Momenti di poesie. Sopra un cumulo di terra lieve, di Amos Grilli

Momenti di poesie. Sopra un cumulo di terra lieve, di Amos Grilli

tumblr_pwcch3tq1e1qcggg7o1_540.jpg

Sopra un cumulo
di terra lieve.

Non mettete
dei fiori recisi
che poi vanno
a marcire.
Che emanano
odore nauseabondo
quello peggiore.
Che emana
la pelle
della gente
carogna.
Non venite
a piangere
le ipocrite
lacrime.
Oppure per
dire preghiere
false.
Perchè
non vengono
dal cuore.
So che dopo
usciti
dal triste luogo.


Dove avete
espresso
un falso dolore.
Liberi dall’impegno
d’un pianto
falso.
Darete sul mio
conto
velenose
parole.
Allora che
si posi
un passero
dopo il suo
volo.
Che porti
nel becco
un seme.
Che
lo lasci
cadere
spora
quel cumulo
di terrra.
Li voglio
che germogli
quel seme.
Che poi
si trasforma
in un albero.
Cosi saprò
che almeno
una volta
ogni tanto.
Sopra quel
cumulo di terrra
verrà a guaire
il mio cane.
Come faccio
a saperlo?
Filtrando da
quel cumulo
di terrra.
Scenderà
sopra il mio
volto
il suo piscio.
Vorrei dirgli
addio
con un gesto
delle mani.
Non posso
ma so che
torna domani.
Allora posate
sopra il mio
corpo.
La terrra
che ognuno
vorrebbe
per tutti.
O almeno
nel dire.
“La terrra lieve”.

Amos.

foto tumbir

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...