Isteria

Compensazioni equoree

non sapete che piango nei tramonti
smarriti nei racconti folgorati
ma sul serio anche amati non lo so
non ricordo però non siamo pronti

mai per bere alle fonti l’acqua sacra
come un’ora di viagra speso male
i miei resti nel mare questo corpo
nei limiti d’un po’ se le mie ceneri

spante nei cieli neri in alto volano
da una improvvida mano nella brezza
ed è con amarezza che perisco

sopra il solco di un disco, come lacci
cifre di Fibonacci che si sommano
in questa sporca mano che tu tacci

View original post

Un pensiero riguardo “Isteria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...