https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/10/marzo.jpg

 

Intrattabile come non lo sono mai stata. Sto per scoppiare! Perché sei insensibile al mio dolore? E questi sentimenti risvegliati, non era meglio se restavano sopiti per altri vent’anni? No! Assolutamente, dovevano venire a tormentarmi, a non lasciarmi in pace, a torturarmi. E se cambiassi orientamento sessuale? Visto che con gli uomini non ho successo? No, non con tutti gli uomini, solo con te. Impossibile! Non ho mai avuto di queste tendenze, neanche sopìte. Mi piacciono gli uomini, non tutti, ma mi piacciono gli uomini. La verità? Mi piaci solo tu.

Devo cambiare direzione ai miei pensieri, alle mie emozioni. Scommetto, anzi, ne sono sicura, se mi vedessi in strada per terra, neanche ti fermeresti a tendermi una mano. Che scrivo a fare? Figuriamoci se a te interessa quello che dico. Il problema a quanto pare, è solo mio.

Non ho crisi esistenziali, non sono stupida, non sono superficiale, non mi piace prendere in giro le persone, non amo giocare con i sentimenti. Sono dolce quando serve ma, so tirare fuori i cosiddetti attributi all’occorrenza. Non sono ipocrita, non mi è mai piaciuto nascondere la testa sotto la sabbia. Ho sempre combattuto per i miei ideali in prima fila, a carte scoperte, sempre pronta ad aiutare gli altri, anche a costo di rimetterci di persona.

Altruista fuori dal comune: così mi descrivono in molti. Avvocato difensore dei più deboli, pronta ad affrontare di persona chiunque ne abbia bisogno. Tutte queste qualità o difetti, dipende dal punto di vista di ognuno, non sono serviti nella mia sfera personale. So perfettamente chi sono e cosa voglio. Posso attraversare momenti di pessimismo, sono solo attimi, servono per raccogliere le forze e decidere il da farsi.

Sono così, temprata dalla vita e dalle sofferenze. Ho solo un punto debole e ho imparato a conviverci già da un pezzo.

La valigia è pronta, la destinazione anche. E’ da decidere solo la data. Non ha più senso stare qui, le chimere, le illusioni, fanno male al mio cuore. Ho sofferto già tanto nella mia vita. Ho bisogno di una persona vera, sincera, che mi ami profondamente, non sono neanche sicura che esista come la voglio io. Posso stare anche da sola, è da molto che lo sono. Un giorno, un mese, un anno, cosa vuoi che siano. Se ci sarà l’amore nella mia vita, quello vero, quello capace di rischiare tutto e portarmi in paradiso, sarà il tempo, la vita, a decidere per me.

O semplicemente, l’amore come lo intendo io, neanche esiste. Ho deciso di cancellarmi, anche se questo mi costa davvero molto. La verità è che mi sono sbagliata. Chissà quante volte avrai riso di me, quante volte avrai deriso il sentimento che provo per te.

E’ difficile starti lontano, non ho mantenuto la parola, sono debole e ne sono consapevole. Ti vado cercando come non mai. Ti desidero come non ho mai desiderato nessuno. Che tormento amarti senza averti. Ogni giorno, la speranza che mi cerchi, che mi vuoi, è più forte della ragione. Puntualmente resto delusa. Anche adesso, vedo che ci sei e mi tormento con il desiderio di abbracciarti, di baciarti, di essere amata da te. Sei irraggiungibile, mi sfuggi, e questo dovrebbe convincermi che non mi hai mai voluta. Mi avresti cercata, mi avresti chiamata. Nulla riesce a convincermi a dimenticarti. La mia speranza è più forte e aspetto che tu mi dica: anch’io ti voglio bene. Continuo a guardare le tue foto, ad accarezzare il tuo viso. Sogno di esserti vicino, stare nelle tue braccia, vicino al tuo cuore. Che follia! Me ne rendo conto. Ma, il mio cuore non vuole sentire ragioni. Ti devo dimenticare. Come faccio? Dimmelo tu!

Quando sento che c’è qualcosa che mi provoca dolore, è durata già abbastanza. E’ arrivato il momento di chiudere con il passato. Far sparire il dolore e andare verso la felicità, se non hai tempo significa che per te non sono importante. Se non ho avuto le mie risposte, vuol dire che non merito nemmeno quelle. Se non hai mai letto quello che ho scritto, vuol dire che ai tuoi occhi sono invisibile. Non meriti il mio cuore, non meriti il mio affetto. Devo solo convincere me stessa che ho donato il mio cuore alla persona sbagliata. Ti mando un bacio, no, non meriti nemmeno quello.

 

“Chi ama veramente,

il tempo lo trova sempre.

Perché il tempo è una scelta.

La scelta di dare sempre la priorità

ai sentimenti, alle emozioni”

(Agostino Degas)

 

Ma il paradiso esiste per davvero? Voglio dire, il paradiso di me e di te! Mi accorgo poco a poco, di aver perso la speranza di averti con me, di accarezzare il tuo viso, di baciare le tue labbra, di guardare, di scrutare nei tuoi occhi per arrivare fino alla tua anima, per arrivare in fondo al tuo cuore.

Nervosa e intrattabile. Paranoica. Mi manchi da morire. Vorrei vederti, parlarti, leggere nei tuoi occhi e scoprire che anche tu… sai qual è la differenza tra te e me? Io farei chilometri, anche a piedi, per vederti… tu, neanche la verità!

Cos’è la vita senza amore? Senza qualcuno che ti accarezzi dolcemente, che ti tiene stretta fra le braccia per non farti andare via? Che ti sussurri piano all’orecchio, tutto l’amore e la passione che prova per te! Ho fatto un sogno, un sogno bellissimo: tu che mi parlavi, mi spiegavi, mentre teneramente mi stringevi al tuo cuore. Ho sognato che mi amavi con passione, una passione infuocata che solo l’amore riesce a dare. Sentivo le tue mani sulla mia pelle, le tue labbra calde sfioravano le mie. I tuoi baci erano miei, i miei baci erano tuoi.

Portami al di là delle parole, lasciami scivolare dolcemente dentro di te, lasciami assaporare la passione del tuo cuore, lasciami assaporare tutto il tuo amore. Essere amata da te dolcemente, teneramente. Rubare i tuoi baci, le tue carezze. Essere amata come solo tu sai amare. Portami lontano, dove nessuno saprà di noi. Portami in un sogno, il nostro sogno, dove saremo liberi di amarci.

Racconta una leggenda, che le lacrime di ognuno di noi, vengono raccolte dagli Angeli in una coppa d’oro e presentate a Dio. Io non so dove andranno le mie, ma se servissero per la felicità dei miei figli e delle persone che più amo, beh! Sarei disposta a versarne il doppio.

Ti voglio sempre bene, anche se non mi pensi, anche se non mi vuoi, anche se sei insensibile, anche se sei senza cuore, anche se la verità ti è molto cara, anche se sei insofferente alle mie parole.

Ti voglio sempre bene, purtroppo.

Ogni sera accarezzo il tuo viso, le mie labbra si avvicinano alle tue con dolcezza. Ti stringo forte a me, per sentire il tuo calore, per donarti tutto il mio amore.

Nell’ultima foto non mi piace il tuo sorriso, non è vero, non è sincero. Ricordo perfettamente il tuo sorriso quando ti guardavo, era solare, vero, veniva dal cuore.

Quand’è l’ultima volta che hai detto a qualcuno: ti voglio bene? Un ti voglio bene sentito dal cuore? Lo chiedo alla luna, forse risponderà!

 

“Oh no, non giurare sulla luna,

sull’incostante luna che ogni mese si muta,

a meno che il tuo amore sia

altrettanto mutevole”

“Su cosa devo giurare?”

“Non giurare affatto: o se vuoi, giura

su te stesso e subito ci crederò”

(William Shakespeare)

 

Lo dico sempre: maschio dovevo nascere. Gli attributi aumentano ogni giorno di più. E che bel macho sarei stato! Potrei cambiare da oggi, un pizzico di follia non guasta mica.

Ultimamente, mi sono annoiata un po’ troppo. E la noia, la noia atrofizza. Sai amore mio? Io scelgo l’amore, sempre. Il sesso è il piacere del momento ma lascia il vuoto dentro. L’amore! Ah l’amore! Accende fuochi che nessuno è in grado di spegnere. Estasi infinita, paradiso eterno!

Non scriverò più parole d’amore per te, aspetterò chi le scriva per me. Sai cosa rappresenta il tuo silenzio? Gli ho dato un nome. Si chiama disprezzo. Davvero provi questo per me? E’ questo il motivo del tuo silenzio? Non hai stima nei miei confronti?

Volevo andare al mare, invece, c’è sempre qualcuno che sconvolge i miei piani. Vabbeh! Il mare può attendere, sono nata per aiutare gli altri, è la mia missione. E a me? Chi mi aiuta? A me basto io, come sempre del resto.

Si dice: la speranza è l’ultima a morire. Io invece dico: chi di speranza campa, disperato muore. Sono pazza, si sa, ma quando non so niente di te, sto male.

Armati di santa pazienza e vai… se son rose fioriranno. Sempre più convinta che è meglio essere feriti dalla verità che consolati da un’illusione o da una menzogna.

I segreti del cuore: presentazione

I segreti del cuore: novembre

I segreti del cuore: dicembre

I segreti del cuore: gennaio

I segreti del cuore: febbraio