Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

“Erano vivi e combattevano per i loro ideali, decisero di smettere di arrendersi per vivere in pace, fu così che iniziarono a morire poco alla volta”, di Pier Carlo Lava

Agricoltura, Informazione

Verso la sostenibilità di un mercato agricolo sociale, di Lia Tommi

AgroComune: verso la sostenibilità di un mercato agricolo sociale.  L’agricoltura sociale è nata sulla base della necessità di lavorare sulla diversificazione e la creazione di reddito per le imprese, ottenendo al contempo ricadute positive in termini di inclusione sociale sulle comunità rurali.

1569500156864-1344451162789416837.jpg

Il progetto “Agro Comune”, promosso da PIAM e sostenuto da Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2018, vuole analizzare la sostenibilità di un mercato di beni agricoli comuni, realizzando, con metodo scientifico, una analisi dei meccanismi di domanda relativa ai prodotti agricoli provenienti da realtà sociali. Il progetto si pone quindi come obiettivo la creazione di una proposta di gestione di un mercato agricolo sociale che coinvolga gli attori produttori e i consumatori sociali in un’ottica di sostenibilità economico-finanziaria.

Spesso le realtà legate all’agricoltura sociale sono caratterizzate da una strutturale debolezza economica e finanziaria, dovuta alla piccola dimensione, alle problematiche connesse alla logistica, alla distribuzione e all’assenza di figure interne con competenze amministrative utili a restare stabilmente sul mercato. Inoltre, tali imprese sono spesso prive di strumenti (ri)assicurativi che possano garantire, anche in caso di annate non favorevoli, la sostenibilità nel tempo dell’impresa. Il sommarsi di questi fattori rischia di portare ad un sensibile aumento dei costi fissi di produzione e all’obbligo per le imprese di dover fissare livelli dei prezzi al di sopra del prezzo di concorrenza. Una ulteriore ed indesiderabile conseguenza è che tali prezzi rischiano di tener fuori da questo circuito virtuoso di scambi le realtà sociali che, percependo contributi pubblici, sono obbligate a rendicontare gli acquisti dei prodotti alimentari entro i limiti di costi standard piuttosto rigidi.

PIAM elabora dunque un modello e una prassi economica di scambio, utili ai piccoli produttori sociali, che permetta la creazione di reti solide di mercato, di meccanismi assicurativi che possano compensare la variabilità intrinseca nelle produzioni agricole, le difficoltà di comunicazione e una corretta gestione degli adempimenti aziendali.

PIAM (Progetto Integrazione Accoglienza Migranti) si occupa di accoglienza ed integrazione degli stranieri che arrivano in Italia in seguito a situazioni di guerra, persecuzioni e discriminazioni razziali. Dal 2000 si occupa di donne vittime di tratta e di violenza di genere, con particolare attenzione alle persone che si prostituiscono. L’obiettivo è aiutarle a sganciarsi dal racket della prostituzione, facilitandone la piena inclusione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

IL RIFUGIO DELL'IRCOCERVO

letterature, mondi e animali mitologici

Chiedilo all'Orango

Recensioni, consigli e percorsi di lettura per ragazzi e giovani adulti

L'arte dei piccoli passi

Scansare i sassi facendo piccoli passi

La Chimica Delle Parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

CapoVerso: New Leader

Per una buona leadership

Il sasso nello stagno di AnGre

insistenze poetico-artistiche per (ri)connettere Cultura & Persona a cura di Angela Greco & Co.

Gifted and Talent: tra realtà e quotidianità

Informarsi e formarsi sulla Plusdotazione nei bambini, per essere più consapevoli e responsabili

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

laulilla film blog

un sito per parlare di cinema liberamente, ma se volete anche d'altro

Poesie di Massimiliana

Benvenuti nel mondo della poesia di Massy!

danielastraccamore

Le Passioni non conoscono ostacoli

Writer's Choice

Blog filled with the Breathings of my heart

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: