorale del 26 maggio Confagricoltura ha incontrato, nella sede regionale di Corso Vittorio Emanuele II a Torino, un primo gruppo di rappresentanti delle forze politiche in competizione, alle quali ha illustrato le richieste del settore primario per la prossima legislatura.

In mattinata si sono avvicendati negli incontri Mino Giachino (Sì Tav, Sì lavoro); Alberto Cirio (Forza Italia, candidato alla presidenza della Regione per il centrodestra); Stefano Allasia, Daniele Poggio e Paolo Demarchi (Lega); nel pomeriggio è stata la volta di Maurizio Marrone e Roberto Rosso (Fratelli d’Italia) e Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle).
Il presidente regionale di Confagricoltura Piemonte Enrico Allasia, con il Consiglio direttivo dell’organizzazione, ha illustrato ai candidati l’importanza settore agroalimentare.
Per Confagricoltura Alessandria erano presenti in sala il presidente provinciale e membro di Giunta nazionale Luca Brondelli di…

View original post 182 altre parole

Insieme per valorizzare le produzioni di qualità, di Lia Tommi

CONFAGRICOLTURA ALESSANDRIA: CONFINDUSTRIA PIEMONTE – COMMISSIONE AGROALIMENTARE E CONFAGRICOLTURA PIEMONTE
INSIEME PER VALORIZZARE LE PRODUZIONI DI QUALITÀ

Si sono incontrate venerdì scorso a Torino le delegazioni di Confindustria Piemonte -Commissione Agroalimentare e Confagricoltura Piemonte per un esame congiunto della situazione produttiva e commerciale dell’agroalimentare piemontese. In regione il settore è l’unico che continua a crescere e, per quanto riguarda il terzo trimestre 2018 – dati Unioncamere Piemonte – l’aumento è del 2,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In Piemonte agricoltura, industria alimentare e commercio alimentare contano oltre 65.800 imprese: circa 51.000 quelle agricole e oltre 3.800 quelle dell’industria agroalimentare.
Per la Commissione Agroalimentare di Confindustria Piemonte, con il presidente Franco Biraghi sono intervenuti la vicepresidente dell’Unione Industriale di Asti Pia Bosca, il presidente della Sezione Vini di Confindustria Cuneo Paolo Sartirano e Maria Grazia Tagliabue di Confindustria Novara Vercelli Valsesia.
Per Confagricoltura hanno preso parte all’incontro il presidente nazionale Massimiliano Giansanti, in visita istituzionale in Piemonte, il presidente regionale Enrico Allasia, il componete della Giunta nazionale e presidente di Confagricoltura Alessandria Luca Brondelli di Brondello e i direttori Valter Parodi ed Ercole Zuccaro.
Il presidente della Commissione Agroalimentare di Confindustria Piemonte Franco Biraghi ha dichiarato: “L’incontro di oggi costituisce una svolta importante per la produzione agroalimentare piemontese e pone le basi per lavorare insieme verso l’obiettivo comune delle nostre associazioni e delle aziende che rappresentiamo, ossia lo sviluppo e la crescita del settore.”
Luca Brondelli di Brondello, presidente di Confagricoltura Alessandria e membro di Giunta ha sottolineato l’importanza della convergenza di intenti. “Vogliamo lavorare per un progetto condiviso di sviluppo dell’agroalimentare piemontese, trainante per la nostra economia e per la valorizzazione paesaggistica e turistica dell’intero territorio, a vantaggio del mondo produttivo e di tutta la collettività”.

Gli Empatici

Il Blog per TE

Gli empatici sono in genere conosciuti come i guaritori del mondo.Sono le persone i cui sensi sono intensificati e amplificati, sono degli individui che non solo vedono e sentono le diverse energie del mondo, ma che in realtà le sperimentano su loro stessi.

Molte persone si affidano a loro per avere supporto e comprensione. Gli empatici conquistano quasi sempre la fiducia degli altri, perché fanno sì che le persone si sentano al sicuro.

Se l’empatico è in grado di gestire le emozioni degli altri, allo stesso tempo le sperimenta su di sè e tutto questo, può portare a stress e crolli emotivi.

La loro intensa capacità di sentire non può allontanarsi dai mali profondi che esistono nel mondo.

La loro profonda comprensione di quello che esiste e opera nel mondo è sufficiente per confonderli e rattristarli.

Per questo molto spesso, tendono ad essere malinconici, l’emozione che li domina, infatti, è…

View original post 98 altre parole

Rimedi per Disintossicare i Polmoni

Il Blog per TE

1.Infuso all’aglio

Per la preparazione non dovete fare altro che prendere un pentolino, aggiungerci l’acqua e gli spicchi (fino a 4) d’aglio.

Ricordatevi di schiacciare questo alimento prima di utilizzarlo e di far bollire per almeno 30 secondi.

Fate raffreddare e consumate dopo aver aggiunto del miele a vostro piacimento.

Questo infuso è d’inoltre d’aiuto per l’aumento delle difese immunitarie

2.Mangiare liquirizia giornalmente in piccole quantità

3.Mangiare limone o berne il succo

4.Salvia

5.Infuso di eucalipto

6.Infuso di zenzero



View original post

Colloquio di Lavoro: la Prima Impressione che Conta

Il Blog per TE

Secondo una ricerca, su più di 2000 selezionatori, il 35% ha dichiarato di sapere se avrebbero o meno assunto una persona nei primi 2 minuti.

