Notte di San Lorenzo, di Ines Favorita

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/07/stella1.jpg

Il sentimento che provo non ha logica

non ha un filo conduttore di razionalità

è tutto racchiuso nel cuore

nel segreto del mio cuore.

E per quanto io voglia dar retta alla ragione

c’è sempre lui

incalzante

prepotente

che mi porta a te!

Anche questa sera voglio sognare:

io e te a guardare le stelle

abbracciati teneramente in silenzio.

Sogni da adolescente immatura…

Ma non riesco a far tacere il mio cuore.

Amore?

Che sia amore acerbo?

La devo smettere se non voglio farmi del male

la devo smettere di pensare a te!

Sempre puntuale è il tuo pensiero

il tuo nome è da sempre marchiato sul mio cuore…

e il tuo viso…

il tuo viso lo rivedo ogni sera nel cielo stellato.

Chimera!

Illusione!

Ti vado cercando in mezzo la gente

sperando di incontrare il tuo sguardo

di leggere nei tuoi occhi

una scintilla d’amore!

Vorrei che i miei pensieri arrivassero a te

sfiorando le tue labbra con il mio amore.

Che in questa notte magica e misteriosa

tu

finalmente

t’innamorassi di me!

Che la stella più bella che non ho visto cadere

venisse a cercarti

per dirti

che questa sera sto pensando a te!

 

 

Dzeko, nuovi segnali social all’Inter: quanti like a Lukaku FOTO

Dzeko, nuovi segnali social all’Inter: quanti like a Lukaku FOTO

del 10 agosto 2019 alle 21:02 https://www.calciomercato.com/

lukaku.dzeko.combo.2020.750x450.jpg

Edin Dzeko vuole l’Inter, non è più un mistero. La Roma continua a fare muro, Fonseca lo dichiara incedibile. Ma l’attaccante bosniaco sembra avere idee diverse, ed inizia a parlare, se non pubblicamente, a mezzo social.

L’ex City ha infatti messo quattro like strategici, su Instagram, ad alcune delle ultime foto pubblicate da Romelu Lukaku, neo nerazzurro.

Il gradimento di Dzeko è arrivato a quattro foto del belga, tutte inerenti al trasferimento all’Inter dal Manchester United. Un altro segnale lanciato dal giocatore alla Roma: vuole far coppia con Lukaku: starà all’Inter ora trovare la giusta formula per convincere i giallorossi.

Lukako.png

Reddito di cittadinanza, commerciante non pagava le tasse ma si intascava l’assegno

Reddito di cittadinanza, commerciante non pagava le tasse ma si intascava l’assegno

Due le attività sequestrate dalle fiamme gialle nel centro storico di Palermo: i dettagli del blitz

Redazione 10 agosto 2019 10:36

reddito di cittadinanza ansa archivio-2

Aveva un’attività abusiva e al contempo si intascava anche i soldi del reddito di cittadinanza. Il nuovo caso è stato scoperto nel centro storico di Palermo dove la Guardia di Finanza ha sequestrato due negozi abusivi completamente sconosciuti al fisco. Uno dei due commercianti aveva anche chiesto ed ottenuto il sussidio. All’interno delle due attività venivano venduti articoli per la casa e prodotti per igiene personale. 

Guerra agli abusivi (e ai furbetti del reddito): blitz in due negozi

Il primo intervento delle Fiamme gialle insieme alla Polizia di Stato ha interessato un minimarket del quartiere Ballarò. All’interno del negozio i militari hanno trovato scatoloni impolverati con migliaia di prodotti perla casa, per l’igiene della persona e paramedicali, come detersivi, carta igienica, cosmetici, sacchetti per alimenti, guanti, pannolini ecerotti del tutto privi di documentazione sull’origine e il trasporto... continua su: http://www.today.it/cronaca/reddito-cittadinanza-negozio-abusivo.html

Autocisterna esplode: 62 morti carbonizzati mentre cercano di raccogliere il carburante

Autocisterna esplode: 62 morti carbonizzati mentre cercano di raccogliere il carburante

