Improvvisazione Cellulare

Non farà male sai?
Non te ne accorgerai nemmeno,
Conosco l’equipe, mi sono raccomandato io…
Con quegli occhi puliti non puoi avere nulla, fidati!
Oh, quando esci ti porto al mare.
Il referto parla di una piccola massa, stai tranquilla un po’!
Amore, tocca a te, ti aspetto qui, vicino al letto.

Scritto libero, non per usi commerciali, con attribuzione a @lemiecosepuntonet

Inebriati su lemiecosepuntonet

i miei sogni.

 
I miei sogni da bambino
erano di mille colori fugaci
il mio cuore appena nato
 sognava un mondo colorato
 pieno di aquiloni  che volavano su nel cielo…
Sognavo un mondo di arcobaleni
 di tutti i colori
 dove erano dipinti i nostri pensieri
di tutti i giorni
 pieni d’amore, non distorti…
Questi sogni si perdevano nel blu
 dell’ ingenuità
dove tutti i bambini come me
 sognavano un mondo di felicità.
Ora non sono più piccino
ma dentro di me
è rimasto quel bambino.
 

Solo un minuto.
 
Solo un minuto per darti il mio cuore
solo un minuto per dirti ti amo
e guardarti negli occhi amore…
solo un minuto per farti volare
lontano nel cielo…
Dammi un minuto per baciarti
dolcemente
solo un attimo per adorare il tuo viso
che sembra un dipinto eterno…
Voglio un minuto per stare con te
nei tuoi occhi per sempre amore…
Solo un minuto…
 
 
 

IL LUPO PERDE IL PELO, MA NON IL VIZIO, di Silvia De Angelis

lupo3

Probabilmente è vero che viviamo in un’epoca moderna e tecnologica, dotata di

innumerevoli “diavolerie” per rendere più agiata e verosimile la nostra vita e

quando, purtroppo capita un cataclisma naturale, il nostro inconscio ha come un

senso di forte disagio, ad accettare quell’evento, che considererebbe,mentalmente

preistorico…

Eppure la natura si muove, nei secoli, secondo un progetto inarrestabile e continuo,

che non dà tregua ad alcun lasso di tempo, modificando la struttura più insita

del territorio, destinato a cambiare nel percorso della vita che va avanti.

Putroppo non siamo ancora attrezzati a sufficienza, a prevedere smottamenti

del terreno ed eruzioni di vulcani e, sebbene esistano lunghi periodi di tregua,

poi la terra, improvvisamente, e con inaudita violenza, torna a scuotere i vari

territori, procurando ingenti danni a persone e cose d’immenso valore artistico.

Credo che ogni  governo dovrebbe affrontare seriamente il problema del sisma,

cercando di mettere al sicuro, soprattutto fabbricati abitati e dettare severe

leggi antisismiche per costruzioni di nuova data….

Ma si sa, sfruttare sempre la situazione, a discapito del prossimo è stata sempre

una peculiarità degli esseri umani e come si dice “il lupo perde il pelo, ma non

il vizio”

@Silvia De Angelis

 

Racconti: La Gola, di Tiziana Valori

Racconti: La Gola, di Tiziana Valori

tumblr_psbp37RWv71sqwt7zo1_540.jpg

LA GOLA (racconto breve)

“La regola che non c’è più, per noi vige sempre” cantilenò scherzoso a tavola alla vista di tanta bella carne ingurgitata con gusto dagli altri commensali.

Fra’ Marco era felicissimo di passare la vigilia di Natale fra i suoi, e che ci poteva fare se quell’anno era capitata di venerdì?

“Ma dai” gli fecero in tanti. “Chi vuoi che ti veda? Se non è non più peccato mangiare la carne il venerdì…”

Come faceva il fraticello a dire di piantarla? Che era già difficile restare a guardare mentre gli altri si strafocavano?

Il priore, nel dargli il permesso di trascorrere una giornata lontano dal convento, lo sapeva bene. E infatti:

“Fratello Marco, tu sarai sottoposto a grosse tentazioni. Ma ricordati che Gesù proprio di venerdì patì le sofferenze mortali della croce. Noi, in ricordo di tale misfatto perpetrato da tutta l’umanità passata, presente e futura, continuamo a ritenere vincolante il divieto di mangiare carne il venerdì.”

