STORIA DELL’ITALIA UNITA  Generazione e corruzione di uno Stato nazionale, di Marcello Croce

Introduzione di Giuseppe Parlato

Alessandria:  storiografia contemporanea si è un po’ persa la buona abitudine alle storie di lungo periodo scritte da un solo autore.

Gambarina locandina.jpg

Basterebbe questa considerazione per sottolineare la novità metodologica rappresentata da questo volume di Marcello Croce, studioso coraggioso e anticonformista che ha voluto analizzare in termini culturali e filosofici il percorso tortuoso e complesso dell’Italia unita dal particolare punto di vista dello Stato nazionale.

Altro elemento di rilievo è il fatto che ci si trova di fronte a un modello di “storia totale”, che va dall’analisi delle vicende politiche, vero asse portante della narrazione, agli aspetti di natura economica, dallo scenario internazionale all’attenta lettura dei fenomeni di costume e culturali, dalla originale analisi del ruolo della Chiesa nella storia italiana agli aspetti più politologici quali la trasformazione, fino al loro annullamento, dei concetti di rappresentanza politica e di sovranità nazionale.

Il volume – di piacevole lettura e di coinvolgente ritmo – isola tre snodi fondamentali per la storia italiana: la nascita dello Stato nazionale; la guerra civile che si sviluppa a partire dal fascismo; il Sessantotto.

Un libro destinato a fare discutere. Una ricerca che pone dubbi su nodi irrisolti e che offre una interpretazione mai assoluta, sempre problematica – come dev’essere quella di uno storico – utile per fare emergere interrogativi scomodi e riflessioni non sempre politicamente corrette.

Fabrizio PRIANO

Presidente dell’Associazione Culturale  Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:  Marcello CROCE, conosciuto e apprezzato studioso, anticonformista, nella sua opera, STORIA DELL’ITALIA UNITA, Generazione e corruzione di uno Stato Nazionale, analizza in termini culturali e filosofici il difficile e complesso percorso  dell’Italia Unita (anno 1861) ad oggi”.

Marcello CROCE nasce a Torino il 27 ottobre 1940. Terminati gli studi classici, si laurea in Lettere e Filosofia. Dal 1976 insegna filosofia e storia in diversi licei torinesi. È il fondatore dell’Associazione Romano Guardini con cui ha organizzato convegni annuali rivolti al mondo dell’insegnamento e della cultura. Collabora assiduamente a riviste di cultura e letteratura

Mariuccia VENTURI Genovese, laurea in lettere e perfezionamento in filosofia, ha insegnato presso diversi licei genovesi e nell’alessandrino. Esercita tutt’ ora seguendo studenti universitari. Ha studiato pianoforte e di diletta di pittura riproducendo soprattutto opere del Rinascimento.