MONDO Sabato 10 Agosto 2019

4669497_1159_autocisterna_esplode_morti_tanzania_oggi_ultime_notizie.jpg

Autocisterna perde carburante e i passanti arrivano con le taniche per raccoglierla. Poi, il mezzo è esploso: almeno 60 i morti carbonizzati. Strage inTanzania, dove sono almeno 62 le persone che cercavano di raccogliere il carburante da un’autocisterna nei pressi della cittadina di Morogoro, inTanzania, e sono rimaste uccise dall’esplosione del combustibile. Altre 70 risultano ferite. Lo riferiscono i media locali. Le vittime sono in maggior parte motociclisti e venditori di cibo che lavoravano sulla strada dell’esplosione… continua su: https://www.ilmessaggero.it/mondo/autocisterna_esplode_morti_tanzania_oggi_ultime_notizie-4669497.html

Violenta due bambine vicine di casa: 29enne arrestato a Crema, video sul cellulare lo incastra

Violenta due bambine vicine di casa: 29enne arrestato a Crema, video sul cellulare lo incastra

ITALIA Sabato 10 Agosto 2019

4669593_1702_pedofilo_crema_arrestato_violenta_bambine_vicine_casa_video_cellulare_milano.jpg

Un uomo di 29 anni è stato arrestato a Crema (Milano) con l’accusa di aver violentato due bambine vicine di casa. Approfittava della momentanea assenza da casa dei genitori per invitare nel suo appartamento con uno stratagemma le sue piccole vicine e poi abusava di loro. Non contento, una volta finito, le minacciava di morte perché tenessero la bocca chiusa e non dicessero a nessuno cosa succedeva. Ma il segreto non ha tenuto. I genitori di una delle due si sono presentati alla polizia. E alla fine è stato lo stesso ventinovenne di Crema a tradirsi e a fornire la prova più schiacciante, registrando sul cellulare un video in cui usa violenza a una delle bambine, di circa dieci anni… continua su: https://www.ilmessaggero.it/italia/pedofilo_crema_arrestato_violenta_bambine_vicine_casa_video_cellulare-4669593.html

Spara e uccide i genitori e poi si ammazza. Duplice omicidio e suicidio stasera a Romallo

Spara e uccide i genitori e poi si ammazza. Duplice omicidio e suicidio stasera a Romallo

Le vittime: Giampietro Pancheri, 79 anni, Adriana Plaini (72) e David (45)

Sab, 10/08/2019 – 20:27 https://www.ladige.it

romalLO (Small).jpg

AGGIORNAMENTO: È David Pancheri , 45 anni, l’uomo che avrebbe sparato ai genitori e si sarebbe poi tolto la vita nell’appartamento di Romallo in Valle di Non , dove- secondo quanto ricostruito dai carabinieri- la famiglia stava passando la ferie di agosto.

In base ai primi accertamenti il 45enne avrebbe ucciso i genitori – Giampietro, di 79 anni e Adriana Plaini di 72 anni – a colpi di pistola per poi rivolgere l’arma contro se stesso. I copri sono stati scoperti dai parenti della famiglia che sin dalla mattinata avevano cercato di mettersi in contatto con i loro congiunti senza riuscirci. Non sono ancora chiare le ragioni del tragico gesto. … continua su: https://www.ladige.it/news/cronaca/2019/08/10/spara-uccide-genitori-poi-si-ammazza-duplice-omicidio-suicidio-stasera

Momenti di poesia. POLVERE DI RUGGINE, di Vincenzo Pollinzi

Momenti di poesia. POLVERE DI RUGGINE, di Vincenzo Pollinzi

bridge-19513_640.jpg

Brevi e piene di sonno

le notti d`Estate

spargono le loro essenze

tra stelle cadenti

e la speranza vana

di fermare il tempo.

Non sento dolore

se mi volto indietro e

rincorro  la mia vita,

solo un luccichio intermittente

di luci e di ombre intacca

linee distorte nella Memoria.

Come un ragno

dalle movenze acribiche,

la fuliggine del tempo

avvolge con la sua tela

tutto quello che è stato,

che poteva essere e

non è diventato.

E ogni gesto si congela

nelle fattezze di un addio

che vorrei fosse un arrivederci.

Intanto la sagoma dello sparviero

aspetta accovacciata sulla torre

in fondo alla via.

Nascosta nei chiaroscuri della notte

come in un quadro di De Chirico

si erge minacciosa

sulle rimostranze riflesse

dalla sua stessa ombra.

