f8515fd3da12bbe1e58063e9b38692b4

Suonavi per me

 immemori melodie

 che recepivo

 assorbendo ogni sua nota

 regalantemi albe meravigliose

e giorni inghirlandati

riscaldati dal tuo fulgente sole

riflesso e richiamo del tuo amore.

 

Era il tempo dei nidi

e dei pigolii incrociati

complicità di sentimenti

 carezze alate

nella notti innamorate

che profumavano di te.

 

Poi foglie marce e nubi io vidi,

dall’ombra l’anima fu disseminata,

il cuore poggiò su spigoli appuntiti

e non ci  furono più nuove fioriture

a rinverdire le stagioni a venire.

 

@Grazia Denaro@