Povertà e Ricchezza

Sai, ormai ci siamo, singhiozza la Stella al telefono all’ora di pranzo. Oddio che succede, rispondo allarmato per questo anomalo comportamento della rompiscatole per eccellenza. Vieni a prendermi, andiamo al solito posto e ti spiego.

In auto se ne sta in silenzio, accarezzandosi le lunghe e sensuali gambe abbronzate. Giunti alla solita spiaggia si dirige con anda militare verso il solito chiosco e ordina la solita birra. Beve, guarda le onde del mare, beve, guarda per aria e infine me. Che hai da guardarmi, mi chiede con aria sospettosa. Sei tu che sei strana tutto il giorno. Stella ribeve e sospira. Non ci arrivi proprio eh. No, non ci arrivo, illuminami tu…

Lei apre le braccia e sbotta. L’estate sta andando al diavolo, siamo…anzi sono fregata. Addio mare, sole, libertá, birrette, sesso, amore. Ah, sarebbe questo il problema del tuo soffrire al telefono? Lei chiude gli occhi e fa una…

View original post 68 altre parole