VINCENZO POLLINZI @ Luglio 2019

Diritti riservati nel testo

Foto dal Web

NELLE NUBI, di Silvia De Angelis

NELLE NUBI

Talvolta la nostra mente si condensa al grigio delle nubi, quasi ne diventasse parte integrante  e in quella fusione, pensiero/natura, ci si spersonalizza quasi per caricarsi d’essenze del passato,  che abbiamo accuratamente messo da parte, per crogiolarci in esse, quando ne capitasse  l’occasione.

Si rimugina su quelle scelte non fatte, che avrebbero potuto, in qualche modo donarci dei  vantaggi o facilitarci parte del percorso, sempre così accidentato….ma il timore di insuccessi  e quella parte predominante di insicurezza, che preme, nel momento sbagliato, ci ha fatto  soprassedere dal mutare quella stantia abitudine di sempre.

Anche quelle parole non dette, a una persona che consideravamo speciale, le riascoltiamo  amplificate dentro noi….e non possiamo più pronunciarle, perché il tempo implacabile ci  ha privato di quella focale presenza….

Quanti tasselli della vita compaiono, in un labirinto mentale senza uscita e senza ritorno, che  inducono ad attente riflessioni e a un’indispensabile crescita, che ci permetterà, in futuro  di mediare passi più attenti e precisi, evitando di scivolare in qualche trabocchetto del terreno,  sempre presente nel lungo cammino…..

@Silvia De Angelis

Luna – Poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

luna su albero fiorella

Luna

Eccomi,

sono la luna

l’eterna amica

della terra.

Insieme,

in una danza

senza fine,

notte dopo notte

la circondo di luce

e di magica poesia.

Talvolta mi nascondo

nella sua penombra

o mi eclisso totalmente,

oh che gioco divertente!

 Il mio splendore

si fa misteriosamente

più intenso e affascinate.

Una luce bluastra

ho per mantello

e il mio volto si arrossa

per l’emozione

or che vago nell’atmosfera

con la mia maschera di cera.

Immensa appaio,

e, con il mio cerchio perfetto,

vi osservo silente

con tanto affetto.

Fiorella Fiorenzoni

Al l rights reserved

blu luna

luna grande

View original post

Tramonto sul Trasimeno – Poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

lago trasimeno tramonto Castiglion del Lago – Lago Trasimeno . Foto di Fiorella Fiorenzoni

Tramonto sul Trasimeno

Già volgea l’ora dell’espero

e il mio sguardo si perdea

oltre l’orizzonte,

per tuffarsi

nella magia del lago.

Come in un quadro,

il giorno

si congedava 

 nel ridente sorriso

delle dolci acque e del cielo,

d’un solo colore vestito,

e lasciava i pennelli

alla sera

tra le note

di questo tramonto lacustre.

Del sole,

solo qualche lontano bagliore

ci accompagnava

in questo sublime paesaggio

avvolgendo i nostri cuori

tra infiniti riflessi d’amore.

Fiorella Fiorenzoni

All rights reserved

lago trasimeno -fiorella Lago Trasimeno – Foto di Fiorella Fiorenzoni

trasimeno lago Lago Trasimeno – Foto di Fiorella Fiorenzoni

vista sul lago da Cortona Vista sul Lago Trasimeno da Cortona – Foto di Fiorella Fiorenzoni

View original post

Nel silenzio del tramonto – poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

Nel silenzio del tramonto

Qui, dalla mia collina toscana,

osservavo il tramonto,

tacito,

calar oltre l’orizzonte.

Un cielo dorato mi recava in dono

e, nel suo infinito silenzio,

parlava al mio cuore,

accarezzandomi il volto

di luce immensa.

Lentamente scemava

e quasi un canto,

mi pareva udir,

di rondini

che, con movenze agili e leggere,

  apostrofavano la cupola del mondo

e gioiose salutavan

la stella della vita,

nella quiete dell’ora.

Che incanto!

Che voli e che pace lassù!

Il mio sguardo ammaliato

seguiva quell’astro

allontanarsi ancor più

e là, oltre il limitar della valle,

la sera calava, vestita di blu.

Con il suo roseo sguardo

accompagnava quegli esili uccelli

alla dimora serotina,

e me, intenta a mirar

oltre le porte del Paradiso

con un giocondo sorriso,

al mio consueto canto,

tra un soffio lieve di vento

e un sospiro lento lento.