Le statistiche mostrano che la prima impressione è data da:

  1. 55% per il modo di vestire, di agire e di entrare dalla porta
  2. 38% per la qualità della voce, grammatica e sicurezza
  3. 7% per le parole utilizzate

View original post

Alda Merini il diario di una diversa, di Grazia Denaro

alda-merini

 

Il diario di una diversa di Alda Merini è una ricognizione, per epifanie, speranze, deliri, disvelamenti di uno spazio – non un luogo in cui mancava ogni consuetudine ed accortezza quotidiana, si viveva in un inferno naturale applicato all’essere umano.Dentro il manicomio tutto era sacro, ed ogni oggetto poteva essere amoroso o tormentoso.Quello spazio dove si era costretti a stare poteva essere chiuso e spalancato a seconda delle sensazioni che assimilava la mente.

 In quello spazio il tempo veniva meno: le notti si dilatavano, i giorni non avevano limite né declinazione. Grazie alla parola colei che ha scritto parole sublimi di poesia non è mai stata sopraffatta dal nulla, anzi non si è mai esclusa dal colloquio con se stessa e con gli altri e, questa, alla fine. è stata la sua salvezza.

I dieci anni chiusa in manicomio  furono un alternarsi di orrore e solitudine tra elettroshock e autentiche torture in cui emerge lo sperdimento di se stessa e la conservazione delle sue emozioni senza mai disconoscere la malattia, ma allo stesso tempo nel voler ritornare al mondo che vigeva fuori, lacerando il torpore dell’anima attraverso i versi e le rime delle sue liriche. 

Alda Merini –  Milano 1931- 2009, ha rivelato giovanissima il proprio talento poetico ricevendo vari premi importanti nel tempo della sua rinascita.

Una delle poetesse italiane più amate ed apprezzate.

La pericolosa spirale della crisi del Golfo

RIFLESSIONI

Michele Chiaruzzi

Nella crisi del Golfo, provocata dal confronto diretto tra Stati Uniti e Iran, il profilo militare sta assumendo un contorno sempre più definito e sempre più pressante. È una tensione da tempo latente, acuita dalla decisione solitaria del presidente Trumpdi ripudiare il noto accordo nucleare e imporre robuste sanzioni all’Iran. Il ritorno delle truppe da combattimento americane in Arabia Saudita è l’immagine più plastica del tono scelto per questo confronto. Incarna uno schieramento di forze armate che aggiunge ulteriore profondità alla crisi in corso. Gli atti ostili si ripetono ormai su più fronti e a tratti hanno già assunto la tipica dinamica a spirale, per cui ad azione corrisponde reazione, ad un attacco la rappresaglia. Dalle navi iraniane bloccate in Brasile, a quelle assaltate a Gibilterra e quindi nel Golfo, ai reciproci abbattimenti di droni, il fronte di confronto si dilata e le potenze direttamente coinvolte…

View original post 723 altre parole

Filosofia. “Verso un sapere dell’anima”

RIFLESSIONI

María Zambrano

Ogni epoca trova una sua giustificazione di fronte alla storia per la scoperta di una verità che in essa acquista chiarezza. Quale sarà mai la verità della nostra epoca? Quale la sua manifestazione? Le verità hanno i loro precursori, che scontano con la pena dell’oblio la colpa di aver visto lontano.
Ma i precursori si riconoscono soltanto dalla pienezza della verità che li ha preceduti; solo dal possesso di questa verità si comprende il significato delle loro enigmatiche parole. Unicamente nella verità rischiarata si riconosce la verità seminascosta.

9788870784176_0_221_0_75.jpg

La rivelazione a cui stiamo assistendo nei tempi odierni è quella dell’uomo nella sua vita, rivelazione prodotta dalla Filosofia che, a sua volta, in essa si rivela. Dalla Filosofia che impiega i suoi strumenti razionali per gettar luce sulla Scienza, “Scienza delle scienze”, si è tornati, senza tuttavia disperdere tale eredità, a un fatto sorprendente e assolutamente meraviglioso: la Filosofia…

View original post 3.364 altre parole

Papa Francesco: liberare le donne dalla schiavitù della prostituzione

RIFLESSIONI

Prefazione di Papa Francesco al libro “Donne crocifisse. La vergogna della tratta raccontata dalla strada” (Rubbettino) di don Aldo Buonaiuto, della Comunità Papa Giovanni XXIII. Il volume è da oggi nelle librerie.

___________________________________________________________________________________________

Quando in uno dei Venerdì della Misericordia durante l’Anno Santo Straordinario sono entrato nella casa di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII, non pensavo che lì dentro avrei trovato donne così umiliate, affrante, provate. Realmente donne crocifisse. Nella stanza in cui ho incontrato le ragazze liberate dalla tratta della prostituzione coatta, ho respirato tutto il dolore, l’ingiustizia e l’effetto della sopraffazione. Un’opportunità per rivivere le ferite di Cristocq5dam.thumbnail.cropped.1500.844.jpg

Dopo aver ascoltato i racconti commoventi e umanissimi di queste povere donne, alcune delle quali con il bambino in braccio, ho sentito forte desiderio, quasi l’esigenza di chiedere loro perdono per le vere e proprie torture che hanno dovuto sopportare a causa dei clienti, molti dei quali si definiscono…

View original post 303 altre parole

Doppio legame psicologico: più ti lamenti e più problemi avrai

Viviana Chinello

Su quale principio si basa il doppio legame psicologico? Si tratta del collegamento fra le lamentele e i problemi da esse derivati.

Un insetto intrappolato nella rete di un ragno, viene colto dal panico e peggiora la sua situazione. Si muove con tutte le sue forze per cercare di liberarsi, ma i suoi movimenti lo imprigionano ancora di più alla rete e avvertono il ragno della sua presenza.

Doppio legame psicologico: più ti lamenti e più problemi avrai

Questo schema si ripete anche nella nostra vita. A volte diventiamo prigionieri di noi stessi e, nel tentativo di fuggire, finiamo per essere ancora più invischiati nelle reti che abbiamo costruito intorno a noi.

Creiamo, senza rendercene conto, vicoli ciechi, doppi legami psicologici che ci tengono intrappolati in una situazione che ci danneggia o ci provoca disagio.

Il doppio legame psicologico è una situazione in cui più ci sforziamo di “risolvere” un problema…

View original post 448 altre parole

Cerchio degli uomini: benefici di una pratica sempre più diffusa

Viviana Chinello

Il cerchio degli uomini costituisce una pratica recuperata dal passato dagli indiscussi benefici psicologici.

In una visione della virilità più rigida e convenzionale, la vulnerabilità era vietata. Nel cerchio degli uomini, per la prima volta molti di loro osano parlare di emozioni, paure e bisogni. Da qui, il grande beneficio terapeutico che ne consegue.

In passato, era comune riunirsi attorno a un fuoco per condividere storie, risolvere problemi, chiedere consigli, imparare, sfogare le paure, ecc. Attualmente, sono molti gli uomini che trovano in questa dinamica uno spazio sicuro per ascoltare ed essere ascoltati.

È probabile che per alcuni risulti strano e persino insolito che un gruppo di perfetti estranei si riunisca in una stanza o in un bosco per cercare supporto, parlare di questioni intime, frustrazioni e dubbi. Lo è ancora di più per il genere maschile, poco avvezzo (in media) a condividere questioni profonde e, soprattutto, dai risvolti…

View original post 798 altre parole

Convinzioni di famiglia: cosa fare nostro?

Viviana Chinello

Ognuno di noi affronta il meraviglioso cammino della vita con i propri mezzi. Alcuni hanno sia punti di forza che fragilità che iniziano a prendere forma intorno alle convinzioni di famiglia.

Ognuno di noi affronta il meraviglioso cammino della vita con i propri mezzi. Alcuni hanno sia punti di forza che fragilità che iniziano a prendere forma intorno alle convinzioni di famiglia. Così, in un certo senso, potremmo dire di essere apprendisti dinnanzi agli ostacoli che man mano superiamo e, dunque, che disponiamo di diversi strumenti.

L’essenza di ciò che siamo inizia a prendere vita durante i nostri primi anni, quando siamo nel nostro nido, circondati dalle persone a noi più care. La nostra famiglia ci aiuta a tessere le persone che saremo domani, e lo fa attraverso le sue azioni e le sue parole, con le quali ci insegna, passo dopo passo, come è il mondo.

Grazie alle nostre…

View original post 1.080 altre parole

Franco Lombini e Mario Tadiello: Apriti cielo! Confessioni minime di due steward al servizio di Sua Maestà

Neobar

Rullaggio
“Ma guarda come sono eleganti. Come sono belli. Che divisa immacolata! È uno spettacolo vederli sfilare per l’aeroporto. Mi basta guardarli per rilassarmi.”
Forse non mi hanno mai visto dopo il regalino di una passeggera che si è dimenticata di prendere le pastiglie per il mal d’aria.
“Ma i piloti, si sposano con le hostess? No, perché altrimenti come fanno? Son sempre in giro.”
Quindi agli steward restano le fate?
“Alla fine, dai, sono tutti camerieri per aria.”
Non mi risulta che al Ritz ci siano manette, letti a castello, forcipi e kamikaze, ma se sbaglio ditemelo che provo a cambiare carriera.
“Loro non ce l’hanno mica una casa, son sempre in volo. Un affitto sarebbe sprecato e comprarla non gli conviene di certo. Diventerebbe vecchia senza usarla. Non so neanche se gli darebbero un mutuo…”
Non vedo l’ora che arrivi l’ultima rata.
“Pensa che non possono nemmeno donare…

View original post 2.084 altre parole

Cinque libri di carattere: poesie di Fernando Della Posta dal 2011 al 2019, di Sabatina Napolitano

Neobar

DSC_0882-1

L’incontro con Fernando

È sempre più difficile trovare e leggere cinque libri di carattere pubblicati nel breve arco di otto anni, parlo per me; non ne sono poi così tanto abituata. In ogni caso le raccolte qui menzionate sono state pubblicate da Fernando Della Posta nella parentesi di questi anni (dal 2011 al 2019) ma risalgono a tempi addietro: non è per una forma di resistenza quindi che trattando il verso e la letteratura si incontrano gli amici e tra questi ti capita la fortuna di incontrare i veri poeti. Il linguaggio che usiamo in modo colloquiale e diretto non è il linguaggio-termine a cui facciamo riferimento con la poesia e nella poesia: gli amici però sanno comunque essere le presenze significative e importanti che ti sono vicine nei casi in cui devi scegliere una destinazione non solo immaginaria e interiore. Anche se questa destinazione fosse solo per un breve…

View original post 1.739 altre parole

Paolo Vincenti: Ricordo di Paolo Poli

Neobar

RICORDO DI PAOLO POLI

 “Io sono un istrione E l’arte, l’arte sola e’ la vita per me. Se mi date un teatro e un ruolo adatto a me Il genio si vedra’… si vedra’…    Con il mio viso ben truccato e la maschera che ho, Sono enfatico e discreto, versi e prosa vi diro’, Con tenerezza e con furore, E mentre agli altri mentiro’ Fino a che sembri verita’ fino a che io ci credero’ “

( “L’istrione”    Charles Aznavour – Massimo Ranieri)

Più che mai adatta questa definizione per un grande attore che non è più fra noi: Paolo Poli. Un grande del teatro nazionale, attore comico brillante, uomo profondo, coltissimo, grande conversatore, artista ironico, spesso irriverente, poliedrico, sulfureo, se ne è andato a 87 anni. Era nato a Firenze nel 1929, laureato in Letteratura francese, aveva iniziato a lavorare giovanissimo.  Vera e propria icona dell’avanguardia teatrale, fra i pochi…

View original post 558 altre parole

Aldo Capitini: La mia nascita è quando dico un tu

Neobar

“Se dovessi indicare i punti dove ho espresso la tensione fondamentale, da cui tutte le altre, del mio animo per l’interesse inesauribile agli esseri e al loro animo, e perché ad essi sia apprestata una realtà in cui siano tutti più insieme e tutti più liberati, segnalerei alcune righe di un mio libro poetico, Colloquio corale (sulla festa).”
Aldo Capitini

 
La mia nascita è quando dico un tu.
Mentre aspetto, l’animo già tende.
Andando verso un tu, ho pensato gli universi.
Non intuisco dintorno similitudini pari a quando penso alle persone.
La casa è un mezzo ad ospitare.
Amo gli oggetti perché posso offrirli.
Importa meno soffrire da questo infinito.
Rientro dalle solitudini serali ad incontrare occhi viventi.
Prima che tu sorridi, ti ho sorriso.
Sto qui a strappare al mondo le persone avversate.
Ardo perché non si credano solo nei limiti.
Dilagarono le inondazioni, ed io ho portato…

View original post 146 altre parole

Patch e Lega Pro

Nella corrente stagione sportiva 2019 – 2020 sulla maglia da gioco di ciascun
tesserato delle società di Lega Pro dovrà essere apposto:
 un “patch” sul quale verrà impresso il logo ufficiale C 60 Serie C , da apporre sulla manica destra
Ogni società riceverà dalla Lega a titolo gratuito una dotazione di n. 100 patch C 60 Serie C da apporre – a caldo – obbligatoriamente sulla manica destra di tutte le maglie da gioco utilizzate nelle gare ufficiali (Campionato Serie C, Coppa Italia
Serie C, Play-off, Play-out e Supercoppa Serie C ) e posizionato a circa 7 cm
dall’attaccatura della spalla.

url.png

La Lega fornirà, altresì, a tutte le società un ulteriore quantitativo gratuito di n. 50 patch sul quale verrà impresso il logo ufficiale della Lega Pro, da apporre sulla manica destra per la disputa delle gare del Campionato Nazionale “D. Berretti” e posizionato a circa 7 cm dall’attaccatura della spalla.
Qualora le singole società, nel corso della stagione sportiva, abbiano necessità di una fornitura integrativa, potranno farne richiesta direttamente all’ufficio Segreteria di
Lega (e-mail:segreteria@lega-pro.com ).
Il costo del singolo patch sarà di 1,50 euro + iva. Per le società di Lega Pro
richiedenti, tale costo, unitamente ad i costi di spedizione, verranno addebitati in conto campionato.
Si invitano tutte le società a curare con attenzione la preparazione delle maglie da gioco per i prossimi incontri in quanto si rammenta che l’utilizzo dei patch per tutta l’attività agonistica organizzata dalla società

ALZHEIMER, UN MINUTO PER…

piapencil

Malattia terribile che inizia facendoti dimenticare le piccole cose e ti trascina per anni in un incubo, fino al punto che non saprai più chi sei, dove stai andando, non riconoscerai più i tuoi cari. Ho visto persone trasformarsi nel fantasma di se stesse e nei loro occhi non si riconosce più la Persona amata ma solo lo spettro della malattia. Oggi più che mai voglio la cura per l’Alzheimer e le demenze di ogni genere, voglio più sostegno per le famiglie e più diritto alle cure!
C’è un motivo personale per chiedere a tutti di mettere questo messaggio nel suo status almeno un’ora. Io so chi lo fará!
Il mio desiderio è che ci siano più diritti per questi malati e le loro famiglie che vivono questo inferno.
Auguro di vedere il messaggio sul diario di tutti i miei amici. Non condividere, ma copia e incolla. (messaggio copiato dalla…

View original post 35 altre parole

UN PO’ DI POESIA….

piapencil

” IL PRESENTE TRA LE DITA”

Oggi non ho voglia di scrivere e neppure di sognare ad occhi
aperti,

vorrei la libertà di mille direzioni come nei deserti.

Senza leggi, parametri, misure, emozioni avverse,

solo l’immensità senza la sensazione di essermi persa.

Cielo terso, qualche oasi, tanta aria,

solo del presente la memoria.

Niente storia, nessun dovere, solo la voglia di esistere e
godere.

Nulla da possedere o guadagnare, silenzi con cui parlare.

A piedi nudi ballare sulla sabbia,

cantare senza conoscere la rabbia.

Mettere in gabbia la morte e liberare gli uccelli,

non dover scegliere tra pensieri brutti o belli.

Addormentarmi al chiaror della luna,

accarezzata da una brezza, guardare le stelle e non pensare
alla fortuna,

pensare invece di trovare un sinonimo di vita,

quando ti ritrovi viva, col presente tra le dita.

View original post

Momenti di poesia. Lacrime di luna, di Rosario Rosto

Momenti di poesia. Lacrime di luna, di Rosario Rosto

67798722_10216072849683020_3603808175041544192_n-1.jpg

Lacrime di luna

Quel momento…
in cui alzi gli occhi al cielo
per trattenere le lacrime
e il dolore, a cui cerchi sempre
di dare una risposta.

Quella parte di noi
un po’ più fragile.
Quella delle tante
domande senza risposte.

Intanto, senza che tu te ne accorga
un rigo umido bagna il tuo viso.
Anche questo, è coraggio.

Il coraggio…
di vivere la nostra vita
un passo, dopo l’altro.

Rosto Rosario

Racconti: Che brutta razza, la razza del poeta, di Gregorio Asero

Racconti: Che brutta razza, la razza del poeta, di Gregorio Asero

gregorio-asero-2

Ci sono tante cose fra il cielo e la terra che solo i poeti sanno distinguere. Alcune di queste sono i sogni. Amici attenti sono una truffa dei poeti.

Nel mondo delle nuvole Essi depongono i loro variopinti macigni di dolore, li nascondono dietro il loro cuore, non per infamia, ma perché vogliono il tuo bene.

