Giuseppe Bianchini: NORMA COSSETTO, LA STUDENTESSA DELLA FOIBA.

Ricordo duraturo con una piazzetta a Lei dedicata nel Villaggio della sua gente.

PROPOSTA. AL SIG PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE TOPONOMASTICA ALESSANDRIA

Il sottoscritto Consigliere Comunale Giuseppe BIANCHINI, propone di intitolare a NORMA COSSETTO —- ventitreenne stroncata nella sua giovinezza dalla ferocia etnica scatenatasi nei già confini orientali d’Italia —- lo slargo tra il lotto 3 e 5 di via Martiri della Benedicta, ove è posizionato il cippo che ricorda il dramma degli Esuli Istriani, Giuliani e Dalmati, perché possa rimanere quotidianamente accanto, nel ricordo, agli Italiani delle sue terre d’Istria.

Norma_Cossetto_1943

PROFILO DI NORMA COSSETTO:

NORMA COSSETTO, nasce a Santa Domenica di Visinada il 17 maggio 1920, muore ad Antignana il 5 ottobre 1943.

Si diplomò presso il Regio Liceo Vittorio Emanuele III di Gorizia e si iscrisse al Corso Lettere e Filosofia dell’Università di Padova.

Stava preparando, nell’estate 1943, la sua tesi di laurea, “”ISTRIA ROSSA””. uno studio geografico sulla terra d’Istria, ricca di bauxite.

Giunse l’8 settembre 1943.

Il padre, Podestà di Antignana, sotto l’incalzare delle milizie di Tito, fu richiamato a Trieste.  Il 26 settembre 1943, 18 giorni dopo l’armistizio tra l’Italia e gli Anglo-Americani, le milizie di Tito, che avevano occupato Visinada, convocarono Norma Cossetto, interrogandola a lungo per avere informazioni sul padre, già Podestà del paese e per indurla a dissociarsi dal fascismo. Il giorno seguente, 27 settembre 1943, le milizie di Tito arrestarono Norma Cossetto, che da quel momento non farà più ritorno a casa. Verrà condotta a Parenzo e poi nella scuola di Antignana, trasformata in carcere da parte dei partigiani, ove fu separata dagli altri prigionieri e sottoposta a sevizie e stupri da 17 partigiani di Tito.

Si riproduce la testimonianza drammatica di una residente vicino alla scuola /carcere di Antignana, fatta alla sorella Licia  il 10 dicembre 1943, giorno in cui fu recuperata la salma di Norma Cossetto:

“”””Una signora mi si è avvicinata (a Licia, ndr.) e mi ha detto: “Non Le dico il mio nome ma quel pomeriggio dalla mia casa che era vicina alla scuola ho visto sua sorella legata ad un tavolo e delle belve  abusare di lei. Alla sera, poi, ho sentito anche i suoi lamenti, invocava la mamma e chiedeva acqua, ma non ho potuto fare niente, perché avevo paura.””””””

Foiba_di_villa_Surani

Alle 4 del mattino del 5 ottobre 1943, a Villa Surani, una fila di sventurati,  mani dietro alla schiena legate con filo di ferro, sparisce nel bosco verso la foiba, profonda 136 metri. Norma sarà l’ultima a venirvi scaraventata.

Il Maresciallo dei Vigili del Fuoco Arnaldo Harzarich, che il 10 dicembre procedette al recupero delle salme della foiba, rimase inorridito per i segni di bestialità lasciati nel corpo di Norma Cossetto.

L’8 maggio 1949, su proposta del latinista Professor CONCETTO MARCHESI, dell’Università di Padova, suo docente, NORMA COSSETTO ricevette la laurea Honoris causa in lettere con la motivazione: “””Caduta il 5 ottobre 1943 per la difesa della libertà”””.

Non è irrilevante annotare che il Professor Marchesi partecipò alla Assemblea Costituente nelle liste del Partito Comunista Italiano e che dal 1947 fece parte del Comitato Centrale dello stesso Partito.

Il 9 dicembre 2005, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi onorò Norma Cossetto con la MEDAGLIA D’ORO al merito civile, così motivandola: “”””Giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba. Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio. 5 ottobre 1943. Villa Surani (Istria)

foto wikipedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...