Lo so che sei arrivato,
puntuale come ogni anno, 
e come ogni anno pretendi
di arrossarmi la pelle
e di farmi abbronzare,
mi stuzzichi le voglie
della montagna e il mare,
con le tue calde giornate
e l’afa che mi opprime,
pretendi che si beva 
e si balli pure in sagre
o feste paesane,
perchè sai che a noi mortali
il divertimento piace.
Lo so che sei arrivato
e come ogni anno,
mi fai innamorare
di una qualche bella ragazza
solo perchè in vacanza
bisogna trasgredire,
mi provochi con i costumi
che sembrano toppini,
tanto sono stretti e trasparenti,
ma poi fai pure il romantico
donandomi dei prati
pieni di colori, dai gialli girasoli
al viola fiorescenza di lavanda,
insomma agosto
posso dirtelo con il cuore,
ogni anno sei una canaglia.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web