Per fortuna sono leggeri e svaniscono alle prime luci della realtà. Non fidatevi dei poeti, Essi vivono in un mondo incantato, se ti accosti al loro orecchio e vi mormori parole d’amore, loro si gonfiano il petto in avanti e si credono immortali. Che brutta razza, la razza del poeta!!!

Gregorio Asero

Notte Dei Sapori A Oviglio, di Lia Tommi

Notte Dei Sapori A Oviglio
Edizione 2019
Martedì 30 Luglio 2019 -Oviglio (AL)

il 30 luglio 2019 arriverà la terza edizione della Notte di Saporia Oviglio (AL) , una serata gastronomica con bancarelle, musica e spettacoli per le vie del paese.

Musica e spettacoli con:
Beppe Mistretta e i Pezzi di Band
SUPER PAUER TRIO +1
La Fattoria di Maggie
Coro P.VOices
Countryfever Alessandria
Marik

Menù
Aperitivi e antipasti
Aperitivi (Bar della Pro Loco di Ezio Pilati)
Bagna càuda con le sue verdure (NUOVO RISTO LEO)
Carne cruda di Fassona battuta al coltello (Macelleria Guastavigna)
Lumache fritte (La Lumaca Monferrina)
Salumi misti (Salumificio Cereda)
Tris di antipasti piemontesi (Osteria della Luna in Brodo)
Tris di Robiole di Roccaverano (Azienda Agricola Marconi)
Piatti unici
Farinata (La Farinata di Totò)
Pizza (SOMS Oviglio 1873 secondo profilo)
Primi
Cinghialini al burro profumato – agnolottini di cinghiale (Ristorante da Tunon)
Paella (Frissko surgelati – Spaccio Caffè)
Pén al ragù di Oviglio (Associazione Turistica Pro Loco di Oviglio)
Secondi
Cartoccio di frittura (Caffè Alessandrino)
Crema di patate all’olio evo, baccalà mantecato e polvere di olive, capperi e confit (Donatella Bistrot)
Fritto di carne alla campese (Bottega del Maiale)
Guazzetto alla ligure con crostino di pane (Pescheria Gabri)
Hamburger e patatine (Gran Canyon Country Pub)
Salamino della Fraschetta con cipolla di Tropea e crema di peperoni di Carmagnola (Macelleria Balza – “carni d’autore”)
Dolci
Gelati artigianali (Elligroup Gelati e SestoSenso)
Torta di nocciole (Azienda Vitivinicola Pierangelo Iglina)
Bevande
Birra al cardo gobbo di Nizza (La Lumaca Monferrina)
Birre alla spina (Gran Canyon Country Pub)
Vini (Azienda Vitivinicola Pierangelo Iglina)

Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria

Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria

Le nuove card sostituiscono i biglietti cartacei. Il via a Settembre ma AMAG Mobilità invita gli utenti a recarsi negli uffici per espletare la pratica già a partire dal 1 Agosto ed evitare così eventuali code e disagi.

Schermata 2019-07-29 a 17.13.40

Annunciamo oggi l’avvio di una nuova tappa del percorso di riqualificazione del servizio di trasporto pubblico della città di Alessandria, dopo quelle che hanno riguardato l’ammodernamento del parco automezzi.

Ci riferiamo alle tecnologie a bordo bus, e, in particolare, agli apparati tecnologici installati su ogni mezzo del parco circolante che, nell’immediato futuro, ci daranno la possibilità di installare le paline elettroniche con gli orari in tempo reale alle fermate degli autobus ma che ci consentono da subito di utilizzare il BIP, Biglietto Integrato Piemonte.

AMAG Mobilità comunica l’avvio della fase di distribuzione delle tessere BIP che saranno a disposizione degli abbonati a partire da giovedì 1 agosto p.v. in vista dell’avvio del sistema che diventerà operativo su tutti i mezzi del Trasporto Pubblico Locale nel prossimo mese di settembre. La Direzione invita gli utenti a recarsi nelle prossime settimane, minimizzando così il rischio di code alla ripresa dopo la pausa estiva. Continua a leggere “Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria”

Minori in affido, M5S: “Pretendiamo chiarezza anche da Palazzo Rosso” Al via l’azione capillare dei gruppi 5 Stelle in tutti i comuni del Piemonte

Minori in affido, M5S: “Pretendiamo chiarezza anche da Palazzo Rosso” Al via l’azione capillare dei gruppi 5 Stelle in tutti i comuni del Piemonte

Alessandria: Alla luce delle recenti inchieste in Emilia Romagna e su input del gruppo nazionale Pari Opportunità del Movimento 5 Stelle, in coordinamento con quelli regionali, il Gruppo Consiliare di del Movimento alessandrino formalizza un’interrogazione che sarà presentata anche in altri consigli comunali e in consiglio regionale. 

url.png

Un’interrogazione per chiarire le modalità di affido dei minori, dati e numeri dei servizi e per verificare la correttezza delle procedure adottate dagli organi competenti. A portare avanti la battaglia ad Alessandria sono i consiglieri Michelangelo Serra e Gentiluomo Francesco che hanno formalizzato l’atto in consiglio comunale e che, grazie alla sinergia con i gruppi pentastellati locali, verrà esteso anche agli altri consigli comunali del Piemonte.

