Momenti di poesia. Valchiusa, di Maurizio Donte

Valchiusa

Pensoso me ne vado di nascosto,
a cercare nel vento la parola
o il silenzio che passa sopra il posto,
dove l’anima vaga, così sola.

E nel fitto dei rami ancora sosto
a guardare nell’ombra della gola,
dove scende il ruscello, un po’ discosto
dal luogo dove Amor faceva scuola.

E corre il tempo come un fiume in piena,
e si alza il sole e poi torna la luna,
e va sparendo il giorno e la sua pena;

a nulla vale sperar: già s’abbruna

sera e sul mio pensare a te, serena,

viene la notte e, grave, il mal s’aduna.