Momenti di poesia. ALL’ ADDIACCIO, di Roberto Bontempi

Momenti di poesia. ALL’ ADDIACCIO, di Roberto Bontempi

ALL’ ADDIACCIO

Quel freddo che m’arriva dentro l’ossa

ogni parvenza d’energia mi toglie

lì dentro ad un cartone a trovar sonno.

Non c’è quasi più posto alla coperta

in cui m’avvolgo per cercar tepore

e sembran l’ore, a valutarle, giorni.

Per quanto questo non vorrei mai farlo

è il sole a pormi in piedi la mattina

per movermi e riporre a circolare

il sangue raggelato nelle vene.

Che trovi da mangiare e nulla importa

chè il viver da barbone ciò comporta.

Roberto Bontempi

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...