Fiorella Fiorenzoni

All rigths reserved

View original post

Sotto il cielo di Cortona – Poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

IMG_20190711_205138

IMG_20190717_092045

Sotto il cielo di Cortona

Sotto un limpido cielo,

che di rondini stride,

m’affaccio al balcone fiorito

 tra le dolci note della sera.

Un tappeto di verde speranza

si stende lontano, laggiù, nella valle incantata

e rallegra la vista

al mirar così tanta bellezza.

Fra le strade, di sinuosi cipressi affiancate

e secolari olivi argentati,

emergono monumenti d’arte di prestigioso valore,

cupole e campanili che l’ora del vespro ricordan.

All’orizzonte, le fronde dei freschi monti

si specchiano nelle acque del Trasimeno,

memore di puniche battaglie

e di storiche gesta.

È un paesaggio poetico che ruba le parole ai vati

e avvolge l’etrusca lucumonia in un giardino di beltà

ove poeti e pittori,

uomini d’ingegno e d’intelletto,

Santi e Beati

furono i figli di questa terra toscana,

come quel Dardano,

figlio di Zeus e dell’Atlantide Elettra,

il cui elmo è protetto nel seno della città turrita.

Di secoli di storia

si…

View original post 34 altre parole

Il gioco delle passioni di Alberto Bevilacqua, recensione di Cristina Saracano

20190810_2010452443310994845617586.jpg

Venezia, anni Settanta. Marco e Regina si amano quando trovano il tempo di farlo, ma sempre in modo appassionato, intorno a loro un mondo corrotto . Marco Donati ha accumulato una fortuna con ricatti di ogni tipo ed è eletto “doge” della Malavita che va dal Po fino alla laguna veneta.

Marco, però, non ha una vera predisposizione per il male, agisce solo per il gusto dello spettacolo, per poter primeggiare sulla scena.

Si muovono sull’Airone Rosso, un battello che scorrazza per il Po, ospitando festini, amori e affaristi di ogni tipo, oltre ai protagonisti, Squeri, agente segreto, Vito Lunardi, figlio timido e impacciato del vero doge, Tristemare, sicario, insieme ai suoi mandanti.

L’intreccio di spionaggio ed eros è reso ancora più intrigante da un fitto mistero che avvolge la famiglia di origine di Marco Donati, in primis la madre, Cristina, ancora molto affascinante. Continua a leggere “Il gioco delle passioni di Alberto Bevilacqua, recensione di Cristina Saracano”

Momenti di cultura. Azzurra, di Rosaria Magnisi

Momenti di cultura. Azzurra, di Rosaria Magnisi

Buongiorno a tutti e buon San Lorenzo!

Solo per un motivo, che scoprirete leggendo la mia favola, sono nate le stelle cadenti!

Impulsi selvaggi dell’anima ღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi

38931925_1803772819678058_5630864973035995136_n.jpg

Azzurra

C’era una volta, una piccola principessa che amava le favole e sognava la vita oltre le mura del suo piccolo regno. Aveva occhi grandi e immensi come la notte, un nasino all’insù che le dava un tocco misterioso. Capelli che danzavano nel vento e pensieri che la crucciavano già alla tenera età di 8 anni.
Amava tanto leggere e divorava immagini per ore e ore mentre alimentava sogni. Si sentiva tanto sola e triste perché non era molto amata.
Azzurra era come la tenda della sua cameretta, che volteggiava leggera per ripararla dal sole nelle giornate d’agosto! Era una bimba molto intelligente per la sua età e desiderosa di conoscere cosa si celasse oltre il suo mondo. Chiudeva gli occhi e spaziava con la mente tra gli aromi cari al suo cuore e sognava il mare.
Cantava come una piccola sirena e sdoppiava la sua immagine riuscendo a vivere in sintonia tra le onde. Il suo non era un sogno fantastico ma la proiezione di una vita parallela che viveva in armonia con il suo cuore.
Una dolcezza sconfinata la faceva volteggiare come una farfalla e si posava nei luoghi più inconsueti per rapire le molteplici sensazioni che la facevano brillare come un diamante grezzo.
Continua a leggere “Momenti di cultura. Azzurra, di Rosaria Magnisi”