Mykonos, 21enne napoletano muore dopo un’incidente sulla moto d’acqua: attesa autopsia per capire la causa del decesso

mykonos-1200-690x362.jpg

Antonio Borrelli era sull’acquascooter con un’amica. Secondo il proprietario dell’agenzia che affitta i mezzi entrambi indossavano i giubbotti di salvataggio

Un giro in moto d’acqua finito in tragedia per un 21enne italiano in vacanza aMykonos. Antonio Borrelli, di Napoli, è morto sabato 17 agosto, cadendo in mare mentre si trovava con un’amica su una moto d’acqua nei pressi della spiaggia Superparadise, una delle più frequentate dell’isola greca. Dopo che è caduto in mare sono stati chiamati i soccorsi, ma non c’è stato nulla da fare.

Lo riferisce la Cnn Grecia e lo confermano i messaggi di cordoglio che gli amici del 21enne hanno pubblicato sui social network. La stampa greca parla diannegamento, ma le cause della morte sono ancora da stabilire, in attesa dell’autopsia e delle indagini della polizia locale. Antonio Borrelli era alla guida della moto d’acqua quando questa si è ribaltata. “Siamo caduti in mare dopo una manovra. Non ho neanche capito come fossimo finiti in acqua”, ha detto la ragazza che era con lui e che secondo il media greco è “in buona salute ma sotto shock”. Ilproprietario dell’agenzia che affitta gli acquascooter ha invece dichiarato alla capitaneria di porto che i due giovani indossavano i giubbotti di salvataggio e che tutte le norme di sicurezza sono state osservate. Secondo quanto riportato da La voce di Napoli, la famiglia del giovane è andata sul’isola, ma il rimpatrio della salma sarà possibile solo tra pochi giorni, dopo che saranno disponibili i risultati l’autopsia per stabilire quale sia stata la causa del decesso.

da: https://www.ilfattoquotidiano.it