Momenti di poesia. Vecchie scarpe, di Maria Cannatella

67598831_922377081468140_9058977177143345152_n.jpg

Vecchie scarpe.

Deformate le scarpe,
per il troppo camminare.
Consumate le suole,
non tengono più la strada.
Ne hanno percorso.
certo, anche troppa.
Hanno affrontato le tante fatiche,
le troppe cadute.
Ed ogni volta,
la lasciavano a terra.
Vecchie le scarpe,
abbandonate, ormai da chi,
ha perso le speranze.
Difficile continuare a sognare,
se poi, i sogni svaniscono con il tempo, come nuvole disperse in cielo.
Davvero vecchie quelle scarpe,
come le ferite del suo cuore.
Inciampare tutte le volte,
cadere e farsi del male,
a volte senza potersi rialzare,
rimanendo quasi indifferente,
a quella cattiva sorte.
che con cattiveria,
continua ad accanirsi contro di lei,
con prepotenza.
Lasciando ad un angolo,
anche quelle vecchie scarpe.

Dal libro ANIMA RIBELLE 2019
Maria Cannatella @
RISERVATI TUTTI I DIRITTI@
FOTO DAL WEB