Barbiere cinese o Italian first ? di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Ogni giorno quando mi alzo al mattino tra le altre cose mi faccio la barba e lo shampoo ai capelli e almeno una volta al mese vado dal barbiere a tagliarli. Negli anni ho cambiato diversi barbieri sia in Alessandria, la mia città che a Torino dove ho vissuto peoniar qualche tempo, o quando ero in giro per l’Italia per motivi di lavoro.

Barbiere

Nel tempo mi è capitato di farmi tagliare i capelli da barbieri bravi in grado di soddisfare le mie richieste estetiche, ed altri che era meglio evitare, cosa che immancabilmente ho fatto, del resto come ben sappiamo in ogni lavoro ci sono quelli che lo svolgono con competenza e passione e altri molto meno e questo fa la differenza.

Con questo non voglio dire che sono uno che ha particolari esigenze ma mi piace avere un taglio di capelli che rispecchi la mia personalità e quando questo non succede resto ovviamente insoddisfatto.

Se qualcuno tempo fa mi avesse detto che un giorno mi sarei fatto tagliare i capelli da un cinese, non ci avrei creduto e mettendomi a ridere gli avrei risposto ricordandogli un vecchio proverbio che recita così, “moglie buoi dei paesi tuoi”. Ma ormai da tempo ho imparato a mie spese che nella vita una cosa che non bisogna mai fare è “mai dire mai..”. 

Infatti alcuni giorni fa, forse a seguito di sentirmene parlare con enfasi ed entusiasmo da alcuni amici che ci vanno da tempo, mi sono detto, un di questi giorni provo anch’io ad andare a farmi tagliare i capelli da un cinese, in fondo si tratta solo di un taglio di capelli che poi ricrescono.

E poi a parte chi ha particolari esigenze di lavoro, di immagine, ecc., che cosa ci si aspetta da un barbiere?, almeno dal mio punto di vista sono le seguenti:

la pulizia del locale, un parcheggio auto (a meno che il locale non sia nelle vicinanze di case per poterci andare a piedi), una poltrona comoda visto che ci si passa un po di tempo seduti, l’utilizzo di prodotti di qualità, shampoo, schiuma da barba, ecc., un attesa limitata, un servizio veloce e soprattutto che soddisfi le esigenze personali e per finire, fatto che visti i tempi non guasta, una tariffa accettabile e null’altro visto che per quanto mi riguarda il gossip per ingannare i lunghi tempi di attesa personalmente non mi interessa.

Detto fatto?, alcuni giorni fa ho preso la decisione scegliendo, fra i tanti della città,  Ciao Ciao parrucchieri di via Cavour, consigliato da alcune persone di mia conoscenza che lo frequentano, mi sono avviato per andare anch’io da un barbiere cinese. Strada facendo ho iniziato a riflettere e mi sono chiesto ma perchè dopo molti anni devo andare da un barbiere cinese?, nel frattempo arrivo quasi davanti al locale, mi fermo non entro e inverto la marcia, avevo cambiato idea, mi sono detto è ora di diventare un po nazionalisti, perciò Italian first!!!.