Expenion

15/02/2019

Un rombo e una nuvola di fumo nero.
Ahmed, l’autista di Bol-la che da anni lavora per l’associazione, mette in moto la sua jeep. 
Sono emozionato! Finalmente dopo una settimana sto andando in una wilaya (così vengono chiamati gli accampamenti dalla gente del posto).

Stiamo andando a Boujdour e sarò ospite per una notte a casa di una famiglia dove alloggeranno anche altri volontari e altre volontarie di associazioni toscane che si occupano di tutelare e supportare il popolo Saharawi.

La jeep sfreccia veloce per non restare impantanata e alterna le piste di sabbia battuta a pochi tratti di strada asfaltata.
L’entrata a Boujdour mi mette i brividi. Tante piccole casette in mattoni di sabbia che si confondono con il colore del terreno. Alcuni bambini corrono per le strade e urlano qualcosa alla nostra jeep. Tra salite e discese bisogna tenersi forte per non rischiare di essere sbalzati dall’altra…

View original post 298 altre parole