Finito il pasto, la mamma fece un cenno al monaco ed entrambi si avviarono in cucina. E là, lontano da occhi indiscreti, Marco potè affondare i denti nello zampone, nelle fette di cotechino piene di quei bei pezzetti di grasso e nello stufato di coniglio mentre la mamma si beava di tanta ingordigia mormorando:

“Solo una mamma conosce il figlio.”

Tiziana Valori

Replica di Bardone sui soldi stanziati a bilancio per la pedociclabile per Viguzzolo

Replica di Bardone sui soldi stanziati a bilancio per la pedociclabile per Viguzzolo

Nei giorni scorsi il Comitato Smart Land ha dato la notizia dell’incontro avuto con la Provincia e i Comuni di Tortona e Viguzzolo in cui è emerso che i fondi per la realizzazione della pista pedo/ciclabile per Viguzzolo, non risultano nel bilancio d’esercizio 2019 del comune di Tortona.

Gianluca Bardone Sindaco Tortona

Come cittadino, prima ancora che come membro del Comitato Smart Land, mi sono preso la briga di sentire l’ex sindaco di Tortona Gianluca Bardone, che mi ha spiegato come i soldi vadano stanziati nell’annualità in cui ne è prevista la spesa, quindi non nel 2019.

Ecco cosa mi ha risposto:

Per la pista ciclabile Tortona-Viguzzolo, durante le fasi di convenzioni per la progettazione, le cifre erano state iscritte nel programma triennale dei lavori pubblici 2018/2020 – bilancio di esercizio 2018, per partecipare al bando.

Nel 2019 si sono poi definite le varie fasi di progetto e quella esecutiva di realizzazione dell’opera è stata programmata nel 2020.
Nel 2019 con l’aggiornamento del programma triennale lavori pubblici l’opera è stata quindi correttamente inserita nell’esercizio 2020 anni in cui occorrerà finanziare i lavori.
Nelle fasi successive si è proceduto a partecipare alle riunioni con gli enti superiori per lavorare e perfezionale il cronoprogramma richiesto dalla regione, che nel frattempo ha garantito un finanziamento di 600mila euro che non possiamo permetterci di perdere.
Ripeto, dal cronoprogramma è risultato che la fase esecutiva sarebbe stata nell’aprile 2020 per cui non è stata stanziata la cifra per il 2019, non avrebbe avuto senso alla luce di un’esigenza fissata per il 2020. La voce di spesa è stata nuovamente iscritta nel piano triennale 2019/2020/2021.
Sarà da finanziare, certo, e toccherà a chi dovrà predisporre il bilancio 2020, ovvero alla giunta attuale. Trecentomila euro a fronte di un bilancio che cuba complessivamente 30 milioni non è un’impresa, è una questione di scelte e priorità. Per noi la pista ciclabile Tortona Viguzzolo è stata una priorità e la avremmo portata a termine, ora vedremo se sarà così anche per la giunta Chiodi.”

L’ex sindaco ha le idee molto chiare riguardo alla pedo/ciclabile per Viguzzolo e continua:

“Ribadisco ancora che questa è un’opportunità da non perdere perché i 600.000€ messi a disposizione dalla Regione se non li prendiamo noi li prende qualcun altro.
Grazie alla pista ciclabile che costruirà il Gruppo Gavio per il Palazzetto, che collegherà Rivalta Scrivia a corso Alessandria, e questa che dalla stazione ferroviaria raggiungerà Viguzzolo e quindi le valli, potremmo presto disporre di una pista ciclabile che attraversa longitudinalmente la città di Tortona, e due nuovi ponti pedonali, quello sullo Scrivia e quello sul Grue. Sarebbe proprio un grande risultato.

