Agro Callori: si abbattono le barriere architettoniche dei marciapiedi, di Lia Tommi

Casale Monferrato. Agro Callori: si abbattono le barriere architettoniche dei marciapiedi

Saranno impegnati circa 55 mila euro per un importante intervento di abbattimento delle barriere architettoniche lungo i percorsi pedonali del quartiere Agro Callori.
A deciderlo la Giunta comunale nella seduta di lunedì scorso, 26 agosto 2019: «L’Amministrazione – ha spiegato il sindaco Federico Riboldi – intende procedere nel corso del proprio mandato con un programma di interventi mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche nelle vie pubbliche e negli accessi ai propri edifici, affinché si elimini tale problematica ancora reale in alcune parti della città».
«Dovevamo decidere come investire una quota parte di un finanziamento statale vincolato e abbiamo ritenuto che la priorità fosse da dare a questa tipologia di interventi, che non risolvono completamente il problema, ma vogliono essere un segnale di attenzione – ha sottolineato il vice sindaco, con delega ai Lavori Pubblici, Emanuele Capra – Dopo un’accurata ricognizione da parte dei tecnici comunali su tutto il territorio, la decisione è stata quella di iniziare dai marciapiedi del quartiere Agro Callori, che è certamente tra i meno interessati dai lavori di rifacimento dei tratti pedonali in autobloccanti degli ultimi anni».
Gli interventi necessari sono rivolti principalmente al rifacimento delle porzioni di marciapiedi in prossimità degli incroci, sostituendo il battuto di calcestruzzo esistente con un piano di calpestio in mattonelle autobloccanti, delimitate verso strada da cordoli in granito, opportunamente raccordate. I restanti tratti di marciapiede, non essendo finanziabili con tali fondi, saranno rifatti in un secondo momento.

Nel dettaglio, i tratti di marciapiedi oggetto di abbattimento delle barriere architettoniche saranno:
Via Hugues – Via Matteotti
Via Hugues – Via del Carmine
Via del Carmine – Via Canna
Via Canna – Via Matteotti
Via Canna – Via Celoria
Via Celoria – Via Callori
I lavori, se l’iter amministrativo dovesse svolgersi senza intoppi e le condizioni metereologiche lo permetteranno, prenderanno il via in autunno e si dovrebbero concludere entro la fine dell’anno.
«L’attenzione verso i più deboli – hanno concluso Federico Riboldi ed Emanuele Capra – sarà una delle priorità di questa Amministrazione: Casale Monferrato, infatti, dovrà diventare una città dove chiunque, come le persone in sedie a rotelle o le mamme con i passeggini, possa muoversi in piena libertà e sicurezza. Questo è un primo passo, a cui ne seguiranno molti altri».

The Dreams

Alphabet Ravine

Welcome back. I guess you never left, huh?
I didn’t invite you here.

This is my mind- the place you roam, though you’ll never know its streets.

It is daytime here, though you and I are star-blanketed.

All the underground thought-lings come out to play now.
You’re drug along.

And I am played the brand-new season of a long-dead drama.

View original post 116 altre parole

The Plus-One

Alphabet Ravine

I know about happiness; We’ve met.
We just don’t get alone time-
Anxiety’s name is “, but”. I don’t do simple sentences.

I know Anxiety so well that I don’t have to see its face-
No matter how fast I spin, it’s always a hair’s breadth from my sight.

But I know it’s there. It breathes down the right side of my neck.
It’s got a chokehold. And trust me- When you’re that intimate with somebody else,

View original post 103 altre parole

Trust

Alphabet Ravine

You think I’m being emotional, (and I am going to use the word “but”,
but don’t stop listening) but when I start to repeat myself,
it’s because I don’t think you understand. And you don’t think I understand
that you do, but the times I repeat myself are the times that you think I’m emotional-
that I’m saying something that makes sense but doesn’t really matter.

View original post 172 altre parole

Crossroads

Alphabet Ravine

My crossroads were a metaphor,
because where was I when I realized the road before me forked?
In the reclining chair,

painting the epistemic situation in the distinctive shades
of sand, sun, and tumbleweeds- nothing but dust and wind on either
side as far as eye could see. And how was I to choose between,
and win or lose or even move?

But that’s the thing about crossroads. You never paint their metaphor
if you find sitting still an option.
It would be a third path, and you would plow on. So,
pressure. Tick, tock.

But my crossroads were a metaphor! I finally realized,

View original post 135 altre parole

On Being an Ideas Person

Alphabet Ravine

After a month of nearly falling off the bottom of the earth,
Ma placed me in my bed, where I woke imagining
feeling wide-eyed, refreshed, wondrous of where I was-
jumping off the bed, landing in flexible splat as impossible
as the dogs I used to try to draw were ugly.

I didn’t really know how dogs’ heads or human bodies worked,
but I wanted a Lisa Frank retriever and my butt to be in the air,

View original post 95 altre parole

The Calm Before the Storm (Alana’s Song)

Alphabet Ravine

“It was the calm before the storm
that stole my breath
with its icy silence.

In those everlasting seconds,
instead of his raging words’ predictable humming,
the still left you wondering what would be coming.
His face wouldn’t wear its usual anger, but a death-like grief,
as though he knew what monster would soon be unleashed.

‘Don’t hold it in!’ I was dying to cry to him.
‘That makes its bursting that much more violent!’

I did what I could- I anticipated, and how I hated
the calm before the storm.

Before the calm, you could see the storm clouds brewing,
but the churn of the sky- it was so close to soothing

View original post 512 altre parole

CHISSÀ, di Cipriano Gentilino

Chissà dove andranno i sentieri persi

alle rotonde inverse delle terre incolte

ora che è chiuso per lavori in corso

il nostro frammento di cielo ambiguo,

 

chissà se le api tenteranno messe

votive alle corolle rammaricate e il

ragno rosso nostalgico bucherà la

tela per le ultime lucciole sfuggite

al rancore degli ossimori rancorosi,

 

chissà se i papaveri tremuli di pudore

ameranno campi di lavanda diffidente

e se i gatti ci riconosceranno ancora

quando un briciolo di cielo curioso

ci rivedrà.

 

Ⓒ Cipriano Gentilino copyright 2017-19 Legge 22 Aprile 1941 n.633, Capo IV, Sezione II, e s.m.l.

Foto dall’web : L’attesa di Sandra Migliorini

 

 

Silvia Straneo: Progetto esecutivo per l’efficientamento energetico e l’adeguamento normativo di alcune Scuole, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Alessandria: Approvato in Giunta il progetto esecutivo per l’efficientamento energetico e l’adeguamento normativo di alcune Scuole

La Giunta Comunale di Alessandria, nella seduta odierna, ha approvato il progetto esecutivo avente ad oggetto “Opere di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. Messa in sicurezza e adeguamento normativo degli edifici scolastici”.

silvia-straneo.png

«Si tratta di un importante progetto — ha dichiarato Silvia Straneo, Assessore comunale all’Edilizia Scolastica — con cui la nostra Amministrazione Comunale guarda alla realtà degli edifici scolastici e utilizza appieno una significativa opportunità di contributo messa in campo grazie al “Decreto Crescita” convertito con la Legge n. 58 del 28 giugno scorso a favore anche del nostro Comune.
In una situazione nella quale tutta la comunità si deve sentire impegnata e coinvolta nel riportare in ordine e migliorare la situazione economico-finanziaria dell’Ente, l’opportunità rappresentata da 170.000 euro di contributi non poteva non essere colta. Per questo, d’intesa con il…

View original post 220 altre parole