Momenti di poesia. Vento di levante di Stefania Pellegrini.

Parole nomadi

Contorni

di conturbanti attese

idillio solitario di parole.

Attimi replicano nella mente

volteggiare avido

di setosi approcci,

vogliosi baci madidi di miele e

profumi d’instancabili giochi.

Giacciono desideri insoddisfatti

sul fremere di sogni

perduti nell’oasi

di quel che

fu il tuo amore.

Una brezza di levante

poggia calda

veli di nebbie in cielo e

investe d’umidore

le vesti.

Confusa non sai contenere

le lacrime.

Svanita ogni certezza

rotoli l’inquietudine

sul letto a due piazze

aspettando invano

l’arrendevole gesto,

l’animato suo richiamo

che dia ancora scocca

alla freccia

d’un nuovo approccio d’amore.

Stefania Pellegrini ©

OGNI DIRITTO RISERVATO ALL’AUTRICE