Compensazioni equoree

Sopra tavoli o cubi
difformi amplessi
realizzano nuove sagome
Uomini che sotto le gonne
mostrano campionari
di prepuzi avvolgenti…

Già l’evento non illustra
l’intreccio
mentre le forme plastiche
del tableau vivant
definiscono altri racconti

E s’apre ai miei occhi
l’inno dell’ibrido sentire
la vista varca la soglia del certo
verso sponde ove tremano
i contorni delle forme
e d’improvviso
profili di barbe posticce sfiorano
velli dondolanti

Come Argonauti a caccia
del manto di Crisomallo
cerco una figura domestica
non decodifico
l’immagine oscena
ma codifico altri viluppi
avvolgimenti di turpi emozioni
lasciate nel flusso
delle ore scivolose
casualità di forze contrapposte
come quando
vivi senza vivere

View original post