Salone di Rappresentanza della Basile: Presentazione del libro di Pier Franco Quaglieni

Presentazione del libro di Pier Franco Quaglieni

Alessandria, organizzato da Libera Mente – Laboratorio di Idee, venerdì 27 settembre 2019 alle ore 18,00 presso il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria si terrà la presentazione del libro di

Pier Franco QUAGLIENI dal titolo

“MARIO SOLDATI – LA GIOIA DI VIVERE”

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee

“Un gradito ritorno, Per Franco Quaglieni è ospite per la terza volta della nostra associazione ed in questo incontro presenta il suo ultimo lavoro dedicato all’amico Mario Soldati con il quale, insieme ad Arrigo Olivetti, aveva fondato il Centro Pannunzio ”.

 Pier Franco Quaglieni.jpg

“Mario Soldati – La gioia di vivere”

Il libro esce nel ventennale della morte dello scrittore e regista torinese e – curato da Pier Franco Quaglieni, che gli dedica un corposo saggio iniziale – contiene testimonianze autorevoli sull’attività poliedrica di Soldati nella letteratura, nel cinema, nel giornalismo, nella TV, nel campo enogastronomico…

Un’appendice raccoglie degli inediti di Soldati ed interviste con lui di

particolare significato e interesse. Il libro consente di ripercorrere la vita e l’opera di Soldati in modo organico e rapido contemporaneamente.

Pier Franco Quaglieni docente e saggista di storia risorgimentale e contemporanea, è giornalista dal 1968 a 21 anni appena compiuti. È direttore dalla sua fondazione del Centro di studi e ricerche “Mario Pannunzio”. Ha vinto, tra gli altri, i premi “Voltaire”, “Tocqueville”, “Popper” e “Venezia”.

Ha scritto di lui Aldo Cazzullo: “È un cavaliere solitario che da decenni tiene viva la memoria di una grande tradizione culturale spesso misconosciuta”. Autore di numerosi saggi, con Golem Edizioni ha già pubblicato Figure dell’Italia civile (2017) e Grand’Italia (2018).

il battito del mio cuore

Il battito del mio cuore
lo sento come una carezza
che mi sfiora il viso
che mi entra dentro il cuore
ed è pieno d’ amore e calore
il tuo sguardo mi penetra
dentro l’animo
e lo innalza fino al cielo
dove uno stormo di gabbiani
lo porta fino al sole
che ride di fronte a tanta
felicità e dolcezza
il battito del mio cuore vola
nei miei pensieri
e brinda con me
per una favola eterna
chiamata amore.
 
 

Scomparso il noto imprenditore tortonese Giuseppe Mutti, di Lia Tommi

Giuseppe Mutti, noto imprenditore tortonese ,   è  scomparso  venerdì 20 settembre, all’età di 92 anni .

15690693144861935058527-1376774379.jpg

Sua è la costruzione di tutto il Quartiere Oasi, della scuola “Rodari” del Centro commerciale “Oasi” e i tantissimi altri edifici.

Giuseppe Mutti era nato il 9 febbraio 1927, e abitava alla frazione San Ruffino di Sarezzano.

Lascia la moglie Maria Rosa e i tre figli maschi: Pietro Paolo, Fabrizio e Marco Luca oltre a nuore,  nipoti, un cognato e tanti parenti.

Il rosario  sarà recitato  sabato 21 settembre, alle ore 19  nella chiesa del Sacro Cuore, all’Oasi, e domenica 22 (ore 20.30) nella chiesa di Sarezzano.

I funerali invece avranno luogo lunedì 23 settembre alle ore 10.30 nella chiesa del Sacro Cuore a Tortona. La salma sarà poi  tumulata  nel cimitero di Sarezzano.

In attesa delle esequie la salma si trova presso la Casa Funeraria Cadirola lungo la statale per Genova a Tortona e sarà possibile farle visita nei seguenti orari: sabato dalle 9 alle 19 e domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18.