Sono molti, ogni anno, i minori allontanati coattivamente dalle proprie famiglie e non sempre, secondo quanto emerso da alcune inchieste giornalistiche in Emilia Romagna, con motivazioni tali da giustificarne la drastica scelta. Urge una verifica anche in Piemonte. A tale proposito il Gruppo di lavoro Pari Opportunità ha elaborato una serie di attività ispettive volte a conoscere «quanti sono attualmente i bambini allontanati dalla famiglia di origine e per quale durata», «a quale tipologia di affidamento extra familiare (specificando se trattasi di famiglia affidataria, singola persona, comunità di tipo familiare e istituto di assistenza pubblico o privato) si è ricorso», «quanti sono gli esiti positivi di rientro/riaffido del minore alla famiglia di origine», e «quanti controlli gli organi di competenza del Comune hanno attivato negli ultimi cinque anni e con quali esiti». Continua a leggere “Minori in affido, M5S: “Pretendiamo chiarezza anche da Palazzo Rosso” Al via l’azione capillare dei gruppi 5 Stelle in tutti i comuni del Piemonte”

Momenti di poesia. A portata di mano, di Maria Strazzi

Momenti di poesia. A portata di mano, di Maria Strazzi

Nu sciusc’e viento

67637813_581619139036225_4106280260176183296_n.jpg

A portata di mano

Groviglio
d’emozioni
annodati
in gola
come
la sciarpa viola
che
il collo le copriva,
voleva
tagliare ponti
del passato
togliersi
di dosso
l’inverno
che dentro
le passeggiava,
entrò
in un bar
preceduta
da un allegro
scampanellio,
tepore
che d’incanto interruppe
e sciolse il flusso di freddi pensieri,
fuori il vento
aveva smesso di fischiare,
provo’ ad andare lontano
con lo sguardo,
l’orizzonte blu cobalto
era lì
a portata di mano.

@MariaStrazzi

ASTI, PARTITA DI CARTE FINITA NEL SANGUE: DUE ARRESTI DA PARTE DEI CARABINIERI

ASTI, PARTITA DI CARTE FINITA NEL SANGUE: DUE ARRESTI DA PARTE DEI CARABINIERI

24 Luglio 2019 https://www.gazzettadasti.it

Un anno di indagini, decine di intercettazioni telefoniche che hanno portato alla ricostruzione di un puzzle intricato e che ha permesso ai carabinieri di identificare i presunti autori di una sparatoria avvenuta l’estate scorsa nel quartiere Praia, zona est di Asti.

logo-white


Era il 13 agosto 2018 quando un uomo era stato soccorso dal 118 con una ferita da arma da fuoco alla gamba. Ai carabinieri la vittima aveva raccontato di essere stato aggredito in casa da una persona che, dopo aver suonato il campanello, gli aveva dato una testata e poi aveva sparato un colpo di pistola ferendolo.

Purtroppo per la testata in viso non era riuscito a riconoscere il suo aggressore, questo averebbe raccontato agli investigatori che, però, non avrebbero trovato riscontri a quella ricostruzione. In casa, infatti, non c’erano tracce di arma, neppure di bossoli, dell’ogiva e di sangue. Elementi che hanno spinto gli inquirenti ha volerci vedere chiaro.

Così la vittima della sparatoria è stata messa sotto intercettazione; per settimane i carabinieri hanno ascoltato le conversazioni riuscendo a ricostruire cosa sarebbe realmente accaduto. Continua a leggere “ASTI, PARTITA DI CARTE FINITA NEL SANGUE: DUE ARRESTI DA PARTE DEI CARABINIERI”

Successo della seconda edizione di “School of Excellence”, di Lia Tommi

SCHOOL OF EXCELLENCE: SI È CONCLUSA CON SUCCESSO LA SECONDA EDIZIONE

Il tema di quest’anno era “Il futuro dell’umanità, il futuro della Terra”.
Si è conclusa la seconda edizione della School of Excellence “Sciences and Societies: Perspectives and contaminations”, il percorso di eccellenza destinato a un gruppo selezionato di studenti dell’Università del Piemonte Orientale e reso possibile da un generoso contributo della Compagnia di San Paolo.
L’edizione 2019, dal titolo “The future of humanity, the future of the earth”, si è svolta a Novara dal 22 al 26 luglio presso il Complesso Universitario “Perrone” e ha ospitato cinque docenti di alto livello internazionale, che hanno coinvolto i 22 studenti partecipanti in dibattiti e riflessioni e offerto punti di vita multidisciplinari, ma al contempo estremamente integrati, sulla tematica. In particolare durante il pomeriggio, il carattere seminariale delle lezioni ha favorito il confronto e lo scambio di idee tra gli studenti e con i docenti.
Nella prima giornata il prof. Martin Visbeck (GEOMAR – Kiel) ha presentato le dimensioni che definiscono il cambiamento climatico in corso e ha presentato le modalità internazionali attraverso cui i governi cercano un accordo per limitarne gli effetti. Nel pomeriggio gli studenti sono stati coinvolti in una simulazione delle negoziazioni che si svolgono negli organismi internazionali. Il giorno successivo il prof. Antoon de Baets (University of Groningen) ha affrontato il tema delle visioni utopiche, distopiche, valoriali del futuro che sono state elaborate nel corso della storia umana, concentrandosi sul documento fondamentale per il futuro planetario: la Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948. Nel pomeriggio gli studenti hanno analizzato e commentato gli articoli più rilevanti della Dichiarazione, discutendoli insieme.
La prof.ssa Conchita D’Ambrosio (University of Luxemburg), docente del terzo giorno, ha presentato il tema dello studio delle disuguaglianze economiche basate su indicatori finanziari che misurano la disponibilità assoluta e relativa di risorse all’interno delle diverse società europee. Nel pomeriggio gli studenti hanno applicato le indicazioni a casi studio che sono stati discussi collegialmente. Giovedì il prof. Leonard van Wissen (University of Groningen) ha affrontato il tema dei grandi movimenti di popolazione e dei trend che li contraddistinguono su scala globale; il nesso tra passato, presente e futuro è stato studiato nelle esercitazioni del pomeriggio che hanno suscitato intense discussioni.
Venerdì 26, la dott.ssa Felicity Jenzs (University of Münster) ha concluso la settimana introducendo ai principi della comunicazione scientifica in generale e con esercitazioni pratiche finalizzate all’acquisizione di tecniche espositive di alto grado di efficacia. L’intenso programma didattico è stato inoltre arricchito da numerosi momenti di socializzazione e networking e da occasioni ricreative come la visita guidata per la città di Novara.
– segue –
Positive le reazioni degli studenti che hanno apprezzato l’approccio multidisciplinare e internazionale dell’iniziativa, oltre alla possibilità di entrare in contatto con colleghi che si stanno specializzando in tematiche differenti.
Il prof. Edoardo Tortarolo, direttore della School of Excellence, ha tracciato un bilancio conclusivo: «Questa seconda edizione della School of Excellence ha confermato la bontà del coraggioso esperimento di nuova didattica e comunicazione avviato nel 2018. Siamo estremamente soddisfatti della sua riuscita da ogni punto di vista. Con questa seconda edizione il nostro Ateneo si conferma all’avanguardia dell’ambito delle iniziative universitarie per sostenere i suoi studenti. Sono stati determinanti – e fa grande piacere dichiararlo pubblicamente – lo sforzo organizzativo dispiegato nella lunga e complessa preparazione, la dedizione dei docenti, che hanno affrontato lunghi viaggi per venire dai noi, e non da ultimo l’entusiasmo degli studenti, che hanno seguito con passione le lezioni e sono stati attivamente partecipi delle iniziative. A ottobre ci rivedremo per la valutazione dei prodotti scritti del lavoro degli studenti».

