SULLA CODA D’ESTATE, di Silvia De Angelis

PAPAVERO2

Nel giaciglio di silenzio

d’un soffio settembrino

mugolano

sobrie disarmonie di foglie

dissonanti da succosi acini d’uva

Sono in bilico su nodosi tralci

divelti da corrugati palmi

alla ricerca d’un vortice di prosperità

E nell’impatto d’un’aria dedita

a molecole lievitanti  fresco

spigolano lucidi occhi

d’un remoto

disorientati per il rantolo d’un papavero

che chiedeva vita in un vicolo rabbuiato

@Silvia De Angelis

Autore: silviadeangelis40d

In quegli attimi magici la mente vola lontano, catturando parole e pensieri enfatizzati dalla vita e dalla fantasia...

2 pensieri riguardo “SULLA CODA D’ESTATE, di Silvia De Angelis”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...