“All’alba della civiltà” ad ARTES, di Lia Tommi

1569069671658-2121754320935446203.jpg

Associazione culturale e ASD ARTES ALESSANDRIA. 4 OTTOBRE 2019 . h 17. Via U. Rattazzi 47

Commenti, Letture , Musiche > per conoscere il mondo

Laura Anania – Davide Delfino
a cura di Pier Luigi Cavalchini

ALL’ALBA DELLA CIVILTÀ

Il libro “All’Alba della Civiltà”, di recentissima pubblicazione, tratta della martoriata area mediorientale, delle culture, delle tradizioni e della lunga storia che l’hanno caratterizzata. Il libro è curato dalprof. Pier Luigi Cavalchini
ARTES. scuola di danza musica e teatro &etta da Patrizia Campassi: punto di rferimento culturale ed artistico per bambini: adolescenti e giovani: attraverso uno specfico percorso didattico: contnbuisce alla formazione di e potenziali artisti La danza: disciplina dal grande valore estetico e morale: è un alte particolarmente rigorosa: per la quale sono previste forza di volontà: abnegazione ed impegno costante al fine di acquisire consapevolezza corporea: concentrazione: svüuppando inoltre negli allievi senslbüità e capacità tecnico — espressive: in un percorso di studio che tenga conto delle loro diverse età.

Momenti di poesia. Un giorno nuovo di Grazia Denaro

38614919_1747309225347052_3901325331344130048_n

 

E così sei qui

disegnato nell’estate

scolpito

in un ozio senza superficie.

 

Ma ecco il dono,

il meraviglioso dono:

riscopro finalmente la tua luce

in tutto il tuo fulgore

e nella gioia

che mi suffraga dalle incertezze

che mi hanno abitato interiormente

nell’ultimo periodo.

 

Penso sia meravigliosa la vita

accompagnata dai colori dell’iride

e da tutte le bellezze che ci regala l’universo

che mi accolgono lucide e senza più ombre

nello spicco dello sguardo.

 

Il cielo scorre nuovamente su di me…

e le nuvole sono un azzurro

visto di schiena.

 

@Grazia Denaro@

Campionato serie C

CAMPIONATO SERIE C 2019-2020
GARA JUVENTUS U23 – MONZA DEL 30 SETTEMBRE 2019 – RAISPORT
Si rende noto, a parziale modifica di cui al Com. Uff. n.1/DIV del 02.08.2019, che la gara indicata in oggetto
LUNEDI’ 30 SETTEMBRE 2019, Stadio “Giuseppe Moccagatta”, Alessandria, con inizio alle ore 20,45, verrà
trasmessa in differita da RAI SPORT alle ore 24.15.
Pubblicato in Firenze il 20 Settembre 2019
IL PRESIDENTE
Francesco Ghirelli

POESIA: Una nuova iniziativa culturale per il 21 marzo 2020 a Merate (Lecco)

Foto: Pixabay

(by I.T.K.)

Partecipate numerosi a questa meritevole iniziativa promossa dalla signora Rosaria Munafò e ProLoco di Merate:

“Amici poeti, vi invito a partecipare a un progetto poetico organizzato dalla Proloco di Merate il 21 marzo 2020 sabato nel centro storico di Merate (Lecco).

Raccogliamo opere poetiche, tema libero, tre testi per ogni autore da inviare all’indirizzo di posta elettronica: rosaria2972@gmail.com

Le opere verranno distribuite alla lettura per tutta la giornata del 21, ogni lettore può portare a casa una o più poesie.
La possibilità per i poeti anche di partecipare al microfono aperto nel pomeriggio. Ogni opera dovete inviarla allegata in forma PDF o WORD con nome, cognome, indirizzo e-mail.
Entro il 30 Novembre.

Rosaria Munafò collabora con la Proloco di Merate per promuovere la poesia, quest’anno il presidente Luca Codara ha deciso di promuovere i poeti del nostro territorio. Al momento servono più meno 500 poesie.
Grazie se volete aiutarci, più avanti si avranno informazioni più dettagliate dell’iniziativa.”

Info condivisa per la Proloco di Merate e Rosaria Munafò.

I.T.Kostka

Utrecht

Beige che sfila dai finestrini,
nel medio dell’affronto di due orizzonti,
che foglie riposano ai piedi della Madre
in un cielo grigio come le sue iridi.