Musica sotto le stelle, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

A Cassine torna Musica Sotto le Stelle – 26° Edizione, evento organizzato da Bandacassine e Coro Mozart di Acqui Terme

Ed anche quest’anno ci siamo….!!! IL CBC rimane fedele alla Festa patronale di San Giacomo e festeggia con la 26^ edizione di “MUSICA SOTTO LE STELLE”, il tradizionale concerto spettacolo diretto dai Maestri STEFANO ODDONE e GIULIO TORTELLO.
Tante le sorprese e le novità….. tutti i ragazzi della scuola musica e la straordinaria presenza del CORO MOZART di ACQUI TERME diretto dal Prof. ALDO NICCOLAI….
L’appuntamento è per Lunedì 29 Luglio alle 21:30… non mancate!!

View original post

Rintracciato con la refurtiva a bordo di un treno, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

FURTO IN TABACCHERIA NELLA STAZIONE DI ROMA OSTIENSE RINTRACCIATO CON LA REFURTIVA A BORDO DI UN TRENO DIRETTO A TORINO DALLA POLIZIA DI STATO

E’ stato rintracciato ieri notte, a bordo di un treno diretto a Torino Porta Nuova, l’autore di un furto commesso nella tabaccheria della stazione di Roma Ostiense.
Dopo aver forzato la porta d’ingresso del negozio, il malvivente, un cittadino serbo senza fissa dimora, aveva asportato numerosi valori del Monopolio di Stato (pacchetti di sigarette, un centinaio di ricariche telefoniche di vari gestori, un centinaio di biglietti della metro di Roma, confezioni di tabacco e un centinaio di tagliandi gratta e vinci), cercando poi di far perdere le proprie tracce, utilizzando un treno notturno in partenza da quella stazione e diretto a Torino.
Non è sfuggito però ai controlli degli operatori della Polizia Ferroviaria di Alessandria, impegnati in un servizio di scorta a bordo del convoglio prescelto dal…

View original post 144 altre parole

Roma, turista cade da muretto su banchina Tevere e muore

Roma, turista cade da muretto su banchina Tevere e muore

roma.jpg

https://www.ilmessaggero.it

Un turista brasiliano di 29 anni è morto ieri alle 18 circa all’ospedale San Camillo dove era stato trasportato dopo essere caduto da un muretto sulla banchina del Tevere all’altezza dei giardini di Castel Sant’Angelo. Secondo una prima ricostruzione, alle 16 circa il 29enne mentre era seduto sul muretto di lungotevere Castello in compagnia della moglie e due amici è caduto all’indietro precipitando accidentalmente sulla banchina.

L’ipotesi al momento più accreditata, dopo aver ascoltato i testimoni dell’incidente, è che l’uomo si sia girato indietro per guardare verso il basso e abbia perso l’equilibrio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione Roma Prati e il 118. La salma è stata portata all’istituto di medicina legale del Policlinico Gemelli.

Momenti di poesia. “Nantoka Naru Sa”, di Rosario Di Modica

Momenti di poesia. “Nantoka Naru Sa”, di Rosario Di Modica

ballata mezzana triste
XYYX ABC ABC CDDX

tumblr_6a99779273ac2a16e6e21c483816c3fd_b2b7e51c_640.jpg

“Nantoka Naru Sa”

Sì, passa il tempo, i giorni e pure l’ore;
e nella tua clessidra intanto scende
veloce o lenta, segue le vicende,
la sabbia, senza fare alcun rumore.

Mi lavo ma non posso allontanare
questa pesante patina dal volto,
untuoso strato di ogni delusione;

che fosse meglio o no fare o non fare
è un dubbio che giammai mi sarà tolto;
e la certezza è solo un’ illusione,

e che si trovi pace, un’ invenzione.
Finché c’è vita, forse, c’è speranza;
le cose andranno bene! Basta, e avanza:
al solo dirlo è grande lo stupore.

foto: tumbir

Rintracciato e fermato l’autore del tentato omicidio di Pontecurone, di Lia Tommi

Tortona: rintracciato e fermato, finisce in carcere l’autore del tentato omicidio di Pontecurone.

