Momenti di poesia. Sul fiume, di Stefania Pellegrini

Parole nomadi

Georges Seurat

Scendeva l’ultima luce
sulle chiome dei tigli
il viale assorto e
spoglio d’ogni rumore
vestiva frammenti di quiete.
Sul fiume acque tacite
sfilavano
velate ombre della sera
mentre il cielo preparava
la strada alla prima stella.
Ci prendemmo per mano
ci facemmo più vicini
timorosi di turbare
il momento.
Così dolce era ascoltare
dentro il silenzio
il ritmo dei nostri cuori
solo assaporando dell’ora
la voce delle cose.

Stefania Pellegrini ©