Il suo biondo ampolloso m'agonizza.

Stazioni equivalenti nel calvario del ritorno,
pensieri inficiati dal subliminale ricordo di noi
in un tetris di complicità.


Dove, cosa, ora?


Mi spaventa l’ansimante respiro della solitudine
che impregna i muri di rimpianti,
i visi di rughe saettanti
gli occhi di neve d’estate
e Utrecht del suo profumo.
Tegole obbedienti allineate
su tetti acuti e austeri.


Azimuth dei miei pensieri.


Silenziosi canali sui quali ci specchiammo
trascinano i nostri volti
attraverso gli orizzonti divisi
dei feroci litorali del nord.

© 2zero19 - lemiecosepuntonet

Grazie a migliaia al Borto per la location della foto di copertina.

Importunami su lemiecosepuntonet

Jazzal 2019, la nuova proposta per diffondere il jazz, di Lia Tommi

1569016623508-1608753870724884910.jpg

Dopo quattro anni di “Red Note”, la rassegna nata in collaborazione con l’hotel Alli Due Buoi Rossi, l’Alessandria Jazz Club cambia aria e cerca nuove formule per proporre il jazz nella nostra città.
La nuova rassegna si chiama “Jazzal 2019” e si svolgerà da ottobre a marzo al Teatro Parvum in via Mazzini 85. Questa volta la musica non verrà abbinata al cibo e al bere, ma si tratterà di puri e semplici concerti. Il Parvum è già di per sé una realtà molto viva in quanto viene utilizzato quasi giornalmente da numerose associazioni di volontariato per le loro manifestazioni. Il teatro è gestito dall’ Associazione per la Promozione del Volontariato Alessandrino (A.PRO.VA.) la quale si è detta ben lieta di stringere con il nostro club un accordo di collaborazione che permette a noi di avere un luogo idoneo per la nostra rassegna, e ad A.PRO.VA. di ospitare, all’interno delle sue iniziative, un programma di concerti prestigiosi con artisti di fama nazionale o internazionale.
All’apertura della rassegna, e nei concerti successivi sarà data al pubblico la possibilità di sottoscrivere la tessera associativa del club con la quale sarà possibile avere uno sconto sul biglietto d’ingresso, e agli under 30 di entrare a metà prezzo.
Veniamo ora alla parte più interessante, il programma artistico.
Si comincia alla grande venerdì 25 ottobre con “Emanuele Cisi – No eyes”, il saxofonista torinese con il suo super quartetto rilegge il repertorio di Lester Young e lo reinterpreta. Su un piano decisamente diverso la serata del primo novembre con la straordinaria violinista Anais Drago e i suoi Jellyfish; la musica è ispirata al genio dissacratore di Frank Zappa. Un ospite inglese (con nome francese) il 15 novembre, è il vibrafonista Roger Beaujolais con il suo trio italiano, presentano composizioni originali dello stesso Beaujolais. Il gruppo di scena il 29 novembre si chiama “Italian organ trio” perché caratterizzato dall’organo hammond, ma il suo leader è il chitarrista Lorenzo Petrocca; presentano “O soul mio”, un tributo ai maestri della tradizione organistica jazz con alcuni arrangiamenti di brani italiani.
Dopo una pausa invernale di due mesi Jazzal 2019 ricomincia il 7 febbraio con un quartetto di giovanissimi talenti guidati dal batterista e talent scout Stefano Bagnoli: è il “We kids quartet”, una ventata di giovinezza. Il 21 febbraio sarà la voce di Giulia Cancedda a portarci sulle orme di una delle vocalist più originali degli ultimi decenni con il progetto “On Joni Mitchell’s paths”. Ancora voci in jazz il 6 marzo con un gruppo che vede al suo interno ben quattro cantanti, è il progetto “Voices in jazz” guidato dal trombettista Gianpaolo Casati. E per concludere il 20 marzo il pianista, batterista e compositore Luigi Bonafede, con il suo Poker Quartet , ci presenterà un programma di sue composizioni.
Per ulteriori informazioni visitate il sito del club:
“Jazzal 2019” si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territorio”.