Sabato 20 luglio, verso mezzogiorno, in località Brugna di Pontecurone (AL), un gruppo di tre persone della stessa famiglia, di origini sinti, si trovava fuori dalla propria abitazione a dialogare e a sorvegliare due bambine che giocavano davanti al giardino di casa.
Improvvisamente le persone notavano sopraggiungere a forte velocità, in retromarcia, un furgone di colore chiaro. L’autista del mezzo, impedito nella prosecuzione della marcia dall’auto della famiglia, parcheggiata proprio in prossimità della porta d’ingresso, arrestava la corsa e, sceso dal veicolo, dopo avere rivolto brevi frasi – tra le quali anche affermazioni in ordine alla propria asserita appartenenza alla ‘ndrangheta – con minacce di morte all’indirizzo di uno dei tre uomini presenti, esplodeva nei suoi confronti due colpi d’arma da fuoco con quello che sarebbe risultato un revolver, dandosi poi alla fuga. Solo per un caso i colpi non attingevano l’uomo che, fortunosamente riusciva a ripararsi dietro la propria vettura e a dare l’allarme ai Carabinieri.
A seguito delle serrate indagini immediatamente avviate, in poche ore i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Tortona rintracciavano, all’interno di una proprietà recintata in frazione Oriolo del contermine comune di Voghera (PV), un furgone ritenuto essere quello utilizzato dall’autore degli spari.
Veniva quindi predisposto un servizio di osservazione, che si concludeva qualche ora più tardi quando i Carabinieri notavano una donna che, dopo aver scavalcato la recinzione dell’area, si avvicinava al mezzo senza un apparente motivazione. Continua a leggere “Rintracciato e fermato l’autore del tentato omicidio di Pontecurone, di Lia Tommi”

Mostra Morbelli: apertura straordinaria serale con visita guidata, di Lia Tommi

Mostra Morbelli: apertura straordinaria serale con visita guidata

Casale Monferrato: Visita guidata notturna alla mostra temporanea Angelo Morbelli pittore del Monferrato: è questa la suggestiva proposta del Museo Civico per la serata di giovedì 8 agosto 2019. Alle ore 21,15 sarà possibile scoprire alcune delle opere dell’artista monferrino esposte in occasione del centenario della morte.

La mostra, inaugurata lo scorso 19 maggio, è un omaggio a un pittore di primissimo piano nel panorama artistico dell’Ottocento, che ha saputo raccontare il paesaggio monferrino come pochi altri.
Per la visita guidata, della durata di circa un’ora, non è necessaria la prenotazione. L’attività è proposta dal personale della Cooperativa Solidarietà e Lavoro, gestore dei servizi museali. Ingresso con biglietto speciale ridotto, sarà di euro 2,50.
Al bookshop del Museo è inoltre disponibile il catalogo della mostra edito da Sagep al prezzo speciale di euro 15,00.
Si ricorda che la mostra Angelo Morbelli pittore del Monferrato è aperta negli stessi orari del Museo Civico (Via Cavour, 5):
– giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30
– venerdì, sabato, domenica e festivi (inclusa quindi la giornata di Ferragosto): dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.
Una seconda apertura straordinaria serale, sempre dedicata alla mostra Morbelli, è prevista per giovedì 29 agosto, alle ore 21.15.
Info: http://www.comune.casale-monferrato.al.it/museo-morbelli

Momenti di poesia. E pian piano… di Rita Donatini

Momenti di poesia. E pian piano… di Rita Donatini

67753731_2323231751258646_8129212634114293760_n.jpg

E pian piano…

Il cielo notturno ascolto
con attenzione ai gesti ,alle parole vere
come si fa con un amico fidato,
e pian piano comprendere il fato.

Imparo quanto difficile
possa essere il rapporto umano,
quanto dolore si possa sopportare
e pian piano riuscir a dimenticare.

Capisco l’altrui sofferenza
esasperata e ricucita addosso
come una maglia più volte indossata
e pian piano sul corpo adattata.

Ma quando l’ascolto diviene pesante
ti annienta e la forza ti toglie,
anche il cielo sembra perder valore
e pian piano più non t’accoglie.

Rita Donatini 29-07-2019
Foto web

Notti d’agosto- la Tradizione a Tavola, di Lia Tommi

NOTTI D’AGOSTO – LA TRADIZIONE A TAVOLA ad ALESSANDRIA 2019

Enogastronomia
ORARI Dalle 19.00 alle 00.00
Mercoledì – Giovedì – Venerdì – Sabato – Domenica
LOCATION Al chiuso e all’aperto
CONTATTI Organizzatore: PRO LOCO POPOLARE AL DON
Telefono: 392.1966653 – 331.2678249 – 335.5230855
INGRESSO Gratuito

Agnolotti, carne all’albese, bollito misto & bagnetto, panino alla salamella, trippa di Moncalieri sono solo alcune delle specialità gastronomiche alessandrine che troverete ad Alessandria, nella seconda settimana di Agosto — 7-8-9-10-11 Agosto 2019 — sulla tavola della tradizione.

Nelle Notti di Agosto – La Tradizione a Tavola (questo il nome della kermesse estiva di Alessandria) i visitatori potranno riscoprire alcune ricette tipiche della cucina del territorio, attraverso un Menù particolare, che comprenderà anche vino, birra e spritz.

Nell’ imponente struttura della Caserma Valfrè (ingresso Spalto Gamondio) le cucine entreranno in funzione, tutte le sere, alle ore 19,00.

L’ingresso è libero.

Per informazioni e prenotazioni —> 392.1966653 — 331.2678249 — 335.5230855

A seguire i visitatori verranno allietati da una serie di intrattenimenti musicali con numerosi ospiti e diversi repertori:

♦ 7 Agosto —> Shary Band

♦ 8 Agosto —> Radio Reggae

♦ 9 Agosto —> Asilo Republic

♦ 10 Agosto —> Red Moon

♦ 11 Agosto —> Utopia

La manifestazione è un’iniziativa Pro Loco Popolare “Al Don”.